1–16 di 105 risultati

Galassie come granelli di sabbia

“Delle leggi che possiamo ricavare dal mondo esterno, una si trova sopra a tutte: la Legge della Transitorietà. Nulla esiste per durare. Gli alberi cadono anno dopo anno, le montagne sprofondano, le galassie si spengono come grandi candele esauste…” Si apre così il grande Ciclo aldissiano dedicato al Tempo, l’unica forza durevole dell’universo e il vero protagonista di questa saga in più episodi che spazia nei millenni e nei mondi. Ecco quindi i Millenni della Guerra, e poi quelli dei Robot e delle Stelle… una grande storia che deve forse qualcosa al ciclo di Simak, City, ma che raggiunge una potenza del tutto autonoma e rimane un classico della fantascienza d’avventura.

L’ultima fortezza della terra

Quando si è sull’orlo del suicidio, spesso si attende solo un motivo qualsiasi per riacquistare la voglia di vivere. Nel caso di Norma Matheson, questo motivo è una sfida impossibile. La scoperta che dal futuro si stanno reclutando soldati di ogni epoca per combattere una guerra titanica fra le opposte fazioni dei Gloriosi e dei Planetari, e la responsabilità di aver fatto cadere il proprio ex-fidanzato, Jack Garson, fra i micidiali ingranaggi di questa colossale macchinazione che non rispetta nulla e nessuno, sono sufficienti a farla lottare con tutte le sue forze. Nonostante la minaccia di un invecchiamento precoce e il pericolo rappresentato dai mortali Tentacoli che la circondano… e correndo perfino il rischio che la disperata battaglia intorno all’ultima Fortezza di questa Terra abbia risultati apocalittici anche per la sua Terra.

Tu vipera gentile: Delitto di stato. Soccorso a Dorotea. Tu vipera gentile

Sotto il titolo Tu vipera gentile, primo verso di un'antica canzone viscontea, Maria Bellonci presenta tre grandi racconti: Delitto di Stato, che ha per sfondo la sommossa e controriformistica Mantova del Seicento tra ombre e luci caravaggesche; Soccorso a Dorotea, storia limpida e crudele di un'adolescenza travolta in un ferreo contrasto di ambizioni politiche e di inutili difese tra Sforza e Gonzaga; Tu vipera gentile, racconto visconteo che si muove sullo sfondo di una Milano tra Medioevo e primo Rinascimento, ricca di traffici, di tumulti, di partiti, di fazioni. La chiave dei tre racconti e l'elemento che li unisce, nella diversità dei tempi e dei personaggi, è l'idea del "delitto di stato" e cioè del potere che, mentre fa le sue prove di aggregazioni e di invenzioni nel governo degli uomini, devia dalla sua stessa moralità e usa la sua forza per disgregare la vita umana nella naturalezza dei sentimenti. Ancora una volta in questa opera l'autrice restituisce al presente per forza di stile i suoi protagonisti, rivelandoli nelle flessioni più intime della loro vita che diventa attuale ipotesi di vita.

Lo straniero

Dallo sconvolgente “Psicospettro” di Urania 458 alla più recente e sinistra “Leva di Archimede”, il filone dei romanzi di L. P. Davies si svolge su uno sfondo di modesta e apparentemente tranquilla provincia inglese. Non siamo nell’anno 3500 dell’Era Galattica e neppure “soltanto” nel 1990. Siamo al giorno d’oggi, tra personaggi che assomigliano molto di più a quelli di un “mistery” di Agatha Christie che a quelli della FS tradizionale. La sola differenza è che qui non sembra sia stato commesso alcun delitto. A meno che sia un delitto avere nelle vene invece del sangue una sostanza sconosciuta…

Le stelle aspetteranno

Ritorna un padre della fantascienza americana, un maestro tranquillo che, durante i moltissimi anni della sua carriera, non ha ricevuto i premi e i riconoscimenti attribuiti a colleghi più fortunati, ma non per questo è venuto meno ai suoi standard, che sono una solida capacità d’intrattenimento e la facoltà, oggi sempre più rara, di architettare trame avvincenti. A Laumer, di cui URANIA pubblica le opere da almeno trent’anni, facciamo perciò questo doveroso omaggio presentando Le stelle aspetteranno, un libro che divertirà i lettori più giovani e, ci auguriamo, costituirà un gradito ritorno anche per i collezionisti, che certo non hanno dimenticato Il segno dei mondi, il ciclo di Retief e lo storico Agente 064: operazione demoni.

I principi demoni 2: la macchina che uccide

Esseri sanguinari e senza volto, provenienti dalle profondità dello spazio, distruggono isolati gruppi umani per il puro piacere di farlo. Ma anche per i cosiddetti Re Stellari c’è una nemesi, un nemico implacabile: è un uomo solo, disposto a dar loro la caccia in tutta la galassia pur di vendicare il massacro della sua famiglia. Continua il ciclo dell’epica caccia al mostro. Continua il mistero dei Principi Demoni, con il loro disprezzo per gli esseri umani. Continua una delle saghe più emozionanti di Jack Vance, il “Re Stellare della Space Opera”.

Il popolo dell’orlo

Nello stato di Deseret, in quello che era una volta il cuore dell’America, bisogna costruire tutto dalle ceneri: sono bastate poche bombe nucleari a distruggere la civiltà, e un’altra deve necessariamente prendere il suo posto. I sopravvissuti di Deseret sono coloro che cercheranno di continuare, nonostante tutto, il cammino della razza umana. Ma il clima è cambiato, la natura è morta, il compito di creare un’oasi in questa terra bruciata è un’impresa disperata. La storia di questa lotta all’ultimo palmo di terra rientra nella tradizione dei grandi “romanzi catastrofici” e conferma Orson Scott Card come uno dei migliori autori di questi anni.
**INDICE**

**I MAGHI DELLA FANTASCIENZA – La scienza è sempre stata, a buon diritto, una delle componenti della sf: ma quanto di vero c’è in essa? – Documenti**
|
DELIO ZINONI
**GRABOW, COLLICKER E IO**
Grabow and Collicker and I (1992) |
ALGIS BUDRYS

Nel deserto, i Tuareg

In un primo momento, la scomparsa di Paul Billson non preoccupa nessuno, e tantomeno Max Stafford, capo del servizio di sicurezza della ditta in cui Paul lavorava. Ma poi, qualcuno commette l’errore di aggredire Staf-ford, il quale, ostinato com’è, scatta al contrattacco. Fin dagli inizi delle indagini scopre che l’impulsivo Paul è partito per il Sahara, dove molti anni prima è caduto l’aereo pilotato da suo padre. Ora, qualcuno butta là pesanti insinuazioni su quell’incidente, e Paul intende dimostrare che sono false. Per fortuna c’è Stafford, il quale, con l’aiuto di un enigmatico americano che ha fatto del deserto la sua casa, tenterà in tutti i modi di raggiungere Paul Billson e di salvarlo da insidie e pericoli.

L’incantesimo

Inghilterra 1658

Mentre lui si avvicinava, Caitlin si sentiva preda di uno strano incantesimo. Nella nebbia, l'uomo sembrava avvolto da una luce sottile, come l'aura di un dio. Ma quando udì la sua voce capì che si era sbagliata. Era un inglese, una canaglia inglese, e doveva morire.