1–16 di 293 risultati

Earth Is Room Enough

Contents:
· The Dead Past · nv Astounding Apr ’56
· The Foundation of Science Fiction Success · pm F&SF Oct ’54
· Franchise · ss If Aug ’55
· Gimmicks Three [“The Brazen Locked Room”] · ss F&SF Nov ’56
· Kid Stuff · ss Beyond Fantasy Fiction Sep ’53
· The Watery Place · ss Satellite Oct ’56
· Living Space · ss Science Fiction Stories May ’56
· The Message · vi F&SF Feb ’56
· Satisfaction Guaranteed [Susan Calvin (Robot)] · ss Amazing Apr ’51
· Hell-Fire · vi Fantastic Universe May ’56
· The Last Trump · ss Fantastic Universe Jun ’55
· The Fun They Had · ss The Boys and Girls Page Dec 1 ’51; F&SF Feb ’54
· Jokester · ss Infinity Science Fiction Dec ’56
· The Immortal Bard · vi Universe May ’54
· Someday · ss Infinity Science Fiction Aug ’56
· The Author’s Ordeal · pm Science Fiction Quarterly May ’57
· Dreaming Is a Private Thing · ss F&SF Dec ’55

La palabra clave y otros misterios

¿Quién no ha soñado en resolver un crimen que haya llegado a desconcertar a la policía? En esta colección de cinco historias de misterio muy bien elaboradas por el famoso escritor Isaac Asimov, el personaje principal es un muchacho cuyas tenaces observaciones, sus maravillosas dotes de percepción y su interés por el estudio del significado de las palabras le ayudan a resolver casos que han desafiado a su padre, un detective profesional. Se trata de unas historias escritas en forma sencilla e ilustradas con gran imaginación, que serán muy del agrado de los lectores de todas las edades.

Storie di giovani mostri

Willie, destinato a vivere un’infanzia senza fine; Buddy, l’umanoide proveniente da procione, cui è affidata l’educazione di Tim, troppo egoisticamente programmato dai genitori; Timmy, che sente l’avvicinarsi della morte, chiunque essa decide di colpire; David, le cui scapole di trasformeranno in ali; Taddeo, capace di muovere gli oggeti col pensiero..
Sono i giovani “mostri” protagonisti di alcune delle storie presentate da Asimov. Personaggi e storie sono paradossali: tuttavia, chi ha sentito parlare dell’ingegneria genetica li troverà stranamente familiari e persino verosimili. Che sia davvero questo il futuro dell’uomo?
Contiene le storie:
**Salve, addio** ( *Hail and Farewell* , Ray Bradbury)
**Vietato l’accesso** ( *Keep Out* , Fredric Brown)
**A che servono gli amici?** ( *What Friends Are For* , john Brunner)
**Supercavallo** ( *The Wonder Horse* , George Byram)
**Il bambino che ascoltava** ( *The Listening Child* , Idris Seabright)
**Alla larga da Michi!** ( *Prone* , Mack Reynolds)
**Nato per volare** ( *He That Hath Wings* , Edmond Hamilton)
**La Sezione Ragazzi** ( *The Children’s Room* , Raymond F. Jones)
**Il linguaggio perduto** ( *The Lost Language* , David H. Keller)
**Dai, cammina!** ( *Come on, Wagon!* , Zenna Henderson)

Racconti matematici

Negli ultimi cento anni matematica e letteratura hanno incrociato il loro cammino innumerevoli volte, troppe perché si tratti soltanto di incontri casuali. Se è vero che entrambe sono attività di “finzione” e consistono principalmente nell’invenzione di mondi possibili, non stupirà questo continuo e fecondo rispecchiamento.
Sensibili in modo particolare al fascino della matematica si sono dimostrati poeti, narratori, romanzieri che nulla accomuna l’uno all’altro, se non il fatto che nelle loro opere, con frequenza e in misura maggiore o minore, emergono idee o strutture matematiche, affiorano riferimenti ai numeri transfiniti o alle geometrie non euclidee, balenano metafore costruite su concetti tratti dall’algebra o dalla logica. Tale fascinazione ha prodotto straordinari racconti; questa antologia ne propone ventisei, da *Il libro di sabbia* di Borges a *La biblioteca universale* di Kurd Laßwitz, da *Tennis, trigonometria e tornado* di David Foster Wallace a un *Breve ritratto di Alan Turing* di Carrière.

Antologia del bicentenario n. 2

La prima parte di questa antologia è stata pubblicata sul numero 736 di Urania.

Indice
La vita e i tempi di Multivac
*( The Life and Time of Multivac, 1975)*
Diradamento selettivo
*( The Winnowing, 1976)*
L’uomo del Bicentenario
*( The Bicentennial Man, 1976)*
Marcia dei Santi
*( Marching In, 1976)*
Sistema antiquato
*( Old-Fashioned, 1976) *
Tricentenario
*( The Tercentenary Incident, 1976)*
Nascita di una nozione
*( Birth Of A Notion, 1976)*
Urania n. 738 del 18-12-1977 *
* *The Bicentennial Man And Other Stories* , 1976

Antologia del bicentenario n. 1

Eccomi qui con un nuovo volume, un’antologia che raccoglie i miei ultimi undici racconti di fantascienza, ed eccomi anche a riflettere non senza sbigottimento che da quando ho cominciato a scrivere e a pubblicare sono passati esattamente tre ottavi di secolo. Non c’è male per uno che si considera… non giovanissimo, questo no, ma diciamo… ancora nel fiore degli anni. Questi anni, del resto, debbono sembrare più numerosi ai lettori che a me, ed è naturale che man mano che passano, e che la mia produzione continua ininterrotta, sorgano nel pubblico certi sospetti. Poche settimane fa, per esempio, stavo firmando dei libri miei a una fiera del libro, e tra le gentili frasi che mi sono state rivolte, ricordo questa: “Ma come? Lei è ancora vivo? Non ci posso credere!”. E quest’altra: “Ma possibile che tutti quei libri lei li abbia scritti da solo? Non sarete due o tre sotto lo stesso nome, per caso?”. Be’, mi dispiace se la mia sovrabbondante produzione rende la cosa incredibile, ma posso darvi la mia parola d’onore che: primo, sono una sola persona; e secondo, sono ancora vivo.
Indice
Intuito femminile
*( Feminine Intuition, 1969)*
Vasto mondo
*( Waterclap, 1970)*
Che tu te ne prenda cura
*( Thet Thou Art Mindful Of Him, 1974)*
Straniero in Paradiso
*( Stranger in Paradise, 1974)*
Che cosa scegliete?
*( Best Food Backward, 1975)*
Urania n. 736 del20-11-1977
*The Bicentennial Man And Other Stories* , 1976

Antologia Personale N. 3

Con questa terza e ultima parte si conclude la prestigiosa antologia che Isaac Asimov ha curato personalmente, scegliendo i migliori dei propri racconti, ordinandoli cronologicamente e premettendo a ciascuno una nota introduttiva. Ma col suo folto gruppo di brevi e variatissime storie, il presente volume costituisce anche una piccola e preziosa opera a sé. Nella loro calcolata diversità di argomento e di tono – dal dramma meccanico di “Junior” alla feroce satira di “La macchina che vinse la guerra”, dalla piccantissima commedia di “Playboy” alla tragedia di “Occhi non soltanto per vedere” – queste storie rispecchiano infatti l’intero arco della produzione “maggiore” di Asimov e forniscono un’illustrazione perfetta della sua tipica, inesauribile varietà inventiva.

INDICE
JUNIOR
Nobody here but… 
UNA COSI’ BELLA GIORNATA
It’s such a beautiful day 
CRUMIRO
Strikebreaker 
INSERIRE LA BASE A NELL’INCASTRO B 
Insert knob A in hole B 
STREGONE MODERNO
The up-to-date sorcerer 
PLABOY E IL DIO LIMACCIOSO
What is this thing called love? 
LA MACCHINA CHE VINSE LA GUERRA
The machine that won the war 
MIO FIGLIO, IL FISICO
My son, the physicist 
OCCHI NON SOLTANTO PER VEDERE 
Eyes do more than see

Le fasi del caos

Una delle ultime invenzioni di Asimov è l’universo immaginario (ma non troppo) in cui si svolgono le avventure narrate in Le fasi del caos. Dopo aver passato una vita a raccontare le vicende di una galassia popolata soltanto da uomini e robot, Asimov immagina qui un intrigo che vede coinvolte, oltre a quella umana, altre cinque razze che conoscono il volo interstellare: razze spesso ostili e sospettose l’una dell’altra, fra cui l’uomo non fa certo brutta figura Stabilite queste premesse, che presto daranno luogo a una serie di rapide quanto pericolose avventure, Asimov passa la mano ad alcuni brillanti scrittori; suoi allievi ideali, che svolgono la vicenda all’insegna della suspense, ma senza dimenticare una punta di ironia in omaggio al loro ispiratore.

Il vento è cambiato

“Eccoci di nuovo qui! Siamo alla dodicesima antologia dei miei racconti pubblicata finora, e questa volta non ho molto da premettere. Giusto una cosa o due. Dopo “L’orlo della fondazione” è venuta a cadere l’accusa secondo cui io scriverei ormai ‘troppi libri di divulgazione e troppo pochi di fantascienza’; ma ci tengo ugualmente a far notare che dei diciassette racconti, quasi tutti lunghi, raccolti nel presente volume, soltanto un paio sono anteriori al 1976…”
(dalla “Premessa” di Asimov)
Indice:
Persuasione (Belief, 1953)
Thespis Fair (Exchange?, 1979)
Per gli uccelli (For the Birds, 1980)
Trovati (Found!, 1978)
Buon gusto (Good taste, 1976)
Al principio (How It Happened, 1978)
Le idee sono dure a morire (Ideas Die Hard, 1957)
Punto di accensione (Ignition Point!, 1981)
Pets (It is Coming, 1978)
L’ultima risposta (The Last Answer, 1980)
L’ultima navetta (The Last Shuttle, 1981)
Una questione di memoria (Lest We Remember, 1982)
Niente per niente (Nothing for Nothing, 1979)
Microdemone A (One Night of Song, 1982)
Microdemone B (The Smile that Loses, 1982)
Sabotatore terrestre (To Tell at a Glance, 1976)
Il vento è cambiato (The Winds of Change, 1982)
Copertina di Giuseppe Festino

Mortelle Est LA Nuit

Que tous les criminels de la galaxie tremblent : le célèbre Dr. Urth, extraterrologiste émérite, mène l’enquête : quatre brillants chercheurs, anciens camarades d’université que la vie a séparés, se retrouvent lors d’une convention d’astronomie interplanétaire. L’un d’entre eux, sur le point de révéler une découverte extraordinaire, meurt brutalement en emportant son secret… Isaac Asimov, le célèbre auteur du cycle de Fondation, mêle science-fiction et énigme policière avec un humour débridé et un talent incontesté.
**

Homo sapiens – Breve storia naturale della nostra specie

L’uomo che studia se stesso è di fronte a una delle sfide più affascinanti della conoscenza. L’autore ci accompagna attraverso la storia naturale dell’uomo in quanto specie animale, una fra le tante, pur con tutte le sue formidabili peculiarità.
Dopo aver gettato uno sguardo agli albori dell’antropologia come scienza, si confrontano le caratteristiche fondamentali dell’Homo sapiens con quelle delle scimmie antropomorfe. Si parla di evoluzione e della teoria che spiega l’evoluzione in base alla selezione naturale.
Il volume si conclude con un’incursione nel tempo profondo, attraverso la narrazione di alcuni episodi-chiave della ricerca dell’anello mancante, metà uomo e metà scimmia, che ci possa ricongiungere fino in fondo al mondo naturale. **

El sol desnudo

Mientras la sociedad terrestre rechaza a los robots humanoides, los Mundos Exteriores, antiguas colonias de la Tierra, han basado su economía en el trabajo de los robots, desarrollando así una sociedad altamente tecnológica, mucho más que la terrestre, en la que los individuos no soportan la presencia de sus congéneres: todos los contactos sociales se producen por medio de proyecciones holográficas. Por eso, el detective Baley no sabe por dónde empezar cuando le envían a Solaria a resolver el primer asesinato que se produce en doscientos años, pues todo parece apuntar, paradójicamente, a que ha sido cometido por un robot.