Visualizzazione di tutti i 11 risultati

Timeline

Il romanzo inizia in un mondo in cui le nuove tecnologie, sfruttando anche le teorie della fisica quantistica, permettono di muovere istantaneamente informazioni e oggetti, senza cavi né reti. Computer piccoli come una molecola consentono anche agli uomini di visitare qualunque istante del passato: la storia potrebbe diventare un immenso luna park a disposizione dei turisti del tempo. E’ difficile immaginare i rischi di viaggi di questo tipo: lo apprende a proprie spese un gruppo di storici e archeologi che “visita” la Francia del Trecento e si trova catapultato nel pieno della Guerra dei Cent’Anni, tra assedi, duelli, briganti, soldataglie e affascinanti castellane.
**

Se vi pare che questo mondo sia brutto

Che cos’è la realtà e noi che cosa siamo? In che rapporto sta l’androide con l’umano? Quali funzioni assolvono le macchine nella nostra vita? Si può prevedere come sarà l’universo futuro e quale ne è il modello? L’autore affronta le tematiche delle nuove tecnologie, della modernità e della virtualità, della costruzione di mondi possibili e artificiali, e della modificazione dell’esistenza umana in virtù dello sviluppo tecnologico. E rivela il proprio percorso intellettuale e artistico, che passa attraverso la filosofia classica e la fisica quantistica, i padri della chiesa e lo gnosticismo, la cibernetica e la politica, come pure le personali esperienze di droghe, nell’esplorazione di una realtà al di fuori dei limiti.
**

Vendetta eterna

Frisia Orientale, 324 a.C. Un uomo si sottopone al rito del sacrificio: non ha paura, perché ciò che lo attende è una gloriosa resurrezione… Amburgo, 2005. Due efferati omicidi hanno luogo a poche ore uno dall’altro secondo un identico rituale: l’assassino scotenna i corpi per poi tingere lo scalpo di rosso ed esporlo sulla scena del crimine. Le vittime, un politico ambientalista e un genetista noto per le sue ricerche sulla memoria, sono uomini pubblici e i media – con le elezioni che si avvicinano – si avventano sulla notizia cominciando a parlare di un serial killer, al quale attribuiscono anche un soprannome: “Il parrucchiere di Amburgo”. Il capo della polizia criminale Jan Fabel e la sua squadra si lanciano in una frenetica caccia al predatore di scalpi basandosi su un unico indizio: un capello rosso, che l’assassino lascia come firma accanto ai cadaveri. Le indagini sono costellate da strane scoperte e coincidenze, che portano gli investigatori indietro nel tempo, agli anni Settanta e Ottanta infiammati dal terrorismo; all’epoca della seconda guerra mondiale, a cui riconduce il ritrovamento di un corpo mummificato e perfettamente conservato di un ragazzo; addirittura al 324 a.C., alla ben piÙ antica mummia di Franz il Rosso, sacrificato e scotennato secondo un rito degli Sciti. Solo incrociando queste piste apparentemente slegate Fabel e i suoi potranno fermare quella macabra scia di morte…
**

Taglio netto

Sembrava un’operazione di polizia come tutte le altre: stanare i membri di una gang di immigrati clandestini, responsabili dell’efferato omicidio di una giovane prostituta. Una missione di routine per un poliziotto dell’esperienza di Langton, ispettore capo della squadra Omicidi di Londra. Eppure, durante l’azione, qualcosa va storto e Langton viene ferito gravemente. Ad assisterlo, mentre giace in un letto d’ospedale tra la vita e la morte, è Anna Travis, ambiziosa detective della Omicidi, nonché sua compagna. Anna è determinata a capire che cosa sia veramente successo durante l’operazione, ma mentre cerca di barcamenarsi tra indizi e sospetti, deve anche dedicarsi al nuovo caso cui è stata assegnata. Si tratta del brutale assassinio di una bibliotecaria, una donna dalla vita irreprensibile, stuprata e uccisa nella sua stessa casa. Un omicidio senza ragioni apparenti. Almeno fino a quando Anna non scopre che quella morte è indissolubilmente legata all’aggressione di Langton. E quando la verità emerge in tutto il suo orrore, svelando orribili traffici di esseri umani, forse è troppo tardi. Anna e Langton sono nel mirino di pericolosi criminali, disposti a tutto pur di fermarli. Fino all’ultimo colpo di scena che costringerà la detective a portarsi un orribile segreto nel cuore.
Acclamata dalla stampa e dal pubblico come la regina della suspense, Lynda La Plante è ormai entrata nell’olimpo dei bestseller: ognuno dei suoi thriller vende in media 400.000 copie. *Taglio netto*, per mesi nella top ten del «Sunday Times», è un thriller agghiacciante che esplora temi scottanti come l’immigrazione clandestina e la pena di morte e vede il ritorno dell’intraprendente detective Anna Travis, questa volta alle prese con un caso davvero impossibile.

Il santuario delle ragazze morte

###
Un thriller cha ha per protagonista una sonnolenta cittadina universitaria, gettata nel terrore dalle imprese di un serial killer. Tre ragazze misteriosamente scomparse nel nulla. Né la polizia né i cittadini riescono a fermare questa catena di delitti. E’ un crescendo di paura e diffidenza, come se l’intera comunità fosse stata infettata da un morbo misterioso. Esplode un’autentica isteria. Alla fine mentre, l’incubo dilaga e tutti sospettano di tutti, qualcuno inizia a pensare di farsi giustizia da solo.
**

Un ricatto rosso sangue

Un detective acuto, gentile, onesto e un po’ malinconico alle prese con il lato oscuro della finanza. John March è un ex poliziotto; sua moglie è stata uccisa qualche anno fa, ora è tornato a New York, ha una nuova donna, fa jogging tutte le mattine ed è goloso di sandwich al tonno. Il suo amico, l’avvocato Michael Meltz, gli presenta un nuovo cliente: Rick Pierro si è fatto da sé, lavora in una mega-banca ma adesso rischia di perdere tutto. È sotto ricatto: viene coinvolto in un gigantesco schema di riciclaggio di denaro sporco, una telefonata anonima l’ha avvertito: se non obbedisce, qualcuno potrebbe rimestare nel suo passato senza farsi troppi scrupoli. Questo è il primo romanzo di Spiegelman.

Ricambi

###
Non parlate di fortuna a Jack Randall. La sua scorta l’ha finita molto tempo fa. Veterano di una guerra selvaggia e dimenticata, ha passato gli ultimi cinque anni da solo, guardiano in una Fattoria per Ricambi. Sorveglia esseri umani di perfetta costituzione, nutriti e curati, ma che non parlano e non possono esprimere la loro sofferenza. Sono solo i “ricambi”, ciascuno clonato con lo stesso corredo genetico e immunitario di qualcun altro che in caso di necessità avrà a disposizione organi e arti da trapiantare senza rischio di rigetto.
**

Cryptonomicon

1. Lawrence Pritchard Waterhouse, genio matematico e giovane capitano della Marina americana viene incaricato di una missione segretissima: insieme al sergente dei Marines Bobby Shaftoe dovrà non soltanto lavorare alla decifrazione di un linguaggio in codice elaborato dai nemici, ma soprattutto agire in modo tale da convincere le forze tedesche che gli americani sono ancora lontani dalla possibilità di accedere alle informazioni protette. Ai nostri giorni, Randy, nipote di Waterhouse e abilissimo pirata informatico, si innamora di Amy, a sua volta nipote di Shaftoe, e i due ragazzi si lanciano insieme in un’avventura rischiosa ed entusiasmante: recuperare il relitto di un sottomarino tedesco che contiene il segreto del codice che i nonni avevano cercato di decrittare un cinquantennio prima. I diversi filoni della storia si intrecciano e si alternano con ritmo vorticoso, mentre le due coppie di personaggi vivono pericoli e passioni, e si scoprono protagoniste di intrighi sempre più fitti.

Rain Storm. Pagato per uccidere

John Rain, killer di professione, non può dire di no alla CIA. Aveva deciso di chiudere con la morte ed era fuggito in Brasile per far perdere le proprie tracce. Ma la sua abilità nel mascherare gli omicidi da morti naturali e la capacità di agire inosservato sullo scenario asiatico l’hanno reso indispensabile. L’incarico è di quelli che scottano, ad altissimo rischio: eliminare Achille Belghazi, spieiato trafficante d’armi, implicato nel terrorismo islamico in Medio Oriente. Ancora una volta, dalle luci scintillanti dei casinò di Macao ai vicoli bui di Hong Kong, Rain diventa la pedina di un gioco troppo insidioso, dove il confine tra cacciatore e preda è sottile e pericoloso.
**

Brutti incontri al chiaro di luna

Creta, 26 aprile 1944. Due ufficiali inglesi travestiti da tedeschi e tre partigiani cretesi rapiscono il generale Kreipe nei pressi di Villa Ariadne, la sua residenza ufficiale, e a bordo della sua automobile, come in un sogno, riescono a superare ventidue posti di blocco e a raggiungere le pendici del Monte Ida. Là si scatenerà una delle più epiche e rocambolesche cacce all’uomo di tutta la seconda guerra mondiale: venti giorni in fuga, braccati da migliaia di soldati, al termine dei quali, grazie all’aiuto della resistenza cretese, il commando lascerà miracolosamente l’isola alla volta del Cairo. Quei due ufficiali inglesi erano il capitano William Stanley Moss, detto Billy, un ragazzone di ventidue anni dai modi non proprio cordiali e che non sapeva una parola di tedesco, e il maggiore Patrick Leigh Fermor, detto Paddy, solo di qualche anno più vecchio, ma che già aveva attraversato a piedi l’Europa come un cavaliere errante e presto sarebbe diventato uno dei grandi scrittori di viaggio del Novecento. Molte storie sono state raccontate su questa impresa leggendaria – e Fermor stesso scrisse sull’episodio alcune pagine memorabili -, ma soltanto il libro di Moss permette di ricostruire dall’interno come siano andate veramente le cose: un resoconto asciutto e dettagliato dei fatti, annotati in forma di diario mentre stavano accadendo, che ancora oggi non ha perso nulla della sua forza romanzesca.
**

Strani attrattori. Antologia di fantascienza radicale

Alla fine degli anni Ottanta, sulle migliori riviste e fanzine di fantascienza americane e inglesi, viene pubblicato un annuncio che invita a spedire contributi per la redazione di un’antologia riservata a brani censurati dagli editori “commerciali” per la durezza degli argomenti trattati o per lo stile spericolato. Il risultato sconcerta gli stessi promotori dell’iniziativa: classici come Farmer, “cattivi maestri” della new wave come Ballard e Burroughs, i migliori componenti della corrente cyberpunk, primi tra tutti Sterling e Gibson, e le “speranze” della nascente scena underground rispondono entusiaticamente inviando stupendi racconti brevi. Questa raccolta viene allora affidata a tre grandi maestri della scrittura fanta scientifica e radicale: il prodotto finale è una miscela esplosiva – ad altissimo livello – di sperimentalismi, argomenti scottanti, provocazioni culturali, statement politici e humor nerissimo. Finalmente arriva anche in Italia una delle più importanti antologie di fantascienza, considerata dai critici allo stesso livello di Dangerous Visions e Mirrorshades, una raccolta che ha messo in luce le gravi contraddizioni dell’editoria mainstream e le potenzialità creative della più completa libertà di scrittura. Completano il volume le illustrazioni dei migliori artisti della scena alternativa americana. L’edizione italiana è a cura degli studiosi di lettere e scienze Fabio Gadducci e Mirko Tavosanis, già della “Isaac Asimov Science Fiction Magazine”.