Visualizzazione del risultato

Occhi di cemento

###
Una sera d’aprile. Una donna cammina sotto la pioggia per le strade d’Atlanta, una città già insonnolita e pronta a chiudersi in se stessa. Un boato, una vampa, e una casa esplode nell’aria come un orrendo fuoco d’artificio. La stessa casa dalla quale è uscita una ragazza in fuga. Aud Torvingen, ex agente investigativo della polizia, esperta in arti marziali, ora operatrice indipendente, ancor più che dall’esplosione è rimasta colpita dalla ragazza. La quale si rifarà viva per chiedere – proprio a lei – protezione da una pericolosa trama di falsi d’arte e riciclaggio di denaro sporco. Si chiama Julia Lyons-Bennet ed è un essere fragile e raffinato, del tutto indifeso di fronte ad avvenimenti tanto straordinari da terrorizzarla. E Aud, che al contrario si muove in situazioni estreme con determinazione quasi virile, dominandole, viene presa prima da tenerezza per la bella Julia e poi da qualcosa di più profondo che stempera il cemento dei suoi occhi implacabili, accendendone l’azzurro. Tra le due donne nasce una forte intesa che si trasformerà in amore, in complicità, in erotismo. Aud decide di portare Julia con se in un viaggio di lavoro in Norvegia, suo paese d’origine, dove pensa di poter meglio proteggere la sua incolumità. E invece, non sarà che l’inizio di un incubo. In questo thriller sofisticato e incalzante, Nicola Griffith ha saputo fondere atmosfere di gelida tensione con la seduzione sottile della scrittura e una visione inedita dell’anima femminile.