Visualizzazione di tutti i 3 risultati

La genesi della specie

Durante un esperimento di calcolo quantistico Ponter Boddit, uno scienziato Neandertal, supera accidentalmente le barriere che separano il suo mondo da quello della specie umana e si ritrova in un universo parallelo, che gli appare carico di contraddizioni e di ambiguità. Messo in isolamento, l’alieno diviene un oggetto di studio per un gruppo di ricercatori ed esperti, e un’attrazione irresistibile per i media e per i politici delle varie nazioni, che ne reclamano l’ideale proprietà. Nello stesso tempo, nella dimensione dei Neandertal, il compagno di Ponter, Adikor Huld, viene accusato del suo omicidio. Riuscirà a provare la propria innocenza, pur non potendo neppure immaginare quanto gli è accaduto?

I tredici scalini

Mix Cellini è un superstizioso del numero tredici. Abita in un palazzo fatiscente a Notting Hill, ed è ossessionato dall’appartamento al numero 10 di Rillington Place, dove il famoso John Christie ha commesso una serie di crimini efferati. Cellini subisce anche il fascino di una modella, sua vicina: una donna che mai gli concederebbe la sua attenzione. La padrona di casa di Miz è ugualmente schiva nei suoi confronti e passa il suo tempo nella biblioteca personale. Ma quando la realtà impone la propria esistenza nella vita dell’uomo, una violenza a lungo repressa esplode in tutta la sua forza.
**

L’uomo illustrato

L’uomo illustrato è in continuo movimento, e gli arcani disegni che ne ornano il corpo narrano storie inimmaginabili: vicende di amore e gioia, disperazione e morte, ambientate agli albori dell’umanità, nel suo radioso passato e nel suo futuro decadente e tormentato: diciotto storie in cui magia e verità si fondono in un caleidoscopico, meraviglioso arazzo intessuto dall’immaginazione senza pari di Ray Bradbury. Riccorendo a un’ingegnosa invenzione narrativa che apre e chiude il libro, Bradbury racconta del suo incontro con l’uomo illustrato, un vagabondo il cui corpo costellato di tatuaggi è un vero e proprio dipinto vivente. Le figure vi prendono vita come per magia, rivelando la propria storia allo sconcertato ascoltatore.
**