Visualizzazione di tutti i 2 risultati

La dodicesima vittima

Nancy Jo, la figlia diciannovenne del senatore Ed Norris viene ritrovata morta, con un calice d’oro in mano. Poco dopo, la scultrice forense Eve Duncan trova nel frigorifero di casa un calice simile, pieno di sangue. È l’avvertimento inviatole da Kevin Jelak, un serial killer convinto di potersi trasformare in un dio-vampiro ultimando un macabro rituale d’iniziazione. Sceglie donne belle, forti, intelligenti, perché crede che bevendone il sangue potrà appropriarsi delle loro qualità. Inoltre, da quando Eve Duncan ha ucciso il killer Henry Kistle – inconsapevole alleato di Jelak – l’uomo le ha giurato vendetta. Sarà lei la dodicesima vittima, quella che gli consentirà di diventare immortale. Nel frattempo, il contatto fra Joe Quinn, detective della polizia di Atlanta e compagno di Eve, e Megan Blair, l’amica sensitiva di Eve, ha risvegliato i poteri extrasensoriali latenti in lui. Joe è un uomo concreto e scettico, finché non si ritrova faccia a faccia col fantasma di Bonnie, la figlioletta di Eve scomparsa anni prima, e con quello di Nancy Jo. Inizia così un gioco mortale, nel quale saranno coinvolti tutti gli affetti più cari di Eve, tra scene avvincenti e poteri psichici fuori controllo.
**

Sutler

Nel cuore della notte John Ford riceve una chiamata dal suo capo: “Sta’ a sentire. C’è un problema e non si può risolvere. Devi sparire.” Ma John non è conosciuto con il suo nome, bensì con quello di Stephen Sutler. Lavora in Iraq come responsabile del progetto della HOSCO, una società inglese che ha appena ottenuto un appalto per vendere materiale per la ricostruzione. La missione di Sutler è spostare il denaro della HOSCO su nuovi conti correnti. Appena le transazioni sono finite, nella base avviene una fragorosa esplosione e Sutler riesce a scappare oltre la frontiera turca. Da questo momento continua a cambiare identità, anche perché è accusato di aver rubato cinquantatré milioni di dollari alla HOSCO… La sua storia si intreccia con quella di un omicidio avvenuto a Napoli, proprio com’era stato descritto nelle parole di un libro il cui autore è scomparso. E se quello che succede in questo libro fosse misteriosamente legato alla realtà? Chi è veramente Stephen Lawrence Sutler? E se fosse solo un nome per più persone, un’identità di copertura per una truffa gigantesca? Romanzo postmoderno, enigma labirintico, “Sutler” è il primo di quattro romanzi di un’opera monumentale, “The Kills”.
**