Visualizzazione di tutti i 15 risultati

Diabolik R n. 547: Prigione di cristallo

Franco Wilser e Liliana Bennet si amano alla follia e sono pronti a tutto l’uno per l’altra. Quando il caso li fa incappare in Eva e Diabolik, non esitano ad affrontarli in una sfida senza esclusione di colpi. Incredibilmente vincono! E quasi non ci credono neppure loro.

Terrore per Eva

Ray Adam è un evaso nevrotico e crudele. Quando Eva cade nelle sue mani, per Diabolik inizia il più angoscioso degli inseguimenti. Preferirebbe avere a che fare con 10 Ginko piuttosto che con questo folle che spara per un nonnulla e uccide per divertimento.

Diabolik R n. 646: Vampiri a Clerville

Quando si trova di fronte a cadaveri dissanguati e con due buchi sul collo, la fantasia popolare si scatena. E Ginko, scettico, indaga…ignaro che la sua pista, ancora una volta, lo porterà a incontrare Diabolik. Un Diabolik assetato di vendetta. E di sangue.

Diabolik R n. 638: Il seme del dubbio

C’è un rifugio nel quale a Diabolik non piace andare: è in una piccola baia vicino a Ghenf…  ma ecco che le circostanze precipitano. Eva e Diabolik sono costretti a fuggire. E i loro inseguitori fanno una terribile scoperta.

Diabolik R n. 627: Strategia di una vendetta

Si dice che l’inferno non abbia collera paragonabile a quella di una donna tradita. E quando Diabolik deve fare i conti con la delusione di un’amante innamorata, lo sperimenta sulla sua pelle.

Diabolik R n. 617: Un socio pericoloso

È un sempliciotto, Milo Arkin. Prima viene irretito nei loschi maneggi di Ugo Dover, poi è Diabolik a servirsi di lui. Tutti e due, però, dovranno infine constatare che Milo è molto meno ingenuo di quanto credessero.

Diabolik R n. 616: Mercanti di schiavi

Non c’è limite alla fantasia umana in fatto di malvagità. Neppure Diabolik sospettava che, cercando d’ingannare il conte Lamas, avrebbe scoperchiato un nido di esseri immondi e di inaudite atrocità.

Diabolik R n. 613: La luce del male

Un barbone miliardario, una banda di teppisti, la violenza dei bassifondi. Un cocktail al veleno anche per Eva e Diabolik, che si ritrovano invischiati nei peggiori effetti collaterali della cosiddetta civiltà moderna.

Diabolik R n. 610: Nella camera a gas

Condannato! Legato in attesa dei vapori mortali! Com’è potuto succedere? Tutta colpa di quel dannato pugnale di Theodokris che sembra emanare un misterioso maleficio. E non ha finito: altre vittime stanno per fare un’orribile fine.

Diabolik R n. 602: Una famiglia di iene

Che fortuna, per Giada! Suo padre le ha lasciato un patrimonio e il futuro le sorride. I parenti… be’, loro un po’ meno. E sui suoi gioielli incombe Diabolik… Oddìo, forse il suo futuro non è poi così roseo.

DIABOLIK n. 231: Condanna a morte

Aveva due sole passioni: la collezione di monete antiche e Alessandra, grande amore della sua vita. Quando perde entrambe, il mite Tussèn si trasforma in giudice furibondo e spietato. E la sua sentenza è senza appello.

Diabolik anno XXXVIII n. 11: Un indizio dall’oltretomba

Sunbay, una tranquilla cittadina sul mare: poi un cadavere ritrovato tra gli scogli, e l’ispettore Ginko si precipita sul posto. Ma ancora non sa che Diabolik ed Eva, non molto lontano, hanno preso di mira una fornita gioielleria.