Visualizzazione di tutti i 4 risultati

La Racchia

La bellezza può essere una condanna, per chi ce l’ha, ma soprattutto per chi ne è privo. Ma cosa rappresenta la bellezza? A cosa può portare la sete di bellezza?

DARK PASSION

Secondo capitolo dopo Red Passion
Cassandra, ormai preda della transizione che farà di lei un demone o un angelo, è sottoposta a una pressione tremenda. La sua parte malvagia preme per sopraffare quella buona, tanto che un giorno tenta di azzannare Marcus. In seguito a ciò, Michael e i suoi fratelli arcangeli decidono di sottoporla a una stretta sorveglianza, per la sua stessa sicurezza e per quella degli umani. Un episodio imprevisto, tuttavia, cambierà le carte in tavola. L’arrivo di Gabriel e Uriel convincerà la cacciatrice che gli arcangeli vogliono ucciderla per scongiurare la profezia che la vede protagonista e che la indica come il Distruttore. Cassie, in preda alla furia, fugge dalla fortezza celata tra i Carpazi, decisa a riprendere in mano le redini della propria vita, ma nulla va come previsto. Lilith, sua madre, riesce a trovarla e la costringe a seguirla nel suo covo. È in quel momento che per Cassandra comincerà la vera battaglia, perché non saranno le creature infernali che dovrà temere, ma l’oscurità che si cela dentro la sua anima…

Il Prezzo Dell’amore

Noah, giovane toy boy, sta attendendo che la sarta finisca di sistemare il vestito di Melissa, la donna con cui convive da ormai tre anni. Seduto su una poltroncina nell’esclusivo atelier di Madame Justine incrocia le iridi smeraldine di Chloe, una giovane cliente. L’attrazione tra i due è immediata e incontenibile ma la realtà si intromette subito tra di loro separandoli momentaneamente. Pochi giorni dopo, però, il destino li fa rincontrare e la passione li ghermisce senza dar loro via di scampo.
Potrà l’amore salvarli dalle loro battaglie personali?
Tra intrighi, colpi di scena e amore vivrete una storia che vi conquisterà e vi appassionerà fino all’ultima riga.
ESTRATTO:
Sollevò il viso e fissò gli occhi intensi di Noah per un breve istante, perdendosi. Il desiderio le infiammò le gote e le serrò lo stomaco in una morsa. Incollò le labbra alle sue, schiudendole, ingoiò il suo fiato caldo e gli afferrò il labbro inferiore tra i denti, succhiandolo. Con la lingua percorse il contorno della bocca di Noah, tracciando scie bollenti sulla sua pelle finché lui non prese il sopravvento e le afferrò il volto tra le mani, esplorandole la bocca e rubandole il respiro.
Addossata al legno, nascosta nella penombra dell’androne e stretta tra le braccia di Noah perse la nozione del tempo e dello spazio. La paura e l’ansia scivolarono via, lasciandola nuda e indifesa, ma mai come in quel momento si era sentita bene, finalmente viva. Sono a casa, sono al sicuro… «Sono anni che ti aspetto…» mormorò nell’attimo in cui lui la lasciò respirare.
Noah trattenne il fiato. Era la verità, glielo leggeva in viso, nello scintillio che ora le animava gli splendidi occhi smeraldini. Le accarezzò il volto, scendendo lungo la mascella, sfiorandole le labbra tumide e socchiuse.

Merry Christmas with Mr. Death

La Mela Avvelenata presenta la sua ultima antologia.
Il tema sarà pur Natalizio, ma aspettatevi di tutto e di più da questi due personaggi macabri e grotteschi, le cui avventure, nella notte più importante dell’anno, sapranno sorprendervi.
Di certo non sarà il cuore a scaldarsi, ma fino alla fine vi faranno divertire, sebbene le venature siano decisamente horror e paradossali.
Ironico, sprezzante e soprattutto letale.
10 autori per un unico esilarante racconto.
Mr. Death, ossia Morte in persona, decide di accettare una sfida.
Lucifero, con il quale non corre buon sangue, gli promette un regalo di Natale succulento, ossia dieci giorni alle Hawaii in un corpo umano, a patto che gli consegni dieci anime, uccise di suo pugno.
Mr. Death, che non sente più il sapore della vita dall’alba dei tempi, ossia da quando venne trasformato da misero mortale a Mietitore, non può certo rinunciare a questa opportunità. Affiancato dal suo servo Berny vestito da elfo, in sovrappeso perché costretto ad abbuffarsi anche per lui, indosserà il tipico abito rosso di Natale e falcerà vittime per vincere l’agognato regalo.
In fondo anche Morte si merita un po’ di ferie, non trovate?
Gli autori:
Primo cadavere – Alexia Bianchini
Secondo cadavere – Francesca Rossi
Terzo Cadavere – Letizia Loi
Quarto cadavere – Vincenza Lancione
Quinto cadavere – Fiorella Rigoni
Sesto cadavere – Anna Grieco
Settimo Cadavere – Lidia Ottelli
Ottavo cadavere – Angela D’Angelo
Nono cadavere – Marta Savarino
Decimo cadavere – Pellegrino Dormiente
*«Qua becchiamo il primo» disse bussando alla porta.
Non si sbagliava. Il tipo era conciato male. Era alticcio e non obiettò quando chiesero di entrare.
«Se non lo ammazziamo oggi, questo tizio non arriva alla Befana» commentò Berny.
Il malcapitato li guardò di sbieco, poi vomitò sulla giacca rossa di Morte. La rabbia assalì il Mietitore, che senza indugio sfilò l’ascia nascosta sotto il finto pancione e sgozzò la prima vittima.
«Cosa non si fa per un po’ di ferie, vero capo?» disse Berny.
«Pulisci la mia giacca e andiamocene» disse Mr. Death sfilandosela. Lo sguardo schifato più per il vomito che per il sangue schizzato ovunque.
«Merry Christmas!» disse Berny uscendo da quella casa.*