Visualizzazione di tutti i 12 risultati

L’ultima tentazione

Inghilterra, 1820 Dopo il suicidio di una delle sue numerose amanti, l’affascinante libertino Luc, la cui fama di seduttore imperversa in tutti i salotti londinesi, decide di ritirarsi in un villaggio sperduto della Cornovaglia e rinunciare al sesso per un anno. Ma quando incontra la bionda Bliss tener fede alla promessa è impossibile. Giovane, indomita e bella da mozzare il fiato, la ragazza lo rende schiavo del proprio desiderio. Più di quanto abbia mai fatto qualsiasi altra donna prima. Davanti a quel corpo sensuale, tutti i buoni propositi di Luc vacillano ritrascinandolo nell’antico gioco della seduzione di cui è maestro. Ma, per la prima volta, c’è anche dell’altro a spingerlo verso la ragazza. E infatti, quando lei si caccia nei guai con la legge a causa del giro di contrabbando di cui è responsabile, Luc si offre di sposarla per controllarla ed evitarle di compiere altri reati. E Bliss, che a sua volta è irrimediabilmente attratta da lui, accetta. Non sarà un matrimonio d’amore, certo. Su questo Luc è chiaro da subito… Ma notte dopo notte, gioco proibito dopo gioco proibito, il più incallito donnaiolo di Londra scoprirà che forse vale la pena di darsi a una donna sola.

Un cuore selvaggio

Diavolo di un bandito! L’aveva giocato proprio come un pivello, è pensare che sembrava ancora un ragazzino! Colt era furioso con se stesso: un texas ranger della sua esperienza, un tutore della legge, il più temuto cacciatore di taglie del West, non era stato in grado di sventare l’assalto alla diligenza su cui viaggiava. E, per di più, ad opera di uno sbarbatello mascherato e dal suo timido complice, certamente alla prima rapina.
Se però questo è stato un duro colpo per il suo orgoglio, sicuramente ha rappresentato un vantaggio all’atto pratico.
Infatti, grazie all’inesperienza dei due fuorilegge, Colt non ci ha messo molto a recuperare il proprio cavallo, lanciarsi all’inseguimento, raggiungere i malfattori e ferirne il loro capo, disarcionandolo.
L’umiliazione sarebbe quindi cancellata, se, scoprendo il volto del ferito, il ranger non realizzasse che in realtà il suo uomo è una donna. E che donna!
Chiome corvine, lineamenti perfetti, profondi occhi viola…ma, incantevole o no, un malvivente deve sempre pagare le sue colpe e finire dietro le sbarre, o almeno così la pensa Colt.
Quello che pensa la prigioniera, invece, è tutt’altra faccenda…
Una storia insolita e divertente, ambientata nel nel west americano di fine ottocento, che l’autrice gioca sui toni avvincenti dell’avventura romantica, sposando con maestria ironia e azione a seduzione e sentimento.

Voluttà e sentimento

Scozia, 1751. Al prode Damian viene affidato da re Giorgio un incarico delicato: evitare che la bella Elissa e Tavis Gordon si sposino. Il loro matrimonio infatti rappresenterebbe l´unione fra i due clan scozzesi più pericolosi del Paese e l´Inghilterra non può assolutamente permetterselo. Damian e i suoi uomini fanno irruzione al castello di Elissa proprio il giorno delle nozze, e subito fra la giovane sposa e il condottiero scatta un´attrazione irresistibile. Damian non resiste agli occhi verdi della ragazza, e il suo fisico voluttuoso è una continua tentazione. Per questo quando se la ritrova davanti nella sua stanza da letto non riesce più a controllarsi e la possiede. Dal canto suo, Elissa è combattuta fra il desiderio che la divora e l´odio per un uomo che rappresenta da sempre il nemico. Intanto al castello fa la sua comparsa l´altezzosa lady Kimbra, una donna disposta a tutto pur di avere Damian, compreso allearsi con il perfido Tavis e far condannare a morte Elissa…

Rapita

Certo lady Alexa non poteva immaginare che la sua vita sarebbe cambiata tanto nell’arco di una sola notte.
Ricca, giovane e bellissima, viveva felice nell’attesa delle imminenti nozze con un ottimo partito che le avrebbe garantito benessere, una bella famiglia e la tranquilla serenità di cui sembrava avere voglia.
E invece…
Rapita all’improvviso da Adam Foxworth, affidata alla custodia del famigerato pirata Fox, la giovane scopre di essere soltanto una pedina in un perverso gioco di vendette trasversali.
E, quel che è peggio, scopre anche di essere innamorata dei due uomini che l’hanno crudelmente sedotta e abbandonata.
Ma l’autocommiserazione non è proprio parte della sua natura.
Forte, coraggiosa e determinata, Alexa ha deciso: chi di vendetta ferisce, di vendetta perisce.
E così dalle ceneri della delicata ed elegante nobildonna ecco sorgere la terribile lady Vixen, il nuovo invincibile flagello dei mari…

Morgan e Lucia

Il più grande desiderio di Lucia Santiago sarebbe quello di prendere i voti nell’accogliente convento in cui è stata educata, ma è il 1587 e purtroppo si sa che in quest’epoca le fanciulle, soprattutto se di nobili natali, devono sottostare incondizionatamente alle volontà dei padri.
E questo padre in particolare vuole che la sua splendida figlia lasci la natia Spagna e si imbarchi alla volta di Cuba, per sposarne il governatore.
Mal glie ne incoglie, però.
La nave su cui viaggia Lucia viene infatti abbordata dai corsari e la ragazza si ritrova tremante al cospetto del terrore dei mari: Morgan Scott, ovvero il famigerato El Diablo.
Bello e spietato, intelligente e crudele, Morgan è un aristocratico inglese che un tragico evento ha trasformato in un feroce pirata mosso da un odio eterno e implacabile verso tutti gli spagnoli.
E, nel trovarsi di fronte l’atterrita giovane…

Lady Raven

Drake detesta le donne. Vanno bene per il sesso, certo, ma non ha più intenzione di fidarsi di loro.
Questo da quando a soli 17 anni, era stato costretto a lasciare il castello paterno per colpa di Raven, la ragazzina che aveva rovinato la sua fuga d’amore.
Ora, dodici anni dopo, Drake fa ritorno al castello. È diventato il misterioso Cavaliere Nero, combattente noto in tutto il Paese per il suo valore e le sue gesta. E per il modo in cui usa le donne.
Quando rivede Raven, sbocciata ormai in una bellezza voluttuosa, Drake si convince che non ci sia vendetta più dolce dell’approfittarsi di lei.
E lo fa la notte di nozze della ragazza, quando il marito, ubriaco dopo il banchetto, commette l’errore di trascurare i propri doveri coniugali.
Purtroppo Drake non sa in che gioco pericoloso sia cascato. Sì, perché la seducente Raven gli ha acceso dentro un fuoco che non accenna a placarsi.
La giovane dal canto suo, è costretta a fuggire dal marito proprio sotto la protezione del suo amante. E la vicinanza dell’uomo che le ha fatto scoprire l’estasi, che le infiamma i sensi ogni giorno di più, diventa presto irrinunciabile.
Ma il marito non ha intenzione di rinunciare a lei e trama nell’ombra…

Lacrime di Pioggia

Selvaggia come la prateria, libera come il vento, la splendida Lacrime di Pioggia si sente profondamente, completamente parte di un solo popolo, una sola tribù quella dei fieri Cheyenne.
I visi pallidi, a cui pure appartiene per nascita, non le suscitano altro che disprezzo ed estrema diffidenza, il suo spirito leale e orgoglioso aborrisce i loro comportamenti e l’atteggiamento che ostentano verso gli indiani.
Eppure, nel vedere il giovane ufficiale di cavalleria prostrato e sofferente al palo della tortura, la fanciulla non riesce a reprimere un profondo turbamento, una sconosciuta inquietudine che le si insidia nell’animo.
Senza saper neppure lei spiegarsi il perchè, dà fiato alla voce del suo cuore e chiede al capotribù, e suo padre adottivo, di risparmiare la vita all’aitante soldato, donandolo a lei come schiavo.
L’accorata richiesta di riscatto viene accettata, ma ciò che il prigioniero ancora non immagina è che lo aspetta una forma di tortura più subdola e sotterranea delle sevizie corporali, una prova di resistenza continua e sfibrante: il domare l’intenso e ardente desiderio che gli suscita la sprezzante e tirannica squaw bianca.
Sullo sfondo del legendario Far West, nel corso del violento e tragico scontro tra due mondi e due culture totalmente differenti, si dipana la storia di una passione devastante e combattuta, di due destini che si intrecciano tumultuosamente fino ad arrendersi all’unica forza che può travolgerli: l’amore.

La fiamma delle Highlands

Scozia, 1415
Quando Ross MacKenna si trova davanti una splendida fanciulla dai capelli fiammeggianti intenzionata a ucciderlo, sa che si tratta di Gillian MacKay, ma non che il padre di quella giovane donna, capo del clan nemico, ha deciso di offrirgliela in sposa per porre fine alla sanguinosa faida che da generazioni affligge la regione. Ross accetta pur non essendo affatto sicuro che si tratti della decisione più saggia. Perché ora dovrà guardarsi le spalle anche dalla vivace consorte, che non fa mistero del suo odio per lui e per tutto il clan dei MacKenna. La natura appassionata e il corpo voluttuoso di Gillian gli sembrano un motivo più che valido per correre il rischio, ma non può fare a meno di chiedersi se l’odio saprà davvero trasformarsi in amore, portando la pace nelle Highlands.

Il signore della notte

Lady Aleta non può credere a quanto le sta succedendo: splendida sui gradini dell’altare, in trepida attesa di sposare il gran signore promessole in sorte, vede piombare in chiesa uno straccione impudente che la reclama a gran voce per sè. E, ancor più incredibile, il re acconsente a dargli retta. L’intruso dichiara di essere infatti Jamie Mortimer, orfano di un conte ingiustamente impiccato per tradimento e primo promesso sposo di Aleta. In realtà è solo per dispetto che Jamie rivendica la mano di quell’insopportabile ragazza. Per quanto bella, non è certo la moglie ideale per un uomo temerario e misterioso, che cela sotto le spoglie del tranquillo signorotto di campagna l’identità del più famigerato contrabbandiere d’Inghilterra: il Signore della Notte. E quando un giorno qualcuno tradisce il segreto…

Il leone di Normandia

Lady Ariana odia i normanni.
Non solo le hanno sterminato l’intera famiglia dopo la terribile battaglia di Hastings del 1066, non solo l’hanno depredata delle sue terre in Northumbria, ma ora le impongono pure di rompere un fidanzamento felice per darla in sposa a uno dei loro migliori guerrieri!
E’ davvero troppo, e dall’alto dei suoi quattordici anni la sassone Ariana decide di avere ogni diritto di manifestare apertamente odio e disprezzo all’uomo che dovrà sposare.
Dal canto suo anche lo sposo è ben lungi dall’approvare quell’unione.
Forte, coraggioso, braccio destro di Guglielmo il Conquistatore, l’aitante Lyon potrebbe infatti avere qualsiasi donna desideri, e solo l’obbedienza al sovrano lo piega a un indesiderato matrimonio politico.
Tant’è che, appena celebrate le nozze il bel cavaliere torna ai propri affari, affidando a un monastero l’insopportabile giovinetta che è stato costretto a sposare.
Cinque anni più tardi, però, un nuovo ordine di Guglielmo riapre la situazione: quel matrimonio deve generare una discendenza.
Ma quando Lyon si ripresenta alle porte del convento per riprendere l’indisponente ragazzina, si ritrova invece davanti a una donna bellissima, intelligente, raffinata.. e ancora più indisponente.
Tra odio attrazione, vendetta e passione, la vicenda dei due va a intrecciarsi con quelle dei piccoli e grandi protagonisti della Storia, in un impetuoso crescerdo di avventura, intrigo e – sopratutto – ardente e invincibile amore

Il cavaliere bianco

Galles, 1258. Il Principe Edoardo d’Inghilterra ha ordinato al prode Lionheart di prendere il castello gallese di Cragdon, ma un giovane guerriero dalla cappa candida in sella a un bianco destriero si oppone ai suoi attacchi, guidando i difensori con coraggio e audacia. Quando però l’affascinante inglese riesce a fare irruzione nella fortezza, non trova traccia del Cavaliere Bianco, come ha battezzato l’odiato avversario. Ad attenderlo c’è invece Vanora, la fiera e bellissima signora del maniero. Presto tra i due comincia una nuova battaglia e Lionheart si ritrova a combattere contro una forza sconosciuta e ancor più potente: l’amore.

Bugie e tentazioni

Un affascinante libertino, una ragazza scozzese, un matrimonio obbligato con una svolta… imprevedibile.
Christy ha solo sette anni quando viene obbligata a sposare St. John Thornton – Sinjun per gli amici – un quattordicenne inglese. Per quindici anni, però, i due continuano la propria vita come se niente fosse fin quando Christy, ormai diventata una bellissima giovane, si trova costretta a consumare il matrimonio per evitare che un avido vicino la obblighi a chiedere l’annullamento e a sposare lui. Dovrà solo ritrovare St. John, sedurlo e tornare a casa incinta. Il tutto sotto falso nome, per non creare situazioni imbarazzanti a nessuno… Ma le basterà un ballo con l’affascinante libertino che è ora suo marito per capire cosa significa desiderare qualcuno. Quell’uomo sa dove baciarla, dove toccarla e come accenderle dentro un fuoco che solo lui può placare. Anche St. John è ammaliato dalla ragazza. Ignaro che sia sua moglie, si stupisce di avere ancora voglia di lei dopo ogni incontro, dopo ogni carezza, dopo ogni attimo di passione. E quando lei riparte senza salutarlo, ne è ferito e indignato. Poco dopo, alla notizia che la lontana consorte è incinta, Sinjun pensa di avere altri problemi e parte per la Scozia deciso ad annullare il matrimonio con un’adultera. Ma non sa ancora chi si ritroverà davanti…