1–16 di 5020 risultati

Vacanze reali

Dopo che il promesso sposo l’ha piantata in asso all’altare, la principessa Theodora Isabella Victoria di Drieden è sparita per concedersi quattro mesi di esilio. Ma adesso è di nuovo chiamata ai suoi doveri reali: conferenze stampa, apparizioni pubbliche e persino l’organizzazione di eventi. Del resto, è quello che tutti si aspettano da una principessa. Ma Thea non ne può più. Il suo retaggio è stato la causa di tutti i suoi guai. E così una notte sgattaiola fuori dal palazzo. Il ragazzo che incontra in un bar, un affascinante scozzese di nome Nick, le fa immaginare di poter vivere una vita normale. Ma Nick non è esattamente un principe azzurro… Le sue intenzioni, infatti, non sono nobili: è il fratello del fidanzato scomparso di Thea, è una spia inglese e, come se non bastasse, non si fa problemi a usare il ricatto come mezzo di persuasione. E così Thea si unisce a lui a malincuore, per scoprire che cosa è successo il giorno del suo matrimonio. Entrambi, però, ignorano quanto certi segreti possano essere pericolosi…
**Una principessa del XXI secolo
In fuga per riconquistare la propria felicità**
«Il “vissero per sempre felici e contenti” si rinnova in una storia appassionante e divertente. Da leggere.»
**Kirkus Reviews**
«Avvincente! Pieno di colpi di scena, questo romanzo vi farà tifare per il lieto fine.»
**Geneva Lee, autrice bestseller del New York Times**
**Lindsay Emory**
È un avvocato che ora si dedica a tempo pieno alla scrittura. Le sue storie d’amore sono piene di suspense, mistero e ironia. Gestisce un podcast di successo, Women with Books, in cui recensisce libri scritti da donne per un pubblico femminile. Vive nel nord del Texas. **
### Sinossi
Dopo che il promesso sposo l’ha piantata in asso all’altare, la principessa Theodora Isabella Victoria di Drieden è sparita per concedersi quattro mesi di esilio. Ma adesso è di nuovo chiamata ai suoi doveri reali: conferenze stampa, apparizioni pubbliche e persino l’organizzazione di eventi. Del resto, è quello che tutti si aspettano da una principessa. Ma Thea non ne può più. Il suo retaggio è stato la causa di tutti i suoi guai. E così una notte sgattaiola fuori dal palazzo. Il ragazzo che incontra in un bar, un affascinante scozzese di nome Nick, le fa immaginare di poter vivere una vita normale. Ma Nick non è esattamente un principe azzurro… Le sue intenzioni, infatti, non sono nobili: è il fratello del fidanzato scomparso di Thea, è una spia inglese e, come se non bastasse, non si fa problemi a usare il ricatto come mezzo di persuasione. E così Thea si unisce a lui a malincuore, per scoprire che cosa è successo il giorno del suo matrimonio. Entrambi, però, ignorano quanto certi segreti possano essere pericolosi…
**Una principessa del XXI secolo
In fuga per riconquistare la propria felicità**
«Il “vissero per sempre felici e contenti” si rinnova in una storia appassionante e divertente. Da leggere.»
**Kirkus Reviews**
«Avvincente! Pieno di colpi di scena, questo romanzo vi farà tifare per il lieto fine.»
**Geneva Lee, autrice bestseller del New York Times**
**Lindsay Emory**
È un avvocato che ora si dedica a tempo pieno alla scrittura. Le sue storie d’amore sono piene di suspense, mistero e ironia. Gestisce un podcast di successo, Women with Books, in cui recensisce libri scritti da donne per un pubblico femminile. Vive nel nord del Texas.

Regina Di Ossa

**Un romanzo dark e sensuale, un fantasy intrigante dalle suggestive atmosfere vittoriane.**
Lizzie Lavenza è la prima e unica studentessa a essere stata accettata alla prestigiosa Facoltà di Medicina di Ingold, nello Yorkshire. In più, è americana e in Inghilterra non ha legami né appoggi facoltosi. Perciò, all’inizio dell’anno accademico, capisce subito che farsi accettare da compagni e professori, che non perdono occasione per prendersi gioco di lei, sarà cosa ardua. Ma Lizzie è caparbia, e disposta a tutto pur di dimostrare quanto vale.
Ingold è un centro di eccellenza negli studi sulla biomeccanica, il cui obiettivo è riportare in vita con l’elettricità i cadaveri di giovani uomini per trasformarli in automi obbedienti e senza paura da spedire in guerra. Così, quando Lizzie s’imbatte in un biomeccanico difettoso, si offre di ripararlo per mettersi in luce.
Ma questo biomeccanico sembra aver conservato ricordi, sentimenti… e una coscienza. Lizzie scopre che si tratta di Victor Frankenstein, brillante studente di Ingold deceduto in circostanze misteriose, e ne è pericolosamente attratta. Decisa ad aiutarlo a scoprire cosa gli è accaduto, Lizzie si ritrova invischiata in una rete di segreti, intrighi e oscuri esperimenti che paiono implicare la regina Vittoria.

Reddito Di Cittadinanza

Tutti discutono di reddito di cittadinanza: un sussidio per i pigri che vengono pagati sul divano o una rete di sicurezza necessaria in una società in cui robot e globalizzazione minacciano milioni di posti di lavoro? Un’utopia di ingenui sognatori o un progetto realizzabile? Per rispondere bisogna raccontare la lunga storia del progetto di un reddito per tutti, quali sono stati i tentativi di applicarla, tutti i buchi del nostro welfare e le proposte in campo, dal Reddito di inclusione a quello promesso dal Movimento Cinque Stelle. Questo libro non è fare propaganda a favore o contro, bensì offrire a tutti numeri e argomenti perché questo dibattito, sempre più urgente, si sviluppi nel modo più informato possibile. Introduzione di Domenico De Masi.

Le cento migliori ricette di carne

Questo libro è dedicato alle carni di tipo rosso (manzo e maiale) e bianco (vitello). Il manzo, che delle carni è la più nutriente, e contiene la più alta percentuale di proteine, si presta bene per bolliti, stufati, arrosti, fettine; il vitello è l’ideale per spezzatini e costolette, mentre il maiale è adatto a tutte le cotture: arrosto, allo spiedo, brasati… In questo libro troverete cento ricette per preparare i piatti di carne nel modo più semplice e appetitoso.

La Traversata

Il **24 marzo 1941** , il **Capitaine-Paul-Lemerle** lasciava il porto di Marsiglia per affrontare la **traversata dell’Atlantico** con circa trecento passeggeri a bordo. «Non si trattava solo di una nave ma di un’arca»: ospitava un piccolo e variegato consesso di artisti, studiosi e rifugiati politici, tutti in fuga dagli orrori del secondo conflitto mondiale. Le ragioni della partenza erano diverse e diversa la meta finale: **André Breton** e **Claude Lévi-Strauss** volevano raggiungere New York; **Victor Serge** era riuscito a strappare per sé e il figlio un visto per il Messico, così come **Anna Seghers**. **Germaine Krull** , che con occhio di fotografa si aggirava tra i sartiami in cerca di uno scatto, sarebbe arrivata in Brasile, il pittore **Wilfredo Laim** a Cuba. Erano saliti aspettandosi lussi da transatlantico, ma si trovarono a condividere una bagnarola arrugginita che offriva modesti letti a castello e in alcuni casi anche il disprezzo del comandante. Fu una navigazione lunga e faticosa, il cibo scarseggiava, l’igiene era nullo, e all’interno di questo mondo chiuso venne a crearsi una comunità costretta a inventare momenti di pallida allegria e ad affrontare nuove prove a ogni scalo, come la quarantena nell’agognata Martinica. Nessuno sarebbe uscito indenne da quella crociera forzata, ma tutti avrebbero trovato il modo di ricordarla in una frase, in un diario, in un quadro, in una foto. Proprio da una foto parte **Adrien Bosc** per raccontare la vicenda di un gruppo di persone che per qualche mese hanno condiviso un destino. Mette insieme materiali d’archivio, li frammenta, li spariglia, usa quelle storie per riflettere sulla creazione letteraria, sulla finzione, sulla realtà, le dosa con talento e salpa per il suo lungo viaggio.

La rosa di Jericho: Un racconto della serie: Pirati tra cielo e mare

Solcare i cieli, sfidare le nuvole come le onde di un mare infinito. Non c’è nulla di meglio per lei. Nulla che possa valere quanto la libertà assoluta di guardare il mondo dalla sua aeronave.
Il capitano crede solo nel cielo e nelle sue pistole: nel volare abbastanza in alto da aggirare qualunque tempesta. Cosa farà quando scoprirà che la tempesta è proprio dentro di lei?
**
### Sinossi
Solcare i cieli, sfidare le nuvole come le onde di un mare infinito. Non c’è nulla di meglio per lei. Nulla che possa valere quanto la libertà assoluta di guardare il mondo dalla sua aeronave.
Il capitano crede solo nel cielo e nelle sue pistole: nel volare abbastanza in alto da aggirare qualunque tempesta. Cosa farà quando scoprirà che la tempesta è proprio dentro di lei?

La guerra di Margot

*Non riuscirete a dimenticare queste due ragazzine e la loro storia.*
**«Ancora una volta, Monica Hesse ci regala un romanzo potente e bellissimo. *La guerra di Margot* ci porta in un momento della guerra straordinario e poco conosciuto. Da leggere.» *RUTA SEPETYS* autrice di *AVEVANO SPENTO ANCHE LA LUNA** *
L’immagine, controsole, è di una ragazzina dai capelli biondi, seduta su un muretto, intenta a scrivere sul suo diario. È la prima volta che Haruko vede Margot: il muretto è quello del campo di internamento di Crystal City, Texas.
È il 1944 e a Crystal City ci sono famiglie giapponesi e tedesche, strappate al loro sogno americano per diventare prigioniere a casa propria, in nome della guerra che si sta combattendo molto lontano. Margot scrive tutto sul suo taccuino, anche quel primo incontro con Haruko.
Non sa che ben presto, tra lei, di famiglia tedesca, e quella ragazzina giapponese appena arrivata, nascerà un’amicizia segreta, profonda e viscerale. Sono l’una l’opposto dell’altra, ma c’è una cosa che hanno in comune: il campo. Quel luogo senza aria che le sta cambiando profondamente.
E quando Margot si troverà alle prese con un segreto che non può raccontare neanche ad Haruko, si vedrà costretta a compiere la scelta più difficile. E lo farà solo in nome dell’amicizia: perché il legame tra Margot e Haruko è più forte dell’orrore e dell’odio dei grandi.
Un romanzo che si legge con gli occhi umidi di commozione, che illumina un momento sconosciuto della Seconda guerra mondiale e al tempo stesso racconta di una straordinaria amicizia. Insegnandoci che la libertà ha lo stesso nome, in ogni lingua del mondo.
**«Superbo… un romanzo dolceamaro e struggente. Perfetto per i fan di *STORIA DI UNA LADRA DI LIBRI*.» *School Library Journal** ** *
### Sinossi
*Non riuscirete a dimenticare queste due ragazzine e la loro storia.*
**«Ancora una volta, Monica Hesse ci regala un romanzo potente e bellissimo. *La guerra di Margot* ci porta in un momento della guerra straordinario e poco conosciuto. Da leggere.» *RUTA SEPETYS* autrice di *AVEVANO SPENTO ANCHE LA LUNA** *
L’immagine, controsole, è di una ragazzina dai capelli biondi, seduta su un muretto, intenta a scrivere sul suo diario. È la prima volta che Haruko vede Margot: il muretto è quello del campo di internamento di Crystal City, Texas.
È il 1944 e a Crystal City ci sono famiglie giapponesi e tedesche, strappate al loro sogno americano per diventare prigioniere a casa propria, in nome della guerra che si sta combattendo molto lontano. Margot scrive tutto sul suo taccuino, anche quel primo incontro con Haruko.
Non sa che ben presto, tra lei, di famiglia tedesca, e quella ragazzina giapponese appena arrivata, nascerà un’amicizia segreta, profonda e viscerale. Sono l’una l’opposto dell’altra, ma c’è una cosa che hanno in comune: il campo. Quel luogo senza aria che le sta cambiando profondamente.
E quando Margot si troverà alle prese con un segreto che non può raccontare neanche ad Haruko, si vedrà costretta a compiere la scelta più difficile. E lo farà solo in nome dell’amicizia: perché il legame tra Margot e Haruko è più forte dell’orrore e dell’odio dei grandi.
Un romanzo che si legge con gli occhi umidi di commozione, che illumina un momento sconosciuto della Seconda guerra mondiale e al tempo stesso racconta di una straordinaria amicizia. Insegnandoci che la libertà ha lo stesso nome, in ogni lingua del mondo.
**«Superbo… un romanzo dolceamaro e struggente. Perfetto per i fan di *STORIA DI UNA LADRA DI LIBRI*.» *School Library Journal** *
### Dalla seconda/terza di copertina
È l’autrice de La ragazza con la bicicletta rossa, che ha vinto l’Edgar Award, è stato finalista all’Indies Choice Award ed è stato nominato tra i migliori libri dell’anno da Entertainment Weekly, Booklist e molti altri. Bestseller anche in Italia, è stato tradotto in quindici Paesi. Monica scrive anche per il Washington Post, occupandosi di quasi tutto – dai matrimoni reali alle campagne politich

La gatta

Tanizaki si addentra con maestria nella psicologia femminile, conducendone una finissima indagine accompagnata da ironia e acuto realismo, e ci restituisce al contempo un vero e proprio atto d’amore nei confronti del gatto, animale considerato dalla cultura giapponese al contempo creatura misteriosa e amuleto. La protagonista di questo racconto lungo, pubblicato nel 1936, è una gatta, la bellissima Lily, adorata dal suo padrone Shōzō. Lily si trova al centro di un intrigo familiare senza esclusione di colpi quando la ex moglie di Shōzō, Shinako, nel tentativo di riavvicinare il marito, chiede con ostinazione di riavere la gatta. La seconda moglie, Fukuko, che ha accettato la convivenza con la gatta per compiacere il marito, non nasconde la gelosia per la bestiola, perciò non si oppone alla richiesta di Shinako.

L’albero della vita. Lo scriba di Osiride

L’albero della vita è l’acacia del tempio di Abido, nata sulla tomba di Osiride. Poche cose, in Egitto, sono più preziose: quell’albero infatti custodisce il mistero della nascita e della morte, essenziale perché gli Dei continuino a guardare con benevolenza a tutto il popolo egizio. Ora però l’ albero si sta lentamente seccando, come se un male oscuro stesse prosciugando la sua linfa vitale. Il faraone Sesostri III sa che deve fare qualcosa: è in gioco il destino dell’intero Paese, che potrebbe addirittura scomparire in un gorgo di violenze e di sciagure. La vita del giovane Iker non è mai stata facile. Povero e orfano, mai avrebbe pensato di finire prigioniero su una nave ed essere offerto in sacrificio alle acque del Nilo per placare il furore degli dei e la tempesta che hanno scatenato. Miracolosamente sfuggito alla morte, Iker ha tuttavia la sensazione di essere stato manipolato da una forza occulta e potente. Chi può volere la sua morte, e perché? C’è solo una strada per scoprirlo: diventare scriba, così da entrare in contatto con coloro che guidano il Paese. Magari addirittura con il faraone…

Il sorriso di Jackrabbit: Un’indagine di Hap & Leonard

Nel giorno delle nozze con la sua amata Brett, mentre arrostisce hot dog per gli ospiti, Hap si vede piombare nel giardino di casa due pentecostali da manuale. Il ragazzo, tatuato, indossa un paio di jeans neri e una maglietta con lo slogan: «Bianco è giusto». La donna porta i capelli raccolti in una crocchia cosí alta da poterci nascondere dentro un frullatore. Sono la madre e il fratello della giovane Jackie Mulhaney, detta Jackrabbit, che da qualche mese sembra scomparsa nel nulla. Nessuno, tantomeno la polizia, vuole cercarla. Gli unici a raccogliere la sfida sono Hap e Leonard, senza immaginare che l’indagine arriverà a condurli nelle stanze segrete di una setta capace di adorare fantomatici uomini lucertola. E di infrangere senza rimorsi il quinto comandamento. Con il sarcasmo folgorante che ha conquistato generazioni di lettori, Lansdale firma una nuova parabola di ordinaria violenza americana. «Leggero e a tratti irresistibilmente comico, Lansdale porta il lettore dentro un mondo avvincente, reale e fantastico. Per arrivare a essere nient’altro che un grande scrittore».
**la Repubblica** **

Il cavaliere del grifone

Siena, A.D. 1298. La bellissima Elena Bonsignori è il sogno proibito di qualunque uomo. Lunghi capelli neri, occhi insondabili e il corpo sinuoso di una dea. Sarà lei a premiare il vincitore del torneo che suo fratello Filippo ha organizzato in Piazza del Campo.
I piani di Filippo però non si fermano qui. Pur di riconquistare la gloria che la sua famiglia ha perduto, è pronto a rendere schiavo un intero popolo.
Tra amori, battaglie, tradimenti e colpi di scena, c’è un solo ostacolo davanti ai sogni di potere di Filippo.
Si chiama Bino degli Abati del Malia.
Un romanzo storico che dà voce a eroi senza volto, raccontando una battaglia antica quanto il mondo: la lotta contro l’oppressione, la lotta per la libertà.
“UN GRANDE ROMANZO STORICO” – lifefactorymag.com
“Un romanzo storico strutturato con cura e ricercatezza senza affettazione, una trama avvincente” – librilamiavita.it
“Ci si immerge pienamente nell’atmosfera e nella psicologia dei personaggi” – upsidedownmagazine.it
“Un libro capace di emozionare” – librierecensioni.com
“Un romanzo che si legge con estremo interesse e con il fiato sospeso. L’epopea di un affascinante periodo della nostra storia” – storiedistoria.com **
### Sinossi
Siena, A.D. 1298. La bellissima Elena Bonsignori è il sogno proibito di qualunque uomo. Lunghi capelli neri, occhi insondabili e il corpo sinuoso di una dea. Sarà lei a premiare il vincitore del torneo che suo fratello Filippo ha organizzato in Piazza del Campo.
I piani di Filippo però non si fermano qui. Pur di riconquistare la gloria che la sua famiglia ha perduto, è pronto a rendere schiavo un intero popolo.
Tra amori, battaglie, tradimenti e colpi di scena, c’è un solo ostacolo davanti ai sogni di potere di Filippo.
Si chiama Bino degli Abati del Malia.
Un romanzo storico che dà voce a eroi senza volto, raccontando una battaglia antica quanto il mondo: la lotta contro l’oppressione, la lotta per la libertà.
“UN GRANDE ROMANZO STORICO” – lifefactorymag.com
“Un romanzo storico strutturato con cura e ricercatezza senza affettazione, una trama avvincente” – librilamiavita.it
“Ci si immerge pienamente nell’atmosfera e nella psicologia dei personaggi” – upsidedownmagazine.it
“Un libro capace di emozionare” – librierecensioni.com
“Un romanzo che si legge con estremo interesse e con il fiato sospeso. L’epopea di un affascinante periodo della nostra storia” – storiedistoria.com

Cerco Te

L’ispettore Nardi riceve una lettera misteriosa, firmata «Nessuno», che dà inizio a un gioco perverso: quattro donne verranno sequestrate in successione e rilasciate dopo sette giorni. Spetterà a Nardi, con l’aiuto dell’ispettore Gambuti, scoprire cosa lega tutte le vittime, per anticipare le mosse di Nessuno, capirne gli intenti e impedire che compia l’annunciato omicidio finale. **

Allenamento Ad Alta Intensità Intervallata Sulla Cyclette per Sedentari

Se pensi di dimagrire correndo, aspetta! C’è un Allenamento ad Alta Intensità con la cyclette con cui puoi bruciare grasso anche pedalando soltanto 4 minuti L’attività fisica è assolutamente importante nella vita di un essere umano. Soprattutto, nessuno dovrebbe mai smettere di praticarla, anche in età avanzata. Ma non preoccuparti. Non voglio convincerti ad iscriverti in palestra o uscire di casa e cominciare a correre come un matto senza meta. Prometto di mantenere la promessa di questo ebook dove ti spiegherò com’è possibile smettere di pedalare infiniti minuti (o ore) sulla cyclette che hai in casa (oppure in palestra) partendo da un minimo di 4 minuti al giorno fino ad un massimo di 15 minuti al giorno nell’arco di due mesi. Non è come dimagrire camminando ma con l’Allenamento Alta Intensità puoi bruciare grasso in casa al minor tempo Se non mi hai capito, mi spiego meglio. Inizierai con soli 4 minuti e gradualmente arriverai ad un quarto d’ora durante un programma lungo 2 mesi. Non dovrai fare né più, né meno di quanto ti dirò. Ora sono stato più chiaro? L’ebook che hai sotto gli occhi è stato realizzato esclusivamente per coloro che vogliono migliorare il proprio aspetto estetico nella maniera più proficua possibile nonostante il poco tempo a disposizione (o scarsa voglia). La filosofia di allenamento aerobico qui proposta è esattamente l’opposto di ciò che solitamente avrai sentito ripetere in palestra o letto sopra qualche rivista del settore. Non farti ingannare dall’autorevolezza che vari libri, siti o riviste hanno. In maniera diretta ti sto dicendo di allenarti poco ma bene! Dimagrire velocemente: Allenamento e sovrallenamento Il problema è una questione di intelligenza e di esperienza. Sulla base della mia esperienza e quella di coloro che si sono allenati con me, non voglio farti commettere i nostri stessi errori. Ben presto capirai che la differenza non risiede nella quantità delle ore trascorse sulla cyclette ma bensì sulla qualità delle pedalate. Ci vediamo dall’altra parte!

108 Metri

«E quando mi troverò nel fango, triste come un altoforno spento, con le dita attaccate agli inguini strizzati o senza fiato per una pallonata della vita nello stomaco, coi miei sogni sconvolti o crollati, nel vento e nella pioggia, saprò che mai camminerò da solo.» Prendete 1/3 de L’isola del tesoro di Robert Louis Stevenson, 1/3 di Riff-Raff di Ken Loach, 1/3 di vernacolo toscano. Mescolateli insieme, shakerate con grazia rude i giunti della sintassi. Otterrete un cocktail esplosivo che altera la vostra percezione. Un’epica stracciona scritta dai piani bassi della vita. Un vecchio cuoco tossico uscito da un libro d’avventure, uno stasatore di cessi innamorato della lirica e un anziano attore shakespeariano lobotomizzato, con un corredo di giovani assistenti dediti a piccoli crimini e decisi a sopravvivere in ogni modo a mille guai. Questa è la banda che condivide vita, avventure e lavoro con un italiano emigrato in Inghilterra. Altro che ‘cervelli in fuga’: qui si parla dei sotterranei, dalle pulizie dei bagni a Bristol a una mensa scolastica nel Dorset, fino a una pizzeria di turchi che si fingono napoletani. Sullo sfondo la Brexit e una classe operaia impoverita che cerca il proprio orgoglio. Tra risse, birre e calcio, personaggi di vecchi romanzi si rincarnano nelle cucine d’Oltremanica mentre il fantasma della Baronessa Thatcher perseguita il protagonista. Fino al ritorno in un’Italia dove le acciaierie di Piombino, quelle delle rotaie di 108 metri, rimangono come torri arrugginite a sfidare il cielo terso della Toscana.

Péchés Céruléens

C’est ce qui s’appelle tomber de haut. Autrefois, j’étais l’ennemie jurée des vampires, mon nom suffisait à faire trembler les monstres. Aujourd’hui, je suis la maîtresse de Jean-Claude, le vampire Maître de la Ville, et celle de Micah, le léopard-garou. Maintenant, je suis dévorée par les appétits vampiriques et la faim primitive des métamorphes ! Avouez que ma vie amoureuse est devenue un peu compliquée…
Mais pour l’heure, Jean-Claude a besoin de moi. La créatrice de sa lignée a envoyé à Saint Louis une de ses servantes les plus puissantes et les plus cruelles. Tout le monde est sur la défensive, mais je ne vais pas me laisser faire. Pour sauver ceux que j’aime, je suis prête à aller très loin…

Papillon D’Obsidienne

Depuis que mon métier d’exécutrice de vampires m’amène à me colleter avec des méchants de tout poil, Edward est un peu mon Batman : il débarque en ville, il me sauve la mise et il disparaît.
Le reste du temps, c’est un assassin si froid et si dangereux qu’on l’a surnommé « la Mort ». Mais j’ai une dette envers lui. Et quand il m’appelle en renfort afin de résoudre une mystérieuse affaire de meurtres en série, je n’ai pas d’autre choix que de sauter dans le premier avion pour le Nouveau-Mexique, où je ne tarde pas à découvrir que mon adversaire de la semaine est peut-être un dieu d’un panthéon oublié… rien que ça ! Mais le plus étonnant, c’est quand même d’apprendre qu’Edward est sur le point de se marier…