3505–3520 di 4246 risultati

Antiche terapie essene e lettura dell’aura

L’autrice condivide con noi molte tecniche terapeutiche non descritte nel primo libro “Le vesti di luce” e tanto meno in “L’altro volto di Gesù. Memorie di un esseno”, che ci fece conoscere Anne e Daniel Meurois-Givaudan. Sono tuttavia le stesse tecniche che venivano insegnate dagli esseni duemila anni fa, e che oggi rivivono in un libro completo, che ci inizia alla pratica della palpazione eterica, all’uso degli olii e della “voce lattea”, e a numerose altre forme terapeutiche proposte insieme agli esercizi pratici per imparare a servirsene.
**

L’autrice condivide con noi molte tecniche terapeutiche non descritte nel primo libro “Le vesti di luce” e tanto meno in “L’altro volto di Gesù. Memorie di un esseno”, che ci fece conoscere Anne e Daniel Meurois-Givaudan. Sono tuttavia le stesse tecniche che venivano insegnate dagli esseni duemila anni fa, e che oggi rivivono in un libro completo, che ci inizia alla pratica della palpazione eterica, all’uso degli olii e della “voce lattea”, e a numerose altre forme terapeutiche proposte insieme agli esercizi pratici per imparare a servirsene.
**

Only registered users can download this free product.

Un amore partigiano

Manca poco all’alba del 28 aprile 1945. Due giovani donne, Gianna e Clara, viaggiano nei dintorni del lago di Como su una 1100 nera con il serbatoio quasi a secco, sotto una pioggia battente. Un destino comune unisce la bionda partigiana ventiduenne che ha ancora sul corpo i segni delle torture dei nazifascisti e la bruna amante di Mussolini: per entrambe è stata pronunciata una sentenza di morte. Sullo sfondo delle drammatiche giornate che precedono la fine della guerra, il nuovo libro di Mirella Serri ripercorre le ultime ore di vita di Claretta Petacci e le traversie di due partigiani, Gianna e Neri, che dopo aver dato un fondamentale contributo alla cattura del Duce e della sua donna finirono giustiziati dai loro stessi compagni di lotta. Nel tirare le fila di un fosco mosaico fatto di passioni e di ingiustizia, l’autrice ricuce un vero e proprio strappo nel racconto della storia patria, i cui responsabili sono rimasti impuniti e che nel dopoguerra è riuscito persino a cancellare la memoria delle due vittime, Gianna e Neri. In una ricostruzione che rivede radicalmente alcuni diffusi stereotipi sulla Petacci, rivelandone l’antisemitismo, l’ambizione e la mancanza di scrupoli, si dipana il racconto di una storia d’amore che si svolge nell’arco di sei mesi, fra sospetti, omissioni, delazioni, tradimenti, torture. Riportando alla luce, a settant’anni dai fatti, una vicenda che rappresenta una ferita ancora aperta nella storia della Resistenza.
(source: Bol.com)

Manca poco all’alba del 28 aprile 1945. Due giovani donne, Gianna e Clara, viaggiano nei dintorni del lago di Como su una 1100 nera con il serbatoio quasi a secco, sotto una pioggia battente. Un destino comune unisce la bionda partigiana ventiduenne che ha ancora sul corpo i segni delle torture dei nazifascisti e la bruna amante di Mussolini: per entrambe è stata pronunciata una sentenza di morte. Sullo sfondo delle drammatiche giornate che precedono la fine della guerra, il nuovo libro di Mirella Serri ripercorre le ultime ore di vita di Claretta Petacci e le traversie di due partigiani, Gianna e Neri, che dopo aver dato un fondamentale contributo alla cattura del Duce e della sua donna finirono giustiziati dai loro stessi compagni di lotta. Nel tirare le fila di un fosco mosaico fatto di passioni e di ingiustizia, l’autrice ricuce un vero e proprio strappo nel racconto della storia patria, i cui responsabili sono rimasti impuniti e che nel dopoguerra è riuscito persino a cancellare la memoria delle due vittime, Gianna e Neri. In una ricostruzione che rivede radicalmente alcuni diffusi stereotipi sulla Petacci, rivelandone l’antisemitismo, l’ambizione e la mancanza di scrupoli, si dipana il racconto di una storia d’amore che si svolge nell’arco di sei mesi, fra sospetti, omissioni, delazioni, tradimenti, torture. Riportando alla luce, a settant’anni dai fatti, una vicenda che rappresenta una ferita ancora aperta nella storia della Resistenza.
(source: Bol.com)

Only registered users can download this free product.

Un amante in regalo

3 ROMANZI IN 1 – Cosa c’è di meglio come regalo di Natale di un sensuale amante per scaldare le fredde notti d’inverno?
CERCASI PLAYBOY SCOPO AMICIZIA di Heather MacAllister
Ancora single? Le sembra già di sentirli. Per Lexi il pranzo di Natale con i parenti si rivela sempre un incubo. Ma quest’anno lascerà tutti di stucco. Ha deciso di presentarsi con un moraccione da urlo, anzi da copertina. Il suo fidanzato in affitto infatti è un modello che lei ha visto su un giornale.
LA NOTTE DEI DESIDERI di Jamie Sobrato
Yasmine ha una natura ribelle, che tiene a bada con difficoltà e che spesso le ha causato guai seri. Ma quando il nuovo collega Alex, con un corpo da urlo e sexy come il peccato, comincia a girarle attorno lei decide che è venuto il momento di concedersi un bel regalo di Natale.
L’AMANTE DEL LETTO ACCANTO di Samantha Hunter
Rafe ha un problema d’insonnia. Certo, eccitarsi non agevola le cose, ma quando la tua sexy vicina passa da un sogno erotico all’altro con relativo monologo a luci rossi, diventa davvero impossibile dormire. Deve risolvere la situazione: la farà uscire dai sogni ed entrare nel suo caldo letto.
(source: Bol.com)

3 ROMANZI IN 1 – Cosa c’è di meglio come regalo di Natale di un sensuale amante per scaldare le fredde notti d’inverno?
CERCASI PLAYBOY SCOPO AMICIZIA di Heather MacAllister
Ancora single? Le sembra già di sentirli. Per Lexi il pranzo di Natale con i parenti si rivela sempre un incubo. Ma quest’anno lascerà tutti di stucco. Ha deciso di presentarsi con un moraccione da urlo, anzi da copertina. Il suo fidanzato in affitto infatti è un modello che lei ha visto su un giornale.
LA NOTTE DEI DESIDERI di Jamie Sobrato
Yasmine ha una natura ribelle, che tiene a bada con difficoltà e che spesso le ha causato guai seri. Ma quando il nuovo collega Alex, con un corpo da urlo e sexy come il peccato, comincia a girarle attorno lei decide che è venuto il momento di concedersi un bel regalo di Natale.
L’AMANTE DEL LETTO ACCANTO di Samantha Hunter
Rafe ha un problema d’insonnia. Certo, eccitarsi non agevola le cose, ma quando la tua sexy vicina passa da un sogno erotico all’altro con relativo monologo a luci rossi, diventa davvero impossibile dormire. Deve risolvere la situazione: la farà uscire dai sogni ed entrare nel suo caldo letto.
(source: Bol.com)

Only registered users can download this free product.

L’altra genesi

I testi sacri e i racconti del mito non rivelano solamente una preziosa testimonianza morale, né possono unicamente essere considerati un’affascinante creazione fantastica. Per Zecharia Sitchin sono soprattutto la memoria di un sorprendente sapere tecnologico: antiche conoscenze perdute, che hanno consentito a popoli da tempo scomparsi di descrivere accuratamente dettagli del nostro sistema solare, che noi solo ora stiamo scoprendo, grazie all’esplorazione dello Spazio. I racconti di Adamo ed Eva, del diluvio che sconvolse la terra, della pioggia di fuoco su Sodoma e Gomorra narrano in realtà tutta un’altra storia. E fanno di scienza e mito due facce della stessa medaglia.
**
### Sinossi
I testi sacri e i racconti del mito non rivelano solamente una preziosa testimonianza morale, né possono unicamente essere considerati un’affascinante creazione fantastica. Per Zecharia Sitchin sono soprattutto la memoria di un sorprendente sapere tecnologico: antiche conoscenze perdute, che hanno consentito a popoli da tempo scomparsi di descrivere accuratamente dettagli del nostro sistema solare, che noi solo ora stiamo scoprendo, grazie all’esplorazione dello Spazio. I racconti di Adamo ed Eva, del diluvio che sconvolse la terra, della pioggia di fuoco su Sodoma e Gomorra narrano in realtà tutta un’altra storia. E fanno di scienza e mito due facce della stessa medaglia.

I testi sacri e i racconti del mito non rivelano solamente una preziosa testimonianza morale, né possono unicamente essere considerati un’affascinante creazione fantastica. Per Zecharia Sitchin sono soprattutto la memoria di un sorprendente sapere tecnologico: antiche conoscenze perdute, che hanno consentito a popoli da tempo scomparsi di descrivere accuratamente dettagli del nostro sistema solare, che noi solo ora stiamo scoprendo, grazie all’esplorazione dello Spazio. I racconti di Adamo ed Eva, del diluvio che sconvolse la terra, della pioggia di fuoco su Sodoma e Gomorra narrano in realtà tutta un’altra storia. E fanno di scienza e mito due facce della stessa medaglia.
**
### Sinossi
I testi sacri e i racconti del mito non rivelano solamente una preziosa testimonianza morale, né possono unicamente essere considerati un’affascinante creazione fantastica. Per Zecharia Sitchin sono soprattutto la memoria di un sorprendente sapere tecnologico: antiche conoscenze perdute, che hanno consentito a popoli da tempo scomparsi di descrivere accuratamente dettagli del nostro sistema solare, che noi solo ora stiamo scoprendo, grazie all’esplorazione dello Spazio. I racconti di Adamo ed Eva, del diluvio che sconvolse la terra, della pioggia di fuoco su Sodoma e Gomorra narrano in realtà tutta un’altra storia. E fanno di scienza e mito due facce della stessa medaglia.

Only registered users can download this free product.

Alla fine andrà tutto bene: (e se non va bene… non è ancora la fine)

Carla, sei sempre pessimista, ti piace soffrire. È un meccanismo di difesa, per non restarci male se qualcosa va storto. Oddio, che teoria. È tremenda! Non siamo tutti ottimisti come te, che ripeti sempre che alla fine andrà tutto bene… È che alla fine andrà davvero tutto bene, Carla. E se non va bene… non è ancora la fine.

Carla, sei sempre pessimista, ti piace soffrire. È un meccanismo di difesa, per non restarci male se qualcosa va storto. Oddio, che teoria. È tremenda! Non siamo tutti ottimisti come te, che ripeti sempre che alla fine andrà tutto bene… È che alla fine andrà davvero tutto bene, Carla. E se non va bene… non è ancora la fine.

Only registered users can download this free product.

Al Di Là Del Fiume

Al di là del fiume by Elettra Groppo
Al di là scorre il fiume è un libro che analizza la società, i ruoli famigliari, la vita e la morte. Nulla è dato per scontato, ogni personaggio vede la vita dal suo punto di vista. La città in sottofondo è lacerata da un fiume che divide i ricchi dai poveri, ma non la felicità con l’infelicità. I soldi sono l’unica vera netta differenza. I pro e i contro si mischiano sulle sponde. Il confine tra i due mondi sembra essere netto, ma una volta passato il ponte le problematiche, per quanto diverse tra loro, portano a risultati simili. Non c’è spazio, non c’è tempo, la realtà però è quella attuale, i dubbi sono reali eppure, mentre si leggono le parole, ci si ritrova come in uno stato onirico. I quattro personaggi si incrociano, si perdono di vista, poi si ritrovano fino a quando si dissolvono nei ricordi di qualcun altro per poi rivivere attraverso un atto d’amore. Altri libri scritti dall’autrice: . Due non è il doppio di uno . Sogni inquinati

Al di là del fiume by Elettra Groppo
Al di là scorre il fiume è un libro che analizza la società, i ruoli famigliari, la vita e la morte. Nulla è dato per scontato, ogni personaggio vede la vita dal suo punto di vista. La città in sottofondo è lacerata da un fiume che divide i ricchi dai poveri, ma non la felicità con l’infelicità. I soldi sono l’unica vera netta differenza. I pro e i contro si mischiano sulle sponde. Il confine tra i due mondi sembra essere netto, ma una volta passato il ponte le problematiche, per quanto diverse tra loro, portano a risultati simili. Non c’è spazio, non c’è tempo, la realtà però è quella attuale, i dubbi sono reali eppure, mentre si leggono le parole, ci si ritrova come in uno stato onirico. I quattro personaggi si incrociano, si perdono di vista, poi si ritrovano fino a quando si dissolvono nei ricordi di qualcun altro per poi rivivere attraverso un atto d’amore. Altri libri scritti dall’autrice: . Due non è il doppio di uno . Sogni inquinati

Only registered users can download this free product.

Agguato ai Nibelunghi

Quando Galia, un’agente speciale israeliana impegnata in una pericolosa missione in Turchia, viene catturata dalle autorità locali, Alex Bartal, che dirige la divisione operativa del Mossad dal quartier generale di Glilot, decide di intervenire per salvare la vita della coraggiosa collega. Questa vicenda non solo scatena un’ulteriore crisi in Medio Oriente ma è anche l’inizio di una misteriosa catena di delitti: uno dopo l’altro, infatti, molti agenti israeliani “dormienti”, appartenenti al cosiddetto “Anello dei Nibelunghi”, vengono eliminati. Si tratta di uomini e donne che vivono e lavorano nelle principali città europee. Hanno una copertura perfetta, agiscono da soli e possono rimanere inattivi per anni ed entrare improvvisamente in azione. Non si conoscono tra loro e nessuno sa chi siano tranne chi li comanda, la cui identità è custodita gelosamente dal capo del Mossad. Convinto che tra i Nibelunghi si nasconda una talpa, Alex Bartal parte alla volta di Berlino per incontrare questo misterioso personaggio, ma l’uomo scompare subito dopo in circostanze oscure. Ha così inizio per Alex una corsa contro il tempo per anticipare le mosse del traditore che continua inesorabile a lasciarsi alle spalle una lunga scia di sangue. Agguato ai Nibelunghi è un thriller dall¿ottimo ritmo in cui l’attualità si mescola al passato dell’Olocausto, con uno stile incisivo e un protagonista che non nasconde le proprie debolezze, particolare che aggiunge alla narrazione incalzante, di stampo cinematografico, un elemento emotivo e romantico.
**
### Sinossi
Quando Galia, un’agente speciale israeliana impegnata in una pericolosa missione in Turchia, viene catturata dalle autorità locali, Alex Bartal, che dirige la divisione operativa del Mossad dal quartier generale di Glilot, decide di intervenire per salvare la vita della coraggiosa collega. Questa vicenda non solo scatena un’ulteriore crisi in Medio Oriente ma è anche l’inizio di una misteriosa catena di delitti: uno dopo l’altro, infatti, molti agenti israeliani “dormienti”, appartenenti al cosiddetto “Anello dei Nibelunghi”, vengono eliminati. Si tratta di uomini e donne che vivono e lavorano nelle principali città europee. Hanno una copertura perfetta, agiscono da soli e possono rimanere inattivi per anni ed entrare improvvisamente in azione. Non si conoscono tra loro e nessuno sa chi siano tranne chi li comanda, la cui identità è custodita gelosamente dal capo del Mossad. Convinto che tra i Nibelunghi si nasconda una talpa, Alex Bartal parte alla volta di Berlino per incontrare questo misterioso personaggio, ma l’uomo scompare subito dopo in circostanze oscure. Ha così inizio per Alex una corsa contro il tempo per anticipare le mosse del traditore che continua inesorabile a lasciarsi alle spalle una lunga scia di sangue. Agguato ai Nibelunghi è un thriller dall¿ottimo ritmo in cui l’attualità si mescola al passato dell’Olocausto, con uno stile incisivo e un protagonista che non nasconde le proprie debolezze, particolare che aggiunge alla narrazione incalzante, di stampo cinematografico, un elemento emotivo e romantico.

Quando Galia, un’agente speciale israeliana impegnata in una pericolosa missione in Turchia, viene catturata dalle autorità locali, Alex Bartal, che dirige la divisione operativa del Mossad dal quartier generale di Glilot, decide di intervenire per salvare la vita della coraggiosa collega. Questa vicenda non solo scatena un’ulteriore crisi in Medio Oriente ma è anche l’inizio di una misteriosa catena di delitti: uno dopo l’altro, infatti, molti agenti israeliani “dormienti”, appartenenti al cosiddetto “Anello dei Nibelunghi”, vengono eliminati. Si tratta di uomini e donne che vivono e lavorano nelle principali città europee. Hanno una copertura perfetta, agiscono da soli e possono rimanere inattivi per anni ed entrare improvvisamente in azione. Non si conoscono tra loro e nessuno sa chi siano tranne chi li comanda, la cui identità è custodita gelosamente dal capo del Mossad. Convinto che tra i Nibelunghi si nasconda una talpa, Alex Bartal parte alla volta di Berlino per incontrare questo misterioso personaggio, ma l’uomo scompare subito dopo in circostanze oscure. Ha così inizio per Alex una corsa contro il tempo per anticipare le mosse del traditore che continua inesorabile a lasciarsi alle spalle una lunga scia di sangue. Agguato ai Nibelunghi è un thriller dall¿ottimo ritmo in cui l’attualità si mescola al passato dell’Olocausto, con uno stile incisivo e un protagonista che non nasconde le proprie debolezze, particolare che aggiunge alla narrazione incalzante, di stampo cinematografico, un elemento emotivo e romantico.
**
### Sinossi
Quando Galia, un’agente speciale israeliana impegnata in una pericolosa missione in Turchia, viene catturata dalle autorità locali, Alex Bartal, che dirige la divisione operativa del Mossad dal quartier generale di Glilot, decide di intervenire per salvare la vita della coraggiosa collega. Questa vicenda non solo scatena un’ulteriore crisi in Medio Oriente ma è anche l’inizio di una misteriosa catena di delitti: uno dopo l’altro, infatti, molti agenti israeliani “dormienti”, appartenenti al cosiddetto “Anello dei Nibelunghi”, vengono eliminati. Si tratta di uomini e donne che vivono e lavorano nelle principali città europee. Hanno una copertura perfetta, agiscono da soli e possono rimanere inattivi per anni ed entrare improvvisamente in azione. Non si conoscono tra loro e nessuno sa chi siano tranne chi li comanda, la cui identità è custodita gelosamente dal capo del Mossad. Convinto che tra i Nibelunghi si nasconda una talpa, Alex Bartal parte alla volta di Berlino per incontrare questo misterioso personaggio, ma l’uomo scompare subito dopo in circostanze oscure. Ha così inizio per Alex una corsa contro il tempo per anticipare le mosse del traditore che continua inesorabile a lasciarsi alle spalle una lunga scia di sangue. Agguato ai Nibelunghi è un thriller dall¿ottimo ritmo in cui l’attualità si mescola al passato dell’Olocausto, con uno stile incisivo e un protagonista che non nasconde le proprie debolezze, particolare che aggiunge alla narrazione incalzante, di stampo cinematografico, un elemento emotivo e romantico.

Only registered users can download this free product.

Adesso basta. Lasciare il lavoro e cambiare vita. Filosofia e strategia di chi ce l’ha fatta

Ne abbiamo abbastanza. Lavorare per consumare non rende felici. Lo sappiamo tutti, ma come uscirne? Cambiare vita da soli sembra una scelta troppo faticosa. Addirittura impossibile. Invece no. Il downshifting (“scalare marcia, rallentare il ritmo”) è un fenomeno sociale che interessa milioni di persone nel mondo (complice anche la crisi). Ma non si tratta solo di ridurre il salario per avere più tempo libero. Simone Perotti propone qui un cambio di vita netto, verso se stessi, il mondo che ci circonda, le abitudini, gli obblighi, il consumo. La rivoluzione dobbiamo farla a partire da noi, riprendendoci la nostra vita per essere finalmente liberi. Come ha fatto l’autore, che racconta la sua esperienza entrando nel merito delle conseguenze economiche, psicologiche, esistenziali, logistiche. Dire no non basta per essere felici. L’insicurezza economica cui andiamo incontro è anche un’occasione per ripensarci.
**

Ne abbiamo abbastanza. Lavorare per consumare non rende felici. Lo sappiamo tutti, ma come uscirne? Cambiare vita da soli sembra una scelta troppo faticosa. Addirittura impossibile. Invece no. Il downshifting (“scalare marcia, rallentare il ritmo”) è un fenomeno sociale che interessa milioni di persone nel mondo (complice anche la crisi). Ma non si tratta solo di ridurre il salario per avere più tempo libero. Simone Perotti propone qui un cambio di vita netto, verso se stessi, il mondo che ci circonda, le abitudini, gli obblighi, il consumo. La rivoluzione dobbiamo farla a partire da noi, riprendendoci la nostra vita per essere finalmente liberi. Come ha fatto l’autore, che racconta la sua esperienza entrando nel merito delle conseguenze economiche, psicologiche, esistenziali, logistiche. Dire no non basta per essere felici. L’insicurezza economica cui andiamo incontro è anche un’occasione per ripensarci.
**

Only registered users can download this free product.

Address

La rete è minacciata da una nuova verità. Tredici elementi disobbediscono agli ordini del mainframe e diffondono attraverso i vari nodi del network l’eresia. Esiste qualcosa al di fuori del mondo conosciuto. Una entità sconosciuta che loro chiamano il Creatore. Ma i tredici elementi sono perseguitati dalle forze del controllo centrale e la morsa su di loro va stringendosi…
**
### Sinossi
La rete è minacciata da una nuova verità. Tredici elementi disobbediscono agli ordini del mainframe e diffondono attraverso i vari nodi del network l’eresia. Esiste qualcosa al di fuori del mondo conosciuto. Una entità sconosciuta che loro chiamano il Creatore. Ma i tredici elementi sono perseguitati dalle forze del controllo centrale e la morsa su di loro va stringendosi…

La rete è minacciata da una nuova verità. Tredici elementi disobbediscono agli ordini del mainframe e diffondono attraverso i vari nodi del network l’eresia. Esiste qualcosa al di fuori del mondo conosciuto. Una entità sconosciuta che loro chiamano il Creatore. Ma i tredici elementi sono perseguitati dalle forze del controllo centrale e la morsa su di loro va stringendosi…
**
### Sinossi
La rete è minacciata da una nuova verità. Tredici elementi disobbediscono agli ordini del mainframe e diffondono attraverso i vari nodi del network l’eresia. Esiste qualcosa al di fuori del mondo conosciuto. Una entità sconosciuta che loro chiamano il Creatore. Ma i tredici elementi sono perseguitati dalle forze del controllo centrale e la morsa su di loro va stringendosi…

Only registered users can download this free product.

A pesca nelle pozze più profonde. Meditazioni sull’arte di scrivere racconti

“A un certo punto del mio apprendistato mi misi in testa che, se volevo diventare un bravo scrittore di racconti, dovevo imparare a pescare”. Un’educazione letteraria e sentimentale. Paolo Cognetti, apprezzato scrittore italiano di racconti, si confronta con i grandi maestri di questo genere. Come si fa a scrivere un grande racconto? Cosa c’è dietro il lavoro quotidiano sulla pagina? Qual è il prezzo da pagare per riuscire a racchiudere il mondo in venti cartelle? Da Raymond Carver a Ernest Hemingway, da J.D. Salinger a Alice Munro, da John Cheever a Flannery O’Connor, Cognetti ci prende per mano trascinandoci nelle vite interiori e nelle botteghe di questi autori. A un certo punto ci sembrerà di sentire di cosa è fatto il lungo e duro tirocinio che può portare a capolavori come “I quarantanove racconti” di Hemingway o “Nemico, amico, amante…” della Munro. Non solo la tecnica, ma la disposizione d’animo, l’ostinazione, lo stare al mondo cercando di non esserne schiacciati. Il tutto per riuscire a “pescare”, dalle pozze più profonde, almeno una gemma piena di luce. Un libro sull’arte di raccontare storie…
**

“A un certo punto del mio apprendistato mi misi in testa che, se volevo diventare un bravo scrittore di racconti, dovevo imparare a pescare”. Un’educazione letteraria e sentimentale. Paolo Cognetti, apprezzato scrittore italiano di racconti, si confronta con i grandi maestri di questo genere. Come si fa a scrivere un grande racconto? Cosa c’è dietro il lavoro quotidiano sulla pagina? Qual è il prezzo da pagare per riuscire a racchiudere il mondo in venti cartelle? Da Raymond Carver a Ernest Hemingway, da J.D. Salinger a Alice Munro, da John Cheever a Flannery O’Connor, Cognetti ci prende per mano trascinandoci nelle vite interiori e nelle botteghe di questi autori. A un certo punto ci sembrerà di sentire di cosa è fatto il lungo e duro tirocinio che può portare a capolavori come “I quarantanove racconti” di Hemingway o “Nemico, amico, amante…” della Munro. Non solo la tecnica, ma la disposizione d’animo, l’ostinazione, lo stare al mondo cercando di non esserne schiacciati. Il tutto per riuscire a “pescare”, dalle pozze più profonde, almeno una gemma piena di luce. Un libro sull’arte di raccontare storie…
**

Only registered users can download this free product.

12 anni schiavo

Da questa storia vera il film di Steve McQueen vincitore di 3 premi Oscar, del Golden Globe © e premiato al festival di Toronto La straordinaria storia vera di Solomon Northup Da questo libro il film pluripremiato di Steve McQueen Solomon Northup, un uomo nato libero, fu rapito a Washington nel 1841, e fatto schiavo per dodici, interminabili anni. In queste memorie, pubblicate per la prima volta nel 1853, troviamo tutta la sua storia: mentre si trovava a Washington con due sconosciuti che gli avevano proposto un ingaggio come violinista, venne assalito nel cuore della notte, drogato, legato e trascinato al mercato degli schiavi. Lì fu subito minacciato: se avesse rivelato di essere nato libero, sarebbe stato ucciso. Iniziarono così dodici anni di schiavitù, di violenze, brutalità e sofferenze senza fine. Solomon capì che gli schiavi valevano meno del bestiame: potevano essere picchiati, costretti a lavori massacranti, potevano morire nella completa indifferenza. Lui stesso venne assalito con un’ascia, minacciato di morte, fu costretto a uccidere per salvarsi. Poté vivere sulla sua pelle una delle pagine più nere della storia d’America, la piaga nascosta dietro la splendente vetrina del Paese che cresceva e abbatteva ogni confine. Poi, al culmine della disperazione, Northup incontrò un bianco completamente diverso dagli altri. A lui Solomon affidò una lettera indirizzata a sua moglie e da quel momento tutto cambiò. Da questa storia vera il film di Steve McQueen premiato al festival di Toronto, vincitore di tre premi Oscar e del Golden Globe «Messo a confronto con 12 anni schiavo, Via col Vento sembra insignificante.» Variety «Potente.» The New York Times «Magistrale, strepitoso, rimarrà nella leggenda.» The Huffington Post «Commovente.» The Telegraph «Magnifico.» Entertainment Weekly «Sbalorditivo.» Wall Street Journal «Duro, viscerale, incalzante, necessario.» The Guardian Solomon NorthupAfroamericano, nacque libero all’inizio dell’Ottocento a Saratoga Springs, nello Stato di New York. Venne rapito nella città di Washington e venduto come schiavo. Cambiò diversi padroni e lavorò nelle piantagioni in Louisiana per 12 anni prima della sua liberazione. Il racconto autobiografico di quella drammatica esperienza è convogliato nel libro 12 anni schiavo, pubblicato nel 1853, diventato uno dei capisaldi della letteratura americana.

Da questa storia vera il film di Steve McQueen vincitore di 3 premi Oscar, del Golden Globe © e premiato al festival di Toronto La straordinaria storia vera di Solomon Northup Da questo libro il film pluripremiato di Steve McQueen Solomon Northup, un uomo nato libero, fu rapito a Washington nel 1841, e fatto schiavo per dodici, interminabili anni. In queste memorie, pubblicate per la prima volta nel 1853, troviamo tutta la sua storia: mentre si trovava a Washington con due sconosciuti che gli avevano proposto un ingaggio come violinista, venne assalito nel cuore della notte, drogato, legato e trascinato al mercato degli schiavi. Lì fu subito minacciato: se avesse rivelato di essere nato libero, sarebbe stato ucciso. Iniziarono così dodici anni di schiavitù, di violenze, brutalità e sofferenze senza fine. Solomon capì che gli schiavi valevano meno del bestiame: potevano essere picchiati, costretti a lavori massacranti, potevano morire nella completa indifferenza. Lui stesso venne assalito con un’ascia, minacciato di morte, fu costretto a uccidere per salvarsi. Poté vivere sulla sua pelle una delle pagine più nere della storia d’America, la piaga nascosta dietro la splendente vetrina del Paese che cresceva e abbatteva ogni confine. Poi, al culmine della disperazione, Northup incontrò un bianco completamente diverso dagli altri. A lui Solomon affidò una lettera indirizzata a sua moglie e da quel momento tutto cambiò. Da questa storia vera il film di Steve McQueen premiato al festival di Toronto, vincitore di tre premi Oscar e del Golden Globe «Messo a confronto con 12 anni schiavo, Via col Vento sembra insignificante.» Variety «Potente.» The New York Times «Magistrale, strepitoso, rimarrà nella leggenda.» The Huffington Post «Commovente.» The Telegraph «Magnifico.» Entertainment Weekly «Sbalorditivo.» Wall Street Journal «Duro, viscerale, incalzante, necessario.» The Guardian Solomon NorthupAfroamericano, nacque libero all’inizio dell’Ottocento a Saratoga Springs, nello Stato di New York. Venne rapito nella città di Washington e venduto come schiavo. Cambiò diversi padroni e lavorò nelle piantagioni in Louisiana per 12 anni prima della sua liberazione. Il racconto autobiografico di quella drammatica esperienza è convogliato nel libro 12 anni schiavo, pubblicato nel 1853, diventato uno dei capisaldi della letteratura americana.

Only registered users can download this free product.

I vostri padri, dove sono? E i profeti, vivono forse per sempre?

I vostri padri, dove sono? E i profeti, vivono forse per sempre? by Dave Eggers
Se tutte le generazioni sono una generazione perduta, tutti i loro protagonisti si sono di volta in volta chiesti: come siamo arrivati fin qui?
Ora se lo chiede Thomas, un trentenne che ha appena rapito un astronauta della NASA, l’ha chiuso in una base militare abbandonata sulla costa della California, e si prepara a interrogarlo. Ha delle domande precise e urgenti: che fine hanno fatto i grandiosi ideali di conquista dello spazio che avevano fatto sognare milioni di cittadini? Cosa è successo alle ambizioni della loro brillantissima generazione? Sono forse fallite?
La risposta porta altre domande.
Così Thomas prende un nuovo ostaggio: un politico del Congresso destinato anche lui al folle interrogatorio. Perché la nazione è arrivata a questo punto catastrofico? La risposta porta altre domande. Thomas si vede costretto a rapire una persona dopo l’altra, tutte legate a lui da un filo sottile ma decisivo: un insegnante pedofilo, un poliziotto implicato nella morte di un ragazzo di origine vietnamita, fino ad arrivare a sua madre.
Con un gioco di equilibrio tra fatti reali e la loro percezione deformata dalla psiche allucinatoria di Thomas, tra le minime frustrazioni individuali e le grandi speranze nazionali disattese, il Ventunesimo secolo è messo a nudo con le sue atrocità e le finte illusioni. Mentre riprende la forma classica del dialogo filosofico, in bilico tra indagine morale e virtuosismo narrativo, tra situazioni provocatoriamente divertenti e spirale tragica, Dave Eggers pone al fondo un’unica incalzante domanda, la domanda di un’intera generazione: ora che il sogno americano è finito, cosa ci rimane?

I vostri padri, dove sono? E i profeti, vivono forse per sempre? by Dave Eggers
Se tutte le generazioni sono una generazione perduta, tutti i loro protagonisti si sono di volta in volta chiesti: come siamo arrivati fin qui?
Ora se lo chiede Thomas, un trentenne che ha appena rapito un astronauta della NASA, l’ha chiuso in una base militare abbandonata sulla costa della California, e si prepara a interrogarlo. Ha delle domande precise e urgenti: che fine hanno fatto i grandiosi ideali di conquista dello spazio che avevano fatto sognare milioni di cittadini? Cosa è successo alle ambizioni della loro brillantissima generazione? Sono forse fallite?
La risposta porta altre domande.
Così Thomas prende un nuovo ostaggio: un politico del Congresso destinato anche lui al folle interrogatorio. Perché la nazione è arrivata a questo punto catastrofico? La risposta porta altre domande. Thomas si vede costretto a rapire una persona dopo l’altra, tutte legate a lui da un filo sottile ma decisivo: un insegnante pedofilo, un poliziotto implicato nella morte di un ragazzo di origine vietnamita, fino ad arrivare a sua madre.
Con un gioco di equilibrio tra fatti reali e la loro percezione deformata dalla psiche allucinatoria di Thomas, tra le minime frustrazioni individuali e le grandi speranze nazionali disattese, il Ventunesimo secolo è messo a nudo con le sue atrocità e le finte illusioni. Mentre riprende la forma classica del dialogo filosofico, in bilico tra indagine morale e virtuosismo narrativo, tra situazioni provocatoriamente divertenti e spirale tragica, Dave Eggers pone al fondo un’unica incalzante domanda, la domanda di un’intera generazione: ora che il sogno americano è finito, cosa ci rimane?

Only registered users can download this free product.

Le vite di Monsù Desiderio

Il mistero circonda François de Nomé, detto Monsù Desiderio, uno straordinario pittore del Seicento. Ben poco si sa di lui: nato a Metz, in Lorena, visse in Italia, tra Roma e Napoli.Dipinse architetture fantastiche squassate da silenziosi cataclismi, abitate da statue spettrali che sembrano muoversi come figure viventi.Scenari da incubo, sogni pietrificati, il gran teatro della morte e della notte. Su questi quadri densi di ambigue valenze Fausta Garavini costruisce il romanzo di Monsù Desiderio, disegnandone una possibile biografia. La difficile infanzia lorenese, poi l’adolescenza a Roma, dove impara la pittura, incrocia gli artisti del momento e partecipa alla variopinta e tumultuosa vita della città: conosce la corruzione della corte papale, il sesso, i bassifondi, le feste, i soprusi contro gli ebrei, le prediche infuocate dei frati contro le forze demoniache, ma orecchia anche i segreti che filtrano dai circoli ermetici in cui si riuniscono i seguaci di Bruno e Campanella. In questo clima eterogeneo e straniante s’insinua in lui la fascinazione per le antiche rovine, simbolo di una sofferta inclinazione a registrare i crolli interiori, il senso della vanità del tutto. Ventenne, si sposta a Napoli e altre esperienze lo segnano: l’amore per Isabella, l’incontro con lo scienziato, astrologo e “mago” Giambattista Della Porta, la miseria del popolo, le crudeltà del governo spagnolo.Ed ecco che i suoi quadri si caricano di celata rivolta, e l’elemento magico diventa forza visionaria, deformazione della realtà, capacità di dipingere non quello che si vede, ma quello che si intravede: il futuro di distruzione verso cui ogni cosa corre inesorabilmente. Non riuscirà a trovar pace il suo spirito inquieto. Il nuovo libro di Fausta Garavini racconta un secolo controverso, traboccante di violenza e di bellezza, percorso dai tormenti della fede e dai fermenti della nuova scienza. Umori e colori che ci vengono restituiti da una scrittura elegante, coinvolgente come il ricamo di uno splendido arazzo.

(source: Bol.com)

Il mistero circonda François de Nomé, detto Monsù Desiderio, uno straordinario pittore del Seicento. Ben poco si sa di lui: nato a Metz, in Lorena, visse in Italia, tra Roma e Napoli.Dipinse architetture fantastiche squassate da silenziosi cataclismi, abitate da statue spettrali che sembrano muoversi come figure viventi.Scenari da incubo, sogni pietrificati, il gran teatro della morte e della notte. Su questi quadri densi di ambigue valenze Fausta Garavini costruisce il romanzo di Monsù Desiderio, disegnandone una possibile biografia. La difficile infanzia lorenese, poi l’adolescenza a Roma, dove impara la pittura, incrocia gli artisti del momento e partecipa alla variopinta e tumultuosa vita della città: conosce la corruzione della corte papale, il sesso, i bassifondi, le feste, i soprusi contro gli ebrei, le prediche infuocate dei frati contro le forze demoniache, ma orecchia anche i segreti che filtrano dai circoli ermetici in cui si riuniscono i seguaci di Bruno e Campanella. In questo clima eterogeneo e straniante s’insinua in lui la fascinazione per le antiche rovine, simbolo di una sofferta inclinazione a registrare i crolli interiori, il senso della vanità del tutto. Ventenne, si sposta a Napoli e altre esperienze lo segnano: l’amore per Isabella, l’incontro con lo scienziato, astrologo e “mago” Giambattista Della Porta, la miseria del popolo, le crudeltà del governo spagnolo.Ed ecco che i suoi quadri si caricano di celata rivolta, e l’elemento magico diventa forza visionaria, deformazione della realtà, capacità di dipingere non quello che si vede, ma quello che si intravede: il futuro di distruzione verso cui ogni cosa corre inesorabilmente. Non riuscirà a trovar pace il suo spirito inquieto. Il nuovo libro di Fausta Garavini racconta un secolo controverso, traboccante di violenza e di bellezza, percorso dai tormenti della fede e dai fermenti della nuova scienza. Umori e colori che ci vengono restituiti da una scrittura elegante, coinvolgente come il ricamo di uno splendido arazzo.

(source: Bol.com)

Only registered users can download this free product.

Le vite degli altri

Per la prima volta in un libro, i testi tratti dalle puntate più coinvolgenti de “Le vite degli altri”, la rubrica condotta da Flavio Caroli all’interno del programma “Che tempo che fa”. Si tratta di lezioni in cui sono messi a confronto, a coppie, i più grandi artisti del XX secolo per scoprirne similitudini e differenze Quando compare a “Che tempo che fa”, da Fabio Fazio, a parlare di arte, Flavio Caroli fa impennare lo share: 10 minuti in cui incolla anche i professionisti dello zapping annoiato che si fermano a sentire parlare di Raffaello o di Michelangelo Caroli esamina, ad esempio, il rapporto tra Van Gogh a Gauguin “due grandi e tormentati artisti, due giganti che hanno buttato la loro vita nel piatto dell’arte e lì l’hanno lasciata”. Attraverso i loro autoritratti, le loro fotografie, le opere più importanti ripercorre la loro vita, il loro rapporto fino al litigio: l’inizio della follia di Van Gogh, la fase euforica la depressione e il suo suicidio e gli ultimi anni di Gauguin. “Nell’animo occidentale chiunque abbia scelto di andare lontano guardando ad altre culture, religioni, civiltà e possibilità è figlio di Gauguin, mentre chi ha affrontato fino in fondo i drammi, i misteri, le contraddizioni, le sofferenze e la tragedia della vita è figlio di Van Gogh”. Caroli scava nelle vite degli artisti attraverso le loro opere, “perché in ogni singola realizzazione è certamente implicita la loro esistenza che precede l’opera stessa.”
**
### Sinossi
Per la prima volta in un libro, i testi tratti dalle puntate più coinvolgenti de “Le vite degli altri”, la rubrica condotta da Flavio Caroli all’interno del programma “Che tempo che fa”. Si tratta di lezioni in cui sono messi a confronto, a coppie, i più grandi artisti del XX secolo per scoprirne similitudini e differenze Quando compare a “Che tempo che fa”, da Fabio Fazio, a parlare di arte, Flavio Caroli fa impennare lo share: 10 minuti in cui incolla anche i professionisti dello zapping annoiato che si fermano a sentire parlare di Raffaello o di Michelangelo Caroli esamina, ad esempio, il rapporto tra Van Gogh a Gauguin “due grandi e tormentati artisti, due giganti che hanno buttato la loro vita nel piatto dell’arte e lì l’hanno lasciata”. Attraverso i loro autoritratti, le loro fotografie, le opere più importanti ripercorre la loro vita, il loro rapporto fino al litigio: l’inizio della follia di Van Gogh, la fase euforica la depressione e il suo suicidio e gli ultimi anni di Gauguin. “Nell’animo occidentale chiunque abbia scelto di andare lontano guardando ad altre culture, religioni, civiltà e possibilità è figlio di Gauguin, mentre chi ha affrontato fino in fondo i drammi, i misteri, le contraddizioni, le sofferenze e la tragedia della vita è figlio di Van Gogh”. Caroli scava nelle vite degli artisti attraverso le loro opere, “perché in ogni singola realizzazione è certamente implicita la loro esistenza che precede l’opera stessa.”

Per la prima volta in un libro, i testi tratti dalle puntate più coinvolgenti de “Le vite degli altri”, la rubrica condotta da Flavio Caroli all’interno del programma “Che tempo che fa”. Si tratta di lezioni in cui sono messi a confronto, a coppie, i più grandi artisti del XX secolo per scoprirne similitudini e differenze Quando compare a “Che tempo che fa”, da Fabio Fazio, a parlare di arte, Flavio Caroli fa impennare lo share: 10 minuti in cui incolla anche i professionisti dello zapping annoiato che si fermano a sentire parlare di Raffaello o di Michelangelo Caroli esamina, ad esempio, il rapporto tra Van Gogh a Gauguin “due grandi e tormentati artisti, due giganti che hanno buttato la loro vita nel piatto dell’arte e lì l’hanno lasciata”. Attraverso i loro autoritratti, le loro fotografie, le opere più importanti ripercorre la loro vita, il loro rapporto fino al litigio: l’inizio della follia di Van Gogh, la fase euforica la depressione e il suo suicidio e gli ultimi anni di Gauguin. “Nell’animo occidentale chiunque abbia scelto di andare lontano guardando ad altre culture, religioni, civiltà e possibilità è figlio di Gauguin, mentre chi ha affrontato fino in fondo i drammi, i misteri, le contraddizioni, le sofferenze e la tragedia della vita è figlio di Van Gogh”. Caroli scava nelle vite degli artisti attraverso le loro opere, “perché in ogni singola realizzazione è certamente implicita la loro esistenza che precede l’opera stessa.”
**
### Sinossi
Per la prima volta in un libro, i testi tratti dalle puntate più coinvolgenti de “Le vite degli altri”, la rubrica condotta da Flavio Caroli all’interno del programma “Che tempo che fa”. Si tratta di lezioni in cui sono messi a confronto, a coppie, i più grandi artisti del XX secolo per scoprirne similitudini e differenze Quando compare a “Che tempo che fa”, da Fabio Fazio, a parlare di arte, Flavio Caroli fa impennare lo share: 10 minuti in cui incolla anche i professionisti dello zapping annoiato che si fermano a sentire parlare di Raffaello o di Michelangelo Caroli esamina, ad esempio, il rapporto tra Van Gogh a Gauguin “due grandi e tormentati artisti, due giganti che hanno buttato la loro vita nel piatto dell’arte e lì l’hanno lasciata”. Attraverso i loro autoritratti, le loro fotografie, le opere più importanti ripercorre la loro vita, il loro rapporto fino al litigio: l’inizio della follia di Van Gogh, la fase euforica la depressione e il suo suicidio e gli ultimi anni di Gauguin. “Nell’animo occidentale chiunque abbia scelto di andare lontano guardando ad altre culture, religioni, civiltà e possibilità è figlio di Gauguin, mentre chi ha affrontato fino in fondo i drammi, i misteri, le contraddizioni, le sofferenze e la tragedia della vita è figlio di Van Gogh”. Caroli scava nelle vite degli artisti attraverso le loro opere, “perché in ogni singola realizzazione è certamente implicita la loro esistenza che precede l’opera stessa.”

Only registered users can download this free product.

La vita è un viaggio

La vita è un viaggio, e gli italiani viaggiano soli. Com’è difficile trovare chi ci guidi, chi ci accompagni, chi ci incoraggi. Siamo una nazione al valico: dobbiamo decidere se dirigerci verso la normalità europea o tornare indietro. Siamo un Paese incerto tra immobilità e fuga. Fuga all’estero, fughe tra egoismi e piccole ossessioni che profumano di anestetico (ossessioni tecnologiche, gastronomiche, sportive, sessuali). La vita è un viaggio non vuole indicare una mèta. Prova invece a fornire qualche consiglio per la traversata. Suggerimenti individuali, non considerazioni generali (o, peggio, generiche). La destinazione la decide chi viaggia. Ma una guida, come sappiamo, è utile. Per partire non servono troppe parole: ne bastano venti, come i chilogrammi di bagaglio consentiti in aereo (classe economica). Venti vocaboli per orientarci. Parleremo di incoraggiamento, insegnamento, ispirazione. Parleremo di brevità e precisione, qualità indispensabili in questi tempi affollati. Parleremo dell’importanza di trovare persone di riferimento. Parleremo della gioia d’impegnarsi con gli altri e, magari, per gli altri. Parleremo della saggezza di scoprire soddisfazione nelle cose semplici. Parleremo di scelte, atteggiamenti, comportamenti, insidie da evitare e consolazioni a portata di mano. Dopo *Italiani di domani*, un nuovo libro come navigatore. Un navigatore ironico, affettuoso e preciso. L’autore, ancora una volta, riesce a intuire il momento dell’Italia, le sue ansie e le sue possibilità: e lo fotografa con implacabile lucidità. *La vita è un viaggio* è dedicato “a tutte le ragazze e i ragazzi italiani, tra dieci e cent’anni”. Per ripensare se stessi non è mai troppo tardi o troppo presto.

La vita è un viaggio, e gli italiani viaggiano soli. Com’è difficile trovare chi ci guidi, chi ci accompagni, chi ci incoraggi. Siamo una nazione al valico: dobbiamo decidere se dirigerci verso la normalità europea o tornare indietro. Siamo un Paese incerto tra immobilità e fuga. Fuga all’estero, fughe tra egoismi e piccole ossessioni che profumano di anestetico (ossessioni tecnologiche, gastronomiche, sportive, sessuali). La vita è un viaggio non vuole indicare una mèta. Prova invece a fornire qualche consiglio per la traversata. Suggerimenti individuali, non considerazioni generali (o, peggio, generiche). La destinazione la decide chi viaggia. Ma una guida, come sappiamo, è utile. Per partire non servono troppe parole: ne bastano venti, come i chilogrammi di bagaglio consentiti in aereo (classe economica). Venti vocaboli per orientarci. Parleremo di incoraggiamento, insegnamento, ispirazione. Parleremo di brevità e precisione, qualità indispensabili in questi tempi affollati. Parleremo dell’importanza di trovare persone di riferimento. Parleremo della gioia d’impegnarsi con gli altri e, magari, per gli altri. Parleremo della saggezza di scoprire soddisfazione nelle cose semplici. Parleremo di scelte, atteggiamenti, comportamenti, insidie da evitare e consolazioni a portata di mano. Dopo *Italiani di domani*, un nuovo libro come navigatore. Un navigatore ironico, affettuoso e preciso. L’autore, ancora una volta, riesce a intuire il momento dell’Italia, le sue ansie e le sue possibilità: e lo fotografa con implacabile lucidità. *La vita è un viaggio* è dedicato “a tutte le ragazze e i ragazzi italiani, tra dieci e cent’anni”. Per ripensare se stessi non è mai troppo tardi o troppo presto.

Only registered users can download this free product.

Il Veterano

DALL’AUTRICE NEW YORK TIMES E USA TODAY BESTSELLER: KATY REGNERY

LA RIVISITAZIONE IN CHIAVE MODERNA DE ”LA BELLA E LA BESTIA”: IL VETERANO – FINALISTA AL RITA AWARD 2015

Savannah Carmichael, tradita da una fonte inaffidabile che ha irrimediabilmente distrutto la sua carriera di giornalista, torna a Danvers, Virginia, la sua città natale.

L’opportunità di rimettere insieme i pezzi della sua carriera si presenta quando deve scrivere un pezzo di interesse patriottico e umanistico sull’eremita della cittadina, Asher Lee, un veterano ferito che è tornato a Danvers otto anni prima, e che nessuno ha più visto da allora.

Dopo l’esplosione di una bomba su strada in Afghanistan, che gli ha portato via una mano e sfigurato metà viso, Asher si ritira a vivere in tranquillità nella periferia di Danvers, dove i suoi concittadini hanno sempre rispettato la sua privacy… fino a quando Savannah Carmichael si presenta da lui con un piatto di brownie fatti in casa.

Emarginati nella piccola Danvers, Savannah e Asher creano subito un legame, toccando il cuore l’uno dell’altra in modi che nessuno dei due pensava possibile. Quando un terribile errore minaccia di separarli, dovranno decidere se l’amore che hanno trovato sia forte abbastanza da lottare per il loro lieto fine, conquistato a fatica

(source: Bol.com)

DALL’AUTRICE NEW YORK TIMES E USA TODAY BESTSELLER: KATY REGNERY

LA RIVISITAZIONE IN CHIAVE MODERNA DE ”LA BELLA E LA BESTIA”: IL VETERANO – FINALISTA AL RITA AWARD 2015

Savannah Carmichael, tradita da una fonte inaffidabile che ha irrimediabilmente distrutto la sua carriera di giornalista, torna a Danvers, Virginia, la sua città natale.

L’opportunità di rimettere insieme i pezzi della sua carriera si presenta quando deve scrivere un pezzo di interesse patriottico e umanistico sull’eremita della cittadina, Asher Lee, un veterano ferito che è tornato a Danvers otto anni prima, e che nessuno ha più visto da allora.

Dopo l’esplosione di una bomba su strada in Afghanistan, che gli ha portato via una mano e sfigurato metà viso, Asher si ritira a vivere in tranquillità nella periferia di Danvers, dove i suoi concittadini hanno sempre rispettato la sua privacy… fino a quando Savannah Carmichael si presenta da lui con un piatto di brownie fatti in casa.

Emarginati nella piccola Danvers, Savannah e Asher creano subito un legame, toccando il cuore l’uno dell’altra in modi che nessuno dei due pensava possibile. Quando un terribile errore minaccia di separarli, dovranno decidere se l’amore che hanno trovato sia forte abbastanza da lottare per il loro lieto fine, conquistato a fatica

(source: Bol.com)

Only registered users can download this free product.