3313–3328 di 4246 risultati

La casa nel bosco

“È tutto accaduto, più o meno”. È l’incipit di un grande romanzo e peccato sia stato già scritto da Kurt Vonnegut, perché sarebbe l’attacco ideale per questa storia. Anzi, per queste storie. I due protagonisti – e autori – sono fratelli ma non si frequentano molto, forse nemmeno si sopportano molto. Vite diverse, caratteri diversi e forse anche qualche lontano rancore, lasciati covare sotto la cenere per troppo tempo. Adesso però gli tocca stare insieme, almeno per qualche ora: devono dare un’ultima occhiata alla casa di villeggiatura della loro infanzia – la casa nel bosco – prima di consegnare le chiavi al nuovo proprietario. Sembra solo un adempimento banale anche se un po’ triste e invece diventa l’occasione, inattesa e sorprendente, per un viaggio nella memoria, per una riconciliazione, per un inventario buffo e struggente di oggetti, luoghi, odori, storie e soprattutto sapori. In una sequenza di dialoghi fulminanti, comici e commoventi, Gianrico e Francesco Carofiglio (rigorosamente disposti in ordine di anzianità) percorrono il crinale sottile che divide affetto e rivalità, divertimento e malinconia, nostalgia e disincanto. Un memoir a quattro mani che racconta di amicizie perdute, di amori rubati, di vecchi fumetti e di torte di ricotta. Un ricettario, non solo metaforico, dell’infanzia, dell’adolescenza e di un’età adulta ancora capace di riservare sorprese.

“È tutto accaduto, più o meno”. È l’incipit di un grande romanzo e peccato sia stato già scritto da Kurt Vonnegut, perché sarebbe l’attacco ideale per questa storia. Anzi, per queste storie. I due protagonisti – e autori – sono fratelli ma non si frequentano molto, forse nemmeno si sopportano molto. Vite diverse, caratteri diversi e forse anche qualche lontano rancore, lasciati covare sotto la cenere per troppo tempo. Adesso però gli tocca stare insieme, almeno per qualche ora: devono dare un’ultima occhiata alla casa di villeggiatura della loro infanzia – la casa nel bosco – prima di consegnare le chiavi al nuovo proprietario. Sembra solo un adempimento banale anche se un po’ triste e invece diventa l’occasione, inattesa e sorprendente, per un viaggio nella memoria, per una riconciliazione, per un inventario buffo e struggente di oggetti, luoghi, odori, storie e soprattutto sapori. In una sequenza di dialoghi fulminanti, comici e commoventi, Gianrico e Francesco Carofiglio (rigorosamente disposti in ordine di anzianità) percorrono il crinale sottile che divide affetto e rivalità, divertimento e malinconia, nostalgia e disincanto. Un memoir a quattro mani che racconta di amicizie perdute, di amori rubati, di vecchi fumetti e di torte di ricotta. Un ricettario, non solo metaforico, dell’infanzia, dell’adolescenza e di un’età adulta ancora capace di riservare sorprese.

Only registered users can download this free product.

Carnevale in giallo

Tra rito di rigenerazione e desiderio di trasgressione Carnevale è la festa che ogni anno sconvolge l’ordine delle cose, scompagina la gerarchia sociale, sospende ogni regola. Niente di più adatto perciò del Carnevale alla scena di un delitto: maschere dietro cui nascondersi, costumi per assumere un’altra identità sembrano, infatti, ingredienti perfetti per la scena di un ‘caso’. Protagonisti gli investigatori di casa Sellerio.

(source: Bol.com)

Tra rito di rigenerazione e desiderio di trasgressione Carnevale è la festa che ogni anno sconvolge l’ordine delle cose, scompagina la gerarchia sociale, sospende ogni regola. Niente di più adatto perciò del Carnevale alla scena di un delitto: maschere dietro cui nascondersi, costumi per assumere un’altra identità sembrano, infatti, ingredienti perfetti per la scena di un ‘caso’. Protagonisti gli investigatori di casa Sellerio.

(source: Bol.com)

Only registered users can download this free product.

Capra e calcoli. L’eterna lotta tra gli algoritmi e il caos

Senza il motore a scoppio non ci sarebbero le autoambulanze ma nemmeno gli incidenti stradali. Il doppio lato della medaglia vale per qualsiasi frutto dell’ingegno umano. Ogni avanzamento tecnologico, che spesso nasce per risolvere un problema, altrettanto spesso è il punto di partenza di altri grattacapi. Per il computer non è diverso. Marco Malvaldi e Dino Leporini raccontano l’origine, lo sviluppo, i problemi che un computer è in grado di risolvere, la sua mostruosa velocità, le conseguenze del suo utilizzo. A volte i risultati sono meravigliosi, come la possibilità di prevedere il tempo atmosferico o di salvare vite umane attraverso la progettazione di veicoli sempre più sicuri. Altre volte, come è facile immaginare, i risultati sono disastrosi, tragici o semplicemente ridicoli: dalla crisi economica statunitense del 2009 al prezzo di 24 milioni di dollari richiesto da un rivenditore online per un testo universitario sulle abitudini delle mosche. Ma le questioni non finiscono qui. È possibile immaginare che un computer possa intuire? È in grado di capire quando scherziamo o potrà mai sviluppare una coscienza? Domande meno scontate di quanto potrebbe sembrare…
**

Senza il motore a scoppio non ci sarebbero le autoambulanze ma nemmeno gli incidenti stradali. Il doppio lato della medaglia vale per qualsiasi frutto dell’ingegno umano. Ogni avanzamento tecnologico, che spesso nasce per risolvere un problema, altrettanto spesso è il punto di partenza di altri grattacapi. Per il computer non è diverso. Marco Malvaldi e Dino Leporini raccontano l’origine, lo sviluppo, i problemi che un computer è in grado di risolvere, la sua mostruosa velocità, le conseguenze del suo utilizzo. A volte i risultati sono meravigliosi, come la possibilità di prevedere il tempo atmosferico o di salvare vite umane attraverso la progettazione di veicoli sempre più sicuri. Altre volte, come è facile immaginare, i risultati sono disastrosi, tragici o semplicemente ridicoli: dalla crisi economica statunitense del 2009 al prezzo di 24 milioni di dollari richiesto da un rivenditore online per un testo universitario sulle abitudini delle mosche. Ma le questioni non finiscono qui. È possibile immaginare che un computer possa intuire? È in grado di capire quando scherziamo o potrà mai sviluppare una coscienza? Domande meno scontate di quanto potrebbe sembrare…
**

Only registered users can download this free product.

Il canto del deserto

1. Sylvia, divenuta vedova dopo un disastroso matrimonio, arriva in Egitto con suo padre. Per lei è un sogno che si avvera. Finalmente vedrà i luoghi mitici che conosce solo attraverso le lettere di suo fratello Adam, che da anni collabora nelle sue spedizioni archeologiche con Lord Brokenwood, il suo amore negato dell’adolescenza, ora divenuto cieco a causa di un terribile incidente.
Presto, la bellezza di Sylvia, così eterea da ricordare quella della regina Nefertiti, viene notata da Zayd Ambath, il figlio del rais. Ma lei ha altro per la testa: sta per partire per una spedizione nel deserto unica e irrinunciabile alla ricerca di quello che rimane del mitico esercito di Cambise.
Solo non si aspetta che quel mare di sabbia nasconda una pericolosa minaccia, che può mettere a rischio la sua stessa vita. Toccherà a Lord Brokenwood accorrere in suo soccorso, ma l’uomo avrà bisogno di tutto il suo coraggio, e della forza dell’amore, per salvare Sylvia dalle spire del deserto.
Un viaggio che vi farà sentire un suono unico e profondo: il canto del deserto.
Il fascino della valle del Nilo e dei suoi abitanti, le spedizioni archeologiche ricche di storia e mistero, i pericoli del deserto e di chi lo abita, fanno di questo libro una lettura avvincente e romantica al tempo stesso.

1. Sylvia, divenuta vedova dopo un disastroso matrimonio, arriva in Egitto con suo padre. Per lei è un sogno che si avvera. Finalmente vedrà i luoghi mitici che conosce solo attraverso le lettere di suo fratello Adam, che da anni collabora nelle sue spedizioni archeologiche con Lord Brokenwood, il suo amore negato dell’adolescenza, ora divenuto cieco a causa di un terribile incidente.
Presto, la bellezza di Sylvia, così eterea da ricordare quella della regina Nefertiti, viene notata da Zayd Ambath, il figlio del rais. Ma lei ha altro per la testa: sta per partire per una spedizione nel deserto unica e irrinunciabile alla ricerca di quello che rimane del mitico esercito di Cambise.
Solo non si aspetta che quel mare di sabbia nasconda una pericolosa minaccia, che può mettere a rischio la sua stessa vita. Toccherà a Lord Brokenwood accorrere in suo soccorso, ma l’uomo avrà bisogno di tutto il suo coraggio, e della forza dell’amore, per salvare Sylvia dalle spire del deserto.
Un viaggio che vi farà sentire un suono unico e profondo: il canto del deserto.
Il fascino della valle del Nilo e dei suoi abitanti, le spedizioni archeologiche ricche di storia e mistero, i pericoli del deserto e di chi lo abita, fanno di questo libro una lettura avvincente e romantica al tempo stesso.

Only registered users can download this free product.

Candido ovvero l’ottimismo

Scritto a ridosso di eventi tragici che sconvolsero l’Europa, “Candido” è una ironica meditazione sul destino umano, sul senso della storia e sulla ricerca della felicità, diventato fin dal suo primo apparire, nel 1759, uno di quei libri – come il “Don Chisciotte” o i “Saggi di Montaigne”- su cui si è formata la coscienza moderna. Sintesi di un’acutissima intelligenza critica e di una consumata maestria stilistica, “Candido” riesce a mantenersi in miracoloso equilibrio tra l’avventura e la parabola, tra il mito e il pamphlet, tra il ritmo frenetico della comica e l’elegante grazia rococò, tra la risata liberatoria e l’amaro sarcasmo della disperazione.

Scritto a ridosso di eventi tragici che sconvolsero l’Europa, “Candido” è una ironica meditazione sul destino umano, sul senso della storia e sulla ricerca della felicità, diventato fin dal suo primo apparire, nel 1759, uno di quei libri – come il “Don Chisciotte” o i “Saggi di Montaigne”- su cui si è formata la coscienza moderna. Sintesi di un’acutissima intelligenza critica e di una consumata maestria stilistica, “Candido” riesce a mantenersi in miracoloso equilibrio tra l’avventura e la parabola, tra il mito e il pamphlet, tra il ritmo frenetico della comica e l’elegante grazia rococò, tra la risata liberatoria e l’amaro sarcasmo della disperazione.

Only registered users can download this free product.

Camminare

Il mondo è silenziosamente percorso da camminatori. Individui che camminano per la loro felicità, oltre che per andare da un luogo all’altro. Sono sempre esistiti, anche se non tutti pienamente consci di esserlo; alcuni erano e sono anche poeti, scrittori, filosofi, artisti. Tomas Espedal è uno di loro. Per lui camminare, pensare, scrivere fanno parte di uno stesso ciclo vitale che si ripete incessante nel suo destino. Che si tratti di camminare per una città come Parigi, della dolce campagna norvegese o dei sapori forti della Turchia, il viaggio inizia con un imperioso richiamo interiore, e prosegue a fianco di amici vivi o scomparsi, della memoria di compagni illustri come Rousseau o Rimbaud o Satie, di amori finiti o ancora da iniziare; passo dopo passo, con l’aiuto di paesaggi mozzafiato ma anche e forse di più del buio, ci si sente più vicini a sé e alle proprie sensazioni; e poi a un certo punto ecco l’altro richiamo, la nostalgia di casa e, una volta tornati, la gioia di camminare sui propri passi di tutti i giorni. Camminare, alla fine, è un modo di segnare un inizio e una fine, di dare ritmo e senso all’esistenza, anche nei pochi passi da casa all’emporio del quartiere.
(source: Bol.com)

Il mondo è silenziosamente percorso da camminatori. Individui che camminano per la loro felicità, oltre che per andare da un luogo all’altro. Sono sempre esistiti, anche se non tutti pienamente consci di esserlo; alcuni erano e sono anche poeti, scrittori, filosofi, artisti. Tomas Espedal è uno di loro. Per lui camminare, pensare, scrivere fanno parte di uno stesso ciclo vitale che si ripete incessante nel suo destino. Che si tratti di camminare per una città come Parigi, della dolce campagna norvegese o dei sapori forti della Turchia, il viaggio inizia con un imperioso richiamo interiore, e prosegue a fianco di amici vivi o scomparsi, della memoria di compagni illustri come Rousseau o Rimbaud o Satie, di amori finiti o ancora da iniziare; passo dopo passo, con l’aiuto di paesaggi mozzafiato ma anche e forse di più del buio, ci si sente più vicini a sé e alle proprie sensazioni; e poi a un certo punto ecco l’altro richiamo, la nostalgia di casa e, una volta tornati, la gioia di camminare sui propri passi di tutti i giorni. Camminare, alla fine, è un modo di segnare un inizio e una fine, di dare ritmo e senso all’esistenza, anche nei pochi passi da casa all’emporio del quartiere.
(source: Bol.com)

Only registered users can download this free product.

Calore Umano: Terreno Pericoloso 3

Taylor MacAllister e Will Brandt, agenti speciali del Dipartimento di Sicurezza Diplomatica, da sempre sono colleghi e ora, da tre mesi, amanti. La loro relazione è però minacciata quando a Will viene offerto un fantastico incarico di due anni a Parigi.
Will pensa che accettare il lavoro significhi solo posticipare quello che entrambi vogliono. Taylor teme che questa separazione vorrà dire la fine della loro unione, nuova e ancora fragile.
Per di più si trovano nella foresta del New Mexico, responsabili dell’incolumità e della sopravvivenza di una sospetta terrorista. E tutti quelli che irrompono nella vicenda sembrano decisi a volere morta la prigioniera, e loro con lei.
**
### Sinossi
Taylor MacAllister e Will Brandt, agenti speciali del Dipartimento di Sicurezza Diplomatica, da sempre sono colleghi e ora, da tre mesi, amanti. La loro relazione è però minacciata quando a Will viene offerto un fantastico incarico di due anni a Parigi.
Will pensa che accettare il lavoro significhi solo posticipare quello che entrambi vogliono. Taylor teme che questa separazione vorrà dire la fine della loro unione, nuova e ancora fragile.
Per di più si trovano nella foresta del New Mexico, responsabili dell’incolumità e della sopravvivenza di una sospetta terrorista. E tutti quelli che irrompono nella vicenda sembrano decisi a volere morta la prigioniera, e loro con lei.

Taylor MacAllister e Will Brandt, agenti speciali del Dipartimento di Sicurezza Diplomatica, da sempre sono colleghi e ora, da tre mesi, amanti. La loro relazione è però minacciata quando a Will viene offerto un fantastico incarico di due anni a Parigi.
Will pensa che accettare il lavoro significhi solo posticipare quello che entrambi vogliono. Taylor teme che questa separazione vorrà dire la fine della loro unione, nuova e ancora fragile.
Per di più si trovano nella foresta del New Mexico, responsabili dell’incolumità e della sopravvivenza di una sospetta terrorista. E tutti quelli che irrompono nella vicenda sembrano decisi a volere morta la prigioniera, e loro con lei.
**
### Sinossi
Taylor MacAllister e Will Brandt, agenti speciali del Dipartimento di Sicurezza Diplomatica, da sempre sono colleghi e ora, da tre mesi, amanti. La loro relazione è però minacciata quando a Will viene offerto un fantastico incarico di due anni a Parigi.
Will pensa che accettare il lavoro significhi solo posticipare quello che entrambi vogliono. Taylor teme che questa separazione vorrà dire la fine della loro unione, nuova e ancora fragile.
Per di più si trovano nella foresta del New Mexico, responsabili dell’incolumità e della sopravvivenza di una sospetta terrorista. E tutti quelli che irrompono nella vicenda sembrano decisi a volere morta la prigioniera, e loro con lei.

Only registered users can download this free product.

La cacciatrice

SPIONAGGIO – Torna Rock dell’Agenzia Hot Dreams in un’avventura esotica nei mari del Sud insieme a un gruppo di splendide fanciulle ma contro una nuova terribile nemica.
Misteriose sparizioni e rapimenti nella Polinesia francese hanno allarmato le autorità. Rock, torna ”sotto copertura” sul set di un film a luci rosse in uno scenario da favola. Ma questa si trasforma in un incubo, quando tutta la troupe diventa la preda di una caccia crudele, organizzata da Rada la Salamandra. Questa volta si combatte per la vita.
Stefano Di Marino è uno dei più prolifici e mati narratori italiani. Viaggiatore, fotografo, cultore di arti marziali da anni si dedica alla narrativa popolare scrivendo romanzi e racconti di spy-story, gialli, avventurosi e horror. Ha scritto saggi sul cinema popolare e curato numerose collane di dvd e vhs dedicate alla fiction di intrattenimento.
(source: Bol.com)

SPIONAGGIO – Torna Rock dell’Agenzia Hot Dreams in un’avventura esotica nei mari del Sud insieme a un gruppo di splendide fanciulle ma contro una nuova terribile nemica.
Misteriose sparizioni e rapimenti nella Polinesia francese hanno allarmato le autorità. Rock, torna ”sotto copertura” sul set di un film a luci rosse in uno scenario da favola. Ma questa si trasforma in un incubo, quando tutta la troupe diventa la preda di una caccia crudele, organizzata da Rada la Salamandra. Questa volta si combatte per la vita.
Stefano Di Marino è uno dei più prolifici e mati narratori italiani. Viaggiatore, fotografo, cultore di arti marziali da anni si dedica alla narrativa popolare scrivendo romanzi e racconti di spy-story, gialli, avventurosi e horror. Ha scritto saggi sul cinema popolare e curato numerose collane di dvd e vhs dedicate alla fiction di intrattenimento.
(source: Bol.com)

Only registered users can download this free product.

Buoni e cattivi

Mezzo secolo di politica, economia, cultura, costume, cronaca, spettacolo e sport. Mezzo secolo di personaggi conosciuti da vicino oppure osservati da lontano: pontefici, presidenti, premier, ministri, leader di partito, magistrati, imprenditori, editori, giornalisti, attori, conduttori televisivi, artisti, campioni, galantuomini e criminali. Vittorio Feltri, maestro di giornalismo, segna buoni e cattivi sulla lavagna della storia. Quella che ha raccontato e commentato nella sua cinquantennale carriera di cronista, inviato speciale e infine direttore di testate, tutte portate al successo in edicola grazie a un unico segreto: la perfetta sintonia con i suoi lettori. Ne esce un catalogo umano in ordine alfabetico dettato dalla memoria, compilato insieme a Stefano Lorenzetto, che nel 2010 aveva intervistato Feltri nel best seller Il Vittorioso. Con tanto di voti in pagella, da 1 a 10, come usava un tempo sui banchi di scuola. Solo che qui gli alunni si chiamano Papa Francesco, Giorgio Napolitano, Silvio Berlusconi, Matteo Renzi, Beppe Grillo, Gianni Agnelli, Giulio Andreotti, Bettino Craxi, Umberto Bossi, Antonio Di Pietro, Enzo Biagi, Daria Bignardi, Adriano Celentano, Fiorello, Riccardo Muti, Gino Bartali, Pietro Pacciani… I buoni? Da Oriana Fallaci a Indro Montanelli. Voto: 10. I cattivi? Da Camilla Cederna a Gianfranco Fini. Voto: 2.

(source: Bol.com)

Mezzo secolo di politica, economia, cultura, costume, cronaca, spettacolo e sport. Mezzo secolo di personaggi conosciuti da vicino oppure osservati da lontano: pontefici, presidenti, premier, ministri, leader di partito, magistrati, imprenditori, editori, giornalisti, attori, conduttori televisivi, artisti, campioni, galantuomini e criminali. Vittorio Feltri, maestro di giornalismo, segna buoni e cattivi sulla lavagna della storia. Quella che ha raccontato e commentato nella sua cinquantennale carriera di cronista, inviato speciale e infine direttore di testate, tutte portate al successo in edicola grazie a un unico segreto: la perfetta sintonia con i suoi lettori. Ne esce un catalogo umano in ordine alfabetico dettato dalla memoria, compilato insieme a Stefano Lorenzetto, che nel 2010 aveva intervistato Feltri nel best seller Il Vittorioso. Con tanto di voti in pagella, da 1 a 10, come usava un tempo sui banchi di scuola. Solo che qui gli alunni si chiamano Papa Francesco, Giorgio Napolitano, Silvio Berlusconi, Matteo Renzi, Beppe Grillo, Gianni Agnelli, Giulio Andreotti, Bettino Craxi, Umberto Bossi, Antonio Di Pietro, Enzo Biagi, Daria Bignardi, Adriano Celentano, Fiorello, Riccardo Muti, Gino Bartali, Pietro Pacciani… I buoni? Da Oriana Fallaci a Indro Montanelli. Voto: 10. I cattivi? Da Camilla Cederna a Gianfranco Fini. Voto: 2.

(source: Bol.com)

Only registered users can download this free product.

Breve trattato sulle coincidenze

Una storia poetica e rivoluzionaria, un romanzo sui sogni capaci di cambiare il mondo, finalista al Premio Calvino 2013. Il postino di Girifalco è un uomo schivo e solitario, che ha il dono di saper imitare le grafie altrui e coltiva il vizio di entrare nelle vite dei compaesani leggendo le lettere prima di recapitarle. Così un giorno, mentre il lento scorrere della vita di provincia prosegue imperturbabile, una novità spunta inattesa dal sacco della posta: una lettera insolita, senza mittente, chiusa con un sigillo di ceralacca. Una carta d’amore, di quelle preferite dal portalettere, che ha tutta l’aria di nascondere un mistero. È il 1969, l’uomo sta per compiere il primo passo sulla Luna, e il postino di Girifalco, come un moderno Mercurio messaggero degli dei, si prepara alla sua missione: svelare una sciagurata passione e salvare il paese dai traffici loschi del sindaco, che vuole vendere il lussureggiante monte Covello per farne una discarica.
**
### Sinossi
Una storia poetica e rivoluzionaria, un romanzo sui sogni capaci di cambiare il mondo, finalista al Premio Calvino 2013. Il postino di Girifalco è un uomo schivo e solitario, che ha il dono di saper imitare le grafie altrui e coltiva il vizio di entrare nelle vite dei compaesani leggendo le lettere prima di recapitarle. Così un giorno, mentre il lento scorrere della vita di provincia prosegue imperturbabile, una novità spunta inattesa dal sacco della posta: una lettera insolita, senza mittente, chiusa con un sigillo di ceralacca. Una carta d’amore, di quelle preferite dal portalettere, che ha tutta l’aria di nascondere un mistero. È il 1969, l’uomo sta per compiere il primo passo sulla Luna, e il postino di Girifalco, come un moderno Mercurio messaggero degli dei, si prepara alla sua missione: svelare una sciagurata passione e salvare il paese dai traffici loschi del sindaco, che vuole vendere il lussureggiante monte Covello per farne una discarica.

Una storia poetica e rivoluzionaria, un romanzo sui sogni capaci di cambiare il mondo, finalista al Premio Calvino 2013. Il postino di Girifalco è un uomo schivo e solitario, che ha il dono di saper imitare le grafie altrui e coltiva il vizio di entrare nelle vite dei compaesani leggendo le lettere prima di recapitarle. Così un giorno, mentre il lento scorrere della vita di provincia prosegue imperturbabile, una novità spunta inattesa dal sacco della posta: una lettera insolita, senza mittente, chiusa con un sigillo di ceralacca. Una carta d’amore, di quelle preferite dal portalettere, che ha tutta l’aria di nascondere un mistero. È il 1969, l’uomo sta per compiere il primo passo sulla Luna, e il postino di Girifalco, come un moderno Mercurio messaggero degli dei, si prepara alla sua missione: svelare una sciagurata passione e salvare il paese dai traffici loschi del sindaco, che vuole vendere il lussureggiante monte Covello per farne una discarica.
**
### Sinossi
Una storia poetica e rivoluzionaria, un romanzo sui sogni capaci di cambiare il mondo, finalista al Premio Calvino 2013. Il postino di Girifalco è un uomo schivo e solitario, che ha il dono di saper imitare le grafie altrui e coltiva il vizio di entrare nelle vite dei compaesani leggendo le lettere prima di recapitarle. Così un giorno, mentre il lento scorrere della vita di provincia prosegue imperturbabile, una novità spunta inattesa dal sacco della posta: una lettera insolita, senza mittente, chiusa con un sigillo di ceralacca. Una carta d’amore, di quelle preferite dal portalettere, che ha tutta l’aria di nascondere un mistero. È il 1969, l’uomo sta per compiere il primo passo sulla Luna, e il postino di Girifalco, come un moderno Mercurio messaggero degli dei, si prepara alla sua missione: svelare una sciagurata passione e salvare il paese dai traffici loschi del sindaco, che vuole vendere il lussureggiante monte Covello per farne una discarica.

Only registered users can download this free product.

Boeing 777 cronaca di una strage

Cos’è successo al boing 777 inabissatosi nell’oceano indiano con 239 persone a bordo?
Due scrittori noir provano ad immaginare le ultime ore a bordo a del velivolo ed ecco che la notizia di cronaca che sta tenendo il mondo intero con il fiato sospeso si trasforma in un racconto thriller ad alta tensione.
Un aereo scomparso, centinaia di passeggeri dei quali non si ha più notizia, decine di ipotesi che si rincorrono.
Cosa è accaduto veramente? Chi o cosa ha causato lo spegnimento dei sistemi di rilevamento radar? E perché l’aereo pare abbia continuato a volare per ore dopo l’interruzione dei contatti? Avaria? Dirottamento? Attentato? Perché ci è voluto così tanto per localizzare i resti mentre i paesi sui quali l’aereo è passato hanno detto di non averlo visto?
Il mistero non si risolve con l’avvistamento dei resti, solo il ritrovamento della scatola nera potrà svelare i fatti, fino ad allora tutte le ipotesi sono aperte. E questo racconto ne propone alcune che vi terranno col fiato sospeso.

Cos’è successo al boing 777 inabissatosi nell’oceano indiano con 239 persone a bordo?
Due scrittori noir provano ad immaginare le ultime ore a bordo a del velivolo ed ecco che la notizia di cronaca che sta tenendo il mondo intero con il fiato sospeso si trasforma in un racconto thriller ad alta tensione.
Un aereo scomparso, centinaia di passeggeri dei quali non si ha più notizia, decine di ipotesi che si rincorrono.
Cosa è accaduto veramente? Chi o cosa ha causato lo spegnimento dei sistemi di rilevamento radar? E perché l’aereo pare abbia continuato a volare per ore dopo l’interruzione dei contatti? Avaria? Dirottamento? Attentato? Perché ci è voluto così tanto per localizzare i resti mentre i paesi sui quali l’aereo è passato hanno detto di non averlo visto?
Il mistero non si risolve con l’avvistamento dei resti, solo il ritrovamento della scatola nera potrà svelare i fatti, fino ad allora tutte le ipotesi sono aperte. E questo racconto ne propone alcune che vi terranno col fiato sospeso.

Only registered users can download this free product.

Il bello, il buono e il cattivo

In questo appassionante tour de force, Demetrio Paparoni, fra i più attenti osservatori dell’arte contemporanea, ricostruisce i profondi e spesso gravi condizionamenti che la politica ha esercitato sulle arti visive dell’ultimo secolo. Critica d’arte, analisi sociale, cronaca e storia vi convivono felicemente, e il risultato è uno studio documentatissimo e di piacevole lettura. Leni Riefenstahl è stata realmente una grande artista? In che modo l’arte di Picasso è stata funzionale ai disegni del Partito comunista? Perché la CIA era interessata all’affermarsi dell’espressionismo astratto sulla scena mondiale e di New York come nuova capitale dell’arte? Cosa differenzia la politica culturale di Peggy Guggenheim da quella di François Pinault? Come funziona la censura sull’arte oggi in Cina? Questi sono solo alcuni degli interrogativi ai quali l’autore fornisce convincenti risposte.Muovendosi con leggerezza in oltre un secolo della nostra storia recente, e raccogliendo testimonianze spesso inedite dei protagonisti dell’arte contemporanea, Il bello, il buono e il cattivo giunge all’Italia dei nostri giorni e riserva al lettore ben più di una sorpresa. Un documento imperdibile per comprendere i rapporti fra potere e cultura.
(source: Bol.com)

In questo appassionante tour de force, Demetrio Paparoni, fra i più attenti osservatori dell’arte contemporanea, ricostruisce i profondi e spesso gravi condizionamenti che la politica ha esercitato sulle arti visive dell’ultimo secolo. Critica d’arte, analisi sociale, cronaca e storia vi convivono felicemente, e il risultato è uno studio documentatissimo e di piacevole lettura. Leni Riefenstahl è stata realmente una grande artista? In che modo l’arte di Picasso è stata funzionale ai disegni del Partito comunista? Perché la CIA era interessata all’affermarsi dell’espressionismo astratto sulla scena mondiale e di New York come nuova capitale dell’arte? Cosa differenzia la politica culturale di Peggy Guggenheim da quella di François Pinault? Come funziona la censura sull’arte oggi in Cina? Questi sono solo alcuni degli interrogativi ai quali l’autore fornisce convincenti risposte.Muovendosi con leggerezza in oltre un secolo della nostra storia recente, e raccogliendo testimonianze spesso inedite dei protagonisti dell’arte contemporanea, Il bello, il buono e il cattivo giunge all’Italia dei nostri giorni e riserva al lettore ben più di una sorpresa. Un documento imperdibile per comprendere i rapporti fra potere e cultura.
(source: Bol.com)

Only registered users can download this free product.

La bellezza nonostante

”Che c’entravo io con sbarre e manette?” Quello che il futuro srotola davanti al giovane maestro elementare è una possibilità alternativa, una strada in salita irta di tornanti e rare, rarissime discese. Immaginato come un monologo teatrale, questo breve testo di Geda s’immedesima nella storia di un educatore ispirandosi alle figure di Mario e Chiara, marito e moglie insegnanti conosciuti durante una visita al carcere minorile Ferrante Aporti di Torino. ”Volevo insegnare lingua e quant’altro ai bambini dai sei agli undici anni”. Invece finirà per appassionarsi – e appassionare decine di ragazzi – all’unica forma di insegnamento possibile fra le mura scrostate: una didattica breve, ”fulminea”, com’è nella natura di un luogo e di un tempo provvisori per definizione. “A metà fra racconto, romanzo breve, saggio, monologo teatrale, La bellezza nonostante rivolta il lenzuolo della coscienza senza giudizi né tentazioni di redenzione. I suoi tipi umani, le storie di vita all’apparenza marginali, insegnano però che bello e brutto, speranza e disperazione, forza e debolezza, sono categorie essenzialmente mutevoli, provvisorie, inafferrabili.” Panorama “Un libro delicato che non osserva, entra nella complessa realtà di un carcere minorile torinese e Fabio Geda (lo stesso di ‘Nel mare ci sono i coccodrilli’) ci apre quelle porte usando le parole come essenza: poche e misurate” la Repubblica
(source: Bol.com)

”Che c’entravo io con sbarre e manette?” Quello che il futuro srotola davanti al giovane maestro elementare è una possibilità alternativa, una strada in salita irta di tornanti e rare, rarissime discese. Immaginato come un monologo teatrale, questo breve testo di Geda s’immedesima nella storia di un educatore ispirandosi alle figure di Mario e Chiara, marito e moglie insegnanti conosciuti durante una visita al carcere minorile Ferrante Aporti di Torino. ”Volevo insegnare lingua e quant’altro ai bambini dai sei agli undici anni”. Invece finirà per appassionarsi – e appassionare decine di ragazzi – all’unica forma di insegnamento possibile fra le mura scrostate: una didattica breve, ”fulminea”, com’è nella natura di un luogo e di un tempo provvisori per definizione. “A metà fra racconto, romanzo breve, saggio, monologo teatrale, La bellezza nonostante rivolta il lenzuolo della coscienza senza giudizi né tentazioni di redenzione. I suoi tipi umani, le storie di vita all’apparenza marginali, insegnano però che bello e brutto, speranza e disperazione, forza e debolezza, sono categorie essenzialmente mutevoli, provvisorie, inafferrabili.” Panorama “Un libro delicato che non osserva, entra nella complessa realtà di un carcere minorile torinese e Fabio Geda (lo stesso di ‘Nel mare ci sono i coccodrilli’) ci apre quelle porte usando le parole come essenza: poche e misurate” la Repubblica
(source: Bol.com)

Only registered users can download this free product.

Una battaglia lunga una vita. Idee, passioni, speranze. Il mio racconto del secolo

Dall’infanzia e la giovinezza in Svizzera, dove matura la decisione di farsi sacerdote, agli anni dell’insegnamento universitario e della maturità a Tubinga, Hans Küng, il teologo “ribelle”, narra una vita di fede e di battaglie per il rinnovamento della Chiesa, in nome di un cristianesimo che muova dal Vangelo e da Gesù Cristo e sappia cogliere i bisogni dell’uomo di oggi. Dopo gli studi romani al Collegio Germanicum et Hungaricum e il dottorato a Parigi, Küng inizia una brillante carriera all’università di Tubinga che lo porta a partecipare al Concilio Vaticano II come perito, a fianco di Joseph Ratzinger. In un’udienza privata, Paolo VI gli chiede di entrare nel servizio della Chiesa, ma Küng non accetta. In seguito, di fronte a una gerarchia cattolica che tradisce le speranze conciliari e si rivela sempre più sorda alle mutate esigenze dei credenti, scrive libri che gli regalano fama mondiale e diventa una delle voci cattoliche progressiste più ascoltate. La controversia con la gerarchia si fa sempre più acuta fino a culminare, nel 1979, con la revoca della Missio canonica, la licenza all’insegnamento della teologia cattolica, dopo la quale Küng passa a insegnare presso l’Istituto per la ricerca ecumenica dell’università. Il provvedimento gli fornisce così l’occasione di avviare iniziative per promuovere il dialogo interreligioso e il Progetto per un’etica mondiale.
**

Dall’infanzia e la giovinezza in Svizzera, dove matura la decisione di farsi sacerdote, agli anni dell’insegnamento universitario e della maturità a Tubinga, Hans Küng, il teologo “ribelle”, narra una vita di fede e di battaglie per il rinnovamento della Chiesa, in nome di un cristianesimo che muova dal Vangelo e da Gesù Cristo e sappia cogliere i bisogni dell’uomo di oggi. Dopo gli studi romani al Collegio Germanicum et Hungaricum e il dottorato a Parigi, Küng inizia una brillante carriera all’università di Tubinga che lo porta a partecipare al Concilio Vaticano II come perito, a fianco di Joseph Ratzinger. In un’udienza privata, Paolo VI gli chiede di entrare nel servizio della Chiesa, ma Küng non accetta. In seguito, di fronte a una gerarchia cattolica che tradisce le speranze conciliari e si rivela sempre più sorda alle mutate esigenze dei credenti, scrive libri che gli regalano fama mondiale e diventa una delle voci cattoliche progressiste più ascoltate. La controversia con la gerarchia si fa sempre più acuta fino a culminare, nel 1979, con la revoca della Missio canonica, la licenza all’insegnamento della teologia cattolica, dopo la quale Küng passa a insegnare presso l’Istituto per la ricerca ecumenica dell’università. Il provvedimento gli fornisce così l’occasione di avviare iniziative per promuovere il dialogo interreligioso e il Progetto per un’etica mondiale.
**

Only registered users can download this free product.

Bananananda

Esce, riproposto da Fontana Editore in edizione ebook, un pregevole testo di Leo Anfolsi: Bananananda. Unico autore italiano, e vivente, fortemente voluto da Franco Battiato nella sua casa editrice l’Ottava (1998), e unico autore a non essere stato poi ripubblicato da Neri Pozza (credo che questa cosa diverta molto l’autore), quando Battiato smise di occuparsi di editoria. Le crude logiche di marketing lasciano spesso abbandonate ai margini della strada, perle come questo Bananananda, un buffo titolo mistico che nasconde il senso di un’illuminazione di Sé che passa, anche o soprattutto, sul filo teso di un’ironia lucida e affilata come un’amorevole spada samurai. Bananananda racconta il viaggio verso la conoscenza di sé e lo fa con una scrittura cangiante e tersa, le parole sono ironiche e sfacciate, vicinissime o profondissime, a seconda “dell’angolazione” del lettore, ma comunque ineluttabilmente amorevoli. Difficile rimanere indifferenti e non partecipare (almeno sulla carta) al viaggio che ci viene proposto in Bananananda.

(source: Bol.com)

Esce, riproposto da Fontana Editore in edizione ebook, un pregevole testo di Leo Anfolsi: Bananananda. Unico autore italiano, e vivente, fortemente voluto da Franco Battiato nella sua casa editrice l’Ottava (1998), e unico autore a non essere stato poi ripubblicato da Neri Pozza (credo che questa cosa diverta molto l’autore), quando Battiato smise di occuparsi di editoria. Le crude logiche di marketing lasciano spesso abbandonate ai margini della strada, perle come questo Bananananda, un buffo titolo mistico che nasconde il senso di un’illuminazione di Sé che passa, anche o soprattutto, sul filo teso di un’ironia lucida e affilata come un’amorevole spada samurai. Bananananda racconta il viaggio verso la conoscenza di sé e lo fa con una scrittura cangiante e tersa, le parole sono ironiche e sfacciate, vicinissime o profondissime, a seconda “dell’angolazione” del lettore, ma comunque ineluttabilmente amorevoli. Difficile rimanere indifferenti e non partecipare (almeno sulla carta) al viaggio che ci viene proposto in Bananananda.

(source: Bol.com)

Only registered users can download this free product.

Bambini di farina

In una scuola inglese, in una classe di studenti irrecuperabili, i ragazzi vengono coinvolti in una sorta di esperimento scientifico che consiste nel ricevere un sacco di farina di tre chili – il peso di un bambino neonato – e accudirlo per tre settimane, stando attenti che non corra pericoli, non si sporchi, non perda peso e non venga rosicchiato dal cane. Il lavoro di baby sitter è pesante e le insidie sono molteplici: in uno spogliatoio maschile di un campo da calcio, per esempio, la speranza di vita di un bambino di farina si misura in minuti… Età di lettura: da 12 anni.

In una scuola inglese, in una classe di studenti irrecuperabili, i ragazzi vengono coinvolti in una sorta di esperimento scientifico che consiste nel ricevere un sacco di farina di tre chili – il peso di un bambino neonato – e accudirlo per tre settimane, stando attenti che non corra pericoli, non si sporchi, non perda peso e non venga rosicchiato dal cane. Il lavoro di baby sitter è pesante e le insidie sono molteplici: in uno spogliatoio maschile di un campo da calcio, per esempio, la speranza di vita di un bambino di farina si misura in minuti… Età di lettura: da 12 anni.

Only registered users can download this free product.