1921–1936 di 4132 risultati

L’isola lontana

Estate del 1939. Due sorelline ebree austriache sono inviate dai genitori in Svezia, dove abiteranno presso due famiglie diverse su un’isola al largo di Göteborg. Steffi e Nelli pensano di rimanere lontane dai genitori per pochi mesi, ma poi scoppia la guerra, e quasi senza che se ne rendano conto passano gli anni. Alla fine del conflitto Steffi avrà ormai diciotto anni e avrà compiuto tutte le tappe della crescita – la scoperta dell’amore, del tradimento, della rabbia e del dolore dell’adolescenza – fino a diventare donna. Un romanzo ispirato alla storia vera di un folto gruppo di bambini ebrei sfuggiti alle persecuzioni naziste e ospitati in Svezia per un lungo periodo. Le difficoltà del loro inserimento, il rapporto con le nuove famiglie, la relazione con i compagni e la nostalgia per i genitori sono i temi portanti di un’opera di straordinaria sensibilità e forza. La narrazione dal punto di vista delle protagoniste, che vivono le avventure della crescita in una terra lontana, ci mostra da vicino la bontà e la cattiveria di un’umanità varia e straordinariamente vera.
(source: Bol.com)

Estate del 1939. Due sorelline ebree austriache sono inviate dai genitori in Svezia, dove abiteranno presso due famiglie diverse su un’isola al largo di Göteborg. Steffi e Nelli pensano di rimanere lontane dai genitori per pochi mesi, ma poi scoppia la guerra, e quasi senza che se ne rendano conto passano gli anni. Alla fine del conflitto Steffi avrà ormai diciotto anni e avrà compiuto tutte le tappe della crescita – la scoperta dell’amore, del tradimento, della rabbia e del dolore dell’adolescenza – fino a diventare donna. Un romanzo ispirato alla storia vera di un folto gruppo di bambini ebrei sfuggiti alle persecuzioni naziste e ospitati in Svezia per un lungo periodo. Le difficoltà del loro inserimento, il rapporto con le nuove famiglie, la relazione con i compagni e la nostalgia per i genitori sono i temi portanti di un’opera di straordinaria sensibilità e forza. La narrazione dal punto di vista delle protagoniste, che vivono le avventure della crescita in una terra lontana, ci mostra da vicino la bontà e la cattiveria di un’umanità varia e straordinariamente vera.
(source: Bol.com)

Only registered users can download this free product.

L’isola della Desolazione

La Leopard, un vascello da cinquanta cannoni, non si può certo definire una fulgida gemma della Royal Navy: varata nel 1790, ben dieci anni dopo la sua costruzione, ha al suo attivo pochissime prede. Eppure Jack Aubrey, bloccato a terra da molto tempo e ormai in preda a un desiderio quasi incontenibile di esplorare mari sconosciuti, accetta di assumerne il comando, preferendola alla magnifica Ajax, che lo avrebbe costretto a tornare nel ‘troppo familiare’ Mediterraneo, sotto il meschino e vendicativo ammiraglio Harte. Così, la ‘vecchia, orrenda Leopard’, per dirla con le parole di Stephen Maturin, miglior amico di Jack, nonché medico di bordo e agente segreto dell’ammiragliato, prende il mare alla volta dell’Australia e più precisamente per Botany Bay, dove il governatore del Nuovo Galles del Sud, il celeberrimo comandante Bligh del Bounty, è stato deposto e imprigionato da un manipolo di soldati ribelli con l’accusa di ‘aver sovvertito le leggi della colonia’. Quello che Jack non può sapere, però, è che anche le ‘leggi del mare’ saranno sovvertite durante il viaggio della Leopard, dapprima sconvolta da una tremenda epidemia e poi, dopo un infausto incontro con una nave da guerra olandese da settantaquattro cannoni, costretta addirittura a far rotta verso i ghiacci dell’Antartico. Tra ufficiali inetti e marinai scoraggiati, tempeste improvvise e inopinate deviazioni, Jack Aubrey dovrà fare appello a tutta la sua esperienza per trovare infine un porto sicuro in cui condurre la sua nave, un porto che si rivelerà un vero paradiso terrestre per il naturalista-filosofo Stephen, ma che per il comandante e i suoi uomini rischierà di trasformarsi nella loro ultima dimora terrena… In un romanzo unanimemente considerato tra i più avvincenti della serie Aubrey-Maturin, Patrick O’Brian si conferma uno dei pochissimi autori contemporanei capaci di fondere, in un’unica vicenda, il dramma e la commedia propri di ogni umana avventura, che egli descrive con una passione non disgiunta da un pizzico di sorridente comprensione per le traversie dei suoi personaggi.
(source: Bol.com)

La Leopard, un vascello da cinquanta cannoni, non si può certo definire una fulgida gemma della Royal Navy: varata nel 1790, ben dieci anni dopo la sua costruzione, ha al suo attivo pochissime prede. Eppure Jack Aubrey, bloccato a terra da molto tempo e ormai in preda a un desiderio quasi incontenibile di esplorare mari sconosciuti, accetta di assumerne il comando, preferendola alla magnifica Ajax, che lo avrebbe costretto a tornare nel ‘troppo familiare’ Mediterraneo, sotto il meschino e vendicativo ammiraglio Harte. Così, la ‘vecchia, orrenda Leopard’, per dirla con le parole di Stephen Maturin, miglior amico di Jack, nonché medico di bordo e agente segreto dell’ammiragliato, prende il mare alla volta dell’Australia e più precisamente per Botany Bay, dove il governatore del Nuovo Galles del Sud, il celeberrimo comandante Bligh del Bounty, è stato deposto e imprigionato da un manipolo di soldati ribelli con l’accusa di ‘aver sovvertito le leggi della colonia’. Quello che Jack non può sapere, però, è che anche le ‘leggi del mare’ saranno sovvertite durante il viaggio della Leopard, dapprima sconvolta da una tremenda epidemia e poi, dopo un infausto incontro con una nave da guerra olandese da settantaquattro cannoni, costretta addirittura a far rotta verso i ghiacci dell’Antartico. Tra ufficiali inetti e marinai scoraggiati, tempeste improvvise e inopinate deviazioni, Jack Aubrey dovrà fare appello a tutta la sua esperienza per trovare infine un porto sicuro in cui condurre la sua nave, un porto che si rivelerà un vero paradiso terrestre per il naturalista-filosofo Stephen, ma che per il comandante e i suoi uomini rischierà di trasformarsi nella loro ultima dimora terrena… In un romanzo unanimemente considerato tra i più avvincenti della serie Aubrey-Maturin, Patrick O’Brian si conferma uno dei pochissimi autori contemporanei capaci di fondere, in un’unica vicenda, il dramma e la commedia propri di ogni umana avventura, che egli descrive con una passione non disgiunta da un pizzico di sorridente comprensione per le traversie dei suoi personaggi.
(source: Bol.com)

Only registered users can download this free product.

L’isola dei senza colore (Gli Adelphi)

Due viaggi in Micronesia dischiudono a Sacks una prospettiva sconfinata di orrori, meraviglie e misteri: la cecità cromatica completa ed ereditaria che si manifesta a Pingelap e Pohnpei, in una terra che è un tripudio di colori; il devastante e inspiegato lytico-bodig, che colpisce con una sorta di paralisi progressiva solo certi abitanti dell’isola di Guam, e solo quelli nati in certi anni. Sacks ci racconta questi suoi viaggi passo per passo – o meglio salto per salto dei minuscoli aerei che lo trasportano come cavallette da un’isola all’altra. Ed è come se un Melville neuro-botanico ci riconducesse alle Encantadas per metterci di fronte, con partecipazione profonda e magistrale arte narrativa, all’indecifrato rapporto fra la mente e la natura che ci circonda e di cui siamo fatti.
**
### Sinossi
Due viaggi in Micronesia dischiudono a Sacks una prospettiva sconfinata di orrori, meraviglie e misteri: la cecità cromatica completa ed ereditaria che si manifesta a Pingelap e Pohnpei, in una terra che è un tripudio di colori; il devastante e inspiegato lytico-bodig, che colpisce con una sorta di paralisi progressiva solo certi abitanti dell’isola di Guam, e solo quelli nati in certi anni. Sacks ci racconta questi suoi viaggi passo per passo – o meglio salto per salto dei minuscoli aerei che lo trasportano come cavallette da un’isola all’altra. Ed è come se un Melville neuro-botanico ci riconducesse alle Encantadas per metterci di fronte, con partecipazione profonda e magistrale arte narrativa, all’indecifrato rapporto fra la mente e la natura che ci circonda e di cui siamo fatti.

Due viaggi in Micronesia dischiudono a Sacks una prospettiva sconfinata di orrori, meraviglie e misteri: la cecità cromatica completa ed ereditaria che si manifesta a Pingelap e Pohnpei, in una terra che è un tripudio di colori; il devastante e inspiegato lytico-bodig, che colpisce con una sorta di paralisi progressiva solo certi abitanti dell’isola di Guam, e solo quelli nati in certi anni. Sacks ci racconta questi suoi viaggi passo per passo – o meglio salto per salto dei minuscoli aerei che lo trasportano come cavallette da un’isola all’altra. Ed è come se un Melville neuro-botanico ci riconducesse alle Encantadas per metterci di fronte, con partecipazione profonda e magistrale arte narrativa, all’indecifrato rapporto fra la mente e la natura che ci circonda e di cui siamo fatti.
**
### Sinossi
Due viaggi in Micronesia dischiudono a Sacks una prospettiva sconfinata di orrori, meraviglie e misteri: la cecità cromatica completa ed ereditaria che si manifesta a Pingelap e Pohnpei, in una terra che è un tripudio di colori; il devastante e inspiegato lytico-bodig, che colpisce con una sorta di paralisi progressiva solo certi abitanti dell’isola di Guam, e solo quelli nati in certi anni. Sacks ci racconta questi suoi viaggi passo per passo – o meglio salto per salto dei minuscoli aerei che lo trasportano come cavallette da un’isola all’altra. Ed è come se un Melville neuro-botanico ci riconducesse alle Encantadas per metterci di fronte, con partecipazione profonda e magistrale arte narrativa, all’indecifrato rapporto fra la mente e la natura che ci circonda e di cui siamo fatti.

Only registered users can download this free product.

Io sono il tenebroso

A Parigi due donne sono state uccise a colpi di forbice. La polizia è convinta di essere a un passo dal colpevole, un serial killer pronto a colpire ancora. Ma le cose non hanno mai una faccia sola… Soprattutto se, a lanciarsi sulle tracce dell’assassino, ci pensano un ex poliziotto deluso dalla vita e tre storici improvvisati detective.

A Parigi due donne sono state uccise a colpi di forbice. La polizia è convinta di essere a un passo dal colpevole, un serial killer pronto a colpire ancora. Ma le cose non hanno mai una faccia sola… Soprattutto se, a lanciarsi sulle tracce dell’assassino, ci pensano un ex poliziotto deluso dalla vita e tre storici improvvisati detective.

Only registered users can download this free product.

Insomnia (Edizione Italiana)

Ralph Roberts è un uomo distrutto: da mesi non riesce a dormire. Ciò che lo sconvolge di più sono le inquietanti percezioni che accompagnano il suo stato di veglia – colori, forme, aure cangianti attorno alle persone. E non è tutto: l’intera comunità di cui fa parte sembra assalita da una marea montante di odio e di violenza. Ralph non lo sa ancora, ma forze terrificanti si stanno agitando nel sottosuolo… Un romanzo carico di horror e suspense, che seduce il lettore garantendogli notti insonni.

Ralph Roberts è un uomo distrutto: da mesi non riesce a dormire. Ciò che lo sconvolge di più sono le inquietanti percezioni che accompagnano il suo stato di veglia – colori, forme, aure cangianti attorno alle persone. E non è tutto: l’intera comunità di cui fa parte sembra assalita da una marea montante di odio e di violenza. Ralph non lo sa ancora, ma forze terrificanti si stanno agitando nel sottosuolo… Un romanzo carico di horror e suspense, che seduce il lettore garantendogli notti insonni.

Only registered users can download this free product.

Insolita storia di una vita normale

«Un vecchio di ottant’anni parla a suo figlio, un uomo di quaranta. Sono seduti su un basso muretto alle spalle di una spiaggia, là dove la città incomincia. È la fine di settembre. Il padre parla guardando verso il filo dell’orizzonte, come se le cose che racconta potesse vederle davvero, in un film lontano proiettato là in fondo. E in effetti quei ricordi arrivano da una terra molto distante e da un tempo lontano». Inizia così il racconto fra reale e immaginario della vita di un uomo che ha attraversato tutto il secolo scorso, il Novecento. È un viaggio quotidiano e mitico, ironico e doloroso, un viaggio di formazione che un padre trasmette al figlio raccontando, assieme alla sua, le mille altre esistenze che costruiscono la storia degli uomini. Una vita narrata «come in un film», un alternarsi di scenari diversi fra loro: la casa americana in cui il protagonista è nato, figlio di emigrati; il viaggio col padre ai confini del deserto di Atacama alla scoperta del mondo; la nave del ritorno da cui vede per la prima volta il canale di Panama e le nuvole; il convento, luogo di pace e di dolore; i vicoli di Genova in cui esercita la professione di medico «fra i vivi che non sanno aspettare»; i fuochi d’artificio che festeggiano il millennio che finisce. Una vita nel «secolo breve» ma un lungo viaggio nel mondo, «su e giù fra l’inferno e il paradiso».

«Un vecchio di ottant’anni parla a suo figlio, un uomo di quaranta. Sono seduti su un basso muretto alle spalle di una spiaggia, là dove la città incomincia. È la fine di settembre. Il padre parla guardando verso il filo dell’orizzonte, come se le cose che racconta potesse vederle davvero, in un film lontano proiettato là in fondo. E in effetti quei ricordi arrivano da una terra molto distante e da un tempo lontano». Inizia così il racconto fra reale e immaginario della vita di un uomo che ha attraversato tutto il secolo scorso, il Novecento. È un viaggio quotidiano e mitico, ironico e doloroso, un viaggio di formazione che un padre trasmette al figlio raccontando, assieme alla sua, le mille altre esistenze che costruiscono la storia degli uomini. Una vita narrata «come in un film», un alternarsi di scenari diversi fra loro: la casa americana in cui il protagonista è nato, figlio di emigrati; il viaggio col padre ai confini del deserto di Atacama alla scoperta del mondo; la nave del ritorno da cui vede per la prima volta il canale di Panama e le nuvole; il convento, luogo di pace e di dolore; i vicoli di Genova in cui esercita la professione di medico «fra i vivi che non sanno aspettare»; i fuochi d’artificio che festeggiano il millennio che finisce. Una vita nel «secolo breve» ma un lungo viaggio nel mondo, «su e giù fra l’inferno e il paradiso».

Only registered users can download this free product.

Insidia: /

La visione di Kylaah sta per avverarsi. Uno dei kurann, nell’ombra, tesse malefiche trame per rovesciare il potere e ridisegnare i vertici dell’Antica Stirpe. Mentre i fili della sorte burattinaia si muovono fino a intrecciarsi, Cris ha un unico obiettivo: trovare e uccidere l’assassino del padre. Ma i suoi piani non possono prevedere una madre che ritorna dopo molti anni per sconvolgergli la vita; tanto meno prevedono Lory, la ragazza arrivata con lei da Edimburgo che farà vacillare ogni sua certezza. Per Cris la vendetta ora è lo scopo della vita, il resto solo un intralcio da eliminare. Neppure a Lory, giovane donna dalla sensualità dirompente, sarà concesso di distogliere un guerriero come lui dall’obiettivo primario. Impareranno presto che non c’è nulla di più incerto delle certezze. Quando l’amore è una variabile del destino, tutte le regole vanno riscritte per spezzare l’anello debole nelle infide catene dell’insidia. Nel ritratto più subdolo del tradimento si nasconde la chiave di un paranormal fantasy in cui l’intrigo, la passione e i colpi di scena si avvicendano a ritmo serrato fino all’ultima pagina.

La visione di Kylaah sta per avverarsi. Uno dei kurann, nell’ombra, tesse malefiche trame per rovesciare il potere e ridisegnare i vertici dell’Antica Stirpe. Mentre i fili della sorte burattinaia si muovono fino a intrecciarsi, Cris ha un unico obiettivo: trovare e uccidere l’assassino del padre. Ma i suoi piani non possono prevedere una madre che ritorna dopo molti anni per sconvolgergli la vita; tanto meno prevedono Lory, la ragazza arrivata con lei da Edimburgo che farà vacillare ogni sua certezza. Per Cris la vendetta ora è lo scopo della vita, il resto solo un intralcio da eliminare. Neppure a Lory, giovane donna dalla sensualità dirompente, sarà concesso di distogliere un guerriero come lui dall’obiettivo primario. Impareranno presto che non c’è nulla di più incerto delle certezze. Quando l’amore è una variabile del destino, tutte le regole vanno riscritte per spezzare l’anello debole nelle infide catene dell’insidia. Nel ritratto più subdolo del tradimento si nasconde la chiave di un paranormal fantasy in cui l’intrigo, la passione e i colpi di scena si avvicendano a ritmo serrato fino all’ultima pagina.

Only registered users can download this free product.

Indagine al faro. Me, mum & mistery: 6

Emily partecipa con Jamie a una gita al faro di Brymm, ma al momento di tornare a casa scoppia un violento nubifragio, che blocca la comitiva sull’isola. Nel frattempo a Blossom Creek e in tutta la regione viene diramato un comunicato della polizia: un pericoloso assassino è evaso dal carcere, ed è stato avvistato proprio sul traghetto per Brymm! Linda, eccezionalmente, si allea con l’ispettore Mulberry: devono trovare un modo per raggiungere l’isola nonostante la tempesta, per fermare il criminale e salvare Emily e Jamie. Età di lettura: da 9 anni.
**

Emily partecipa con Jamie a una gita al faro di Brymm, ma al momento di tornare a casa scoppia un violento nubifragio, che blocca la comitiva sull’isola. Nel frattempo a Blossom Creek e in tutta la regione viene diramato un comunicato della polizia: un pericoloso assassino è evaso dal carcere, ed è stato avvistato proprio sul traghetto per Brymm! Linda, eccezionalmente, si allea con l’ispettore Mulberry: devono trovare un modo per raggiungere l’isola nonostante la tempesta, per fermare il criminale e salvare Emily e Jamie. Età di lettura: da 9 anni.
**

Only registered users can download this free product.

Incubo a seimila metri

Torna in libreria Richard Matheson con i suoi capolavori assoluti, diciassette racconti tra i più famosi del maestro americano del fantastico, tra cui pagine epocali come La preda, storia della lotta feroce tra una donna e un malvagio bambolotto esotico, diventata un film televisivo notissimo in Italia. E poi Incubo a seimila metri, fonte di uno degli episodi più amati di Ai confini della realtà. E una serie di classici della paura, della paranoia, del disagio contemporaneo, quali Il vestito di seta bianca e I figli di Noè, che hanno sancito la fama di Richard Matheson come uno dei più radicali narratori della zona d’ombra. I suoi racconti, accanto alla maestria nel tratteggiare il soprannaturale e la suspense, sono caratterizzati da un rigoroso realismo e da una paradossale ‘credibilità’, da un’attenzione commossa verso quell’umanità marginale e soggiogata da un potere, da un sistema, da una volontà che assume caratteri ‘mostruosi’.

Torna in libreria Richard Matheson con i suoi capolavori assoluti, diciassette racconti tra i più famosi del maestro americano del fantastico, tra cui pagine epocali come La preda, storia della lotta feroce tra una donna e un malvagio bambolotto esotico, diventata un film televisivo notissimo in Italia. E poi Incubo a seimila metri, fonte di uno degli episodi più amati di Ai confini della realtà. E una serie di classici della paura, della paranoia, del disagio contemporaneo, quali Il vestito di seta bianca e I figli di Noè, che hanno sancito la fama di Richard Matheson come uno dei più radicali narratori della zona d’ombra. I suoi racconti, accanto alla maestria nel tratteggiare il soprannaturale e la suspense, sono caratterizzati da un rigoroso realismo e da una paradossale ‘credibilità’, da un’attenzione commossa verso quell’umanità marginale e soggiogata da un potere, da un sistema, da una volontà che assume caratteri ‘mostruosi’.

Only registered users can download this free product.

L’incolore Tazaki Tsukuru e i suoi anni di pellegrinaggio

A Nagoya abitano cinque ragazzi, tre maschi e due femmine, che tra i sedici e i vent’anni vivono la piú perfetta e pura delle amicizie. Almeno fino al secondo anno di università, quando uno di loro, Tazaki Tsukuru, riceve una telefonata dagli altri: non deve piú cercarli. Da quel giorno, senza nessuna spiegazione, non li vedrà mai piú: non ci saranno mai piú ore e ore passate a parlare di tutto e a confidarsi ogni cosa, mai piú pomeriggi ad ascoltare la splendida Shiro suonare Liszt, mai piú Tsukuru avrà qualcuno di cui potersi fidare. Il dolore è cosí lacerante che nel cuore del ragazzo si spalanca un abisso che solo il desiderio di morire è in grado di colmare. Dopo sei mesi trascorsi praticamente senza mangiare né uscire di casa, nelle tenebre di un’infelicità senza desideri, Tzukuru torna faticosamente alla vita ma scopre di essere cambiato. Non solo nel fisico – piú magro, dai lineamenti piú duri e taglienti – ma anche, soprattutto, nell’animo. Ancora oggi, quando ormai ha trentasei anni, continua a vivere con l’ombra di quel rifiuto che lo accompagna sempre, come una musica che resta sospesa nell’aria anche quando non c’è piú nessuno a suonarla. L’incontro con Sara, che intuisce l’inquietudine nascosta dietro l’apparente ordinarietà di Tsukuru, sarà l’occasione per rispondere a quelle domande che per sedici anni l’hanno ossessionato ma che non ha mai avuto il coraggio di affrontare. Se con 1Q84 Murakami Haruki aveva allestito un intero universo, con L’incolore Tazaki Tsukuru e i suoi anni di pellegrinaggio l’universo che costruisce è quello infinitamente piccolo, ma non per questo meno grandioso, del cuore di un uomo. Con L’incolore Tazaki Tsukuru, accolto in Giappone come un evento non solo letterario, Murakami regala al lettore quello che forse è il suo romanzo piú complesso, profondo, eppure allo stesso tempo delicato, capace di illuminare i momenti piú bui della vita di ognuno. Non sono verità facili o consolanti, quelle che propone Murakami: ma forse proprio per questo sono ancora piú preziose. *** «L’incolore Tazaki Tsukuru ricorda Norwegian Wood, ma ne è anche un’evoluzione. È un romanzo ambizioso, un punto di svolta nel percorso di Murakami». «Asahi Shimbun»

A Nagoya abitano cinque ragazzi, tre maschi e due femmine, che tra i sedici e i vent’anni vivono la piú perfetta e pura delle amicizie. Almeno fino al secondo anno di università, quando uno di loro, Tazaki Tsukuru, riceve una telefonata dagli altri: non deve piú cercarli. Da quel giorno, senza nessuna spiegazione, non li vedrà mai piú: non ci saranno mai piú ore e ore passate a parlare di tutto e a confidarsi ogni cosa, mai piú pomeriggi ad ascoltare la splendida Shiro suonare Liszt, mai piú Tsukuru avrà qualcuno di cui potersi fidare. Il dolore è cosí lacerante che nel cuore del ragazzo si spalanca un abisso che solo il desiderio di morire è in grado di colmare. Dopo sei mesi trascorsi praticamente senza mangiare né uscire di casa, nelle tenebre di un’infelicità senza desideri, Tzukuru torna faticosamente alla vita ma scopre di essere cambiato. Non solo nel fisico – piú magro, dai lineamenti piú duri e taglienti – ma anche, soprattutto, nell’animo. Ancora oggi, quando ormai ha trentasei anni, continua a vivere con l’ombra di quel rifiuto che lo accompagna sempre, come una musica che resta sospesa nell’aria anche quando non c’è piú nessuno a suonarla. L’incontro con Sara, che intuisce l’inquietudine nascosta dietro l’apparente ordinarietà di Tsukuru, sarà l’occasione per rispondere a quelle domande che per sedici anni l’hanno ossessionato ma che non ha mai avuto il coraggio di affrontare. Se con 1Q84 Murakami Haruki aveva allestito un intero universo, con L’incolore Tazaki Tsukuru e i suoi anni di pellegrinaggio l’universo che costruisce è quello infinitamente piccolo, ma non per questo meno grandioso, del cuore di un uomo. Con L’incolore Tazaki Tsukuru, accolto in Giappone come un evento non solo letterario, Murakami regala al lettore quello che forse è il suo romanzo piú complesso, profondo, eppure allo stesso tempo delicato, capace di illuminare i momenti piú bui della vita di ognuno. Non sono verità facili o consolanti, quelle che propone Murakami: ma forse proprio per questo sono ancora piú preziose. *** «L’incolore Tazaki Tsukuru ricorda Norwegian Wood, ma ne è anche un’evoluzione. È un romanzo ambizioso, un punto di svolta nel percorso di Murakami». «Asahi Shimbun»

Only registered users can download this free product.

L’impero. La vendetta dell’aquila

**Ha scalato le classifiche mondiali
I suoi romanzi sono epici
Un grande romanzo storico**
Dopo il trionfo nella campagna di Dacia, i soldati della Cohors Tungrorum ritornano all’interno del grande accampamento romano ai confini del Vallo di Adriano. La situazione però è caotica, nessuno ha voglia di tributare loro alcun onore. Le altre legioni romane sono stanche e col morale a pezzi dopo mesi di combattimenti senza tregua contro i barbari nei territori del Nord. Gli alti comandi dell’esercito imperiale non hanno dubbi: la Cohors Tungrorum, anziché riposare, deve dare il suo contributo, ripartendo subito per una nuova missione. Obiettivo: recuperare lo stendardo della Sesta legione, l’aquila di bronzo, venerato come fosse una reliquia. Per Marco Valerio Aquila e i suoi compagni inizia un’altra avventura in regioni ostili e lontane dall’impero, all’insegna di combattimenti feroci. 
**Una serie dal successo epico **
«Un grande romanzo storico da uno dei maestri del genere. Non vedo l’ora di leggere il seguito.»
«Una di quelle storie che ti fanno entrare pienamente nell’atmosfera dell’epoca.» 
«Imperdibile per gli amanti della storia romana e delle imprese epiche.»
**Anthony Riches**
È laureato in studi militari. Ha tenuto nel cassetto per dieci anni il primo romanzo della serie* L’impero*, rielaborandolo fino alla versione che è stata pubblicata con successo e che ha scalato le classifiche mondiali in breve tempo. La Newton Compton ha pubblicato *La spada e l’onore*,* La battaglia dell’Aquila perduta*, *Lunga vita all’imperatore*,* Sotto un’unica spada*, *Un eroe per Roma *e* La vendetta dell’aquila*.

**Ha scalato le classifiche mondiali
I suoi romanzi sono epici
Un grande romanzo storico**
Dopo il trionfo nella campagna di Dacia, i soldati della Cohors Tungrorum ritornano all’interno del grande accampamento romano ai confini del Vallo di Adriano. La situazione però è caotica, nessuno ha voglia di tributare loro alcun onore. Le altre legioni romane sono stanche e col morale a pezzi dopo mesi di combattimenti senza tregua contro i barbari nei territori del Nord. Gli alti comandi dell’esercito imperiale non hanno dubbi: la Cohors Tungrorum, anziché riposare, deve dare il suo contributo, ripartendo subito per una nuova missione. Obiettivo: recuperare lo stendardo della Sesta legione, l’aquila di bronzo, venerato come fosse una reliquia. Per Marco Valerio Aquila e i suoi compagni inizia un’altra avventura in regioni ostili e lontane dall’impero, all’insegna di combattimenti feroci. 
**Una serie dal successo epico **
«Un grande romanzo storico da uno dei maestri del genere. Non vedo l’ora di leggere il seguito.»
«Una di quelle storie che ti fanno entrare pienamente nell’atmosfera dell’epoca.» 
«Imperdibile per gli amanti della storia romana e delle imprese epiche.»
**Anthony Riches**
È laureato in studi militari. Ha tenuto nel cassetto per dieci anni il primo romanzo della serie* L’impero*, rielaborandolo fino alla versione che è stata pubblicata con successo e che ha scalato le classifiche mondiali in breve tempo. La Newton Compton ha pubblicato *La spada e l’onore*,* La battaglia dell’Aquila perduta*, *Lunga vita all’imperatore*,* Sotto un’unica spada*, *Un eroe per Roma *e* La vendetta dell’aquila*.

Only registered users can download this free product.

Immoral

Minnesota. Rachel, diciassette anni, una ragazza inquieta e ribelle, in costante conflitto con la madre, è scomparsa. Inizialmente si pensa a una fuga volontaria, ma il detective Stride non ne è convinto. Soprattutto perché qualche mese prima si era già occupato della sparizione di un’altra ragazza, trovata morta nella stessa cittadina. L’indagine di Stride si rivela ben presto tutt’altro che semplice. Dal passato di Rachel e della sua famiglia, infatti, vengono a galla segreti inconfessati e desideri illeciti, che dipingono un quadro molto più complesso di quello che si poteva immaginare, e che porterà il detective fino a Las Vegas. Contiene le prime pagine del nuovo thriller dell’autore, La ragazza di pietra.

Minnesota. Rachel, diciassette anni, una ragazza inquieta e ribelle, in costante conflitto con la madre, è scomparsa. Inizialmente si pensa a una fuga volontaria, ma il detective Stride non ne è convinto. Soprattutto perché qualche mese prima si era già occupato della sparizione di un’altra ragazza, trovata morta nella stessa cittadina. L’indagine di Stride si rivela ben presto tutt’altro che semplice. Dal passato di Rachel e della sua famiglia, infatti, vengono a galla segreti inconfessati e desideri illeciti, che dipingono un quadro molto più complesso di quello che si poteva immaginare, e che porterà il detective fino a Las Vegas. Contiene le prime pagine del nuovo thriller dell’autore, La ragazza di pietra.

Only registered users can download this free product.

Immagina i corvi

«Immagina.Immagina tutto ciò.È quanto ti è accaduto un pomeriggio d’estate di parecchi anni fa. L’estate che segnò la tua vita, la vita di un intero paese.L’estate del 1986. L’estate della grande siccità. L’estate che per tutto il mondo fu quella di Maradona. Per gli abitanti di Spinòsa, fu l’estate dei corvi.»Spinòsa è un piccolo paese arroccato sulla Murgia pugliese, circondato dal nulla, fuori dal tempo, con pochi contatti col mondo esterno. Qui, nel giugno del 1986, si abbatte una serie di eventi in apparenza scollegati: un’ondata di terribile siccità che mette in ginocchio il paese, un’inspiegabile invasione di corvi, l’improvviso collasso di un bambino che pare vittima di possessione diabolica e infine un orribile omicidio che sprofonda gli abitanti in un clima di terrore e sospetto, ma soprattutto riporta alla luce le vicende di un passato che molti avrebbero preferito rimanesse sepolto…Mentre gli investigatori si dibattono in un vicolo cieco, gli abitanti di Spinòsa scoprono con orrore che proprio nel cuore della comunità si annidano i germi di un male che si credeva estirpato da tempo e che invece ha attraversato le generazioni per tornare a colpire ancora.Pagina dopo pagina, Sorrenti avvince irresistibilmente il lettore in una spirale di tensione e turbamento che si sprigiona in un finale di indimenticabile intensità.

«Immagina.Immagina tutto ciò.È quanto ti è accaduto un pomeriggio d’estate di parecchi anni fa. L’estate che segnò la tua vita, la vita di un intero paese.L’estate del 1986. L’estate della grande siccità. L’estate che per tutto il mondo fu quella di Maradona. Per gli abitanti di Spinòsa, fu l’estate dei corvi.»Spinòsa è un piccolo paese arroccato sulla Murgia pugliese, circondato dal nulla, fuori dal tempo, con pochi contatti col mondo esterno. Qui, nel giugno del 1986, si abbatte una serie di eventi in apparenza scollegati: un’ondata di terribile siccità che mette in ginocchio il paese, un’inspiegabile invasione di corvi, l’improvviso collasso di un bambino che pare vittima di possessione diabolica e infine un orribile omicidio che sprofonda gli abitanti in un clima di terrore e sospetto, ma soprattutto riporta alla luce le vicende di un passato che molti avrebbero preferito rimanesse sepolto…Mentre gli investigatori si dibattono in un vicolo cieco, gli abitanti di Spinòsa scoprono con orrore che proprio nel cuore della comunità si annidano i germi di un male che si credeva estirpato da tempo e che invece ha attraversato le generazioni per tornare a colpire ancora.Pagina dopo pagina, Sorrenti avvince irresistibilmente il lettore in una spirale di tensione e turbamento che si sprigiona in un finale di indimenticabile intensità.

Only registered users can download this free product.

Hôtel del Ritorno alla Natura

Uno scienziato tedesco e la sua compagna vivono in solitudine su una delle isole Galápagos, convinti di abbandonare così la civiltà corrotta e «riavvicinarsi allo stato di natura». Ma anche la contessa von Kleber, affiancata da due gigolò, ha dei piani su quel frammento abbagliante di terra circondata dal mare: costruirsi l’Hôtel del Ritorno alla Natura, per tutti i devoti dell’idillio. Non sarà però l’idillio a regnare sulla splendida isola: piuttosto la rovina e il terrore, scanditi dal ritmo inesorabile di Simenon. Scritto nel 1935 e pubblicato nel 1938, questo romanzo è un terribile apologo: come la natura incontaminata possa allettare i suoi devoti alla più feroce autodistruzione. E potrà sembrare una risposta vaticinatoria alla voga oggi dominante secondo cui la natura, nella sua purezza, sarebbe qualcosa di bonario e roseo – e l’unico problema per noi quello di adeguarsi a essa. Di fatto, tale voga dura da più di due secoli, e l’ispirazione per questo affascinante romanzo fu offerta a Simenon da una storia vera, un caso criminale che avvenne nel 1934 a Floreana, nelle Galápagos, con protagonisti assai simili a quelli che appaiono nel romanzo.

Uno scienziato tedesco e la sua compagna vivono in solitudine su una delle isole Galápagos, convinti di abbandonare così la civiltà corrotta e «riavvicinarsi allo stato di natura». Ma anche la contessa von Kleber, affiancata da due gigolò, ha dei piani su quel frammento abbagliante di terra circondata dal mare: costruirsi l’Hôtel del Ritorno alla Natura, per tutti i devoti dell’idillio. Non sarà però l’idillio a regnare sulla splendida isola: piuttosto la rovina e il terrore, scanditi dal ritmo inesorabile di Simenon. Scritto nel 1935 e pubblicato nel 1938, questo romanzo è un terribile apologo: come la natura incontaminata possa allettare i suoi devoti alla più feroce autodistruzione. E potrà sembrare una risposta vaticinatoria alla voga oggi dominante secondo cui la natura, nella sua purezza, sarebbe qualcosa di bonario e roseo – e l’unico problema per noi quello di adeguarsi a essa. Di fatto, tale voga dura da più di due secoli, e l’ispirazione per questo affascinante romanzo fu offerta a Simenon da una storia vera, un caso criminale che avvenne nel 1934 a Floreana, nelle Galápagos, con protagonisti assai simili a quelli che appaiono nel romanzo.

Only registered users can download this free product.

Hot Kid (Einaudi. Stile libero big)

Carlos Webster è un ragazzo ricco e fortunato, che potrebbe godersi la fortuna accumulata dal padre con il petrolio. Ma a quindici anni assiste a una sanguinosa rapina in un emporio, e il suo destino è segnato: diventerà sceriffo e darà la caccia ai rapinatori dal grilletto facile che infestano l’Oklahoma. Anche Jack Belmont è ricco, ma c’è qualcosa che non va nella sua testa. Da bambino ha quasi ucciso la sorellina, e ora il suo sogno è darsi alla rapina e diventare il pericolo pubblico numero uno. Inevitabile che le strade di Carlos e Jack si incrocino, in un duello a distanza che ha per posta quel qualcosa di impalpabile che si chiama gloria, o leggenda. Sullo sfondo, l’America della Grande Depressione, un West che si porta ancora dietro il suo retaggio di violenza e giustizia sommaria, un mondo di gangster psicotici e pupe coraggiose, di personaggi leggendari come John Dillinger, Bonnie e Clyde, Pretty Boy Floyd, Baby Face Nelson. Una irresistibile storia di guardie e ladri sorretta da un umorismo feroce, salutata in America da lettori e critici come il capolavoro di Leonard.
* * *
*Hot Kid* è il romanzo perfetto di un autore al massimo della sua forza. Leonard non cerca di impressionare nessuno se non forse se stesso, un ragazzino degli anni Trenta affascinato da una generazione di banditi e desperados, sempre con un’arma spianata. E intrattenendo quel bambino di tanti anni fa, finisce per deliziare anche noi lettori.
** «Los Angeles Times»**
* * *
Invecchiando Elmore Leonard non fa che migliorare. E cosí a 79 anni, miracolosamente, ci regala Hot Kid, uno dei libri migliori in una carriera ormai pluridecennale… un romanzo costruito con grande abilità e con un equilibrio tra le parti pressoché perfetto.
**«The Houston Chronicle»**
* * *
Il quarantesimo libro di Elmore Leonard è anche il suo capolavoro… Un’esplorazione sottile e provocatoria del processo attraverso il quale l’America trasforma in leggende i criminali comuni e, a volte, anche gli uomini coraggiosi che tentano di catturarli.
**«The Associated Press»**
**
### Recensione
“This is a novel that… is all about style, literary and otherwise.” (New York Times Book Review)
“THE HOT KID brims with the sly humor, sparse prose and razor dialogue we expect from the master” (Los Angeles Times Book Review)
“The writing is pitch-perfect throughout…it’s all pure Leonard, and that means it’s pure terrific.” (Publishers Weekly **(starred review)**)
Clear, fast-paced and masterfully structured.” (Philadelphia Inquirer)
“The HOT KID is Elmore Leonard- a master- at his best.” (Oklahoma City Oklahoman)
“…expertly crafted, deftly balanced.” (Houston Chronicle)
“…Rips along like a bandit’s getaway car…THE HOT KID is Leonard at his best.” (Tulsa World)
“…delivers the goods in a top-notch amalgam of sagebrush western and mob drama.” (Lexington Herald-Leader)
“There’s nothing Elmore Leonard doesn’t know about stylish writing, and THE HOT KID is him at his compressed best.” (Detroit Free Press)
“Wonderfully funny and hair-raising…THE HOT KID is splendid.” (Providence Sunday Journal)
### Descrizione del libro
A publishing event – the new novel from the celebrated author of Get Shorty and Rum Punch.

Carlos Webster è un ragazzo ricco e fortunato, che potrebbe godersi la fortuna accumulata dal padre con il petrolio. Ma a quindici anni assiste a una sanguinosa rapina in un emporio, e il suo destino è segnato: diventerà sceriffo e darà la caccia ai rapinatori dal grilletto facile che infestano l’Oklahoma. Anche Jack Belmont è ricco, ma c’è qualcosa che non va nella sua testa. Da bambino ha quasi ucciso la sorellina, e ora il suo sogno è darsi alla rapina e diventare il pericolo pubblico numero uno. Inevitabile che le strade di Carlos e Jack si incrocino, in un duello a distanza che ha per posta quel qualcosa di impalpabile che si chiama gloria, o leggenda. Sullo sfondo, l’America della Grande Depressione, un West che si porta ancora dietro il suo retaggio di violenza e giustizia sommaria, un mondo di gangster psicotici e pupe coraggiose, di personaggi leggendari come John Dillinger, Bonnie e Clyde, Pretty Boy Floyd, Baby Face Nelson. Una irresistibile storia di guardie e ladri sorretta da un umorismo feroce, salutata in America da lettori e critici come il capolavoro di Leonard.
* * *
*Hot Kid* è il romanzo perfetto di un autore al massimo della sua forza. Leonard non cerca di impressionare nessuno se non forse se stesso, un ragazzino degli anni Trenta affascinato da una generazione di banditi e desperados, sempre con un’arma spianata. E intrattenendo quel bambino di tanti anni fa, finisce per deliziare anche noi lettori.
** «Los Angeles Times»**
* * *
Invecchiando Elmore Leonard non fa che migliorare. E cosí a 79 anni, miracolosamente, ci regala Hot Kid, uno dei libri migliori in una carriera ormai pluridecennale… un romanzo costruito con grande abilità e con un equilibrio tra le parti pressoché perfetto.
**«The Houston Chronicle»**
* * *
Il quarantesimo libro di Elmore Leonard è anche il suo capolavoro… Un’esplorazione sottile e provocatoria del processo attraverso il quale l’America trasforma in leggende i criminali comuni e, a volte, anche gli uomini coraggiosi che tentano di catturarli.
**«The Associated Press»**
**
### Recensione
“This is a novel that… is all about style, literary and otherwise.” (New York Times Book Review)
“THE HOT KID brims with the sly humor, sparse prose and razor dialogue we expect from the master” (Los Angeles Times Book Review)
“The writing is pitch-perfect throughout…it’s all pure Leonard, and that means it’s pure terrific.” (Publishers Weekly **(starred review)**)
Clear, fast-paced and masterfully structured.” (Philadelphia Inquirer)
“The HOT KID is Elmore Leonard- a master- at his best.” (Oklahoma City Oklahoman)
“…expertly crafted, deftly balanced.” (Houston Chronicle)
“…Rips along like a bandit’s getaway car…THE HOT KID is Leonard at his best.” (Tulsa World)
“…delivers the goods in a top-notch amalgam of sagebrush western and mob drama.” (Lexington Herald-Leader)
“There’s nothing Elmore Leonard doesn’t know about stylish writing, and THE HOT KID is him at his compressed best.” (Detroit Free Press)
“Wonderfully funny and hair-raising…THE HOT KID is splendid.” (Providence Sunday Journal)
### Descrizione del libro
A publishing event – the new novel from the celebrated author of Get Shorty and Rum Punch.

Only registered users can download this free product.

Hot Kid

Carlos Webster è un ragazzo ricco e fortunato, che potrebbe godersi la fortuna accumulata dal padre con il petrolio. Ma a quindici anni assiste a una sanguinosa rapina in un emporio, e il suo destino è segnato: diventerà sceriffo e darà la caccia ai rapinatori dal grilletto facile che infestano l’Oklahoma. Anche Jack Belmont è ricco, ma c’è qualcosa che non va nella sua testa. Da bambino ha quasi ucciso la sorellina, e ora il suo sogno è darsi alla rapina e diventare il pericolo pubblico numero uno. Inevitabile che le strade di Carlos e Jack si incrocino, in un duello a distanza che ha per posta quel qualcosa di impalpabile che si chiama gloria, o leggenda. Sullo sfondo, l’America della Grande Depressione, un West che si porta ancora dietro il suo retaggio di violenza e giustizia sommaria, un mondo di gangster psicotici e pupe coraggiose, di personaggi leggendari come John Dillinger, Bonnie e Clyde, Pretty Boy Floyd, Baby Face Nelson. Una irresistibile storia di guardie e ladri sorretta da un umorismo feroce, salutata in America da lettori e critici come il capolavoro di Leonard. *** Hot Kid è il romanzo perfetto di un autore al massimo della sua forza. Leonard non cerca di impressionare nessuno se non forse se stesso, un ragazzino degli anni Trenta affascinato da una generazione di banditi e desperados, sempre con un’arma spianata. E intrattenendo quel bambino di tanti anni fa, finisce per deliziare anche noi lettori. «Los Angeles Times» *** Invecchiando Elmore Leonard non fa che migliorare. E cosí a 79 anni, miracolosamente, ci regala Hot Kid, uno dei libri migliori in una carriera ormai pluridecennale… un romanzo costruito con grande abilità e con un equilibrio tra le parti pressoché perfetto. «The Houston Chronicle» *** Il quarantesimo libro di Elmore Leonard è anche il suo capolavoro… Un’esplorazione sottile e provocatoria del processo attraverso il quale l’America trasforma in leggende i criminali comuni e, a volte, anche gli uomini coraggiosi che tentano di catturarli. «The Associated Press»

Carlos Webster è un ragazzo ricco e fortunato, che potrebbe godersi la fortuna accumulata dal padre con il petrolio. Ma a quindici anni assiste a una sanguinosa rapina in un emporio, e il suo destino è segnato: diventerà sceriffo e darà la caccia ai rapinatori dal grilletto facile che infestano l’Oklahoma. Anche Jack Belmont è ricco, ma c’è qualcosa che non va nella sua testa. Da bambino ha quasi ucciso la sorellina, e ora il suo sogno è darsi alla rapina e diventare il pericolo pubblico numero uno. Inevitabile che le strade di Carlos e Jack si incrocino, in un duello a distanza che ha per posta quel qualcosa di impalpabile che si chiama gloria, o leggenda. Sullo sfondo, l’America della Grande Depressione, un West che si porta ancora dietro il suo retaggio di violenza e giustizia sommaria, un mondo di gangster psicotici e pupe coraggiose, di personaggi leggendari come John Dillinger, Bonnie e Clyde, Pretty Boy Floyd, Baby Face Nelson. Una irresistibile storia di guardie e ladri sorretta da un umorismo feroce, salutata in America da lettori e critici come il capolavoro di Leonard. *** Hot Kid è il romanzo perfetto di un autore al massimo della sua forza. Leonard non cerca di impressionare nessuno se non forse se stesso, un ragazzino degli anni Trenta affascinato da una generazione di banditi e desperados, sempre con un’arma spianata. E intrattenendo quel bambino di tanti anni fa, finisce per deliziare anche noi lettori. «Los Angeles Times» *** Invecchiando Elmore Leonard non fa che migliorare. E cosí a 79 anni, miracolosamente, ci regala Hot Kid, uno dei libri migliori in una carriera ormai pluridecennale… un romanzo costruito con grande abilità e con un equilibrio tra le parti pressoché perfetto. «The Houston Chronicle» *** Il quarantesimo libro di Elmore Leonard è anche il suo capolavoro… Un’esplorazione sottile e provocatoria del processo attraverso il quale l’America trasforma in leggende i criminali comuni e, a volte, anche gli uomini coraggiosi che tentano di catturarli. «The Associated Press»

Only registered users can download this free product.