1441–1456 di 4048 risultati

Scritti esistenzialisti

La raccolta degli scritti teoretici del filosofo Nicola Abbagnano (1901 – 1990) è stata pubblicata con il titolo di Scritti esistenzialisti e curata da Bruno Maiorca, studioso di filosofia contemporanea. Oggi esce per Utet in formato digitale, completa di apparato critico integrato tramite collegamenti ipertestuali.

(source: Bol.com)

“Sayonara”, Sam Durrell

   

 Sam DurellTitolo originale Assignment Tokio© 1971 Gold Medal T2733© 1971 Arnoldo Mondadori Editore S.p.A., MilanoSegretissimo n. 402 (12 agosto 1971) Coperta illustrata da Carlo Jacono. Mondadori.TRAMARitorna Sam Durell, ¡I Caimano del servizio segreto statunitense, con una missionea dir poco esplosiva. Nelle acque giapponesi, vicino a un’isoletta di pescatori, è stato smarrito un piccolo contenitore, con dentro una sostanza che ha inquinato le acque e avvelenato gli abitanti della zona. I giapponesi, memori di Hiroshima, accusano Washington di aver volutamente provocato, a scopo sperimentale, ungenocidio in miniatura. Sam Durell viene inviato a Tokyo in compagnia di un grande scienziato perché investighi sull’oscura faccenda.Sull’isoletta è sopravvissuta una sola ragazza, Yoko, una pittrice, che è fuggita non si sa dove.Rintracciarla è estremamente importante, perché solo dal suo sangue si potrebbe cavare il siero per immunizzare dalla sostanza micidiale.Ma, naturalmente, Yoko non viene ricercata solo da Sam Durell. Altri servizi segreti si battono per essere i primi a mettere le mani sulla ragazza. Così, in una corsa frenetica contro il tempo, Sam Durell ci conduce, pagina dopo pagina, lungouna vicenda che ha il ritmo ossessivo di un tam-tam di morte e che sale in un crescendo di insostenibile drammaticità.Ancora una volta, Edward S. Aarons dà una dimostrazione delle sue grandi capacità divirtuoso della spy-story e di profondo conoscitore della natura umana

Sam Durell attacca su due fronti

Sam Durell, questa volta, ha al suo fianco la bella Deirdre, durante la caccia a un pericolosissimo killer giapponese.
Ben presto, però, Sam si rende conto che deve combattere su due fronti: esiste una misteriosa organizzazione che tenta d’impossessarsi dei più importanti mezzi d’informazione del mondo, e spetta a Sam vedere di venire a capo della faccenda. Tra l’altro, Deirdre corre un grave pericolo, e certo Sam non può permettere che ci vada di mezzo proprio la sua donna.
Sembra che a muovere le fila di tutto sia Plowman, un agente che un tempo poteva essere considerato un amico. Per fortuna, questo particolare ha un risvolto positivo: almeno in teoria, Sam dovrebbe conoscere i pregi e anche i difetti del suo avversario. ll compito più importante di Durell, tuttavia, resta quello di salvare Deborah, una ragazza che vale veramente più oro di quanto pesa.
Questo romanzo è il canto del cigno di Edward S. Aarons, lo scrittore scomparso di recente, creatore. della famosissima serie di Sam Durell. Tra l’altro, Aarons ha contribuito al successo della spy-story in campo mondiale: i suoi romanzi, infatti, sono stati tradotti non solo in Europa, ma un po’ ovunque. 

Il quaderno di Maya

Maya Vidal ha diciannove anni ed è caduta nel circuito dell’alcol e della droga. In fuga dai bassifondi di Las Vegas, da spacciatori e agenti dell’Fbi, approda nell’incontaminato arcipelago di Chiloé. In queste isole remote nel Sud del Cile, nell’atmosfera di una vita semplice fatta di magnifici tramonti, solidi valori e rispetto reciproco, Maya impara a conoscersi e a riscoprire la sua terra d’origine, svela verità nascoste e, infine, trova l’amore. A queste pagine si alterna il crudo racconto della difficile storia che a quelle isole l’ha condotta, una vita fatta di marginalità e degrado, solitudine e cattive compagnie, nella quale è precipitata dopo la morte dell’amatissimo nonno. Isabel Allende torna a raccontare la vita di una donna coraggiosa in un romanzo che affronta con grande delicatezza le relazioni umane: le amicizie incondizionate, le storie d’amore palpabili come quelle più invisibili, gli amori adolescenziali e quelli lunghi una vita. Un ritmo incalzante, una prosa disincantata per una grande narrazione che si tinge di noir, ennesima eccezionale galleria di donne volitive e uomini capaci di amare.

La prova del nove

Quando tratta i problemi di attualità la fantascienza ha il vantaggio di essere “impegnata” e distaccata nello stesso tempo. Nei nove racconti di questa antologia, che fa idealmente seguito a “Il futuro alla gola” (Urania 438), tutti riconosceranno immediatamente l’aggancio con le più scottanti questioni di adesso: scuola, sesso, razza, Vietnam, religione… Ma questi temi la f.s. li proietta sul piano paradossale che le è proprio; e le soluzioni che politici e sociologi propongono oggi, essa le verifica col distacco che – bene o male – dovremo avere domani: quando “i giochi saranno fatti” e non resterà più che da vedere se i conti tornano. INDICE

di Isaac Asimov
**QUANTO SI DIVERTIVANO**
di Lloyd Biggle jr.
**LA PROFESSORESSA MARZIANA**
di Leigh Brackett
**I NEGRI VERDI**
di Robert Ray
**L’ESPERIENZA DI PADRE HUME**
di Robert Moore Williams
**IL MARTIRE DI METALLO**
di Brian W. Aldiss
**UN PROBLEMA BRUCIANTE**
di Fritz Leiber
**LA MASCHERA ANTISESSO**
di Bryce Walton
**RIMOZIONE D’EMERGENZA**
di Robert P. Mills
**L’INFERNO ALLE SPALLE**

Un posto anche per me

Peppino è il garzone delle consegne a domicilio. La sua merce è prelibata, ma non è per tutti. E i misteri che nasconde sono inconfessabili. Stretto sul sedile dell’autobus, Peppino non fa che parlare, come Forrest Gump sulla panchina. Parla da solo, come gli idioti: cosí pensano gli altri. Non sanno che parla a Marisa. Che a Marisa è intrecciato il suo destino. Nel suo avventuroso viaggio tra periferie dimenticate e lussuosi palazzi romani, tra una vita scellerata e i ricordi di un passato che lo tormenta, Peppino dovrà riscattarsi o soccombere per sempre. Fino a un impensabile colpo di scena.
***
‘Un uomo che viaggia da solo sull’autobus della notte porta sempre con sé un gran segreto e lo accompagnano molte vergogne. E gli uomini che custodiscono segreti e vergogne è meglio non disturbarli’.
(source: Bol.com)

Perché le nazioni falliscono. Alle origini di potenza, prosperità, e povertà

Per la scienza sociale è la madre di tutte le domande: perché ci sono paesi che diventano ricchi e paesi che restano poveri? Per quale ragione nel mondo convivono prosperità e indigenza? Alcuni si soffermano sul clima e sulla geografia. Ma il caso del Botswana, che cresce a ritmi vertiginosi mentre paesi africani vicini, come Zimbabwe, Congo e Sierra Leone, subiscono miserie e violenze, smentisce questa interpretazione. Altri chiamano in causa la cultura. Ma allora come si spiegano le enormi differenze tra il Nord e il Sud della Corea? E che dire di Nogales, Arizona, che ha un reddito prò capite tre volte più alto di Nogales, Sonora, città gemella messicana? Le origini di prosperità e povertà risiedono nelle istituzioni politiche ed economiche che le nazioni si danno. Ce lo dimostrano Daron Acemoglu e James A. Robinson, accompagnandoci in un emozionante viaggio nella storia universale, di civiltà in civiltà, di rivoluzione in rivoluzione. Dall’Impero romano alla Venezia medievale, dagli inca e i maya, distrutti dal colonialismo spagnolo, al devastante impatto della tratta degli schiavi sull’Africa tribale, dalla Cina assolutista delle dinastie Ming e Qing al nuovo assolutismo di Mao Zedong, dall’Impero ottomano alle autocrazie mediorientali, le élite dominanti preferiscono difendere i propri privilegi ed estrarre risorse dalla società che avviare un percorso di benessere per tutti.
**

Un passo avanti e due indietro

L’Uomo con la maiuscola, l’Uomo che scruta il Lontano Futuro, finisce per tornare alle Più Remote Origini. Non è un antico detto cinese, e non è solo la morale che si poteva trarre – dicono – dal film “2001: Odissea nello spazio”: è il procedimento normale dello scrittore di fantascienza, che per ogni due pagine al futuro anteriore ne ha sempre scritta una al passato remoto. Ma oggi, a quanto pare, questa proporzione si va addirittura invertendo, e la presente antologia rispecchia tale tendenza: per una De Ford che ci guida nel traffico del 2119, abbiamo uno Swanson e una Braun che ci riportano alla Bibbia e a un misterioso documento dell’antico Egitto; per un Wyndham, che si spinge avanti di un secolo, abbiamo un Reynolds che riprende (in TV) un celeberrimo episodio di Storia Romana e un Leiber che ritorna addirittura alla Genesi.
INDICE
LIVE-IN Keep moving (1968) MIRIAM ALLEN DE FORD
LA BIBBIA AVEVA RAGIONE? Leviathan (1969) LISE BRAUN
LA TAVOLA DEL CAIRO Godel numbers (1969) J. W. SWANSON
UNA VITA RIMANDATA A life postponed (1968) JOHN WYNDHAM
STORIA DEL CAPITANO E DEL SUO COMPAGNO One station of the way (1968) FRITZ LEIBER
DOV’ERA ORAZIO? Where’s Horatius (1968) MACK REYNOLDS
TEMPO CIRCOLARE Phoenix land (1969)

O tutto o niente

Un nuovo romanzo con Donald Lam e Bertha Cool, la più bizzarra coppia di investigatori che mai sia stata creata da un autore “giallo”. In realtà, il vero protagonista qui, è Donald. Lo ritroviamo socio dell’Agenzia che fu un tempo di esclusiva proprietà di Bertha. La signora Cool c’è, intendiamoci, ma, questa volta, lo spettacolo è “in onore” di Lam, che ci appare più che mai in forma… e più che mai spregiudicato.

Il mio paese inventato

Da quando attraversai le Ande ho cominciato inconsapevolmente a inventarmi un paese. Come i personaggi di alcuni suoi romanzi memorabili, Isabel Allende, segnata da un doloroso senso dell’esilio, torna con il ricordo alle sue radici, a un paese ormai “inventato” e sfocato per la lunga distanza, i traumi del golpe, la diaspora della famiglia, la sua odissea intessuta di passioni, drammi, successi. Oggi, dopo tanta vita e tanti abbandoni, tanti libri scritti e tanta nostalgia, al Cile di Isabel, immaginato e sognato, custodito come paesaggio interiore e abitato dagli spiriti dei defunti, si sovrappone un luogo finalmente reale: l’orgoglio felice delle radici, il piacere di riscoprire una parte silenziosa di se stessa dentro la familiarità delle parole, la curiosità delle conversazioni, la sorpresa dei comportamenti, l’incanto dei paesaggi luminosi, il calore e l’eccentrica vitalità dei suoi compatrioti. Così un luogo della mente diventa la tangibile terra delle origini e, se tutto questo non basta a cancellare il dolore dell’esilio, serve a dare un senso e un valore alla nostalgia.

Il messaggio nella bottiglia: Il terzo caso della Sezione Q

Il terzo caso della Sezione Q Dopo aver galleggiato sulle acque del mare per chissà quanto tempo, una bottiglia che racchiude un vecchio messaggio finisce sulla scrivania dell’ispettore Carl Mørck. Un grido di aiuto scritto con il sangue: due fratelli imprigionati in una rimessa per le barche chiedono di essere liberati. Chi sono i due ragazzi, e perché nessuno ne ha denunciato la scomparsa? Potrebbero essere ancora vivi? Carl Mørck e il suo assistente siriano Assad dovranno usare tutte le risorse disponibili per svelare la spaventosa verità che le onde del mare hanno trascinato alla deriva troppo a lungo.

Margherite per Dorothy

Lo “spazio esterno” con i suoi asteroidi e i suoi satelliti, i suoi pianeti abitati o deserti, le sue comete e le sue stelle, le sue galassie e i suoi extraterrestri malvagi o benevoli… Ecco un’antologia “classica” composta di sette variazioni sul più classico fra i temi della FS: sette note di affascinante musica spaziale che vanno dal tragico al grottesco e al patetico dopo un’inizio idilliaco che non dimenticherete.
di Ross Rocklynne MARGHERITE PER DOROTHY
di Robert Young IL FIGLIO STELLA
di C. Ashton Smith GLI IMMORTALI DI MERCURIO
di Robert Bloch MIRAGGIO CALVO
di Philip Latham COMETA IKEGAWA
di Philip K. Dick BACCO, TABACCO E… FNOOLS
di Fred Hoyle IN GABBIA

Maometto. Profeta dell’Islam e messaggero di Dio

Il carovaniere che fondò una religione e conquistò, in nome della sua fede, metà del pianeta. Talvolta anche con le armi.
**
### Sinossi
Il carovaniere che fondò una religione e conquistò, in nome della sua fede, metà del pianeta. Talvolta anche con le armi.