913–928 di 4230 risultati

La pelle dell’orso

Domenico ha dodici anni ed è sempre vissuto nel villaggio dove è nato, ai piedi delle Dolomiti. La montagna è il suo mondo e questo mondo non ha segreti per lui. Gli piace guardare le cime mentre va a scuola, dove ascolta, rapito, i racconti su Tom Sawyer, o attraversare i boschi mentre va al torrente a pescare, sognando avventure straordinarie. Ma da un po’ di tempo tutti lo mettono in guardia, perché il rischio di imbattersi nell’orso di cui tanto si parla in giro è grande. Un orso ormai diventato una leggenda nella valle: terribile, gigantesco, feroce come da quelle parti non se ne vedevano più. E non riesce a credere che suo padre, sempre così distante, ubriaco, perso, sia lo stesso uomo che adesso vuole dare la caccia all’orso e vuole partire per quella spedizione sulle montagne insieme a lui, solo loro due, via per giorni e giorni a contatto con una natura aspra, selvaggia. Ma è proprio questo che accadrà. Domenico sarà coinvolto in un’esperienza unica, spaventosa ed eccitante, dalla quale apprenderà che la natura, per quanto pericolosa, non sarà mai crudele come gli uomini. Un romanzo d’avventura che è insieme il racconto folgorante di una formazione, di ciò che succede per la prima volta, e che sarà per sempre. *«Era presto, faceva freddo e il bosco nel quale stavano per addentrarsi era buio come la notte appena passata.»*

Domenico ha dodici anni ed è sempre vissuto nel villaggio dove è nato, ai piedi delle Dolomiti. La montagna è il suo mondo e questo mondo non ha segreti per lui. Gli piace guardare le cime mentre va a scuola, dove ascolta, rapito, i racconti su Tom Sawyer, o attraversare i boschi mentre va al torrente a pescare, sognando avventure straordinarie. Ma da un po’ di tempo tutti lo mettono in guardia, perché il rischio di imbattersi nell’orso di cui tanto si parla in giro è grande. Un orso ormai diventato una leggenda nella valle: terribile, gigantesco, feroce come da quelle parti non se ne vedevano più. E non riesce a credere che suo padre, sempre così distante, ubriaco, perso, sia lo stesso uomo che adesso vuole dare la caccia all’orso e vuole partire per quella spedizione sulle montagne insieme a lui, solo loro due, via per giorni e giorni a contatto con una natura aspra, selvaggia. Ma è proprio questo che accadrà. Domenico sarà coinvolto in un’esperienza unica, spaventosa ed eccitante, dalla quale apprenderà che la natura, per quanto pericolosa, non sarà mai crudele come gli uomini. Un romanzo d’avventura che è insieme il racconto folgorante di una formazione, di ciò che succede per la prima volta, e che sarà per sempre. *«Era presto, faceva freddo e il bosco nel quale stavano per addentrarsi era buio come la notte appena passata.»*

Only registered users can download this free product.

Il Nuovo Ordine Erotico

C’è stato un tempo in cui il diktat del capitale conosceva dei limiti. Si arrestava ai cancelli della fabbrica: oltre, la vita scorreva in forme che non si lasciavano imbrigliare nell’orizzonte limitato della logica di produzione e dello scambio di merci. Quel tempo è ormai lontano. Oggi, alla so- cietà basata sull’economia di mercato si è sostituita una società di mercato e basta.Viviamo in un mondo «a capitalismo integrale e mercificazione sconfinata». Il che, è chiaro, coinvolge anche la sfera dell’affet- tività e dell’erotismo. Il globalitarismo al potere – nuovo totalitarismo glamour onniavvolgente – ci vuole precari e omologati, neutri anche in amore. Novelli Don Giovanni, figura emblema- tica dell’instabilità amorosa e dell’isolazionismo sentimentale. Le relazioni solide, basate su progetti di vita condivisi e una visione dell’amore come forza eterna, cedono il passo a forme consumistiche di rapporto: incontri fugaci e privi di conseguenze, legami occasionali facili tanto da instaurare quanto da spezzare, sesso virtualizzato e rapporti online. Dalla precarizzazione erotica e sentimentale alla femminizzazione del maschio, dal nuovo femminismo postmoderno alla crisi della famiglia, dalla gendercrazia al trionfo del neutro indifferenziato unisex, Diego Fusaro accompagna il lettore attraverso i temi principali di una riflessione che ci coinvolge tutti, in quanto esseri eminentemente amorosi. E se a cadere sono addirittura i fondamenti più intimi del rapporto interpersonale, cosa può esserne della struttura sociale che ci ac- coglie, della nostra «famiglia allargata»? Il filosofo italiano più critico e controcorrente del nostro tempo ci invita a riflettere sul nuovo ordine amoroso globalizzato e deregolamentato. Per scoprire che il laissez-faire del liberismo economico e di quello sentimentale sono – paradossalmente – due facce della stessa medaglia.

C’è stato un tempo in cui il diktat del capitale conosceva dei limiti. Si arrestava ai cancelli della fabbrica: oltre, la vita scorreva in forme che non si lasciavano imbrigliare nell’orizzonte limitato della logica di produzione e dello scambio di merci. Quel tempo è ormai lontano. Oggi, alla so- cietà basata sull’economia di mercato si è sostituita una società di mercato e basta.Viviamo in un mondo «a capitalismo integrale e mercificazione sconfinata». Il che, è chiaro, coinvolge anche la sfera dell’affet- tività e dell’erotismo. Il globalitarismo al potere – nuovo totalitarismo glamour onniavvolgente – ci vuole precari e omologati, neutri anche in amore. Novelli Don Giovanni, figura emblema- tica dell’instabilità amorosa e dell’isolazionismo sentimentale. Le relazioni solide, basate su progetti di vita condivisi e una visione dell’amore come forza eterna, cedono il passo a forme consumistiche di rapporto: incontri fugaci e privi di conseguenze, legami occasionali facili tanto da instaurare quanto da spezzare, sesso virtualizzato e rapporti online. Dalla precarizzazione erotica e sentimentale alla femminizzazione del maschio, dal nuovo femminismo postmoderno alla crisi della famiglia, dalla gendercrazia al trionfo del neutro indifferenziato unisex, Diego Fusaro accompagna il lettore attraverso i temi principali di una riflessione che ci coinvolge tutti, in quanto esseri eminentemente amorosi. E se a cadere sono addirittura i fondamenti più intimi del rapporto interpersonale, cosa può esserne della struttura sociale che ci ac- coglie, della nostra «famiglia allargata»? Il filosofo italiano più critico e controcorrente del nostro tempo ci invita a riflettere sul nuovo ordine amoroso globalizzato e deregolamentato. Per scoprire che il laissez-faire del liberismo economico e di quello sentimentale sono – paradossalmente – due facce della stessa medaglia.

Only registered users can download this free product.

In Difesa Delle Cause Perse

La rivoluzione globale è una causa persa? I valori universali sono reliquie di un’età perduta o di un’epoca superata? Per paura dell’orrore totalitario che abbiamo alle spalle, siamo costretti a rassegnarci a una misera terza via fatta di liberismo in economia e di pura amministrazione dell’esistente in politica? Nella sua opera maggiore degli ultimi anni, che ha acceso feroci controversie nel mondo inglese e ne ha consacrato il successo presso un vasto pubblico, il cecchino filosofico Slavoj Žižek mira all’ideologia regnante, sostenendo che dobbiamo riappropriarci di numerose «cause perse» e cercare un nocciolo di verità nelle politiche totalitarie della modernità. Perché se è vero che i Terrori di Robespierre, di Mao e dei bolscevichi si sono rivelati catastrofici fallimenti, questo giudizio non racconta tuttavia l’intera storia: in ciascuno di essi è presente un’aspirazione di «redenzione», che va del tutto persa nelle società liberaldemocratiche, con il loro (proclamato) rifiuto dell’autoritarismo e la loro (ipocrita) esaltazione di una politica soft, consensuale e decentralizzata. Le ricette? Žižek non lesina massimalismi e ripropone in declinazioni contemporanee ma senza attenuazioni le categorie di giustizia rivoluzionaria e uguaglianza universale. Il risultato è una salutare staffilata d’utopia, un balsamo di rara forza per i nostri giorni angusti e le nostre menti rese asfittiche dal pensiero unico, un libro capace di guardare con occhi nuovi ai più vari fenomeni culturali e politici del mondo d’oggi e di farci «pensare l’impensabile» con strumenti impensati. Un libro che rischia molto, certo, e che sfida la possibilità della disfatta, in nome di quanto scriveva Samuel Beckett in Worstward Ho: «Prova ancora. Fallisci ancora. Fallisci meglio».

La rivoluzione globale è una causa persa? I valori universali sono reliquie di un’età perduta o di un’epoca superata? Per paura dell’orrore totalitario che abbiamo alle spalle, siamo costretti a rassegnarci a una misera terza via fatta di liberismo in economia e di pura amministrazione dell’esistente in politica? Nella sua opera maggiore degli ultimi anni, che ha acceso feroci controversie nel mondo inglese e ne ha consacrato il successo presso un vasto pubblico, il cecchino filosofico Slavoj Žižek mira all’ideologia regnante, sostenendo che dobbiamo riappropriarci di numerose «cause perse» e cercare un nocciolo di verità nelle politiche totalitarie della modernità. Perché se è vero che i Terrori di Robespierre, di Mao e dei bolscevichi si sono rivelati catastrofici fallimenti, questo giudizio non racconta tuttavia l’intera storia: in ciascuno di essi è presente un’aspirazione di «redenzione», che va del tutto persa nelle società liberaldemocratiche, con il loro (proclamato) rifiuto dell’autoritarismo e la loro (ipocrita) esaltazione di una politica soft, consensuale e decentralizzata. Le ricette? Žižek non lesina massimalismi e ripropone in declinazioni contemporanee ma senza attenuazioni le categorie di giustizia rivoluzionaria e uguaglianza universale. Il risultato è una salutare staffilata d’utopia, un balsamo di rara forza per i nostri giorni angusti e le nostre menti rese asfittiche dal pensiero unico, un libro capace di guardare con occhi nuovi ai più vari fenomeni culturali e politici del mondo d’oggi e di farci «pensare l’impensabile» con strumenti impensati. Un libro che rischia molto, certo, e che sfida la possibilità della disfatta, in nome di quanto scriveva Samuel Beckett in Worstward Ho: «Prova ancora. Fallisci ancora. Fallisci meglio».

Only registered users can download this free product.

La galassia mente

Cento miliardi, o forse più, sono le galassie che abitano l’universo. E cento miliardi, o forse più, sono le cellule nervose che albergano nel nostro cervello. Ma tra l’universo cosmico e quello cerebrale non esiste solo una coincidenza di numeri. Il concetto di infinito è nel caso dell’universo riferito allo spazio cosmico, in quello cerebrale all’elaborazione sconfinata del pensiero. Questa facoltà, nel corso dei millenni, ha spinto l’uomo a salire, uno per uno, i gradini più alti del progresso culturale e gli offre la possibilità di ispezionare i più intimi segreti della mente. Rita Levi Montalcini ricostruisce l’evoluzione del sistema nervoso al fine di capire come si sia arrivati a quella formidabile struttura che è il cervello umano.

Cento miliardi, o forse più, sono le galassie che abitano l’universo. E cento miliardi, o forse più, sono le cellule nervose che albergano nel nostro cervello. Ma tra l’universo cosmico e quello cerebrale non esiste solo una coincidenza di numeri. Il concetto di infinito è nel caso dell’universo riferito allo spazio cosmico, in quello cerebrale all’elaborazione sconfinata del pensiero. Questa facoltà, nel corso dei millenni, ha spinto l’uomo a salire, uno per uno, i gradini più alti del progresso culturale e gli offre la possibilità di ispezionare i più intimi segreti della mente. Rita Levi Montalcini ricostruisce l’evoluzione del sistema nervoso al fine di capire come si sia arrivati a quella formidabile struttura che è il cervello umano.

Only registered users can download this free product.

Il Caso Kodra

Milano, una fredda sera di gennaio. Una donna viene investita sotto casa da un’auto che fugge; di lì a poco muore al Policlinico, dopo aver pronunciato una sola parola incomprensibile, forse un nome. Paola, Pola, ma potrebbe essere anche Paolo, tanto la voce era flebile, sostiene l’infermiera che l’ha assistita. La nebbia è fitta, sulla città e sulle indagini: non ci sono testimoni attendibili e il caso sta per essere archiviato. Ma il nome di via Catalani, la strada in cui è avvenuto l’incidente, evoca nel vice commissario Giulio Ambrosio ricordi e nostalgie. Decide così di occuparsi direttamente del caso, in cui qualcosa non torna: forse non si è trattato solo di una sventura, forse la povera signora Kodra non è stata vittima di un pirata della strada ma di un assassino. Chi era Anna Kodra? Chi poteva volerla morta? E perché?

Milano, una fredda sera di gennaio. Una donna viene investita sotto casa da un’auto che fugge; di lì a poco muore al Policlinico, dopo aver pronunciato una sola parola incomprensibile, forse un nome. Paola, Pola, ma potrebbe essere anche Paolo, tanto la voce era flebile, sostiene l’infermiera che l’ha assistita. La nebbia è fitta, sulla città e sulle indagini: non ci sono testimoni attendibili e il caso sta per essere archiviato. Ma il nome di via Catalani, la strada in cui è avvenuto l’incidente, evoca nel vice commissario Giulio Ambrosio ricordi e nostalgie. Decide così di occuparsi direttamente del caso, in cui qualcosa non torna: forse non si è trattato solo di una sventura, forse la povera signora Kodra non è stata vittima di un pirata della strada ma di un assassino. Chi era Anna Kodra? Chi poteva volerla morta? E perché?

Only registered users can download this free product.

A Sua Insaputa

Le poesie di Vendola e Bossi, i dialoghi tra Di Pietro e i suoi pulcini, le vacanze di Formigoni, i complessi estetici di D’Alema. Mentre la Seconda Repubblica arriva al capolinea, quattordici dei suoi protagonisti si raccontano. Per la prima volta a loro insaputa. Lo fanno attraverso un esilarante blob costruito con le frasi più surreali e divertenti rilasciate in centinaia di interviste, conferenze stampa, comparsate televisive, autobiografie ufficiali e intercettazioni, mixate in una lunga confessione senza freni inibitori. Ogni ritratto si trasforma in un monologo ininterrotto che rivela vizi, tic, contraddizioni ideali e caratteriali di un’intera classe dirigente. Da Bersani a Fini a Bertinotti a D’Alema, passando per Mastella, Prodi e Casini, tutti si confessano in prima persona. Tutti tranne Silvio Berlusconi. A raccontare il Cavaliere ci pensano le donne che lo hanno conosciuto. In un crescendo molto poco istituzionale che dal bunga bunga arriva allo squit squit, ultima moda delle cene di Arcore.

Le poesie di Vendola e Bossi, i dialoghi tra Di Pietro e i suoi pulcini, le vacanze di Formigoni, i complessi estetici di D’Alema. Mentre la Seconda Repubblica arriva al capolinea, quattordici dei suoi protagonisti si raccontano. Per la prima volta a loro insaputa. Lo fanno attraverso un esilarante blob costruito con le frasi più surreali e divertenti rilasciate in centinaia di interviste, conferenze stampa, comparsate televisive, autobiografie ufficiali e intercettazioni, mixate in una lunga confessione senza freni inibitori. Ogni ritratto si trasforma in un monologo ininterrotto che rivela vizi, tic, contraddizioni ideali e caratteriali di un’intera classe dirigente. Da Bersani a Fini a Bertinotti a D’Alema, passando per Mastella, Prodi e Casini, tutti si confessano in prima persona. Tutti tranne Silvio Berlusconi. A raccontare il Cavaliere ci pensano le donne che lo hanno conosciuto. In un crescendo molto poco istituzionale che dal bunga bunga arriva allo squit squit, ultima moda delle cene di Arcore.

Only registered users can download this free product.

Il nascondiglio segreto di Parigi

**Commovente come Il diario di Anne Frank
Indimenticabile come Schindler’s List Parigi durante l’occupazione nazista, 1942.**
L’architetto Lucien Bernard accetta un incarico dal compenso strabiliante, e dai rischi altrettanto spaventosi. Deve progettare un nascondiglio per un ebreo in una splendida casa, un rifugio che neppure il colonnello Schlegal, il più scaltro e determinato dei nazisti a caccia di ebrei sia in grado di trovare. Lucien sa benissimo di rischiare la morte o peggio l’arresto da parte della Gestapo, ma se farà un buon lavoro potrà arricchirsi e farla franca. E poi, lui degli ebrei non si è mai interessato granché, li considera gente da cui è meglio stare lontano, per evitare di condividerne il destino. Insieme alla sua tecnica crescono gli incarichi e i rifugi diventano decine. Finché, un brutto giorno, uno di questi viene scoperto per caso. E tutto cambia: Lucien dovrà lottare con il suo ingegno per se stesso e per le persone che ama. La loro vita è ormai la posta in gioco…
Con straordinaria ricchezza di dettagli architettonici e storici, un libro straordinario sul sottile confine tra il Male e il Bene. **Durante l’occupazione nazista di Parigi un architetto costruisce decine di ingegnosi nascondigli per gli ebrei. Ma ora potrebbe perdere tutto ciò che ama.** «Lo stile asciutto e scorrevole e i personaggi memorabili fanno di questo autore il nuovo Ken Follett.»
**Booklist Da leggere assolutamente per il «New York Post»
Un esordio eccellente per «USA Today»** **Charles Belfoure** Formatosi al Pratt Institute e alla Columbia University, è architetto di professione. Ha pubblicato diversi saggi, uno dei quali ha ricevuto il Graham Foundation per le ricerche in campo architettonico. Ha collaborato con il «Baltimore Sun» e il «New York Times». Vive nel Maryland. *Il nascondiglio segreto di Parigi* è il suo primo romanzo.

**Commovente come Il diario di Anne Frank
Indimenticabile come Schindler’s List Parigi durante l’occupazione nazista, 1942.**
L’architetto Lucien Bernard accetta un incarico dal compenso strabiliante, e dai rischi altrettanto spaventosi. Deve progettare un nascondiglio per un ebreo in una splendida casa, un rifugio che neppure il colonnello Schlegal, il più scaltro e determinato dei nazisti a caccia di ebrei sia in grado di trovare. Lucien sa benissimo di rischiare la morte o peggio l’arresto da parte della Gestapo, ma se farà un buon lavoro potrà arricchirsi e farla franca. E poi, lui degli ebrei non si è mai interessato granché, li considera gente da cui è meglio stare lontano, per evitare di condividerne il destino. Insieme alla sua tecnica crescono gli incarichi e i rifugi diventano decine. Finché, un brutto giorno, uno di questi viene scoperto per caso. E tutto cambia: Lucien dovrà lottare con il suo ingegno per se stesso e per le persone che ama. La loro vita è ormai la posta in gioco…
Con straordinaria ricchezza di dettagli architettonici e storici, un libro straordinario sul sottile confine tra il Male e il Bene. **Durante l’occupazione nazista di Parigi un architetto costruisce decine di ingegnosi nascondigli per gli ebrei. Ma ora potrebbe perdere tutto ciò che ama.** «Lo stile asciutto e scorrevole e i personaggi memorabili fanno di questo autore il nuovo Ken Follett.»
**Booklist Da leggere assolutamente per il «New York Post»
Un esordio eccellente per «USA Today»** **Charles Belfoure** Formatosi al Pratt Institute e alla Columbia University, è architetto di professione. Ha pubblicato diversi saggi, uno dei quali ha ricevuto il Graham Foundation per le ricerche in campo architettonico. Ha collaborato con il «Baltimore Sun» e il «New York Times». Vive nel Maryland. *Il nascondiglio segreto di Parigi* è il suo primo romanzo.

Only registered users can download this free product.

Impara a negoziare con successo

Saper negoziare significa saper comunicare: IMPARA A NEGOZIARE CON SUCCESSO! Scopri come devi porti con l’interlocutore, cosa devi comunicare, come devi farlo, cosa è corretto dire o non dire. In questo e-book, il grande coach Claudio Belotti, rivela i metodi di approccio e il comportamento da tenere, per portare a buon fine una trattativa. Di qualunque genere sia. Se hai imparato a conoscere Claudio Belotti, sai che mantiene le sue promesse: i suoi consigli e le tecniche di comunicazione in negoziazione ancora una volta ti accompagneranno verso un traguardo possibile e di successo. 

Saper negoziare significa saper comunicare: IMPARA A NEGOZIARE CON SUCCESSO! Scopri come devi porti con l’interlocutore, cosa devi comunicare, come devi farlo, cosa è corretto dire o non dire. In questo e-book, il grande coach Claudio Belotti, rivela i metodi di approccio e il comportamento da tenere, per portare a buon fine una trattativa. Di qualunque genere sia. Se hai imparato a conoscere Claudio Belotti, sai che mantiene le sue promesse: i suoi consigli e le tecniche di comunicazione in negoziazione ancora una volta ti accompagneranno verso un traguardo possibile e di successo. 

Only registered users can download this free product.

Terra: Storia di un’idea

Il nostro pianeta è stato osservato da molte angolazioni. I grandi esploratori europei ne hanno disegnato il volto, gli astronauti hanno visto la famosa ‘biglia blu’, i fisici ne hanno immaginato l’inizio, Darwin ha descritto come sono andate le cose per la vita che ospita.
Marco Ciardi ripercorre la storia del pianeta con gli occhi della nostra cultura scientifica, attraversando discipline ed epoche, in un viaggio davvero globale.
Mauro Capocci, “Le Scienze”
L’avvincente storia raccontata da Ciardi è la storia delle immagini della terra che la scienza nel tempo ha imposto e continua a imporre al senso comune, spazzando via il mito e le credenze della fisica ingenua. Ma è anche la storia di quella idea ‘emozionale’ della terra, non meno incantata dell’idea del cielo quando a essa si aggiunga un senso di appartenenza (dalla terra nasciamo e in terra torniamo) o di approdo sicuro.
Alessandro Pagnini, “Il Sole 24 Ore”
A partire dalla nascita della scienza moderna nel 1600, Marco Ciardi racconta il modo in cui è cambiata l’idea della Terra nel mondo occidentale e di come, a sua volta, essa abbia modificato il ruolo dell’umanità sul pianeta e il suo rapporto con l’ambiente e le risorse naturali. Ricco di curiosità e di accostamenti sorprendenti, il libro è un brillante esempio di divulgazione scientifica. **
### Sinossi
Il nostro pianeta è stato osservato da molte angolazioni. I grandi esploratori europei ne hanno disegnato il volto, gli astronauti hanno visto la famosa ‘biglia blu’, i fisici ne hanno immaginato l’inizio, Darwin ha descritto come sono andate le cose per la vita che ospita.
Marco Ciardi ripercorre la storia del pianeta con gli occhi della nostra cultura scientifica, attraversando discipline ed epoche, in un viaggio davvero globale.
Mauro Capocci, “Le Scienze”
L’avvincente storia raccontata da Ciardi è la storia delle immagini della terra che la scienza nel tempo ha imposto e continua a imporre al senso comune, spazzando via il mito e le credenze della fisica ingenua. Ma è anche la storia di quella idea ‘emozionale’ della terra, non meno incantata dell’idea del cielo quando a essa si aggiunga un senso di appartenenza (dalla terra nasciamo e in terra torniamo) o di approdo sicuro.
Alessandro Pagnini, “Il Sole 24 Ore”
A partire dalla nascita della scienza moderna nel 1600, Marco Ciardi racconta il modo in cui è cambiata l’idea della Terra nel mondo occidentale e di come, a sua volta, essa abbia modificato il ruolo dell’umanità sul pianeta e il suo rapporto con l’ambiente e le risorse naturali. Ricco di curiosità e di accostamenti sorprendenti, il libro è un brillante esempio di divulgazione scientifica.

Il nostro pianeta è stato osservato da molte angolazioni. I grandi esploratori europei ne hanno disegnato il volto, gli astronauti hanno visto la famosa ‘biglia blu’, i fisici ne hanno immaginato l’inizio, Darwin ha descritto come sono andate le cose per la vita che ospita.
Marco Ciardi ripercorre la storia del pianeta con gli occhi della nostra cultura scientifica, attraversando discipline ed epoche, in un viaggio davvero globale.
Mauro Capocci, “Le Scienze”
L’avvincente storia raccontata da Ciardi è la storia delle immagini della terra che la scienza nel tempo ha imposto e continua a imporre al senso comune, spazzando via il mito e le credenze della fisica ingenua. Ma è anche la storia di quella idea ‘emozionale’ della terra, non meno incantata dell’idea del cielo quando a essa si aggiunga un senso di appartenenza (dalla terra nasciamo e in terra torniamo) o di approdo sicuro.
Alessandro Pagnini, “Il Sole 24 Ore”
A partire dalla nascita della scienza moderna nel 1600, Marco Ciardi racconta il modo in cui è cambiata l’idea della Terra nel mondo occidentale e di come, a sua volta, essa abbia modificato il ruolo dell’umanità sul pianeta e il suo rapporto con l’ambiente e le risorse naturali. Ricco di curiosità e di accostamenti sorprendenti, il libro è un brillante esempio di divulgazione scientifica. **
### Sinossi
Il nostro pianeta è stato osservato da molte angolazioni. I grandi esploratori europei ne hanno disegnato il volto, gli astronauti hanno visto la famosa ‘biglia blu’, i fisici ne hanno immaginato l’inizio, Darwin ha descritto come sono andate le cose per la vita che ospita.
Marco Ciardi ripercorre la storia del pianeta con gli occhi della nostra cultura scientifica, attraversando discipline ed epoche, in un viaggio davvero globale.
Mauro Capocci, “Le Scienze”
L’avvincente storia raccontata da Ciardi è la storia delle immagini della terra che la scienza nel tempo ha imposto e continua a imporre al senso comune, spazzando via il mito e le credenze della fisica ingenua. Ma è anche la storia di quella idea ‘emozionale’ della terra, non meno incantata dell’idea del cielo quando a essa si aggiunga un senso di appartenenza (dalla terra nasciamo e in terra torniamo) o di approdo sicuro.
Alessandro Pagnini, “Il Sole 24 Ore”
A partire dalla nascita della scienza moderna nel 1600, Marco Ciardi racconta il modo in cui è cambiata l’idea della Terra nel mondo occidentale e di come, a sua volta, essa abbia modificato il ruolo dell’umanità sul pianeta e il suo rapporto con l’ambiente e le risorse naturali. Ricco di curiosità e di accostamenti sorprendenti, il libro è un brillante esempio di divulgazione scientifica.

Only registered users can download this free product.

Sfida di seduzione

Inghilterra, 1810 – Nessuno dei fratelli Redgrave può dirsi al sicuro. La rediviva e inquietante Society tesse le sue trame nell’ombra e fino a quando certi scandalosi diari della setta non saranno recuperati e distrutti, la minaccia permane. La più determinata nella ricerca è la giovane e impulsiva Lady Katherine che, desiderosa di vivere un’eccitante avventura, butta all’aria l’intera tenuta di famiglia pur di trovare ciò che sta cercando. Qualcuno però ha deciso di metterle i bastoni tra le ruote. Si tratta di Simon Ravenbill, Marchese di Singleton, ansioso a sua volta di essere il primo a rintracciare gli scritti incriminati. Forse l’unica soluzione è unire le forze, procedendo insieme nell’impresa. Ma un nuovo problema si presenta a questo punto: come fingere indifferenza quando un feroce desiderio sembra crepitare tra loro a ogni sguardo e un’attrazione irresistibile li spinge inesorabilmente l’uno nelle braccia dell’altra? Anche l’alta società inglese nasconde segreti inconfessabili.

Inghilterra, 1810 – Nessuno dei fratelli Redgrave può dirsi al sicuro. La rediviva e inquietante Society tesse le sue trame nell’ombra e fino a quando certi scandalosi diari della setta non saranno recuperati e distrutti, la minaccia permane. La più determinata nella ricerca è la giovane e impulsiva Lady Katherine che, desiderosa di vivere un’eccitante avventura, butta all’aria l’intera tenuta di famiglia pur di trovare ciò che sta cercando. Qualcuno però ha deciso di metterle i bastoni tra le ruote. Si tratta di Simon Ravenbill, Marchese di Singleton, ansioso a sua volta di essere il primo a rintracciare gli scritti incriminati. Forse l’unica soluzione è unire le forze, procedendo insieme nell’impresa. Ma un nuovo problema si presenta a questo punto: come fingere indifferenza quando un feroce desiderio sembra crepitare tra loro a ogni sguardo e un’attrazione irresistibile li spinge inesorabilmente l’uno nelle braccia dell’altra? Anche l’alta società inglese nasconde segreti inconfessabili.

Only registered users can download this free product.

Senza Banche – Bitcoin La Moneta Di Internet

Senza banche, governi o autorità centrale, Bitcoin è una moneta elettronica generata dalla potenza di calcolo dei computer di chiunque voglia partecipare alla rete
Bitcoin non ha un’organizzazione o un’autorità centrale. Non è un prodotto rilasciato da una multinazionale ma una merce digitale che si autosostiene, mimando la scarsità dell’oro. I database sono tutti salvati collettivamente nella rete usando un network peer-to-peer simile alle reti utilizzate da servizi di file sharing come BitTorrent: matematica e crittografia
Per Paul Krugman, premio Nobel per l’economia, Bitcoin è un bene rifugio come l’oro. Perché è programmato in maniera da deflazionare la creazione della moneta, al contrario della tradizionale moneta cartacea che viene inflazionata stampando moneta
Bitcoin a fine marzo 2013 viene cambiato attorno a 90 dollari. Bitcon ha chiuso il 2012 a 13 dollari. Un anno prima valeva 4,5 dollari
Perché i Bitcoin sono diventati il simbolo di una nuova concezione dell’economia, slegata dal controllo della politica?
Una nuova concezione che parte da Linux, dallo spirito open source, dal web. Da “Hacker, scienziati e pionieri”. La novità economica è che Bitcoin non è soggetto a svalutazione, in tempo di crisi questo può essere una risorsa non solo in paesi ad altissima svalutazione come Argentina, Zimbabwe o Iran.
Gavin Andresen (sviluppatore capo del progetto Bitcoin fin dalla sparizione di Satoshi) spiegava, in un intervento di due anni fa il ruolo dei “cypherpunks” (termine ufficializzato dal libro omonimo di Julian Assange del 2012): attivisti che utilizzano le loro conoscenze crittografiche per contribuire a un cambiamento politico e sociale. Chi sono? Oltre allo stesso Assange di Wikileaks, tra gli altri John Gilmore de l’Electronic Frontier Foundation e Bram Cohen creatore di BitTorrent e, sempre con maggiore evidenza, Satoshi Nakamoto, creatore di Bitcoin
[http://www.youtube.com/watch?v=4f3E_j…](http://www.youtube.com/watch?v=4f3E_jddoq0)
Quale potrebbe essere la possibile evoluzione della moneta elettronica?
Quanti anni ci sono voluti per stabilire le caratteristiche e il cambio dell’euro, stampare le monete, adattare i bancomat, e tutto il resto? Bitcoin sta vivendo la sua prima maturità; viene adottato da oltre 2000 negozianti che utilizzano il servizio Bitpay (e Bitcoin per chi vende è più sicuro delle carte di credito e con costi infinitesimali); la piattaforma blog Wordpress e il forum Reddit la utilizzano per i servizi a pagamento o microdonazioni tra utenti. Una moneta parallela, ma per qualcuno l’unico modo per acquistare i servizi di Wordpress: Paypal e i gestori di carte di credito bloccano gli accessi in oltre 60 paesi; in Etiopia, ad Haiti o in Iraq
Perché la stampa mainstream ha definito i Bitcoin terreno fertile per la criminalità?
Innanzi tutto perchè esiste Silk Road, una specie di ebay, dove vengono vendute droghe e armi; il sito accetta pagamenti solo in Bitcoin e l’anonimato è garantito dalla rete Tor
Il fatto che la stampa italiana per anni abbia parlato solo di questo quando parlava di Bitcoin è indice di superficialità, con notizie spesso scopiazzate da The independent di Murdoch o Wired
L’Economist o Forbes invece con lo specialista Matonis esegeta di Bitcoin o visioni ad ampio respiro su Amazon Coin sono molto attenti al fenomeno Bitcoin e moneta elettronica
Timothy B. Lee (Forbes, 14 febbraio 2013)
Perchè non sono pronto a vendere i miei Bitcoin
Così il nuovo aumento di valore di Bitcoin è una bolla? Io non credo.

Senza banche, governi o autorità centrale, Bitcoin è una moneta elettronica generata dalla potenza di calcolo dei computer di chiunque voglia partecipare alla rete
Bitcoin non ha un’organizzazione o un’autorità centrale. Non è un prodotto rilasciato da una multinazionale ma una merce digitale che si autosostiene, mimando la scarsità dell’oro. I database sono tutti salvati collettivamente nella rete usando un network peer-to-peer simile alle reti utilizzate da servizi di file sharing come BitTorrent: matematica e crittografia
Per Paul Krugman, premio Nobel per l’economia, Bitcoin è un bene rifugio come l’oro. Perché è programmato in maniera da deflazionare la creazione della moneta, al contrario della tradizionale moneta cartacea che viene inflazionata stampando moneta
Bitcoin a fine marzo 2013 viene cambiato attorno a 90 dollari. Bitcon ha chiuso il 2012 a 13 dollari. Un anno prima valeva 4,5 dollari
Perché i Bitcoin sono diventati il simbolo di una nuova concezione dell’economia, slegata dal controllo della politica?
Una nuova concezione che parte da Linux, dallo spirito open source, dal web. Da “Hacker, scienziati e pionieri”. La novità economica è che Bitcoin non è soggetto a svalutazione, in tempo di crisi questo può essere una risorsa non solo in paesi ad altissima svalutazione come Argentina, Zimbabwe o Iran.
Gavin Andresen (sviluppatore capo del progetto Bitcoin fin dalla sparizione di Satoshi) spiegava, in un intervento di due anni fa il ruolo dei “cypherpunks” (termine ufficializzato dal libro omonimo di Julian Assange del 2012): attivisti che utilizzano le loro conoscenze crittografiche per contribuire a un cambiamento politico e sociale. Chi sono? Oltre allo stesso Assange di Wikileaks, tra gli altri John Gilmore de l’Electronic Frontier Foundation e Bram Cohen creatore di BitTorrent e, sempre con maggiore evidenza, Satoshi Nakamoto, creatore di Bitcoin
[http://www.youtube.com/watch?v=4f3E_j…](http://www.youtube.com/watch?v=4f3E_jddoq0)
Quale potrebbe essere la possibile evoluzione della moneta elettronica?
Quanti anni ci sono voluti per stabilire le caratteristiche e il cambio dell’euro, stampare le monete, adattare i bancomat, e tutto il resto? Bitcoin sta vivendo la sua prima maturità; viene adottato da oltre 2000 negozianti che utilizzano il servizio Bitpay (e Bitcoin per chi vende è più sicuro delle carte di credito e con costi infinitesimali); la piattaforma blog Wordpress e il forum Reddit la utilizzano per i servizi a pagamento o microdonazioni tra utenti. Una moneta parallela, ma per qualcuno l’unico modo per acquistare i servizi di Wordpress: Paypal e i gestori di carte di credito bloccano gli accessi in oltre 60 paesi; in Etiopia, ad Haiti o in Iraq
Perché la stampa mainstream ha definito i Bitcoin terreno fertile per la criminalità?
Innanzi tutto perchè esiste Silk Road, una specie di ebay, dove vengono vendute droghe e armi; il sito accetta pagamenti solo in Bitcoin e l’anonimato è garantito dalla rete Tor
Il fatto che la stampa italiana per anni abbia parlato solo di questo quando parlava di Bitcoin è indice di superficialità, con notizie spesso scopiazzate da The independent di Murdoch o Wired
L’Economist o Forbes invece con lo specialista Matonis esegeta di Bitcoin o visioni ad ampio respiro su Amazon Coin sono molto attenti al fenomeno Bitcoin e moneta elettronica
Timothy B. Lee (Forbes, 14 febbraio 2013)
Perchè non sono pronto a vendere i miei Bitcoin
Così il nuovo aumento di valore di Bitcoin è una bolla? Io non credo.

Only registered users can download this free product.

Quello che voglio da te

Francesca non dimenticherà mai la sera della festa nel grattacielo della Noble Enterprises. La sera in cui ha conosciuto lui: Ian Noble. Aria sicura e arrogante, due occhi che ti incatenano, il sorriso irresistibile, Ian è il giovanissimo capitano di un’azienda miliardaria, ed è da sempre abituato ad avere tutto quello che vuole. E tutte quelle che vuole. Compresa Francesca. Era nata così la loro storia, durante quella festa, quando lei era solo una squattrinata studentessa d’arte, e lui il suo magnanimo e irraggiungibile benefattore. Una storia che aveva travolto Francesca come non si sarebbe mai aspettata. Ora però, dopo giorni di passione intensissima, Ian è scomparso. Da sei mesi non dà più notizie di sé, e Francesca non sa cosa fare. Ma quando lui improvvisamente ricompare, senza dare spiegazioni, e dicendole soltanto che non può prometterle nulla, per Francesca comincia un nuovo viaggio. Un viaggio pericoloso e fatale dentro il passato di Ian, e i segreti che lui ancora le nasconde. E non importa quali scoperte la aspettino, l’unica cosa che Francesca sa per certo è che di lui, adesso, vuole la cosa più preziosa, che finora non è mai appartenuta a nessuna: il suo cuore. Con il suo mix di eros, romanticismo e straordinaria maestria narrativa, dopo il successo di “Quello che mi lega a te” Beth Kery ci fa un nuovo, eccezionale regalo: una storia che incanta, emoziona e, semplicemente, fa innamorare.

Francesca non dimenticherà mai la sera della festa nel grattacielo della Noble Enterprises. La sera in cui ha conosciuto lui: Ian Noble. Aria sicura e arrogante, due occhi che ti incatenano, il sorriso irresistibile, Ian è il giovanissimo capitano di un’azienda miliardaria, ed è da sempre abituato ad avere tutto quello che vuole. E tutte quelle che vuole. Compresa Francesca. Era nata così la loro storia, durante quella festa, quando lei era solo una squattrinata studentessa d’arte, e lui il suo magnanimo e irraggiungibile benefattore. Una storia che aveva travolto Francesca come non si sarebbe mai aspettata. Ora però, dopo giorni di passione intensissima, Ian è scomparso. Da sei mesi non dà più notizie di sé, e Francesca non sa cosa fare. Ma quando lui improvvisamente ricompare, senza dare spiegazioni, e dicendole soltanto che non può prometterle nulla, per Francesca comincia un nuovo viaggio. Un viaggio pericoloso e fatale dentro il passato di Ian, e i segreti che lui ancora le nasconde. E non importa quali scoperte la aspettino, l’unica cosa che Francesca sa per certo è che di lui, adesso, vuole la cosa più preziosa, che finora non è mai appartenuta a nessuna: il suo cuore. Con il suo mix di eros, romanticismo e straordinaria maestria narrativa, dopo il successo di “Quello che mi lega a te” Beth Kery ci fa un nuovo, eccezionale regalo: una storia che incanta, emoziona e, semplicemente, fa innamorare.

Only registered users can download this free product.

Nuova vita – La forza dell’erede – Seconda parte

Shayl’n Til Lech, principessa dei Lupi Grigi e sovrana delle Tigri Bianche, è finalmente tornata a casa, dove cerca di ricostruire una nuova vita con la famiglia e le persone che le sono più care e di mettere in ordine un mondo che non la soddisfa; è decisa infatti a tornare dagli Spiriti del Male e creare un esercito di Lupi e Tigri che possa dimostrare la pace tra le due Razze.Dietro questi progetti, però, si nascondono mille insidie, perché per alcuni la pace è un concetto ancora lontano; perché strane figure si nascondono nelle regioni di Nuova Terra; perché la sua giovane famiglia è stata divisa per troppo tempo; e perché Shay porta con sé un segreto che non vuole rivelare. Nonostante tutto, non ha alcuna intenzione di abbandonare il suo sogno di una nuova vita a cui hanno diritto i suoi regni, l’Africa, Dahal e lei stessa: in bilico tra il desiderio di una giustizia duratura e di una famiglia normale, per ricostruirle e sopravvivere, Shayl’n ha bisogno di tutta la forza del suo carattere, del suo sangue e del suo amore.

Shayl’n Til Lech, principessa dei Lupi Grigi e sovrana delle Tigri Bianche, è finalmente tornata a casa, dove cerca di ricostruire una nuova vita con la famiglia e le persone che le sono più care e di mettere in ordine un mondo che non la soddisfa; è decisa infatti a tornare dagli Spiriti del Male e creare un esercito di Lupi e Tigri che possa dimostrare la pace tra le due Razze.Dietro questi progetti, però, si nascondono mille insidie, perché per alcuni la pace è un concetto ancora lontano; perché strane figure si nascondono nelle regioni di Nuova Terra; perché la sua giovane famiglia è stata divisa per troppo tempo; e perché Shay porta con sé un segreto che non vuole rivelare. Nonostante tutto, non ha alcuna intenzione di abbandonare il suo sogno di una nuova vita a cui hanno diritto i suoi regni, l’Africa, Dahal e lei stessa: in bilico tra il desiderio di una giustizia duratura e di una famiglia normale, per ricostruirle e sopravvivere, Shayl’n ha bisogno di tutta la forza del suo carattere, del suo sangue e del suo amore.

Only registered users can download this free product.

L’Italia della disfatta – 10 giugno 1940 – 8 settembre 1943

“L’Italia che il 10 giugno del ’40 scese in campo, convinta di restarci solo poche settimane, era un’Italia stanca di retorica guerriera, e intimamente convinta che la vittoria sarebbe stata la vittoria dei Tedeschi, più pericolosa di una sconfitta.” Con la dichiarazione ufficiale del 10 giugno 1940 e poi la firma del Patto Tripartito, l’Italia prende ufficialmente parte alla Seconda guerra mondiale. A guidarla c’è l’infondata speranza di Mussolini in una soluzione rapida e favorevole; ma il Paese è impreparato, demotivato e percorso da un malcontento sempre più evidente, specie nel morale delle truppe. Male equipaggiati, guidati da comandanti più burocrati che strateghi, malvisti dagli stessi alleati, i soldati italiani conoscono poche vittorie e troppe brucianti sconfitte. Intanto lo scontro cresce: la firma del Patto Atlantico tra Stati Uniti e Inghilterra, l’attacco a Pearl Harbor, la disastrosa campagna italo-tedesca in Unione Sovietica, l’inizio del lunghissimo assedio di Leningrado, le battaglie di El-Alamein, la disfatta sul fronte africano, lo sbarco alleato in Sicilia. Di fronte allo sfacelo militare e alle tensioni interne, Vittorio Emanuele e alcuni politici tentano di fare marcia indietro: il 25 luglio 1943 il Duce viene sfiduciato e arrestato. A sostituirlo è chiamato Badoglio, che incomincia subito i trattati per quell’armistizio definito da Montanelli uno “spettacolo miserando”. Gli autori ci presentano in questo volume la ricostruzione di anni difficili e densi, animati da figure imponenti quali Hitler, Churchill, Roosevelt, Eisenhower, Rommel, Montgomery. Un resoconto puntuale, cui la precisa posizione di Montanelli dona carattere e forza.

“L’Italia che il 10 giugno del ’40 scese in campo, convinta di restarci solo poche settimane, era un’Italia stanca di retorica guerriera, e intimamente convinta che la vittoria sarebbe stata la vittoria dei Tedeschi, più pericolosa di una sconfitta.” Con la dichiarazione ufficiale del 10 giugno 1940 e poi la firma del Patto Tripartito, l’Italia prende ufficialmente parte alla Seconda guerra mondiale. A guidarla c’è l’infondata speranza di Mussolini in una soluzione rapida e favorevole; ma il Paese è impreparato, demotivato e percorso da un malcontento sempre più evidente, specie nel morale delle truppe. Male equipaggiati, guidati da comandanti più burocrati che strateghi, malvisti dagli stessi alleati, i soldati italiani conoscono poche vittorie e troppe brucianti sconfitte. Intanto lo scontro cresce: la firma del Patto Atlantico tra Stati Uniti e Inghilterra, l’attacco a Pearl Harbor, la disastrosa campagna italo-tedesca in Unione Sovietica, l’inizio del lunghissimo assedio di Leningrado, le battaglie di El-Alamein, la disfatta sul fronte africano, lo sbarco alleato in Sicilia. Di fronte allo sfacelo militare e alle tensioni interne, Vittorio Emanuele e alcuni politici tentano di fare marcia indietro: il 25 luglio 1943 il Duce viene sfiduciato e arrestato. A sostituirlo è chiamato Badoglio, che incomincia subito i trattati per quell’armistizio definito da Montanelli uno “spettacolo miserando”. Gli autori ci presentano in questo volume la ricostruzione di anni difficili e densi, animati da figure imponenti quali Hitler, Churchill, Roosevelt, Eisenhower, Rommel, Montgomery. Un resoconto puntuale, cui la precisa posizione di Montanelli dona carattere e forza.

Only registered users can download this free product.

L’Italia dei comuni – Il Medio Evo dal 1000 al 1250

Tra il 1000 e il 1250 si assiste in Italia a una rinascita politica, culturale e spirituale: le città si ripopolano, si intensificano i commerci e le comunicazioni, la poesia in volgare muove i primi passi, si rinnovano gli ordini monastici. In questi due secoli e mezzo si decide in una certa misura il destino del Paese, e si consuma quello che gli autori definiscono “il suo aborto come Stato nazionale”. Il nuovo millennio vede difatti l’affermarsi di entità capaci di influenzare fortemente il panorama italiano: i Comuni. Diversi per sviluppo, organizzazione, fisionomia e tradizioni, questi organismi locali si costituiscono in vere e proprie città-stato, garantendo un forte sviluppo locale ma al contempo accendendo conflitti che hanno a lungo impedito un percorso verso l’unità. Intanto, alle lotte intestine tra Genova e Pisa, Amalfi e Venezia, Firenze e Siena, si uniscono guerre epocali quali le Crociate, e scontri ideologici come il grande scisma. Conflitti, cambiamenti e rivoluzioni animati da grandi personalità, che già annunciano il periodo d’oro del Rinascimento: Federico Barbarossa e Tommaso d’Aquino, Arnaldo da Brescia e Francesco d’Assisi, Federico II di Svevia e Domenico di Guzmán. L’Italia dei Comuni è un’opera intensa, coinvolgente, che incarna perfettamente l’ideale dei suoi autori “che i fatti vadano raccontati, perché nessuno è obbligato a saperli o a ricordarli, e che i loro protagonisti siano soprattutto gli uomini, i loro caratteri, le loro passioni, i loro interessi”. “Noi riteniamo che i fatti vadano raccontati, perché nessuno è obbligato a saperli o a ricordarli, e che i loro protagonisti siano soprattutto gli uomini, i loro caratteri, le loro passioni, i loro interessi.”

Tra il 1000 e il 1250 si assiste in Italia a una rinascita politica, culturale e spirituale: le città si ripopolano, si intensificano i commerci e le comunicazioni, la poesia in volgare muove i primi passi, si rinnovano gli ordini monastici. In questi due secoli e mezzo si decide in una certa misura il destino del Paese, e si consuma quello che gli autori definiscono “il suo aborto come Stato nazionale”. Il nuovo millennio vede difatti l’affermarsi di entità capaci di influenzare fortemente il panorama italiano: i Comuni. Diversi per sviluppo, organizzazione, fisionomia e tradizioni, questi organismi locali si costituiscono in vere e proprie città-stato, garantendo un forte sviluppo locale ma al contempo accendendo conflitti che hanno a lungo impedito un percorso verso l’unità. Intanto, alle lotte intestine tra Genova e Pisa, Amalfi e Venezia, Firenze e Siena, si uniscono guerre epocali quali le Crociate, e scontri ideologici come il grande scisma. Conflitti, cambiamenti e rivoluzioni animati da grandi personalità, che già annunciano il periodo d’oro del Rinascimento: Federico Barbarossa e Tommaso d’Aquino, Arnaldo da Brescia e Francesco d’Assisi, Federico II di Svevia e Domenico di Guzmán. L’Italia dei Comuni è un’opera intensa, coinvolgente, che incarna perfettamente l’ideale dei suoi autori “che i fatti vadano raccontati, perché nessuno è obbligato a saperli o a ricordarli, e che i loro protagonisti siano soprattutto gli uomini, i loro caratteri, le loro passioni, i loro interessi”. “Noi riteniamo che i fatti vadano raccontati, perché nessuno è obbligato a saperli o a ricordarli, e che i loro protagonisti siano soprattutto gli uomini, i loro caratteri, le loro passioni, i loro interessi.”

Only registered users can download this free product.

L’indomita miss chester

Inghilterra, 1812
Caterina Chester è bella e talentuosa, ma anche ribelle e ostinata e, contrariamente alle sue coetanee, non ha alcuna voglia di sposarsi. Desidera di più dalla vita, sogna un uomo che le faccia palpitare il cuore, vuole la Passione. Ed è proprio la passione che mette in tutto ciò che fa, a iniziare dal canto, che conquista all’istante Sir Chase Boston, giunto nella residenza dei Chester per riscuotere il debito che il fratello della giovane ha contratto con lui e che getterebbe la famiglia sul lastrico. Unica soluzione, che lo splendido usignolo di Paradise Road si unisca in matrimonio con un creditore tanto esigente. Ma può una donna caparbia come Miss Chester accettare senza lottare di sottomettersi a un simile destino?

Inghilterra, 1812
Caterina Chester è bella e talentuosa, ma anche ribelle e ostinata e, contrariamente alle sue coetanee, non ha alcuna voglia di sposarsi. Desidera di più dalla vita, sogna un uomo che le faccia palpitare il cuore, vuole la Passione. Ed è proprio la passione che mette in tutto ciò che fa, a iniziare dal canto, che conquista all’istante Sir Chase Boston, giunto nella residenza dei Chester per riscuotere il debito che il fratello della giovane ha contratto con lui e che getterebbe la famiglia sul lastrico. Unica soluzione, che lo splendido usignolo di Paradise Road si unisca in matrimonio con un creditore tanto esigente. Ma può una donna caparbia come Miss Chester accettare senza lottare di sottomettersi a un simile destino?

Only registered users can download this free product.