401–416 di 4048 risultati

Regno Del Nord

Un istante dal profumo speziato. Una parentesi silenziosa in un mondo dove tutto sta per mutare. Magia e mistero vi condurranno al cospetto degli Dei, tra re e sacerdoti, consiglieri e guaritori. Questa è la storia di due giovani coinvolti in un’impresa che cambierà il destino di molti.
\—-
Regno del Nord è il prequel della saga TRI di Lorena Laurenti.
La storia è ambienta una trentina d’anni prima rispetto al romanzo d’esordio. Alcuni dei personaggi presenti in questo breve racconto si rincontreranno nei libri ufficiali. Una storia fresca e appassionante costellata d’amore, magia e avventura.

Psicologia delle folle

La Psicologia delle folle, edita nel 1895, costituì e costituisce tuttora una vera e propria miniera d’oro per chi vuole comprendere il comportamento della folla. Lenin, Stalin, Hitler lessero meticolosamente l’opera di Le Bon e l’uso di determinate tecniche di persuasione nella loro dittatura trarre ispirazione dai suoi consigli.
“Ogni bugia, se ripetuta frequentemente, si trasformerà gradualmente in verità”, Hitler.
Perfino Mussolini fu un fervido ammiratore dell’opera dello psicologo francese: “Ho letto tutte le opere di Le Bon”, diceva, “e non so quante volte abbia riletto la sua Psicologia delle folle. E’ un’opera capitale alla quale ancora oggi spesso ritorno”.
Gustav Le Bon (1841 – 1931), etnogolo e psicologo francese, tra i fondatori della Psicologia sociale, fu il primo a studiare scientificamente il comportamento delle folle, cercando di identificarne i caratteri peculiari e proponendo tecniche adatte per guidarle econtrollarle. **
### Sinossi
La Psicologia delle folle, edita nel 1895, costituì e costituisce tuttora una vera e propria miniera d’oro per chi vuole comprendere il comportamento della folla. Lenin, Stalin, Hitler lessero meticolosamente l’opera di Le Bon e l’uso di determinate tecniche di persuasione nella loro dittatura trarre ispirazione dai suoi consigli.
“Ogni bugia, se ripetuta frequentemente, si trasformerà gradualmente in verità”, Hitler.
Perfino Mussolini fu un fervido ammiratore dell’opera dello psicologo francese: “Ho letto tutte le opere di Le Bon”, diceva, “e non so quante volte abbia riletto la sua Psicologia delle folle. E’ un’opera capitale alla quale ancora oggi spesso ritorno”.
Gustav Le Bon (1841 – 1931), etnogolo e psicologo francese, tra i fondatori della Psicologia sociale, fu il primo a studiare scientificamente il comportamento delle folle, cercando di identificarne i caratteri peculiari e proponendo tecniche adatte per guidarle econtrollarle.

Posti splendidi nel cuore della Calabria dove non tornerò mai più

Uno scrittore che fin da bambino sogna di partecipare al Giro d’Italia si trova a seguire la gara e a raccontarla in veste di giornalista. Un viaggio on the road che attraversa l’Italia, 21 tappe appassionanti lungo le quali l’autore scoprirà che la tenacia e la passione dei corridori sono solo una parte della storia. Perché sarà proprio tutto quello che accade intorno alla corsa a rendere il viaggio strepitoso. Lungo le strade secondarie, nel cuore selvatico o cementificato della provincia italiana, si rischia di perdersi a ogni bivio mentre si incontrano folle festanti e personaggi clamorosi, paesini pazzeschi come la gente che li abita, proprio come l?assessore di questo splendido paese nel cuore della Calabria, determinato a portare all’attenzione del pubblico la più splendente delle glorie locali, il misconosciuto Mimmo Minnini…

Paul McCartney. Many Years from Now

Mai, in trent’anni, Paul McCartney aveva raccontato per esteso la sua avventura. Oggi, finalmente, Il mondo può ascoltare dalla viva voce del protagonista una storia affascinante. È la storia di uno dei più grandi fenomeni musicali di questo secolo – i Beatles. È il disvelamento della vita privata di un uomo che dall’età di ventun anni ha vissuto sotto la luce accecante dei riflettori. È un affresco degli anni Sessanta dipinto da uno degli uomini che li hanno inventati. È una vicenda di musica, droghe, donne, pazzia, arte, amore. È la ricostruzione della formidabile alleanza creativa tra Paul McCartney e John Lennon: un sodalizio artistico e un’amicizia tra due ragazzi di Liverpool che riuscirono a conquistare il mondo, ma non riuscirono a superare indenni le rivalità e le amarezze generate dal successo. È un tesoro pieno di rivelazioni inedite e sorprendenti – dalla vera storia di tante canzoni famose alle mille leggende della swinging London – che affascineranno tanto i fan dei Beatles quanto tutti quanti provano nostalgia e curiosità per i favolosi anni Sessanta. È una storia finora mai raccontata. Paul McCartney per la prima volta ha aperto i suoi archivi – e il suo cuore – a Barry Miles, con il quale ha lavorato a questo progetto per cinque anni. Il risultato è la prima grande testimonianza storica dall’interno sull’epopea dei Beatles, un libro-evento che esce in contemporanea in sei paesi.

La felicità in America: Storie, ballate, leggende degli Stati Uniti a uso di giovani, vecchi, ostili ed entusiasti

“La ricerca della felicità venne aggiunta da Thomas Jefferson ai diritti inalienabili (vita, libertà) nella Dichiarazione di indipendenza americana del 1776. Ma quella felicità, oggetto del desiderio, non veniva definita: aveva a che fare con Dio o lo sostituiva? Era nella natura? Era individuale o collettiva? Valeva anche per i neri? Che fare quando la si fosse trovata? Ogni mezzo era valido, nella caccia al tesoro?”
In cento storie, ballate e leggende, un testimone curioso e appassionato racconta la sua America, dove tutti sono condannati a cercare la felicità – e qualcuno la trova.

L’Arte della Serenità. Il potere terapeutico della saggezza.

La serenità, che può essere definita la chiave di volta del nostro benessere psicofisico, nasce dal naturale equilibrio fra interiorità ed esteriorità e si situa sulla linea di demarcazione fra opposte esigenze: è quell’armonia nei confronti di se stessi e degli altri che viene messa a dura prova dagli avvenimenti, positivi o negativi che siano. Come fare a conservarla o a ripristinarla quando la si è perduta? Il problema è stato dibattuto dai saggi di tutti i tempi e di tutti i paesi. Partendo dalle loro considerazioni Claudio Lamparelli svolge una serie di riflessioni riguardanti le situazioni pratiche della nostra esistenza che mirano a un duplice scopo: identificare le cause profonde che mettono in crisi la serenità e realizzare, con queste stesse meditazioni, una particolare specie di difesa e di terapia, quella che un tempo si chiamava “cura dell’anima”.

L’anello del tempio perduto

Basilica di S. Antonio, Padova. Vigilia della Festa del Santo.
Durante la celebrazione eucaristica esplode un ordigno che danneggia, irreparabilmente, la parte anteriore della Basilica.
La novizia Sara, trovatasi per caso all’interno durante l’attentato, viene catturata come ostaggio dai malviventi. E nella prigionia forzata, il passato si presenta con prepotenza nella sua vita, sconvolgendola.
Ha un nome: Gabriele, il suo carceriere.
Inquieto e viziato figlio di un facoltoso industriale, in perenne conflitto col mondo e con se stesso, Gabriele, nome in codice ‘Corvo’, fa parte del nucleo terroristico guidato dall’occulto burattinaio che dirige le fila di tutta la vicenda: il Falco.
Scattano le indagini a largo raggio condotte dal sagace, intuitivo e valido Ispettore della Giudiziaria Gianni Rampin.
Ma nulla è come sembra, nessuno è ciò che appare, tutti recitano una parte in una rappresentazione ricca di caratteri dalle personalità contraddittorie.
In un incrocio tra faida familiare e thriller esoterico, L’Anello del Tempio Perduto di Ellah K. Drake vi condurrà da Padova, al Vaticano, alle inquietanti ma affascinanti distese desertiche del Grande mare di Sabbia, in un crescendo di verità che lentamente smaschereranno un piano diabolico che potrebbe sconvolgere sia l’equilibrio del pianeta quanto il destino dell’umanità.

La pagina facebook dell’autrice è www.facebook.com/ellahkdrake

**

I Fioretti Di San Francesco

Il libro guida di papa Francesco
Introduzione di Francesco Grisi
Edizione integrale
All’interno della vasta letteratura orale e scritta sulla vita di San Francesco fiorita dopo la morte del santo, il libro dei fioretti resta tra le più popolari raccolte di racconti. Scritto probabilmente dalla fine del XIII secolo alla metà del XIV, con un impianto dialogante da esperienza teatrale, non vuole essere una fonte di storia per la vita di San Francesco, che trova in San Bonaventura da Bagnoregio il suo interprete ufficiale. I fioretti appartengono piuttosto a quella letteratura della devozione in cui si fondono l’idea di religione, di folclore, di spontaneismo. Si tratta infatti, a suo modo, di un libro scritto dalla tradizione religiosa popolare e dalle genti contadine e povere del nostro paese. Ne emerge un santo più immaginato che reale e, anche per questa ragione, una leggenda.
Francesco d’Assisi nacque nel 1181. Arruolatosi nelle truppe del Comune nel 1200, fu imprigionato nel 1202 . AI 1205 risale il suo processo di conversione. Nel 1206 rinuncia all’eredità paterna e ai vestiti che indossa. Nel 1209 fonda l’Ordine dei Francescani. Si dedicò alla predicazione fino alla morte, sopraggiunta il 3 ottobre del 1226.
Francesco Grisi
è autore di numerosi libri, tra cui San Francesco d’Assisi, Lettere a Fedor, La chiave d’argento, Maria e il vecchio, Le perdute immagini – Introduzioni al Novecento. Per la Newton Compton ha già pubblicato A futura memoria (romanzo finalista al «premio Strega»), Racconti e leggende della Calabria, Il Natale storia e leggende, I Crepuscolari e I Futuristi; ha curato inoltre Pensieri di pace e di speranza di Giovanni Paolo II.

Due corpi nel naviglio

Nel giro di pochi giorni due corpi vengono ripescati nel naviglio di Milano. Il colonnello Valerio Maffi De Valera indaga. E più o meno identifica i responsabili.
Un racconto poliziesco di un autore che ama l’ironia.

Un Affare Di Famiglia

Hillary Van Wetter aspetta di essere giustiziato nel carcere della Moat County, Florida. È accusato dell’omicidio di Thurmond Call, uno sceriffo che ha ucciso per odio razziale ben sedici neri. Ma Charlotte Bless, appassionata di casi estremi, ha scritto una lettera al «Miami Times» sostenendo che si stava per condannare a morte un innocente, e il giornale, fiutando la pista, manda i suoi due migliori reporter nella Moat County. Sono Ward James, malinconico quanto ossessivo nella sua ricerca della verità, e il brillante e spregiudicato Yardley Acheman. Con l’aiuto di Charlotte i due conducono un’inchiesta che porta alla liberazione del detenuto e gli vale il premio Pulitzer.
Ma un giornale rivale sente puzza di imbroglio. Da cronaca giudiziaria il romanzo vira magistralmente verso il dramma, e ciascuno dei protagonisti si troverà a specchiarsi negli incubi della propria coscienza. Tutto sotto gli occhi di Jack James, il ragazzo che i quotidiani, piú che scriverli, li consegna tutte le mattine all’alba; che fa da autista alle due star del giornalismo e ne vive e racconta le imprese, con lo sguardo stupito e distaccato di un uomo-bambino.

La missione dei draghi

Lukan è un guerriero forte e coraggioso, eppure i suoi compagni lo disprezzano e gli anziani non si fidano di lui. E tutto a causa del suo aspetto fisico: pur essendo un Mokabito di sangue puro, Lukan non ha né corna né ali, e soprattutto non ha la lunga coda di drago che contraddistingue la sua razza. Per un capriccio del destino, somiglia moltissimo a un debole essere umano e, se non avesse la straordinaria capacità di vedere attraverso le tenebre più fitte, sarebbe già stato cacciato dal clan. È quindi con un misto di gioia e di sorpresa che il giovane accoglie il responso dell’antico oracolo degli ossi: è lui il prescelto a presentarsi al cospetto della sacerdotessa Androgina per ricevere un incarico pericolosissimo. Ma, non appena gli viene svelata la natura dell’impresa, il sogno di gloria si trasforma in un incubo: Lukan dovrà infatti annientare l’esercito radunato da Gurundir, la Stella Sulfurea, che minaccia di spodestare le Tre Sorelle, custodi dell’ordine e dell’armonia. E, come se ciò non bastasse, il Mokabito scoprirà presto che c’è un solo modo per riuscirci: allearsi coi Kaaden-Bùl, i potentissimi draghi del fuoco… **

Dopo la morte dell’arte

La questione della morte dell’arte appassiona la riflessione filosofica e le pratiche artistiche da quasi due secoli. Fu Hegel il primo a rilevare che l’arte non costituisce e nemmeno può più rappresentare la verità e il centro di una cultura. La dichiarazione dell’ultimo dei filosofi ha suscitato un incendio indomabile, le cui fiamme divampano nel Novecento e lambiscono ancora il nostro tempo. Ma è davvero morta l’arte? Sì, ma solo se si danno per buoni i presupposti hegeliani, come fece anche Benedetto Croce dando avvio al dibattito novecentesco. Da allora il tema non ha smesso di impegnare artisti e pensatori, a partire dall’avanguardia storica per giungere sino alle teorie dell’arte contemporanee. Partendo da queste premesse, il libro riconsidera l’intera vicenda e sottolinea come il quadro sia oggi radicalmente mutato per l’impatto che sull’esperienza estetica ha prodotto l’avvento delle tecnologie digitali. **

Wiring and Lighting

Wiring and Lighting provides a comprehensive guide to DIY wiring around the home. It sets out the regulations and legal requirements surrounding electrical installation work, giving clear guidelines that will enable the reader to understand what electrical work they are able to carry out, and what the testing and certification requirements are once the work is completed. Topics covered include: Different types of circuits; Types of cables and cable installation under floors and through joists; Isolating, earthing and bonding; Accessory boxes and fixings; Voltage bands; Detailed advice on safety-manual handling, working at height, electrical shock risk; Schedules for inspection, testing and certification, and relevant sections of the Building Regulations. An essential reference manual for anyone wishing to carry out safe DIY electrical installation. Covers wiring for a wide range of tasks by examining the components of electrical systems and installations. Fully illustrated with 100 colour photographs and 150 diagrams giving step-by-step details. Chris Kitcher is an experienced installation professional with over forty years in the electical industry.

Tilt

Two years ago Trotter saved the entire pantheon of Realm from a dark god’s revenge. Unfortunately, that didn’t stop the gods from banning her from Realm and – worst of all – from her godly parents for refusing to honor the Accord and declare her dominion. Now even her refuge in Aevum has been destroyed as the world itself is violently tilted and plunged into darkness. Angry, tired of feeling helpless and even more tired of being told not to meddle in the affairs of mortals, she’s ready to battle whatever demons she might find behind this nightmare. Instead of evil, however, she discovers another world even older than Aevum and filled with a wonderful species of people the gods created and loved briefly, then abandoned and left for dead in favor of their more entertaining creation: humanity.
In order to save both of the worlds she’s come to love, Trotter will finally be forced to choose a dominion that might mean giving up one world permanently. Yet throughout her journey she is unaware that the terrifying darkness growing within her is an omen that another dominion has already chosen her…

The New Scramble for Africa

Once marginalized in the world economy, the past decade has seen Africa emerge as a major global supplier of crucial raw materials like oil, uranium and coltan. With its share of world trade and investment now rising and the availability of natural resources falling, the continent finds itself at the centre of a battle to gain access to and control of its valuable natural assets. China’s role in Africa has loomed particularly large in recent years, but there is now a new scramble taking place involving a wider range of established and emerging economic powers from the EU and US to Japan, Brazil and Russia.
This book explores the nature of resource and market competition in Africa and the strategies adopted by the different actors involved – be they world powers or small companies. Focusing on key commodities, the book examines the dynamics of the new scramble and the impact of current investment and competition on people, the environment, and political and economic development on the continent. New theories, particularly the idea of Chinese “flexigemony” are developed to explain how resources and markets are accessed. While resource access is often the primary motive for increased engagement, the continent also offers a growing market for low-priced goods from Asia and Asian-owned companies. Individual chapters explore old and new economic power interests in Africa; oil, minerals, timber, biofuels, food and fisheries; and the nature and impacts of Asian investment in manufacturing and other sectors.
The New Scramble for Africa will be essential reading for students of African studies, international relations, and resource politics as well as anyone interested in current affairs.