3841–3856 di 4048 risultati

Racconti incompiuti

I racconti contenuti in questa raccolta rappresentano un vasto corpus di opere che integrano e sviluppano il fantastico mondo creato dall’autore de “Il Signore degli Anelli”. Impegnato nella costruzione del corpus principale della sua architettura, Tolkien non si preoccupò di dare alle stampe questi racconti che di quel mondo sviluppano percorsi e personaggi. Ora, con degli apparati di note, appendici e indici curati dal figlio Christopher, queste storie vedono la luce, offrendo agli appassionati dei mondi fantastici di Tolkien un nuovo universo di avventure.

Quell’anno a scuola

È il 1960, JFK è appena stato eletto, ma alla Hill School la notizia è la visita di Hemingway: il grande scrittore consegnerà il premio letterario della scuola al miglior racconto. Uno degli studenti, il piú povero e complessato, pensa di scrivere la storia che gli darà fama e riconoscimento sociale. Ma la sua opera viene smascherata come il puro plagio di un racconto altrui. Esplode lo scandalo e il ragazzo viene cacciato dalla scuola. Raccontata vent’anni piú tardi, dal ragazzo stesso, diventato scrittore affermato, questa storia tormentata si staglia nella mente del lettore come il congedo nostalgico dall’ultimo istante dorato che precede la fine dell’innocenza.

(source: Bol.com)

Quando Si Cade

Dopo anni di risparmi, Nathan è finalmente riuscito a comprare il cavallo dei suoi sogni. Non vede l’ora di trascorrere l’estate a esplorare i percorsi da equitazione nelle montagne del Colorado sopra Tucker Springs in compagnia della sua Zarina. Purtroppo, durante la primissima uscita, un motociclista taglia loro la strada mettendo in fuga Zarina e lasciando Nathan con una gamba e una mano rotta, e un’estate rovinata.

Ryan è un solitario e un nomade, felice di accettare lavori a breve termine prima di trasferirsi in una nuova città. Sentendosi in colpa per aver provocato l’incidente che ha fatto finire Nathan con due gessi addosso, si offre di tenere in esercizio Zarina finché ilragazzo non guarisce.

A dispetto della pessima partenza, Nathan e Ryan presto diventano amici… e poi molto di più. Ma con un paio di pessime relazioni alle spalle, Nathan non vuole coinvolgimenti sentimentali, specie sapendo che Ryan non è tipo da mettere radici. Ma quando mai i sentimenti seguono una logica razionale?

(source: Bol.com)

Psicomagia

Come invertire la rotta delle nostre paure, sciogliere i nodi del malessere, sfondare i muri dell’incubo? Agendo, risponde Alejandro Jodorowsky. Compiendo un atto paradossale che scuota l’immobilità patologica di cui siamo prigionieri. Un atto dettato dalla voce dell’inconscio e tradotto nella surreale poesia di una quotidianità trasgressiva e onirica. Jodorowsky ascolta, interroga, esplora il labirinto emotivo dei suoi interlocutori e pazienti. Senza interpretare. Senza forzare i significati. Come un regista abituato alle meraviglie e allo stupore del teatro, raccoglie dai gesti sospesi quello che può riavviare l’azione, riaccendere le luci della scena. Prese le distanze dalla sicumera scientifica della psicanalisi, Jodorowsky propone il semplice abbandono all”’atto psicomagico”, la confidenza tra la profondità dell’esperienza e la complice, quasi omeopatica, adesione alle forme del proprio male. Guarire è, in questa ”terapia panica”, una parola stonata. Imparare a essere felici, no.

(source: Bol.com)

Proibito

Stolen from her parents at birth, Liana has been kept prisoner, untouched. She is meant only for an evil, powerful man, once she’s of age. She has lived her life in fear of the time when he would finally take her. Instead of waiting for that fateful day, she has carefully laid her plans to flee.
Aric has been watching the beautiful Liana. He has sworn to protect her from the evil that awaits her, but he can think of nothing but touching her in ways no man ever has before. He wants her with a strength that is nearly overpowering, but he knows he must not follow through with those needs and desires.
Under the cover of darkness, Aric steals Liana away, out from beneath the clutches of evil when it finally comes for her.
Even though Aric is to protect Liana and forbidden to touch her, he can’t stay away from the lovely, sensual woman who lights his world on fire and draws her to him in ways no other woman ever has before.
But evil is nearly upon them, bent on taking Liana and killing Aric. Together, Aric and Liana must overcome a terrible destiny that could mean both their futures…and their lives.

Please Note: Forbidden is romantic erotica and will singe your fingertips! Forbidden was originally published with Ellora’s Cave Publishing.

“Four Stars – Cheyenne McCray’s story and larger-than-life characters are wonderfully charming. Their sensual adventures will definitely entertain fans of erotic fantasy and please those who love a good romance!” Cindy Whitesel, RT Book Reviews Magazine

“Forbidden, the first adventure of the Seraphine Chronicles, is magical…and relentlessly erotic.” Ann Leveille, Sensual Romance

“Cheyenne McCray has done and impressive job creating a lusty romance that titillates your imagination, sets your senses free, and keeps you flipping the pages from sheer excitement.” Jan Springer, The Road to Romance

“Forbidden is just the type of book to keep you turning pages. There are plenty of suspenseful elements here to keep your attention. The sensuality of this book is incredibly hot.” Robin Taylor, In the Library Reviews
### Review
“…FORBIDDEN is a scorcher! A heady combination of innocence and sensuality…” — *Courtney Bowden for Romance Reviews Today*

“…a lusty romance that titillates your imagination, sets your senses free and keeps you flipping the pages…” — *Jan Springer for The Road to Romance*

“Cheyenne McCray’s first book in the Seraphine Chronicles is hot!” — *Kristina Smith for Sime~Gen*

“FORBIDDEN, the first adventure of the SERAPHINE CHRONICLES, is magical, light, and relentlessly erotic.” — *Ann Leveille for Sensual Romance*

4 stars “…will definitely entertain fans of erotic fantasy and please those who love a good romance!” — *Cindy Whitesel for Romantic Times Bookclub*
### About the Author
Cheyenne McCray is a thirty-something wild thing at heart, with a passion for sensual romance and a happily-ever-after…but always with a twist. A University of Arizona alumnus, Chey has been writing ever since she can remember, back to her kindergarten days when she penned her first poem. She always knew that one day she would write novels, and with her love of fantasy and romance, combined with her passionate nature, erotic romance is a perfect genre for her. In addition to her adult work, Chey is also published in young adult literary fiction under another name. Chey enjoys spending time with her husband and three sons, traveling, working out at the health club, playing racquetball, and of course writing, writing, writing.

Pompei è viva

“Potranno le future generazioni credere che le campagne dei loro antenati sono scomparse in un mare di fuoco?”
Pompei è la città più viva delle città morte. Dal Settecento, quando cominciarono gli scavi, ha continuato a parlare, a svelare segreti, a dire l’ingegno, la bellezza, la florida grandezza della civiltà romana. Eva Cantarella e Luciana Jacobelli le hanno già dedicato un libro illustrato, una “guida” intelligente che è anche alla base di questa nuova avventura. Qui, senza rinunciare a un corredo essenziale di immagini, Pompei diventa soprattutto racconto: racconto delle vestigia, dei costumi (i modelli abitativi, i servizi pubblici, gli svaghi), della vita familiare, dei culti religiosi. Ma non solo: complici le testimonianze e i documenti rinvenuti, le autrici risalgono a storie di vita vissuta, di legami amorosi, di relazioni nell’ambito della politica. Se Jacobelli indaga sul reperto archeologico e da quello trae, con rigore e sapienza, informazioni che accendono l’attenzione, Cantarella esplora il tessuto civile, i miti, le leggende. Ne esce un libro decisamente “narrativo” – che attinge anche all’ampia tradizione di storie tramandate dalla “scoperta” della città in poi, una sorta di germinazione di racconti che è un’altra parte della ricchezza culturale di Pompei. Non manca inoltre il quadro (in verità drammatico) dello stato di conservazione dei reperti, delle losche vicende legate alla gestione del patrimonio, dei tentativi di trovare una soluzione per confermare l’effettiva vitalità di Pompei.
**
### Sinossi
“Potranno le future generazioni credere che le campagne dei loro antenati sono scomparse in un mare di fuoco?”
Pompei è la città più viva delle città morte. Dal Settecento, quando cominciarono gli scavi, ha continuato a parlare, a svelare segreti, a dire l’ingegno, la bellezza, la florida grandezza della civiltà romana. Eva Cantarella e Luciana Jacobelli le hanno già dedicato un libro illustrato, una “guida” intelligente che è anche alla base di questa nuova avventura. Qui, senza rinunciare a un corredo essenziale di immagini, Pompei diventa soprattutto racconto: racconto delle vestigia, dei costumi (i modelli abitativi, i servizi pubblici, gli svaghi), della vita familiare, dei culti religiosi. Ma non solo: complici le testimonianze e i documenti rinvenuti, le autrici risalgono a storie di vita vissuta, di legami amorosi, di relazioni nell’ambito della politica. Se Jacobelli indaga sul reperto archeologico e da quello trae, con rigore e sapienza, informazioni che accendono l’attenzione, Cantarella esplora il tessuto civile, i miti, le leggende. Ne esce un libro decisamente “narrativo” – che attinge anche all’ampia tradizione di storie tramandate dalla “scoperta” della città in poi, una sorta di germinazione di racconti che è un’altra parte della ricchezza culturale di Pompei. Non manca inoltre il quadro (in verità drammatico) dello stato di conservazione dei reperti, delle losche vicende legate alla gestione del patrimonio, dei tentativi di trovare una soluzione per confermare l’effettiva vitalità di Pompei.

Polvere di diamante

Primo autore di polizieschi ad aver conquistato il pubblico al di là dei confini del mondo arabo, nel suo nuovo thriller Ahmed Mourad racconta di una città che ha perso l’innocenza, ma non quel lieve e affascinante umorismo che da sempre contraddistingue lo spirito egiziano. Taha è un ragazzo del Cairo che ama suonare la batteria e fumare la shisha al caffè con gli amici. Quando non va in giro per studi medici cercando di piazzare qualche farmaco e non fa il turno di notte in farmacia, si prende cura del padre che, costretto su una sedia a rotelle, trascorre le giornate appostato nella sua stanza a spiare la gente con il binocolo. Dalla sua finestra sul mondo osserva le vite degli altri e ne scruta i segreti. Una mattina, rientrando in casa, Taha trova la sedia a rotelle rovesciata e suo padre a terra, colpito a morte. Qualcuno ha voluto ucciderlo. Ma in un paese dove per la legge i più deboli non contano, ben presto le indagini finiscono in un vicolo cieco, e a Taha non resta che cercare giustizia da sé. Inizia per lui un viaggio nel lato più oscuro del Cairo che, accanto alla crudeltà e ai vizi di persone senza scrupoli, gli permetterà di toccare con mano anche l’impegno e la passione di chi crede di poter cambiare una società devastata dalla corruzione e dal clientelismo. Giovani come Sara, la vicina di casa bella e impossibile, giornalista a caccia di inchieste che colpiscano il malcostume, che apre una breccia nel suo cuore. Nelle loro indagini private, Taha e Sara, ognuno con il proprio obiettivo, s’imbattono nella misteriosa polvere di diamante, ‘il re dei veleni’, diffusa un tempo tra i commercianti ebrei della città: una sostanza che una volta ingerita striscia nel corpo silenziosa come una serpe, uccidendo molto lentamente.

(source: Bol.com)

Polizia

Il corpo massacrato di un poliziotto è ritrovato alle porte della capitale norvegese, sulla scena di un crimine rimasto irrisolto e su cui lui stesso aveva indagato. Qualche tempo dopo viene scoperto il cadavere di un suo collega: stesse modalità di esecuzione, stesse coincidenze. A questo punto non può essere un caso. I delitti sono tanto feroci quanto perfetti, ed è chiaro a tutti che l’assassino ha appena cominciato. Fermarlo è un lavoro per Harry Hole. Ma di Harry Hole non c’è traccia. ***«Il piú grande scrittore al mondo di crime sono io. Poi c’è Jo Nesbø, che mi sta alle calcagna come un pitbull rabbioso, pronto a prendere il mio posto, appena tirerò le cuoia». James Ellroy*** «Avevo promosso Nesbø da numero due (come si era degnato di nominarlo Ellroy) a numero uno. Ora lo confermo il numero uno e aggiungo almeno un mezzo voto in piú». Antonio d’Orrico *** «Jo Nesbø è il mio scrittore di thriller preferito e Harry Hole il mio nuovo eroe». Michael Connelly

Pillole di Inglese: 1.Avverbi 2.Pronomi Relativi 3.Verbi Modali

In questo piccolo compendio di grammatica inglese affronteremo tre macro-argomenti:
* La posizione degli avverbi: se quando sono presenti più avverbi in uno stesso periodo, possiamo andare sul sicuro piazzando prima quelli di modo, poi quelli di luogo e infine di tempo, vedremo invece come si comportano singolarmente e la loro posizione preferenziale.
* Le proposizioni relative: vedremo quando usare “which” oppure “that” per introdurre le subordinate relative, imparando a riconoscere le “restrictive” e “non-restrictive clauses”.
* I verbi modali Can-May-Must. Approfondiremo le diverse accezioni dei verbi “potere” e “dovere”, ponendo l’accento sulle differenze tra:
Can / be able to / may
Must / have to / need

Phi

**IL PRIMO VOLUME DI UNA TRILOGIA STRAORDINARIA.**
**In questo romanzo è vero solo ciò che è incredibile.**
**I commenti dei lettori che hanno già letto *PHI***:
«*PHI* ha dato una scossa alla mia vita, l’ha sradicata, l’ha cambiata: sono stata illuminata.» D.R. – 2/06/2018
«*PHI*, *CHI* e *PI* sono le mie guide all’esistenza.» L. – 11/06/2018
«*PHI* ti insegna come trasformarti in un essere umano.» T. – 19/12/2018
**Can Manay** è uno psicologo con molte ombre nel passato. Grazie alla sua filosofia di vita e ai suoi insegnamenti, ha ormai la popolarità di un guru ed è una potente e capricciosa star mediatica.
Un giorno, mentre visita una proprietà da acquistare in un quartiere defilato della città, scorge tra le foglie una ragazza, una ballerina, che con una grazia e un’armonia uniche si esercita nel giardino di casa.
Per Can è una vera e propria rivelazione: davanti a sé c’è l’incarnazione della perfezione estetica, di ogni ideale di bellezza, il **PHI**.
L’uomo non può far altro che ricorrere a tutti i suoi mezzi e la sua ricchezza per conquistarla… Ma c’è qualcosa di più spietato dell’amore per una sola persona?
Inizia così la travolgente storia di Can e Duru, del suo fidanzato Deniz e di Özge, una giornalista che scoprirà scottanti segreti sul conto di Can.
**Quattro personaggi intramontabili perché ci somigliano da vicino, ciascuno con i suoi traguardi da raggiungere e le sue ossessioni.**
Una storia di passione, speranza, tradimento, come la vita vera, che condurrà il lettore a muovere i primi passi verso un percorso di consapevolezza. Come i personaggi di *PHI*, infatti, «ciascuno, nella vita, ha una cosa che gli riesce molto bene. Una soltanto. Ce la portiamo dentro sin dalla nascita» e il nostro compito è riconoscerla; in una parola, scoprire chi siamo davvero.

Pensieri

I Pensieri racchiudono i motivi fondamentali di quell’Apologia della verità della religione cristiana che preoccupò, esaltò, tormentò Pascal negli ultimi otto anni della sua brevissima esistenza, impegnando il dotto, l’uomo e il cristiano. Purtroppo la morte immatura impedì l’esecuzione del grandioso progetto, di cui ci sono rimasti gli appunti, sminuzzati, slegati, gettati alla rinfusa e frettolosamente, che vanno sotto il nome di Pensieri. Capolavoro di frammentarietà misto, come scrisse Chateaubriand, «sia del divino che dell’umano», i Pensieri sono pagine di confessioni e non coacervo di sillogismi; illuminazioni rapide e non discorsi di filosofica saggezza. Ma soprattutto sono cosa viva d’un uomo vivo, brandelli di un’anima che appartengono al cuore più intimo di Pascal, come appartengono a qualunque lettore che, senza pretendere di essere «né angelo né bestia», si senta veramente uomo.

Opere

Il tedesco Leibniz (1646 – 1716) fu matematico, filosofo, scienziato, logico, e diplomatico. Importantissimi i suoi apporti alla matematica, e notevole la sua influenza presso molte corti europee e negli ambiti di studio riguardanti la metafisica, l’economia e la società. La sua opera completa esce oggi per Utet in ebook, con compendio esegetico accessibile in modalità ipertestuale.

On fire

#####
Quando Lion’s Bay, una tranquilla cittadina sul mare, è colpita dai ripetuti attacchi di un misterioso piromane, l’ispettore antincendi Darcy Michaels si vede costretta a chiedere l’aiuto dei federali. Non appena giunge sul luogo, l’agente Jared Cameron capisce con un solo sguardo che Darcy, con i suoi occhi verdi e quella sensualità che traspare da ogni gesto, è la donna di cui vuole soddisfare ogni desiderio. Anche lei avverte una bruciante, irresistibile attrazione, e in una sola notte scatta la scintilla. Tra i due presto esplode la passione, un reciproco desiderio che si rivelerà essere il fuoco più difficile da domare e che continua ad alimentare le fantasie dei due amanti, bramosi di conoscersi sempre più a fondo. Ma il caso su cui sono chiamati a indagare non può aspettare e riporta alla luce qualcosa che Darcy avrebbe voluto dimenticare, un doloroso segreto che ha scelto di tornare a turbare la sua vita proprio ora…
Una storia in cui suspense ed erotismo sono perfettamente dosati per lasciare le lettrici col cuore in fiamme.
**
### Sinossi
Quando Lion’s Bay, una tranquilla cittadina sul mare, è colpita dai ripetuti attacchi di un misterioso piromane, l’ispettore antincendi Darcy Michaels si vede costretta a chiedere l’aiuto dei federali. Non appena giunge sul luogo, l’agente Jared Cameron capisce con un solo sguardo che Darcy, con i suoi occhi verdi e quella sensualità che traspare da ogni gesto, è la donna di cui vuole soddisfare ogni desiderio. Anche lei avverte una bruciante, irresistibile attrazione, e in una sola notte scatta la scintilla. Tra i due presto esplode la passione, un reciproco desiderio che si rivelerà essere il fuoco più difficile da domare e che continua ad alimentare le fantasie dei due amanti, bramosi di conoscersi sempre più a fondo. Ma il caso su cui sono chiamati a indagare non può aspettare e riporta alla luce qualcosa che Darcy avrebbe voluto dimenticare, un doloroso segreto che ha scelto di tornare a turbare la sua vita proprio ora…
Una storia in cui suspense ed erotismo sono perfettamente dosati per lasciare le lettrici col cuore in fiamme.

Ombre sulla via della seta

La storia millenaria, e in gran parte consegnata alla leggenda, della Via della Seta continua ad affascinare segretamente la modernità. In un viaggio tra misticismo, conflittualità, mistero, Colin Thubron ripercorre le strade che per secoli hanno dato vita a una ‘globalizzazione’, arcaica quanto febbrile, di cui la seta divenne il simbolo. Il confronto con l’attualità suggerisce che neppure le devastazioni più feroci – dalle orde di Tamerlano al flagello della SARS – possono cancellare simili legami ancestrali. La Cina moderna, lo smarrimento delle repubbliche ex URSS, l’Afghanistan dilaniato da decenni di conflitti, le contraddizioni dell’Islam: tutto questo rivive nel racconto di Thubron, in una ricerca minuziosa fra le rovine di epoche lontane che riemergono nei resti di un minareto nel deserto, nelle iscrizioni intraducibili di un tempio perduto, nei tratti somatici delle persone incontrate. La Via della Seta finisce per assumere su di sé il significato più oscuro – pauroso quanto attraente – del viaggio stesso: la sensazione di partire e, come il fantasma del mercante sogdiano che si annida fra le pagine del racconto, di smarrirsi nel deserto. ‘È tempo di tornare. E non possiamo… A volte il vento di notte cambia le dune, e al mattino non sai più dove sei…’
(source: Bol.com)