3425–3440 di 4230 risultati

Il killer delle ballerine (terza puntata)

Rimini, anni ’90. Fabrizio Dentice è un pericoloso psicopatico, soprannominato il “killer delle ballerine”, condannato a dieci anni di reclusione in un ospedale psichiatrico per l’omicidio di cinque cubiste di discoteca. Ma il verdetto non convince Luca Rambaldi, giornalista inviato della ‘Gazzetta di Forlì’ e fidanzato di una delle ragazze orrendamente assassinate. Tanto più che i brutali delitti riprendono, nonostante l’arresto del presunto colpevole. E così Luca, aiutato da Carmen, un’intraprendente e coraggiosa cubista, compie una personale indagine per riuscire a dare un volto allo spietato serial-killer. Fino allo scioglimento di una verità perversa e inimmaginabile, che nasconde anche un intrigo sapientemente orchestrato, in un crescendo di suspense all’ultimo respiro.
(source: Bol.com)

Rimini, anni ’90. Fabrizio Dentice è un pericoloso psicopatico, soprannominato il “killer delle ballerine”, condannato a dieci anni di reclusione in un ospedale psichiatrico per l’omicidio di cinque cubiste di discoteca. Ma il verdetto non convince Luca Rambaldi, giornalista inviato della ‘Gazzetta di Forlì’ e fidanzato di una delle ragazze orrendamente assassinate. Tanto più che i brutali delitti riprendono, nonostante l’arresto del presunto colpevole. E così Luca, aiutato da Carmen, un’intraprendente e coraggiosa cubista, compie una personale indagine per riuscire a dare un volto allo spietato serial-killer. Fino allo scioglimento di una verità perversa e inimmaginabile, che nasconde anche un intrigo sapientemente orchestrato, in un crescendo di suspense all’ultimo respiro.
(source: Bol.com)

Only registered users can download this free product.

Il killer delle ballerine (seconda puntata)

Rimini, anni ’90. Fabrizio Dentice è un pericoloso psicopatico, soprannominato il “killer delle ballerine”, condannato a dieci anni di reclusione in un ospedale psichiatrico per l’omicidio di cinque cubiste di discoteca. Ma il verdetto non convince Luca Rambaldi, giornalista inviato della «Gazzetta di Forlì» e fidanzato di una delle ragazze orrendamente assassinate. Tanto più che i brutali delitti riprendono, nonostante l’arresto del presunto colpevole. E così Luca, aiutato da Carmen, un’intraprendente e coraggiosa cubista, compie una personale indagine per riuscire a dare un volto allo spietato serial-killer. Fino allo scioglimento di una verità perversa e inimmaginabile, che nasconde anche un intrigo sapientemente orchestrato, in un crescendo di suspense all’ultimo respiro.
**
### Sinossi
Rimini, anni ’90. Fabrizio Dentice è un pericoloso psicopatico, soprannominato il “killer delle ballerine”, condannato a dieci anni di reclusione in un ospedale psichiatrico per l’omicidio di cinque cubiste di discoteca. Ma il verdetto non convince Luca Rambaldi, giornalista inviato della «Gazzetta di Forlì» e fidanzato di una delle ragazze orrendamente assassinate. Tanto più che i brutali delitti riprendono, nonostante l’arresto del presunto colpevole. E così Luca, aiutato da Carmen, un’intraprendente e coraggiosa cubista, compie una personale indagine per riuscire a dare un volto allo spietato serial-killer. Fino allo scioglimento di una verità perversa e inimmaginabile, che nasconde anche un intrigo sapientemente orchestrato, in un crescendo di suspense all’ultimo respiro.
### Descrizione
Rimini, anni ’90. Fabrizio Dentice, pericoloso psicopatico soprannominato il “killer delle ballerine”, viene condannato a dieci anni di reclusione in un ospedale psichiatrico per l’omicidio di cinque cubiste in discoteca. Ma il verdetto non convince Luca Rambaldi, fidanzato di una delle ragazze assassinate. Tanto più che i brutali delitti riprendono, nonostante l’arresto del presunto colpevole. E allora Luca, aiutato da Carmen, un’intraprendente e coraggiosa cubista, compie una personale indagine per riuscire a dare un volto allo spietato serial killer, fino allo scioglimento di una verità perversa e inimmaginabile.

Rimini, anni ’90. Fabrizio Dentice è un pericoloso psicopatico, soprannominato il “killer delle ballerine”, condannato a dieci anni di reclusione in un ospedale psichiatrico per l’omicidio di cinque cubiste di discoteca. Ma il verdetto non convince Luca Rambaldi, giornalista inviato della «Gazzetta di Forlì» e fidanzato di una delle ragazze orrendamente assassinate. Tanto più che i brutali delitti riprendono, nonostante l’arresto del presunto colpevole. E così Luca, aiutato da Carmen, un’intraprendente e coraggiosa cubista, compie una personale indagine per riuscire a dare un volto allo spietato serial-killer. Fino allo scioglimento di una verità perversa e inimmaginabile, che nasconde anche un intrigo sapientemente orchestrato, in un crescendo di suspense all’ultimo respiro.
**
### Sinossi
Rimini, anni ’90. Fabrizio Dentice è un pericoloso psicopatico, soprannominato il “killer delle ballerine”, condannato a dieci anni di reclusione in un ospedale psichiatrico per l’omicidio di cinque cubiste di discoteca. Ma il verdetto non convince Luca Rambaldi, giornalista inviato della «Gazzetta di Forlì» e fidanzato di una delle ragazze orrendamente assassinate. Tanto più che i brutali delitti riprendono, nonostante l’arresto del presunto colpevole. E così Luca, aiutato da Carmen, un’intraprendente e coraggiosa cubista, compie una personale indagine per riuscire a dare un volto allo spietato serial-killer. Fino allo scioglimento di una verità perversa e inimmaginabile, che nasconde anche un intrigo sapientemente orchestrato, in un crescendo di suspense all’ultimo respiro.
### Descrizione
Rimini, anni ’90. Fabrizio Dentice, pericoloso psicopatico soprannominato il “killer delle ballerine”, viene condannato a dieci anni di reclusione in un ospedale psichiatrico per l’omicidio di cinque cubiste in discoteca. Ma il verdetto non convince Luca Rambaldi, fidanzato di una delle ragazze assassinate. Tanto più che i brutali delitti riprendono, nonostante l’arresto del presunto colpevole. E allora Luca, aiutato da Carmen, un’intraprendente e coraggiosa cubista, compie una personale indagine per riuscire a dare un volto allo spietato serial killer, fino allo scioglimento di una verità perversa e inimmaginabile.

Only registered users can download this free product.

Il killer delle ballerine (prima puntata)

Rimini, anni ’90. Fabrizio Dentice è un pericoloso psicopatico, soprannominato il “killer delle ballerine”, condannato a dieci anni di reclusione in un ospedale psichiatrico per l’omicidio di cinque cubiste di discoteca. Ma il verdetto non convince Luca Rambaldi, giornalista inviato della «Gazzetta di Forlì» e fidanzato di una delle ragazze orrendamente assassinate. Tanto più che i brutali delitti riprendono, nonostante l’arresto del presunto colpevole. E così Luca, aiutato da Carmen, un’intraprendente e coraggiosa cubista, compie una personale indagine per riuscire a dare un volto allo spietato serial-killer. Fino allo scioglimento di una verità perversa e inimmaginabile, che nasconde anche un intrigo sapientemente orchestrato, in un crescendo di suspense all’ultimo respiro.
**
### Sinossi
Rimini, anni ’90. Fabrizio Dentice è un pericoloso psicopatico, soprannominato il “killer delle ballerine”, condannato a dieci anni di reclusione in un ospedale psichiatrico per l’omicidio di cinque cubiste di discoteca. Ma il verdetto non convince Luca Rambaldi, giornalista inviato della «Gazzetta di Forlì» e fidanzato di una delle ragazze orrendamente assassinate. Tanto più che i brutali delitti riprendono, nonostante l’arresto del presunto colpevole. E così Luca, aiutato da Carmen, un’intraprendente e coraggiosa cubista, compie una personale indagine per riuscire a dare un volto allo spietato serial-killer. Fino allo scioglimento di una verità perversa e inimmaginabile, che nasconde anche un intrigo sapientemente orchestrato, in un crescendo di suspense all’ultimo respiro.
### Descrizione
Rimini, anni ’90. Fabrizio Dentice, pericoloso psicopatico soprannominato il “killer delle ballerine”, viene condannato a dieci anni di reclusione in un ospedale psichiatrico per l’omicidio di cinque cubiste in discoteca. Ma il verdetto non convince Luca Rambaldi, fidanzato di una delle ragazze assassinate. Tanto più che i brutali delitti riprendono, nonostante l’arresto del presunto colpevole. E allora Luca, aiutato da Carmen, un’intraprendente e coraggiosa cubista, compie una personale indagine per riuscire a dare un volto allo spietato serial killer, fino allo scioglimento di una verità perversa e inimmaginabile.

Rimini, anni ’90. Fabrizio Dentice è un pericoloso psicopatico, soprannominato il “killer delle ballerine”, condannato a dieci anni di reclusione in un ospedale psichiatrico per l’omicidio di cinque cubiste di discoteca. Ma il verdetto non convince Luca Rambaldi, giornalista inviato della «Gazzetta di Forlì» e fidanzato di una delle ragazze orrendamente assassinate. Tanto più che i brutali delitti riprendono, nonostante l’arresto del presunto colpevole. E così Luca, aiutato da Carmen, un’intraprendente e coraggiosa cubista, compie una personale indagine per riuscire a dare un volto allo spietato serial-killer. Fino allo scioglimento di una verità perversa e inimmaginabile, che nasconde anche un intrigo sapientemente orchestrato, in un crescendo di suspense all’ultimo respiro.
**
### Sinossi
Rimini, anni ’90. Fabrizio Dentice è un pericoloso psicopatico, soprannominato il “killer delle ballerine”, condannato a dieci anni di reclusione in un ospedale psichiatrico per l’omicidio di cinque cubiste di discoteca. Ma il verdetto non convince Luca Rambaldi, giornalista inviato della «Gazzetta di Forlì» e fidanzato di una delle ragazze orrendamente assassinate. Tanto più che i brutali delitti riprendono, nonostante l’arresto del presunto colpevole. E così Luca, aiutato da Carmen, un’intraprendente e coraggiosa cubista, compie una personale indagine per riuscire a dare un volto allo spietato serial-killer. Fino allo scioglimento di una verità perversa e inimmaginabile, che nasconde anche un intrigo sapientemente orchestrato, in un crescendo di suspense all’ultimo respiro.
### Descrizione
Rimini, anni ’90. Fabrizio Dentice, pericoloso psicopatico soprannominato il “killer delle ballerine”, viene condannato a dieci anni di reclusione in un ospedale psichiatrico per l’omicidio di cinque cubiste in discoteca. Ma il verdetto non convince Luca Rambaldi, fidanzato di una delle ragazze assassinate. Tanto più che i brutali delitti riprendono, nonostante l’arresto del presunto colpevole. E allora Luca, aiutato da Carmen, un’intraprendente e coraggiosa cubista, compie una personale indagine per riuscire a dare un volto allo spietato serial killer, fino allo scioglimento di una verità perversa e inimmaginabile.

Only registered users can download this free product.

Justine O Gli Infortuni Della Virtù

Justine o Gli Infortuni della Virtù by Donatien Alphonse François de Sade
Romanzo eroico che narra le disavventure di Justine, una giovane nobile di morale cattolica, la quale si troverà implicata in un’escalation di situazioni perverse, fino al salvataggio ad opera della sorella Juliette. Libro in lingua originale francese con traduzione in italiano.

Justine o Gli Infortuni della Virtù by Donatien Alphonse François de Sade
Romanzo eroico che narra le disavventure di Justine, una giovane nobile di morale cattolica, la quale si troverà implicata in un’escalation di situazioni perverse, fino al salvataggio ad opera della sorella Juliette. Libro in lingua originale francese con traduzione in italiano.

Only registered users can download this free product.

Joyland

Estate 1973, Heavens Bay, Carolina del Nord. Devin Jones è uno studente universitario squattrinato e con il cuore a pezzi, perché la sua ragazza lo ha tradito. Per dimenticare lei e guadagnare qualche dollaro, decide di accettare il lavoro in un luna park. Arrivato nel parco divertimenti, viene accolto da un colorito quanto bizzarro gruppo di personaggi: dalla stramba vedova Emmalina Shoplaw, che gli affitta una stanza, ai due coetanei Tom ed Erin, studenti in bolletta come lui e ben presto inseparabili amici; dall’ultranovantenne proprietario del parco al burbero responsabile del Castello del Brivido. Ma Dev scopre anche che il luogo nasconde un terribile segreto: nel Castello, infatti, è rimasto il fantasma di una ragazza uccisa macabramente quattro anni prima. E così, mentre si guadagna il magro stipendio intrattenendo i bambini con il suo costume da mascotte, Devin dovrà anche combattere il male che minaccia Heavens Bay. E difendere la donna della quale nel frattempo si è innamorato.
**

Estate 1973, Heavens Bay, Carolina del Nord. Devin Jones è uno studente universitario squattrinato e con il cuore a pezzi, perché la sua ragazza lo ha tradito. Per dimenticare lei e guadagnare qualche dollaro, decide di accettare il lavoro in un luna park. Arrivato nel parco divertimenti, viene accolto da un colorito quanto bizzarro gruppo di personaggi: dalla stramba vedova Emmalina Shoplaw, che gli affitta una stanza, ai due coetanei Tom ed Erin, studenti in bolletta come lui e ben presto inseparabili amici; dall’ultranovantenne proprietario del parco al burbero responsabile del Castello del Brivido. Ma Dev scopre anche che il luogo nasconde un terribile segreto: nel Castello, infatti, è rimasto il fantasma di una ragazza uccisa macabramente quattro anni prima. E così, mentre si guadagna il magro stipendio intrattenendo i bambini con il suo costume da mascotte, Devin dovrà anche combattere il male che minaccia Heavens Bay. E difendere la donna della quale nel frattempo si è innamorato.
**

Only registered users can download this free product.

Istanbul: I ricordi e la città (Super ET)

«Istanbul come malinconia condivisa, Istanbul come doppio, Istanbul come immagini in bianco e nero di edifici sbriciolati e di minareti fantasma, Istanbul come labirinto di strade osservate da alte finestre e balconi, Istanbul come invenzione degli stranieri, Istanbul come luogo di primi amori e ultimi riti: alla fine tutti questi tentativi di una definizione diventano Istanbul come autoritratto, Istanbul come Pamuk».
**Alberto Manguel, «The Washington Post»**
**
### Sinossi
«Istanbul come malinconia condivisa, Istanbul come doppio, Istanbul come immagini in bianco e nero di edifici sbriciolati e di minareti fantasma, Istanbul come labirinto di strade osservate da alte finestre e balconi, Istanbul come invenzione degli stranieri, Istanbul come luogo di primi amori e ultimi riti: alla fine tutti questi tentativi di una definizione diventano Istanbul come autoritratto, Istanbul come Pamuk».
**Alberto Manguel, «The Washington Post»**

«Istanbul come malinconia condivisa, Istanbul come doppio, Istanbul come immagini in bianco e nero di edifici sbriciolati e di minareti fantasma, Istanbul come labirinto di strade osservate da alte finestre e balconi, Istanbul come invenzione degli stranieri, Istanbul come luogo di primi amori e ultimi riti: alla fine tutti questi tentativi di una definizione diventano Istanbul come autoritratto, Istanbul come Pamuk».
**Alberto Manguel, «The Washington Post»**
**
### Sinossi
«Istanbul come malinconia condivisa, Istanbul come doppio, Istanbul come immagini in bianco e nero di edifici sbriciolati e di minareti fantasma, Istanbul come labirinto di strade osservate da alte finestre e balconi, Istanbul come invenzione degli stranieri, Istanbul come luogo di primi amori e ultimi riti: alla fine tutti questi tentativi di una definizione diventano Istanbul come autoritratto, Istanbul come Pamuk».
**Alberto Manguel, «The Washington Post»**

Only registered users can download this free product.

Israel. Operazione Tel Aviv

Un successo nato dal passaparolaChi vuole cancellare Israele?Perché un’organizzazione neonazista tedesca ha elaborato un virus in grado di sbaragliare le difese informatiche israeliane? Sara Kohn è una ex-agente dell’intelligence israeliana, il Mossad. Donna schiva e tormentata, nella sua ultima missione ha perso il compagno e ha rischiato di morire e da allora ha giurato che non avrebbe mai più impugnato un’arma e passa il tempo annegando i suoi tormenti nell’alcol. Adesso, però, deve scuotersi e venir meno al giuramento perché c’è poco tempo per salvare Robert Lombardi, un professore americano in vacanza a Parigi e suo figlio Pete, il cui talento informatico lo ha portato a infilare il naso nella fitta rete delle operazioni terroristiche neonaziste. L’ex-agente, Sara Kohn, si trova suo malgrado invischiata in una storia la cui gravità sembra allargarsi a macchia d’olio e che rischia di avere come conseguenza la cancellazione di Israele dalla mappa geografica. Accusata di tradimento e di omicidio, si troverà tutti contro, persino lo stesso Mossad. Una corsa contro il tempo, un finale adrenalinico in continua accelerazione: Sara dovrà confrontarsi con i fantasmi del suo passato, gli orrori del presente e una dolce promessa per un futuro possibile. Migliaia di ebook scaricati in pochi mesiUn caso del self-publishing che finalmente diventa un libroUn’organizzazione neonazista trama nel cuore dell’EuropaUn virus informatico infetta milioni di computerUn complotto che rischia di incendiare il Medio OrienteI commenti dei lettori che l’hanno letto nella versione digitale:’Me lo sono letto tutto di fila! Davvero un piacere.”Decisamente incalzante e travolgente. Letto d’un fiato.”Da leggere, ne vale assolutamente la pena.”Sicuramente da leggere e comprare. Complimenti all’autore.”Tantissima azione! In questo libro ci sono moltissimi colpi di scena e una trama che ti lascia con il fiato sospeso fino alla fine. Io lo consiglio.’Stefano LanciottiClasse ’67, si è laureato in Ingegneria elettronica e lavora nel campo dell’informatica e della sicurezza. Israel. Operazione Tel Aviv è il suo primo libro pubblicato su carta.
(source: Bol.com)

Un successo nato dal passaparolaChi vuole cancellare Israele?Perché un’organizzazione neonazista tedesca ha elaborato un virus in grado di sbaragliare le difese informatiche israeliane? Sara Kohn è una ex-agente dell’intelligence israeliana, il Mossad. Donna schiva e tormentata, nella sua ultima missione ha perso il compagno e ha rischiato di morire e da allora ha giurato che non avrebbe mai più impugnato un’arma e passa il tempo annegando i suoi tormenti nell’alcol. Adesso, però, deve scuotersi e venir meno al giuramento perché c’è poco tempo per salvare Robert Lombardi, un professore americano in vacanza a Parigi e suo figlio Pete, il cui talento informatico lo ha portato a infilare il naso nella fitta rete delle operazioni terroristiche neonaziste. L’ex-agente, Sara Kohn, si trova suo malgrado invischiata in una storia la cui gravità sembra allargarsi a macchia d’olio e che rischia di avere come conseguenza la cancellazione di Israele dalla mappa geografica. Accusata di tradimento e di omicidio, si troverà tutti contro, persino lo stesso Mossad. Una corsa contro il tempo, un finale adrenalinico in continua accelerazione: Sara dovrà confrontarsi con i fantasmi del suo passato, gli orrori del presente e una dolce promessa per un futuro possibile. Migliaia di ebook scaricati in pochi mesiUn caso del self-publishing che finalmente diventa un libroUn’organizzazione neonazista trama nel cuore dell’EuropaUn virus informatico infetta milioni di computerUn complotto che rischia di incendiare il Medio OrienteI commenti dei lettori che l’hanno letto nella versione digitale:’Me lo sono letto tutto di fila! Davvero un piacere.”Decisamente incalzante e travolgente. Letto d’un fiato.”Da leggere, ne vale assolutamente la pena.”Sicuramente da leggere e comprare. Complimenti all’autore.”Tantissima azione! In questo libro ci sono moltissimi colpi di scena e una trama che ti lascia con il fiato sospeso fino alla fine. Io lo consiglio.’Stefano LanciottiClasse ’67, si è laureato in Ingegneria elettronica e lavora nel campo dell’informatica e della sicurezza. Israel. Operazione Tel Aviv è il suo primo libro pubblicato su carta.
(source: Bol.com)

Only registered users can download this free product.

L’ira funesta

A volte basta un niente per sconvolgere la vita di una placida cittadina di provincia. Basta, per esempio, che l’unico farmacista, corso in ospedale dove sta per nascere il suo primo figlio, debba tenere chiuso il negozio: niente medicine per gli anziani e, soprattutto, niente medicine per il Gaggina, un colosso di centotrenta chili con il carattere dell’attaccabrighe di professione. Quel giorno, senza i suoi tranquillanti, non riesce a tenere a bada la propria ira: in sella a un motorino scassato tenta di assaltare la stazione dei carabinieri, irrompe nel bar della locale polisportiva, picchia un vigile che vuole fargli la multa, per poi barricarsi in casa minacciando con una katana da samurai chiunque si avvicini. Al Piccola Russia – così viene chiamato il borgo, dove le strade hanno tutte nomi di “compagni” e la giunta è monocolore dal 1948 – si scatena il consueto passaparola. “L’ennesima follia del Gaggina, state tranquilli, non farebbe male a una mosca” assicura qualcuno. Ma quando il corpo del vecchio Giuanìn Penna, appena tornato dall’America dopo trent’anni di assenza, viene trovato tra i campi, trafitto proprio da una spada, la situazione prende una brutta piega. A sbrogliare la matassa sarà chiamato il maresciallo Omar Valdes, alias “tenente Siluro”, un militare tormentato e dal passato oscuro, in un’indagine ricca di sorprese e di una travolgente

A volte basta un niente per sconvolgere la vita di una placida cittadina di provincia. Basta, per esempio, che l’unico farmacista, corso in ospedale dove sta per nascere il suo primo figlio, debba tenere chiuso il negozio: niente medicine per gli anziani e, soprattutto, niente medicine per il Gaggina, un colosso di centotrenta chili con il carattere dell’attaccabrighe di professione. Quel giorno, senza i suoi tranquillanti, non riesce a tenere a bada la propria ira: in sella a un motorino scassato tenta di assaltare la stazione dei carabinieri, irrompe nel bar della locale polisportiva, picchia un vigile che vuole fargli la multa, per poi barricarsi in casa minacciando con una katana da samurai chiunque si avvicini. Al Piccola Russia – così viene chiamato il borgo, dove le strade hanno tutte nomi di “compagni” e la giunta è monocolore dal 1948 – si scatena il consueto passaparola. “L’ennesima follia del Gaggina, state tranquilli, non farebbe male a una mosca” assicura qualcuno. Ma quando il corpo del vecchio Giuanìn Penna, appena tornato dall’America dopo trent’anni di assenza, viene trovato tra i campi, trafitto proprio da una spada, la situazione prende una brutta piega. A sbrogliare la matassa sarà chiamato il maresciallo Omar Valdes, alias “tenente Siluro”, un militare tormentato e dal passato oscuro, in un’indagine ricca di sorprese e di una travolgente

Only registered users can download this free product.

Invece della catastrofe

Nella vita quotidiana di ognuno di noi la crisi ha assunto i tratti di un personaggio da tragedia antica: il fato, il convitato di pietra, una presenza immanente e ostile, eppure inafferrabile. Conseguenza inevitabile quando gli effetti di una congiuntura globale sono ormai alle porte delle nostre case, colpiscono le nostre vite, corrodono la speranza di un futuro per i nostri figli e sgretolano ciò che davamo per scontato: stile di vita, lavoro, salute, istruzione. C’è la sensazione diffusa che tutto ciò sia solo la punta di un iceberg, che queste perdite siano in realtà le estreme propaggini di un enorme buco nero in espansione. Ma mancano le prove, perché nessuno dice veramente come stanno le cose. C’è un silenzio colpevole perché interessato da parte dei pochi che sanno.Invece della catastrofe vuole svelare le tremende verità che ci vengono nascoste e lanciare un drammatico appello alle coscienze. La crisi economica è solo un aspetto del problema. Crisi climatica, ambientale, energetica, demografica, crisi dei rifiuti, crisi dell’acqua sono tutte strettamente connesse. L’illusione degli ultimi tre secoli che in un sistema finito di risorse fosse possibile una crescita infinita si è definitivamente infranta. L’umanità sta andando a marce forzate verso la catastrofe, una catastrofe immane rispetto alla quale le due guerre mondiali che abbiamo vissuto saranno rappresentazioni secondarie e minori.Un cambiamento di rotta è ancora possibile, ma i tempi per questa trasformazione sono ormai strettissimi. La posta in gioco è enorme e il tempo a disposizione breve. Non ci resta che lottare. Perché il solo modo di non restare sotto le macerie è avviare una transizione verso un’altra organizzazione sociale, una nuova strategia del genere umano.

Nella vita quotidiana di ognuno di noi la crisi ha assunto i tratti di un personaggio da tragedia antica: il fato, il convitato di pietra, una presenza immanente e ostile, eppure inafferrabile. Conseguenza inevitabile quando gli effetti di una congiuntura globale sono ormai alle porte delle nostre case, colpiscono le nostre vite, corrodono la speranza di un futuro per i nostri figli e sgretolano ciò che davamo per scontato: stile di vita, lavoro, salute, istruzione. C’è la sensazione diffusa che tutto ciò sia solo la punta di un iceberg, che queste perdite siano in realtà le estreme propaggini di un enorme buco nero in espansione. Ma mancano le prove, perché nessuno dice veramente come stanno le cose. C’è un silenzio colpevole perché interessato da parte dei pochi che sanno.Invece della catastrofe vuole svelare le tremende verità che ci vengono nascoste e lanciare un drammatico appello alle coscienze. La crisi economica è solo un aspetto del problema. Crisi climatica, ambientale, energetica, demografica, crisi dei rifiuti, crisi dell’acqua sono tutte strettamente connesse. L’illusione degli ultimi tre secoli che in un sistema finito di risorse fosse possibile una crescita infinita si è definitivamente infranta. L’umanità sta andando a marce forzate verso la catastrofe, una catastrofe immane rispetto alla quale le due guerre mondiali che abbiamo vissuto saranno rappresentazioni secondarie e minori.Un cambiamento di rotta è ancora possibile, ma i tempi per questa trasformazione sono ormai strettissimi. La posta in gioco è enorme e il tempo a disposizione breve. Non ci resta che lottare. Perché il solo modo di non restare sotto le macerie è avviare una transizione verso un’altra organizzazione sociale, una nuova strategia del genere umano.

Only registered users can download this free product.

Internet è il nemico. Conversazione con Jacob Appelbaum, Andy Müller-Maguhn e Jérémie Zimmermann

Julian Assange lancia un allarme a ciascuno di noi, navigatori quotidiani, felici utenti dei social network, amanti dello shopping online. Noi che crediamo di essere liberi e non lo siamo. Noi sorvegliati speciali, intrappolati in una rete che consideriamo democratica, ma dietro cui si celano poteri nascosti che decidono per noi e spesso contro di noi. Siamo vittime di una guerra di nuovo tipo e non lo sappiamo: una “crittoguerra” in cui la posta in gioco è l’accesso all’informazione, la tracciabilità dei comportamenti, il riorientamento delle nostre più intime abitudini di vita. Una crittoguerra in cui i più forti sanno rendere inaccessibili le informazioni che li riguardano, e i più deboli si ritrovano nudi, completamente esposti agli strumenti che vagliano senza sosta quell’immensa banca dati che è il web, nato come grande promessa di democratizzazione e divenuto implacabile strumento di controllo. Ecco perché Internet è diventato il nemico, come Julian Assange denuncia in queste pagine nate durante la detenzione a seguito dello scandalo WikiLeaks. E se ormai tutti gli stati, gli eserciti, le multinazionali si stanno attrezzando a combattere un nuovo tipo di conflitto, condotto sulla rete da veri e propri “ciberguerrieri”, una strategia di resistenza dovrà ricorrere a strumenti analoghi nel tentativo di ribaltare la situazione.
**

Julian Assange lancia un allarme a ciascuno di noi, navigatori quotidiani, felici utenti dei social network, amanti dello shopping online. Noi che crediamo di essere liberi e non lo siamo. Noi sorvegliati speciali, intrappolati in una rete che consideriamo democratica, ma dietro cui si celano poteri nascosti che decidono per noi e spesso contro di noi. Siamo vittime di una guerra di nuovo tipo e non lo sappiamo: una “crittoguerra” in cui la posta in gioco è l’accesso all’informazione, la tracciabilità dei comportamenti, il riorientamento delle nostre più intime abitudini di vita. Una crittoguerra in cui i più forti sanno rendere inaccessibili le informazioni che li riguardano, e i più deboli si ritrovano nudi, completamente esposti agli strumenti che vagliano senza sosta quell’immensa banca dati che è il web, nato come grande promessa di democratizzazione e divenuto implacabile strumento di controllo. Ecco perché Internet è diventato il nemico, come Julian Assange denuncia in queste pagine nate durante la detenzione a seguito dello scandalo WikiLeaks. E se ormai tutti gli stati, gli eserciti, le multinazionali si stanno attrezzando a combattere un nuovo tipo di conflitto, condotto sulla rete da veri e propri “ciberguerrieri”, una strategia di resistenza dovrà ricorrere a strumenti analoghi nel tentativo di ribaltare la situazione.
**

Only registered users can download this free product.

Ingredienti per una vita di formidabili passioni

«Un grande narratore capace di cogliere i dettagli più profondi nel magistrale artigianato del raccontare.»La Stampa«Sepúlveda ha il senso della narrazione concisa ed efficace, il gusto delle immagini finemente cesellate, un grande dono dell’evocazione che gli permette di rendere semplici, stilizzandoli, gli esseri e gli avvenimenti più complicati.»Le MondeLa scrittura, l’impegno politico, le amicizie, l’esilio, il viaggio: elementi indissolubilmente intrecciati nel racconto di una vita avventurosa e affascinante come quella di Luis Sepúlveda. Da quando, ragazzino, i primi amori lo inducono a trascurare la passione calcistica e a coltivare quella per la poesia, Sepúlveda scopre che la letteratura che vale è quella che riesce a dar voce a chi non ha voce. Ripercorrendo una vocazione dalle molte sfaccettature, queste pagine intrecciano racconti di vicende personali, storie di lavoratori e delle loro lotte, grida di dolore per lo sfruttamento criminoso dell’ambiente, riflessioni sferzanti sulla crisi economica che ha investito l’Europa e rievocazioni di momenti condivisi con amici e «maestri» – tra gli altri Neruda, Saramago, Tonino Guerra. Emerge soprattutto il Sepúlveda uomo: i ricordi mai sopiti del difficile passato cileno, i destini dei compagni dispersi dall’esilio che si ritrovano su una piccola baia del Pacifico, un viaggio nel deserto di Atacama, ma anche squarci di vita domestica, il ricordo di un nobile amico a quattro zampe, la gioia di riunire intorno a un tavolo una meravigliosa famiglia allargata da cui farsi chiamare con l’epiteto di «vecchio». E su tutto la consapevolezza, sempre e comunque, di aver vissuto «una vita di formidabili passioni».

«Un grande narratore capace di cogliere i dettagli più profondi nel magistrale artigianato del raccontare.»La Stampa«Sepúlveda ha il senso della narrazione concisa ed efficace, il gusto delle immagini finemente cesellate, un grande dono dell’evocazione che gli permette di rendere semplici, stilizzandoli, gli esseri e gli avvenimenti più complicati.»Le MondeLa scrittura, l’impegno politico, le amicizie, l’esilio, il viaggio: elementi indissolubilmente intrecciati nel racconto di una vita avventurosa e affascinante come quella di Luis Sepúlveda. Da quando, ragazzino, i primi amori lo inducono a trascurare la passione calcistica e a coltivare quella per la poesia, Sepúlveda scopre che la letteratura che vale è quella che riesce a dar voce a chi non ha voce. Ripercorrendo una vocazione dalle molte sfaccettature, queste pagine intrecciano racconti di vicende personali, storie di lavoratori e delle loro lotte, grida di dolore per lo sfruttamento criminoso dell’ambiente, riflessioni sferzanti sulla crisi economica che ha investito l’Europa e rievocazioni di momenti condivisi con amici e «maestri» – tra gli altri Neruda, Saramago, Tonino Guerra. Emerge soprattutto il Sepúlveda uomo: i ricordi mai sopiti del difficile passato cileno, i destini dei compagni dispersi dall’esilio che si ritrovano su una piccola baia del Pacifico, un viaggio nel deserto di Atacama, ma anche squarci di vita domestica, il ricordo di un nobile amico a quattro zampe, la gioia di riunire intorno a un tavolo una meravigliosa famiglia allargata da cui farsi chiamare con l’epiteto di «vecchio». E su tutto la consapevolezza, sempre e comunque, di aver vissuto «una vita di formidabili passioni».

Only registered users can download this free product.

L’inferno avrà i tuoi occhi

Un grande esordioUna voce nuova e intensa della narrativa italianaLa paura è più forte quando non ha nomeUn piccolo paese di provinciaTre adolescenti annoiateUna suora brutalmente uccisaIn un piccolo centro in provincia di Sondrio, tre amiche adolescenti uccidono brutalmente una suora.Un sacri ficio a Satana con un piano studiato fin nei minimi dettagli e in nome di un’inspiegabile devozione al maligno. Cosa hanno in comune Elena, Vanessa e Samantha? Un legame morboso – quasi un patto di sangue –, l’eterna noia di giornate tutte uguali, la tentazione di tingere di nero le proprie vite, fino al desiderio di uccidere. Quando Vanessa torna in paese, dopo otto anni, i dolorosi ricordi legati a quella tragica sera riemergono con violenza, scatenando l’inferno nella sua mente. Strapparsi di dosso quell’orrenda colpa sembra impossibile. Silvia è più piccola delle tre ragazze, ma frequenta lo stesso istituto, lo stesso bar, a volte anche la stessa compagnia. È un comune amico a coinvolgerla un giorno in una seduta spiritica, in cui sarà evocata l’anima della suora uccisa. La vita di Silvia, la sua adolescenza, i suoi rapporti familiari si intrecciano pericolosamente con la vicenda di Elena, Vanessa e Samantha. Domande ossessive e inquietanti riempiono le pagine del suo diario: cosa può averle spinte a compiere un gesto tanto e fferato? Avrebbe potuto commettere anche lei quel delitto? In una sorta di identificazione con le carne fici, Silvia rivive un episodio macabro e ai limiti dell’umana comprensione, la deformazione di tre menti convinte di essere votate al diavolo…Un grande esordioUna voce nuova e intensa della narrativa italianaNon riuscirete a staccare gli occhi dalle pagine di questo sorprendente romanzoSilvia Montemurro a soli venticinque anni confeziona una storia a tinte gialle e nere di una forza rara e unica nel suo genere’Eravamo tre corpi e una sola testa. Tre teste e una sola anima. Non ce l’avevamo, un’anima.’Silvia MontemurroÈ nata a Chiavenna la notte di San Lorenzo del 1987. Si è laureata nel 2011 con una tesi in Criminologia, riguardante l’assassinio di suor Maria Laura Mainetti. Ha partecipato nel 2010-2011 alla XIV edizione del corso RAI Script Fiction per sceneggiatori. Ha scritto diversi romanzi ancora inediti, uno dei quali ha ottenuto nel 2011 il secondo posto al Premio Malerba. L’inferno avrà i tuoi occhi è il suo esordio, segnalato anche dal comitato di lettura del Premio Calvino 2012.
(source: Bol.com)

Un grande esordioUna voce nuova e intensa della narrativa italianaLa paura è più forte quando non ha nomeUn piccolo paese di provinciaTre adolescenti annoiateUna suora brutalmente uccisaIn un piccolo centro in provincia di Sondrio, tre amiche adolescenti uccidono brutalmente una suora.Un sacri ficio a Satana con un piano studiato fin nei minimi dettagli e in nome di un’inspiegabile devozione al maligno. Cosa hanno in comune Elena, Vanessa e Samantha? Un legame morboso – quasi un patto di sangue –, l’eterna noia di giornate tutte uguali, la tentazione di tingere di nero le proprie vite, fino al desiderio di uccidere. Quando Vanessa torna in paese, dopo otto anni, i dolorosi ricordi legati a quella tragica sera riemergono con violenza, scatenando l’inferno nella sua mente. Strapparsi di dosso quell’orrenda colpa sembra impossibile. Silvia è più piccola delle tre ragazze, ma frequenta lo stesso istituto, lo stesso bar, a volte anche la stessa compagnia. È un comune amico a coinvolgerla un giorno in una seduta spiritica, in cui sarà evocata l’anima della suora uccisa. La vita di Silvia, la sua adolescenza, i suoi rapporti familiari si intrecciano pericolosamente con la vicenda di Elena, Vanessa e Samantha. Domande ossessive e inquietanti riempiono le pagine del suo diario: cosa può averle spinte a compiere un gesto tanto e fferato? Avrebbe potuto commettere anche lei quel delitto? In una sorta di identificazione con le carne fici, Silvia rivive un episodio macabro e ai limiti dell’umana comprensione, la deformazione di tre menti convinte di essere votate al diavolo…Un grande esordioUna voce nuova e intensa della narrativa italianaNon riuscirete a staccare gli occhi dalle pagine di questo sorprendente romanzoSilvia Montemurro a soli venticinque anni confeziona una storia a tinte gialle e nere di una forza rara e unica nel suo genere’Eravamo tre corpi e una sola testa. Tre teste e una sola anima. Non ce l’avevamo, un’anima.’Silvia MontemurroÈ nata a Chiavenna la notte di San Lorenzo del 1987. Si è laureata nel 2011 con una tesi in Criminologia, riguardante l’assassinio di suor Maria Laura Mainetti. Ha partecipato nel 2010-2011 alla XIV edizione del corso RAI Script Fiction per sceneggiatori. Ha scritto diversi romanzi ancora inediti, uno dei quali ha ottenuto nel 2011 il secondo posto al Premio Malerba. L’inferno avrà i tuoi occhi è il suo esordio, segnalato anche dal comitato di lettura del Premio Calvino 2012.
(source: Bol.com)

Only registered users can download this free product.

Un indizio per Cordelia Gray

Un caso estremamente complesso per miss Gray, la sagace investigatrice dei romanzi di P.D. James: la grande interprete di drammi elisabettiani, Clarissa Lisle, è da tempo minacciata di morte e l’ora X sta per scoccare…
(source: Bol.com)

Un caso estremamente complesso per miss Gray, la sagace investigatrice dei romanzi di P.D. James: la grande interprete di drammi elisabettiani, Clarissa Lisle, è da tempo minacciata di morte e l’ora X sta per scoccare…
(source: Bol.com)

Only registered users can download this free product.

In caso di morte

Pia Grazdani sa di essere una studentessa di grande talento, eppure non crede alla sua fortuna. Tobias Rothman, premio Nobel per la Medicina, ha voluto proprio lei per un grandioso progetto: una ricerca all’avanguardia che potrebbe rivoluzionare la sanità mondiale creando organi sostitutivi per pazienti incurabili. Pia si rende conto che le viene offerta la possibilità di soddisfare la sua ambizione e di contribuire ad aiutare milioni di malati. Ma – soprattutto – partecipare a quello studio così importante potrebbe finalmente farle trovare un po’ di serenità, una tregua ai dolorosi ricordi dei traumi che hanno segnato la sua infanzia. Un giorno però in laboratorio – in un’area che dovrebbe essere di massima sicurezza – accade una tragedia. Che viene subito liquidata come incidente. E ha l’effetto immediato di far cessare la sperimentazione. Pia non può e non vuole accettarlo. Sono tante le domande che le si agitano nella mente… Chi si arricchisce in caso di morte dei pazienti? Chi vuole spegnere la speranza di così tanti innocenti? Sembra proprio che la morte sia diventata un business multimiliardario… Pia non ci mette molto a capire di essere entrata in conflitto con interessi ben più grandi di lei, difesi da criminali senza scrupoli che non esiterebbero un solo istante a eliminarla. E a quel punto non ha scelta: se vuole continuare a vivere deve scoprire la verità, a ogni costo.
(source: Bol.com)

Pia Grazdani sa di essere una studentessa di grande talento, eppure non crede alla sua fortuna. Tobias Rothman, premio Nobel per la Medicina, ha voluto proprio lei per un grandioso progetto: una ricerca all’avanguardia che potrebbe rivoluzionare la sanità mondiale creando organi sostitutivi per pazienti incurabili. Pia si rende conto che le viene offerta la possibilità di soddisfare la sua ambizione e di contribuire ad aiutare milioni di malati. Ma – soprattutto – partecipare a quello studio così importante potrebbe finalmente farle trovare un po’ di serenità, una tregua ai dolorosi ricordi dei traumi che hanno segnato la sua infanzia. Un giorno però in laboratorio – in un’area che dovrebbe essere di massima sicurezza – accade una tragedia. Che viene subito liquidata come incidente. E ha l’effetto immediato di far cessare la sperimentazione. Pia non può e non vuole accettarlo. Sono tante le domande che le si agitano nella mente… Chi si arricchisce in caso di morte dei pazienti? Chi vuole spegnere la speranza di così tanti innocenti? Sembra proprio che la morte sia diventata un business multimiliardario… Pia non ci mette molto a capire di essere entrata in conflitto con interessi ben più grandi di lei, difesi da criminali senza scrupoli che non esiterebbero un solo istante a eliminarla. E a quel punto non ha scelta: se vuole continuare a vivere deve scoprire la verità, a ogni costo.
(source: Bol.com)

Only registered users can download this free product.

L’imitatore di voci

Rare cose fanno sognare come quelle notizie di cronaca che racchiudono un destino in poche righe dettate in tono di spassionata neutralità. In questo libro Thomas Bernhard ha scelto come forma letteraria appunto la notizia di cronaca. Così troveremo qui più di cento romanzi in altrettante pagine. Prendendo di sorpresa il lettore, e sostituendo una guizzante velocità al martellio ossessivo dei suoi libri più celebri, Bernhard inanella una serie di storie esilaranti e oltraggiose, tutte enunciate da un cronista che si pretende di impeccabile sobrietà e precisione. I fatti innanzitutto – sembra dirci, con celato sarcasmo. E i fatti, nella loro nudità, riescono pur sempre a sbalordirci. Sono multiformi e coatti come il protagonista della storia che dà il titolo al libro: un imitatore di voci che riusciva a imitare ogni voce possibile ma rimaneva interdetto e si dichiarava incapace quando gli chiedevano di imitare la propria. “L’imitatore di voci” è apparso per la prima volta nel 1978.
(source: Bol.com)

Rare cose fanno sognare come quelle notizie di cronaca che racchiudono un destino in poche righe dettate in tono di spassionata neutralità. In questo libro Thomas Bernhard ha scelto come forma letteraria appunto la notizia di cronaca. Così troveremo qui più di cento romanzi in altrettante pagine. Prendendo di sorpresa il lettore, e sostituendo una guizzante velocità al martellio ossessivo dei suoi libri più celebri, Bernhard inanella una serie di storie esilaranti e oltraggiose, tutte enunciate da un cronista che si pretende di impeccabile sobrietà e precisione. I fatti innanzitutto – sembra dirci, con celato sarcasmo. E i fatti, nella loro nudità, riescono pur sempre a sbalordirci. Sono multiformi e coatti come il protagonista della storia che dà il titolo al libro: un imitatore di voci che riusciva a imitare ogni voce possibile ma rimaneva interdetto e si dichiarava incapace quando gli chiedevano di imitare la propria. “L’imitatore di voci” è apparso per la prima volta nel 1978.
(source: Bol.com)

Only registered users can download this free product.

Illuminati. Viaggio nel cuore nero della cospirazione mondiale

Nel 1990, agenti federali fanno irruzione in un’azienda di giochi americana portando via tutti i computer, alcuni dei quali mai più restituiti, anche quando le accuse che avevano portato al blitz decadono. Tra i giochi sequestrati, ce n’è uno di carte, Illuminati. Che la vera ragione del sequestro siano le carte, che riportano immagini molto simili ad altre diventate poi notissime dell’esplosione delle Twin Towers, dell’aereo schiantato sul Pentagono o del maremoto di Fukushima, nessuno lo dice ufficialmente, ma, alla luce di quanto avvenuto nel 2001 e nel 2011, pare molto probabile. E può esserci un collegamento tra questo episodio e gli esclusivi incontri del Bohemian Club o del Gruppo Bilderberg, a cui fa capo il gotha della finanza e della politica europea e mondiale? Che esista un ristretto gruppo di persone talmente potenti da infiltrarsi in ogni ambito della vita sociale e politica mondiale e di influenzare ogni decisione che ci riguardi è ormai più che un sospetto per molti. Quello che non tutti sanno è che queste persone, note o sconosciute, farebbero parte di una società segreta di storiche origini, quella degli Illuminati. Verità? Menzogna? Esistono prove della loro esistenza? Adam Kadmon, il personaggio misterioso che raccoglie milioni di contatti sul web, di coincidenze – prove, forse? – ne presenta a centinaia. E per la prima volta delinea la mappa e le strategie degli artefici della cospirazione mondiale.
**

Nel 1990, agenti federali fanno irruzione in un’azienda di giochi americana portando via tutti i computer, alcuni dei quali mai più restituiti, anche quando le accuse che avevano portato al blitz decadono. Tra i giochi sequestrati, ce n’è uno di carte, Illuminati. Che la vera ragione del sequestro siano le carte, che riportano immagini molto simili ad altre diventate poi notissime dell’esplosione delle Twin Towers, dell’aereo schiantato sul Pentagono o del maremoto di Fukushima, nessuno lo dice ufficialmente, ma, alla luce di quanto avvenuto nel 2001 e nel 2011, pare molto probabile. E può esserci un collegamento tra questo episodio e gli esclusivi incontri del Bohemian Club o del Gruppo Bilderberg, a cui fa capo il gotha della finanza e della politica europea e mondiale? Che esista un ristretto gruppo di persone talmente potenti da infiltrarsi in ogni ambito della vita sociale e politica mondiale e di influenzare ogni decisione che ci riguardi è ormai più che un sospetto per molti. Quello che non tutti sanno è che queste persone, note o sconosciute, farebbero parte di una società segreta di storiche origini, quella degli Illuminati. Verità? Menzogna? Esistono prove della loro esistenza? Adam Kadmon, il personaggio misterioso che raccoglie milioni di contatti sul web, di coincidenze – prove, forse? – ne presenta a centinaia. E per la prima volta delinea la mappa e le strategie degli artefici della cospirazione mondiale.
**

Only registered users can download this free product.