305–320 di 4048 risultati

Messia Di Dune

SECONDO VOLUME DI IL CICLO DI DUNEDodici anni dopo la vittoria dei Fremen sull’Imperatore Padiscià Shaddam IV, Paul Muad’Dib, erede degli Atreides, è ancora il temuto Imperatore della galassia e governa l’universo dalla sua capitale su Arrakis. La forza del mito che lo circonda viene però intaccata da un complotto che vede protagonistiil Bene Gesserit, la Gilda Spaziale, i Tleilaxu e alcuni Fremen ribelli: al centro della cospirazione c’è il tentativo di indebolire la sua capacità di comando e rendere instabile la dinastia degli Atreides ostacolando la nascita di un erede. Tuttavia, il prezioso dono della prescienza dà a Paul la consapevolezza che la strada da seguire è quella indicata dal suo destino: indirizzare il proprio popolo su un percorso che lo allontani dall’autodistruzione e dalla miseria, verso un futuro armonioso e duraturo, un obiettivo che è disposto a raggiungere anche a costo del proprio sacrificio…Il secondo, avvincente episodio di Il Ciclo di Dune, uno dei best seller assoluti della fantascienza mondiale.

L’Intelligenza Agonistica

«In principio era la competizione». Ogni momento della nostra vita obbedisce a questa semplice legge, di cui lo sport è solo una possibile declinazione. Atleti, manager, attori, psicologi, organizzazioni, squadre, in modi diversi affrontano tutti le medesime sfide, e ricorrono quindi a un’unica risorsa: l’Intelligenza Agonistica, ossia l’insieme delle competenze con cui ognuno di noi affronta, progetta, supera le proprie sfide con l’ambiente, con gli altri e soprattutto con se stesso. Giuseppe Vercelli, psicologo dello sport che ha lavorato, fra gli altri, con campioni di calibro internazionale, propone qui il modello SFERA, uno strumento indispensabile per interpretare il caos e riportarvi l’ordine, per trasformare la «prestazione» in un’esperienza piacevole e i cui autentici traguardi sono la crescita e la ricerca continue. Quando l’Intelligenza Agonistica entra in azione, ritroviamo l’unità di mente, corpo e ambiente: con le parole di Roger Bannister, indimenticato campione della corsa, «una cospirazione inconscia di anima e corpo che rende possibile un’esplosione di energia».

Il tesoro dei Fin Gall

Anno domini 852. Da secoli i vichinghi partono dalle coste norrene e calano sull’Inghilterra, sull’Irlanda, su ogni terra raggiungibile con le loro imbarcazioni dai lunghi scafi. Dapprima era solo per saccheggiare e depredare, poi iniziarono a creare insediamenti. Nonostante la feroce opposizione che si leva in ogni territorio, in pochi riescono a resistere ai loro assalti. È quello che accade anche lungo le coste meridionali dell’Irlanda, dove i vichinghi hanno costruito un avamposto che chiamano Dubh-Linn. Ed è proprio mentre si dirigono lì che Ornolf l’Instancabile e Thorgrim Lupo notturno si imbattono in una nave irlandese che trasporta un unico oggetto: una corona. Ignari del significato di quel manufatto e del potere che è in grado di conferire, i fieri uomini del Nord si troveranno invischiati negli intrighi dell’Irlanda medievale. Circondato da nemici, tra alleanze più mutevoli del clima dell’isola, Throgrim dovrà guidare i suoi uomini, gli invasori bianchi, i fin gall, nella dura lotta per la sopravvivenza…

Il Messaggero Dell’Angelo

Dall’inizio del tempo, i quattro arcangeli Michele, Gabriele, Uriel e Azrael, hanno desiderato poter conoscere il vero amore.Quando quattro angeli di sesso femminile sono stati creati per loro, il caos generato dalla gelosia è diventato incontrollabile, e le quattro donne sono state allontanate spingendo gli arcangeli a cercarle senza sosta per millenni. Per centinaia di anni, Gabriele si è spacciato per un comune abitante della Scozia. Pochi sanno che è il potente Messaggero, segretamente alla ricerca per tutto il mondo dell’unica donna in grado di completarlo… finché non trova l’oggetto del suo desiderio in un pub affollato e rumoroso. Juliette Anderson è sempre stata un tipo razionale, ma quando incrocia Gabriele il suo mondo viene capovolto, nonostante l’istinto le dica di fuggire. Non appena la verità sulla sua identità verrà rivelata, Juliette dovrà fare i conti con il proprio destino e soprattutto con l’uomo misterioso che le infiamma il cuore.

Dizionario Dei Luoghi Comuni

Enciclopedia del “pensiero banale” redatta con ironia pungente da un grande e disincantato osservatore della realtà, il “dizionario” è in realtà la parte finale di un progetto più ampio che Flaubert aveva iniziato con Bouvard e Pécuchet. Un testo leggero e profondo, superficialmente acuto e indagatore, che è un vero e proprio antidoto letterario al conformismo e all’appiattimento intellettuale. E nella maggior parte dei lemmi elencati il lettore ritrova tanti stereotipi nei quali, oggi come all’epoca di Flaubert, si esaurisce spesso la cosiddetta “cultura generale” di cui molti spesso si fanno vuoto vanto.

Come le mosche d’autunno

Introduzione di Maria Nadotti
Traduzione di Alessandra Di Lernia
Edizioni integrali
Come le mosche d’autunno è ambientato nel 1916, in pieno conflitto mondiale. La guerra ha svuotato la grande casa padronale, rimane solo Tat’jana Ivanovna, la vecchia nutrice; ma dopo aver assistito alla barbara morte del ragazzo Jurij, fuggito dal fronte, anche lei decide di andarsene per raggiungere i padroni e accompagnarli nel loro lungo viaggio fino a Parigi, alla ricerca di una vita nuova. Ma per Tat’jana la ricerca sarà dolorosa e solitaria.
Il ballo, che dovrebbe segnare l’ingresso della quattordicenne Antoinette nella brillante società parigina, è un sogno più per la madre, volgare e arcigna parvenue, che per la ragazza. Con una scrittura precisa e senza fronzoli, l’autrice racconta in poche, dense e drammatiche pagine, la vendetta di Antoinette.
«La signora Kampf entrò nello studio richiudendosi dietro la porta in maniera così brusca che tutte le gocce del lampadario di cristallo, mosse dalla corrente d’aria, si misero a suonare un tintinnio puro e leggero di sonaglio. Ma Antoinette non aveva smesso di leggere, tanto china sullo scrittoio da toccare il libro con i capelli. Sua madre si mise a osservarla per un po’ senza parlare; poi le si piantò davanti a braccia conserte.»
Irène Némirovsky
nata a Kiev nel 1903 da una famiglia di ricchi banchieri di origini ebraiche, visse a Parigi dove, appena diciottenne, cominciò a scrivere. Nel 1929 riuscì a farsi pubblicare il romanzo David Golder, ottenendo uno straordinario successo di critica e di pubblico. Irène continuò a scrivere, ma presto fu costretta a usare un altro nome, perché gli editori, nella Francia occupata dai tedeschi, avevano paura di pubblicare i libri di un’ebrea. Nel luglio del 1942 fu arrestata e deportata ad Auschwitz, dove ad agosto, a trentanove anni, morì, lasciando incompiuto il suo ultimo capolavoro, Suite francese. La Newton Compton ha pubblicato Suite francese, Due; Come le mosche d’autunno – Il ballo; Il vino della solitudine; I cani e i lupi; Il calore del sangue – Il malinteso; Jezabel; Il signore delle anime; David Golder; I fuochi dell’autunno. **
### Sinossi
Introduzione di Maria Nadotti
Traduzione di Alessandra Di Lernia
Edizioni integrali
Come le mosche d’autunno è ambientato nel 1916, in pieno conflitto mondiale. La guerra ha svuotato la grande casa padronale, rimane solo Tat’jana Ivanovna, la vecchia nutrice; ma dopo aver assistito alla barbara morte del ragazzo Jurij, fuggito dal fronte, anche lei decide di andarsene per raggiungere i padroni e accompagnarli nel loro lungo viaggio fino a Parigi, alla ricerca di una vita nuova. Ma per Tat’jana la ricerca sarà dolorosa e solitaria.
Il ballo, che dovrebbe segnare l’ingresso della quattordicenne Antoinette nella brillante società parigina, è un sogno più per la madre, volgare e arcigna parvenue, che per la ragazza. Con una scrittura precisa e senza fronzoli, l’autrice racconta in poche, dense e drammatiche pagine, la vendetta di Antoinette.
«La signora Kampf entrò nello studio richiudendosi dietro la porta in maniera così brusca che tutte le gocce del lampadario di cristallo, mosse dalla corrente d’aria, si misero a suonare un tintinnio puro e leggero di sonaglio. Ma Antoinette non aveva smesso di leggere, tanto china sullo scrittoio da toccare il libro con i capelli. Sua madre si mise a osservarla per un po’ senza parlare; poi le si piantò davanti a braccia conserte.»
Irène Némirovsky
nata a Kiev nel 1903 da una famiglia di ricchi banchieri di origini ebraiche, visse a Parigi dove, appena diciottenne, cominciò a scrivere. Nel 1929 riuscì a farsi pubblicare il romanzo David Golder, ottenendo uno straordinario successo di critica e di pubblico. Irène continuò a scrivere, ma presto fu costretta a usare un altro nome, perché gli editori, nella Francia occupata dai tedeschi, avevano paura di pubblicare i libri di un’ebrea. Nel luglio del 1942 fu arrestata e deportata ad Auschwitz, dove ad agosto, a trentanove anni, morì, lasciando incompiuto il suo ultimo capolavoro, Suite francese. La Newton Compton ha pubblicato Suite francese, Due; Come le mosche d’autunno – Il ballo; Il vino della solitudine; I cani e i lupi; Il calore del sangue – Il malinteso; Jezabel; Il signore delle anime; David Golder; I fuochi dell’autunno.

Atlante delle mafie: Storia, economia, società, cultura. Volume 1

A cosa è dovuto il successo plurisecolare delle mafie italiane? E come mai viene definita “mafia” ogni violenza privata che ha successo nel mondo? L’Atlante delle mafie prova a rispondere a queste due domande. Partendo dalla messa in discussione dal paradigma interpretativo dell’esclusività della Sicilia nella produzione di ciò che comunemente si intende per mafia. Se un fenomeno, nato in Sicilia nell’Ottocento, ha avuto una così lunga durata, affrancandosi dalle condizioni storiche e territoriali che ne resero possibile la sua originaria espansione e proiettandosi così agevolmente nella contemporaneità (divenendo addirittura un modello vincente per tutte le violenze private del globo) non è utile continuare a descriverlo solo come un originale prodotto siciliano. Il modello mafioso, infatti, si è dimostrato riproducibile nel tempo e in altri luoghi, non più specifico solo della Sicilia e del Mezzogiorno d’Italia. Con il termine mafia si deve intendere oggi un marchio di successo della violenza privata nell’economia globalizzata. Con questa ottica, l’Atlante delle mafie passa in rassegna le “qualità” criminali che differenziano nettamente i fenomeni mafiosi dalla criminalità comune e da quella organizzata. Esse vengono sintetizzate in cinque caratteristiche: culturali, politiche, economiche, ideologiche e ordinamentali. Secondo i curatori, si può ritenere mafia la “violenza di relazioni”, cioè una violenza in grado di stabilire contatti, rapporti, e cointeressenze con coloro che detengono il potere ufficiale, sia politico, economico e religioso, che formalmente dovrebbero reprimerla e tenerla a distanza. Perciò viene contestato ampiamente il luogo comune delle mafie come antistato, come antisistema. È stato proprio questo luogo comune a tenere per anni in ombra il vero motivo del successo delle mafie. Mentre alcune forme di violenza e di contestazione armata del potere costituito si sono manifestate contro le leggi e contro la visione unitaria dello Stato (il brigantaggio nell’Ottocento, le rivendicazioni etniche-territoriali e il terrorismo politico nel Novecento) e perciò alla fine sono state sconfitte, le mafie hanno usato una violenza non di contrapposizione, non di scontro frontale, ma di integrazione, interna cioè alla politica e al potere ufficiale. Dunque, per mafia si deve intendere una violenza di relazione e di integrazione. In questa loro caratteristica consiste la ragione del loro perdurante successo.

Atada a Ti

AUTORA BESTSELLER #1 EN EL *NEW YORK TIMES* DE *DESNUDA ANTE TI* Y *REFLEJADA EN TI*
**El fenómeno mundial continua Eva y Gideon enfrentan los demonios de su pasado y aceptan las consecuencias de sus deseos obsesivos**
Desde el primer momento en que conocí a Gideon Cross, reconocí algo en él que yo necesitaba. Algo que no podía resistir. También vi el alma peligrosa y dañada que llevaba por dentro… un alma tan similar a la mía. Me sentí atraída. Los necesitaba con la misma intensidad con la que necesitaba el latido de mi corazón.
Nadie sabe lo mucho que arriesgó por mí, lo amenazada que estaría, ni lo oscuros y desesperados que se volverían nuestros pasados.
Entrelazados por nuestros secretos, hemos intentado desafiar el destino. Creamos nuestras propias reglas y nos entregamos por completo al exquisito poder de la posesión
PÚBLICO ADULTO

103 Curiosità Matematiche

Il volume affronta, in 103 brevi capitoli monografici, vari argomenti di matematica, riguardanti principalmente la teoria dei numeri, quella delle cifre e quella delle relazioni, includendo con quest’ultima anche funzioni e applicazioni tra elementi di insiemi. “103” non è un numero magico ma, come si scoprirà nella lettura dell’opera, è uno spunto da cui gli autori sono partiti per numerose riflessioni sulle proprietà dei numeri. Nel libro sono trattati molti argomenti che sono stati sviluppati solo negli ultimi decenni e che non si trovano nei testi di matematica divulgativa e ancor meno raccolti in modo organico in un unico volume; problemi che tipicamente avvincono professionisti e appassionati di matematica. Alcuni temi si esauriscono in un solo capitolo? per esempio i numeri autobiografici, gli early bird, i numeri esotici? altri, come quelli relativi alla scomposizione in fattori primi, alla criptografia, alla teoria dei grafi, sono affrontati a più riprese per raggiungere un buon grado di approfondimento.

With This Kiss: Part One

With This Kiss: Part OneLady Grace Ryburn, the daughter of the Duke and Duchess of Ashbrook, has fallen wildly in love with Colin Barry, a dashing young lieutenant serving his country in the Royal Navy. When he returns home to exuberant celebrations, will he even notice the quiet wallflower he grew up with … or will he fall for Grace’s sparkling, gorgeous sister?Author’s Note: Lady Grace is the eldest daughter of the Duke and Duchess of Ashbrook, from The Ugly Duchess, and Colin is the eldest adopted son of Sir Griffin Barry, from Seduced by a Pirate. In its entirety, With This Kiss is a 200-page double-length novella.

Tongues of the Moon

OUT FROM THE GREEN WORLD: Humans had colonized the planets & lost its birthright. Civilization was a lonely chain of space stations linked by terror. The Empire kept the pioneers enslaved with a weapon that shattered any protest into screaming insanity.
All they had left was the dream of someday returning home. Until their dream exploded in the holocaust that destroyed the Earth. But the embers of their dead planet sparked a brain-blasting revolution that swept the galaxy: a revolution of exiles in an alien universe-with nothing left to lose.

Promises to Keep

The compendium of creations (SingleEarth, the Bruja guilds, the Midnight empire) intertwine in an exciting, unsettling plot featuring happenings both accidental and deliberate that will forever change the alternate landscape inhabited by vampires, Tristes, shapeshifters et al. It all begins with a wrong turn and a crashed party, and from there it’s an epic clash of elements and the promise of more chaos still to come. At the center of the storm is Jay, a young vampire hunter that no one would ever have predicted might be earth’s best bet to thwart the rise of a vampire-controlled slave empire called Midnight. Teens will find themselves drawn to Jay, who struggles to prove his worth even while he has his own fears that those who have written him off may be right to do so. 
### About the Author
AMELIA ATWATER-RHODES’s most recent novel is *Poison Tree*. She wrote her first novel, In the *Forests of the Night,* when she was 13. Other books in the Den of Shadows series are *Demon in My View, Shattered Mirror, Midnight Predator, Persistence of Memory, Token of Darkness,* and *All Just Glass*. The five-volume series The Kiesha’ra includes: *Hawksong,* a School Library Journal Best Book of the Year and *VOYA* Best Science Fiction, Fantasy, and Horror Selection; *Snakecharm; Falcondance; Wolfcry,* an IRA-CBC Young Adults’ Choice; and *Wyvernhail.*  

Other Worldly Ways

From Falchan to Earth to the heavens and places in between, join Devin, Dragon, Conner and others as they travel through this collection of short stories.

Neptune’s Brood

The year is AD 7000. The human species is extinct–for the fourth time–due to its fragile nature. Krina Alizond-114 is metahuman, descended from the robots that once served humanity. She’s on a journey to the water-world of Shin-Tethys to find her sister Ana. But her trip is interrupted when pirates capture her ship. Their leader, the enigmatic Count Rudi, suspects that there’s more to Krina’s search than meets the eye. He’s correct: Krina and Ana each possess half of the fabled Atlantis Carnet, a lost financial instrument of unbelievable value–capable of bringing down entire civilizations. Krina doesn’t know that Count Rudi suspects her motives, so she accepts his offer to get her to Shin-Tethys in exchange for an introduction to Ana. And what neither of them suspects is that a ruthless body-double assassin has stalked Krina across the galaxy, ready to take the Carnet once it is whole–and leave no witnesses alive to tell the tale…

Guns

In a pulls-no-punches essay intended to provoke rational discussion, Stephen King sets down his thoughts about gun violence in America. Anger and grief in the wake of the shootings at Sandy Hook Elementary School are palpable in this urgent piece of writing, but no less remarkable are King’s keen thoughtfulness and composure as he explores the contours of the gun-control issue and constructs his argument for what can and should be done. King’s earnings from the sale of this essay will go the Brady Campaign to Prevent Gun Violence.

Dimitri

**Book 2 in the Her Russian Protector series**
Refusing to lose her brother to the violent Hermanos street gang, Benny turns to Dimitri, the dead sexy Russian who lives in the apartment above her family’s bakery. He’s the only man tough enough to get through to Johnny and save him from a life in prison—or worse.
There’s nothing Dimitri won’t do for Benny, even if it means dealing with her troublemaking brother. He quickly realizes that it’s not just Johnny and his thug friends that pose a threat to Benny. A shady real estate developer needs to buy her bakery to secure a multi-million dollar deal and he’ll stop at nothing to make her sell.
Threatened from all sides, Benny finds safety in Dimitri’s strong arms—and in his bed. Her big, sexy Russian has no intention of ever letting her go—and he’ll brave the fires of hell before he lets anyone harm her.
Reader’s Note: Dimitri is an incredibly passionate man with a dominant streak—and Benny is only too happy to indulge his need for a little…restraint.
*Unlike the first novella in the series, IVAN, this book is a full-length novel at 250+ pages and 77,000 words.* **
### Sinossi
**Book 2 in the Her Russian Protector series**
Refusing to lose her brother to the violent Hermanos street gang, Benny turns to Dimitri, the dead sexy Russian who lives in the apartment above her family’s bakery. He’s the only man tough enough to get through to Johnny and save him from a life in prison—or worse.
There’s nothing Dimitri won’t do for Benny, even if it means dealing with her troublemaking brother. He quickly realizes that it’s not just Johnny and his thug friends that pose a threat to Benny. A shady real estate developer needs to buy her bakery to secure a multi-million dollar deal and he’ll stop at nothing to make her sell.
Threatened from all sides, Benny finds safety in Dimitri’s strong arms—and in his bed. Her big, sexy Russian has no intention of ever letting her go—and he’ll brave the fires of hell before he lets anyone harm her.
Reader’s Note: Dimitri is an incredibly passionate man with a dominant streak—and Benny is only too happy to indulge his need for a little…restraint.
*Unlike the first novella in the series, IVAN, this book is a full-length novel at 250+ pages and 77,000 words.*
### L’autore
When I’m not chasing after my wild preschooler, I like to write super sexy romances and scorching hot erotica. I live in Texas with a Viking-throwback of a husband, a sweet but rowdy three-year-old daughter and Bosley, our Great Dane with mommy issues. You can find me online at www.roxierivera.com.