2401–2416 di 4048 risultati

Racconti ritrovati

Universo fantastico di immagini e di personale mitologia, i “Racconti ritrovati” segnano l’inizio della creazione fiabesca di Tolkien. Vi si trovano i grandi temi narrativi del cosmo tolkieniano, che accompagneranno poi per decenni la sua straordinaria produzione: la musica degli Ainur, con la quale il dio supremo dà forma al mondo; i grandi Dei, gli Ainur appunto, che si innamorano della loro stessa creazione e vi si rifugiano, edificando le dimore leggendarie; la lotta mai conclusa contro Melko; l’avvento nel mondo degli Elfi. Iniziati tra il 1916 e il 1917 i “Racconti ritrovati”, primo volume di una trilogia che racchiude il nucleo fondamentale della mitologia di Tolkien, sono qui accompagnati dal puntuale commento del figlio Christopher Tolkien.

I racconti di Canterbury

Composti tra il 1386 e il 1400, I racconti di Canterbury costituiscono una raccolta incompiuta di ventuno novelle raccontate da un gruppo di pellegrini diretti al reliquiario di Thomas Becket a Canterbury. Grandiosa e multiforme epopea della società medioevale inglese, il capolavoro di Chaucer unisce alla caratterizzazione dei personaggi una rara penetrazione psicologica che, analizzando la persona del narratore, prepara il lettore al racconto che verrà narrato. Caposaldo della letteratura universale, I racconti di Canterbury , presentati nella versione in prosa di Ermanno Barisone, sono sia un vivido affresco dell’epoca in cui l’autore vive, sia la rappresentazione simbolica dell’itinerario spirituale dell’uomo sulla via della vita.

Quattro etti d’amore, grazie

Quasi ogni giorno Erica e Tea s’incrociano tra gli scaffali di un supermercato.
Erica ha un posto in banca, un marito devoto, una madre stralunata, un gruppo di ex compagni di classe su facebook, due figli.
Tea è la protagonista della serie tv di culto ”Testa o Cuore”, ha un passato complesso, un marito fascinoso e manipolatore.
Erica fa la spesa di una madre di famiglia, Tea non va oltre gli yogurt light. Erica osserva il carrello di Tea e sogna: sogna la libertà di una donna bambina, senza responsabilità, la leggerezza di un corpo fantastico, la passione di un amore proibito. Certo non immaginerebbe mai di essere un mito per il suo mito, un ideale per il suo ideale.
Invece per Tea lo è: di Erica non conosce nemmeno il nome e l’ha ribattezzata ”signora Cunningham”. Nelle sue abitudini coglie la promessa di una pace che a lei pare negata, è convinta sia un punto di riferimento per se stessa e per gli altri, proprio come la madre impeccabile di ”Happy Days”.
Le due donne, in un continuo gioco di equivoci e di proiezioni, si spiano la spesa, si contemplano a vicenda: ma l’appello all’esistenza dell’altra diventa soprattutto l’occasione per guardare in faccia le proprie scelte e non confonderle con il destino. Che comunque irrompe, strisciante prima, deflagrante poi, nelle case di entrambe.
Sotto la lente divertita e sensibile della scrittura di Chiara Gamberale, sempre capace di rivelare dettagli decisivi, ecco così le lusinghe del tradimento e del sottile ma fondamentale confine tra fuga e ricerca. Accanto a Erica e Tea, infatti, i loro uomini: i due mariti, un ex compagno di classe romantico e cinefilo, uno struggente personal trainer, un attore omosessuale in incognito, un fratello ricoverato in una clinica senza nome.
Tutti in fuga o forse alla ricerca, proprio come Erica e Tea. Tutti convinti che la soluzione sia comunque altrove. Sullo schermo della tv, di un cinema, sul palco di un teatro, su un social network, in un’isola esotica, negli psicofarmaci, in un’altra ricetta, un’altra camera da letto.
Perché vera protagonista di questo romanzo è l’insoddisfazione personale, e le possibilità che l’amore ha e non ha per metterla a tacere, o quantomeno contenerla.
(source: Bol.com)

I quaderni di Malte Laurids Brigge

Sei anni di incessante lavoro precedono l’uscita del libro, nel 1910, e dieci anni di “siccità” artistica la seguono. Sorta di romanzo-diario autobiografico, il Malte è la documentazione artistica, e per molti aspetti rivoluzionaria, di una tormentosa condizione esistenziale: quella dell’artista chiuso nella propria interiorità; ed è anche la prova, sconcertante, della crisi del romanzo ottocentesco. Libro permeato d’interni e d’interiorità, di nomi e di nomi di cose, che riesce a tradurre in parola anche gli eventi più infimi e impercettibili, anche l’orribile e il terribile, il Malte è una delle poche opere poste sulla soglia della modernità letteraria.

I quaderni del loggione

I Quaderni del Loggione sono una collana di libri dedicati alla enogastronomia, alle ricette, alle tradizioni e alle curiosità. In questo ebook troverete la presentazione aggiornata di tutti i volumi della collana, con brani e ricette tratti dai volumi stessi. Tra i titoli pubblicati e che potrete valutare: Ricette Balsamiche (come si usa l’Aceto Balsamico tradizionale di Modena; Bologna la dolce; Cucinare con erbe, fiori e bacche dell’Appennino; Cuor di Castagna; Inzuppiamoci!; Facciamoci una pera!; Finferli, galletti e gallinacci; Il sapore dei ricordi:Zibello. Buona lettura.
(source: Bol.com)

Psicomagia: Una terapia panica

Come invertire la rotta delle nostre paure, sciogliere i nodi del malessere, sfondare i muri dell’incubo? Agendo, risponde Alejandro Jodorowsky. Compiendo un atto paradossale che scuota l’immobilità patologica di cui siamo prigionieri. Un atto dettato dalla voce dell’inconscio e tradotto nella surreale poesia di una quotidianità trasgressiva e onirica. Jodorowsky ascolta, interroga, esplora il labirinto emotivo dei suoi interlocutori e pazienti. Senza interpretare. Senza forzare i significati. Come un regista abituato alle meraviglie e allo stupore del teatro, raccoglie dai gesti sospesi quello che può riavviare l’azione, riaccendere le luci della scena. Prese le distanze dalla sicumera scientifica della psicanalisi, Jodorowsky propone il semplice abbandono all'”atto psicomagico”, la confidenza tra la profondità dell’esperienza e la complice, quasi omeopatica, adesione alle forme del proprio male. Guarire è, in questa “terapia panica”, una parola stonata. Imparare a essere felici, no.
**
### Sinossi
Come invertire la rotta delle nostre paure, sciogliere i nodi del malessere, sfondare i muri dell’incubo? Agendo, risponde Alejandro Jodorowsky. Compiendo un atto paradossale che scuota l’immobilità patologica di cui siamo prigionieri. Un atto dettato dalla voce dell’inconscio e tradotto nella surreale poesia di una quotidianità trasgressiva e onirica. Jodorowsky ascolta, interroga, esplora il labirinto emotivo dei suoi interlocutori e pazienti. Senza interpretare. Senza forzare i significati. Come un regista abituato alle meraviglie e allo stupore del teatro, raccoglie dai gesti sospesi quello che può riavviare l’azione, riaccendere le luci della scena. Prese le distanze dalla sicumera scientifica della psicanalisi, Jodorowsky propone il semplice abbandono all'”atto psicomagico”, la confidenza tra la profondità dell’esperienza e la complice, quasi omeopatica, adesione alle forme del proprio male. Guarire è, in questa “terapia panica”, una parola stonata. Imparare a essere felici, no.

Psicologia delle folle

La Psicologia delle folle, edita nel 1895, costituì e costituisce tuttora una vera e propria miniera d’oro per chi vuole comprendere il comportamento della folla. Lenin, Stalin, Hitler lessero meticolosamente l’opera di Le Bon e l’uso di determinate tecniche di persuasione nella loro dittatura trarre ispirazione dai suoi consigli.
“Ogni bugia, se ripetuta frequentemente, si trasformerà gradualmente in verità”, Hitler.
Perfino Mussolini fu un fervido ammiratore dell’opera dello psicologo francese: “Ho letto tutte le opere di Le Bon”, diceva, “e non so quante volte abbia riletto la sua Psicologia delle folle. E’ un’opera capitale alla quale ancora oggi spesso ritorno”.
Gustav Le Bon (1841 – 1931), etnogolo e psicologo francese, tra i fondatori della Psicologia sociale, fu il primo a studiare scientificamente il comportamento delle folle, cercando di identificarne i caratteri peculiari e proponendo tecniche adatte per guidarle econtrollarle.
**
### Sinossi
La Psicologia delle folle, edita nel 1895, costituì e costituisce tuttora una vera e propria miniera d’oro per chi vuole comprendere il comportamento della folla. Lenin, Stalin, Hitler lessero meticolosamente l’opera di Le Bon e l’uso di determinate tecniche di persuasione nella loro dittatura trarre ispirazione dai suoi consigli.
“Ogni bugia, se ripetuta frequentemente, si trasformerà gradualmente in verità”, Hitler.
Perfino Mussolini fu un fervido ammiratore dell’opera dello psicologo francese: “Ho letto tutte le opere di Le Bon”, diceva, “e non so quante volte abbia riletto la sua Psicologia delle folle. E’ un’opera capitale alla quale ancora oggi spesso ritorno”.
Gustav Le Bon (1841 – 1931), etnogolo e psicologo francese, tra i fondatori della Psicologia sociale, fu il primo a studiare scientificamente il comportamento delle folle, cercando di identificarne i caratteri peculiari e proponendo tecniche adatte per guidarle econtrollarle.

Il profumo delle rose selvatiche (I Romanzi Classic)

Anne March conduce una vita ritirata, e non esce mai in pubblico se non celando il viso con un cappello o un velo. Solo un bambino con il quale stringe una profonda amicizia ha il privilegio di guardarla negli occhi. È Andy, il figlio del suo vicino David Greenwood, barone Glamorgan. David è un uomo oppresso da un passato drammatico, che cerca di dimenticare allontanando il figlio. Il rapporto che Andy stabilisce con Anne, e soprattutto il fascino misterioso della donna, attirano David inesorabilmente, facendogli desiderare di rimettersi in gioco e di innamorarsi ancora. Ma una nebbia di segreti e di equivoci si alzerà presto a offuscare il loro amore…

Il profumo dell’oscurità

Londra, 1922. La pioggia cade stanca sulla città, ma alla giovane Estelle non importa: oggi ha incontrato l’uomo della sua vita… Dieci anni dopo, Edmund Fitz Clare, noto professore di Storia e vampiro mutaforma, deve fare i conti con un pericolo imminente: il destino della sua stirpe e quello della sua famiglia umana, ignara della vera natura dell’uomo, potrebbe essere compromesso per sempre. E quando Estelle lo condurrà per i sentieri di un amore sensuale e irresistibile, dovrà fare di tutto per non turbare un equilibrio che per lunghi anni ha tentato di proteggere. Estelle intuisce che il loro cammino è minacciato da forze oscure e inquietanti, ma nulla le impedirà di perdersi con Edmund in un’avventura che la porterà a svelare la chiave dei suoi segreti, scoprendo a sua volta poteri che mai avrebbe sospettato di possedere.Fra sensualità, azione e suspense da capogiro, Emma Holly ci trasporta in una dimensione sovrannaturale inedita, per una serie che ha conquistato centinaia di migliaia di lettrici solo negli Stati Uniti.

(source: Bol.com)

La profezia dei templari

**È da millenni che non si vedeva un bestseller così
Un grande thriller
Anno del Signore 1190, terza crociata. **Un cavaliere templare, Johannes von Hartelius, ha il compito di salvare la Lancia Sacra di Longino, protetta per generazioni dai suoi antenati e ora in pericolo. 
**Germania, 1945. **Il Führer in persona sigilla dei documenti che ha ricevuto, li lega alla custodia dove è contenuta la Lancia Sacra e affida tutto a un discendente del cavaliere von Hartelius.
**Giorni nostri. **Il fotoreporter John Hart ritrova il corpo di suo padre crocifisso, con il marchio di una lancia su un fianco. Sopraffatto dal dolore, scopre dopo poco la missione della sua famiglia: difendere a ogni costo la lancia da un’organizzazione occulta, la Confraternita. Deciso a ottenere giustizia per suo padre, Hart riesce a infiltrarsi tra gli adepti, ma si renderà presto conto che il segreto della Lancia è più terribile di quanto avrebbe potuto immaginare…
**Un autore da 1 milione di copie
Tradotto in 38 Paesi
Un viaggio nel tempo
Un thriller che vi lascerà senza fiato
Hanno scritto sulla trilogia di successo dell’autore:**
«Tra mistero, thriller, paranormale ed esoterismo, lo scrittore britannico accompagna il lettore in un viaggio al cardiopalma alla ricerca di una verità scomoda e spaventosa.»
**horror.it**
«Una serie avvincente a sfondo esoterico che tiene il lettore avvinto alla trama, pagina dopo pagina. Un vero must per quanti amano i romanzi imperniati sulla decifrazione di codici.»
**thrillermagazine.it**
**Mario Reading**
È nato nel 1953 a Bournemouth in Inghilterra e ha studiato all’università letteratura comparata. Collezionista di libri antichi, esperto delle profezie di Nostradamus, è stato, tra molte attività avventurose, insegnante di equitazione in Africa e gestore di una piantagione di caffè in Messico. Autore del bestseller internazionale *Le profezie perdute* e della *Trilogia dell’Anticristo*, pubblicata in 39 Paesi, è scomparso nel 2017

Il Principe

Il Principe è un breve trattato politico scritto da Machiavelli nel 1513. Gli argomenti esaminati sono i vari tipi di principato, come i principati si acquistino o si perdano, le milizie proprie e mercenarie, la figura del principe con le caratteristiche che deve avere e i comportamenti che deve adottare per il mantenimento dello stato. La parte finale si concentra sulla situazione dell’Italia del tempo e conclude con l’esortazione ad un principe italiano a creare un nuovo forte Stato che possa liberare l’Italia dal dominio degli stranieri. Machiavelli concentra l’attenzione sulla realtà effettiva della politica e della lotta per il potere, analizzandole così come sono, e non come si vorrebbe che fossero; individua come comportamenti virtuosi, da parte del principe, solo quelli che risultano più utili al mantenimento dello Stato. L’agire del principe deve essere guidato solo da considerazioni di ordine politico; ogni altra preoccupazione, di carattere morale o religioso, è accantonata; il bene supremo è quello che garantisce il benessere dello Stato. Machiavelli separa nettamente la sfera politica e la sfera morale, e questa posizione ha contribuito a rendere la sua opera tanto discussa.Dall’incipit del libro: Sogliono, el più delle volte, coloro che desiderano acquistare grazia appresso uno Principe, farseli incontro con quelle cose che infra le loro abbino più care, o delle quali vegghino lui più delettarsi; donde si vede molte volte essere loro presentati cavalli, arme, drappi d’oro, prete preziose e simili ornamenti, degni della grandezza di quelli.Nota: gli e-book editi da E-text in collaborazione con Liber Liber sono tutti privi di DRM; si possono quindi leggere su qualsiasi lettore di e-book, si possono copiare su più dispositivi e, volendo, si possono anche modificare.Questo e-book aiuta il sito di Liber Liber, una mediateca che rende disponibili gratuitamente migliaia di capolavori della letteratura e della musica.

Il primo

Nello sport, nell’arte, nella vita: Guido è un ragazzo straordinario, a cui tocca spesso di eccellere. Cresciuto nella convinzione che essere il primo era un destino, Guido mastica amaro quando scopre che accade anche di perdere e trova la donna della sua vita tra le braccia del rivale, oppure è costretto a vendere enciclopedie a rate per tirare a campare. Ma Guido non si arrende, ricomincia da capo, e finalmente ritorna il primo, diventando il più celebre tra gli editor che scopre best-seller ogni stagione, come un piccolo re Mida della letteratura. Eppure nessun primato resiste indenne e Guido si sentirà nuovamente vittima di un destino tanto generoso quanto beffardo. «Il primo è davvero un romanzo post-moderno, nel quale distinguere la verità dall’invenzione è sempre più difficile, tanto l’una e anche l’altra sono solo riflessi di una realtà senza storia» Cesare De Michelis

Il Primo Peccato (Italian Edition)

Londra, 1837. La giovane Talia si sta preparando per un viaggio molto particolare. Una missione in una delle magioni più belle di Brighton. Qui la ragazza dovrà intrufolarsi per rubare il Primo Peccato, un oggetto prezioso, l¿eredità del padre inventore scomparso da poco. Questo oggetto nasconde un terribile segreto, un segreto che riguarda la vita di Talia e gli strani sogni che popolano le sue notti¿

Il primo incontro: Il prequel de “La locanda di Rose Harbor”

ESCLUSIVO EBOOK: il prequel del nuovo romanzo LA LOCANDA DI ROSE HARBOR, con l’anteprima del primo capitolo. “Il primo incontro” racconta l’inizio della storia d’amore tra Paul e Jo Marie. Leggi il seguito in “La locanda di Rose Harbor” (Sonzogno), disponibile in libreria e in ebook a partire dal 30 ottobre 2013. Fin dall’istante in cui incrocia per la prima volta lo sguardo di Paul, Jo Marie è certa che il loro incontro darà una svolta alla sua vita. Gli occhi azzurri e il sorriso di quel militare di stanza a Seattle le fanno da subito intuire quanto sia diverso da ogni altro uomo conosciuto in precedenza. Poche parole basteranno a far emergere quanto c’è in comune tra di loro, ma il periodo di addestramento di Paul a Seattle durerà solo sei settimane. Jo Marie non ha il tempo di chiedersi se debba aprire il proprio cuore all’amore che la decisione è già presa: qualsiasi cosa accada, non si lascerà sfuggire la possibilità di vivere un grande amore.

Prigioniera del tuo amore

Brooke Stewart è un’agente immobiliare di New York che non ha nessuna voglia di complicarsi la vita con relazioni sentimentali impegnative. Ma Jett Townsend è così affascinante… così sexy e arrogante, con quei suoi occhi verdi e i capelli un po’ scompigliati… non si può non cadere nella sua trappola! Anche se poi è necessario filar via a gambe levate: meglio stargli alla larga e dimenticare presto. Ma il destino non agisce mai per caso, e quando un’affermata agenzia immobiliare chiede a Brooke di chiudere un importante affare a Bellagio, sul lago di Como, lei si ritrova di nuovo faccia a faccia con Jett, che ora è nientemeno che il suo capo!
Cosa può nascere tra un uomo che non accetta mai un no come risposta e una donna che ha paura di cedere all’amore? Tra viaggi in Italia e notti di passione, Brooke scoprirà che Jett nasconde un segreto scottante e che per entrambi è arrivato il momento di mettersi davvero a nudo.

Presunto innocente

Rusty Sabich, viceprocuratore capo della Contea di Kindle, viene incaricato di svolgere le indagini sullo stupro e l’omicidio di una sua collega, Carolyn Polhemus, una donna energica, affascinante e sensuale, ma anche ambiziosa e di pochi scrupoli. La sua morte è fonte di grave imbarazzo per il procuratore distrettuale Raymond Horgan che, dovendo affrontare le imminenti elezioni per il rinnovo della carica, affida le indagini a Rusty nella speranza che una rapida soluzione del caso salvi la sua vacillante situazione politica. Ma Horgan ignora che Carolyn e Rusty, fino a pochi mesi prima del delitto, erano amanti. Le indagini iniziano e la soluzione del caso appare sempre più lontana. Finché, del tutto inaspettatamente, è proprio Rusty a essere accusato dell’omicidio di Carolyn. Il processo che ne segue avrà risvolti imprevedibili e metterà in luce nuovi e inquietanti retroscena. La Contea di Kindle è infatti un mondo di sottili ambiguità morali e di equilibri in perenne conflitto, in cui la verità rimane sempre nebulosa e nessuno è del tutto innocente.
(source: Bol.com)