2129–2144 di 4230 risultati

Il bosone di Higgs

Tra i tanti oggetti pervasivi ed elusivi che affollano la dimensione invisibile del mondo subatomico, il “bosone di Higgs» è stato il più pervasivo ed elusivo: quella particella era l’elemento cruciale che mancava a completare il puzzle del Modello Standard, perché conferiva massa a tutte le altre particelle elementari, un enigma rimasto altrimenti insoluto. Quando finalmente il 4 luglio 2012 il CERN ne ha annunciato la verifica sperimentale, la “particella di Dio» (come un fisico l’ha temerariamente denominata) ha atti­rato su di sé i riflettori dell’attenzione mediatica mondiale. Affrontando l’intera questione con un rigore che ne acuisce la densità intellettuale e la vertigine tecnologica, Jim Baggott segue due percorsi paralleli. Non solo, infatti, ne ricostruisce la genesi teorica, ma ripercorre tutte le stazioni di avvicinamento al­l’e­clatante risultato di Ginevra: il legame tra i primi acceleratori degli anni Venti e le collisioni di particelle nei raggi cosmici; la messa a punto del ciclotrone da parte di Lawrence; il contributo di Van der Meer, il cui metodo di «raffreddamento stocastico» ha permesso al gruppo di Rubbia l’individuazione dei bosoni W e Z, decisivi per arrivare alla scoperta del bosone di Higgs; e le svolte successive del LEP (Large Electron-Positron Collider) e dell’or­mai leggendario LHC (Large Hadron Collid­er), che con i suoi 1600 magneti superconduttori ha permesso di sviluppare energie senza precedenti. Presentandoci via via gli snodi più sofisticati del mondo delle particelle, Baggott ci accompagna, attraverso una narrazione serrata e avvincente, in un viaggio che ci costringe a ripensare tutte le categorie abituali della fi­sica, fino a convincerci di come un famoso aforisma di Einstein – «Dio è sottile, ma non malizioso» – possa essere a volte smentito.
(source: Bol.com)

Tra i tanti oggetti pervasivi ed elusivi che affollano la dimensione invisibile del mondo subatomico, il “bosone di Higgs» è stato il più pervasivo ed elusivo: quella particella era l’elemento cruciale che mancava a completare il puzzle del Modello Standard, perché conferiva massa a tutte le altre particelle elementari, un enigma rimasto altrimenti insoluto. Quando finalmente il 4 luglio 2012 il CERN ne ha annunciato la verifica sperimentale, la “particella di Dio» (come un fisico l’ha temerariamente denominata) ha atti­rato su di sé i riflettori dell’attenzione mediatica mondiale. Affrontando l’intera questione con un rigore che ne acuisce la densità intellettuale e la vertigine tecnologica, Jim Baggott segue due percorsi paralleli. Non solo, infatti, ne ricostruisce la genesi teorica, ma ripercorre tutte le stazioni di avvicinamento al­l’e­clatante risultato di Ginevra: il legame tra i primi acceleratori degli anni Venti e le collisioni di particelle nei raggi cosmici; la messa a punto del ciclotrone da parte di Lawrence; il contributo di Van der Meer, il cui metodo di «raffreddamento stocastico» ha permesso al gruppo di Rubbia l’individuazione dei bosoni W e Z, decisivi per arrivare alla scoperta del bosone di Higgs; e le svolte successive del LEP (Large Electron-Positron Collider) e dell’or­mai leggendario LHC (Large Hadron Collid­er), che con i suoi 1600 magneti superconduttori ha permesso di sviluppare energie senza precedenti. Presentandoci via via gli snodi più sofisticati del mondo delle particelle, Baggott ci accompagna, attraverso una narrazione serrata e avvincente, in un viaggio che ci costringe a ripensare tutte le categorie abituali della fi­sica, fino a convincerci di come un famoso aforisma di Einstein – «Dio è sottile, ma non malizioso» – possa essere a volte smentito.
(source: Bol.com)

Only registered users can download this free product.

Boccamurata

Chi è stata la madre di Tito? Una poco di buono, come dicono certe voci cattive? O una signora di buona famiglia costretta a “sparire”, come ha sempre detto il padre Gaspare? Tito è alla guida di un pastificio, fonte non solo di ricchezza ma anche di conflitti, tensioni e invidie in seno a una famiglia allo sbando. È soltanto la sua autorità a tenerla insieme, a volerla unita, con il sostegno forte della mite presenza della vecchia zia Rachele: la zia ha vegliato su Tito e poi sui figli di lui e non ha perso la capacità di intuire anche quello che le si vorrebbe tener nascosto, ma nel suo sguardo cominciano ad affiorare a poco a poco ricordi confusi e brandelli di segreti custoditi tenacemente per più di mezzo secolo.
A smuovere ulteriormente le acque torbide, insieme alla bellissima Irina, spregiudicata e intraprendente, arriva all’improvviso Dante, figlio di una ex compagna di collegio della zia. E c’è chi sospetta oscuri moventi.Quanto più la storia si apre a inattesi sviluppi nel presente, tanto più il passato viene folgorato da una nuova luce e il mistero che nascondeva si dischiude lentamente con la forza di una grande storia d’amore. Ancora una volta, sono al centro della scrittura di Simonetta Agnello Hornby la famiglia come covo di sentimenti innominabili, la lotta per la roba, la sensualità di uomini e donne. Sullo sfondo, modernissima e viva, una Sicilia che cambia,inesorabilmente.
**
### Sinossi
Chi è stata la madre di Tito? Una poco di buono, come dicono certe voci cattive? O una signora di buona famiglia costretta a “sparire”, come ha sempre detto il padre Gaspare? Tito è alla guida di un pastificio, fonte non solo di ricchezza ma anche di conflitti, tensioni e invidie in seno a una famiglia allo sbando. È soltanto la sua autorità a tenerla insieme, a volerla unita, con il sostegno forte della mite presenza della vecchia zia Rachele: la zia ha vegliato su Tito e poi sui figli di lui e non ha perso la capacità di intuire anche quello che le si vorrebbe tener nascosto, ma nel suo sguardo cominciano ad affiorare a poco a poco ricordi confusi e brandelli di segreti custoditi tenacemente per più di mezzo secolo.
A smuovere ulteriormente le acque torbide, insieme alla bellissima Irina, spregiudicata e intraprendente, arriva all’improvviso Dante, figlio di una ex compagna di collegio della zia. E c’è chi sospetta oscuri moventi.Quanto più la storia si apre a inattesi sviluppi nel presente, tanto più il passato viene folgorato da una nuova luce e il mistero che nascondeva si dischiude lentamente con la forza di una grande storia d’amore. Ancora una volta, sono al centro della scrittura di Simonetta Agnello Hornby la famiglia come covo di sentimenti innominabili, la lotta per la roba, la sensualità di uomini e donne. Sullo sfondo, modernissima e viva, una Sicilia che cambia,inesorabilmente.

Chi è stata la madre di Tito? Una poco di buono, come dicono certe voci cattive? O una signora di buona famiglia costretta a “sparire”, come ha sempre detto il padre Gaspare? Tito è alla guida di un pastificio, fonte non solo di ricchezza ma anche di conflitti, tensioni e invidie in seno a una famiglia allo sbando. È soltanto la sua autorità a tenerla insieme, a volerla unita, con il sostegno forte della mite presenza della vecchia zia Rachele: la zia ha vegliato su Tito e poi sui figli di lui e non ha perso la capacità di intuire anche quello che le si vorrebbe tener nascosto, ma nel suo sguardo cominciano ad affiorare a poco a poco ricordi confusi e brandelli di segreti custoditi tenacemente per più di mezzo secolo.
A smuovere ulteriormente le acque torbide, insieme alla bellissima Irina, spregiudicata e intraprendente, arriva all’improvviso Dante, figlio di una ex compagna di collegio della zia. E c’è chi sospetta oscuri moventi.Quanto più la storia si apre a inattesi sviluppi nel presente, tanto più il passato viene folgorato da una nuova luce e il mistero che nascondeva si dischiude lentamente con la forza di una grande storia d’amore. Ancora una volta, sono al centro della scrittura di Simonetta Agnello Hornby la famiglia come covo di sentimenti innominabili, la lotta per la roba, la sensualità di uomini e donne. Sullo sfondo, modernissima e viva, una Sicilia che cambia,inesorabilmente.
**
### Sinossi
Chi è stata la madre di Tito? Una poco di buono, come dicono certe voci cattive? O una signora di buona famiglia costretta a “sparire”, come ha sempre detto il padre Gaspare? Tito è alla guida di un pastificio, fonte non solo di ricchezza ma anche di conflitti, tensioni e invidie in seno a una famiglia allo sbando. È soltanto la sua autorità a tenerla insieme, a volerla unita, con il sostegno forte della mite presenza della vecchia zia Rachele: la zia ha vegliato su Tito e poi sui figli di lui e non ha perso la capacità di intuire anche quello che le si vorrebbe tener nascosto, ma nel suo sguardo cominciano ad affiorare a poco a poco ricordi confusi e brandelli di segreti custoditi tenacemente per più di mezzo secolo.
A smuovere ulteriormente le acque torbide, insieme alla bellissima Irina, spregiudicata e intraprendente, arriva all’improvviso Dante, figlio di una ex compagna di collegio della zia. E c’è chi sospetta oscuri moventi.Quanto più la storia si apre a inattesi sviluppi nel presente, tanto più il passato viene folgorato da una nuova luce e il mistero che nascondeva si dischiude lentamente con la forza di una grande storia d’amore. Ancora una volta, sono al centro della scrittura di Simonetta Agnello Hornby la famiglia come covo di sentimenti innominabili, la lotta per la roba, la sensualità di uomini e donne. Sullo sfondo, modernissima e viva, una Sicilia che cambia,inesorabilmente.

Only registered users can download this free product.

Blues di mezz’autunno

«Nella mia libreria, tra gli scrittori che apprezzo di più, Piazzese occupa un posto speciale» (Andrea Camilleri). Una giornata di scirocco, una battuta di pesca, un incidente di mare… Ritorna, attesissimo, Lorenzo La Marca, il biologo per vocazione e detective per necessità protagonista dei romanzi di Santo Piazzese.

«Nella mia libreria, tra gli scrittori che apprezzo di più, Piazzese occupa un posto speciale» (Andrea Camilleri). Una giornata di scirocco, una battuta di pesca, un incidente di mare… Ritorna, attesissimo, Lorenzo La Marca, il biologo per vocazione e detective per necessità protagonista dei romanzi di Santo Piazzese.

Only registered users can download this free product.

Beautiful Face. La Saga

La raccolta di Beautiful Face Saga: la serie che ha scalato le vette delle classifiche Young Adult Romance! Questo ebook unico, a prezzo agevolato rispetto all’acquisto dei singoli ebook, contiene i primi tre romanzi: Beautiful Face, Choice, Forever -Parte I-. Il romanzo ebook: “Forever -Parte II-“, conclusivo della Saga, non è incluso nella raccolta e venduto separatamente. Sinossi: Si può amare due persone? E se avessero lo stesso volto? Un’imprevedibile storia d’amore piena di colpi di scena. Per Samantha, sedicenne alle prese con i primi sentimenti forti, non esistono mezze misure in amore. Se ama non si divide. Ma il destino le gioca un tiro mancino quando sia il suo amico di sempre (Steve) che la sua magnifica ossessione(Tony) le dichiarano di amarla. E lei cede e bacia entrambi. Sconvolta dal suo comportamento egoista scappa e scaccia Tony, lasciando speranze solo a Steve. Ma la Nera Signora dietro l’angolo le strappa tutti e due i ragazzi, prima che possa fare chiarezza in se, e lei ne è talmente disperata che li vuole seguire. Un misterioso giovane la salverà in tempo. Ma perché costui ha il volto di Tony? E gli occhi e la voce di Steve? E soprattutto, perché la detesta così tanto? Edgar Anthony Somerset è vivo ed è pronto a lottare di nuovo per la sua Isy. Steven Moore nascosto sotto la nuova identità di Edgar Carlton è deciso a riprendersi Samy. Ognuno dei due la desidera, ma nel cuore sono ancora feriti per le indecisioni di colei che volevano solo per se. Due rivali con lo stesso volto. Dinamite pronta a esplodere. E Samantha? Questa volta come reagirà? Seguirà la ragione, il cuore o i sensi? Ma soprattutto…che conseguenze avranno le sue azioni? Dovrà lottare contro i suoi errori e capire i suoi veri sentimenti per non rischiare di perdere veramente tutto: “La scelta è solo l’inizio” Adesso che tutto è chiarito sembra un classico Happy End no?! Lo è, le due coppie protagoniste sono felici, spensierate, innamorate oltre ogni limite…ma se una serie di circostanze scioccanti li mettessero di nuovo alla prova? E se Samantha questa volta fosse in grave pericolo?

La raccolta di Beautiful Face Saga: la serie che ha scalato le vette delle classifiche Young Adult Romance! Questo ebook unico, a prezzo agevolato rispetto all’acquisto dei singoli ebook, contiene i primi tre romanzi: Beautiful Face, Choice, Forever -Parte I-. Il romanzo ebook: “Forever -Parte II-“, conclusivo della Saga, non è incluso nella raccolta e venduto separatamente. Sinossi: Si può amare due persone? E se avessero lo stesso volto? Un’imprevedibile storia d’amore piena di colpi di scena. Per Samantha, sedicenne alle prese con i primi sentimenti forti, non esistono mezze misure in amore. Se ama non si divide. Ma il destino le gioca un tiro mancino quando sia il suo amico di sempre (Steve) che la sua magnifica ossessione(Tony) le dichiarano di amarla. E lei cede e bacia entrambi. Sconvolta dal suo comportamento egoista scappa e scaccia Tony, lasciando speranze solo a Steve. Ma la Nera Signora dietro l’angolo le strappa tutti e due i ragazzi, prima che possa fare chiarezza in se, e lei ne è talmente disperata che li vuole seguire. Un misterioso giovane la salverà in tempo. Ma perché costui ha il volto di Tony? E gli occhi e la voce di Steve? E soprattutto, perché la detesta così tanto? Edgar Anthony Somerset è vivo ed è pronto a lottare di nuovo per la sua Isy. Steven Moore nascosto sotto la nuova identità di Edgar Carlton è deciso a riprendersi Samy. Ognuno dei due la desidera, ma nel cuore sono ancora feriti per le indecisioni di colei che volevano solo per se. Due rivali con lo stesso volto. Dinamite pronta a esplodere. E Samantha? Questa volta come reagirà? Seguirà la ragione, il cuore o i sensi? Ma soprattutto…che conseguenze avranno le sue azioni? Dovrà lottare contro i suoi errori e capire i suoi veri sentimenti per non rischiare di perdere veramente tutto: “La scelta è solo l’inizio” Adesso che tutto è chiarito sembra un classico Happy End no?! Lo è, le due coppie protagoniste sono felici, spensierate, innamorate oltre ogni limite…ma se una serie di circostanze scioccanti li mettessero di nuovo alla prova? E se Samantha questa volta fosse in grave pericolo?

Only registered users can download this free product.

Batte il cuore

Un uomo e una donna, Bill e Adrian, reduci da rapporti sbagliati, si incontrano e si amano. Nessuno dei due si aspettava di venire travolto da una simile tempesta di emozioni e sentimenti contrastanti, ma insieme troveranno il coraggio per affrontare un passo che deciderà del loro futuro…

Un uomo e una donna, Bill e Adrian, reduci da rapporti sbagliati, si incontrano e si amano. Nessuno dei due si aspettava di venire travolto da una simile tempesta di emozioni e sentimenti contrastanti, ma insieme troveranno il coraggio per affrontare un passo che deciderà del loro futuro…

Only registered users can download this free product.

La bastarda di Istanbul

Istanbul è il crocevia dove da secoli si incontrano culture e religioni differenti. Proprio in questa città multiforme e piena di colori si conoscono Armanoush, americana in cerca delle proprie radici armene, e Asya, diciannove anni, che vive a Istanbul con la madre, tre zie, la nonna e la bisnonna. Due giovani donne che si legano l’una all’altra, figlie di due mondi che la Storia ha visto scontrarsi: a dispetto di tutto, la ragazza armena e la ragazza turca diventano amiche, scoprono insieme il segreto che lega le loro famiglie e fanno i conti con il passato comune dei loro popoli. Divenuta ormai il simbolo di una Turchia che ha il coraggio di guardarsi indietro e raccontare le proprie contraddizioni, Elif Shafak intreccia con luminosa maestria le mille e una storia che fanno pulsare il cuore della sua terra.

Istanbul è il crocevia dove da secoli si incontrano culture e religioni differenti. Proprio in questa città multiforme e piena di colori si conoscono Armanoush, americana in cerca delle proprie radici armene, e Asya, diciannove anni, che vive a Istanbul con la madre, tre zie, la nonna e la bisnonna. Due giovani donne che si legano l’una all’altra, figlie di due mondi che la Storia ha visto scontrarsi: a dispetto di tutto, la ragazza armena e la ragazza turca diventano amiche, scoprono insieme il segreto che lega le loro famiglie e fanno i conti con il passato comune dei loro popoli. Divenuta ormai il simbolo di una Turchia che ha il coraggio di guardarsi indietro e raccontare le proprie contraddizioni, Elif Shafak intreccia con luminosa maestria le mille e una storia che fanno pulsare il cuore della sua terra.

Only registered users can download this free product.

Il bandito dell’Isola

Noto come il bandito dell’Isola, quartiere milanese un tempo abitato da malavitosi, Ezio Barbieri è stato il nemico pubblico numero uno del dopoguerra. Nel 1945, in una Milano affamata e semidistrutta, con Sandro Bezzi dà vita alla banda della Aprilia nera, ancora oggi una delle bande mitiche per tutti gli appassionati di noir e storie criminali. A bordo di una scattante Lancia Aprilia sfuggivano alle forze dell’ordine dopo aver rapinato banche e facoltosi industriali, scorrerie in stile Robin Hood che spesso terminavano con la distribuzione di parte del bottino tra gli abitanti del quartiere. Dopo una serie di evasioni e la morte violenta di Bezzi, Barbieri si ritrova protagonista, suo malgrado, della più grande rivolta carceraria del secondo dopoguerra, la Pasqua Rossa di San Vittore. Condannato a trent’anni comincia una lunga odissea nei peggiori penitenziari d’Italia e solo nel 1971 inizia in Sicilia una nuova vita da uomo libero, come stimato commerciante di vini. Alle soglie dei novant’anni Barbieri ricostruisce per la prima volta la sua vita avventurosa, dalla Milano del dopoguerra all’odissea nelle nostre peggiori carceri, una biografia ricca di aneddoti sui personaggi cult della storia criminale italiana.

Noto come il bandito dell’Isola, quartiere milanese un tempo abitato da malavitosi, Ezio Barbieri è stato il nemico pubblico numero uno del dopoguerra. Nel 1945, in una Milano affamata e semidistrutta, con Sandro Bezzi dà vita alla banda della Aprilia nera, ancora oggi una delle bande mitiche per tutti gli appassionati di noir e storie criminali. A bordo di una scattante Lancia Aprilia sfuggivano alle forze dell’ordine dopo aver rapinato banche e facoltosi industriali, scorrerie in stile Robin Hood che spesso terminavano con la distribuzione di parte del bottino tra gli abitanti del quartiere. Dopo una serie di evasioni e la morte violenta di Bezzi, Barbieri si ritrova protagonista, suo malgrado, della più grande rivolta carceraria del secondo dopoguerra, la Pasqua Rossa di San Vittore. Condannato a trent’anni comincia una lunga odissea nei peggiori penitenziari d’Italia e solo nel 1971 inizia in Sicilia una nuova vita da uomo libero, come stimato commerciante di vini. Alle soglie dei novant’anni Barbieri ricostruisce per la prima volta la sua vita avventurosa, dalla Milano del dopoguerra all’odissea nelle nostre peggiori carceri, una biografia ricca di aneddoti sui personaggi cult della storia criminale italiana.

Only registered users can download this free product.

Il bambino di Schindler

Un piccolo villaggio, i fratelli, gli amici, le corse nei campi, il bagno in un fiume limpido: questa è la storia vera di Leon, quella di un mondo spazzato via all’improvviso dall’invasione dei nazisti. Quando nel 1939 l’esercito tedesco occupa la Polonia, Leon infatti ha soltanto dieci anni. Ben presto lui e la sua famiglia vengono confinati nel ghetto di Cracovia insieme a migliaia di ebrei. Con coraggio e un pizzico di fortuna Leon riesce a sopravvivere in quello che ormai sembra l’inferno in terra e viene assunto nella fabbrica di Oskar Schindler, il famoso imprenditore che riuscì a salvare e sottrarre ai campi di concentramento oltre milleduecento ebrei.
In questa testimonianza rimasta a lungo inedita, Leon Leyson racconta la propria storia straordinaria, in cui grazie alla forza di un bambino l’impossibile diventa possibile.
(source: Bol.com)

Un piccolo villaggio, i fratelli, gli amici, le corse nei campi, il bagno in un fiume limpido: questa è la storia vera di Leon, quella di un mondo spazzato via all’improvviso dall’invasione dei nazisti. Quando nel 1939 l’esercito tedesco occupa la Polonia, Leon infatti ha soltanto dieci anni. Ben presto lui e la sua famiglia vengono confinati nel ghetto di Cracovia insieme a migliaia di ebrei. Con coraggio e un pizzico di fortuna Leon riesce a sopravvivere in quello che ormai sembra l’inferno in terra e viene assunto nella fabbrica di Oskar Schindler, il famoso imprenditore che riuscì a salvare e sottrarre ai campi di concentramento oltre milleduecento ebrei.
In questa testimonianza rimasta a lungo inedita, Leon Leyson racconta la propria storia straordinaria, in cui grazie alla forza di un bambino l’impossibile diventa possibile.
(source: Bol.com)

Only registered users can download this free product.

La bambina di casa Winter

Nedda era sopravvissuta al massacro della sua famiglia, trucidata con un punteruolo. Quando, molti anni dopo, un uomo si intrufola in casa sua impugnando la stessa arma, lei lo uccide. Un caso apparentemente chiuso, ma non per Kathy Mallory, che si troverà ancora una volta a indagare tra torbidi segreti. Una nuova indagine per la gelida e affascinante detective.

Nedda era sopravvissuta al massacro della sua famiglia, trucidata con un punteruolo. Quando, molti anni dopo, un uomo si intrufola in casa sua impugnando la stessa arma, lei lo uccide. Un caso apparentemente chiuso, ma non per Kathy Mallory, che si troverà ancora una volta a indagare tra torbidi segreti. Una nuova indagine per la gelida e affascinante detective.

Only registered users can download this free product.

Assoluzione

Nel più esclusivo quartiere di Johannesburg, idillici giardini con piscina luccicano ai riflessi del sole mattutino. Seduta nel freddo soggiorno che affaccia su un prato perfettamente curato, una donna anziana guarda con aria di sfida il giovane giornalista seduto di fronte a lei. Clare Wald è una scrittrice di fama, nota per i suoi capolavori letterari e per il suo pessimo carattere. Da anni vive nel più completo isolamento rinchiusa nella sua lussuosa villa, lontana da occhi indiscreti. Nessuno ha mai saputo niente di lei e della sua vita privata. Fino a ora. Sam Leroux sa di trovarsi di fronte alla più grande occasione della sua vita: essere il biografo ufficiale della più grande scrittrice sudafricana. Sa che non sarà semplice: Clare Wald è ambigua ed egocentrica, per niente disposta a svelare tutti i suoi segreti. Ma anche Sam ha i suoi. Perché non è la prima volta che incontra la scrittrice ed è l’ultimo ad aver visto la figlia di Clare in vita. Sam è l’uomo che conosce, meglio di tutti al mondo, la sua vera storia. Una storia di colpa, sangue e silenzio che Clare gli dovrà raccontare, prima che lui getti la maschera. Chi è la vittima e chi il carnefice? Uno dei due sta cercando l’assoluzione, ma solo insieme possono riscrivere il perdono. L’accoglienza internazionale per Assoluzione è stata unica. Finalista ai più prestigiosi premi letterari, dal Guardian al Man Booker Prize, è stato pubblicato in tutto il mondo dalle più importanti case editrici letterarie. Il «New York Times» ha definito Patrick Flanery lo scrittore più talentuoso degli ultimi anni. Assoluzione è un romanzo sugli inganni della memoria, sulle ramificazioni della censura che come un’epidemia invade la vita pubblica, ma anche la sfera privata. Un romanzo che non offre conforto o sicurezze. Un romanzo che scuote le coscienze.

Nel più esclusivo quartiere di Johannesburg, idillici giardini con piscina luccicano ai riflessi del sole mattutino. Seduta nel freddo soggiorno che affaccia su un prato perfettamente curato, una donna anziana guarda con aria di sfida il giovane giornalista seduto di fronte a lei. Clare Wald è una scrittrice di fama, nota per i suoi capolavori letterari e per il suo pessimo carattere. Da anni vive nel più completo isolamento rinchiusa nella sua lussuosa villa, lontana da occhi indiscreti. Nessuno ha mai saputo niente di lei e della sua vita privata. Fino a ora. Sam Leroux sa di trovarsi di fronte alla più grande occasione della sua vita: essere il biografo ufficiale della più grande scrittrice sudafricana. Sa che non sarà semplice: Clare Wald è ambigua ed egocentrica, per niente disposta a svelare tutti i suoi segreti. Ma anche Sam ha i suoi. Perché non è la prima volta che incontra la scrittrice ed è l’ultimo ad aver visto la figlia di Clare in vita. Sam è l’uomo che conosce, meglio di tutti al mondo, la sua vera storia. Una storia di colpa, sangue e silenzio che Clare gli dovrà raccontare, prima che lui getti la maschera. Chi è la vittima e chi il carnefice? Uno dei due sta cercando l’assoluzione, ma solo insieme possono riscrivere il perdono. L’accoglienza internazionale per Assoluzione è stata unica. Finalista ai più prestigiosi premi letterari, dal Guardian al Man Booker Prize, è stato pubblicato in tutto il mondo dalle più importanti case editrici letterarie. Il «New York Times» ha definito Patrick Flanery lo scrittore più talentuoso degli ultimi anni. Assoluzione è un romanzo sugli inganni della memoria, sulle ramificazioni della censura che come un’epidemia invade la vita pubblica, ma anche la sfera privata. Un romanzo che non offre conforto o sicurezze. Un romanzo che scuote le coscienze.

Only registered users can download this free product.

L’assassino

È finalmente stato arrestato l’assassino di negozi. Dopo distruzioni apparentemente senza senso e alcuni insensati omicidi, Pedrotti è ora pronto a confessarsi. Perché tanto astio contro la bicchieroteca? Cosa gli ha provocato tanta rabbia verso la Sorbetteria della nonna e i suoi centodieci tipi di gelato? Perché non è riuscito a trattenersi di fronte ai “validi” calzini di “L’alluce e il pollice”? E soprattutto, cos’ha contro il mobiletto a rotelle Ibigibi? Uno psicologo cercherà di fargli raccontare le radici del suo astio contro le moderne forme di commercio. Tratto da “Il nuovo che avanza”, pubblicato da Feltrinelli. Numero di caratteri: 25659.
**
### Sinossi
È finalmente stato arrestato l’assassino di negozi. Dopo distruzioni apparentemente senza senso e alcuni insensati omicidi, Pedrotti è ora pronto a confessarsi. Perché tanto astio contro la bicchieroteca? Cosa gli ha provocato tanta rabbia verso la Sorbetteria della nonna e i suoi centodieci tipi di gelato? Perché non è riuscito a trattenersi di fronte ai “validi” calzini di “L’alluce e il pollice”? E soprattutto, cos’ha contro il mobiletto a rotelle Ibigibi? Uno psicologo cercherà di fargli raccontare le radici del suo astio contro le moderne forme di commercio. Tratto da “Il nuovo che avanza”, pubblicato da Feltrinelli. Numero di caratteri: 25659.

È finalmente stato arrestato l’assassino di negozi. Dopo distruzioni apparentemente senza senso e alcuni insensati omicidi, Pedrotti è ora pronto a confessarsi. Perché tanto astio contro la bicchieroteca? Cosa gli ha provocato tanta rabbia verso la Sorbetteria della nonna e i suoi centodieci tipi di gelato? Perché non è riuscito a trattenersi di fronte ai “validi” calzini di “L’alluce e il pollice”? E soprattutto, cos’ha contro il mobiletto a rotelle Ibigibi? Uno psicologo cercherà di fargli raccontare le radici del suo astio contro le moderne forme di commercio. Tratto da “Il nuovo che avanza”, pubblicato da Feltrinelli. Numero di caratteri: 25659.
**
### Sinossi
È finalmente stato arrestato l’assassino di negozi. Dopo distruzioni apparentemente senza senso e alcuni insensati omicidi, Pedrotti è ora pronto a confessarsi. Perché tanto astio contro la bicchieroteca? Cosa gli ha provocato tanta rabbia verso la Sorbetteria della nonna e i suoi centodieci tipi di gelato? Perché non è riuscito a trattenersi di fronte ai “validi” calzini di “L’alluce e il pollice”? E soprattutto, cos’ha contro il mobiletto a rotelle Ibigibi? Uno psicologo cercherà di fargli raccontare le radici del suo astio contro le moderne forme di commercio. Tratto da “Il nuovo che avanza”, pubblicato da Feltrinelli. Numero di caratteri: 25659.

Only registered users can download this free product.

L’assassinio di Pitagora

IL LIBRO IN SPAGNOLO PIU’ VENDUTO AL MONDO NEL 2013. L’assassinio di Pitagora è stato il caso del self publishing del 2013. Pubblicato in un primo momento solo in edizione digitale, il thriller è stato per 5 mesi al primo posto assoluto delle classifiche ebook spagnole. In breve tempo L’assassinio di Pitagora diventa un fenomeno del passaparola ed è stato tradotto in oltre 10 paesi. Ogni uomo ha le sue maschere. Ogni omicida ha i suoi numeri. Ogni assassino ha la sua geometria. Il Thriller storico che ha conquistato la Spagna. 510 a.C. Un’ombra incombe sulla comunità pitagorica di Crotone. Mentre il filosofo, ormai anziano, sta cercando un successore in grado di dirigere con la sua stessa autorevolezza la scuola da lui fondata, una serie di omicidi efferati colpisce i collaboratori a lui più vicini. Ogni morte avviene in un modo sconcertante e imprevedibile, che sembra indicare una mente oscura e potentissima, in grado di superare quella del maestro stesso. Quale eversivo disegno porta avanti l’uomo che nasconde il suo volto e la sua identità dietro una maschera? Per venire a capo del mistero, Pitagora chiama dall’Egitto Akenon, un uomo dall’acume eccezionale, che inizia a indagare con discrezione all’interno della comunità, affiancato da Arianna, la bellissima e geniale figlia del filosofo, che nasconde nel suo passato un terribile segreto. Insieme Akenon e Arianna scopriranno una spaventosa verità, perché il male si nasconde nel luogo più impensato… Un affascinante viaggio nella Magna Grecia, un avvincente thriller storico che intreccia sapientemente realtà e fantasia, per far vita a una storia che avvince e seduce fino all’imprevedibile finale. ‘Un thriller appassionante, una magnifica ambientazione storica, originale e ben documentata: Marcos Chicot è un autentico talento’. ILDEFONSO FALCONES ‘È l’anno dell’Assassinio di Pitagora’. Babelia- El Paìs ‘Un thriller avvincente che ci trasporta nella culla della nostra civiltà tra intrighi e passioni’. Booklist ‘Una narrazione sul filo della tensione che in crescendo di suspense coinvolge il lettore nel terrore per la minaccia mortale che rischia di distruggere i protagonisti’. Qué Leer ‘Crimini, mistero e romanticismo in un romanzo dall’azione travolgente’. Historia National Geographic

(source: Bol.com)

IL LIBRO IN SPAGNOLO PIU’ VENDUTO AL MONDO NEL 2013. L’assassinio di Pitagora è stato il caso del self publishing del 2013. Pubblicato in un primo momento solo in edizione digitale, il thriller è stato per 5 mesi al primo posto assoluto delle classifiche ebook spagnole. In breve tempo L’assassinio di Pitagora diventa un fenomeno del passaparola ed è stato tradotto in oltre 10 paesi. Ogni uomo ha le sue maschere. Ogni omicida ha i suoi numeri. Ogni assassino ha la sua geometria. Il Thriller storico che ha conquistato la Spagna. 510 a.C. Un’ombra incombe sulla comunità pitagorica di Crotone. Mentre il filosofo, ormai anziano, sta cercando un successore in grado di dirigere con la sua stessa autorevolezza la scuola da lui fondata, una serie di omicidi efferati colpisce i collaboratori a lui più vicini. Ogni morte avviene in un modo sconcertante e imprevedibile, che sembra indicare una mente oscura e potentissima, in grado di superare quella del maestro stesso. Quale eversivo disegno porta avanti l’uomo che nasconde il suo volto e la sua identità dietro una maschera? Per venire a capo del mistero, Pitagora chiama dall’Egitto Akenon, un uomo dall’acume eccezionale, che inizia a indagare con discrezione all’interno della comunità, affiancato da Arianna, la bellissima e geniale figlia del filosofo, che nasconde nel suo passato un terribile segreto. Insieme Akenon e Arianna scopriranno una spaventosa verità, perché il male si nasconde nel luogo più impensato… Un affascinante viaggio nella Magna Grecia, un avvincente thriller storico che intreccia sapientemente realtà e fantasia, per far vita a una storia che avvince e seduce fino all’imprevedibile finale. ‘Un thriller appassionante, una magnifica ambientazione storica, originale e ben documentata: Marcos Chicot è un autentico talento’. ILDEFONSO FALCONES ‘È l’anno dell’Assassinio di Pitagora’. Babelia- El Paìs ‘Un thriller avvincente che ci trasporta nella culla della nostra civiltà tra intrighi e passioni’. Booklist ‘Una narrazione sul filo della tensione che in crescendo di suspense coinvolge il lettore nel terrore per la minaccia mortale che rischia di distruggere i protagonisti’. Qué Leer ‘Crimini, mistero e romanticismo in un romanzo dall’azione travolgente’. Historia National Geographic

(source: Bol.com)

Only registered users can download this free product.

Ashford park (Life)

Inghilterra, inizi del Novecento. Le torri di Ashford Park dominano il paesaggio per miglia e miglia. In quella dimora immersa nella campagna inglese, dove la nonna Addie è cresciuta dopo aver perso i genitori, si nasconde il segreto delle radici di Clemmie, giovane avvocato newyorkese. Per diventare socio dello studio legale in cui lavora ha dovuto rinunciare a tutto il resto. L’unica consolazione rimane l’anziana nonna Addie, la sua confidente, la sua sola certezza. Almeno fino a quando, da brandelli di conversazione, inizia a sospettare che il passato dell’adorata nonna nasconda uno scandalo inconfessabile. Attorno a Clemmie, determinata a ricostruire le proprie origini, rivive il mondo ormai scomparso di Ashford Park: la timidezza di Addie, ragazzina impacciata dai boccoli castani, così sbagliati in mezzo alle chiome bionde di una famiglia che non è la sua; il debutto di Bea, la bellissima, sofisticata e capricciosa cugina, e il suo primo, infelice matrimonio; l’amore per lo stesso uomo, che piomba come un tornado a sconvolgere il loro legame e trascinerà i loro destini nei circoli della dissoluta Londra postbellica, fino alle piantagioni di caffè di Mombasa, dove un’orribile tragedia le attende, nel caldo soffocante della notte africana. Una saga familiare intessuta con arte che esplora la rivalità tra due donne forti e indipendenti e le terribili scelte richieste dall’amore. “Mentre filava spedita nel paesaggio sonnacchioso, con l’erba ancora fresca di rugiada, poteva fingere che gli ultimi anni non fossero mai esistiti, fingere di essere di nuovo ad Ashford, la vera Ashford, e di avere ancora il mondo da conquistare.”

Inghilterra, inizi del Novecento. Le torri di Ashford Park dominano il paesaggio per miglia e miglia. In quella dimora immersa nella campagna inglese, dove la nonna Addie è cresciuta dopo aver perso i genitori, si nasconde il segreto delle radici di Clemmie, giovane avvocato newyorkese. Per diventare socio dello studio legale in cui lavora ha dovuto rinunciare a tutto il resto. L’unica consolazione rimane l’anziana nonna Addie, la sua confidente, la sua sola certezza. Almeno fino a quando, da brandelli di conversazione, inizia a sospettare che il passato dell’adorata nonna nasconda uno scandalo inconfessabile. Attorno a Clemmie, determinata a ricostruire le proprie origini, rivive il mondo ormai scomparso di Ashford Park: la timidezza di Addie, ragazzina impacciata dai boccoli castani, così sbagliati in mezzo alle chiome bionde di una famiglia che non è la sua; il debutto di Bea, la bellissima, sofisticata e capricciosa cugina, e il suo primo, infelice matrimonio; l’amore per lo stesso uomo, che piomba come un tornado a sconvolgere il loro legame e trascinerà i loro destini nei circoli della dissoluta Londra postbellica, fino alle piantagioni di caffè di Mombasa, dove un’orribile tragedia le attende, nel caldo soffocante della notte africana. Una saga familiare intessuta con arte che esplora la rivalità tra due donne forti e indipendenti e le terribili scelte richieste dall’amore. “Mentre filava spedita nel paesaggio sonnacchioso, con l’erba ancora fresca di rugiada, poteva fingere che gli ultimi anni non fossero mai esistiti, fingere di essere di nuovo ad Ashford, la vera Ashford, e di avere ancora il mondo da conquistare.”

Only registered users can download this free product.

Armi, acciaio e malattie

Perché alcuni popoli sono piú ricchi di altri? Perché gli europei hanno conquistato buona parte del mondo? La tentazione di rispondere tirando in ballo gli uomini e le loro presunte attitudini è forte. Ma la spiegazione razzista non va respinta solo perché è odiosa, dice Diamond: soprattutto perché è sbagliata e non regge a un esame scientifico. Le diversità culturali non sono innate, ma affondano le loro radici in diversità geografiche, ecologiche e territoriali sostanzialmente legate al caso. Armato di questa idea, Diamond si lancia in un appassionante giro del mondo, alla ricerca di casi esemplari con i quali illustrare e mettere alla prova le sue teorie. Attingendo alla linguistica, all’archeologia, alla genetica e a mille altre fonti di conoscenza, riesce a condurre questo tour de force storico-culturale con sorprendente maestria e rara abilità di divulgatore. Questa nuova edizione è stata arricchita dal capitolo Chi sono i giapponesi? e da una postfazione dell’autore.

Perché alcuni popoli sono piú ricchi di altri? Perché gli europei hanno conquistato buona parte del mondo? La tentazione di rispondere tirando in ballo gli uomini e le loro presunte attitudini è forte. Ma la spiegazione razzista non va respinta solo perché è odiosa, dice Diamond: soprattutto perché è sbagliata e non regge a un esame scientifico. Le diversità culturali non sono innate, ma affondano le loro radici in diversità geografiche, ecologiche e territoriali sostanzialmente legate al caso. Armato di questa idea, Diamond si lancia in un appassionante giro del mondo, alla ricerca di casi esemplari con i quali illustrare e mettere alla prova le sue teorie. Attingendo alla linguistica, all’archeologia, alla genetica e a mille altre fonti di conoscenza, riesce a condurre questo tour de force storico-culturale con sorprendente maestria e rara abilità di divulgatore. Questa nuova edizione è stata arricchita dal capitolo Chi sono i giapponesi? e da una postfazione dell’autore.

Only registered users can download this free product.

Aristotele nel regno di Alessandro

“È la cosa più triste del mondo, Stefanos, vedere la tua creazione più grande andare in rovina. E ancora peggio quando l’andare in malora ha effetti terribili sugli altri”. La creazione in cui Aristotele ha fallito, e se ne duole con il braccio destro di tante imprese Stefanos, non è un’opera della filosofia o dell’ingegno, ma un uomo: Alessandro di Macedonia. Aristotele è stato il suo precettore, ne ha forgiato le virtù, si è compiaciuto quando ha visto la gloria trionfante, ma adesso il vecchio filosofo si sente lo spettatore sgomento di un dispotismo non immaginato, di una sete di guerra e di sangue imprevista. Restare spettatore? Intervenire diventando parte attiva nel dramma che sta bruciando la cometa travolgente del biondo Gran Re macedone? Lo scenario di questa nuova avventura che coinvolge Aristotele nella morte del suo leggendario allievo è la Persia da poco conquistata: sensualità orientali, inesausti complotti di satrapi, misticismi zoroastrani, tutte cose difficili da decifrare per un ateniese del IV secolo a. C. È giunto ad Atene il satrapo Arpalo, con un grande tesoro che non si sa se rubato o meno ad Alessandro, e nella città si è incerti e divisi se accoglierlo o meno. In questa incertezza, Stefanos è spedito in Persia. Il suo compito è triplice: raccogliere testimonianze su una grande corruzione; scortare e proteggere il figlio di Antipatros, vice di Alessandro in Grecia, il giovane Cassandro; indagare sulla scomparsa di Callistene, uno degli storici di Alessandro.
**

“È la cosa più triste del mondo, Stefanos, vedere la tua creazione più grande andare in rovina. E ancora peggio quando l’andare in malora ha effetti terribili sugli altri”. La creazione in cui Aristotele ha fallito, e se ne duole con il braccio destro di tante imprese Stefanos, non è un’opera della filosofia o dell’ingegno, ma un uomo: Alessandro di Macedonia. Aristotele è stato il suo precettore, ne ha forgiato le virtù, si è compiaciuto quando ha visto la gloria trionfante, ma adesso il vecchio filosofo si sente lo spettatore sgomento di un dispotismo non immaginato, di una sete di guerra e di sangue imprevista. Restare spettatore? Intervenire diventando parte attiva nel dramma che sta bruciando la cometa travolgente del biondo Gran Re macedone? Lo scenario di questa nuova avventura che coinvolge Aristotele nella morte del suo leggendario allievo è la Persia da poco conquistata: sensualità orientali, inesausti complotti di satrapi, misticismi zoroastrani, tutte cose difficili da decifrare per un ateniese del IV secolo a. C. È giunto ad Atene il satrapo Arpalo, con un grande tesoro che non si sa se rubato o meno ad Alessandro, e nella città si è incerti e divisi se accoglierlo o meno. In questa incertezza, Stefanos è spedito in Persia. Il suo compito è triplice: raccogliere testimonianze su una grande corruzione; scortare e proteggere il figlio di Antipatros, vice di Alessandro in Grecia, il giovane Cassandro; indagare sulla scomparsa di Callistene, uno degli storici di Alessandro.
**

Only registered users can download this free product.

L’archivio di Dalkey

A giudicare dalla trama, si potrebbe collocare “L’archivio di Dalkey” fra i tipici romanzi di formazione, precisando eventualmente che ha un andamento picaresco: un giovane irlandese alla ricerca del proprio ruolo nel mondo dopo molteplici incontri e varie vicende decide, come si conviene, di sposare la sua fidanzata e avere da lei molti bambini. La definizione sarebbe dunque esatta, se non fosse che il protagonista vive le sue avventure passeggiando nei luoghi da cui Flann O’Brien non si allontanò mai: Dublino e gli immediati dintorni, che, come nella migliore tradizione irlandese, sono non soltanto simbolo del mondo, ma anche e soprattutto fonte inesauribile di storie nelle storie nelle storie. E se non fosse che il nostro protagonista riesce perfino a salvare l’universo dalle macchinazioni del famigerato dottor De Selby, inventore di un metodo per fermare il tempo (cosa che non stupisce molto i suoi interlocutori, almeno fino a quando non scoprono che tale metodo funziona). E se non fosse ancora che il giovane protagonista si imbatte, fra gli altri, in sant’Agostino e James Joyce, il quale non ha mai scritto l’Ulisse e sogna segretamente di abbandonare la sua squallida attività di barista ed entrare nell’ordine dei gesuiti al fine di «espellere lo Spirito Santo dalla divinità e dalla Chiesa cattolica». E se non fosse infine che l’autore è Flann O’Brien, il geniale e patafisico irlandese al quale mai sarebbe balenato di scrivere un tradizionale romanzo di formazione. Fra chiacchiere da pub e pomposi dibattiti teologici (o fra chiacchiere teologiche e pomposi dibattiti da pub), fra scienziati pazzi che sembrano usciti dai pulp magazines degli anni Trenta e poliziotti di provincia che sembrano altrettanto pericolosi, O’Brien riprende temi e personaggi dei suoi precedenti romanzi e li immerge in una apposita sostanza allucinatoria (forse approntata dall’infernale De Selby?) dalla quale escono rinfrancati come dopo una nuotata nella baia di Dublino e pronti a riprendere il loro chiacchiericcio ininterrotto in un pub e a mandare giù un’altra pinta di inchiostro irlandese. “L’archivio di Dalkey” è apparso per la prima volta nel 1964.

A giudicare dalla trama, si potrebbe collocare “L’archivio di Dalkey” fra i tipici romanzi di formazione, precisando eventualmente che ha un andamento picaresco: un giovane irlandese alla ricerca del proprio ruolo nel mondo dopo molteplici incontri e varie vicende decide, come si conviene, di sposare la sua fidanzata e avere da lei molti bambini. La definizione sarebbe dunque esatta, se non fosse che il protagonista vive le sue avventure passeggiando nei luoghi da cui Flann O’Brien non si allontanò mai: Dublino e gli immediati dintorni, che, come nella migliore tradizione irlandese, sono non soltanto simbolo del mondo, ma anche e soprattutto fonte inesauribile di storie nelle storie nelle storie. E se non fosse che il nostro protagonista riesce perfino a salvare l’universo dalle macchinazioni del famigerato dottor De Selby, inventore di un metodo per fermare il tempo (cosa che non stupisce molto i suoi interlocutori, almeno fino a quando non scoprono che tale metodo funziona). E se non fosse ancora che il giovane protagonista si imbatte, fra gli altri, in sant’Agostino e James Joyce, il quale non ha mai scritto l’Ulisse e sogna segretamente di abbandonare la sua squallida attività di barista ed entrare nell’ordine dei gesuiti al fine di «espellere lo Spirito Santo dalla divinità e dalla Chiesa cattolica». E se non fosse infine che l’autore è Flann O’Brien, il geniale e patafisico irlandese al quale mai sarebbe balenato di scrivere un tradizionale romanzo di formazione. Fra chiacchiere da pub e pomposi dibattiti teologici (o fra chiacchiere teologiche e pomposi dibattiti da pub), fra scienziati pazzi che sembrano usciti dai pulp magazines degli anni Trenta e poliziotti di provincia che sembrano altrettanto pericolosi, O’Brien riprende temi e personaggi dei suoi precedenti romanzi e li immerge in una apposita sostanza allucinatoria (forse approntata dall’infernale De Selby?) dalla quale escono rinfrancati come dopo una nuotata nella baia di Dublino e pronti a riprendere il loro chiacchiericcio ininterrotto in un pub e a mandare giù un’altra pinta di inchiostro irlandese. “L’archivio di Dalkey” è apparso per la prima volta nel 1964.

Only registered users can download this free product.