1–16 di 4043 risultati

Russka

Dall'anno 180 al 1990, nella grande Russia dove non c'è confine per le pianure e le foreste, dove le paludi come i laghi e i fiumi si perdono oltre all'orizzonte, si intrecciano le sorti di sei famiglie. Nel bene e nel male. Sotto il giogo di crudeli invasori e nell'orgoglio di inebrianti conquiste. Dai mongoli agli zar, dalla rivoluzione al crollo del comunismo: i riverberi della storia raggiungono il piccolo villaggio di Russka, coinvolgono i Bobrov e i Suvorin, i Romanov e gli Ivanov, i Karpenco e i Popov, generazione dopo generazione. Romanzo epico, romantico, avventuroso. E ancor di più. Edward Rutherford dà vita a una folla di personaggi indimenticabili sullo sfondo di un paese che da sempre è il crocevia tra Oriente e Occidente.

Dall'anno 180 al 1990, nella grande Russia dove non c'è confine per le pianure e le foreste, dove le paludi come i laghi e i fiumi si perdono oltre all'orizzonte, si intrecciano le sorti di sei famiglie. Nel bene e nel male. Sotto il giogo di crudeli invasori e nell'orgoglio di inebrianti conquiste. Dai mongoli agli zar, dalla rivoluzione al crollo del comunismo: i riverberi della storia raggiungono il piccolo villaggio di Russka, coinvolgono i Bobrov e i Suvorin, i Romanov e gli Ivanov, i Karpenco e i Popov, generazione dopo generazione. Romanzo epico, romantico, avventuroso. E ancor di più. Edward Rutherford dà vita a una folla di personaggi indimenticabili sullo sfondo di un paese che da sempre è il crocevia tra Oriente e Occidente.

Only registered users can download this free product.

Lo tsunami nucleare: i trenta giorni che sconvolsero il Giappone

L’11 marzo 2011, un sisma di magnitudo 9.0, seguito da uno tsunami, ha sconvolto il Giappone causando oltre trentamila vittime. In un diario di trenta giorni trascorsi al “fronte”, Pio d’Emilia, corrispondente da Tokyo per Sky Tg24, e storico collaboratore de il manifesto, racconta gli eventi che hanno sconvolto il destino di una nazione e modificato l’assetto economico mondiale. La cronaca del giornalista, l’unico ad essere arrivato davanti ai cancelli della centrale nucleare di Fukushima, si alterna allo sguardo dell’uomo nel tentativo di delineare le prospettive di un paese interamente da ricostruire e minacciato da un altro possibile “tsunami”, quello nucleare, i cui danni sono tutt’ora imprevedibili. Completano il volume una serie di foto scattate subito dopo il terremoto, una dettagliata cronologia degli eventi e una nota critica su come la stampa internazionale ha coperto questa catastrofe. Con uno scritto di Randy Taguchi.

L’11 marzo 2011, un sisma di magnitudo 9.0, seguito da uno tsunami, ha sconvolto il Giappone causando oltre trentamila vittime. In un diario di trenta giorni trascorsi al “fronte”, Pio d’Emilia, corrispondente da Tokyo per Sky Tg24, e storico collaboratore de il manifesto, racconta gli eventi che hanno sconvolto il destino di una nazione e modificato l’assetto economico mondiale. La cronaca del giornalista, l’unico ad essere arrivato davanti ai cancelli della centrale nucleare di Fukushima, si alterna allo sguardo dell’uomo nel tentativo di delineare le prospettive di un paese interamente da ricostruire e minacciato da un altro possibile “tsunami”, quello nucleare, i cui danni sono tutt’ora imprevedibili. Completano il volume una serie di foto scattate subito dopo il terremoto, una dettagliata cronologia degli eventi e una nota critica su come la stampa internazionale ha coperto questa catastrofe. Con uno scritto di Randy Taguchi.

Only registered users can download this free product.

La festa delle donne

« **Le donne mi hanno ordito una congiura e, riunite nel tempio delle dee, decideranno per la mia rovina**.» Nella *Festa delle donne* , ambientata ad Atene nel V secolo a.C., le eroine di Aristofane fanno sentire la propria voce riunendosi in assemblea e osando istruire un processo contro un uomo, e non un uomo qualsiasi: **Euripide, il più grande poeta del tempo** , colpevole di averle “umiliate e offese” nelle sue tragedie. In un susseguirsi di travestimenti, parodie, caricature e altre geniali trovate, questa brillantissima commedia deve però soprattutto alla personalità delle sue protagoniste l’originalità e la forza che ne hanno fatto un classico senza tempo.

« **Le donne mi hanno ordito una congiura e, riunite nel tempio delle dee, decideranno per la mia rovina**.» Nella *Festa delle donne* , ambientata ad Atene nel V secolo a.C., le eroine di Aristofane fanno sentire la propria voce riunendosi in assemblea e osando istruire un processo contro un uomo, e non un uomo qualsiasi: **Euripide, il più grande poeta del tempo** , colpevole di averle “umiliate e offese” nelle sue tragedie. In un susseguirsi di travestimenti, parodie, caricature e altre geniali trovate, questa brillantissima commedia deve però soprattutto alla personalità delle sue protagoniste l’originalità e la forza che ne hanno fatto un classico senza tempo.

Only registered users can download this free product.

Inheritance

Sembrano appartenere a un’altra vita i giorni in cui Eragon era solo un ragazzo nella fattoria dello zio, e Saphira una pietra azzurra in una radura della foresta. Da allora, Cavaliere e dragonessa hanno festeggiato insperate vittorie nel Farthen Dûr, assistito ad antiche cerimonie a Ellesméra, pianto terribili perdite a Feinster. Una sola cosa è rimasta identica: il legame indissolubile che li unisce, e la speranza di deporre Galbatorix. Non sono gli unici a essere cambiati, però: Roran ha perso il villaggio in cui è cresciuto, ma in battaglia si è guadagnato rispetto e un soprannome, Fortemartello; Nasuada ha assunto il ruolo di un padre morto troppo presto, e porta sulle braccia i segni dell’autorità che ha saputo conquistare; il destino ha donato a Murtagh un drago, ma gli ha strappato la libertà. E ora, per la prima volta nella storia, umani, elfi, nani e Urgali marciano uniti verso Urû’baen, la fortezza del traditore Galbatorix. Nell’ultima, terribile battaglia che li attende rischiano di perdere ciò che hanno di più caro, ma poco importa: in gioco c’è una nuova Alagaësia, e l’occasione di lasciare in eredità al suo popolo un futuro in cui la tirannia del re nero sembrerà soltanto un orribile sogno.

Sembrano appartenere a un’altra vita i giorni in cui Eragon era solo un ragazzo nella fattoria dello zio, e Saphira una pietra azzurra in una radura della foresta. Da allora, Cavaliere e dragonessa hanno festeggiato insperate vittorie nel Farthen Dûr, assistito ad antiche cerimonie a Ellesméra, pianto terribili perdite a Feinster. Una sola cosa è rimasta identica: il legame indissolubile che li unisce, e la speranza di deporre Galbatorix. Non sono gli unici a essere cambiati, però: Roran ha perso il villaggio in cui è cresciuto, ma in battaglia si è guadagnato rispetto e un soprannome, Fortemartello; Nasuada ha assunto il ruolo di un padre morto troppo presto, e porta sulle braccia i segni dell’autorità che ha saputo conquistare; il destino ha donato a Murtagh un drago, ma gli ha strappato la libertà. E ora, per la prima volta nella storia, umani, elfi, nani e Urgali marciano uniti verso Urû’baen, la fortezza del traditore Galbatorix. Nell’ultima, terribile battaglia che li attende rischiano di perdere ciò che hanno di più caro, ma poco importa: in gioco c’è una nuova Alagaësia, e l’occasione di lasciare in eredità al suo popolo un futuro in cui la tirannia del re nero sembrerà soltanto un orribile sogno.

Only registered users can download this free product.

Domare un highlander

Mairi e Connor sono cresciuti nelle Highlands e nei sogni d’amore di lei vi avrebbero trascorso insieme il resto della loro vita. Quando invece Connor viene chiamato da re Carlo II, suo cugino protestante, per servirlo nella guerra contro i ribelli, il giovane si trova costretto a lasciare Mairi che non vuole abbandonare l’adorata Scozia. Quando dopo sette anni Connor e Mairi si incontrano di nuovo a Londra per l’incoronazione di re Giacomo II, il nuovo sovrano cattolico, scoprono che il loro sentimento non è mutato, ma il passato può gettare ombre molto insidiose…

Mairi e Connor sono cresciuti nelle Highlands e nei sogni d’amore di lei vi avrebbero trascorso insieme il resto della loro vita. Quando invece Connor viene chiamato da re Carlo II, suo cugino protestante, per servirlo nella guerra contro i ribelli, il giovane si trova costretto a lasciare Mairi che non vuole abbandonare l’adorata Scozia. Quando dopo sette anni Connor e Mairi si incontrano di nuovo a Londra per l’incoronazione di re Giacomo II, il nuovo sovrano cattolico, scoprono che il loro sentimento non è mutato, ma il passato può gettare ombre molto insidiose…

Only registered users can download this free product.

Blonde

Joyce Carol Oates riscrive la vita di Marilyn Monroe e ne fa un romanzo di fantasia, in cui le molte vite e le mille contraddizioni di un'icona contemporanea si fondono e si confondono insieme, in una foto composta da mille tasselli, un'immagine sempre imprendibile eppure eternamente fissata nell'incorruttibile istantanea del Mito.

Joyce Carol Oates riscrive la vita di Marilyn Monroe e ne fa un romanzo di fantasia, in cui le molte vite e le mille contraddizioni di un'icona contemporanea si fondono e si confondono insieme, in una foto composta da mille tasselli, un'immagine sempre imprendibile eppure eternamente fissata nell'incorruttibile istantanea del Mito.

Only registered users can download this free product.

El Juego De La Luz

Tras *Una revelación brutal* y *Enterrad a los muertos* , este nuevo caso del inspector Armand Gamache es la tercera obra publicada en castellano de una de las series policíacas más galardonadas y celebradas por la crítica internacional. Ganadora de un Anthony Award y elegida mejor novela negra del año por *The New York Times Book Review* , *El juego de la luz* es una nueva lección magistral de la gran dama canadiense del crimen.
Clara Morrow lleva muchos años trabajando en el más absoluto anonimato como pintora aficionada en Three Pines, un tranquilo pueblecito de las afueras de Montreal. Así que, cuando el Musée d’Art Contemporain de la capital decide acoger una exposición sobre su obra, Clara no da crédito a la noticia. La sensación de irrealidad y los nervios que la atenazan la noche del *vernissage* se prolongan en la cena que ofrece en su casa para amigos y miembros del mundillo artístico. Sin embargo, este torbellino de emociones sólo será el preludio de una velada dramática: al día siguiente de la celebración, aparece el cadáver de una mujer en un rincón del jardín. Y no es una persona cualquiera: se trata de Lillian Dyson, quien no sólo es una reconocida crítica de arte capaz de arruinar una carrera, sino que también había sido la mejor amiga de Clara desde la infancia, hasta que una fuerte disputa las separó durante años. ¿Qué hacía en esa fiesta a la que no había sido invitada? ¿Por qué y quién la ha matado? Son preguntas elementales con las que Armand Gamache inicia la investigación, acompañado de Jean-Guy Beauvoir e Isabelle Lacoste, sus dos ayudantes más próximos.

Tras *Una revelación brutal* y *Enterrad a los muertos* , este nuevo caso del inspector Armand Gamache es la tercera obra publicada en castellano de una de las series policíacas más galardonadas y celebradas por la crítica internacional. Ganadora de un Anthony Award y elegida mejor novela negra del año por *The New York Times Book Review* , *El juego de la luz* es una nueva lección magistral de la gran dama canadiense del crimen.
Clara Morrow lleva muchos años trabajando en el más absoluto anonimato como pintora aficionada en Three Pines, un tranquilo pueblecito de las afueras de Montreal. Así que, cuando el Musée d’Art Contemporain de la capital decide acoger una exposición sobre su obra, Clara no da crédito a la noticia. La sensación de irrealidad y los nervios que la atenazan la noche del *vernissage* se prolongan en la cena que ofrece en su casa para amigos y miembros del mundillo artístico. Sin embargo, este torbellino de emociones sólo será el preludio de una velada dramática: al día siguiente de la celebración, aparece el cadáver de una mujer en un rincón del jardín. Y no es una persona cualquiera: se trata de Lillian Dyson, quien no sólo es una reconocida crítica de arte capaz de arruinar una carrera, sino que también había sido la mejor amiga de Clara desde la infancia, hasta que una fuerte disputa las separó durante años. ¿Qué hacía en esa fiesta a la que no había sido invitada? ¿Por qué y quién la ha matado? Son preguntas elementales con las que Armand Gamache inicia la investigación, acompañado de Jean-Guy Beauvoir e Isabelle Lacoste, sus dos ayudantes más próximos.

Only registered users can download this free product.

Uno Nessuno Centomila

Naturalmente tutto parte dal naso del protagonista che secondo la moglie pende da un lato. E dalla infinita concatenazione di pensieri che da lì lo portano fino alla pazzia. Mai dar retta alle mogli!Come ci vedranno gli altri? Come saremo veramente da fuori? Tutti ci pensiamo, Vitangelo però (che naturalmente è il protagonista del libro e non il vostro portinaio) ha il coraggio di provare a sostenere il suo vero io contro le proprie immagini. Naturalmente non ci riesce, si inimica tutti, combina diversi casini e alla fine viene dichiarato pazzo. E allora finalmente riesce ad essere libero e in fondo anche felice.Però c’è un trucco: tutto questo, prima che Pirandello scrivesse Uno Nessuno Centomila non era mai stato scritto.Ecco perchè Pirandello è Pirandello.

Naturalmente tutto parte dal naso del protagonista che secondo la moglie pende da un lato. E dalla infinita concatenazione di pensieri che da lì lo portano fino alla pazzia. Mai dar retta alle mogli!Come ci vedranno gli altri? Come saremo veramente da fuori? Tutti ci pensiamo, Vitangelo però (che naturalmente è il protagonista del libro e non il vostro portinaio) ha il coraggio di provare a sostenere il suo vero io contro le proprie immagini. Naturalmente non ci riesce, si inimica tutti, combina diversi casini e alla fine viene dichiarato pazzo. E allora finalmente riesce ad essere libero e in fondo anche felice.Però c’è un trucco: tutto questo, prima che Pirandello scrivesse Uno Nessuno Centomila non era mai stato scritto.Ecco perchè Pirandello è Pirandello.

Only registered users can download this free product.

Tortelli & Porcelli. Il Valzer Dei Profeti, Della Liceale E Del Porco Ubriaco

Il giallo più godereccio del XXI secolo!
Volgare, scorretto ma maledettamente divertente
Un intrigo enopornogastromusicale sulle strade dell’Emilia Romagna
Un omicidio spietato, una biondina maliziosa e le sue amiche porcelline,due investigatori sui generis, un musicista da seminterrato e un industrialotto latin lover, un maiale che indicherà la Via.
Una soluzione truculenta e molti contenuti extra.
Insomma: la vita, l’amore e molte vacche, tanto jazz e fiumi d’alcool.
Il catechismo per gli adulti finalmente definitivo.
Il Conte Primiballi detto Treno, vive di serate di liscio alternate a nottate di simil-jazz. Proprio in una di queste occasioni ha un incontro ravvicinato con Silvia Santi, spegiudicata ragazzina diciassettenne. Ma nella stessa serata Silvia incontra anche Piero Lazzaroni, detto il Lazza, piccolo industriale e grande emiliano.
Si sviluppa una storia a sfondo noir ma non cupo. Un po’ come se “I segreti di Twin Peaks” fosse stato scritto da Ugo Tognazzi: non manca il rinvenimento del cadavere della ragazza diciassettenne nelle campagne emiliane, con tanto di scoperta di un misterioso diario e di una maliziosa passione per i giochi a sfondo sessuale.
E il noir diventa western, una storia “on the road”, alla ricerca della giustizia “fai-da-te”, condita dal gusto per la buona tavola e per i piaceri dell’Eros. Ironico, godibile e godereccio, dove storia, mito e leggenda si mischiano in un caleidoscopio inestrinsecabile di sesso, alcol e orrore.
È un inno ai piaceri della vita, all’attaccamento a valori assolutamente semplici ma concreti, quali l’amicizia, la musica, l’amore e la giustizia, perennemente condito da citazioni argute e da ancora più argute battute di spirito.
Finale catartico ma non troppo, come si conviene ad un noir che si rispetti, dove in teoria dovrebbe trionfare il bene sul male ma non siamo del tutto sicuri di ciò: in fondo, i nostri eroi non hanno una morale proprio integerrima, per non parlare del fatto che il loro fido aiutante è nientemeno che un “maiale da fiuto”!

Il giallo più godereccio del XXI secolo!
Volgare, scorretto ma maledettamente divertente
Un intrigo enopornogastromusicale sulle strade dell’Emilia Romagna
Un omicidio spietato, una biondina maliziosa e le sue amiche porcelline,due investigatori sui generis, un musicista da seminterrato e un industrialotto latin lover, un maiale che indicherà la Via.
Una soluzione truculenta e molti contenuti extra.
Insomma: la vita, l’amore e molte vacche, tanto jazz e fiumi d’alcool.
Il catechismo per gli adulti finalmente definitivo.
Il Conte Primiballi detto Treno, vive di serate di liscio alternate a nottate di simil-jazz. Proprio in una di queste occasioni ha un incontro ravvicinato con Silvia Santi, spegiudicata ragazzina diciassettenne. Ma nella stessa serata Silvia incontra anche Piero Lazzaroni, detto il Lazza, piccolo industriale e grande emiliano.
Si sviluppa una storia a sfondo noir ma non cupo. Un po’ come se “I segreti di Twin Peaks” fosse stato scritto da Ugo Tognazzi: non manca il rinvenimento del cadavere della ragazza diciassettenne nelle campagne emiliane, con tanto di scoperta di un misterioso diario e di una maliziosa passione per i giochi a sfondo sessuale.
E il noir diventa western, una storia “on the road”, alla ricerca della giustizia “fai-da-te”, condita dal gusto per la buona tavola e per i piaceri dell’Eros. Ironico, godibile e godereccio, dove storia, mito e leggenda si mischiano in un caleidoscopio inestrinsecabile di sesso, alcol e orrore.
È un inno ai piaceri della vita, all’attaccamento a valori assolutamente semplici ma concreti, quali l’amicizia, la musica, l’amore e la giustizia, perennemente condito da citazioni argute e da ancora più argute battute di spirito.
Finale catartico ma non troppo, come si conviene ad un noir che si rispetti, dove in teoria dovrebbe trionfare il bene sul male ma non siamo del tutto sicuri di ciò: in fondo, i nostri eroi non hanno una morale proprio integerrima, per non parlare del fatto che il loro fido aiutante è nientemeno che un “maiale da fiuto”!

Only registered users can download this free product.

Splinter Cell. L’infiltrato

Una serie di missioni dall’esito catastrofico hanno decimato le file degli agenti Splinter Cell. Third Echelon – il dipartimento supersegreto della NSA, l’Agenzia di sicurezza nazionale del governo americano – sta selezionando e addestrando nuove reclute quando comincia a circolare un sospetto sconvolgente: che la talpa che ha tradito l’agenzia, condannando a morte tanti colleghi, sia proprio Sam Fisher, l’agente numero uno di Splinter Cell. Questo nuovo romanzo di una serie che ha avuto e continua ad avere un enorme successo anche nella versione videogioco ci regala un Sam Fisher inedito, costretto a battersi con nemici mortali molto vicini a lui.

Una serie di missioni dall’esito catastrofico hanno decimato le file degli agenti Splinter Cell. Third Echelon – il dipartimento supersegreto della NSA, l’Agenzia di sicurezza nazionale del governo americano – sta selezionando e addestrando nuove reclute quando comincia a circolare un sospetto sconvolgente: che la talpa che ha tradito l’agenzia, condannando a morte tanti colleghi, sia proprio Sam Fisher, l’agente numero uno di Splinter Cell. Questo nuovo romanzo di una serie che ha avuto e continua ad avere un enorme successo anche nella versione videogioco ci regala un Sam Fisher inedito, costretto a battersi con nemici mortali molto vicini a lui.

Only registered users can download this free product.

Padre Sergio

Pubblicato solamente nel 1911, quando Tolstoj era morto da pochi mesi, il racconto Padre Sergio narra le vicende del principe Stjepàn Kasàtskij, giovane ufficiale della Guardia ai tempi dello Zar Nikolàj Pàvlovic, che vive per il suo imperatore, deciso a «dimostrargli la sua sconfinata devozione». Ma quando la promessa sposa, la contessina Korotkòv, gli rivela di essere stata amante proprio dello Zar, il principe Stjepàn lascia la divisa e si rifugia in convento. Diventato “Padre Sergio” diviene talmente celebre da essere trasferito non lontano dalla capitale dove le dame tornano a far di tutto per essere ammesse al suo cospetto. Così decide di lasciare anche il convento per diventare eremita, Ormai vicino a chiudere in perfezione una vita alla ricerca di forza interiore, morale e verità, con i pellegrini che accorrono da ogni parte, Padre Sergio cadrà nel peccato, sedotto da una ragazza «isterica», che gli è stata portata perché la guarisse. Sconvolto per avere perduto, dopo le ambizioni umane anche le spirituali, l’ex principe ed ex sant’uomo torna di nascosto all’antico villaggio d’infanzia in cerca d’una bambina che tutti prendevano in giro, la sempliciotta Pàsenka. La donna è anziana, con tanti guai familiari, Stupita di vedersi davanti il compagno di giochi la cui fama di santo l’ha tante volte commossa, gli racconta la propria semplice vita in breve. Padre Sergio è folgorato. L’ossessiva ricerca di successo, dall’esercito alla Chiesa, lo ha allontanato dalla gente semplice, la famiglia, il villaggio, da cui ha cercato di distinguersi, pur di essere «migliore».

Pubblicato solamente nel 1911, quando Tolstoj era morto da pochi mesi, il racconto Padre Sergio narra le vicende del principe Stjepàn Kasàtskij, giovane ufficiale della Guardia ai tempi dello Zar Nikolàj Pàvlovic, che vive per il suo imperatore, deciso a «dimostrargli la sua sconfinata devozione». Ma quando la promessa sposa, la contessina Korotkòv, gli rivela di essere stata amante proprio dello Zar, il principe Stjepàn lascia la divisa e si rifugia in convento. Diventato “Padre Sergio” diviene talmente celebre da essere trasferito non lontano dalla capitale dove le dame tornano a far di tutto per essere ammesse al suo cospetto. Così decide di lasciare anche il convento per diventare eremita, Ormai vicino a chiudere in perfezione una vita alla ricerca di forza interiore, morale e verità, con i pellegrini che accorrono da ogni parte, Padre Sergio cadrà nel peccato, sedotto da una ragazza «isterica», che gli è stata portata perché la guarisse. Sconvolto per avere perduto, dopo le ambizioni umane anche le spirituali, l’ex principe ed ex sant’uomo torna di nascosto all’antico villaggio d’infanzia in cerca d’una bambina che tutti prendevano in giro, la sempliciotta Pàsenka. La donna è anziana, con tanti guai familiari, Stupita di vedersi davanti il compagno di giochi la cui fama di santo l’ha tante volte commossa, gli racconta la propria semplice vita in breve. Padre Sergio è folgorato. L’ossessiva ricerca di successo, dall’esercito alla Chiesa, lo ha allontanato dalla gente semplice, la famiglia, il villaggio, da cui ha cercato di distinguersi, pur di essere «migliore».

Only registered users can download this free product.

Il mare è mio fratello

“Il mare è mio fratello” è l’opera prima di Kerouac ventenne, un romanzo scritto nel 1943 che finora si credeva perduto. Quarant’anni dopo la morte del padre della Beat Generation, il manoscritto – che qui si pubblica per la prima volta in Italia – è stato ritrovato nel suo archivio. Vi si racconta la vicenda di Wesley Martin, un uomo a cui “il mare bastava, era tutto”, chiaramente ispirata alle esperienze di Kerouac stesso, imbarcato su un mercantile tra l’estate e l’autunno del 1942. Complesso ritratto di personaggi (“l’americano in via d’estinzione, lo spirito libero, l’indiano d’America, gli ultimi pionieri e gli ultimi vagabondi”), ricco di spunti, articolato nell’utilizzo dei mezzi letterari, “Il mare è mio fratello” offre un’immagine particolare dell’America degli anni Trenta e dei primi anni Quaranta, permettendo fra l’altro di seguire la nascita e la formazione di uno scrittore giovanissimo, ma già maturo e consapevole della propria forza. L’edizione, corredata da un ricco apparato fotografico, offre anche il carteggio di Kerouac con l’amico poeta Sebastian Sampas.

“Il mare è mio fratello” è l’opera prima di Kerouac ventenne, un romanzo scritto nel 1943 che finora si credeva perduto. Quarant’anni dopo la morte del padre della Beat Generation, il manoscritto – che qui si pubblica per la prima volta in Italia – è stato ritrovato nel suo archivio. Vi si racconta la vicenda di Wesley Martin, un uomo a cui “il mare bastava, era tutto”, chiaramente ispirata alle esperienze di Kerouac stesso, imbarcato su un mercantile tra l’estate e l’autunno del 1942. Complesso ritratto di personaggi (“l’americano in via d’estinzione, lo spirito libero, l’indiano d’America, gli ultimi pionieri e gli ultimi vagabondi”), ricco di spunti, articolato nell’utilizzo dei mezzi letterari, “Il mare è mio fratello” offre un’immagine particolare dell’America degli anni Trenta e dei primi anni Quaranta, permettendo fra l’altro di seguire la nascita e la formazione di uno scrittore giovanissimo, ma già maturo e consapevole della propria forza. L’edizione, corredata da un ricco apparato fotografico, offre anche il carteggio di Kerouac con l’amico poeta Sebastian Sampas.

Only registered users can download this free product.

Tratamiento Invasor

Los ”curadores”, con sus musculosos y fuertes cuerpos escondidos tras negras capas, se mueven sigilosamente por las calles de la ciudad recogiendo indigentes y, sobre todo, curando enfermedades y proporcionando esperanza a los desahuciados.
Usan un virus adaptado al genoma de cada paciente para eliminar enfermedades geneticas hasta hoy incurables: la enfermedad de Parkinson, la corea de Huntington, la fibrosis quistica, etc. Pero ese mismo virus, cuando alcanza a otros seres humanos, es el vector de una muerte segura tras escasos minutos de atroces sufrimientos. La Agencia de Riesgos Biologicos (ARB) enfrentada al peor virus conocido, ha de recurrir a la ayuda del doctor Frank Hartman, un brillante virologo que parece haber desarrollado un antivirus eficaz.
Los ”curadores” son tambien seguidores de un nuevo culto religioso y de un nuevo Profeta que promete un futuro sin enfermedades y una mejora de la especie humana gracias a su dominio de la medicina genetica. ¿Cual ha de ser el mejor futuro para la especie humana: el que propone ese visionario Profeta o el que defiende la ARB?

Los ”curadores”, con sus musculosos y fuertes cuerpos escondidos tras negras capas, se mueven sigilosamente por las calles de la ciudad recogiendo indigentes y, sobre todo, curando enfermedades y proporcionando esperanza a los desahuciados.
Usan un virus adaptado al genoma de cada paciente para eliminar enfermedades geneticas hasta hoy incurables: la enfermedad de Parkinson, la corea de Huntington, la fibrosis quistica, etc. Pero ese mismo virus, cuando alcanza a otros seres humanos, es el vector de una muerte segura tras escasos minutos de atroces sufrimientos. La Agencia de Riesgos Biologicos (ARB) enfrentada al peor virus conocido, ha de recurrir a la ayuda del doctor Frank Hartman, un brillante virologo que parece haber desarrollado un antivirus eficaz.
Los ”curadores” son tambien seguidores de un nuevo culto religioso y de un nuevo Profeta que promete un futuro sin enfermedades y una mejora de la especie humana gracias a su dominio de la medicina genetica. ¿Cual ha de ser el mejor futuro para la especie humana: el que propone ese visionario Profeta o el que defiende la ARB?

Only registered users can download this free product.

Thuvia, Doncella De Marte

En THUVIA, DONCELLA DE MARTE, cuarto título de la serie de John Carter de Marte, Carthoris (hijo de John Carter y la princesa Dejah Thoris) es acusado de raptar a Thuvia, hija de Thuvan Dhin, jeddak de Ptarth. Para demostrar su inocencia, deberá rescatar a la propia Thuvia de las mismas fauces de Kemal, el dios-león de Lothar.En esta novela, cuarta del ciclo de John Carter de Marte, el padre cede el protagonismo al hijo, que seguirá las mismas aventuras que aquel en Barsoom. Edgar Rice Burroughs (1875-1950), es el gran clásico de la Ciencia-Ficción aventurera. Aunque es conocido fundamentalmente por!a serie de Tarzán y sus innumerables adaptaciones cinematográficas, es creador de otros ciclos, como el de Pellucidar. que recrea una humanidad prehistórica en el centro de la Tierra, o el de Carson Napier, que se desarrolla en el Venus clásico de los bosques jurásicos y las princesas cautivas. Sin embargo, para el lector de Ciencia-Ficción, su creación más lograda es la serie de John Carter de Marte, que narra las aventuras de un caballero virginiano del siglo XIX en un Marte moribundo hecho para el combate y la aventura.

En THUVIA, DONCELLA DE MARTE, cuarto título de la serie de John Carter de Marte, Carthoris (hijo de John Carter y la princesa Dejah Thoris) es acusado de raptar a Thuvia, hija de Thuvan Dhin, jeddak de Ptarth. Para demostrar su inocencia, deberá rescatar a la propia Thuvia de las mismas fauces de Kemal, el dios-león de Lothar.En esta novela, cuarta del ciclo de John Carter de Marte, el padre cede el protagonismo al hijo, que seguirá las mismas aventuras que aquel en Barsoom. Edgar Rice Burroughs (1875-1950), es el gran clásico de la Ciencia-Ficción aventurera. Aunque es conocido fundamentalmente por!a serie de Tarzán y sus innumerables adaptaciones cinematográficas, es creador de otros ciclos, como el de Pellucidar. que recrea una humanidad prehistórica en el centro de la Tierra, o el de Carson Napier, que se desarrolla en el Venus clásico de los bosques jurásicos y las princesas cautivas. Sin embargo, para el lector de Ciencia-Ficción, su creación más lograda es la serie de John Carter de Marte, que narra las aventuras de un caballero virginiano del siglo XIX en un Marte moribundo hecho para el combate y la aventura.

Only registered users can download this free product.