1441–1456 di 1542 risultati

Il vento dei demoni

Un fantasma si aggira per la Storia, una pietra scagliata da Dio nella notte dei tempi, portatrice di morte per chiunque vi si avvicini. Una pietra maledetta, cardine di una travolgente avventura che si snoda lungo misteri lontani secoli.

Tutto ha inizio in un villaggio dell’Età dei Metalli, dove due tribù dalle consuetudini diversissime entrano in conflitto per il controllo della Pietra Sacra, nascosta in una grotta nota solo al re e sacerdote di uno dei clan.

Molto tempo dopo, nella Linguadoca del Duecento, una mappa segreta che porta a una caverna nei pressi di un antico castello sarà il motivo delle avventure di un giovane musico, sullo sfondo delle guerre pontificie contro l’eresia catara. E in quello stesso posto, agli inizi degli anni 30 del Novecento, arriva un personaggio ambiguo, il tedesco Otto Rahn, che in virtù delle sue ricerche occulte entrerà in contatto con lo stato maggiore nazista.

Ma la pietra rimbalza nelle brame degli uomini di potere fino ai giorni nostri, dove è oggetto di desiderio nei luoghi in cui spira il vento dei demoni Ed è proprio sullo scenario odierno che riappaiono due personaggi cari al lettore di Buticchi: Oswald Breil e Sara Terracini, la cui solida amicizia potrebbe subire un’inaspettata svolta.

Una storia in cui idealismo e ideologia, passioni assolute e sensuali, alchimia e fondamentalismo s’intrecciano nel ritmo incalzante di un romanzo capace ancora una volta di regalare grandi emozioni.

(source: Bol.com)

Il Vangelo della Maddalena

Una creatura della notte si aggira in Palestina nell’anno zero. È Maria Maddalena, donna sovrannaturale posta da Lucifero sulla strada di Gesù. Il suo sangue dannato può essere salvato soltanto dall’amore di Cristo. Fino a che punto, però, potrà spingersi l’amore divino, prima che quello umano prenda il sopravvento? E fino a che punto Maddalena riuscirà a conservare la propria umanità, senza cedere al demone che è in lei? Le profezie si compiono, gli eserciti celesti si schierano, gli esseri umani reagiscono all’arrivo del Salvatore, creature antiche come Lilith ritornano in scena, e Giuda, il più fedele degli apostoli, si prepara al peggiore dei sacrifici. Pedina involontaria di un gioco cosmico, Maria dovrà trovare il suo posto e raccontare la sua storia, scegliendo tra l’amore di un uomo e il destino del mondo intero.
**

Il tesoro dell’arca

Un enigmatico messaggio mette Michael Murphy, professore di Archeologia biblica alla Preston University, sulle tracce di quella che si annuncia come una delle più importanti scoperte di tutti i tempi: l’Arca dell’Alleanza. Come è già accaduto per altri straordinari ritrovamenti archeologici – il taumaturgico Serpente di bronzo di Mosè, il leggendario Manoscritto sul Muro, a Babilonia, e l’Arca di Noé, sul monte Ararat – Murphy si ritrova alla completa mercé di Mathusalem, un individuo tanto eccentrico quanto misterioso, che lo sfida, con una serie di indizi sibillini, a raggiungere l’Arca, ben sapendo che l’archeologo non esiterà a intraprendere questa nuova, pericolosissima impresa. Ancora una volta, tuttavia, la fede e il coraggio di Murphy saranno messi a dura prova da falsi miracoli e profezie ambigue, e soprattutto dall’onnipresente società segreta dei Sette, decisi a eliminare l’uomo che, con le sue rivelazioni, rischia di compromettere il loro disegno criminale. Comincerà così per Murphy una ricerca elettrizzante e una lotta senza quartiere, in cui a essere in pericolo non saranno soltanto la sua vita e quella di coloro che gli stanno vicino, ma anche il destino del mondo intero.
**

Il sigillo del triadema.

Attratto da una forza misteriosa, Danny Martine torna nel mondo di Estasia e inizia una seconda avventura traboccante di misteri ed enigmi da risolvere, mostri da sconfiggere e nuove emozioni da capire. Già, perché scoprirà che c’è qualcosa – ma sarebbe meglio dire qualcuno! – che può fargli battere il cuore velocissimo. Estasia è sconvolta dalla Setta delle Ombre, gli abitanti sono vittime di un sortilegio, Cathbad è lontano e della Regina non si sa più nulla: per risolvere la situazione è indispensabile trovare la Stele di Cromina. Nuovi compagni e alcuni vecchi amici aiuteranno Danny nella sua missione, ma lui dovrà affrontare da solo i momenti cruciali, e in questa Estasia sconvolta dal Male riconoscerà molti problemi ed eccessi del nostro mondo. Giunto alla fine, dovrà fare una scelta, la più diffìcile.
**

Il santuario delle tenebre

Richiamato alla vita dal ritorno della stella Nester, Vemerin il Re pazzo dilaga con la sua armata di vivi e di morti verso delle terre dell’impero, per rivendicare il suo antico dominio. Sono con lui le Tenebre, esseri misteriosi e maligni che conoscono i segreti di ciò che è stato e di ciò che sarà. Vargo, il giovane eroe perseguitato, e i compagni con cui ha cercato inutilmente di trattenere il re nella sua tomba ad Anharra, lo precedono. Portano con sé il più prezioso tesoro della città: la figlia del Re, ancora in preda alle visioni del suo sonno secolare, sul cui corpo è tatuato l’indecifrabile trentesimo Canto.

Il ritratto

Quando il critico d’arte William Nasmyth si reca da Henry MacAlpine, pittore suo vecchio amico, per farsi fare un ritratto, mai potrebbe immaginare a quale epilogo lo porterà il suo capriccio. Sull’isola di fronte alla costa bretone dove l’artista vive, mentre il pennello lascia i suoi fruscianti tocchi sulla tela, l’uomo, silenzioso e inerme come una statua, si ritrova catturato dall’appassionato monologo del suo anfitrione. Dai ricordi dell’infanzia in Scozia, costui ripercorre i punti salienti della propria esistenza, passando dal periodo trascorso a Glasgow come illustratore per arrivare alla Parigi degli impressionisti, dove conosce lo stesso William e una giovane aspirante pittrice, Evelyn. Un incontro da cui si sviluppa un triangolo artistico-amoroso che poco dopo il trasferimento a Londra comincerà a mostrare profondissime e insidiose crepe: l’insana dipendenza dei due artisti dai dispotici giudizi del critico, e soprattutto la passione non ricambiata di Henry per Evelyn, che condurranno inevitabilmente alla tragedia… Che parte ha avuto William nel suicidio di quest’ultima? Quali sconvolgenti segreti hanno svelato i quadri della donna a Henry, tanto da fargli concepire un piano di morte che si compie, scandito dalla sua voce nel presente, di pari passo ai tratti sulla tela?
**

Il principe e il peccato

Dopo essere miracolosamente sopravvissuto all’assedio della città di Lucca, Imriel de La Courcel, terzo in linea di successione al trono di Terre d’Ange, decide di tornare a casa per affondare i suoi doveri si principi, accettando il matrimonio combinato con Dorelei mab Breidaia, principessa di Alba. Non appena arrivato a corte, però, Imriel si innamora perdutamente di Simonie, la legittima erede al trono Angeline, con la quale inizia una relazione clandestina. Per la prima volta nella sua vita il giovane sente di essere davvero felice, ma sarà una felicità di breve durata…

Il mercante di tulipani

Non sono in molti nell’Olanda del 1635 a conoscere i tulipani. Quel fiore, straordinaria unione di forza selvaggia ed eleganza, è un capriccio da ricchi, che nelle taverne fumose si passano di mano in mano i bulbi terrosi e se li contendono a suon di fiorini.
Wilhem Van Deruick non sa di tulipani più di quanto sappia di ricchezza: nella sua breve vita non ha mai visto né l’uno né l’altra, in quanto primogenito di una famiglia di nobili origini ma di scarsi mezzi.
Per questo, il giorno in cui il padre Cornelis, ormai vedovo, decide di lasciare Haarlem e di andare a cercare fortuna nelle Americhe, il ragazzo decide di approfittare della nuova libertà per procurarsi quel lusso che gli è sempre stato negato.
Il suo lasciapassare per quel mondo è Paulus Van Bereysten, influente rettore della Scuola latina e potente mercante di tulipani, che Cornelis ha scelto come tutore dei suoi quattro figli. Uomo non solo potente, ma anche sfacciatamente ricco, tanto che in città si preferisce ignorare la sua indole torbida e le sue lascive inclinazioni, che nella puritana Olanda alla gente comune costerebbero una condanna a morte.
Sotto la guida di Bereysten, Wilhem impara a conoscere il mercato dei bulbi fino a diventarne uno dei commercianti più astuti. Nessun prezzo gli sembra troppo alto per salire in cima, né forzare la sorella Petra a un matrimonio di interesse, né cedere la propria innocenza ai desideri del rettore. Ottenebrato dalle oscure manovre di Paulus, Wilhem trascinerà tutta la famiglia in un gorgo di decadenza e perdizione.

Il grande libro di Dracula

Il “grande libro”, edito a Londra per il centenario del romanzo di Stoker, più che per il grosso dei trentadue racconti compresivi (Ramsey Campbell, Brian Lumley e Brian Stableford, per citare solo qualche nome), merita l’attenzione dei cultori del gotico per la pubblicazione, ahimè parziale, del testo teatrale del Dracula adattato dallo stesso Bram Stoker per un’unica rappresentazione al Royal Lyceum nel West End di Londra. Dracula o Il Morto Vivente, tale il titolo, non rende che in parte l’atmosfera del romanzo, e fu composto con fretta un po’ brutale: nondimeno, nella tormentata genesi del testo più diffuso al mondo dopo la Bibbia, esso rappresenta un interessante documento d’epoca. Tra gli altri testi della raccolta, inoltre, un cenno merita almeno Il “Dracula” di Coppola del critico cinematografico e narratore britannico Kim Newman quale ulteriore puntata della geniale saga di Anno Dracula: nell’ormai innumerevole selva di epigoni di Stoker, il ciclo di Newman – con il suo mondo misto di vampiri e di “caldi” a seguito della vittoria del Conte su Van Helsing e del suo improbabile matrimonio con la regina Vittoria – rappresenta uno dei pochissimi tentativi davvero riusciti di riportare sulle scene narrative il temibile Voivoda, sia pure nel segno del grottesco e d’un pirotecnico, ineguagliato gioco di citazioni. Dopo il mondo vittoriano in Anno Dracula e l’espressionismo tedesco nel Barone sanguinario, ci troviamo qui nel mondo del cinema contemporaneo: “cosa sarebbe venuto fuori se Francis Ford Coppola avesse fatto Dracula come uno dei suoi film buoni”, in un mondo multiculturale di vivi e non-morti?

Il custode di Freya

Freya aveva otto anni la prima volta che ha visto un angelo: una figura bellissima e alata, che le ha confidato che in lei c’è qualcosa di diverso dagli altri esseri umani. Oggi Freya ha quattordici anni ed è guarita. Dopo sei anni interminabili di ricoveri e psichiatri la sua ossessione per gli angeli è svanita: si è trattato solo di allucinazioni e sogni infantili. Ora l’aspetta finalmente la vita di un’adolescente normale, con le amiche e magari anche un fidanzato. Ma quando nella sua classe arriva una nuova compagna, il passato torna inesorabile a tormentarla. E mentre un angelo nero e mostruoso inizia ad apparirle nei momenti meno opportuni, la figura radiosa della sua infanzia si prepara ad avvicinarla ancora una volta per proporle un patto al di là di tutti i suoi sogni… Età di lettura: da 11 anni.
**

Il cavaliere di Artù

Un vecchio cavaliere franco, accompagnato da una scorta di giovani guerrieri, attraversa lo Stretto della Manica e sbarca a Glastonbury, dove sorge la più antica ecclesia d’Inghilterra. Gli uomini si addentrano nella zona, attraverso le dolci colline dove non molti anni prima sorgeva il meraviglioso regno di Camelot, il dominio di Artù, la patria della nobiltà e della cavalleria. Il vecchio cavaliere conosce bene questi luoghi: qui ha passato gli anni migliori della sua vita, qui ha combattuto, ha sofferto, ha amato. E adesso “il Franco”, come ancora lo chiamano gli abitanti della zona, è tornato per onorare un’antica promessa: dare degna sepoltura al vecchio amico Merlino, e recuperare Excalibur, la mitica spada di Artù, il simbolo di Camelot.
**

Il bacio dell’assassino

C’è sempre una donna che ti resta impressa a fuoco sulla pelle. La pensi tra i fumi dell’alcol, precipitando in un lago di rimpianti. La sogni ancora. Nei momenti più banali, in ascensore o mentre sei in fila in Posta, il suo ricordo ti si infilza nel cuore con la stessa naturalezza di un respiro. E poi, un bel giorno, quando meno te lo aspetti, lei ritorna. Non c’è niente di più facile – o di più pericoloso – che finire a letto con una vecchia fiamma. Specie quando sei Victor Cari. Anni fa, Victor aveva una fidanzata, Julia, una donna bellissima e sexy, non certo il tipo da finire sposata a un avvocato di serie B sull’orlo del fallimento. Victor aveva sempre saputo che prima o poi lei gli avrebbe spezzato il cuore. E così era stato. Ora Julia è tornata, con il suo sguardo allusivo e il suo sorriso felino che lasciano presagire una cosa sola: guai. Suo marito è stato assassinato, la scena del delitto è coperta di impronte della donna e un’ingente somma di denaro è scomparsa. Julia ha un disperato bisogno di un capro espiatorio. È questo il motivo per cui è ricomparsa sulla porta di Victor proprio la notte del delitto? A chiunque verrebbe qualche sospetto, ma Victor non è mai stato bravo a resistere al fascino femminile, specie a quello di Julia. In breve, si convince che lei voglia davvero farsi perdonare e che possa finalmente esistere un futuro insieme. Finché due poliziotti fanno irruzione nel suo appartamento interrogandolo sulla morte di un medico. E l’unico alibi di Victor è di aver passato la notte proprio con la moglie della vittima, Julia. Di colpo, Victor non lotta più per rinverdire un legame perduto. Lotta per salvarsi la pelle.

Hyperversum: Il falco e il leone

Arriva il secondo volume dell’opera, dove amore e suspence si fondono in una narrazione ricca di colpi di scena e di verità storiche. I due protagonisti, a due anni e mezzo dalla conclusione della prima partita, con grande trepidazione rientrano nella realtà virtuale dello scottante videogioco Hyperversum. Impostando la data al 15 Agosto 1214 e collocando l’ambientazione al monastero di Saint Michel, Ian e Daniel danno inizio ad un’altra avventura.

Hotel Transilvania. Un amore proibito

Parigi, 1743. Nobiluomo, avventuriero, spia, alchimista, il Conte di Saint-Germain è tutto questo ed anche qualcosa di più… una creatura della notte, un non-morto, un vampiro! Ma quando la giovane Madelaine de Montalia si trasferisce a Parigi per rifinire la propria educazione, viene insidiata da mali ben peggiori e sarà proprio Saint-Germain ad ergersi a suo protettore, affrontando un’arcana cospirazione ordita da poteri infernali. Combinando l’erotismo tenebroso del Vampiro con il fascino dell’avventura romantica, Chelsea Quinn Yarbro inaugura con “Hotel Transilvania” la saga del conte di Saint-Germain, l’eroe tormentato che riscatta il suo fato oscuro combattendo per amore e per onore.
**

Giochi di sangue

Roma è un crogiolo di vizi e intrighi, dove è normale che perfino un imperatore venga assassinato. L’unica realtà immutabile è quella del Circo Massimo, l’arena dove coloro che non godono più dei favori di Nerone, siano essi gladiatori o ex senatori, vengono sbranati da leoni e coccodrilli. Uno dei pochissimi uomini d’affari di successo benché non romano, Saint Germain Ragoczy, è stato fino ad ora capace di tenersi fuori dalle pericolose sabbie mobili dell’alta società romana, ma il suo primo errore sarà quello d’innamorarsi di Olivia, la moglie malmaritata di un potente senatore. E il secondo sarà quello di prestare aiuto a Rogerius, un uomo ferito a morte da un padrone avido e spietato. Adesso, come punizione per essersi intromesso, Ragoczy dovrà affrontare il Circo Massimo come attrazione per il pubblico assetato di sangue…
**