1–16 di 1236 risultati

Scusi, bagnino, l’ombrellone non funziona

In fondo, la vacanza è uno sport estremo. Forte di tale convinzione, l’io narrante, che gestisce uno stabilimento balneare, racconta la propria lieve odissea di salvanatanti. Ma non è solo: altri personaggi – pavidi, burloni, stravaganti, abulici – popolano questo scanzonato romanzo di mare e di costa con un fondo amaro. Una brulicante umanità che va dalla casalinga di Voghera all’azzimato perito (industriale); in mezzo, un oceano di vitelloni che tra una “cazzata” (di vela) e l’altra guardano ammirati le poppe (degli yacht) sfilargli in bella vista sotto il naso. Un alone lunare accomuna i beati che rosolano al sole sognando Hollywood. Ogni situazione è frutto di fantasia, ma qualsiasi nesso con un’eventuale realtà è casualmente voluto. **

Le oscure verità del passato

Lincoln Perry e Ed Gradduk: amici d’infanzia. Stesso quartiere, stessa scuola, stessi giochi, stesse avventure, tutti i segreti condivisi. Ma adesso che sono cresciuti hanno preso strade diverse: Lincoln fa l’investigatore privato, mentre Ed ha cominciato a frequentare un brutto giro ed è finito anche in carcere. Già una volta Lincoln ha aiutato il suo amico, e ora sembra che Ed si sia di nuovo cacciato nei guai con la giustizia, stavolta davvero grossi: è ricercato con l’accusa di aver appiccato un incendio e ucciso una donna. La polizia ha in mano un video che sembra una prova inconfutabile della sua colpevolezza. Lincoln riesce a scovarlo, ma è troppo tardi: Ed muore proprio davanti ai suoi occhi in uno scontro con la polizia. E alla tragica morte segue impietosa la condanna dei media e dell’opinione pubblica: il piromane assassino se lo meritava. Ma Gradduk ha fatto in tempo a confidare al suo amico di essere innocente, e Lincoln non può non credergli. Con l’aiuto del socio, il leggendario ex poliziotto Joe Pritchard, comincia a indagare. E mentre le sirene urlano per le strade di Cleveland, assediata da incendi dolosi sempre più numerosi e sinistri, Lincoln si avvicina pericolosamente a una verità inquietante. Dal mondo della criminalità organizzata arriverà fino alla polizia e ai silenziosi palazzi del potere… a segreti del passato che qualcuno in alto, molto in alto, vorrebbe sotterrati per sempre.

La mente che mente

Il Dhammapada, o ‟Sentiero della Legge”, è uno dei testi più conosciuti di tutta la letteratura buddhista e uno dei più antichi del Canone pali: un’antologia di oltre quattrocento detti di Gautama il Buddha che è diventato testo di riferimento e oggetto di studio e interpretazioni. Contiene le parole, trascritte secoli dopo la sua morte, del Buddha, il quale insegna che tutte le sofferenze originano da illusione e desiderio, che è necessario purificare il cuore e seguire la via della verità per conseguire l’autentica libertà. Buddha non predicò una religione, né insegnò una filosofia come sistema di pensiero, offrì invece una spiegazione dell’infelicità umana e mostrò una pratica per liberarsene: ‟la Via del Buddha”. La liberazione, che è essenzialmente libertà da se stessi, si realizza attraverso la meditazione e il risveglio dal sonno della coscienza. Le parole del Maestro del VI sec. a.C. sono qui commentate dal Maestro moderno Osho che rende così accessibile ai lettori, anche occidentali, di oggi la profonda saggezza dell’insegnamento buddhista.

L’ingrato

Sulla tela del Calamaio era comparsa una Chiaretta di pochi anni. La stessa dei tempi della scuola. Nuda. Seduta nella nicchia dei vicoli, però, in quella penombra. Si abbracciava le ginocchia. **
### Sinossi
Sulla tela del Calamaio era comparsa una Chiaretta di pochi anni. La stessa dei tempi della scuola. Nuda. Seduta nella nicchia dei vicoli, però, in quella penombra. Si abbracciava le ginocchia.

Le radici perdute dell’Europa. Da Carlo V ai conflitti mondiali

L’intento di questo libro è riscattare dal passato la memoria di una grande avventura politica, culturale, etica e anche religiosa: quella di Carlo V e dei sovrani che vennero dopo di lui, ultima ipotesi concreta per una unificazione europea la cui realizzazione avrebbe forse evitato la stagione degli stati nazionali e il disastro delle guerre mondiali. In un momento storico nel quale la spinta alla nuova unità europea sembra rallentare, questo libro propone una riflessione su un’esperienza politica dalla quale oggi potremmo avere ancora qualcosa da imparare. **

La maga delle tempeste

Sono passati nove anni da quando Astariel è rimasta sola: dopo l’agguato che ha fatto sprofondare la madre in un sonno eterno, il padre Arran ha infatti abbandonato il proprio dominio alla ricerca di un antidoto per svegliare l’amata moglie Jewel. Nel frattempo Astariel è diventata un’avvenente fanciulla e ha raggiunto l’età in cui l’invulnerabilità ereditata dal nonno e l’immortalità trasmessale dal padre le permettono di impugnare Lamafulva, la leggendaria spada d’oro che, in un lontano passato, era servita per annientare le orde dei goblin. Il suo potere potrebbe essere così devastante che persino Uabhar, il crudele e spietato Re di Slievmordhu, è pronto a evocare le forze più malvagie per neutralizzare la giovane…
Intanto, sulle colline nebbiose delle regioni occidentali, cinque principi sono impegnati in una battuta di caccia, a dimostrazione di quanto siano saldi i legami d’amicizia tra i regni confinanti. Ma quei giovani non sanno di essere semplici pedine di un gioco molto pericoloso, perché qualcuno trama nell’ombra per gettare Slievmordhu nel caos. A nord, invece, un individuo misterioso sta scavando un labirinto di caverne sotterranee, spinto dalla sete di vendetta…

La giustizia dei vincitori. Da Norimberga a Baghdad

C’è una ‘giustizia’ su misura per le grandi potenze occidentali, che godono di un’assoluta impunità per le guerre di aggressione di questi anni, giustificate come guerre umanitarie o come guerre preventive contro il terrorismo. E c’è una ‘giustizia dei vincitori’ che si applica agli sconfitti e ai popoli oppressi, con la connivenza delle istituzioni internazionali, l’omertà di larga parte dei giuristi accademici e la complicità dei mass media. In realtà solo la guerra persa è un crimine internazionale. **

Il risveglio

Los Angeles, 2006: il dottor Nate Sheenan resta vittima di un omicidio accidentale. Sua moglie tenta di salvare una parte di lui per poterla ibernare: anche lei è medico, e compie un’operazione senza precedenti. Penitenziario di Gamma Gulch, California, 2069: Duane Williams, 26 anni, viene condannato a morte e giustiziato, dopo aver stuprato e ucciso una ragazza. Arizona, 2070: sessantaquattro anni dopo la sua morte, Nate viene resuscitato grazie a un anonimo donatore. Immediatamente, un giornalista investigativo scopre il sipario sul sensazionale “risveglio”. L’attenzione dei media potrebbe svelare sia l’identità del misterioso donatore, sia la verità sull’omocidio Sheenan…

Il gioco dell’amore e della morte

Una raccolta di diciannove racconti tinti di giallo e di nero con un unico comune denominatore: l’amore. Che si tratti di un matrimonio, come quello festeggiato da due anziani coniugi in un divertente anniversario al veleno (“Finché morte non ci separi” di Tim Maleeny) o di un appuntamento al buio dopo aver fatto conoscenza in una chat (“Cyberdate.com” di Tom Savage), in questi “corti” l’amore va a passeggio con la sua compagna più fedele, la morte, l’unica in grado di risolvere gli infiniti grattacapi che una grande passione sa riservare. Niente di più efficace di un omicidio ben architettato per porre fine a un legame, una volta infuocato, ma ormai sopraffatto dalla noia e dall’incompatibilità. Niente di meglio di una soluzione definitiva quando si tratta di rivali, la gelosia si placa con il sangue, o di vendicare la scomparsa dell’amore di una vita. Nulla come un bel suicidio per coronare il culmine di una passione infelice. Ma la morte non si limita a essere un mero strumento. Ha anche il suo côté romantico, trascendente, come quando mette in comunicazione un soldato caduto in guerra con la sua giovane vedova (“Home coming” di Charles Todd). E ha senza dubbio il suo fascino perverso, quando scatena passioni ingovernabili. Perché, se si può morire d’amore, si può anche amare di morire. O, più spesso, di far morire. Una raccolta che vi farà guardare con occhi del tutto nuovi il vostro partner, il vostro elettricista e anche il vostro cane. Sapendo che, se vuole, l’amore fa male.

I canti di Anharra: 1 – Il trono della follia

Nelle forme di un poema in prosa, un racconto fantastico sulle origini della nostra civiltà, sui popoli che ci hanno preceduto e sui mondi perduti. Ispirata alle teorie di Nietzsche sull’Eterno Ritorno, è un canto sulla grandezza e sulla tragedia dell’arrivo dei popoli indoeuropei nel nostro continente. **
### Sinossi
Nelle forme di un poema in prosa, un racconto fantastico sulle origini della nostra civiltà, sui popoli che ci hanno preceduto e sui mondi perduti. Ispirata alle teorie di Nietzsche sull’Eterno Ritorno, è un canto sulla grandezza e sulla tragedia dell’arrivo dei popoli indoeuropei nel nostro continente.

The Dark Side

Quando si dice la narrativa del “lato oscuro”, o della “metà oscura”, i lettori di tutto il mondo sanno di che cosa di tratta. A partire da Stephen King, che non poteva mancare in questa antologia – con uno splendido racconto dove un incubo annunciato si avvera, sullo sfondo della tranquilla routine di una anziana coppia – o in Italia da Carlo Lucarelli, il “lato oscuro” è l’esplorazione di quel mondo di paura, delitto, crimine e perfino orrore che si cela dietro le parvenze del mondo “normale”. Racconti di James Crumley, Giovanni Arduino, Jeffery W. Deaver, Eraldo Baldini, James Ellroy, Pietro Colaprico, James W. Hall, Giancarlo De Cataldo, James Grady, Carlo Lucarelli, Stephen King, Giampiero Rigosi, Ed McBain, Flavio Soriga. Ian Rankin. Simona Vinci, Robert Silverberg, Wu Ming, F.X. Toole.

Lucky Luciano. Intrighi maneggi scandali del padrone del calcio Luciano Moggi

Il libro, giunto alla terza edizione aggiornata, racconta la carriera di “Lucianone” Moggi, da ferroviere nullatenente a padrone miliardario del Calcio italiano. Autunno 1979: consigliere della Roma, viene sorpreso a cena con una terna arbitrale. Primavera 1980: tenta la scalata alla Lazio dello scandalo calcio-scommesse. Primavera 1982: manovra e pasticcia nel Torino calcio. Estate 1987: passa al Napoli di Maradona, e sotto il Vesuvio è un turbine di scandali contornati da camorristi e cocaina. Primavera 1991, nel Torino di Borsano: signore-squillo per gli arbitri, giocatori-fantasma, fondi neri, e lo scandalo Lentini. Estate 1993: di nuovo alla Roma, fra veleni e sospetti, da despota del calciomercato (intanto il figlio ventenne diventa procuratore di calciatori). Primavera 1994: viene ingaggiato dalla Juventus, e la Vecchia Signora precipita in un gorgo di intrighi, sospetti e polemiche. Primavera 2006: è il mattatore dello scandalo-terremoto delle intercettazione telefoniche, inquisito per associazione a delinquere e frode sportiva.

Leader Di Te Stesso

In un mondo che cambia sempre più velocemente e che ci chiede sempre di più, spesso siamo noi stessi a renderci le cose ancora più difficili, complicandole con pensieri limitanti e con l’incapacità di gestire le nostre emozioni, lasciandoci così sopraffare dallo stress, dalla paura e dalla frustrazione. Abbiamo tutte le possibilità per ottenere grandi risultati, ma non sappiamo come utilizzare al meglio il nostro incredibile potenziale. Questo libro ci insegna a farlo: con i suoi corsi di formazione Roberto Re ha conquistato decine di migliaia di persone comuni, ha formato i manager delle aziende più importanti d’Italia e migliorato le performance di atleti e squadre sportive.

La legge sovrana: nomos basileus

Dai tempi dell’umanità più ancestrale, è la legge a fare da collante e da regolatore della vita sociale e morale. Le origini della formulazione delle tavole legislative e delle teorie intorno a cosa sia in effetti la legge affondano in tempi biblici e classici. Ivano Dionigi convoca quattro grandi nomi del pensiero e della teologia del nostro tempo, perché si confrontino sui differenti aspetti e rapporti col mondo della legge: Massimo Cacciari, filosofo di fama internazionale, Luciano Canfora, storico esperto di antichità classica, Gianfranco Ravasi, tra i massimi biblisti contemporanei, e Gustavo Zagrebelsky, prestigioso giurista, discutono dei rapporti tra legge, natura, uomo e divinità, investigando ambiti apparentemente distanti.

Cose fragili

Un circo misterioso terrorizza il pubblico con una performance straordinaria prima di svanire nella notte, portando con sé uno spettatore… Due anni dopo American Gods, Shadow va a visitare una vecchia villa scozzese e si trova intrappolato in un gioco pericoloso di mostri e omicidi… In un’Inghilterra vittoriana appena un po’ alterata, Sherlock Holmes si trova alle prese con il più inquietante delitto della corona mai registrato dalla storia… Due ragazzini si intrufolano in una festa e incontrano le ragazze dei loro sogni – e dei loro incubi… I membri di un esclusivo club epicureo si lamentano perché hanno ingerito qualsiasi cosa gli fosse possibile ingerire, tranne il leggendario, rarissimo ed eccezionalmente pericoloso uccello d’Egitto… Un incalzante succedersi di invenzioni – compresa un’avventura ambientata nel mondo di Matrix – affolla questa raccolta che contiene esattamente il tipo di storie che ci si aspetta da Neil Gaiman: brillanti, originali, fantasiose, capaci di fare un salto dall’horror al gotico, di mettere un piede tra i fantasmi e le paure dell’infanzia. Mescolando mitologia e filosofia antica con l’umorismo più pop, queste storie raccontano mondi dove niente è come sembra e c’è sempre il rischio di inciampare in qualche imprevisto, di imbattersi in una vecchia conoscenza, per poi ritrovarsi a casa, confortati dal riconoscere il più puro Gaiman in ogni pagina.