1–16 di 1121 risultati

Lascia che sia amore

**Talvolta bisogna osare
per conquistare il cuore di un uomo**
Il fascinoso ed elegante Jonathon Effington, marchese di Helmsley, ha conquistato più di una dama. Eppure il suo cuore rimane inaccessibile. Almeno fino al momento in cui, durante il ballo di Natale, si apparta in biblioteca per il suo consueto rendezvous romantico. Lì ad attenderlo, infatti, non c’è la donna che pensava di trovare, bensì Fiona Fairchild, bella, intelligente e intraprendente. Tutte le qualità che Jonathon ha sempre pensato per colei che un giorno sarà sua moglie. E inaspettatamente è proprio Fiona a chiedergli di sposarla. Tutto troppo bello per non essere uno scherzo…

Gli Ultimi Giorni Di Lucio Battisti

Questo non è un romanzo e nemmeno una raccolta di racconti – sono esperienze psichiche tragiche e sovrannaturali, ma al tempo stesso vere. Se aprite questo libro, ne sarete trasformati. Questo non è un semplice libro; è un esperimento medianico condotto da uno sciamano di nome Igino Domanin. Verrete assaliti da visioni, spettri, larve luminescenti e ultracorpi che immediatamente si installeranno nel vostro cervello e, alla fine della lettura di questi che sono mantra più che racconti, il mondo attorno a voi vi sembrerà cambiato per sempre. La scrittura di Domanin vi farà slittare in uno sguardo che soltanto i killer di Bret Easton Ellis o i magnati speculatori di Don DeLillo hanno finora spalancato nella narrativa di oggi. E non si tratta di allucinazioni. Nessuna droga può competere con il grado stupefacente di queste folgorazioni che sono il preciso racconto degli ultimi giorni dell’umanità, e anche dei primi. Quella di Domanin è la letteratura nella più alta delle sue accezioni, è la letteratura popolare per eccellenza. Quando Emilio Salgari scriveva dell’oppio indonesiano senza avere mai messo piede in Oriente, o quando Victor Hugo descriveva il soggiorno di un uomo solo su uno scoglio in mezzo al mare, o quando Melville piazzava un angelo sull’albero maestro di una nave che solcava gli oceani – altro non facevano che compiere un gesto lisergico che oggi Domanin rinnova; infilavano sul naso dei propri simili un paio di occhiali caleidoscopici, per fare vedere il mondo quale è – n’allucinazione. Grazie ai turbini in forma di racconto in cui ci catapulta Domanin, lo spettro della nuova letteratura italiana si allarga e supera l’ultravioletto e l’infrarosso della narrativa.

Diamanti. A caccia di fortuna in Venezuela

Verso la fine degli anni quaranta del Novecento, una moltitudine di avventurieri e di diseredati si affolla lungo i fiumi tributari dell’Orinoco, sull’altopiano del Venezuela, alla ricerca di oro e di un minerale ancora più prezioso: il diamante. Fra di essi vi è un italiano, alpinista e geologo, tentato di più dal desiderio di scoprire l’area geografica che racchiude il filone originario della pietra perfetta. Risalendo corsi d’acqua e tagliandosi la pista nella foresta e nella savana, scavando nella sabbia e nel fango, sopportando fame, parassiti e malattie, dividendo fatiche e speranze con gli altri compagni, raggiungerà quel “paesaggio da diamante” che solo la conoscenza scientifica e la passione del cercatore consente di individuare.

Al nostro nuovo incontro

**Neppure il tempo
riesce a spegnere una grande passione**
Venezia, 1818.
Pamela Effington e il principe Alexei di Avalonia si incontrano a un ballo in maschera e vivono una sola notte di bruciante passione. Quattro anni dopo, Pamela e Alexei si ritrovano, questa volta a Londra. Alexei è in gravi difficoltà personali e finanziarie. Eppure, l’attrazione per Pamela è la stessa di quel primo incontro veneziano. Potrà davvero chiederle di dividere con lui una vita tutt’altro che principesca?

L’ala di bronzo: Un’indagine del Mandarino Tan

Questa volta è il Vietnam del Sud a fare da sfondo a quella che forse è la più importante – per sé, se non per tutto il Paese – indagine del Mandarino Tan. Accompagnato dal fedele amico Dinh, il detective torna, per un breve soggiorno, al paese natale. Ma il romanzo del ritorno presto si trasforma in un giallo ricco di suspense. Succede di tutto. L’anziana madre lo prende per il marito scomparso da venticinque anni; il fantasma di una vergine aggredisce e violenta chi si avventura nella giungla; un uomo muore per autocombustione; il capitano delle guardie cerca di farsi violentare dal fantasma esibendosi in uno spogliarello da manuale. E gradualmente, le verità sui delitti recenti si annodano a quelle dei misteri del passato…

Il Trono di Spade – 4. Il dominio della regina, L’ombra della profezia

In spettrali campi di battaglia e tetre fortezze in rovina, fra città tramutate in cimiteri e terre ridotte a ossari, la spaventosa guerra dei cinque re volge ormai al termine. La Casa Lannister e i suoi alleati appaiono vincitori. Eppure, nei Sette Regni, qualcosa ancora si agita. Mentre corvi in forma umana si raccolgono per un festino di ceneri, nuovi, temerari complotti vengono orditi e nuove, pericolose alleanze prendono forma. In questa apparentemente consolidata “pace del re” forze inattese sono pronte a sferrare attacchi cruenti. Guidati dal famigerato re Occhio-di-corvo, gli uomini di ferro, eredi di un culto guerriero dimenticato da secoli, si sono lanciati all’invasione del sudovest del reame, costringendo la regina Cersei e il Trono di Spade ad affrontare un’inedita prova di forza. E dalle brume di una memoria lasciata troppo a lungo sepolta, un’antica, sinistra profezia potrebbe minacciare la stessa regina. Non sembra esistere una fine al banchetto dei corvi. E, forse, l’ora del destino sta per scoccare perfino per le prede più inattaccabili.

Danzando nel buio

Una reporter trascorre qualche giorno in una cittadina di mare con i figli e la sorella, unendo alla vacanza un incontro di lavoro: infatti è stata incaricata dalla sua rete televisiva di intervistare una ragazza che sostiene – senza essere creduta dalla polizia – di essere stata rapita e trattenuta conto la sua volontà per tre giorni fino a quando non è riuscita a fuggire ai suoi aguzzini. Ma la reporter non fa quasi in tempo a raccogliere tutto il materiale per il programma, che una seconda ragazza scompare, precipitando la tranquilla località di mare nell’angoscia e nel terrore…

Collasso

Piú di mille anni fa alcuni Vichinghi, guidati da Erik il Rosso, partirono dalla Norvegia e si stabilirono in Groenlandia. Lí fondarono colonie, dissodarono la terra, allevarono animali e costruirono chiese fantastiche. Perché quasi cinque secoli dopo se ne persero le tracce? E perché sparirono molti altri popoli del mondo? Lo spettacolo delle rovine delle antiche civiltà ha in sé qualcosa di tragico. Popoli un tempo ricchi e potenti sono scomparsi, magari nel volgere di pochi anni, lasciando come testimonianza solo qualche romantico masso sparso nella giungla. In questo saggio Diamond cerca di capire come i collassi del passato abbiano potuto verificarsi, e si chiede se la società contemporanea sia in grado di imparare la lezione, evitando disastri analoghi nel futuro. Il punto di partenza è un approfondito esame dei casi di chi non ce l’ha fatta, dai maya agli anasazi, dagli abitanti dell’isola di Pasqua a quelli dell’Australia. Che lezioni trarne? Siamo davvero in pericolo? Le risposte di *Collasso* sono equilibrate e mai catastrofiche, ma comunicano tutta l’urgenza di scelte non piú differibili, se vogliamo continuare ad ammirare con serenità le rovine di chi ci ha preceduto.

Dark Moon: La farfalla di pietra

Condannata a morte per omicidio, Yelena ha un’unica possibilità: diventare l’assaggiatore ufficiale del Comandante Ambrose. Ma le torture subite sembrano averle rubato l’anima, facendo di lei un simulacro vuoto, una farfalla di pietra simile al ciondolo donatole dal suo salvatore. Emozioni e sentimenti sono banditi entro le severe mura dell’antico palazzo reale, dove nessuno, amico o nemico, è ciò che appare. Nemmeno Valek. Uomo affascinante e spietato assassino, maestro di veleni e raffinato scultore, sembra essere lui a possedere il cuore della fanciulla e l’antidoto al veleno mortale che le ha somministrato a tradimento.

Tutto su di me

Che cosa ha portato un bambino gracile e solitario, cresciuto nella provincia parmense, a trasformarsi da Mauro in Platinette, personaggio, maschera, schermo che cela una convivenza ormai consolidata tra le parti maschile e femminile? Qual è stato il primo segnale di questa metamorfosi? Forse il fatto di avere ereditato il corredino (e persino il nome) da sua sorella Maura, o quelle prime esperienze, da ragazzino, assieme a Roberto, detto la Bambi? In un’autoanalisi lucida e schietta, Mauro ricerca l’origine della sua costante sensazione di disagio e inadeguatezza, e lo fa passando in rassegna le persone fondamentali e gli aspetti importanti della sua vita. L’infanzia con una madre idealizzata e un padre assente e depresso, il concerto di Mina a cui ha assistito come se fosse un furto essere felici. Il desiderio di riscatto personale attraverso la cultura e l’interruzione degli studi per lavorare in radio. E quel primo amore deluso, che l’ha portato a ingrassare di cinquanta chili in un anno, a crearsi una corazza con la consapevolezza che il suo rifiuto dell’altro dipende dal terrore di essere rifiutato e dall’incapacità di farsi amare. E soprattutto, la continua ricerca dell’eccesso per paura di fallire nella normalità. Mauro, però, non parla unicamente del passato. Prende anche posizione su tematiche attuali come l’incomprensibile necessità dell’outing a tutti i costi da parte dei giovani omosessuali e svela un suo possibile futuro impegno in politica e un probabile abbandono della scena televisiva. Tutto questo è Platinette. È persona e personaggio pubblico che qui si racconta senza filtri né veli. Insomma, Tutto di me dice proprio tutto.

Pensa se non ci avessi provato

“La natura gli ha donato il talento, al resto ha pensato lui. Da bambino voleva diventare solo il più veloce di tutti in sella a una moto, sognava di vincere un campionato del mondo di velocità. Poi, ha fatto molto di più: ha stravolto le classifiche, ha stabilito nuovi record, ha spinto in avanti i limiti, ha ridisegnato i confini del proprio sport, ha creato nuove mode. È diventato il re del motociclismo da corsa, e ha iniziato subito a dominare il suo territorio come un sovrano assoluto: vincendo senza sosta. Nel 2002, a soli 23 anni, ha realizzato un’impresa che non è mai riuscita a nessuno: ha collezionato almeno un titolo mondiale per ognuna delle classi 125, 250, 500, MotoGP. Ha conquistato vittorie a livello internazionale con Aprilia, Honda, Yamaha. Corre e vive fuori dagli schemi, ha proposto al mondo una nuova immagine del pilota di moto. I suoi tifosi, in tutti i circuiti, in tutti i paesi, lo seguono come fosse una Rockstar. Idolo delle ragazzine e delle mamme, dei giovani e degli adulti, degli appassionati di moto e non, Valentino ha trascinato nei circuiti centinaia di migliaia di fan e ogni volta tiene incollate al televisore milioni di persone in tutto il mondo. Nel maggio del 2005 gli è stata conferita la laurea honoris causa dalla Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università di Urbino. Perché, proprio grazie alle sue grandi doti di comunicatore, è riuscito a oltrepassare i confini del proprio sport.”

La voce delle cose & La donna del faro

“Deviazioni” è il nome che Ed McBain ha deciso di dare a questa raccolta, dopo aver invitato dieci fra i più grandi nomi del suspense, del mystery e del thriller a misurarsi con una storia più lunga di un racconto e più breve di un romanzo. Questo volume raccoglie “Le voci delle cose” di Stephen King e “La donna del faro” di John Farris. Le voci delle cose: Se Scott, ex impiegato di una compagnia assicurativa con sede alle Torri Gemelle, è ancora vivo, deve ringraziare lo spiritello tentatore che quella maledetta mattina gli suggerì di darsi malato in ufficio. Nell’agosto del 2002, diversamente dagli ex colleghi – puntuali sul lavoro e all’appuntamento con la morte – può ancora divertirsi a corteggiare una graziosa condomina. Ma, appena riapre la porta del suo appartamento da single, nota sul tavolino dell’ingresso un paio di eccentrici occhiali e a stento soffoca un grido di orrore. Perché quegli occhiali erano il portafortuna della sua collega Sonja, la disgraziata che si è gettata da una delle torri in fiamme. In breve tempo si materializzano in casa di Scott altri oggetti – una mazza da baseball, un cuscino, una conchiglia tutti appartenuti agli ex compagni d’ufficio e dati per distrutti nell’attentato. E sembrano volergli parlare… La donna del faro: Prossima alle nozze con un poliziotto, Eco Halloran lavora per una casa d’aste di New York con l’intima speranza di sfondare come pittrice. Ma, a colpire John Ransome, famoso e influente ritrattista, non sono tanto le sue opere quanto la bellezza insolita e stupefacente che la contraddistingue. Vedendo in lei la modella ideale, l’affermato artista la invita a un suo vernissage. Passo dopo passo, Ransome si insinua con invadenza nella vita di Eco, giungendo persino a regalarle per l’imminente matrimonio uno splendido cottage. A una condizione: che, per un anno intero, lei si isoli con lui nel suo atelier in cima a un faro, senza poter vedere nessuno, neppure il fidanzato…

La Rivolta Dei Draghi

Una strega si avvicina alla gabbia del mostro e da una manica estrae un flacone pieno di un liquido colorato. Servendosi di lunghe tenaglie, costringe il lupo mannaro a spalancare le fauci. La strega riesce così a versare l’intruglio magico nella gola dell’animale, che non può fare a meno di inghiottirlo. Passano solo pochi istanti, e il lupo viene colto da convulsioni, poi crolla pesantemente a terra, con un tonfo sordo: è diventato di pietra. Comincia così il nuovo episodio delle avventure di Peggy Sue, che la vedrà protagonista di un viaggio nel Paese dei draghi. Un mondo nuovo, sconvolgente, in cui l’eroina dovrà fare ricorso a tutte le sue risorse e al suo ingegno per tornare a casa sana e salva.

La Giungla Rossa

In una splendida giornata di sole, alle otto in punto del mattino, qualcuno suona alla porta di Peggy Sue e nonna Katy. È uno strano ometto, tutto vestito di nero, venuto a comunicare alla ragazza e al cane blu che, se vorranno ancora compiere imprese eroiche, dovranno sottoporsi a un esame per diventare dei supereroi. I due amici accettano la sfida: non sanno ancora che quella che li aspetta potrebbe essere una missione senza ritorno. Rinchiusi in una scuola misteriosa, in cui perfino i bidelli nascondono un oscuro passato, dovranno sopravvivere in una giungla popolata di feroci creature extraterrestri; un luogo permeato di magia e mistero, dove ogni albero nasconde un’insidia, ogni animale può rivelarsi uno spietato avversario e perfino gli esseri umani sono costretti a una continua lotta per la sopravvivenza.

Il fiume mortale

In un freddo e grigio pomeriggio di gennaio, la Morte stende il suo mantello sulla Londra vittoriana. L’ispettore William Monk è di pattuglia lungo il Tamigi a bordo di un’imbarcazione della polizia fluviale, quando scorge sul Waterloo Bridge una coppia che discute animatamente. A un tratto la ragazza sembra lasciarsi cadere oltre la balaustra, l’uomo cerca di trattenerla, e precipitano insieme nelle acque gelide. Mentre i poliziotti li ripescano cadaveri, Monk è sconvolto ma anche dubbioso su quanto ha realmente visto: l’uomo ha davvero cercato di salvarla, oppure l’ha spinta deliberatamente? Un suicidio un po’ troppo simile a un assassinio. E non è il primo. Anche il padre della ragazza si è ucciso di recente, ossessionato dall’incubo di un disastro imminente nei tunnel dove si sta costruendo un nuovo sistema di fognature. La Signora con la Falce è tornata al lavoro, insomma, e Monk ha il dovere di fermarla. Con questo romanzo, torna nel Giallo Mondadori una delle autrici più apprezzate dal pubblico.

Tutti i racconti. Vol. 3: 1969-1992

James G. Ballard è considerato da molti tra i maggiori scrittori inglesi. Con diciassette romanzi pubblicati nell’arco di quarant’anni, da *Il mondo sommerso* del 1962 a *Millennium People* , ha imposto nel panorama letterario contemporaneo una visione e una voce originali e dissacratori influenzando generazioni di scrittori e ispirando profondamente altre forme narrative quali il cinema e i fumetti. Nel corso di tutta la sua vita Ballard ha scritto racconti che sono diventati veri e propri classici della letteratura dell’immaginario, imponendosi come vero e proprio maestro della short-story contemporanea. Raccolti in antologie leggendarie quali “La mostra delle atrocità”, “Vermilion Sands”, “La zona del disastro”, “Febbre di guerra”, molti di essi anticipano di anni tematiche successivamente sviluppate nei romanzi della maturità, e vi si possono scorgere alcune delle riflessioni piú ardite e dirompenti dello scrittore inglese. Il terzo volume dei racconti di Ballard, pubblicati per la prima volta in tre volumi e in ordine cronologico, chiude un’opera che espone in modo definitivo l’inarrivabile creatività di uno degli scrittori piú rappresentativi del Ventesimo secolo, e del futuro prossimo venturo.