1121–1136 di 1150 risultati

La battaglia soda

“Basandosi sulla vita di un suo conterraneo garibaldino, Giuseppe Bandi, e su un suo libretto, Luciano Bianciardi ci fornisce una personalissima interpretazione degli anni decisivi del Risorgimento italiano, quando la raggiunta unità nazionale vide cadere, nello stesso tempo, le speranze degli uomini migliori che ne erano stati protagonisti. L’annessione piemontese del sud, l’epurazione della parte “azionista” dei garibaldini, il brusco e inflessibile “rappel à l’ordre”, la tragedia di Custoza, dove a essere sconfitti non furono soltanto i generali piemontesi, ma anche noi stessi. Introduzione di Emilio Tadini.”

L’undicesimo comandamento

Connor Fitzgerald, il più infallibile agente della CIA, dopo trent’anni di servizio si trova davanti un nemico che non riesce ad affrontare. Perché il nemico è il suo capo, Helen Dexter, che non ha scrupoli a manovrare Connor come un sicario per gettare il discredito sulla Casa Bianca e metterne in crisi l’immagine. Ma la donna non ha previsto le trame occulte di Victor Zerimski, candidato favorito alle elezioni russe. Per non parlare del presidente degli Stati Uniti, che ha buoni motivi per silurare la Dexter. Preso in mezzo a tutti questi fuochi, Connor può fidarsi solo di se stesso e delle persone veramente importanti nella sua vita. E soprattutto onorare l’Undicesimo comandamento.

L’ultimo dei perfetti

Il protagonista di questo libro è un uomo quarantenne che trascorre una vita solitaria in Irlanda sulla costa atlantica. Egli però nasconde un passato da soldato e non da soldato qualunque, ma partecipe di un progetto che avrebbe dovuto trasformare lui e i suoi compagni i cyborg invincibili. Ora, però, deve conservare questo segreto. Ma appare uno sconosciuto in paese che sa molto di lui e lo sta cercando mentre gli altri suoi compagni nel progetto cominciano a scomparire misteriosamente.
**

L’invenzione degli Stati Uniti

Gore Vidal torna a parlare di storia americana. Stavolta non si tratta di un romanzo ma di un saggio, che negli USA ha ricevuto recensioni entusiastiche ed è stato tra i libri storici di maggior successo degli ultimi anni, con oltre 200.000 copie vendute. Ovviamente, trattandosi di Gore Vidal, questo volume sui padri fondatori non assomiglia a nessun altro che gli americani o gli italiani abbiano letto. Non solo per l’incomparabile eleganza della scrittura; non solo per l’ironia, o persino l’aperto umorismo, con cui Vidal descrive fobie, idiosincrasie e difetti (umani, politici) dei Tre Grandi Padri. Ma anche perché – sono parole di Vidal – «le tante storie delle origini della Repubblica sembrano fissare con aria ebete l’aspetto luminoso di una storia che, più ne sappiamo, più diviene oscura», e ignorano la profezia di Benjamin Franklin (siamo nel 1787) secondo cui la Repubblica americana si sarebbe prima o poi trasformata in tirannia. Per l’autore, questo tempo è quasi arrivato: e attraverso la genesi politica della Costituzione repubblicana – che, come Vidal non si stanca di sottolineare, non è mai stata democratica, ma spiccatamente oligarchica – molti aspetti della cronaca odierna ricevono da questo libro una nuova e sconvolgente luce.

L’Alchimista Delle Stelle Vol.2: Il Nemico

Grazie ai rapporti giunti da Lalonde, la Confederazione si è finalmente resa conto della minaccia, ma incontra difficoltà a fermare la rivolta dei posseduti. Il “virus di energia” sembra inarrestabile ed è giunto a impadronirsi di pianeti ad alta tecnologia. Particolarmente minacciosa è l’Organizzazione che cerca di giungere a una convivenza con gli uomini normali e che si è procurata una vasta flotta stellare, ma altri posseduti proseguono nel loro originale progetto di isolarsi dall’universo. E già i primi pianeti cominciano a sparire…

INDICE
PETER F. HAMILTON – l’Autore
GIUSEPPE LIPPI

L’Alchimista Delle Stelle Vol.1: I Morti Contro I Vivi

C’è davvero bisogno di un’arma di distruzione totale, nella galassia sconvolta dalla guerra? Molti pensano di no, ma l’ombra dell’Alchimista – la micidiale invenzione della dottoressa Alkad Mzu – si proietta minacciosa sulla Confederazione, stretta in una lotta senza precedenti. L’invasione del continuum da parte di una forza capace di resuscitare i morti e impossessarsi dei vivi minaccia centinaia di sistemi stellari: è un orrore antichissimo che i terrestri e le altre razze della galassia si troveranno ad affrontare in uno scontro epico, di proporzioni titaniche.

INDICE
PETER F. HAMILTON – l’Autore
GIUSEPPE LIPPI

Israele e l’Islam: le scintille di Dio

Quando Dio creò l’universo, con un atto di somma generosità si contrasse per dargli spazio, e racchiuse la propria essenza in dieci vasi. Ma questi vasi si spezzarono per l’incontenibile forza luminosa che racchiudevano, e la luce divina si disperse per il creato, fuggendo esiliata in ogni angolo, frantumandosi in minuscole scintille diffuse in ogni luogo, anche nel male. Dopo questa catastrofe, il compito di ogni uomo è quello di riconoscere le scintille divine disperse nella creazione “come il lievito che penetra il pane”, liberarle dal male e ricongiungerle, restaurando la perduta unità della luce.
Questo libro è un viaggio alla ricerca delle scintille divine nel cuore di Israele e dell’Islam. Comincia da quando uno scrittore ignoto narrò, nella Genesi, la creazione del mondo, del tempo, dell’uomo, del peccato e della storia, influenzando per sempre l’immaginazione ebraica, cristiana e islamica. Continua con la distruzione del Tempio di Gerusalemme e l’inizio della diaspora, che per duemila anni sparse gli ebrei in tutte le contrade del mondo. Racconta poi la vocazione di Maometto, la nascita della mistica islamica e di quella giudaica, spazia dai pellegrini ebrei a Gerusalemme ai viaggiatori arabi alla Mecca, dalle Mille e una notte alla convivenza pacifica di arabi ed ebrei a Baghdad e al Cairo, dalle miniature persiane all’impero Moghol; e infine, nel Novecento, da Bruno Schulz a Joseph Roth, da Simone Weil a Hannah Arendt fino agli orrori mai sopiti dell’antisemitismo cristiano e musulmano. Con passione e pazienza, Pietro Citati compie una lunga investigazione nel cuore delle grandi religioni, e attraversa – accostando arditamente momenti, temi e personaggi – ventisette secoli di storia e di letteratura.
Appaiono paesaggi d’Oriente e d’Occidente: mari, oceani, città, deserti, re, imperatori, santi, mistici, assassini – e la folla brulicante delle capitali. Ora, il racconto è tragico µ disperato: templi bruciano, migliaia di innocenti sono massacrati; ora, è aereo e pieno di colori come una favola orientale. Si rivelano i punti di incontro e quelli di opposizione tra le diverse tradizioni: certezze diffuse vengono discusse, comode ipocrisie colpite. Alla fine del viaggio la comune eredità spirituale di Israele e dell’Islam e il fascino della diversità emergono con la medesima forza. • mentre il lettore desidera che nemmeno una “scintilla” ebraica, cristiana ed islamica vada perduta nel mondo moderno, può forse cominciare a rispondere alla domanda di Pietro Citati: “Dio non uscirà mai dall’esilio in cui si è contratto? Le scintille di luce spezzate potranno mai essere raccolte e riunite dalle tenere e scrupolose mani dell’uomo?”.

Il Viaggio dell’Anima

Persone in stato di ipnosi sono state in grado di dire cosa faceva la loro anima sulla terra durante una reincarnazione o quando aspettavano di poter rinascere. Comprenderete lo scopo che c’è dietro alle scelte di vita che facciamo prima di incarnarci. Un libro dal contenuto veramente eccezionale.

Persone in stato di ipnosi sono state in grado di dire cosa faceva la loro anima sulla terra durante una reincarnazione o quando aspettavano di poter rinascere. Comprenderete lo scopo che c’è dietro alle scelte di vita che facciamo prima di incarnarci. Un libro dal contenuto veramente eccezionale.

Il tiranno

Dionisio, poco più che ventenne, combattente dell’esercito siracusano, è costretto ad assistere allo spaventoso massacro di Selinunte, splendida città greca al confine con la provincia cartaginese, a causa delle titubanze del governo democratico. Lo sdegno e la rabbia alimentano in lui tre ferree convinzioni: le democrazie sono inefficienti; i cartaginesi sono i mortali nemici dell’ellenismo e devono essere sradicati dalla Sicilia; l’unico uomo in grado di condurre a termine una tale impresa è lui stesso. Dionisio vuole trasformare la Sicilia in un’isola greca, e per realizzare il suo progetto è disposto a travolgere qualunque ostacolo. Inizia così l’avventura di un uomo che costituì il più grande esercito dell’antichità.

Il numero duecento

In questo numero celebrativo, ipotetico seguito di Finché morte non vi separi, scopriremo le cause del passato da alcolista di Dylan Dog, come è venuto in possesso del famoso galeone, come ha conosciuto il suo assistente Groucho e qual è stato il suo primo caso da Indagatore dell’Incubo.

Il mistero della cripta stregata

L'improbabile e demenziale protagonista di questa storia, prelevato dal manicomio barcellonese in cui sconta una condanna per comportamento antisociale, si vede affidare dalla polizia l'incarico di indagare su un mistero che coinvolge due potenze: la Chiesa e la Ricchezza. Da un convento scompare un'educanda e ricompare in preda a un'amnesia. La stessa cosa era capitata, nello stesso convento, sette anni prima. Magia nera? Riti satanici?

Il fiume della morte: Mary Lester e gli annegati dell’Odet

“Sapete quante persone muoiono ogni anno di morte violenta sull’Odet?”. La corrente del “più bel fiume francese”, se bisogna credere ai depliant turistici, non è soltanto popolata da salmoni e spigole. Talvolta passano, tra le acque e le maree, misteriosi cadaveri. Quante persone ogni anno muoiono di morte violenta sull’Odet? Mary Lester tenta di rispondere e le sue ricerche, fra Quimper e Benodet, fra annegati, incidentati e dispersi, conducono a sorprendenti scoperte.

Il cavaliere dal farsetto giallo

La nuova avventura del capitano Alatriste nello sfavillante mondo del teatro del Secolo d’Oro. Le opere di Lope de Vega e Caldéron de la Barca riempiono i corral di Madrid, mentre la città è animata da una fervida vita mondana, fra duelli di spada e di versi poetici, intrighi di corte, schermaglie amorose, invidie e sgambetti per i favori della Corona. Alla malia del teatro non sfugge neppure il malinconico capitano dai folti mustacchi e dallo sguardo di ghiaccio, che si è invaghito di María de Castro, la più famosa attrice dell’epoca, godendo del privilegio di essere ricambiato. Ma sulla bella María ha messo gli occhi Filippo IV in persona e, come tutti sanno, nessuno può “andare a caccia nella riserva del re”. Ferito nell’orgoglio, Alatriste non può soffocare le proprie emozioni e si ribella al capriccio reale, contro i consigli del poeta Francisco de Quevedo e le minacce del potente conte di Guadalmedina. E mentre anche il suo giovane scudiero Iñigo Balboa impara a proprie spese che la passione per una donna nasconde più insidie di qualsiasi fendente, il capitano Alatriste si scoprirà pedina di oscuro complotto. Ancora una volta Pérez-Reverte schiude le porte dell’avventura e dell’immaginazione sullo sfondo di un potente ritratto d’epoca, offrendoci allo stesso tempo un’articolata mappa poetica delle passioni umane.
**

Il candidato

Quel maledetto 26 settembre 1996 bastò un attimo, una frazione di secondo per far morire un uomo e distruggere la vita di un altro. L’agente del Servizio segreto Sean King, addetto alla scorta di un candidato alla presidenza degli Stati Uniti, ha pagato con la carriera quell’istante di distrazione che costò la vita a Clyde Ritter, ucciso da un attentatore durante un incontro con i suoi sostenitori.
A otto anni di distanza King si è riciclato come avvocato di provincia e vive appartato in una casa in mezzo ai boschi della Virginia. Finché, Michelle Maxwell, un altro agente segreto si mette nei guai: il candidato presidenziale a lei affidato, John Bruno, le è stato rapito. E gli eventi criminosi legati ai candidati sembrano legati da un misterioso filo.
Saranno Sean e Michelle a sistemare a poco a poco le tessere di un macabro puzzle approntato da una mente astuta quanto perversa e spietata.

I quattro elementi

Dylan Dog si ritrova una sera con alcuni suoi amici con la passione dei giochi da tavolo. Iniziano così una partita di “Il Signore degli Elementi”, un gioco di società appena acquistato. Purtroppo per loro il gioco è stato acquistato nel negozio Safarà di Hamlin.