929–944 di 1150 risultati

Come l’America fu costretta a farsi scoprire

Credevate di sapere tutto sulla scoperta dell’America, su Cristoforo Colombo, sulle tre caravelle? Niente affatto, la storia fu ben diversa perché fu proprio un continente – quello che poi chiamarono il Nuovo Mondo – che obbligò il navigatore genovese ad andarlo a scoprire. Lo scrivano Riccardo Pazzaglia sostiene di aver rinvenuto a Cadice un antico codice nel quale veniva riferito dettagliatamente il descubrimiento dell’America… Le cose però si complicano in quanto in tale codice agisce in prima persona lo stesso Pazzaglia, che si cela sotto il travestimento di uno scrivano di bordo che ha il compito di redigere la cronaca fedele dell’impresa. Un antenato? un doppio? un corpo astrale? Chi può dirlo…
**

Come dimagrire senza soffrire

«Io sono contrario alle costrizioni. Chi mangia troppo lo fa perché è insoddisfatto e placa le proprie frustrazioni a tavola. Per cambiare bisogna avere interessi, amare, fare l’amore, ma soprattutto innamorarsi di se stessi. Basta giudicarsi, basta punirsi, riscopriamo il piacere. Appagando i sensi in modo diverso.
Raffaele Morelli

Colpevole o innocente

Avvocato penalista specializzata in casi insabbiati dalla polizia, Bennie Rosato ha avuto modo di conoscere anche i più devianti aspetti della natura umana. Ma niente l’ha preparata a quel che l’aspetta dietro le sbarre della prigione di massima sicurezza di Filadelfia. Accusata di aver ucciso il suo compagno, poliziotto pluridecorato, Alice Connolly da anni si dichiara innocente e, soprattutto, è l’esatta copia di Bennie. E quel che la donna dice all’avvocato al momento dei saluti è davvero sconvolgente: “Sono felice di conoscerti, sorella… gemella”. Sarà vero? Lisa Scottoline, avvocato e autrice di legal thriller, è stata insignita dell’Edgar Allan Poe Award.

Ciclismo, storie segrete

Un viaggio attraverso la storia del ciclismo: le imprese che hanno fatto epoca, alimentando la fantasia popolare e creando il mito di indimenticati campioni, i retroscena inediti di memorabili prove sportive, i segreti più intriganti della vita di celebri ciclisti. Una vera miniera di aneddoti curiosi, sbalorditive rivelazioni, particolari piccanti sui grandi personaggi protagonisti della storia del ciclismo.
**

Chi non muore si rivede

###
In una notte di Halloween, la trentaquattrenne Courtney Logan sparisce da Long Island senza lasciare traccia. Sei mesi dopo Courtney viene ritrovata. Il suo cadavere galleggia sotto il telone che ricopre la piscina di casa Logan. La polizia sospetta immediatamente del marito Greg, che ha cambiato il proprio cognome per non essere ricollegato al padre, il gangster newyorkese Fancy Phil Lowenstein. Il mistero non può lasciare indifferente Judith Singer, vedova da poco e professoressa di storia con l’istinto dell’investigatrice, che non condivide i sospetti della polizia.
**

Ceneri

###
Mentre a Charlotte e in North Carolina scorre lentamente l’estate più torrida del secolo e l’antropologa forense Tempe Brennan conta le ore che la separano da una vacanza attesa da anni, in una vecchia stufa a legna viene ritrovato lo scheletro di un neonato. Subito dopo, altre ossa attirano l’attenzione della dottoressa Brennan: quelle carbonizzate (e ricoperte da una strana sostanza nera) dei due passeggeri di un aeroplano schiantatosi al suolo e quelle, in parte umane e in parte animali, scoperte in un nascondiglio in un remoto angolo della contea. Tempe Brennan non può far altro che rinunciare alla vacanza e gettarsi in una nuova, sconvolgente indagine.
**

Cara speranza

###
La Marchesa Colombi (Maria Antonietta Torriani Torelli-Violler), nata a Novara nel 1840 e morta a Torino nel 1920, è stata una scrittrice di successo e una delle prime ad affrontare tematiche femminili “dalla parte delle donne”. I racconti vari della Marchesa Colombi riuniti nel volume “Cara Speranza” sono un riassunto della sua gamma espressiva atta a divertire, commuovere, informare.

Il canto delle stelle

Quando scopre di essere un figlio illegittimo, Adam vede crollare molte certezze, ma insieme sorge in lui una potente voglia di rivalsa. Deciso a trovare un posto per sé nel mondo, il ragazzo parte quindi verso il prospero Ovest portandosi dietro poche ma preziosissime doti: un bel vestito, una buona cultura da autodidatta e tanta determinazione. Grazie a queste trova subito un incarico stimolante: risollevare le sorti di un negozio d’abbigliamento trascurato da troppo tempo. Il suo lavoro si dimostra talmente buono che la proprietaria gli affida la direzione dall’attività. Ma se il successo professionale gli arride, sul piano personale nessuna ragazza pare suscitare in lui più di un leggero e temporaneo sentimento. Nessuna tranne Emma…

Buick 8

Fa la sua comparsa nel lontano 1979 e continua la sua presenza sorniona in un capannone dietro la stazione di polizia della squadra D. E’ una macchina, una Buick blu notte, dentro sembra un giocattolo, ma un fatto è certo: dai copertoni sui quali non si posa mai un grammo di polvere, alla carrozzeria che si guarisce da sola, è viva come un animale… uno strano essere animato che a lunghi periodi di letargo alterna brevi, violenti attimi di attività.
**

Bravi ragazzi. La requisitoria Boccassini, l’autodifesa di Previti & C. Tutte le carte dei processi Berlusconi-toghe sporche

###
Dei processi Sme-Ariosto, Mondadori, Imi-Sir, che vedono imputati Brelusconi e Previti, gli avvocati Acampora e Pacifico, i giudici Squillante, Metta, Verde e Misiani, si sa poco o nulla. Gomez e Travaglio ricostruiscono giorno per giorno la storia dei tre processi e delle infinite manovre per farli saltare, e pubblicano i documenti più importanti per capire i fatti già accertati, le ragioni dell’accusa e le tesi delle difese. A cominciare dalla requisitoria orale (finora inedita) di Ilda Boccassini, nella trascrizione ufficiale del Tribunale di Milano. E poi i verbali di Stefania Ariosto, le carte svizzere, gli interrogatori di Previti, Pacifico e Squillante, la sentenza di prescrizione del Cavaliere.
**

Bocciolo di rosa

“Sotto queste calde coperte sto ripercorrendo la mia vita (…). Sono la figlia e l’alunna linguacciuta e scontrosa (…) sono la sorella cattiva e insidiosa (…). Ma prima di tutto sono l’amante, sono la passionaria. Sono l’amante del bello, del brutto, del soffice, del duro». Con queste parole da lolita spregiudicata si presenta ai lettori la protagonista di Bocciolo di rosa, il romanzo che esce in questi giorni nella collana Pizzo nero dell’editore Borelli a firma Melissa Panarello. Il nome Melissa vi ricorda qualcosa? Cancellate il cognome, lasciando solo l’iniziale, ed ecco saltar fuori Melissa P. Proprio lei. E Bocciolo di rosa è la versione originale di 100 colpi di spazzola prima di andare a dormire, il suo best-seller erotico da centinaia di migliaia di copie, pubblicato dalla Fazi nel 2003. Più esplicito e narrativamente più vigoroso, pur con certe inevitabili immaturità di stile, Bocciolo di rosa, resoconto delle esperienze erotiche di un’adolescente, scritto in forma di fiction romanzesca anziché di diario come 100 colpi di spazzola, il testo arrivò sulla scrivania di Gian Franco Borelli nel maggio 2002, quando Melissa Panarello, non ancora Melissa P., aveva solo 16 anni. «In questo romanzo» perorava l’autrice in una speranzosa email all’editore «ho cercato di spiegare come la vita di una sedicenne possa essere affascinante e attraente dal punto di vista sessuale». A frenare l’eros cartaceo di Melissa, ancora minorenne, s’interpose la madre: «Restammo d’accordo che avremmo firmato il contratto quando la ragazza avrebbe compiuto 18 anni» racconta Borelli. Ma poi l’editore non ebbe più notizie, finché il libro uscì dalla Fazi, con un titolo diverso e fortemente rimaneggiato nel testo. Adesso Borelli s’è deciso a pubblicare l’originale così come gli era stato affidato dall’autrice, convinto che il Bocciolo di Melissa Panarello sia più fragrante e genuino degli artefatti colpi di spazzola imposti dall’editing a Melissa P. E lei, cosa ne penserà? «Quando in 100 colpi trovo scritto “un eccitante pizzo nero in contrasto con la mia pelle bianca”» sorride l’editore «mi sembra un riferimento scherzoso proprio alla collana Pizzo nero. Un buon auspicio». Soprattutto se dal Bocciolo matureranno le belle royalty d’antan.

Blood

Sinossi

La storia inizia dove si conclude il romanzo precedente della serie, Il vampiro di Blackwood. La voce narrante è quella del vampiro Lestat – vecchio di duecento anni, ma con l’aspetto seducente di un bellissimo ventenne ossessionato dal desiderio di diventare un santo della Chiesa cattolica. Lestat vive nella sontuosa residenza di Blackwood, a New Orleans, insieme al giovane e bellissimo Quinn, da lui iniziato alla “fraternità del sangue”. Quando a Blackwood giunge, all’improvviso, una splendida mortale, dotata di poteri straordinari, ma allo stremo delle forze, Quinn se ne innamora e Lestat, per salvarla, succhia il suo sangue, trasformandola in vampiro. Sulle tracce della ragazza arriva alla villa anche la sorella Rowan, famosa scienziata, per la quale Lestat prova immediatamente un inedito e violento sentimento d’amore e d’attrazione, anche se rifiuta di scambiare con lei il patto di sangue. Ma le due sorelle nascondono un segreto terribile: entrambe hanno partorito dei Taltos, esseri superiori dotati di poteri straordinari, che sono stati portati via subito dopo la nascita.

Berlusconi e gli anticorpi. Diario di un cittadino indignato

«… La democrazia, in tutte le sue componenti, fra cui la giustizia e la libertà d’informazione e di espressione, rappresenta un sistema di anticorpi. Se questi anticorpi non funzionano i politici lestofanti hanno via libera e dilagano le prepotenze, la corruzione ed altri mali… Noi italiani potremo guarire se ci convinciamo che è in gioco la nostra stessa dignità: accettiamo di diventare sudditi o vogliamo restare persone libere?» Scrive così Paolo Sylos Labini, il “cittadino indignato”, autore di questo libro.
**

L’amuleto di Samarcanda

Il millenario jinn Bartimaeus, il demone che costruì le mura di Uruk, Karnak e Praga, che parlò con re Salomone, che cavalcò per le praterie con i padri dei bisonti, viene improvvisamente richiamato dal mondo degli spiriti ed evocato a Londra. Una Londra tetra e cupa dove la magia consiste in un’unica capacità: quella di evocare e asservire demoni, i quali, loro malgrado, obbediranno a ogni ordine del mago che li tiene in suo potere. Bartimaeus deve compiere una missione difficilissima: rubare l’Amuleto di Samarcanda al temibile e ambizioso Simon Lovelace…