1–16 di 733 risultati

Baruch Spinoza e l’Olanda del Seicento

Filosofo morale e metafisico, pensatore politico e religioso, esegeta della Bibbia, critico della società, intagliatore di lenti, commerciante fallito, intellettuale olandese, ebreo eretico. Se la vita di Spinoza è tanto interessante, ciò è dovuto anche ai diversi contesti, a volte contrastanti, in cui si trovò ad operare: la comunità di immigrati portoghesi e spagnoli, parecchi dei quali un tempo «marrani», rifugiati in seguito nella nuova repubblica olandese, ricca di opportunità economiche; la politica turbolenta e la lussureggiante cultura di questa giovane nazione, che alla metà del XVII secolo conobbe la sua età dell’oro; e, non ultimo, la storia stessa della filosofia.
Basato su rigorose ricerche d’archivio, il magistrale libro di Steven Nadler – piú che un semplice resoconto della vita del filosofo olandese – introduce il lettore nel cuore dell’Amsterdam ebraica del XVII secolo e nel tumultuoso mondo politico, sociale, intellettuale e religioso della giovane repubblica olandese.
L’interrogativo che sta al fondo dell’indagine dello studioso americano è il seguente: in che modo i diversi aspetti della vita di Spinoza – il suo sfondo etnico e sociale, il suo esilio e la sua posizione intermedia tra due culture totalmente differenti, quella della comunità ebraico-portoghese di Amsterdam e quella della società olandese, il suo sviluppo intellettuale, le sue relazioni politiche e sociali – contribuirono a disegnare il profilo di uno dei pensatori piú radicali della storia? E, accanto a questo, un altro interrogativo, di carattere più generale: che cosa significava essere un filosofo e un ebreo durante l’età d’oro della repubblica olandese?

I segreti della notte

La sterilità del marito, vecchio e malato, è molto più che una questione privata per la giovane Rosamunde Overton.
Senza eredi, infatti, la proprietà di Wenscote, assieme a contadini e servitù, passerà nelle mani del nipote Edward, seguace di una crudele setta religiosa.
Per evitarlo Rosamunde progetta un piano ardito: tradire il marito per concepire un figlio.
Ma proprio quando il coraggio per attuare il suo proposito sembra mancarle, incontra lord Brand Malloren, l’uomo che potrebbe risolvere tutti i suoi problemi… o crearne molti altri.

Le cento migliori ricette al cioccolato

Già nel 600 a.C. i Maya macinavano i semi di cacao per produrne una bevanda: presso gli Aztechi, i semi della pianta venivano addirittura usati come moneta di scambio. In Europa l’uso del cacao si è affermato nel XVII secolo; oggi è diffuso in tutto il mondo e alimenta una fiorente industria. Il cioccolato trova innumerevoli impieghi in cucina; nelle cento ricette qui presentate troverete anche primi piatti e salse, ma soprattutto dolci: torte, pasticcini, biscotti… oltre, naturalmente, a varie versioni di cioccolato in tazza. Paola Balducchimodenese, è appassionata di cucina, ricercatrice di ricette inedite antiche e moderne e autrice di vari libri sull’argomento. Con la Newton Compton ha pubblicato Cucinare con la nutella®, La cucina di mare dell’Emilia Romagna, La cucina di mare delle Marche e Ricette per casalinghi disperati oltre a svariati volumetti de «La Compagnia del Buongustaio».

Un uomo vero

Dieci anni fa “Il falò delle vanità” contribuì a definire un’epoca, facendo di Tom Wolfe il grande romanziere che aveva colto l’America degli anni Ottanta nei suoi aspetti più profondi e inquietanti. Quest’ultimo libro racconta ancora l’America di fine millennio e ancora una volta si mostra insuperabile nel cogliere lo spirito del tempo. Dalla New York de “Il falò delle vanità”, siamo trasportati ad Atlanta, capitale del Sud, città percorsa da una nuova ricchezza e che in nessun modo cerca di nascondere la sua aspirazione a soppiantare New York. Protagonista è un imprenditore di successo che si lascia coinvolgere in una rovinosa speculazione ed è sull’orlo della bancarotta.

Il mostro di Vigevano

Il mostro di Vigevano, uscito per la prima volta nel 1999 per la casa editrice peQuod, è il libro d’esordio di un romanziere tra i più apprezzati oggi in Italia (tra i suoi altri titoli, tutti pubblicati da Feltrinelli, ricordiamo almeno Atomico dandy, del 2005, e Romanzo per signora, del 2012). Qui, nel Mostro, si narrano le peripezie erotiche di Marco Calibani, giovane assistente universitario che nell’assenza di sentimento e nel dinamismo del corpo trova i binari su cui far correre la sua vita. Un American Psycho ambientato in Lomellina, composto di una prosa rapida e acuta, che rispecchia in pieno lo spirito letterario dei tempi che furono, anni in cui si guardava con interesse e ammirazione agli scrittori dell’antologia Gioventù cannibale.In questa nuova edizione è possibile leggere le vicende editoriali del romanzo, raccontate dall’autore in una premessa scritta appositamente.

Heir to the Shadows

**In the second novel set in the “darkly fascinating world” (SF Site) of Anne Bishop’s Black Jewels Trilogy, ambitions unfurl as the realm’s dreams of a liberator have finally been made flesh…** The Blood have waited centuries for the coming of Witch, the living embodiment of magic. But Jaenelle, the young girl singled out by prophecy, is haunted by the cruel battles fought over her—for not all the Blood await her as their Savior. Some dismiss her as a myth. Some refuse to believe. And still others look forward to using her, making her a pawn to their shadowy devices. Only time and the devotion of her loyal guardians have healed Jaenelle’s physical wounds. But her mind is fragile, barely able to protect her from the horrifying memories of her childhood. Nothing, however, can deflect her from her destiny—and the day of reckoning looms near. When her memories return. When her magic matures. When she is forced to accept her fate. On that day, the dark Realms will know what it means to be ruled by Witch.

Codici e segreti

In his first book since the bestselling **Fermat’s Enigma** , Simon Singh offers the first sweeping history of encryption, tracing its evolution and revealing the dramatic effects codes have had on wars, nations, and individual lives. From Mary, Queen of Scots, trapped by her own code, to the Navajo Code Talkers who helped the Allies win World War II, to the incredible (and incredibly simple) logistical breakthrough that made Internet commerce secure, **The Code Book** tells the story of the most powerful intellectual weapon ever known: secrecy.
Throughout the text are clear technical and mathematical explanations, and portraits of the remarkable personalities who wrote and broke the world’s most difficult codes. Accessible, compelling, and remarkably far-reaching, this book will forever alter your view of history and what drives it.  It will also make yo wonder how private that e-mail you just sent really is.

Anime alla deriva

Il sole sta tramontando su un mare in tempesta, e James Farrell lo osserva da una finestra di Seton Castle, la residenza in Cornovaglia che, per piú di quarant’anni, ha condiviso con sua moglie Sarah. Ma Sarah è morta, ed è stato James ad ammazzarla, appena ventiquattr’ore prima. Perché? Perché un uomo pacifico ha ucciso la sua compagna, dopo mezzo secolo di felice convivenza? Le risposte non sono facili da affrontare, ma James sa di doverlo fare, e sa che, per farlo, deve ricostruire il proprio passato: deve tornare all’epoca in cui, rampollo dell’alta società londinese, aveva conosciuto Ella, la cugina di Sarah, e l’aveva amata appassionatamente, contro tutti e contro tutto…
Con questo suo primo romanzo, che è diventato un bestseller internazionale tradotto in tutto il mondo, Richard Mason ci racconta, attraverso un abile scavo psicologico, perché a tutti è mancato il coraggio della verità, perché tutti hanno tradito – e perché il destino è un signore cinico e severo che non risparmia nessuno.

Una vergine di troppo

Ad aprire la nuova avventura investigativa di Marco Didio Falco, l’infallibile e scapestrato investigatore di Vespasiano, è una richiesta d’aiuto davvero insolita: Gaia Lelia, una bambina di soli sei anni, si rivolge a lui terrorizzata perché qualcuno avrebbe intenzione di ucciderla.
Gaia appartiene a un’illustre famiglia romana e lei stessa è candidata a entrare a far parte dell’ambito collegio delle vergini vestali.
Nessuno crede alla storia della bambina, a cominciare da Falco, che, reduce dalla sua ultima indagine in terra africana, è completamente assorbito da ben altri pensieri.
Per premiare i suoi servigi, l’imperatore lo ha infatti investito di una carica cerimoniale che lo eleva alla tanto agognata classe media.
Peccato che la carica in questione sia quella di Procuratore del Sacro Pollame, responsabile delle oche sacre del Campidoglio. Falco sta ancora riflettendo sul presunto carattere onorifico delle sue nuove mansioni bucoliche, quando gli eventi precipitano: Gaia Lelia scompare misteriosamente e il suo caso è forse collegato a un enigmatico omicidio con occultamento di cadavere che ha luogo nel bosco sacro dei fratelli arvali. In preda ai sensi di colpa, l’investigatore è presto chiamato a gettare luce sulla vicenda, che questa volta gli svela i retroscena degli impenetrabili ambienti sacerdotali.
Ma ritrovare Gaia si rivelerà una delicata lotta contro il tempo e una pericolosa partita con l’ignoto, che condurrà Falco a mettere a repentaglio la sua stessa vita.

Mortels abîmes

Juin 1998, dans les gorges de l’Hérault, entre Montpellier et les Cévennes. Trois femmes ont été assassinées à quelques mois d’intervalle. En apparence aucun lien entre ces femmes, sinon qu’elles ont été tuées de la même façon. Maxime Linski, 45 ans, ancien producteur de films X, aurait préféré qu’on ne trouve pas de cadavre dans une de ses propriétés. Trois ans auparavant, il a déjà été soupçonné du meurtre d’une enfant de huit ans, puis disculpé. Victoire Boeri, patronne de la police judiciaire de Montpellier, assistée du psychiatre jean Diaz, traque l’assassin en s’efforçant de comprendre son comportement. Curieusement, toutes les pistes conduisent à Maxime Linski. De son côté, Suzanna Nolde, la maîtresse de Linski, reçoit par fax d’étranges messages. Cependant, le tueur poursuit son oeuvre. Quel est son but exact? Est-il le véritable maître de ce jeu de massacre?

La fabrication de l’information: les journalistes et l’idéologie de la communication

La critique des médias est à la mode : tribunes libres, pamphlets, émissions parodiques dénoncent – à juste titre – les journalistes aux ordres, les manipulations de l’information, l’emprise de la « pensée unique »… Et pourtant, rien ne change : nombre de lecteurs et de téléspectateurs partagent ces indignations, sans modifier pour autant leurs habitudes de « consommation » des médias. Et ces derniers, loin d’être ébranlés par ces critiques, semblent même en être confortés.
C’est ce paradoxe surprenant qu’explore cet essai original, fruit de la collaboration entre une journaliste et un philosophe. À partir de nombreux exemples puisés dans l’actualité récente – du fonctionnement des « Guignols de l’info » au traitement du conflit algérien ou de la guerre au Kosovo -, Florence Aubenas et Miguel Benasayag livrent une analyse décapante des mécanismes de fabrication de l’information et de leurs effets. En montrant la façon dont l’idéologie de la communication façonne le travail quotidien des journalistes, ils mettent à jour les illusions qu’elle véhicule : l’obsession de la recherche des « faits vrais », l’idéal de transparence, loin de mieux rendre compte du réel, contribuent à le rendre inintelligible. Et la « révélation » des scandales, loin d’entraîner des révoltes citoyennes, contribue à fabriquer une société de l’impuissance.
Pour sortir de ces impasses, pour sortir aussi du confort illusoire du radicalisme « anti-médias », les auteurs explorent les voies de ce que pourrait être un autre journalisme, un autre rapport des citoyens à l’information.

L’Envol des anges

Lorsque le célèbre avocat noir Howard Elias est retrouvé mort dans le funiculaire de l’Angels Flight, aucun inspecteur du LAPD ne veut enquêter sur l’affaire. Il faut dire qu’Elias poursuivait souvent la police de Los Angeles pour brutalités policières, racisme et corruption… Finalement, c’est Harry Bosch qui prend le dossier.
L’avocat a été assassiné à la veille d’un grand procès – celui où il allait attaquer au civil les fl ics de Los Angeles pour avoir interrogé si brutalement son client noir que celui-ci en a en partie perdu l’ouïe. Elias avait bien l’intention de cibler les mauvais fl ics et de dévoiler l’identité du vrai meurtrier. Mais après l’affaire Rodney King, les émeutes qui s’ensuivirent et le procès d’O. J. Simpson, Los Angeles est devenue une ville très tendue. Bosch, dont le bonheur avec Eleanor Wish est en train de vaciller, aura à révéler des choses que beaucoup préféreraient garder sous silence…

(source: Bol.com)

Un complot de saltimbanques

Summoned home to Egypt after a long European debauch (disguised as study ), our hero Teymour in the opening line of A Splendid Conspiracy is feeling as unlucky as a flea on a bald man s head. Poor Teymour sits forlorn in a provincial cafe, a far cry from his beloved Paris. Two old friends, however, rescue him. They applaud his phony diploma as perfect in a world where everything is false and they draw him into their hedonistic rounds as gentlemen of leisure. Life, they explain, while essentially pointless is extremely interesting. The small city may seem tedious, but there are women to seduce, powerful men to tease, and also strange events: rich notables are disappearing.Eyeing the machinations of our three pleasure seekers and nervous about the missing rich men, the authorities soon see in complex schemes to bed young girls signs of political conspiracies. The three young men, although mistaken for terrorists, enjoy freedom, wit, and romance. After all, though not every man is capable of appreciating what is around him, the conspirators in pleasure certainly do.

El Caldero Mágico

El caldero mágico es un ensayo de Eric S. Raymond sobre el modelo económico que sustenta el desarrollo de software de código abierto.
Su título en inglés es The Magic Cauldron. Fue publicado por O’Reilly en 1999 dentro de su libro The Cathedral and the Bazaar.

Sharpe’s Triumph

RICHARD SHARPE AND THE BATTLE OF ASSAYE, SEPTEMBER 1803 It is India, 1803. In the four years since he earned his sergeant’s stripes, young Richard Sharpe has led a relatively peaceful existence. But Sharpe’s reverie ends when he barely survives a murderous act of treason by a bitter English officer who has joined the mercenary forces of the Mahratta confederation, determined to drive the British from the continent. Vowing to hunt down the turncoat, Sharpe plunges headlong into the white-hot battle of Assaye alongside Sir Arthur Wellesley–the future Duke of Wellington–in the fiercest fight of his career.

A Hero for All Seasons

CHILDFINDERS, INC.

THE DETECTIVE’S TEMPTING, TEMPORARY ASSIGNMENT

Something in Savannah King’s crystal-blue eyes spoke to Sam as she desperately pleaded for his help in finding her child. Detective Sam Walters knew he was this frightened woman’s last hope, but he vowed not to get too close. Until she made a spot for herself on the investigation and in his life. No woman had ever affected this loner so instantly as Savannah. But once Sam found her daughter-and he would-he knew he would face his toughest case yet: winning Savannah’s heart, so he could be her hero for all seasons!

When a child is missing and a heart need mending, it’s time to call ChildFinders, Inc.

(source: Bol.com)