1–16 di 689 risultati

Prodotto

Varcare la soglia della speranza è un saggio scritto da Giovanni Paolo II e Vittorio Messori. Nell’ottobre del 1993, viene chiesto a Messori di condurre un’intervista televisiva con Giovanni Paolo II, in occasione dei suoi quindici anni di pontificato; sarebbe stata la prima intervista della storia ad un pontefice, per un’ora, di domande lasciate, per giunta, alla completa autonomia dell’intervistatore. Il Papa aveva già dato la propria disponibilità al progetto, la cui regia sarebbe stata affidata a Pupi Avati e che sarebbe stato trasmesso dalla RAI e in seguito dalle maggiori emittenti televisive mondiali. A causa di una serie di impegni del Pontefice fu tuttavia impossibile realizzare il progetto. Giovanni Paolo II si era però interessato alle domande postegli dal giornalista e, nei mesi successivi al loro incontro, aveva risposto per iscritto: «Anche se non c’è stato modo di risponderle di persona – comunica il Papa a Messori -, ho tenuto sul tavolo le sue domande. Mi hanno interessato, credo che occorra non lasciarle cadere. Così, ci ho riflettuto e, da qualche tempo, nei pochi momenti che i miei impegni mi concedono, mi sono messo a rispondere per iscritto. Lei mi ha posto dei quesiti, dunque ha in qualche modo diritto ad avere delle risposte… Ci sto lavorando. Gliele farò avere. Poi, faccia come crede più opportuno». Così, sul naufragio di un’operazione televisiva, è nato «un libro del Papa», ed alcuni mesi dopo, tramite l’allora direttore della Sala Stampa Vaticana, Joaquín Navarro-Valls, fece recapitare al giornalista il manoscritto, che recava il titolo: Varcare la soglia della speranza. Il libro presenta delle domande che riguardano le basi della fede: come ha potuto Dio permettere tante guerre, i campi di concentramento, l’olocausto? Il Dio che permette tutto questo è ancora davvero Amore? è giusto nei riguardi della Sua creazione? non carica troppo le spalle dei singoli uomini? non lascia l’uomo solo con questi pesi, condannandolo a una vita senza speranza?
Per citare lo stesso Messori il libro che ne è nato è “mixer inedito di magistero e di paternità”, oggi abbiamo forse più che mai bisogno delle parole del Cristo risorto: “Non abbiate paura!”. Ne hanno bisogno i popoli e le nazioni del mondo intero. Occorre che nella loro coscienza riprenda vigore la certezza che esiste Qualcuno che tiene in mano le sorti di questo mondo che passa; Qualcuno che ha le chiavi della morte e degli inferi; Qualcuno che è l’Alfa e l’Omega della storia dell’uomo. E questo Qualcuno è Amore: Amore fatto uomo.

Prodotto

‟La seduzione opera ovunque, ha molteplici sembianze e nomi, non possiamo ridurla al fenomeno dell’attrazione erotica tra due esseri, ma dobbiamo conferirle un significato molto ampio, che racchiude ogni ricerca mossa da Eros: da quella dello scienziato nel suo laboratorio, alle esplorazioni dei viaggiatori verso nuove mete, al pellegrinaggio perpetuo dei monaci, agli amorosi lamenti degli antichi trovatori.Ovunque c’è Eros, c’è seduzione. Ma, come ci ricordano gli antichi, la seduzione non è un’attrazione armoniosa del simile per il simile, un movimento di avvicinamento che corona il sogno di un’unione perfetta, che acquieta i cuori e li sospinge l’uno verso l’altro beatamente. Essa è insidiosa, subdola, pericolosa, apre ferite, scardina gli equilibri, getta l’anima nelle tenebre.Meglio non essere toccati da lei, affermavano i tragici greci, perché non lascia indenni, al contrario, rovina, porta distruzione e perdita.” Di qui, l’esigenza di meglio comprendere i più segreti meccanismi che regolano questa ‟forza sottile e imperscrutabile che attrae gli esseri l’uno verso l’altro”. Aldo Carotenuto ci guida attraverso i molteplici misteri della seduzione, in un saggio che ne affronta con grande lucidità e chiarezza tutti gli aspetti – dalla seduzione amorosa a quella analitica – esplorando i miti, i riti, i luoghi in cui ogni atto di seduzione si compie, facendosi inevitabilmente deviare dai consueti percorsi. **
### Sinossi
‟La seduzione opera ovunque, ha molteplici sembianze e nomi, non possiamo ridurla al fenomeno dell’attrazione erotica tra due esseri, ma dobbiamo conferirle un significato molto ampio, che racchiude ogni ricerca mossa da Eros: da quella dello scienziato nel suo laboratorio, alle esplorazioni dei viaggiatori verso nuove mete, al pellegrinaggio perpetuo dei monaci, agli amorosi lamenti degli antichi trovatori.Ovunque c’è Eros, c’è seduzione. Ma, come ci ricordano gli antichi, la seduzione non è un’attrazione armoniosa del simile per il simile, un movimento di avvicinamento che corona il sogno di un’unione perfetta, che acquieta i cuori e li sospinge l’uno verso l’altro beatamente. Essa è insidiosa, subdola, pericolosa, apre ferite, scardina gli equilibri, getta l’anima nelle tenebre.Meglio non essere toccati da lei, affermavano i tragici greci, perché non lascia indenni, al contrario, rovina, porta distruzione e perdita.” Di qui, l’esigenza di meglio comprendere i più segreti meccanismi che regolano questa ‟forza sottile e imperscrutabile che attrae gli esseri l’uno verso l’altro”. Aldo Carotenuto ci guida attraverso i molteplici misteri della seduzione, in un saggio che ne affronta con grande lucidità e chiarezza tutti gli aspetti – dalla seduzione amorosa a quella analitica – esplorando i miti, i riti, i luoghi in cui ogni atto di seduzione si compie, facendosi inevitabilmente deviare dai consueti percorsi.

Prodotto

Ritratto di una famiglia inglese molto antica e disgustosa, i cui membri sono accomunati da una rapacità brutale e totalizzante: Thomas, un banchiere privo di scrupoli, Hilary, una giornalista senza opinioni definite, Roderick, un mercante d’arte lascivo e ignorante, Dorothy, crudele proprietaria di un’azienda agricola, Henry, un politico sempre pronto a cambiare partito. Ne emerge la ricostruzione degli anni Ottanta.

Prodotto

Krapp, il protagonista, riascolta al registratore momenti e voci della sua vita. Il testo di Beckett è un esempio lucido della concezione moderna della tragedia: una tragedia nella quale gli dei sono la voce metallica di un registratore, il cono di luce che spiove da una lampada, l’ombra assillante che circonda ed imprigiona Krapp, questo fratello ideale degli altri derelitti personaggi di Beckett. Krapp è un rottame, un essere squassato dall’esistenza, un uomo che ha scoperto la sua solitudine. La lotta è qui tra Krapp e la sua voce, fra Krapp e il fantasma di se stesso, questo fantasma fatto di suoni e di pensieri invecchiati.
**

Per un colpo di sole

> Ci sono un sacco di motivi per cui le donne preferiscono un colorista a un altro. Alcune possono sceglierti perché il tuo cane è della stessa razza del loro, oppure perché apprezzano il tuo look. Certe, poi, vanno solo dagli uomini perché vogliono sentirsi addosso delle mani maschili. Poi ci sono le cosiddette “banderuole editoriali”, che si rivolgono solo a chi è stato citato nell’ultimo numero di *Elle* o *Allure*. Ma qualsiasi sia il motivo che le ha portate da te la prima volta, se non sei brava a fare la tinta ci mettono un attimo a piantarti in asso.
> Il che significa niente errori. Mai. Sono concessi più errori a un chirurgo durante un’operazione al cervello che a un colorista. Non fraintendetemi. Non sto dicendo che quello che faccio io si trovi allo stesso livello della neurochirurgia. Detto tra noi, sono solo capelli. Ma un certo tipo di donne ci tiene ai propri capelli. E molto.
Benvenuti a New York e benvenuti nel salone di bellezza di Jean-Luc, il posto più chic e costoso per farsi una tinta (perfetta) e intanto spettegolare sulle e colle vicine di poltrona: attrici e modelle, miliardarie e donne in carriera. In questo ambiente frivolo e modaiolo, zeppo di donne(e di uomini) disposte a tutto per una manciata di colpi di sole si muove Georgia, un’abilissima colorista specializzata nel biondo. Non sarà facile, per una ragazza di provincia come lei, misurarsi con colleghi perfidi, un capo ambiziosissimo e, soprattutto, con una clientela ricca, incontentabile e viziata. Quando poi ci si mette anche l’amore, la situazione si complica… Un romanzo frizzante e romantico, ambientato in uno dei luoghi più amati dalle donne.

Le crociate

Le guerre tra cristiani e musulmani nell’epoca dei cavalieriCol termine crociate si indicano le spedizioni militari organizzate durante il Medioevo dai cristiani di Occidente in Terra Santa, per cacciarne i musulmani. Su questo tema le interpretazioni storiche sono state spesso discordanti. Secondo alcuni studiosi i crociati erano dei santi votati alla riconquista dei luoghi che erano stati la culla del cristianesimo. Secondo altri erano invece affaristi astuti, cinici e crudeli che volevano conquistare la Palestina e Gerusalemme per impiantarvi città-mercato e lucrosi affari. In effetti, nessuna delle due immagini appare totalmente veritiera. La maggior parte dei crociati in realtà era mossa da autentica fede ma ciò non significò – come scrive l’autore in questo studio introduttivo – «che, in Terra Santa e nelle altre zone dove i soldati di Cristo passarono, non si compissero azioni violente e crudeli e che non si effettuassero attività remunerative e spregiudicate».Ludovico Gattoprofessore emerito di Storia medievale presso l’Università di Roma «La Sapienza», è autore, fra l’altro, di L’atelier del medievista e Viaggio intorno al concetto di Medioevo. Tra i numerosi titoli pubblicati con la Newton Compton ricordiamo: Sicilia medievale, Storia e storie del Medioevo, Storia di Roma nel Medioevo, Il Medioevo giorno per giorno e Le grandi donne del Medioevo.

Bella e altera

Galles, XI secolo. Liliana, bella e altera figlia di lord Trevelyan, un barone normanno proprietario di una marca nel Galles, accetta inaspettatamente di sposare Hu Morgan, prode e aitante guerriero gallese di umili origini. Nonostante la forte attrazione, che presto si trasforma in vero amore, l’unione tra i due giovani si dimostra subito difficile a causa dei caratteri forti di entrambi e della diversa educazione ricevuta. A complicare le cose si aggiungono le deplorevoli condizioni del castello nel quale vanno ad abitare e la presenza nei dintorni di una banda di pericolosi fuorilegge gallesi…

Mr Quinn en voyage

Mais qui est-il, ce Mr Quinn ? D’où vient-il ? Nul ne le sait. Pas même Mr Satterthwaite, qui pourtant est son ami depuis plusieurs années. Il le croise de temps à autre, au hasard de ses pérégrinations dans le monde doré des duchesses. Des rencontres qui n’ont rien de fortuit, qu’elles aient lieu dans l’intimité d’une loge d’opéra ou sous le soleil de la Riviera… Car Mr Quinn apparaît toujours lorsqu’un drame menace. Et d’un mot, d’un signe, il montre à Mr Satterthwaite comment percer les mystères les plus opaques… Avant de disparaître sans que personne ne s’en rende compte. Etrange personnage, vraiment… Providentiel et insaisissable…

Mr Quinn en voyage

Mais qui est-il, ce Mr Quinn ? D’où vient-il ? Nul ne le sait. Pas même Mr Satterthwaite, qui pourtant est son ami depuis plusieurs années. Il le croise de temps à autre, au hasard de ses pérégrinations dans le monde doré des duchesses. Des rencontres qui n’ont rien de fortuit, qu’elles aient lieu dans l’intimité d’une loge d’opéra ou sous le soleil de la Riviera… Car Mr Quinn apparaît toujours lorsqu’un drame menace. Et d’un mot, d’un signe, il montre à Mr Satterthwaite comment percer les mystères les plus opaques… Avant de disparaître sans que personne ne s’en rende compte. Etrange personnage, vraiment… Providentiel et insaisissable…

Le comte d’Esmond

Il y a neuf ans, la ravissante peintre Leila Beaumont a perdu son père, assassiné en d’étranges circonstances. Lorsque l’on découvre cette fois le corps inanimé de son mari, la jeune femme est inévitablement soupçonnée. Bien décidée à découvrir la vérité, elle demande l’aide du très séduisant comte d’Esmond, qui semble cependant cacher sa véritable identité et un passé fort trouble. Mais Leila, ne peut ignorer plus longtemps la passion qui la consume et se risque à un jeu particulièrement dangereux avec le comte.

La Captive Du Cheikh

### La traite des blanches! Dans la voiture qui l’emmène au triple galop sur des routes poussiéreuses, Narda comprend enfin pourquoi on l’a enlevée. Quelle horreur ! Si elle ne réussit pas à fuir, elle va être vendue au plus offrant, quelque sultan aussi riche que répugnant. Et elle passera le reste de sa vie’ enfermée dans un harem, soumise à tous les caprices d’un tyran qui la considérera comme une esclave. Affolée, submergée de dégoût, Narda sent qu’elle est perdue. A moins d’un miracle. Un miracle ? Elle n’y compte plus. Favian, l’homme qu’elle aime, a beau disposer de nombreux appuis, jamais il ne retrouvera sa trace. Oui, elle est perdue. Mais si la foi peut déplacer des montagnes, l’amour ne peut-il pas triompher de tous les obstacles ?

L’Invasion des Ténèbres

La guerre est en marche.
Aidés par des démons, les drows s’apprêtent à envahir Castelmithral et les royaumes environnants. Drizzt et ses compagnons représentent le seul rempart. Sauf s’ils parviennent à se rallier les opposants de la Maison Baenre : les mages du clan Harpell et les gnomes. Mais l’aide la plus précieuse sera aussi la plus inattendue. Car les elfes noirs sont à l’image de leur déesse : maléfiques, mais aussi terriblement imprévisibles et versatiles.

[http://www.amazon.fr/Royaumes-oubliés-Légende-LInvasion-ténèbres/dp/2811203494](http://www.amazon.fr/Royaumes-oubli%C3%A9s-L%C3%A9gende-LInvasion-t%C3%A9n%C3%A8bres/dp/2811203494)

L’Exode

Pour Nafai et ses compagnons, la page de Basilica est définitivement tournée. Quittant, sous la contrainte des événements, la quiétude de la cité des femmes, ils doivent à présent affronter le rude désert d’Harmonie. Commence alors pour eux un voyage de plusieurs années qui doit les mener jusqu’aux vaisseaux stellaires, synonymes de retour vers la Terre. Au cours de leur exode, jalousie et rancœur font leur apparition au sein de la communauté et le groupe menace de se désintégrer. En dépit des doutes et des difficultés qui jaillissent, Nafai continue de placer sa confiance et sa foi en Surâme. Mais que peut faire même le plus puissant des ordinateurs dieux lorsque la haine s’installe dans le cœur des hommes ?

L’Exode

Pour Nafai et ses compagnons, la page de Basilica est définitivement tournée. Quittant, sous la contrainte des événements, la quiétude de la cité des femmes, ils doivent à présent affronter le rude désert d’Harmonie. Commence alors pour eux un voyage de plusieurs années qui doit les mener jusqu’aux vaisseaux stellaires, synonymes de retour vers la Terre. Au cours de leur exode, jalousie et rancœur font leur apparition au sein de la communauté et le groupe menace de se désintégrer. En dépit des doutes et des difficultés qui jaillissent, Nafai continue de placer sa confiance et sa foi en Surâme. Mais que peut faire même le plus puissant des ordinateurs dieux lorsque la haine s’installe dans le cœur des hommes ?

La ribellione delle élite: Il tradimento della democrazia

Mentre vengono meno le promesse della cultura industriale e della tradizione democratica liberale, le condizioni di vita e il livello morale negli Stati Uniti si deteriorano ogni giorno di più, come dimostra il crescere del divario tra gli estremi della scala sociale, l’aumento del crimine e della violenza, la crisi dei modelli comportamentali, la degenerazione del tessuto sociale urbano. Eppure le élite politiche e intellettuali non sono in grado di fare fronte al problema, hanno perso i contatti con la realtà in cui vivono. Lo stesso dibattito ideologico si indirizza quasi solo a problemi d’importanza marginale (le polemiche sul “politicamente corretto” e simili). Un quadro desolante, un’analisi disincantata della società americana contemporanea. **