1–16 di 478 risultati

Violette di marzo

Con *Violette di marzo* torna finalmente in libreria un grande classico del poliziesco: la trilogia berlinese di Bernie Gunther.
Nella Berlino del 1936, alla vigilia delle Olimpiadi, marito e moglie vengono assassinati nel loro letto e il loro appartamento viene incendiato. Il padre della donna, Hermann Six, un industriale milionario, vuole fare giustizia – o meglio, rivuole la preziosissima collana di diamanti della figlia Grete, che è stata rubata. Si rivolge perciò al detective privato Bernie Gunther, veterano di guerra ed ex poliziotto. Grete non ha fatto testamento e dunque tutti i suoi averi spetterebbero al marito, Paul Pfarr, il quale ha nominato suo unico erede legittimo il Reich stesso. Come scopre in seguito Gunther, Pfarr era una “violetta di marzo”: un affiliato dell’ultima ora al Partito Nazionalsocialista. L’investigatore si troverà invischiato in una vicenda pericolosissima che tocca le alte sfere del potere nazista, tormentato da un conflitto interno. Bugie, eccessi, corruzione e brutalità sono all’ordine del giorno, mentre a muovere le fila di tutto ci sono Himmler e Göring.
È il momento di riscoprire l’iconico Bernie Gunther, detective privato antinazista, vero berlinese, beffardo e donnaiolo, che si trova ad affrontare quotidianamente il male assoluto: la città cupa e dilaniata dalla corruzione, l’antisemitismo e lo strapotere dei gerarchi. Scritto con una grande potenza evocativa, *Violette di marzo* , primo capitolo della trilogia, trasporta i lettori nel cuore della Berlino nazista e dà vita a un nuovo, indimenticabile investigatore privato nella grande tradizione di Hammett e Chandler.
**«Un romanzo crudo e romantico di un maestro del poliziesco. Amo Philip Kerr»
Massimo Carlotto**
**«Kerr ci accompagna attraverso i fatti della storia e le stravaganze della natura umana. Il suo Bernie Gunther crede di averle viste tutte. Ma ancora non lo ha fatto, e fortunatamente neanche noi».
Tom Hanks**
**«Per Natale vorrei tutta la trilogia noir di Philip Kerr».
Sam Mendes**
**«Uno scrittore di thriller brillante e innovativo».
Salman Rushdie**
**«Uno dei più grandi antieroi mai concepiti».
Lee Child**
**«Bernie Gunther è geniale. Come il personaggio più famoso di Chandler, Philip Marlowe, ha un’ampia scorta di battute deliziose».
Ian Rankin**

Con *Violette di marzo* torna finalmente in libreria un grande classico del poliziesco: la trilogia berlinese di Bernie Gunther.
Nella Berlino del 1936, alla vigilia delle Olimpiadi, marito e moglie vengono assassinati nel loro letto e il loro appartamento viene incendiato. Il padre della donna, Hermann Six, un industriale milionario, vuole fare giustizia – o meglio, rivuole la preziosissima collana di diamanti della figlia Grete, che è stata rubata. Si rivolge perciò al detective privato Bernie Gunther, veterano di guerra ed ex poliziotto. Grete non ha fatto testamento e dunque tutti i suoi averi spetterebbero al marito, Paul Pfarr, il quale ha nominato suo unico erede legittimo il Reich stesso. Come scopre in seguito Gunther, Pfarr era una “violetta di marzo”: un affiliato dell’ultima ora al Partito Nazionalsocialista. L’investigatore si troverà invischiato in una vicenda pericolosissima che tocca le alte sfere del potere nazista, tormentato da un conflitto interno. Bugie, eccessi, corruzione e brutalità sono all’ordine del giorno, mentre a muovere le fila di tutto ci sono Himmler e Göring.
È il momento di riscoprire l’iconico Bernie Gunther, detective privato antinazista, vero berlinese, beffardo e donnaiolo, che si trova ad affrontare quotidianamente il male assoluto: la città cupa e dilaniata dalla corruzione, l’antisemitismo e lo strapotere dei gerarchi. Scritto con una grande potenza evocativa, *Violette di marzo* , primo capitolo della trilogia, trasporta i lettori nel cuore della Berlino nazista e dà vita a un nuovo, indimenticabile investigatore privato nella grande tradizione di Hammett e Chandler.
**«Un romanzo crudo e romantico di un maestro del poliziesco. Amo Philip Kerr»
Massimo Carlotto**
**«Kerr ci accompagna attraverso i fatti della storia e le stravaganze della natura umana. Il suo Bernie Gunther crede di averle viste tutte. Ma ancora non lo ha fatto, e fortunatamente neanche noi».
Tom Hanks**
**«Per Natale vorrei tutta la trilogia noir di Philip Kerr».
Sam Mendes**
**«Uno scrittore di thriller brillante e innovativo».
Salman Rushdie**
**«Uno dei più grandi antieroi mai concepiti».
Lee Child**
**«Bernie Gunther è geniale. Come il personaggio più famoso di Chandler, Philip Marlowe, ha un’ampia scorta di battute deliziose».
Ian Rankin**

Only registered users can download this free product.

Le mosche del capitale

C’è un esplicita consapevolezza, nel nuovo romanzo di Paolo Volponi, del silenzio con cui da anni la nostra letteratura elude il confronto con la realtà, e in particolare con il mondo dell’industria e della finanza, del denaro, delle merci, in una parola, del potere. Eppure c’era stato un momento, quello del grande sogno di Adriano Olivetti – al quale non a caso il libro è dedicato -, in cui tutta una generazione di intellettuali e scrittori si era misurata con l’oggettività della produzione, alla ricerca di un incontro, di una sintesi, forse di un’utopia. E’ proprio sul crinale estremo di quelle illusioni, nell’Italia degli anni settanta incapace di disegnare una strategia, intellettuale e civile, che Volponi colloca la vicenda del suo romanzo e in particolare il protagonista, partecipe e vittima della complessità culturale e storica in cui è chiamato ad agire. Bruto Saraccini, dirigente industriale, di formazione umanistica, brillante e duttile, responsabile e orgoglioso, percorre la propria ascesa e caduta nel cono d’ombra, che sulla sua vita e sulla fabbrica proietta il Presidente per antonomasia, Nasàpeti, autorevole e ambiguo come il nome che porta. Ma la sua esperienza, somma e allegoria di un ideale mancato di demoscrazia industriale, si consumerà altrove, in un’impennata che costituisce anche, dal punto di vista narrativo, la chiave di volta del romanzo. Perseguendo il suo sogno, e insieme illudendosi di sfuggire all’aura, fattasi infida, dell’azienda geograficamente, defilata in cui la sua carriera è nata, Saraccini cede infatti al richiamo della grande fabbrica del capoluogo che domina l’industria del paese. Là lo attraggono le lusinghe dell’onnipotente presidentessa, donna Fulgenzia, e soprattutto del nipote di lei, Astolfo, che sembra incarnare la mitica, irraggiungibile figura del Nuovo Imprenditore. Ma il sogno “politico” non può che scontrarsi con un ingranaggio cui non sono consentite divagazioni utopiche: e Saraccini ne uscirà più schiacciato […]

C’è un esplicita consapevolezza, nel nuovo romanzo di Paolo Volponi, del silenzio con cui da anni la nostra letteratura elude il confronto con la realtà, e in particolare con il mondo dell’industria e della finanza, del denaro, delle merci, in una parola, del potere. Eppure c’era stato un momento, quello del grande sogno di Adriano Olivetti – al quale non a caso il libro è dedicato -, in cui tutta una generazione di intellettuali e scrittori si era misurata con l’oggettività della produzione, alla ricerca di un incontro, di una sintesi, forse di un’utopia. E’ proprio sul crinale estremo di quelle illusioni, nell’Italia degli anni settanta incapace di disegnare una strategia, intellettuale e civile, che Volponi colloca la vicenda del suo romanzo e in particolare il protagonista, partecipe e vittima della complessità culturale e storica in cui è chiamato ad agire. Bruto Saraccini, dirigente industriale, di formazione umanistica, brillante e duttile, responsabile e orgoglioso, percorre la propria ascesa e caduta nel cono d’ombra, che sulla sua vita e sulla fabbrica proietta il Presidente per antonomasia, Nasàpeti, autorevole e ambiguo come il nome che porta. Ma la sua esperienza, somma e allegoria di un ideale mancato di demoscrazia industriale, si consumerà altrove, in un’impennata che costituisce anche, dal punto di vista narrativo, la chiave di volta del romanzo. Perseguendo il suo sogno, e insieme illudendosi di sfuggire all’aura, fattasi infida, dell’azienda geograficamente, defilata in cui la sua carriera è nata, Saraccini cede infatti al richiamo della grande fabbrica del capoluogo che domina l’industria del paese. Là lo attraggono le lusinghe dell’onnipotente presidentessa, donna Fulgenzia, e soprattutto del nipote di lei, Astolfo, che sembra incarnare la mitica, irraggiungibile figura del Nuovo Imprenditore. Ma il sogno “politico” non può che scontrarsi con un ingranaggio cui non sono consentite divagazioni utopiche: e Saraccini ne uscirà più schiacciato […]

Only registered users can download this free product.

Un Asunto Pendiente

**Nunca es tarde para la venganza.**
Megan y Duncan Richards son gente normal. Él es banquero; ella, agente inmobiliaria. Tienen dos hijas adolescentes y un hijo. Viven en una casa preciosa. Todo indica que sus días de activistas políticos, allá por 1968, han quedado muy atrás. Después de todo, cualquiera que fuera joven en 1968 tiene un pasado activista.
Pero Megan y Duncan son distintos. Ellos fueron un poco más lejos. Empujados por una hermosa mujer que se hacía llamar Tania y que dirigía un grupo radical llamado la Brigada de Phoenix, tomaron parte en un robo que, según Tania, sería sencillo y sin derramamiento de sangre, pero no fue así. Desde entonces han pasado dieciocho años.
Y ahora, cuando los Richards disfrutan de su tranquilidad familiar, Tania está a punto de salir de la cárcel. Lleva dieciocho años planeando cómo vengarse de las dos personas a las que culpa de lo que ocurrió aquel día. Su venganza será dulce,será perversa. Empezará por su hijo…

**Nunca es tarde para la venganza.**
Megan y Duncan Richards son gente normal. Él es banquero; ella, agente inmobiliaria. Tienen dos hijas adolescentes y un hijo. Viven en una casa preciosa. Todo indica que sus días de activistas políticos, allá por 1968, han quedado muy atrás. Después de todo, cualquiera que fuera joven en 1968 tiene un pasado activista.
Pero Megan y Duncan son distintos. Ellos fueron un poco más lejos. Empujados por una hermosa mujer que se hacía llamar Tania y que dirigía un grupo radical llamado la Brigada de Phoenix, tomaron parte en un robo que, según Tania, sería sencillo y sin derramamiento de sangre, pero no fue así. Desde entonces han pasado dieciocho años.
Y ahora, cuando los Richards disfrutan de su tranquilidad familiar, Tania está a punto de salir de la cárcel. Lleva dieciocho años planeando cómo vengarse de las dos personas a las que culpa de lo que ocurrió aquel día. Su venganza será dulce,será perversa. Empezará por su hijo…

Only registered users can download this free product.

Todas las almas

El libro cuenta la historia de los dos brumosos y singulares años que el narrador pasó en la Universidad de Oxford, una ciudad fuera del mundo y del tiempo. Y fuera de ambos viven los cautivadores personajes de esta novela: la amante casada del narrador, Clare Bayes, una mujer condicionada por algo a lo que asistió pero que no recuerda; el amigo Cromer-Blake, homosexual irónico que vive fabricando experiencias intensas para una vejez que prevé solitaria; el ya retirado y sagaz profesor Toby Rylands; el merodeador Alan Marriott, con su perro de tres patas y su conocimiento sobre la pareja espantosa que todos tenemos; y muchos otros, algunos extraordinariamente divertidos, hasta llegar al personaje que viene de otro tiempo, el enigmático escritor John Gawsworth.

El libro cuenta la historia de los dos brumosos y singulares años que el narrador pasó en la Universidad de Oxford, una ciudad fuera del mundo y del tiempo. Y fuera de ambos viven los cautivadores personajes de esta novela: la amante casada del narrador, Clare Bayes, una mujer condicionada por algo a lo que asistió pero que no recuerda; el amigo Cromer-Blake, homosexual irónico que vive fabricando experiencias intensas para una vejez que prevé solitaria; el ya retirado y sagaz profesor Toby Rylands; el merodeador Alan Marriott, con su perro de tres patas y su conocimiento sobre la pareja espantosa que todos tenemos; y muchos otros, algunos extraordinariamente divertidos, hasta llegar al personaje que viene de otro tiempo, el enigmático escritor John Gawsworth.

Only registered users can download this free product.

La reina de oros

La reina de oros debe su título a uno de los arcanos menores de Tarot. La carta representa a Mila, protagonista de la historia, una prostituta adolescente en la Barcelona de la posguerra. Mila es una encarnación del Mal, un puro objeto de pasión y servidumbre, una forma de tentación. Vázquez Rial trasciende de la falsilla del relato folletinesco o de serial radiofónico, sostén aparente de la novela, para delinear una meditación ética y astética, en que no se rehuyen la mayor crudeza en el tratamiento de lo erótico, ni en el franco pesimismo en la consideración de lo político. Mila es el eje en torno del cual giran otros personajes: Elena Vargas, maestra, protectora, celestina e instrumento del destino de la muchacha; Fernando, el Niño de las Palmas, audaz traficante del submundo homosexual; Dalmau, el amante imposible; Rego, un resistente antifranquista atenazado por la duda y el miedo; Servando Laín, un sacerdote obsesionado por el Demonio; el Miserere Gorkin, pintor de santos y antiguo simpatizante del POUM, que pierde su alma en nombre del amor absoluto. Todos aman, desean y rechazan alternativamente a Mila, y ella traza el rumbo de sus vidas.

La reina de oros debe su título a uno de los arcanos menores de Tarot. La carta representa a Mila, protagonista de la historia, una prostituta adolescente en la Barcelona de la posguerra. Mila es una encarnación del Mal, un puro objeto de pasión y servidumbre, una forma de tentación. Vázquez Rial trasciende de la falsilla del relato folletinesco o de serial radiofónico, sostén aparente de la novela, para delinear una meditación ética y astética, en que no se rehuyen la mayor crudeza en el tratamiento de lo erótico, ni en el franco pesimismo en la consideración de lo político. Mila es el eje en torno del cual giran otros personajes: Elena Vargas, maestra, protectora, celestina e instrumento del destino de la muchacha; Fernando, el Niño de las Palmas, audaz traficante del submundo homosexual; Dalmau, el amante imposible; Rego, un resistente antifranquista atenazado por la duda y el miedo; Servando Laín, un sacerdote obsesionado por el Demonio; el Miserere Gorkin, pintor de santos y antiguo simpatizante del POUM, que pierde su alma en nombre del amor absoluto. Todos aman, desean y rechazan alternativamente a Mila, y ella traza el rumbo de sus vidas.

Only registered users can download this free product.

La Biblia de neón

Presentación del editor: David, el protagonista de “La Biblia de neón”, es un adolescente que vive en una población miserable del profundo Sur. Una Biblia de neón ilumina el cielo por las noches, y durante el día el fanatismo religioso y la malevolencia hacen estragos en la vida de los ciudadanos. El padre de David pierde su trabajo, no puede seguir pagando su contribución a la Iglesia, y esto marca el inicio de una decadencia que les convertirá en parias dentro de la pequeña comunidad. No hay muchas alegrías en la vida de David, excepto las que llegan de la mano de tía Mae, una hermana de su madre que tras una fantasmal carrera como cantante, y ya con sesenta años, escandaliza a los bienpensantes con su pelo teñido de rubio, sus vestidos de colores chillones y sus decrépitos novios. Tras una decepción amorosa y un sangriento y escalofriante episodio, el joven David se apresta a una nueva vida en otros horizontes.

Presentación del editor: David, el protagonista de “La Biblia de neón”, es un adolescente que vive en una población miserable del profundo Sur. Una Biblia de neón ilumina el cielo por las noches, y durante el día el fanatismo religioso y la malevolencia hacen estragos en la vida de los ciudadanos. El padre de David pierde su trabajo, no puede seguir pagando su contribución a la Iglesia, y esto marca el inicio de una decadencia que les convertirá en parias dentro de la pequeña comunidad. No hay muchas alegrías en la vida de David, excepto las que llegan de la mano de tía Mae, una hermana de su madre que tras una fantasmal carrera como cantante, y ya con sesenta años, escandaliza a los bienpensantes con su pelo teñido de rubio, sus vestidos de colores chillones y sus decrépitos novios. Tras una decepción amorosa y un sangriento y escalofriante episodio, el joven David se apresta a una nueva vida en otros horizontes.

Only registered users can download this free product.

Fantasmas

He aquí una de las novelas más sensacionales de este maestro del género de terror. Se trata de la escalofriante historia de cinco amigos, uno de los cuales muere inesperadamente. Los que sobreviven se reúnen para contarse relatos de fantasmas. La llegada de una misteriosa y hermosa mujer hace que las pesadillas se conviertan en realidad. La población en la que viven empieza a ser víctima de apariciones, suicidios y hechos alucinantes. «Fantasmas» ha constituído un resonante éxito internacional y ha sido llevada al cine.

He aquí una de las novelas más sensacionales de este maestro del género de terror. Se trata de la escalofriante historia de cinco amigos, uno de los cuales muere inesperadamente. Los que sobreviven se reúnen para contarse relatos de fantasmas. La llegada de una misteriosa y hermosa mujer hace que las pesadillas se conviertan en realidad. La población en la que viven empieza a ser víctima de apariciones, suicidios y hechos alucinantes. «Fantasmas» ha constituído un resonante éxito internacional y ha sido llevada al cine.

Only registered users can download this free product.

El trono de diamante

Tras diez años de exilio, Falquián regresa a Elenia para reanudar sus obligaciones como caballero pandion y paladín de la reina. Sin embargo, su joven reina, Elhana, sufre una fatal enfermedad, supuestamente la misma que llevó a la tumba al rey Aldreas, su apdre. Permanece con vida gracias al poderoso hechizo invocado por Sephrenia, la mujer de edad indefinida que inicia a los pandion en los secretos de la magia. Elhana está sentada en su trono, petrificada dentro de un bloque de cristal y abocada a la muerte, a menos que alguien encuentre un remedio antes de que transcurra un año.

Tras diez años de exilio, Falquián regresa a Elenia para reanudar sus obligaciones como caballero pandion y paladín de la reina. Sin embargo, su joven reina, Elhana, sufre una fatal enfermedad, supuestamente la misma que llevó a la tumba al rey Aldreas, su apdre. Permanece con vida gracias al poderoso hechizo invocado por Sephrenia, la mujer de edad indefinida que inicia a los pandion en los secretos de la magia. Elhana está sentada en su trono, petrificada dentro de un bloque de cristal y abocada a la muerte, a menos que alguien encuentre un remedio antes de que transcurra un año.

Only registered users can download this free product.

Duelo Final

THE EXPLOSIVE CONCLUSION TO THE WARRIOR TRILOGY The minions of Maximilian Liao are about the deliver a crippling blow to the forces of Prince Hanse Davion — discovering a way to use Hanse’s own technology against him. Half a galaxy away, assassins stalk Hanse’s wife, Melissa Steiner, and her mother, Archon Katrina Steiner, in the passageways of their own palace. Invasion is imminent. The only ‘Mech force capable of stopping that invasion — the mercenary Kell Hounds — is trapped in a game of search and destroy with the most fearsome Kurita unit ever formed. Even if they come back in time…how many would make it? In a world where ten-meter-tall war machines are the soul of battle, assassins are state policy, and a spy’s loyalty is always for sale, the only thing certain is death. Who can you trust? And in the bitter end, how will you be betrayed?

THE EXPLOSIVE CONCLUSION TO THE WARRIOR TRILOGY The minions of Maximilian Liao are about the deliver a crippling blow to the forces of Prince Hanse Davion — discovering a way to use Hanse’s own technology against him. Half a galaxy away, assassins stalk Hanse’s wife, Melissa Steiner, and her mother, Archon Katrina Steiner, in the passageways of their own palace. Invasion is imminent. The only ‘Mech force capable of stopping that invasion — the mercenary Kell Hounds — is trapped in a game of search and destroy with the most fearsome Kurita unit ever formed. Even if they come back in time…how many would make it? In a world where ten-meter-tall war machines are the soul of battle, assassins are state policy, and a spy’s loyalty is always for sale, the only thing certain is death. Who can you trust? And in the bitter end, how will you be betrayed?

Only registered users can download this free product.

Un ricatto di troppo

È il 1942 e imperversa la seconda guerra mondiale. In una Parigi occupata, manca il tabacco e Nestor Burma è tremendamente nervoso. Per fortuna l’amico e giornalista Marc Covet gli ha suggerito dove potersene procurare un poco. Lungo la strada suonano le sirene e Burma è costretto a trovare riparo dai bombardamenti in un rifugio insieme, tra gli altri, a un’affascinante e misteriosa fanciulla. Inizia così un altro giallo che vede Dinamite Burma impegnato a risolvere un mistero che inizia addirittura nel 1938, con il furto di diversi lingotti d’oro mai ritrovati. **

È il 1942 e imperversa la seconda guerra mondiale. In una Parigi occupata, manca il tabacco e Nestor Burma è tremendamente nervoso. Per fortuna l’amico e giornalista Marc Covet gli ha suggerito dove potersene procurare un poco. Lungo la strada suonano le sirene e Burma è costretto a trovare riparo dai bombardamenti in un rifugio insieme, tra gli altri, a un’affascinante e misteriosa fanciulla. Inizia così un altro giallo che vede Dinamite Burma impegnato a risolvere un mistero che inizia addirittura nel 1938, con il furto di diversi lingotti d’oro mai ritrovati. **

Only registered users can download this free product.

Saggio sulla stanchezza

*«Un tempo conoscevo soltanto stanchezze da temere.»*
*«Un tempo, quando?»*
Quella di cui parla Handke in questo breve scritto, a metà tra il saggio e la riflessione autobiografica, è la stanchezza del vivere che ci coglie quando il reticolo cieco delle relazioni sociali non consente più di elevare lo sguardo oltre gli angusti confini del presente. Questa stanchezza non ha i toni alti dell’epilogo drammatico di un conflitto o di una forte tensione esistenziale: è la stanchezza più sottile, e per questo più inquientante, che s’accompagna alla banalità della vita. Contagiando il lettore con la descrizione delle proprie stanchezze, Handke lo porta a riconoscersi in questa fondamentale esperienza del mondo, ma anche a comprendere che è essenziale in un processo creativo basato sulla contemplazione. Questo saggio-confessione di uno dei più disincantati «ingegneri dell’anima» del nostro tempo ci fa riflettere di un mondo bombardato dall’irrealtà: un mondo dominato e dannato dalla fretta incalzante e brutale del «mucchio dei non-stanchi», che hanno orrore della stanchezza perché «suggerisce meno quanto va fatto che quanto può essere tralasciato».

*«Un tempo conoscevo soltanto stanchezze da temere.»*
*«Un tempo, quando?»*
Quella di cui parla Handke in questo breve scritto, a metà tra il saggio e la riflessione autobiografica, è la stanchezza del vivere che ci coglie quando il reticolo cieco delle relazioni sociali non consente più di elevare lo sguardo oltre gli angusti confini del presente. Questa stanchezza non ha i toni alti dell’epilogo drammatico di un conflitto o di una forte tensione esistenziale: è la stanchezza più sottile, e per questo più inquientante, che s’accompagna alla banalità della vita. Contagiando il lettore con la descrizione delle proprie stanchezze, Handke lo porta a riconoscersi in questa fondamentale esperienza del mondo, ma anche a comprendere che è essenziale in un processo creativo basato sulla contemplazione. Questo saggio-confessione di uno dei più disincantati «ingegneri dell’anima» del nostro tempo ci fa riflettere di un mondo bombardato dall’irrealtà: un mondo dominato e dannato dalla fretta incalzante e brutale del «mucchio dei non-stanchi», che hanno orrore della stanchezza perché «suggerisce meno quanto va fatto che quanto può essere tralasciato».

Only registered users can download this free product.

Le grandi storie della fantascienza – Vol. 19

I quindici migliori racconti di fantascienza del 1957. Il 1957 fu un anno esplosivo. La Gran Bretagna si unì al club delle potenze termonucleari, gli Stati Uniti misero alla prova il loro primo missile cabalistico intercontinentale. Ma l’evento più stupefacente fu il successo del lancio degli Sputnik I e II. Camus vinceva il Nobel per la letteratura e Kubrick faceva uscire nelle sale “Momenti di gloria”. Anche per la fantascienza fu una grande annata, come mostrano i quindici racconti di questa antologia scritti da Isaac Asimov, H. Beam Piper, Kate Wilhelm, Poul Anderson, Theodore R.Cogswell, Carol Emshwiler, Robert Silverberg, Brian Aldiss, A. Bertram Chandler, C.M. Kornbluth, Llyd Biggle jr., Rog Phillips, Harlan Ellison.

I quindici migliori racconti di fantascienza del 1957. Il 1957 fu un anno esplosivo. La Gran Bretagna si unì al club delle potenze termonucleari, gli Stati Uniti misero alla prova il loro primo missile cabalistico intercontinentale. Ma l’evento più stupefacente fu il successo del lancio degli Sputnik I e II. Camus vinceva il Nobel per la letteratura e Kubrick faceva uscire nelle sale “Momenti di gloria”. Anche per la fantascienza fu una grande annata, come mostrano i quindici racconti di questa antologia scritti da Isaac Asimov, H. Beam Piper, Kate Wilhelm, Poul Anderson, Theodore R.Cogswell, Carol Emshwiler, Robert Silverberg, Brian Aldiss, A. Bertram Chandler, C.M. Kornbluth, Llyd Biggle jr., Rog Phillips, Harlan Ellison.

Only registered users can download this free product.

Laying the Music to Rest

A former college professor turned bartender, Doc finds himself trying to save his friends from a ghost under a lake in the wilderness of Idaho. From diving into a sunken ghost town to trying to stay alive on the sinking deck of the Titanic, this time-travel science fiction novel reads like a rollercoaster ride with all the twists and turns. First published in paperback in 1989 from Warner Questar Books, Dean Wesley Smith’s first published novel gives a lot of hints of his future series and his bestselling career spanning over a hundred and fifty novels. **

A former college professor turned bartender, Doc finds himself trying to save his friends from a ghost under a lake in the wilderness of Idaho. From diving into a sunken ghost town to trying to stay alive on the sinking deck of the Titanic, this time-travel science fiction novel reads like a rollercoaster ride with all the twists and turns. First published in paperback in 1989 from Warner Questar Books, Dean Wesley Smith’s first published novel gives a lot of hints of his future series and his bestselling career spanning over a hundred and fifty novels. **

Only registered users can download this free product.

Memorie sui miei fratelli

Agli inizi degli anni Sessanta, un dramma di Federico Zardi, *I giacobini* , portò Robespierre in televisione. Lo sceneggiato si concludeva con la decapitazione e una bambina, sotto la ghigliottina, che significativamente sconosceva il significato delle parole «signori» e «padroni»: Robespierre egualitario inflessibile. Fino allora, l’opinione comune su Robespierre era probabilmente rappresentata dalle illustrazioni dei sussidiari delle elementari, i vari dipinti caricatura contro cui Charlotte in questi *mémoires* si rivolta: un ghigno rozzo e maniacale: Robespierre il sanguinario. In anni recentissimi, il regista Wajda ha fatto di Robespierre il nemico di Danton sulla scena del dramma della rivoluzione come dramma dello scontro tra la Virtù ascetica e l’Umanità viva: Robespierre l’incorruttibile. Nei trent’anni di questa epoca culturale, molte volte Robespierre è uscito dai libri di storia per tornare ad essere giudicato come un contemporaneo. Le memorie della sorella Charlotte scritte a più di trenta anni dalla morte di Maximilien, sono una difesa appassionata e un ritratto, e il loro essere una difesa maldestra è un pregio non minore dell’essere uno splendido ritratto: serve il ritratto, l’uomo, oggi che Robespierre torna, una volta di più, contemporaneo. E serve anche a capire se giudichiamo in lui l’Egualitario, il Sanguinario, o l’Incorruttibile. Oppure la tremenda indissolubilità delle tre cose, di cui è destinato a sembrare prova rotonda.

Agli inizi degli anni Sessanta, un dramma di Federico Zardi, *I giacobini* , portò Robespierre in televisione. Lo sceneggiato si concludeva con la decapitazione e una bambina, sotto la ghigliottina, che significativamente sconosceva il significato delle parole «signori» e «padroni»: Robespierre egualitario inflessibile. Fino allora, l’opinione comune su Robespierre era probabilmente rappresentata dalle illustrazioni dei sussidiari delle elementari, i vari dipinti caricatura contro cui Charlotte in questi *mémoires* si rivolta: un ghigno rozzo e maniacale: Robespierre il sanguinario. In anni recentissimi, il regista Wajda ha fatto di Robespierre il nemico di Danton sulla scena del dramma della rivoluzione come dramma dello scontro tra la Virtù ascetica e l’Umanità viva: Robespierre l’incorruttibile. Nei trent’anni di questa epoca culturale, molte volte Robespierre è uscito dai libri di storia per tornare ad essere giudicato come un contemporaneo. Le memorie della sorella Charlotte scritte a più di trenta anni dalla morte di Maximilien, sono una difesa appassionata e un ritratto, e il loro essere una difesa maldestra è un pregio non minore dell’essere uno splendido ritratto: serve il ritratto, l’uomo, oggi che Robespierre torna, una volta di più, contemporaneo. E serve anche a capire se giudichiamo in lui l’Egualitario, il Sanguinario, o l’Incorruttibile. Oppure la tremenda indissolubilità delle tre cose, di cui è destinato a sembrare prova rotonda.

Only registered users can download this free product.

L’ospite tigre

Le storie scelte per questo libro appartengono in maggioranza al Liao-Chai di P’u Sung-ling. Risalgono al XVII secolo. Di P’u Sung-ling si sa pochissimo, salvo che fu respinto all’esame del dottorato di lettere nel 1651. A questo fortunato fallimento dobbiamo il suo consacrarsi alla letteratura, e di conseguenza la redazione del libro che lo avrebbe reso famoso. In Cina il Liao-Chai occupa il posto che in Occidente spetta alle Mille e Una Notte. Ai racconti di P’u Sung-ling ne abbiamo aggiunti altri due non meno sorprendenti che fanno parte del quasi infinito romanzo Il sogno della camera rossa. Non v’è nulla che caratterizzi un paese più delle sue fantasie. Nelle sue scarse pagine, questo libro lascia intravedere una delle culture più antiche del mondo, e nel contempo uno dei più insoliti approcci alla narrativa fantastica( dall’introduzione di Jorge Luis Borges). Il sogno della camera rossa, famoso anche come La storia della pietra, è un romanzo cinese, da paragonare in rilevanza ai più grandi lavori della letteratura occidentale del XIX secolo. Fu scritto durante il regno dell’imperatore Qianlong da Cao Xueqin (o Tsao Hsueh-chin), ma fu pubblicato solo nel 1792, a trent’anni dalla morte dello scrittore.

Le storie scelte per questo libro appartengono in maggioranza al Liao-Chai di P’u Sung-ling. Risalgono al XVII secolo. Di P’u Sung-ling si sa pochissimo, salvo che fu respinto all’esame del dottorato di lettere nel 1651. A questo fortunato fallimento dobbiamo il suo consacrarsi alla letteratura, e di conseguenza la redazione del libro che lo avrebbe reso famoso. In Cina il Liao-Chai occupa il posto che in Occidente spetta alle Mille e Una Notte. Ai racconti di P’u Sung-ling ne abbiamo aggiunti altri due non meno sorprendenti che fanno parte del quasi infinito romanzo Il sogno della camera rossa. Non v’è nulla che caratterizzi un paese più delle sue fantasie. Nelle sue scarse pagine, questo libro lascia intravedere una delle culture più antiche del mondo, e nel contempo uno dei più insoliti approcci alla narrativa fantastica( dall’introduzione di Jorge Luis Borges). Il sogno della camera rossa, famoso anche come La storia della pietra, è un romanzo cinese, da paragonare in rilevanza ai più grandi lavori della letteratura occidentale del XIX secolo. Fu scritto durante il regno dell’imperatore Qianlong da Cao Xueqin (o Tsao Hsueh-chin), ma fu pubblicato solo nel 1792, a trent’anni dalla morte dello scrittore.

Only registered users can download this free product.