Visualizzazione di 1-30 di 102 risultati

Non si possono odiare gli uomini!

Grace si è chiusa in se stessa dopo una negativa storia d’amore che l’ha resa diffidente verso l’altro sesso. Evita gli amici e si dedica solo al lavoro. Ma è impossibile per lei rinunciare alla compagnia speciale dei suoi nuovi vicini di casa. Melissa è infatti un’esuberante ragazzina che ha trovato in lei una vera amica, e suo fratello Demetrius… ha delle ottime ragioni per frequentare Grace… assiduamente. Ricco e autoritario imprenditore, Demetrius esercita un fascino irresistibile. Come può, però, pretendere di conquistare il cuore di Grace?

Mai donna

Quando Frith appare sulla scena, il pubblico è preso dalla forte carica di sensualità della giovane cantante. Una sera ad assistere alla sua esibizione c’è anche Dominic Lord, il ricco proprietario di una catena di Hotel. Per Dominic una storia d’amore con Frith è inevitabile, per lei invece un simile legame è impossibile: lei conosce la verità, sa che quella che presenta al pubblico è solo una facciata scintillante. Sotto, vi si nascondono ansie e sensi di colpa, frustrazioni e inibizioni e l’angosciosa consapevolezza che non riuscirà mai ad amare un uomo
(source: Anobii.com)

Genesi marziana

La colonizzazione di Marte aprirà all'uomo le porte di una nuova Terra promessa: ma quando? Le incognite da superare per la sopravvivenza sul pianeta rosso non sono affatto poche: occorre risolverle al più presto, ma come? Sondra Sykes, l'autrice di questo poderoso romanzo di avventure marziane, offre una serie di risposte plausibili quanto ingegnose. Non a caso Genesi marziana è stato scelto per inaugurare una nuova collana americana, intitolata "The Next Wave" e dedicata al meglio della fantascienza realistica: quella con solide basi speculative e in grado di proiettarci nel futuro con la credibilità di un moderno reportage. Leggete questo numero di URANIA e seguiteci nell'impresa più spettacolare del prossimo secolo.

Per amore di un pirata

Louisiana, 1814
La bella Marie Thérèse Dufret vive con il giovanissmo fratello Hébert e col padre a Petit Bois, una splendida piantagione nei dintorni di New Orleans. La sua vita trascorre serena e felice fino al giorno in cui, cavalcando lungo le rive di un fiume, si imbatte in un affascinante uomo, ferito e privo di conoscenza. Non si sa niente di lui e lo stesso Jacques Bonnard mantiene la più stretta riservatezza sulla propria identità di pirata…

Il drago raffreddato

Buongiorno ragazzi.
Qui è Alfred Hitchcock che vi parla dal castello di Re Artù. Sono giunto quaggiù per partecipare a una tavola rotonda, scusate il gioco di parole, sui draghi e sulle possibilità di utilizzazione degli stessi. Nel mio intervento ho sostenuto che anche ai giorni nostri è possibile, se non proprio raccomandabile, valersi di un drago per certe operazioni nelle quali si desidera ardentemente che i curiosi non ficchino il naso. Jupiter Jones, Pete Crenshaw e Bob Andrews, i Tre Investigatori che nel corso di questa storia si sono letteralmente trovati tra le zampe del drago, non hanno espresso un grande entusiasmo per la mia idea, ma anzi hanno proclamato a piena voce l’appassionato desiderio di non fare mai più simili incontri.
Alfred Hitchcock

Una donna da bruciare

L’inizio di questo superbo romanzo dalle tinte drammatiche è sommesso: una giovanissima ragazza, cresciuta in una famiglia puritana molto severa, in un perfetto pomeriggio d’estate incontra per caso un uomo di famiglia radicalmente diversa dalla sua. È il ricordo di questo pomeriggio a dare alla ragazza la forza di lottare contro lo squallido futuro che pare attenderla e di fuggire con la parte segreta del lascito di suo padre… Il sigillo d’oro di St. Matthew. Se troverà altri sigilli come questo, diventerà ricchissima. Ma a quale costo? E attraverso quali sofferenze?

Cybernia

Cybernia è una città satellite, a distanza pendolare da New York. E’ anche una città modello, studiata e programmata nei minimi particolari da un gruppo di scienziati entusiasti e lungimiranti. E’ anche una città molto “privata”, cintata da una rete ad alta tensione. E’ infine una città comodissima, perchè tutti i servizi sono completamente automatizzati e fanno capo a un cervello elettronico sistemato nei sotterranei del municipio. Quando questa mente infallibile cominci a “sbagliarsi”, Ross Mac Lean, un tecnico elettronico, viene invitato a passare qualche giorno a Cybernia, tanto per dare un’occhiata. Sembra una piacevole vacanza, fino a quando gli “sbagli” del computer non cominciano a diventare piuttosto pericolosi e piuttosto personali, come se avessero uno scopo preciso, una intenzione malevola, un misterioso piano omicida. C’è qualcuno che controlla la macchina? O la macchina è ormai sfuggita di mano ai suoi controllori?

Occhi dal futuro

Con quattro premi Nebula e due premi Hugo al suo attivo, Robert Silverberg torna sulle pagine di URANIA con la sua più recente raccolta. Sedici storie scritte negli anni Ottanta, che testimoniano l'eclettica abilità di questo autore nell'affrontare con tocco magico i temi più disparati: uomini scambiati fra le dimensioni, viaggiatori nel tempo che possono anche pensare all'amore a Sarajevo (in attesa che per loro venga compiuto l'attentato), terremoti planetari, scimpanzé che sanno crearsi una religione (con tanto di pontefice), insoliti modi di trascorrere il tempo e un inimitabile cocktail party di conglomeroidi. Bentornato, Bob.

Metropolitan

Walter Jon Williams – Sequenza di Metropolitan 1 – Metropolitan (1995) L’immensa città planetaria protagonista di questo romanzo, a metà fra Metropolis e Trantor, è tenuta in vita da una stupefacente forma di energia chiamata, con metafora fin troppo trasparente, Plasma. Ma l’utopia della città perfetta, si sa, è spesso ambigua. In “Metropolitan” Walter Jon Williams elabora una variante particolarmente ingegnosa di un tema classico, quello dell’universo racchiuso fra le strade e le torri di un’unica metropoli. Candidato al Nebula.

La macchina di Lord Kelvin

Californiano, amico e discepolo di Philip K. Dick, artefice con K. W. Jeter e Tim Powers di un nuovo movimento fantascientifico (il cosiddetto steampunk), James Blaylock è uno scrittore che sfida in realtà ogni classificazione. La macchina di Lord Kelvin, uscito nel 1992, non è solo uno dei suoi romanzi più recenti, ma anche uno dei più brillanti e riusciti: una storia che prende le mosse dall'insospettabile ambiente scientifico vittoriano e sfocia poi in un'avventura che è un vero caleidoscopio di trovate. Lo spazio, il tempo, i misteri della terra cava e una macchina rivoluzionaria fanno da sfondo a un testo sovversivo che rappresenta un omaggio alla tradizione eroica della fantascienza: da Wells e Conan Doyle fino a Gibson e Sterling.