Visualizzazione di 1-16 di 1366 risultati

Virginia

Virginia è una donna maliziosa, crudele, misteriosa. Vive attraverso le voci degli uomini che l’hanno veduta, sfiorata, amata. E il romanzo che la vede protagonista non è un romanzo di genere: non un giallo, anche se c’è un omicidio-suicidio, non un romanzo storico, anche se in gran parte ambientato nel ’26. E’ una storia iniziatica, poiché racconta le prime esperienze amorose del giovane Filippo Taluto, detto Fifì. Ma è anche una storia di maturità, di gioia e di delusione, intorno al rapporto uomo-donna, dai sedici agli ottanta anni. **

Tutto quel che non ho imparato a scuola

Ascoltare il respiro della terra, la sua voce impetuosa. Sentirsi vento, pioggia, sole. Sentirsi fango. Riconnettersi al pianeta. E finalmente fermarsi a contemplare la nostra anima, nuda. Più ci chiudiamo tra quattro mura, più diventiamo irrequieti, infelici. Preda di insicurezze e solitudini, e della depressione. I nostri occhi, la nostra pelle, il nostro cervello non sono fatti per stare davanti a uno schermo. Abbiamo bisogno di boschi, montagne e orizzonti; della spossatezza fisica che si prova dopo un’attività all’aria aperta. Abbiamo bisogno di ritrovare l’armonia con gli elementi. E non è necessario raggiungere a piedi il Polo Nord o scalare l’Everest, come ha fatto Kagge. L’importante è mettersi in cammino, al proprio ritmo, verso quell’inesauribile fonte di rigenerazione che è la natura. **

Peggy Sue E Gli Invisibili. La Rivolta Dei Draghi

Una strega si avvicina alla gabbia del mostro e da una manica estrae un flacone pieno di un liquido colorato. Servendosi di lunghe tenaglie, costringe il lupo mannaro a spalancare le fauci. La strega riesce così a versare l’intruglio magico nella gola dell’animale, che non può fare a meno di inghiottirlo. Passano solo pochi istanti, e il lupo viene colto da convulsioni, poi crolla pesantemente a terra, con un tonfo sordo: è diventato di pietra. Comincia così il nuovo episodio delle avventure di Peggy Sue, che la vedrà protagonista di un viaggio nel Paese dei draghi. Un mondo nuovo, sconvolgente, in cui l’eroina dovrà fare ricorso a tutte le sue risorse e al suo ingegno per tornare a casa sana e salva. Età di lettura: da 11 anni. **

Libera Chiesa. Libero Stato? Il Vaticano e l’Italia da Pio IX a Benedetto XVI

La complessa vicenda dei rapporti tra lo Stato italiano e la Chiesa cattolica, con Roma simbolo e sede delle massime istituzioni di entrambi – un unicum rispetto a ogni altro paese –, è lunga ormai quasi un secolo e mezzo. Dal dopo Cavour (la cui celebre «formula» ha nel titolo del volume una significativa variante) a Giolitti, da Mussolini a De Gasperi fino ai nostri giorni; da Pio IX a Pio XII, da Giovanni XXIII all’attuale pontefice, Sergio Romano legge questa pagina di storia con la consueta capacità di sintesi critica, tinta qua e là di garbata ironia.
Dal 1870 a oggi, non sempre il rapporto tra l’Italia e la Santa Sede è stato un modello di armoniosa collaborazione; spesso, prima e dopo il Concordato del 1929 (che chiuse ufficialmente sessant’anni di sdegnoso silenzio dei papi dopo la ferita di Porta Pia e la fine del potere temporale), si è trattato di una convivenza vissuta fra reciproche diffidenze e convenienze. Il non expedit di Pio IX, il patto Gentiloni, la nascita del Partito popolare, la contesa del fascismo con l’Azione cattolica, i referendum sul divorzio, l’aborto e la procreazione assistita: l’autore passa in rassegna incontri e scontri, corteggiamenti e compromessi che hanno caratterizzato il delicato confronto tra laicità e religione, in cui la delimitazione dei rispettivi ambiti è stata non di rado turbata o addirittura contraddetta da inopportune invasioni di campo.

La teoria delle nuvole

Akira Kumo, un anziano stilista giapponese, vive a Parigi in una casa piena di libri. Le sue origini sono misteriose: non si sa da dove venga, non si sa che età abbia. Un giorno come tanti Akira decide di assumere una giovane bibliotecaria, Virginie Latour, per catalogare la sua immensa collezione di opere dedicate al più mutevole dei soggetti: le nuvole. A lei, che lentamente saprà conquistarne la fiducia, confida il segreto di una genealogia della scienza e della poesia meteorologica, in parte reale in parte immaginaria, cui hanno partecipato uomini che la Storia ha spesso ignorato. Luke Howard, lettore appassionato delle geografie del cielo, che all’inizio del xix secolo ha per primo classificato e dato un nome alle nubi; il pittore inglese Carmichael, che per sottrazioni successive giunse a dipingere solo nuvole e ad eliminare tutto il resto; lo scienziato Richard Abercrombie, soggiogato da una tale passione enciclopedica da fare il giro del mondo per scoprire come mutano i cieli del pianeta e, per una bizzarra concordanza, le varie forme del sesso femminile.
Forte di una scrittura cristallina e di un’impeccabile architettura narrativa, salutato dalla critica come un capolavoro, *La teoria delle nuvole* è un romanzo di calviniana leggerezza nel quale fantasia scientifica e poetica, romanzo d’avventura e ricostruzione storica convergono e s’irradiano attraverso i tempi e gli orizzonti più lontani: la giungla del Borneo e i plumbei orizzonti scandinavi, la piana di Waterloo e la nube atomica di Hiroshima.

I Segreti Di Thornson

Inghilterra, 1142
Mandato dal Re Stefano d’Inghilterra a governare il castello di Thornson dopo la morte del legittimo signore e a sgominare la banda di contrabbandieri che forniscono armi e oro al sovrano scozzese, Darius di Faucon ritrova il suo primo e mai dimenticato amore, Marguerite. Giovanissimi, i due si erano sposati in segreto contro il volere delle rispettive famiglie, ma il loro matrimonio non era stato riconosciuto e lei era stata data in moglie al vecchio Lord Thornson. Darius si rende conto ben presto che al castello si celano molti misteri, e che Marguerite è ben decisa a proteggere i suoi segreti. A quel punto, chiederla in sposa gli sembra la soluzione migliore per assicurarsi la sua collaborazione, tanto più che la bella castellana non sembra insensibile al suo fascino. Perché però si ostina a tenerlo a distanza e a dichiara-re di non poter dimenticare il marito defunto?

Corsican option. Il professionista

Dopo il dramma della Guyana francese, Chance Renard è sparito dalla circolazione lasciando il posto a Chance LaVolpe, mercenario indipendente. Si è stabilito a Parigi, e nel giro è noto come il Professionista, risolutore di faccende delicate e pericolose. Come l’eredità del boss Cargese: un boccone troppo grosso che fa gola a molti. L’unica erede è la giovane Oxana e tutti, tranne Chance, sono contro di lei… Il volume è il secondo di una serie, tuttora in corso di pubblicazione da “Segretissimo”. **

Una notte con il principe

Vedova del marchese di Haversham, lady Christabel deve assolutamente tornare in possesso di alcune lettere compromettenti che il defunto marito ha perso al gioco e che sono finite nelle mani del malvagio lord Stokely: lettere in grado di rovinare il buon nome della sua famiglia e di provocare un grosso scandalo ai danni del principe reggente. L’annuale torneo di carte che si disputa a casa di Stokely diventa per Christabel l’occasione perfetta. A procurarle un invito è Gavin Byrne, tenutario di un club per gentiluomini e mago del gioco. A lui la marchesa ha chiesto di potersi fingere sua amante. Ma Gavin, fin da subito, rivela ben altri propositi…

Solo una storia d’amore per Mary Lester

A compiere buone azioni si finisce, qualche volta, col rimetterci. Accade a Mary Lester, che soccorre un’anziana donna in un cimitero e poco dopo si trova accusata del suo presunto omicidio. Soprattutto perché la signora in questione, poco prima di perire in un incidente poco chiaro, ha cambiato il suo testamento a favore di Mary, destinandole un castello di grande valore. Questa concomitanza insospettisce la gendarmeria locale, e non lascia indifferenti nemmeno gli abitanti di Morbihan, ma Mary non è tipo da restare in attesa di un verdetto, e si fa destinare come supporto nell’indagine. Non le gioca certo a favore che ritrova un gendarme, Oliveira, che non la vede di buon occhio, ma la grinta del giovane capitano di polizia Lester riceve uno sprone quando qualcuno la sottovaluta. Le sue ricerche fanno tornare a galla una vecchia storia d’amore alla quale si sono opposti in molti, in modi forse non limpidi. Oltre che con chi cerca di ostacolare le indagini per paura che tornino a galla verità compromettenti, Mary dovrà questa volta fare i conti con se stessa e la sua sollecitudine a far sì che i “cattivi” vengano in qualche modo puniti. Perché quando si prende troppo a cuore una causa, si rischia di esagerare… **

Chador

Lilli Gruber ist während des Präsidentschaftswahlkampfs 2005 kreuz und quer durch den Iran gereist und hat hinter den Kulissen des schiitischen Gottesstaates faszinierende Einblicke in ein zutiefst schizophrenes Land gewinnen können. Dessen Regime, so darf man nach der Lektüre mit guten Gründen hoffen, wird seine theokratische Herrschaft auf Dauer kaum gegen den Drang seiner Jugend nach Freiheit und Demokratie verteidigen können. Zwar hat der schiitisch-nationalistische Hardliner Ahmadinedschad die Wahl unzweifelhaft gewonnen, doch darf man daraus, wie Gruber deutlich macht, keineswegs schließen, dass die iranische Gesellschaft tatsächlich in ihrer Mehrheit hinter der Politik ihrer politischen Führung steht. Immerhin sind 40 Prozent der Iraner gar nicht erst zur Wahl gegangen. Und überall im Land hat die Autorin Menschen getroffen, deren Alltagsleben so überhaupt gar nicht mit dem Lebensstil übereinstimmt, den die Herrschenden ihnen als allein gottgefällig vorgaukeln. Der titelgebende *Tschador* ist ein sehr treffendes Symbol für die Zwiespältigkeit der iranischen Gesellschaft: Von Gesetzes wegen müssen sich die Frauen in der Öffentlichkeit verschleiern, vor Gericht gilt ihre Aussage weniger als die eines Mannes. Auf der anderen Seite sind von allen eingeschriebenen Studenten im Iran 65 Prozent Frauen. Und mögen sie sich auf der Straße auch verschleiern, nach den Moralgesetzen der Mullahs leben sie deshalb noch lange nicht! Und das obwohl das nach dem herrschenden Gesetz — der Scharia — durchaus lebensgefährlich sein kann. Auf Dauer, so das von Hoffnung und Zuneigung geprägte Fazit der Autorin, werden die Reformkräfte die Oberhand gewinnen. Daran wird auch ein noch so rückwärtsgewandter Präsident nichts ändern, der institutionell ohnehin nur über eingeschränkte Kompetenzen verfügt. Und selbst, wenn dies anders wäre, könnte er die in der zurückliegenden Reformphase bereits erreichten Freiheitsrechte nicht einfach wieder abschaffen. “Das würde die Bevölkerung niemals zulassen”, hat die iranische Friedensnobelpreisträgerin Schirin Ebadi der Autorin versichert: “Wenn man das Rad noch weiter zurückdrehen wollte, werden sich die Iraner mit Klauen und Zähnen verteidigen.” Hoffen wir, dass dies nicht nötig sein wird. Lesenswert! — *Andreas Vierecke*

Certi Giorni Sono Felice

Una madre disperata. Una figlia bulimica. Un dramma al femminile, appassionato e sincero, filtrato dalla terribile quotidianità di una malattia che corrode corpo e anima. La madre è costretta a vendersi, beffa del destino, a un grasso macellaio e ai suoi amici pur di pagare l’intervento dello psicanalista. La figlia, in un crescendo di alienazione e sadismo, si sfoga in un diario di confessioni tenere e implacabili.
Lucrezia Lerro ci coinvolge, attraverso una scrittura dal ritmo indisciplinato, nella perversità della malattia, nella maternità afflitta dal senso di colpa, nella sofferenza di sopportare la diversità in un mondo di uguali.
Percorriamo le strade di un paese chiuso e indifferente, sentiamo le voci maligne della gente, contando i passi della protagonista, tra la cucina e il bagno, nel calvario di tutti i giorni.

Naufragio

L’Evangeline è una barca fatta su misura per il suo proprietario. Costruita per poter navigare in tutte le acque e in ogni condizione atmosferica, equipaggiata con gli strumenti più sofisticati e tecnologicamente all’avanguardia, l’Evangeline è pronta per la crociera inaugurale. Otto sono i membri dell’equipaggio e diciannove i passeggeri, tutti personaggi famosi: manca solo il proprietario poiché all’ultimo momento un grave problema gli ha impedito di partire. Ma come il Titanic, anche l’Evangeline non è inaffondabile. Colta da una violentissima tempesta al largo delle coste dell’Africa, la barca non resiste alla forza delle onde. Delle ventisette persone a bordo solo quattordici riescono a imbarcarsi su una scialuppa di salvataggio con il minimo necessario per sopravvivere. Eppure numerose erano le scialuppe a disposizione e tutte contenevano cibo e acqua in abbondanza. Quaranta giorni dopo, gli esausti naufraghi vengono tratti in salvo, ma solo sei sono i sopravvissuti. Terminate le scorte, erano ricorsi all’unico mezzo di sostentamento disponibile e avevano compiuto una scelta raccapricciante. Uno dei superstiti, il capitano Vincent Marlowe, viene accusato di omicidio: è lui che aveva il comando della nave ed è lui, quindi, il colpevole. La sua unica difesa è che era necessario uccidere alcuni per salvare gli altri. In un memorabile processo, dove la suspense non viene mai meno e i colpi di scena abbondano, la giuria è chiamata a pronunciarsi su una questione morale: fino a che punto si può arrivare quando è in gioco la sopravvivenza? È lecito sacrificare qualcuno per il bene dei più? Può la legge degli uomini giudicare certe azioni? Dopotutto l’oceano tratta gli esseri umani secondo le proprie regole, e l’imputato era l’unico a conoscerle. Questi interrogativi e le possibili risposte continueranno ad assillare il lettore anche dopo l’ultima pagina.

Una proposta da sogno

La timida bibliotecaria…
Il nonno di Hope Bishop, giovane bibliotecaria, decide di compensare la timidezza e le carenze affettive di sua nipote regalandole un marito. Ma non uno qualsiasi.
… e il magnate italiano.
Luciano Valeri è un ricco uomo d’affari che all’improvviso si ritrova in una posizione apparentemente scomoda. Il nonno di Hope, suo rivale in affari, lo ha infatti messo con le spalle al muro.
Hope è segretamente innamorata di Luciano, ed è quindi felice di accettare la sua proposta di matrimonio. Ma non sa se è ancora il caso di credere nei sogni che si avverano.

Manuale di storia greca

Questo manuale, che intende proporsi prima di tutto come uno strumento didattico, ambisce a fornire un quadro per quanto possibile chiaro ed esauriente della storia della Grecia antica, dalle origini alla conquista romana. Il testo privilegia la ricostruzione degli avvenimenti (presupposto necessario per la comprensione degli aspetti economici, sociali e culturali) e adotta un taglio impostato sulla storia delle relazioni internazionali e sulla difficile ricerca di un equilibrio panellenico. Una scelta, questa, che trova giustificazione nell’interesse che a tali avvenimenti riservano le fonti antiche, alla cui voce si è cercato di lasciare un conveniente spazio nell’esposizione.

Talamo proibito

Tra la sensuale lady Viola e l’aitante visconte John Hammond è amore a prima vista… o forse no? Travolta da un breve quanto intenso corteggiamento, soltanto dopo essere convolata a nozze Viola scopre l’infame verità: John l’ha sposata solo per i suoi soldi.
Peggio ancora, suo marito non sembra trovarvi proprio niente di strano. Due volte oltraggiata, Viola lo caccia dal proprio cuore. E dal proprio letto. Ma dopo anni di grigia convivenza, John ha bisogno di un erede. Riuscirà a sedurre la sua stessa moglie?