Visualizzazione di 1-16 di 1097 risultati

Amedeo

Il barone Amedeo Guillet, nato a Piacenza nel 1909, è uno degli eroi dimenticati del Novecento italiano. Ufficiale di cavalleria del Regio Esercito, fu campione di equitazione e soldato coraggioso. Veterano della conquista dell'Etiopia nel 1936 e del conflitto civile spagnolo, allo scoppio della Seconda guerra mondiale si trovava in Africa Orientale Italiana al comando del Gruppo Bande Amhara a cavallo. Nel 1943 raggiunse l'Italia da clandestino per battersi contro i tedeschi. Fedele al giuramento che lo legava al re, abbandonò la divisa dopo il referendum del 2 giugno e intraprese la carriera diplomatica che lo portò in diversi paesi arabi. Oggi, a 93 anni, vive nella sua seconda patria, l'Irlanda.

Non Lavate Questo Sangue

Quando, nel luglio 2001, Concita De Gregorio mette piede a Genova per raccontare ai lettori del suo giornale il vertice del G8 non sa che, nei tre giorni successivi, assisterà a una delle pagine piú tristi della storia del nostro Paese. In una città blindata, oppressa da una cappa di tensione, le forze dell’ordine e i manifestanti si scontreranno in una sanguinosa guerriglia urbana. E la morte di Carlo Giuliani riporterà le lancette della storia indietro di qualche decennio. A distanza di quindici anni, il diario di cronista dell’autrice diventa un modo per ricordare un evento che ha segnato un prima e dopo Genova. Per restituire l’andamento di quei giorni, l’inizio lieve, la sorpresa, lo spavento e lo smarrimento. E, insieme, l’occasione per tracciare il bilancio di una vicenda che brucia ancora nel ricordo di tutti.

Il mito di Giove

Tornano in Italia le avventure di Marco Didio Falco, l’irresistibile investigatore della Roma imperiale.
La serie di romanzi gialli che racconta le avventure di Falco, impegnato nella risoluzione di casi misteriosi e complessi, si arricchisce di un nuovo volume tradotto in italiano, che questa volta ci porta in Britannia, dove l’investigatore, durante una tranquilla visita ai parenti della sua compagna, Elena Giustina, figlia del senatore Camillo Vero, si vedrà presto alle prese con un affare serio, a causa del misterioso omicidio del consigliere di re Tigidubrus, avvenuto in città. Una complicata situazione diplomatica che Marco Didio Falco, un omicidio dopo l’altro, deve sbrogliare. La città di Londinium ora ha un Foro e un anfiteatro ed è diventata un polo di attrazione per commercianti regolari… e per criminali provenienti da Roma. Con l’amico Petronio, membro dei vigiles, Falco dà la caccia ai gangster che cercano di conquistare la supremazia, cosa che lo metterà di fronte a incontri indesiderati con personaggi del passato e a serie minacce per le relazioni del presente. Pericoli e morte si nascondono ovunque, dalle nuove banchine lungo il fiume Thamesis, ai vecchi luoghi familiari del crimine organizzato in Italia.

Il Generale E Il Giudice

« *Un grande narratore capace di cogliere i dettagli più profondi nel magistrale artigianato del raccontare.* »
**La Stampa**
« *Sepúlveda ha il senso della narrazione concisa ed efficace, il gusto delle immagini finemente cesellate, un grande dono dell’evocazione che gli permette di rendere semplici, stilizzandoli, gli esseri e gli avvenimenti più complicati.* »
**Le Monde**
Il 16 ottobre 1998, su mandato del giudice spagnolo Baltasar Garzón, il dittatore cileno Augusto Pinochet viene arrestato a Londra con l’accusa di genocidio, terrorismo e tortura. La notizia coglie Sepúlveda su un’autostrada italiana, provocando in lui stupore e speranza. Negli articoli che in quei giorni comincia a scrivere per giornali e riviste di vari paesi – e che qui vengono raccolti – lo scrittore racconta le fasi successive della vicenda e le sue reazioni, e insieme ripercorre, con sovversiva lucidità, l’ininterrotta «storia dell’infamia», dagli anni del pinochetismo fino alla «democrazia vigilata». Di fronte alle amnesie di chi si appella all’unità nazionale per impedire il processo al tiranno e all’omertà elevata a ragion di stato da una parte della società cilena, Sepúlveda pratica strenuamente il «sacro ufficio della memoria», tanto più necessario se, come poi è accaduto, le vicende giudiziarie hanno tradito le speranze suscitate quel 16 ottobre 1998. Lo fa parlandoci della sua gente, delle sue utopie derise, dei suoi compagni, attraverso una scrittura a caldo, appassionata e militante, decisa a resistere alla follia delle ragioni che negano la giustizia e alle menzogne delle parole che servono il potere.

Casa Rossa

Sono schegge, frammenti, quelli tra cui si muove Alina Strada mentre si prepara a lasciare per sempre Casa Rossa, la masseria nella campagna pugliese appartenuta alla sua famiglia per oltre sessant’anni. Sono le schegge e i frammenti abbandonati lì dalle quattro donne che hanno amato o odiato quella casa, scegliendola come rifugio oppure vivendola come prigione. Ma soprattutto sono ricordi: alcuni vaghi, sbavati dal tempo, altri sospesi tra la realtà e l’invenzione, altri ancora vivi e pulsanti come ferite aperte. E tocca proprio a lei, ad Alina, la più giovane della famiglia, sfidare il silenzio e l’oblio, cercare di ricostituire il quadro, dando voce a quelle domande che per decenni sono rimaste in sospeso, aspettando qualcuno che avesse semplicemente il coraggio di formularle. Le domande su Renée, la nonna, una tunisina bellissima e sfuggente il cui corpo nudo ancora vive nel ritratto tracciato dal marito, sebbene nascosto sotto la vernice rossa del patio. Le domande su Alba, la madre, che attraversa gli anni ’50 e ’60 – gli anni ingordi e frenetici del «miracolo» – pervasa da un’irrequieta, egoistica brama di vivere e travolge chiunque le stia accanto. Le domande su Isabella, la sorella maggiore, sulle sue scelte di vita e di lotta a fianco dei terroristi, sul suo prepotente desiderio di spingersi sempre oltre, di superare i confini, anche a rischio dell’autodistruzione. E poi ancora le domande su Alina stessa, sul percorso della propria vita, sui sogni realizzati e su quelli infranti, sulle fragili alleanze e sui feroci scontri con la madre e la sorella… Attraverso il racconto di Alina, tutto, dolorosamente, riemerge, componendosi in una tela sulla quale è possibile leggere non soltanto la vita e le finzioni della famiglia Strada, ma anche, in trasparenza, la storia e gli inganni del nostro Paese, dagli anni ’30 ai giorni nostri. Eppure l’ultimo tassello della verità è ancora nascosto e riemergerà in modo del tutto inatteso, portando una straordinaria, imprevista liberazione…
**Francesca Marciano** è scrittrice, sceneggiatrice e attrice. È nata a Roma in una famiglia legata al cinema e alla letteratura. Ha vissuto a Roma, negli Stati Uniti d’America e per un lungo periodo in Kenya.
Ha collaborato con grandi nomi del cinema italiano: Gabriele Salvatores, Carlo Verdone, Pupi Avati, Lina Wertmüller, Cristina Comencini, Bernardo Bertolucci e molti altri.
Con *Maledetto il giorno che t’ho incontrato* , pellicola diretta da Carlo Verdone, ha vinto nel 1992 un David di Donatello per la migliore sceneggiatura.
Con il romanzo *Casa Rossa* ha vinto il Premio Rapallo Carige per la donna scrittrice nel 2003.

Paradisi perduti

Sono passati centoventi anni dalla partenza dalla Terra, e ne mancano ancora più di quaranta all’arrivo a Nuova Terra, il pianeta che, si spera, potrà ospitare la prima colonia umana fuori dal sistema solare. L’astronave è gigantesca. La vita a bordo delle migliaia di esseri umani è perfettamente programmata, per conservare l’equilibrio sociale, biologico, ecologico, genetico. Ma ora, alla quinta generazione nata in viaggio, sta accadendo qualcosa di imprevisto: molti semplicemente non vogliono arrivare a destinazione. La vita sull’astronave è perfetta, perché lasciarla per un futuro incerto su un ignota palla di polvere? Ma il conflitto tra chi vuole portare a termine la missione e chi vuole continuare il viaggio all’infinito non è l’unica cosa che mette in crisi la missione. I navigatori della nave sono a conoscenza di un segreto che potrebbe far precipitare gli eventi con risultati imprevedibili.

Nel segno dei gemelli

Tutta la sua vita, Alexandra Sheffield dai capelli di fiamma ha aspettato di sposare il ricco Lord Christopher Hatton – un uomo il cui titolo ed eredità renderanno Alex la più invidiata di tutta Londra. Ma, alla disperata ricerca di una vita piena di avventura e di passione, lei non ha nessuna fretta di sposare l’aristocratico viziato. Invece, è consumata per la nostalgia di un altro uomo, Nicholas Hatton, devastante e pericoloso fratello gemello.

Missione Speciale

Che cosa le è successo? In otto anni di lavoro insieme, Rachel Woods non è mai arrivata in ritardo, e senza neppure avvisare poi! Brad Phillips è preoccupato non solo come “capo”, ma per il feeling speciale e mai svelato che condividono. I suoi sospetti si rilevano fondati: appena arriva, Rachel gli chiede un’aspettativa ventilando anche l’ipotesi di dimettersi. Brad intuisce di pelle che in realtà lei è in pericolo, e le offre aiuto. Si tratta di una faccenda pericolosa, perché…

Processo alla difesa

Che cosa può fare Anne Murphy, vivace e brillante avvocatessa appena assunta dallo studio legale Rosato & Associati di Philadelphia, quando apprende dai giornali la noti- zia della propria morte? Evidentemente qualcun altro è stato ucciso al posto suo, mentre lei si concedeva una pausa fuori città per stendere l’atto conclusivo della difesa di un importante processo, il cui esito potrebbe dare una svolta alla sua carriera. Decide quindi di continuare a fingersi morta e, aiutata dalle colleghe, inizia a svolgere in incognito un’indagine personale, parallela a quella della polizia. La sfida è duplice: risolvere un caso di omicidio -e non un omicidio qualunque: il proprio! -ma con soli due giorni à disposizione, per non mancare all’appuntamento in tribunale in cui dovrà difendere il suo cliente. A complicarle la vita ci si mettono anche gli affari di cuore: l’uomo di cui si è innamorata è infatti l’avvocato dell’accusa. Per sopravvivere, la ragazza dovrà ricorrere a tutto il suo ingegno e a una buona dose di audacia!

Prima lezione di scienze cognitive

Una delle più affascinanti avventure intellettuali e scientifiche a cavallo del XX e XXI secolo: così si può definire il percorso delle scienze cognitive per comprendere la mente, umana e animale. Lo scopo è scoprire come funziona un qualsiasi sistema, naturale o artificiale, che sia in grado di filtrare e ricevere informazioni dall’ambiente circostante, di rielaborarle creandone di nuove, di archiviarle e cancellarle, di comunicarle ad altri, di prendere decisioni e agire nel mondo adattandosi ai suoi cambiamenti.
In questa nuova edizione, Paolo Legrenzi si spinge fino in territori apparentemente lontani dalla materia come le recenti crisi finanziarie, svelando curiosi meccanismi della mente.

**
### Sinossi
Una delle più affascinanti avventure intellettuali e scientifiche a cavallo del XX e XXI secolo: così si può definire il percorso delle scienze cognitive per comprendere la mente, umana e animale. Lo scopo è scoprire come funziona un qualsiasi sistema, naturale o artificiale, che sia in grado di filtrare e ricevere informazioni dall’ambiente circostante, di rielaborarle creandone di nuove, di archiviarle e cancellarle, di comunicarle ad altri, di prendere decisioni e agire nel mondo adattandosi ai suoi cambiamenti.
In questa nuova edizione, Paolo Legrenzi si spinge fino in territori apparentemente lontani dalla materia come le recenti crisi finanziarie, svelando curiosi meccanismi della mente.

Prima della passione

Maggie e Cord hanno condiviso l’infanzia e insieme hanno imparato a ridere, a essere leali, e anche a soffocare i ricordi e le emozioni. Una notte, tra loro è successo qualcosa che ha trasformato l’amore in imbarazzo. Eppure non hanno cessato di rincorrersi: si respingono ma non possono fare a meno di attrarsi. Adesso le loro vite sono in pericolo, anche se il pericolo maggiore è quello che rappresentano l’uno per l’altra, la passione che li travolge. Una passione accesa da vecchie e nuove ferite, da segreti inconfessabili, da un passato incandescente che cela eventi drammatici, sempre sul punto di esplodere.

Un romanzo che non risparmia i colpi di scena e i batticuore per il destino dei protagonisti. Una storia che tiene con il fiato sospeso fino all’ultima pagina.
(source: Bol.com)