Visualizzazione di 1-16 di 851 risultati

Per Sempre Insieme, Amen

Polleke, undici anni, è fidanzata con Mimun, un compagno di classe di origine marocchina. Uno screzio tra i due innesca una reazione a catena a scuola e in famiglia: il maestro improvvisa una lezione contro il razzismo, la mamma di Polleke si arrabbia con il maestro che ha dato della razzista a sua figlia, e tra il maestro e la mamma scocca la scintilla. Naturalmente la cosa non piace per niente a Polleke, affezionatissima al padre, che ha abbandonato lei e la madre per sposare un’altra donna. Polleke lo adora e gli perdona tutto perché, come lei, Spik è un poeta. Quando però viene lasciato dalla nuova moglie e, di ritorno da un viaggio alla ricerca di se stesso, finisce sotto i ponti, Polleke capisce che deve intervenire.Un classico della letteratura per ragazzi, con una protagonista dalla simpatia dirompente, che conquista i lettori con le sue poesie, le sue “preghiere” e le sue esilaranti riflessioni sul mondo degli adulti.Guus Kuijer, con una scrittura limpida e intelligente, tocca temi di grande attualità (la famiglia frammentata, la multiculturalità, la droga, l’amore), presentandoli dalla prospettiva fresca, innocente e insieme lucidissima di una ragazzina.

Morte nel Canyon

Tutto è tranquillo al casinò Ute, nel New Mexico. Il capitano Stoner e il vice sceriffo Teddy Bai se ne stanno fuori nella notte ad assaporare le prime luci dell’alba. Poi, a un tratto, l’inferno. Movimenti sospetti, un furgone, tre uomini sconosciuti. Il capitano toner colpito a morte. Teddy in fin di vita. I rapinatori spariscono, inghiottiti dalle profondità dei canyon. Ha inizio un’affannosa indagine di cui è protagonista Jim Chee, ispettore della polizia navajo. Nessuno vorrebbe ripetere la disastrosa caccia all’uomo scatenata anni prima dall’FBI in un caso simile: uomini e mezzi impegnati giorno e notte, gli agenti usati come esca umana e i delinquenti ancora liberi. Invece tutto si ripete… Sullo sfondo del maestoso paesaggio dei canyon, un’altra emozionante indagine di Jim Chee, tra stregoni, leggende e tradizioni indiane e la corsa contro il tempo per fermare gli assassini e scagionare Teddy da un’infamante accusa.

La verità nella luce. Una indagine su 300 casi di «Ritornati» dall’aldilà

Le esperienze pre-morte affascinano perché ci permettono di intravedere che cosa ci aspetta oltre la vita. Gli scienziati sono molto interessati a questi fenomeni, che sembrano svolgersi secondo determinate modalità; ciò suggerisce che essi fanno parte di una esperienza umana comune a tutti, che utilizza la struttura di normali processi cerebrale. **

L’apprendista

In un cimitero di Oxford, nel silenzio della notte, qualcuno scoperchia una bara sotto la falce della luna: è la Morte in persona. È venuta a svegliare una salma che i quattro cavalieri dell’Apocalisse hanno sorteggiato per una settimana di apprendistato.
Il giovane zombi incomincia a lavorare negli uffici di High Street, dove Morte, Carestia, Guerra e Pestilenza eseguono il loro sporco lavoro sotto un Capo inflessibile che nessuno riesce mai a vedere. Qui le dipartite vengono archiviate al computer mentre Morte si diverte a giocare a scacchi online con i predestinati, Pestilenza sperimenta entusiasta su di sé le malattie del nuovo millennio, Carestia fa colazione con il piatto vuoto e Guerra scatena risse e faide sanguinarie anche in pausa caffè.
L’apprendista ha solo sette giorni a disposizione per imparare il mestiere e assistere Morte in altrettanti decessi, nel rispetto delle norme aziendali. Se fallirà, tornerà a decomporsi nella tomba come è già capitato ad Ade, ucciso in fondo a un vicolo. Ma anche un individuo con la vivacità di un cadavere è ben determinato a vivere.
Gordon Houghton raccoglie in un’emozionante e surreale avventura tutto quello che c’è da sapere sull’esser morti, con la comicità dei Monty Python, la torrenziale fantasia di Neil Gaiman e l’arguzia pungente di Terry Pratchett, senza perdere mai il ritmo.

Chili con Linda

Già malavitoso a Brooklyn, poi strozzino in Florida e California, Chili Palmer si è riciclato come produttore cinematografico a Hollywood. Il suo primo film ha riscosso un certo successo, ma il secondo è stato un fiasco memorabile. Così chiede aiuto e consigli a un vecchio “collega”, Tommy Athans, proprietario di un’etichetta discografica. Il suo cammino si incrocia con quello di Linda Moon, cantante in un gruppo di cloni delle Spice Girls, che insegue un disperato sogno di gloria. L’interesse di Chili per la ragazza finisce per metterlo nel mirino del manager di Linda, Raji, un nera dal grilletto facile. Quando in casa di Palmar viene ritrovato un cadavere, la faccenda si fa intricata…

Scuola di magia. Risvegliare e utilizzare l’energia interiore attraverso la consapevolezza e il pensiero positivo

Quella comunemente chiamata “magia” non ha nulla di misterioso, ma è, invece, la capacità di utilizzare al meglio le risorse naturali di cui siamo dotati, che abbiamo soffocato sotto montagne di condizionamenti e sacrificato al nostro ego. Dobbiamo solo imparare a riscoprirne il potere, restituendo alle parole “amore”, “pensiero positivo” e “consapevolezza” il loro autentico, concreto significato, troppo spesso nascosto da un pernicioso buonismo. Se lasciassimo andare le idee distorte che la cultura corrente ci ha inculcato, ne avremmo immediatamente un tangibile vantaggio. Una tale operazione è alla portata di tutti e ognuno di noi può diventare “il mago” di se stesso, poiché il potere di renderci speciale la vita è unicamente nelle nostre mani e nessuno può fare il lavoro per noi: è semplice, scopri come!

Per sempre nel mio cuore

Jordan Willis, conte di Blackmore, si è preso gioco di tante giovani donne innamorate. Però in un fortuito malinteso è sufficiente un bacio rubato a Emily Fairchild, la figlia del predicatore, per scolpirne il ricordo nel proprio cuore. Quando, qualche tempo dopo, la incontra di nuovo mentre si spaccia per la giovane debuttante lady Emma Campbell, Jordan viene travolto dal desiderio ed è determinato a smascherarla. Emily non può nascondere l’attrazione che prova per lui, ma neppure rivelargli alcunché, dato che dal successo di quella finzione dipende la sua stessa vita. Con l’intima convinzione che, per un conte e una ragazza comune come lei, non possa esservi alcun futuro…

Misterioso

Il primo caso del Gruppo A In una Stoccolma che gode di un’inattesa estate anticipata, qualcuno sembra deciso a colpire il cuore della vita economica del paese. Secondo un rituale ben preciso, alcuni manager alla guida di gruppi finanziari molto in vista vengono uccisi nel salotto di casa con due colpi di pistola alla testa. Omicidi che hanno le caratteristiche di un’esecuzione. L’allarme spinge la polizia a creare un’unità speciale, pochi uomini selezionati dotati di poteri straordinari per risolvere una situazione di emergenza. Con i colleghi del neonato Gruppo A, Paul Hjelm segue le tracce che portano a una società segreta, e ancora alla mafia russa, ma sarà il ritrovamento di un nastro su cui è incisa una rara registrazione di Misterioso di Thelonius Monk a dare una vera svolta alle indagini.Considerato uno dei migliori autori svedesi di thriller, in questo episodio di una serie pluripremiata in Europa, Arne Dahl scava nell’incertezza del nostro tempo, travolto da una crisi che ha spazzato i punti fermi di una società convinta che il proprio benessere sarebbe durato per sempre. Ma a volte, la reazione al baratro che si spalanca improvviso in una vita abituata alle certezze, può avere conseguenze imprevedibili. «Misterioso è un tipico gioco di parole alla Monk. Dietro a mystery c’è una nebbia nascosta. Il mistero è lì, inafferrabile ma evidente. Ma è nella nebbia che ci perdiamo»

Cartoline dalla terra di nessuno

Può il caso mutare il corso della nostra esistenza? Jacob, diciassettenne inglese, parte per Amsterdam al posto della nonna, bloccata a casa da una gamba rotta. Scopo del viaggio: partecipare alla commemorazione della battaglia di Arnhem, combattuta dal nonno cinquant’anni prima. Ma la cerimonia diventa il pretesto per la scoperta di una nuova vita, che affonda le sue radici in un passato sconosciuto. In una Amsterdam divisa fra tradizioni senza tempo e modernità, Jacob scoprirà che cosa significa amare. In ogni senso. “L’amore non si misura. Non è che ne abbiamo ciascuno una scorta limitata da dare a una sola persona per volta. O che abbiamo un particolare tipo di amore destinato a una sola persona in tutta la vita. È ridicolo anche s olo pensarlo.”

Vite senza fine

Alle soglie del 1900 Gio Magnasco, ancora ragazzino, gioca con una rondella da quindici e con un chiodo cavallottino. E’ un segno del suo destino, che lo porterà a diventare un mago della ferramenta. Arrivato a Genova dal Piemonte, lavora al cantiere dove si sta costruendo un grande transatlantico, il *Principessa Mafalda* , e le sue invenzioni tecniche fanno concludere i lavori in anticipo sui programmi. L’armatore Perrone, uno degli uomini più potenti di Genova, lo invia dall’altra parte del globo a realizzare la più lunga ferrovia del Sudamerica. Poi il ritorno in Italia, la ditta “Gio Magnasco &Gigli”, il viaggio in Africa alla fiera dei ferramenta di tutta Europa, l’incontro con un mondo estraneo, da colonizzare al culto della tecnica e dell’efficacia. Gio Magnasco è un *homo faber* , porta con sé il mito della razionalità e del progresso. Ma porta con sé anche un’intima malinconia, un sentimento di desiderio. In questo è un uomo non meno novecentesco. La sua storia d’amore con la figlia di Perrone dura tutta la vita ma è quasi tutta mentale. Gio Magnasco è colui che connette gli opposti e li rende complementari, come chiavi e serrature, come maschi e femmine di un tassello. Questa duplice anima è rappresentata dal suo strano negozio, dove si vendono sí viti, ganci, ecc., ma anche bottoni, lacci, nastri: l’unico negozio al mondo di ferramenta-merceria. “Mi piace mettere insieme le cose, – dice. – E che ci restino”. Con la precisione e l’eleganza della tecnica, con la sensualità silenziosa del sogno. Come il suo personaggio, anche l’autore, Ernesto Franco, riesce a coniugare nel romanzo stili e toni apparentemente incompatibili: l’epica del progresso e l’elegia metafisica. Come un film di Sergio Leone avvitato a una canzone di Paolo Conte.

Il peccatore

Gli opposti si attraggono: è questa la sola spiegazione del rapporto di coppia fra Max e Maddy Crighton. Max si è sposato per interesse, Maddy per amore. Max è bello, affascinante, cinico, arrogante, ambizioso, circondato da sempre nuove amanti, Maddy è insignificante, dolce, materna, sottomessa, umile, fedele. Sembra una situazione senza via d’uscita… fino a quando un nuovo, drammatico avvenimento non viene a scuotere dalle fondamenta tutta la loro vita, i loro valori, la loro stessa personalità. C’è dunque una speranza di salvare il matrimonio, o le loro strade si divideranno per sempre? Max Crighton è la pecora nera della famiglia, è bello e affascinante ma nello stesso tempo arrogante, ambizioso e infedele. Al contrario sua moglie Maddy è dolce, re­missiva e disponibile. Il matrimonio sembra arrivato a un punto morto quando un evento improvviso arriva a sconvolgere la calma piatta del loro ménage. È un terremoto che distrugge vecchi equilibri ma può rappresentare l’unica alternativa a un rapporto destinato a interrompersi. Starà ai due sposi cogliere al volo questa preziosa chance e provare a ridisegnare il loro futuro… in rosa. Nel cuore pulsante della City di Londra la famiglia Crighton nasconde vizi pubblici e privati, e segreti inconfessabili. In un mondo dominato dal cinismo e dal potere, l’amore rappresenta l’unica possibilità di riscatto.

Prigioniera

Nel 1837, sulla selvaggia e lussureggiante penisola della Florida, un nome ricorre su ogni bocca con sgomento, disprezzo e, soprattutto, odio: Michael Warren. Ufficiale dell’esercito americano incaricato di sgominare i pellerossa Seminole dal ricco territorio, il maggiore Warren si dedica al proprio compito con un accanimento e una crudeltà purtroppo ormai leggendari. Nonostante la spietata guerra che imperversa tra bianchi e indiani, Warren chiama accanto a sé, da Charleston, la bellissima figliastra Teela, per introdurla nell’alta società floridiana. E proprio in un’occasione mondana, Teela incontra James McKenzie, splendido, affascinante, colto e raffinato. Vederlo e innamorarsene perdutamente per la giovane è tutt’uno, una cosa naturale come il bere un bicchier d’acqua. Ma l’elegante gentiluomo a cui Teela ha donato senza alcuna riserva cuore e anima ha anche un’altra identità, più vera, più profonda, derivatagli dal sangue Seminole che gli scorre nelle vene da parte di madre: è Orso che Corre, l’audace, temerario e invincibile guerriero pellerossa acerrimo nemico del maggiore…

Missione Afrika

Un prete ucciso poco dopo il suo arrivo in una missione in Kenya. Un addetto dell’ambasciata americana a Nairobi scomparso. Due casi apparentemente slegati. Ma il prete si rivela un informatore della CIA, legato da un’ambigua amicizia con il funzionario scomparso. Luc Della Rocca, con gli inseparabili Steiner e Gavini, inizia un’indagine dai risvolti inattesi che lo porterà in Egitto, alla ricerca di un arsenale di micidiale potenza lasciato nel deserto dalle truppe dell’asse dopo la sconfitta di El Alamein. Una riserva di armi vecchio ma imperfetto stato, che fanno gola a tutti i movimenti terroristici dell’Africa nordorientale. Comincia così una caccia spietata in un deserto rovente e implacabile.