Visualizzazione di 1-30 di 914 risultati

Storia politica della grande guerra 1915-1918

*La Storia politica della Grande Guerra* di Piero Melograni é un classico della storiografia sul primo conflitto mondiale, pubblicato per la prima volta nel 1969 e da allora sempre riproposto volutamente immutato dall’autore per non cambiarne la carica anticonformista: un’opera di rottura rispetto agli studi precedenti, tesi alla retorica e alla mitizzazione di impronta ancora fascista, ma anche più corretta rispetto alla storiografia radicaleggiante degli anni ’70 e ’80. Anticipando tendenze che avrebbero poi preso piede, Melograni utilizza i documenti degli archivi pubblici per studiare gli stati d’animo collettivi; osservando i fatti con occhio laico e privo di pregiudizi ideologici, si concentra sui rapporti tra esercito, politica e società civile, per restituire il vero e terribile volto della Grande Guerra, come fu vissuta dalle masse. Un conflitto totale, di logoramento, grande distruttore di uomini ma anche grande suscitatore di energie, così diverso dal mito glorioso della guerra risorgimentale vissuto dai padri. **

La linea del male

Nessuno può sentire le sue grida. Chiuso in uno sgabuzzino dell’aeroporto di New York, Lars-Erik Hassel, cittadino di nazionalità svedese, subisce impotente lo strazio infertogli dal suo aguzzino. Un dolore muto pervade tutto il suo corpo. “Che brutto modo di morire”, è il suo ultimo pensiero.
Scoperto il cadavere, per l’FBI non ci sono dubbi sull’identità dell’assassino, lo strumento di morte rimanda inequivocabilmente a una vecchia conoscenza: dopo anni di silenzio, il Killer del Kentucky è tornato a colpire. Ma per quale ragione uno dei serial killer più brutali e sfuggenti della storia criminale degli Stati Uniti ha deciso di imbarcarsi su un volo diretto a Stoccolma? Ricevuto l’allarme, il gruppo A tenta in ogni modo di impedirne l’ingresso in territorio svedese. Invano. Il killer sbarca all’areoporto in Arlanda, e presto comincia a uccidere.
In questo primo episodio della serie rivelazione dedicata alla speciale unità di polizia per crimini violenti di natura internazionale, tra le pioggie incessanti della fine dell’estate svedese e il caldo torrido dei bassifondi di New York, gli ispettori Paul Hjelm e Kerstin Holm guidano i colleghi nell’appassionante caccia all’identità dell’assassino, scontrandosi con una realtà sconvolgente. Una realtà in cui nulla è come appare, dove vige la logica della violenza autorizzata, la logica del “sangue cattivo”, che si tramanda quasi fosse un gene ereditario. E dove i fatti si dimostrano infinitamente più complessi del previsto.
Arne Dahl, nuova voce del noir scandinavo, ha scritto una storia trascinante, che sotto la superficie crudele cela una sensibilità straordinaria, capace di toccare il lettore in profondità.

In pasto ai leoni

Scomode sorprese per Marco Didio Falco, l’investigatore più audace e sregolato dell’antica Roma. Quando Vespasiano lo nomina revisore contabile per il Grande censimento, Falco si illude di aver finalmente trovato una via comoda e sicura per arricchirsi. Ma il compito di scoprire gli evasori fiscali lo costringe a lavorare insieme all’infido Anacrite, il capo delle spie imperiali, e a indagare gli affari sommersi dei ricchi lanisti, i fornitori di gladiatori e bestie feroci per le venationes e i giochi dell’arena. La morte violenta di un popolare leone killer segna l’inizio di una nuova, rischiosa avventura investigativa, poiché fra i lanisti sembra essere scoppiata una faida legata ai lucrosi appalti di Vespasiano per la costruzione dell’Anfiteatro Flavio. E quando anche il più acclamato gladiatore di Roma viene ucciso – non nell’arena, ma mentre dorme nel suo letto -, gli indizi conducono Falco e l’inseparabile amante, la patrizia Elena Giustina, fino in Tripolitania, dove il fratello di Elena risulta invischiato nei traffici africani che si nascondono dietro i delitti.

Il mistero della riserva indiana

Jim Chee, ispettore della polizia navajo, sentiva che quell’8 luglio sarebbe stata una brutta giornata. Una misteriosa malattia minacciava l’intero territorio della riserva. Una giovane ricercatrice, la brillante Catherine, aveva accusato l’agente Kisman di averla ripetutamente importunata e Janet, la sua ex fidanzata, ritornava proprio quel giorno. Tra omicidi, sparizioni, vecchie streghe navajo e aquile che sorvolano libere le terre incantate della mesa, il peggio doveva ancora arrivare…

Storia politica della grande guerra 1915-1918

*La Storia politica della Grande Guerra* di Piero Melograni é un classico della storiografia sul primo conflitto mondiale, pubblicato per la prima volta nel 1969 e da allora sempre riproposto volutamente immutato dall’autore per non cambiarne la carica anticonformista: un’opera di rottura rispetto agli studi precedenti, tesi alla retorica e alla mitizzazione di impronta ancora fascista, ma anche più corretta rispetto alla storiografia radicaleggiante degli anni ’70 e ’80. Anticipando tendenze che avrebbero poi preso piede, Melograni utilizza i documenti degli archivi pubblici per studiare gli stati d’animo collettivi; osservando i fatti con occhio laico e privo di pregiudizi ideologici, si concentra sui rapporti tra esercito, politica e società civile, per restituire il vero e terribile volto della Grande Guerra, come fu vissuta dalle masse. Un conflitto totale, di logoramento, grande distruttore di uomini ma anche grande suscitatore di energie, così diverso dal mito glorioso della guerra risorgimentale vissuto dai padri. **

La linea del male

Nessuno può sentire le sue grida. Chiuso in uno sgabuzzino dell’aeroporto di New York, Lars-Erik Hassel, cittadino di nazionalità svedese, subisce impotente lo strazio infertogli dal suo aguzzino. Un dolore muto pervade tutto il suo corpo. “Che brutto modo di morire”, è il suo ultimo pensiero.
Scoperto il cadavere, per l’FBI non ci sono dubbi sull’identità dell’assassino, lo strumento di morte rimanda inequivocabilmente a una vecchia conoscenza: dopo anni di silenzio, il Killer del Kentucky è tornato a colpire. Ma per quale ragione uno dei serial killer più brutali e sfuggenti della storia criminale degli Stati Uniti ha deciso di imbarcarsi su un volo diretto a Stoccolma? Ricevuto l’allarme, il gruppo A tenta in ogni modo di impedirne l’ingresso in territorio svedese. Invano. Il killer sbarca all’areoporto in Arlanda, e presto comincia a uccidere.
In questo primo episodio della serie rivelazione dedicata alla speciale unità di polizia per crimini violenti di natura internazionale, tra le pioggie incessanti della fine dell’estate svedese e il caldo torrido dei bassifondi di New York, gli ispettori Paul Hjelm e Kerstin Holm guidano i colleghi nell’appassionante caccia all’identità dell’assassino, scontrandosi con una realtà sconvolgente. Una realtà in cui nulla è come appare, dove vige la logica della violenza autorizzata, la logica del “sangue cattivo”, che si tramanda quasi fosse un gene ereditario. E dove i fatti si dimostrano infinitamente più complessi del previsto.
Arne Dahl, nuova voce del noir scandinavo, ha scritto una storia trascinante, che sotto la superficie crudele cela una sensibilità straordinaria, capace di toccare il lettore in profondità.

In pasto ai leoni

Scomode sorprese per Marco Didio Falco, l’investigatore più audace e sregolato dell’antica Roma. Quando Vespasiano lo nomina revisore contabile per il Grande censimento, Falco si illude di aver finalmente trovato una via comoda e sicura per arricchirsi. Ma il compito di scoprire gli evasori fiscali lo costringe a lavorare insieme all’infido Anacrite, il capo delle spie imperiali, e a indagare gli affari sommersi dei ricchi lanisti, i fornitori di gladiatori e bestie feroci per le venationes e i giochi dell’arena. La morte violenta di un popolare leone killer segna l’inizio di una nuova, rischiosa avventura investigativa, poiché fra i lanisti sembra essere scoppiata una faida legata ai lucrosi appalti di Vespasiano per la costruzione dell’Anfiteatro Flavio. E quando anche il più acclamato gladiatore di Roma viene ucciso – non nell’arena, ma mentre dorme nel suo letto -, gli indizi conducono Falco e l’inseparabile amante, la patrizia Elena Giustina, fino in Tripolitania, dove il fratello di Elena risulta invischiato nei traffici africani che si nascondono dietro i delitti.

Il mistero della riserva indiana

Jim Chee, ispettore della polizia navajo, sentiva che quell’8 luglio sarebbe stata una brutta giornata. Una misteriosa malattia minacciava l’intero territorio della riserva. Una giovane ricercatrice, la brillante Catherine, aveva accusato l’agente Kisman di averla ripetutamente importunata e Janet, la sua ex fidanzata, ritornava proprio quel giorno. Tra omicidi, sparizioni, vecchie streghe navajo e aquile che sorvolano libere le terre incantate della mesa, il peggio doveva ancora arrivare…

Tra Menzogna E Ironia

Tra Menzogna E Ironia

Quattro letture che analizzano il tema della menzogna e dell’ironia in Cagliostro, Manzoni, Campanile e Hugo Pratt. Cagliostro mente con la parola e con il suo comportamento, così come menzognere sono le leggende nate intorno alla sua figura. Manzoni mostra il divario tra linguaggio verbale (fonte di menzogna) e segni naturali, facendo ironia somma col linguaggio letterario, così come avviene in Campanile che mente proprio per gioco. Anche Pratt usa la finzione come gioco fantastico e ironico. Quattro testi di Eco che con sottile divertimento intellettuale ci offrono una modalità di lettura di personaggi della cultura contemporanea e della storia. **

Aléxandros Il Figlio Del Sogno: 1

Aléxandros Il Figlio Del Sogno: 1

Chi era il giovane re macedone che, nel IV secolo a.C., concepì il disegno della conquista del mondo intero per poi morire all’età di trentatre anni? Questo romanzo racconta di un uomo che fu considerato un dio dai suoi contemporanei, dei suoi sogni, delle passioni violente che lo consumarono fino a distruggerlo. suggerimenti, consigli per realizzare in modo semplice una gamma molto ricca di lavori, tutti di sicuro effetto e risultato. del mare di Barents, ricoperte da dieci piedi di ghiaccio, la grande caccia ha inizio… **

Tra Menzogna E Ironia

Tra Menzogna E Ironia

Quattro letture che analizzano il tema della menzogna e dell’ironia in Cagliostro, Manzoni, Campanile e Hugo Pratt. Cagliostro mente con la parola e con il suo comportamento, così come menzognere sono le leggende nate intorno alla sua figura. Manzoni mostra il divario tra linguaggio verbale (fonte di menzogna) e segni naturali, facendo ironia somma col linguaggio letterario, così come avviene in Campanile che mente proprio per gioco. Anche Pratt usa la finzione come gioco fantastico e ironico. Quattro testi di Eco che con sottile divertimento intellettuale ci offrono una modalità di lettura di personaggi della cultura contemporanea e della storia. **

Aléxandros Il Figlio Del Sogno: 1

Aléxandros Il Figlio Del Sogno: 1

Chi era il giovane re macedone che, nel IV secolo a.C., concepì il disegno della conquista del mondo intero per poi morire all’età di trentatre anni? Questo romanzo racconta di un uomo che fu considerato un dio dai suoi contemporanei, dei suoi sogni, delle passioni violente che lo consumarono fino a distruggerlo. suggerimenti, consigli per realizzare in modo semplice una gamma molto ricca di lavori, tutti di sicuro effetto e risultato. del mare di Barents, ricoperte da dieci piedi di ghiaccio, la grande caccia ha inizio… **

Aléxandros Il Figlio Del Sogno: 1

Aléxandros Il Figlio Del Sogno: 1

Chi era il giovane re macedone che, nel IV secolo a.C., concepì il disegno della conquista del mondo intero per poi morire all’età di trentatre anni? Questo romanzo racconta di un uomo che fu considerato un dio dai suoi contemporanei, dei suoi sogni, delle passioni violente che lo consumarono fino a distruggerlo. suggerimenti, consigli per realizzare in modo semplice una gamma molto ricca di lavori, tutti di sicuro effetto e risultato. del mare di Barents, ricoperte da dieci piedi di ghiaccio, la grande caccia ha inizio… **

Aléxandros Il Figlio Del Sogno: 1

Aléxandros Il Figlio Del Sogno: 1

Chi era il giovane re macedone che, nel IV secolo a.C., concepì il disegno della conquista del mondo intero per poi morire all’età di trentatre anni? Questo romanzo racconta di un uomo che fu considerato un dio dai suoi contemporanei, dei suoi sogni, delle passioni violente che lo consumarono fino a distruggerlo. suggerimenti, consigli per realizzare in modo semplice una gamma molto ricca di lavori, tutti di sicuro effetto e risultato. del mare di Barents, ricoperte da dieci piedi di ghiaccio, la grande caccia ha inizio… **

Aléxandros Il Figlio Del Sogno: 1

Aléxandros Il Figlio Del Sogno: 1

Chi era il giovane re macedone che, nel IV secolo a.C., concepì il disegno della conquista del mondo intero per poi morire all’età di trentatre anni? Questo romanzo racconta di un uomo che fu considerato un dio dai suoi contemporanei, dei suoi sogni, delle passioni violente che lo consumarono fino a distruggerlo. suggerimenti, consigli per realizzare in modo semplice una gamma molto ricca di lavori, tutti di sicuro effetto e risultato. del mare di Barents, ricoperte da dieci piedi di ghiaccio, la grande caccia ha inizio… **

Aléxandros Il Figlio Del Sogno: 1

Aléxandros Il Figlio Del Sogno: 1

Chi era il giovane re macedone che, nel IV secolo a.C., concepì il disegno della conquista del mondo intero per poi morire all’età di trentatre anni? Questo romanzo racconta di un uomo che fu considerato un dio dai suoi contemporanei, dei suoi sogni, delle passioni violente che lo consumarono fino a distruggerlo. suggerimenti, consigli per realizzare in modo semplice una gamma molto ricca di lavori, tutti di sicuro effetto e risultato. del mare di Barents, ricoperte da dieci piedi di ghiaccio, la grande caccia ha inizio… **

Aléxandros Il Figlio Del Sogno: 1

Aléxandros Il Figlio Del Sogno: 1

Chi era il giovane re macedone che, nel IV secolo a.C., concepì il disegno della conquista del mondo intero per poi morire all’età di trentatre anni? Questo romanzo racconta di un uomo che fu considerato un dio dai suoi contemporanei, dei suoi sogni, delle passioni violente che lo consumarono fino a distruggerlo. suggerimenti, consigli per realizzare in modo semplice una gamma molto ricca di lavori, tutti di sicuro effetto e risultato. del mare di Barents, ricoperte da dieci piedi di ghiaccio, la grande caccia ha inizio… **

Aléxandros Il Figlio Del Sogno: 1

Aléxandros Il Figlio Del Sogno: 1

Chi era il giovane re macedone che, nel IV secolo a.C., concepì il disegno della conquista del mondo intero per poi morire all’età di trentatre anni? Questo romanzo racconta di un uomo che fu considerato un dio dai suoi contemporanei, dei suoi sogni, delle passioni violente che lo consumarono fino a distruggerlo. suggerimenti, consigli per realizzare in modo semplice una gamma molto ricca di lavori, tutti di sicuro effetto e risultato. del mare di Barents, ricoperte da dieci piedi di ghiaccio, la grande caccia ha inizio… **

Uomini nudi a go-go

Lisa è una giovane pittrice che ama dipingere uomini nudi di schiena, ritratti con grande forza, ricchi di colore e di movimento. Per pagarsi l’affitto, i miseri pasti a base di spinaci surgelati, e, naturalmente, gli amati colori a olio, dà lezioni di tedesco agli stranieri. Un giorno vede esposto in una galleria un ritratto che aveva regalato al fratello avvocato, Adrian, per il suo nuovo studio. L’odiosa fidanzata di lui l’ha convinto a metterlo in vendita, ritenendolo osceno e volgare. Ma la cosa più sconvolgente per Lisa è vedere una ricca signora snob acquistarlo per una cifra molto alta e sentire il gallerista tessere le lodi del misterioso autore, un giovane promettente pittore. **

La sposa del diavolo

Quando Devil, il ribelle rampollo della ricca e potente famiglia Cynster, viene sorpreso in atteggiamento compromettente con la governante Honoria Wetherby, lui spiazza tutti chiedendole di sposarlo. Nessuno avrebbe mai immaginato che uno degli scapoli più corteggiati d’Inghilterra si sarebbe fatto incastrare così facilmente. D’altro canto, nessuno avrebbe mai immaginato che Honoria non accettasse. Perché nonostante Devil le piaccia ardentemente, per lei il vero amore è un’altra cosa… **

La settima onda

Saz Martin, la giovane investigatrice privata londinese non è più single. Ma a distoglierla dalle gioie dell’amore con la bella dottoressa Molly giunge una lettera anonima che le offre un generoso compenso per indagare sul torbido passato del dottor Max North, guru e piscoterapeuta di fama internazionale, e sul suo “Processo”, una innovativa metodologia terapeutica la cui miracolosa efficacia nasconde più di un punto oscuro. Saz si troverà così impegnata in un’indagine che spazia dalla San Francisco hippy degli anni settanta alla Londra odierna. **

La morte e il menestrello

1369: l’Inghilterra è un paese cupo e brutale, dove i servi della gleba conducono una vita miserabile sotto il pugno di ferro dei nobili e dei cavalieri normanni. È in questo paese che il giovane menestrello Joslin De Lay viene scaraventato dalla natia Francia, per mantenere la promessa fatta al padre morente, assassinato da un nemico ignoto. Joslin non ha amici in Inghilterra, e la sua missione lo conduce in Galles, perché soltanto laggiù potrà trovare le risposte alle domande sollevate dalla morte del padre. Ma la strada che deve percorrere si rivela piena di pericoli, che il giovane francese non è affatto preparato ad affrontare. Perché anche la Morte cavalca su quella stessa strada..

La donna dello scandalo

Lady Catriona Hennessy, rispettabile nobildonna scozzese, sa che prima o poi dovrà sposarsi, ma lo farà solo con un uomo morigerato che le lasci gestire il suo maniero come ha sempre fatto. Sfortunatamente per lei la Signora, lo spirito che protegge la valle, ha altri progetti, e le invia in sogno il volto dell’uomo prescelto: nientemeno che Richard Cynster, meglio conosciuto come Scandal. Ma come può Catriona sposare un uomo autoritario, con la reputazione di un libertino, e per di più inglese? Benché affascinata dal suo sguardo e dal fisico conturbante, l’orgogliosa scozzese è fermamente decisa a non cedere alle sue promesse d’amore… **

L’entrata di Cristo a Bruxelles

Due racconti di Amelie Nothomb mai apparsi in libreria. Nel primo, “L’entrata di Cristo a Bruxelles”, il giovane protagonista Salvator commette per gelosia un’azione orribile, fugge da Parigi e arriva a Hong Kong, dove diventa smisuratamente ricco. Torna nella sua città dopo diciotto anni e si innamora della bellissima Zoe, dai lunghi capelli e dalle fragranze intense… Nel secondo, “Senza nome”, si narra del viaggio di un uomo nel “grande Nord” alla ricerca della donna dei suoi sogni… **

L’amore di Vane

Per ripararsi da un temporale Vane Cynster si rifugia in casa della madrina, dove incontra Patience Debbington, la donna dei suoi sogni. Purtroppo per Vane, però, Patience non ha alcuna intenzione di cadere tra le sue braccia. Anzi, nessuno può essergli più antipatico di quel dongiovanni da strapazzo. Per farle cambiare idea Vane decide di trattenersi nella casa della madrina e di indagare, al fianco di Patience, su alcuni strani furti e su un misterioso spettro che si aggira nella proprietà. Servirà a far breccia nel cuore di lei?

Il cigno di smeraldo

In una notte terribile due bimbe gemelle di nobile nascita vengono brutalmente separate.
Mentre Maude diventa una giovane donna ricca e di buona educazione, Miranda impara la dura legge della miseria, ingaggiata come acrobata da una troupe di saltimbanchi.
Sembra impossibile che i loro destini tornino a incrociarsi, finche’ un giorno…

Confessioni di un cuoco eretico

Da ragazzino Orlando Crispe era rimasto folgorato dal libro di ricette che la sua bellissima madre gli aveva messo in mano. L’arte di dare piacere alle bocche sembrava poter essere perfezionata all’infinito. Si poteva lavorare il cibo come la creta. Egbert Swayne, il suo maestro, è un perverso tiranno, una rivoltante montagna di grasso e lussuria, ma è nella sua cucina, sottostando ai suoi ripugnanti desideri, che Crispe scopre di essere un genio, un artista che ha scelto la carne come materia dei suoi capolavori. Ma il sogno di diventare il cuoco più grande del mondo passa per strade ambigue e per le braccia cadenti di un’anziana mecenate. Aprire un ristorante a Roma, “Il giardino dei piaceri”, è il primo passo della vertiginosa ascesa di Crispe. Le sue cene sono eventi unici, e non solo per la cucina sublime. Qualcosa in quella carne sottomette cardinali, principi e intellettuali alla voluttà o all’odio. Qualcosa che è molto più sacrilego dell’amore mercenario che gli scaltri aiutanti di Crispe offrono ai clienti. Crispe, consumato dal fuoco sacro, ha scoperto un segreto alchemico: ora, come un affascinante demonio, ha in mano le vite di chiunque assapori i piatti e sperimenta i suoi crudeli miracoli senza più freni. Un invito ad abbandonarsi all’esperienza atavica racchiusa nel piacere della carne.