Visualizzazione di 1-16 di 695 risultati

La posizione della missionaria: Teoria e pratica di madre Teresa

Il celebre saggista statunitense ci propone un’insolita analisi della figura di Madre Teresa di Calcutta, rafforzata dalle testimonianze affidabili e ben documentate di alcune ex infermiere della missionaria di origine albanese, nonché di un autorevole medico. Hitchens sottopone all’attenzione del lettore gli aspetti più contraddittori dell’attività della religiosa e mette in discussione, in maniera coraggiosa e politicamente scorretta, l’etica della sofferenza che ne è alla base.

Foglie Nel Vento

Maestro nell'arte della seduzione Rafe Whitbourne, duca di Candover, si è guadagnato la reputazione di libertino dei budoir di tutta l'aristocrazia inglese, senza mai concedere la sua mano o il suo cuore. Poi un'importante missione politica lo porta a Parigi a lavorare con la contessa Magda Janos, la più bella spia d'Europa. Sarà il patriottismo a unire i due protagonisti in un vortice di passione e in una ragnatela di intrighi.

UN INDAGINE TROPPO PRIVATA

L’omicidio di una giovane ragazza madre e del suo bambino rappresenta un caso molto difficile per la Squadra Omicidi di Manhattan, diretta dal tenente Norah Mulcahaney. Per quale motivo qualcuno ha sparato in mezzo alla gente che affollava il mercatino all’aperto? E come mai gli unici ad essere uccisi sono stati la ragazza e il suo piccolo? Come mai nessun altro è rimasto ferito? Randall Tye, famoso anchor-man televisivo, che ha con Norah rapporti professionali e anche sentimentali, è convinto che questo delitto sia in un modo o nell’altro legato alla droga. Ma Norah non è d’accordo. Ognuno si mette quindi a indagare per proprio conto e la tensione tra i due cresce sempre più. Poi Tye all’improvviso scompare e Norah si trova da sola a dover svolgere quella che ormai è diventata un’indagine molto privata.

Nell’antro dell’alchimista

Scomparsa al culmine della sua carriera, dotata di un estro narrativo magico e irraggiungibile, Angela Carter ha scritto romanzi e racconti, e sono stati proprio questi ultimi a consacrarla come una delle autrici più talentuose del ventesimo secolo.
*Nell’antro dell’alchimista* – diviso in due volumi di cui questo è il primo – raccoglie la produzione migliore di un’autrice fondamentale. *La camera di sangue* , secondo Salman Rushdie il capolavoro per cui verrà sempre ricordata, è una serie di bellissime fiabe in chiave moderna, libere riscritture di quelle classiche, in cui l’autrice sbeffeggia gli stereotipi di genere affidando alla figura femminile le redini della storia, donandole un erotismo inedito e conducendola verso un finale vincente rimaneggiato in chiave ironica. *Fuochi d’artificio* nasce invece dall’esperienza dell’autrice in Giappone ed è il punto di svolta nella sua produzione, nonché il momento in cui il tema del femminismo diventa centrale: «In Giappone ho imparato cosa significa essere donna e mi sono radicalizzata».
Ai tesori custoditi all’interno di questa magistrale raccolta Angela Carter ha affidato il proprio testamento stilistico, servendosi di una scrittura raffinata, barocca, a tratti ermetica e costruendo una nuova mitologia femminista con cui condurre un’acuta analisi della società che supera le barriere del tangibile e penetra i meandri dell’immaginazione. Queste pagine, semplicemente, sono la testimonianza di una perdita incolmabile per la letteratura.
**«Le sue cose migliori, secondo me, sono i racconti. *La camera di sangue* è il capolavoro della Carter. Probabilmente sarà il libro per cui verrà ricordata per sempre».
dall’introduzione di Salman Rushdie**
**«Una scrittrice raffinata dallo stile bizzarro, originale, barocco».
Margaret Atwood**
**«Talentuosa e fantasiosa scrittrice. L’immaginazione di Angela Carter non ha confini».
Joyce Carol Oates**

Le forme del bello

“Expresar y oír juicios en torno a lo bello y a lo feo forma parte de nuestra experiencia común. Y, sin embargo, si nos preguntamos sobre su exacto significado, nos sería muy difícil escapar a la embarazosa conclusión de que apenas tenemos una intención pobre, vaga y difícilmente articulable de tales conceptos.”
Estas palabras, con las que Remo Bodei inicia su libro, marcan con claridad el punto de partida de la colección Léxico de estética. Los libros contestan, de forma sencilla y rigurosa, las cuestiones que la estética plantea, los conceptos que usamos de forma habitual, las actividades artísticas y las tradiciones culturales. Analizar el fondo de estos problemas y ofrecer una información adecuada, a la vez que personal, es la pretensión de la serie Léxico de estética.

Gli anelli di Saturno: Un pellegrinaggio in Inghilterra

*Pellegrinaggio in Inghilterra* recita il sottotitolo. E di un viaggio solitario si tratta, d’estate e per lo più a piedi, nel Suffolk, dove Sebald visse sino all’ultimo: in uno spazio delimitato da mare, colline e qualche città costiera, attraverso grandi proprietà terriere in decadenza, ai margini dei campi di volo dai quali si alzavano i caccia per bombardare la Germania. Viandante saturnino, Sebald ci racconta – lungo dieci stazioni di un itinerario che è anche una fuga – gli incontri con interlocutori bizzarri, amici, oggetti, in cui si rispecchia quella «storia naturale della distruzione» che scandisce il cammino umano e il susseguirsi degli eventi naturali. E ci racconta di altri vagabondaggi ed emigrazioni, di cui la sua vicenda personale è estrema eco: quelli di Michael Hamburger, poeta e traduttore di Hölderlin, profugo dalla Germania; di Joseph Conrad, che nel Congo conosce la malinconia dell’emigrato e gli orrori del paese di tenebra; di Chateaubriand, esule in Inghilterra; di Edward FitzGerald, eccentrico interprete della lirica persiana, una di quelle figure ascetiche, capaci di vivere con poco e nulla, a noi familiari dagli *Emigrati ad Austerlitz*. Si inframmezzano squarci della storia antica e d’oggi (le efferatezze del Celeste Impero, le violenze della Seconda guerra mondiale) a far da contrappunto a terremoti, diluvi, catastrofi della natura o alle sofferenze inflitte da un’economia rapace. Pellegrinaggio e insieme labirinto, nella migliore tradizione sebaldiana: ma a guidare scrittore e lettore vi è un filo. Un filo di seta: la storia della sericoltura che, muovendo da Thomas Browne, percorre carsica gli Anelli di Saturno. Nelle sue tappe Sebald declina, attraverso una narrazione dotta e visionaria, l’endiadi di lusso e sofferenza – con la vaga speranza che vi sia sopravvivenza nella metamorfosi e nel bello.

Galaad e il Re Pescatore

Dopo lunghi anni di lotta incessante contro le forze le male, i Cavalieri della Tavola Rotonda hanno riportato l’ordine nell’irrequieto regno di Bretagna, e ora possono senza indugi impegnarsi nella più nobile delle missioni, nell’impresa più esaltante: trovare la Sacra Coppa.
All’orizzonte appare finalmente colui che tutti attendevano da tempo immemorabile: Galaad, generato da Lancillotto del Lago e dalla figlia del Re Pescatore. Egli è l’incarnazione dell’eroe invincibile, del cavaliere senza paura, eppure non combatte per la gloria e gli onori, perché brama a qualcosa che va al di là delle ambizioni terrene: la ricerca dell’Assoluto.
Galaad lascia la corte di re Artù e parte per nuove avventure che lo vedono alle prese con forze divine. Il suo cammino verso la Sacra Coppa, come le verità che forse gli verranno svelate, è disseminato di incantesimi e rivelazioni che solo un puro di cuore è in grado di interpretare.
Ma Galaad, l’eletto che ha superato in prodezza e bontà persino il padre Lancillotto, riuscirà infine là dove tutti i compagni hanno fallito? Arriverà in tempo a salvare il Re Pescatore che si sta lasciando morire nella sua inaccessibile fortezza? E quale cavaliere scampato alla morte, compiuta la sua missione, tornerà dall’ignaro re Artù per raccontargli i meravigliosi prodigi cui ha assistito, ponendo così fine alle straordinarie avventure del Graal?

Triton: una ambigua eterotopia

Attraverso le avventure di Bron Helstrom si scopre l’enigmatica civiltà di Triton: qui si sono sviluppate società tecnologicamente avanzate, dove non c’è povertà, e il controllo umano sull’esistenza materiale è completo. Ma Triton è qualcosa di più: una società organizzata sul principio del piacere, sull’emancipazione individuale, senza discriminazioni di classe, razza, sesso o età. Niente tabù e completa libertà di cambiare sesso. In questo mondo Bron incontrerà la Spiga, misteriosa teatrante che attraversa l’intero sistema. La loro vicenda, che si intreccia con quella di una guerra planetaria per l’egemonia economica, condurrà Bron a una stupefacente metamorfosi.

L’Assedio Di Troia

**Una lettura dell’Iliade che svela l’affresco maestoso, le imponenti visioni d’insieme, il conflitto degli eroi che muoiono aspirando alla pace e alla vita; per restituire le loro passioni, vive e attuali, ai giovani lettori di oggi.**
Nei tempi antichi, quando ancora gli uomini incontravano gli dei, c’era una città chiamata Ilio, che sorgeva su una collina in vista del mare, nella terra dove cominciano i paesi d’oriente. Bella città, forente di commerci, al centro di una pianura limitata da due fumi, il Simoenta e lo Scamandro; le sue mura erano lavoro divino. A noi è più nota col nome di Troia.

Il mio valoroso cavaliere

Un incarico difficile quello che Gabel de Amalville riceve dal re d’Inghilterra: pacificare le turbolente Highlands, terre impervie su cui domina il ribelle Duggan, brutale e violento capo del clan MacNairn. Deciso a usare ogni mezzo, Gabel rapisce Ainslee, figlia di Duggan, così da spingerlo a cedere. Ma il guerriero inglese non avrebbe potuto commettere errore più grande, perché la splendida vergine delle Highlands è da subito padrona del suo cuore.

Due o tre cose che so di sicuro

Esistono tanti modi in cui i pettegolezzi di una generazione possono trasformarsi in leggende per chi li eredita. Lo sa bene Dorothy Allison che, con Due o tre cose che so di sicuro, ci regala un memoir intenso e lacerante che è piccolo gioiello. Illustrato con fotografie tratte dalla collezione personale dell’autrice, racconta la storia delle donne della sua famiglia – figlie, sorelle, cugine e zie – e degli uomini che le hanno amate, che spesso hanno abusato di loro e che, ciononostante, ne hanno condiviso i destini. E racconta la storia della stessa Dorothy e del percorso di riscatto che l’ha portata a scrivere La bastarda della Carolina, salutato anche in Italia come un capolavoro, e a conquistare, attraverso la parola e la reinvenzione letteraria, la propria personalissima salvezza.Provocatorio, controverso e brutalmente onesto, il memoir della Allison ha la forza di raccontare di nuovo, da una prospettiva diversa e complementare, un mondo white trash nel quale bellezza e dolore, amore e crudeltà, sconfitta e riscatto non sono mai separabili, ma due facce di un’unica medaglia.

Presto Con Fuoco

Un grande pianista contemporaneo, noto per le sue bizze e la sua eccentricità, scopre un manoscritto della Quarta Ballata di Chopin, una delle più straordinarie opere per piano mai scritte, che si credeva perduto. Il manoscritto differisce dalla versione già conosciuta per poche note. Ma una manciata di note può cambiare un mondo intero. Il libro, con il suo impianto romanzesco, ricrea la miracolosa atmosfera del romanticismo e di Parigi e introduce anche il lettore profano ai misteri della musica, del pianoforte e delle sue tecniche, dell’esecuzione e dell’interpretazione.
**

Il potere dell’amore

Ivy aveva trovato il grande amore, Tristan, ma la loro felicità è stata spezzata da un terribile incidente, in cui purtroppo il ragazzo ha perso la vita. Tornato nel mondo dei vivi come angelo, e convinto che la sua morte sia stata frutto di un piano ben congegnato, Tristan cerca disperatamente di entrare in contatto con Ivy, per proteggerla da una minaccia incombente. Si affida quindi all’aiuto di una medium, Lacey, e impara a comunicare con gli esseri umani tramite la forza del pensiero. Tuttavia, dopo l’incidente Ivy ha smesso di credere negli angeli custodi e tutti gli sforzi di Tristan restano vani. Ma non c’è tempo da perdere: qualcuno ha in mente di eliminare Ivy, e sembra che niente e nessuno possa fermarlo.

Perché i maschi hanno i capezzoli?

“Dottore, le ostriche sono afrodisiache?” Oddio, ci risiamo. Se sei un medico, le feste possono rivelarsi un vero tormento. Cose sfiziose da mangiare e magari un martini fatto a regola d’arte, ma… quando si alza il tasso alcolico si abbassano le inibizioni e c’è sempre qualcuno che ti parla della flatulenza del cognato (non della propria, certo). E non è finita qui. Mentre cerchi di scivolare al pari di un’anguilla verso il buffet, dove già vedi agitare lo shaker come un miraggio, eccoti la via sbarrata da qualcun altro che ti fa quelle domande, intriganti, d’accordo, a cui proprio non sai rispondere. Tipo: “È vero che lo sperma fa ingrassare?” o “È pericoloso mangiare carne umana?” A questo punto, mentre cerchi di capire che razza di dieta seguano questi individui, ne arrivano subito altri con dubbi ancora più balordi. “Si può sballare leccando un rospo?” “È igienico farsi urinare addosso?” Ragazzi, quel barman deve fare dei martini davvero fantastici. Comunque, se anche voi avete l’abitudine di massacrare internisti e dermatologi ai party, eccovi qui un libro che risparmierà a loro un mal di stomaco e a voi una brutta figura. Una raccolta di curiosità scientifiche da sfoggiare alla prossima festa. Per spiegare finalmente, con nonchalance, “perché i maschi hanno i capezzoli”.
**