Visualizzazione di 1-30 di 511 risultati

Il Viaggio

Lord Evelyn Luton è un ricchissimo aristocratico britannico che, alla fine dell’Ottocento, decide di conquistare al gloria come esploratore. Organizza così una spedizione in una regione sconosciuta del Canada nord-occidentale, nella quale si presagisce l’esistenza di importanti giacimenti d’oro

Il Viaggio

Lord Evelyn Luton è un ricchissimo aristocratico britannico che, alla fine dell’Ottocento, decide di conquistare al gloria come esploratore. Organizza così una spedizione in una regione sconosciuta del Canada nord-occidentale, nella quale si presagisce l’esistenza di importanti giacimenti d’oro

Ladri del tempo

Ladri del tempo

Quando una famosa antropologa arriva alle rovine indiane anasazi alla ricerca di antichi vasi d’argilla, in un primo momento è solo contrariata per aver scoperto le tombe violate e depredate, ma poi è letteralmente terrorizzata da ciò che emerge dal buio della notte. Alcune settimane dopo, il tenente Joe Leaphorn, mentre indaga sul furto di preziosi oggetti navajo di cui è accusata l’antropologa, scopre che la stessa scienziata è scomparsa. Il caso diventa ancora più sinistro quando l’agente Jim Chee, durante un’ispezione agli scavi, trova molto di più di quanto si aspettasse di trovare. Alla fine Leaphorn e Chee cercheranno insieme di “dissotterrare il passato” e risolvere la strana e fuorviante serie di delitti che sembrano avere in comune una sola cosa: i preziosi vasi anasazi. Romanzo ricco ed evocativo, Ladri del tempo è una storia incantevole, scritta in una prosa lucida e nello stesso tempo magica.

L’esca

Washington DC: una gran seccatura per Bernard Samson, l’ormai leggendario agente segreto britannico, trova…

Gli ultimi giorni di Charles Baudelaire

L’agonia di un poeta, il poeta maledetto, nella camera di un alberghetto di Bruxelles, distrutto ormai dalla lue, che ha roso il suo corpo e ormai distrugge la ragione e l’uso stesso della parola: il romanzo ha la fedeltà di una puntuale ricostruzione, ma anche la libertà dell’immaginazione che vuole scrutare e sciogliere un mistero. Che cosa è accaduto, in quelle ore estreme, nella mente dell’autore dei Fiori del male?. Come è rivissuta tutta la sua storia nel film della memoria? Il Lévy romanziere e detective dell’anima pedina l’ultimo Baudelaire nei bassifondi e nei cenacoli letterari, nei giorni e nelle notti della sua esistenza perduta. L’inchiesta raccoglie poi testimonianze estorte con inquisitoria spietatezza: Jeanne Duval, compagna di perdizione, un ambiguo discepolo di Sainte-Beuve, un’affittacamere e un editore. Ciascuno con il suo stile e il suo punto di vista, concorrono a comporre il quadro di un personaggio attraverso il quale Lévy ritrova i suoi temi prediletti, quelli dell’astuzia, della virtù e della caduta, la letteratura come vendetta sulla vita, la tragedia dell’incompiuto, il grande mistero della creazione artistica.

Ladri del tempo

Ladri del tempo

Quando una famosa antropologa arriva alle rovine indiane anasazi alla ricerca di antichi vasi d’argilla, in un primo momento è solo contrariata per aver scoperto le tombe violate e depredate, ma poi è letteralmente terrorizzata da ciò che emerge dal buio della notte. Alcune settimane dopo, il tenente Joe Leaphorn, mentre indaga sul furto di preziosi oggetti navajo di cui è accusata l’antropologa, scopre che la stessa scienziata è scomparsa. Il caso diventa ancora più sinistro quando l’agente Jim Chee, durante un’ispezione agli scavi, trova molto di più di quanto si aspettasse di trovare. Alla fine Leaphorn e Chee cercheranno insieme di “dissotterrare il passato” e risolvere la strana e fuorviante serie di delitti che sembrano avere in comune una sola cosa: i preziosi vasi anasazi. Romanzo ricco ed evocativo, Ladri del tempo è una storia incantevole, scritta in una prosa lucida e nello stesso tempo magica.

L’esca

Washington DC: una gran seccatura per Bernard Samson, l’ormai leggendario agente segreto britannico, trova…

Gli ultimi giorni di Charles Baudelaire

L’agonia di un poeta, il poeta maledetto, nella camera di un alberghetto di Bruxelles, distrutto ormai dalla lue, che ha roso il suo corpo e ormai distrugge la ragione e l’uso stesso della parola: il romanzo ha la fedeltà di una puntuale ricostruzione, ma anche la libertà dell’immaginazione che vuole scrutare e sciogliere un mistero. Che cosa è accaduto, in quelle ore estreme, nella mente dell’autore dei Fiori del male?. Come è rivissuta tutta la sua storia nel film della memoria? Il Lévy romanziere e detective dell’anima pedina l’ultimo Baudelaire nei bassifondi e nei cenacoli letterari, nei giorni e nelle notti della sua esistenza perduta. L’inchiesta raccoglie poi testimonianze estorte con inquisitoria spietatezza: Jeanne Duval, compagna di perdizione, un ambiguo discepolo di Sainte-Beuve, un’affittacamere e un editore. Ciascuno con il suo stile e il suo punto di vista, concorrono a comporre il quadro di un personaggio attraverso il quale Lévy ritrova i suoi temi prediletti, quelli dell’astuzia, della virtù e della caduta, la letteratura come vendetta sulla vita, la tragedia dell’incompiuto, il grande mistero della creazione artistica.

Cyteen

Ariane Emory, genio insuperabile in campo genetico e brillante mastra d’intrighi, capeggia il Consiglio dei Nove ed è despota assoluta del territorio di Reseune, dove i suoi laboratori creano un prodotto essenziale per il pianeta Cyteen: esseri umani. Si tratta degli azi, sodati e coloni programmati e sviluppati artificialmente, proprietà esclsiva di Reseune, e quindi di Ariane Emory. Ma dopo cinquant’anni di dominio ininterrotto, Ariane si è fatta troppi nemici, e non può stupire il fatto che qualcuno abbia deciso di assassinarla… Tuttavia la sua morte non è destinata a durare a lungo, perché subito nasce l’audace e grandioso Progetto: il piano di replicare Ariane Emory. Creare duplicati geneticamente perfetti è semplice routine per la bitecnologia di Reseune, ma questa volta si tratta di una clonazione davvero al di là di ogni immaginazione… Infatti, perché il Progetto abbia successo, è necessario sottoporre il clone alle stesse influenze formative della tirannica Ariane, ma nel contempo tenerla all’oscro del passato e proteggerla dai molti nemici.

Il dilemma del prigioniero

Edward Hobson è un insegnante di storia, padre di quattro figli, appassionato di indovinelli, amante dello humor nero e invalido di guerra. Con i figli ha adottato uno strano metodo pedagogico basato su frasi fatte, nozionismo esasperato e sentenze moralizzatrici che i ragazzi devono imparare a memoria. Quando gli svenimenti di cui soffre diventano più frequenti i figli preoccupati, non potendo chiamare un dottore visto che il capofamiglia li odia, decidono di cercare di capire da dove provenga quello strano malessere che colpisce il padre. Nel frattempo Edward sta lavorando a un progetto segretissimo: “Hobstown”, un luogo che, nelle sue intenzioni, dovrebbe salvare non solo lui ma anche il resto del mondo. Richard Powers in questo romanzo racconta un’America di provincia, caratteristica e al contempo stravagante, e i personaggi che la abitano, capaci di compassione e di un’immaginazione così forte da poter diventare un’ancora di salvezza.

Patto d’amore

Dopo la morte del padre, quarto conte di Cromarty, lady Jocelyn Kendal, sua unica figlia bella e affascinante, scopre che per entrare in possesso dell’eredità che le spetta deve sposarsi entro i venticinque anni. Il tempo stringe e il duca da lei prescelto è troppo difficile da conquistare. Decide allora di sposare il maggiore David Lancaster, reduce dalla battaglia di Waterloo, in fin di vita per le ferite riportate. In cambio del matrimonio, l’uomo otterrà un vitalizio per la sorella Sally. Ma le condizioni di David miracolosamente migliorano e Jocelyn si trova di fronte a un uomo attraente e pieno di vita. Suo marito, per sempre! **

Il falco e la colomba

Una bruciante fra gli intrighi della corte di Elisabetta I: un progetto di vendetta per un matrimonio forzato si trasforma nel più dolce dei sentimenti.
Lei, la colomba, è stata barattata per una striscia di terra e poi abbandonata: una sposa comperata con un matrimonio per procura… e determinata ad ottenere vendetta.
L’innocente Sara Bishop ha pagato caro il suo desiderio di scappare dalla sua famiglia crudele, ma nei panni di Sabre Wilde, sensuale visione dai capelli color di fiamma e gli occhi di giada, scandalizzerà la corte della Regina Elisabetta seducendo il marito mai conosciuto, divenenendo la sua amante… e facendo di lui il suo schiavo.
Lui, il falco, è il favorito della Regina, un uomo soprannominato “Dio del Mare”: i suoi denti bianchi balenano sul suo volto abbronzato così come la sua voce profonda e virile tuona ordini ai suoi uomini.
Il Capitano Shane Hawkhurst sa come comandare, come soggiogare e devastare un nemico, ma è preparato per essere preso nella trappola di passione intessuta da una bellezza ardente che domina il suo cuore ed infiamma i suoi sensi?

Un posto nel tuo cuore

Sono trascorsi cinque anni, ma per Melissa le ferite non si sono ancora rimarginate.
Il ricordo della sua terra, il Guatemala, dove il padre aveva una fattoria, del suo uomo, Diego Laremos, coraggioso e passionale, della sua gente, così legata alle tradizioni e, purtroppo, ai preconcetti è ancora vivo in lei.
E, soprattutto, il dolore provato dovendo lasciare tutto è difficile da scacciare.
Solo una cosa è riuscita a salvare: Matthew, il bimbo avuto da Diego, che non ha mai conosciuto il padre.
Ma adesso il destino ha deciso di farglielo incontrare…

Ombre sulle scale

Una folla caotica che si disperde tra le strade nebbiose di Londra e poi, d’improvviso, un volto, un profilo sfocato che fa scaturire in Elizabeth Vetch, appassionata scrittrice di romanzi d’avventura, un flusso inarrestabile di memorie. Memorie legate a personaggi femminili, che ora si materializzano prendendo un corpo, una voce, un’identità. Rivive allora Cosette, nella sua disperata ricerca d’amore; rivive Felicy, condannata a un tragico destino; rivive Bell, dal fascino crudele e spietato. E con loro riprendono forma quelle scale di una casa che era rifugio dalla morte e dalla solitudine, ma prigione dei loro cuori e delle loro esistenze. Con finezza psicologica e raro senso della suspense, Barbara Vine dà corpo, con questo mystery calibrato e ipnotico, all’angosciante sfida di una donna contro le trappole della memoria, in cui amore e morte, passato e presente diventano oggetti concreti, inquilini reali di una casa fantasma le cui scale oscure attirano verso inquietanti finestre spalancate sul nulla.

Nuraxi di Barumini (Su)

Lilliu – che lo ha scoperto e scavato – e il giovane archeologo Zucca descrivono in questo volume uno dei complessi nuragici più grandi e importanti tra quelli conosciuti.
**

Molte vite, molti maestri

“Molte vite, molti Maestri” è uno di quei libri che fanno epoca. Uscito oltre vent’anni fa negli Stati Uniti, ha aperto nuovi scenari sulla nostra visione della vita dopo la morte. Nonostante gli scetticismi e le critiche, la storia di Catherine, paziente del dottor Weiss che durante una seduta di ipnosi rievoca ricordi di vite precedenti, ha imposto a tutti un dubbio difficile da liquidare, una speranza a cui si può credere. Questo enorme successo mondiale viene riproposto adesso in edizione speciale con una introduzione di Roberto Giacobbo, esperto di questioni ai confini della conoscenza e da anni amico e compagno di discussioni di Brian Weiss: “Quando si parla del ‘senso della vita’, ci si chiede innanzitutto cosa succeda dopo la morte. Secondo Weiss e le testimonianze dei suoi pazienti, lo spirito, o l’anima o la coscienza, continuerebbe a vivere, non morirebbe mai; fluttuerebbe sopra il corpo, ripercorrerebbe la vita appena vissuta, si ricaricherebbe di energia attraverso la luce, incontrerebbe la propria figura spirituale, i propri familiari e comincerebbe il suo percorso di apprendimento nell’aldilà. Un altro modo, senza dubbio rasserenante, di vedere la nostra esistenza terrena”. Introduzione di Roberto Giacobbo.

Le sabbie del tempo

Vittime della feroce vendetta di uno spietato colonnello in lotta contro gli indipendentisti baschi, quattro suore di clausura sono costrette a lasciare le mura protettive del convento. Ognuna di loro ha una storia, un segreto da nascondere, un pericolo da affrontare. In fuga attraverso la Spagna, terra di sangue e passione, scopriranno il prezzo dell’innocenza e della speranza. Impareranno a sopravvivere in un mondo ostile, fino a quando ciascuna di loro troverà il proprio destino. E scoprirà la propria verità.
**

Le migliori storie dell’orrore dal Magazine of Fantasy & Science Fiction

Uscito in Italia diviso in due volumi, dai titoli La Finestra e Tenebra Antica, Le Migliori Storie dell’Orrore dal “Magazine of Fantasy & Science Fiction”, è un’antologia curata da Edward L. Ferman e Anne Jordan che celebra il famoso Magazine con le più belle storie pubblicate: La finestra di Bob Leman, Insetti nell’ambra di Tom Reamy, Terra gratis di Charles Beaumont, Acque infide di Patricia Ferrara, La notte della tigre di Stephen King, Povero piccolo guerriero! di Brian W. Aldiss, Nina di Robert Bloch, Werewind (Il vento licantropo) di J. Michael Reaves, Il vestito di seta bianco di Richard Matheson, Gregory di Gladys di John Anthony West, Sul fiume, a Fontainebleau di Stephen Gallagher, Orgoglio di Charles L. Grant, Zanna di Edgar Pangborn, Glory di Ron Goulart, La casa degli insetti di Lisa Tuttle, Il guanto di Robert Aickman, Nata morta di Mike Conner, L’inferno di Balgrummo di Russell Kirk, Tenebra antica di Pamela Sargent, La notte del Bianco Bhairab di Lucius Shepard, Riti di recupero di Ian Watson, Test di Theodore L. Thomas, Il piccolo treno nero di Manly Wade Wellman e L’autopsia di Michael Shea.

La porta senza chiave

Ancora un’antologia della collana Il Meglio di Weird Tales, curata da Gianni Pilo. I Racconti presentati sono: LA VENDETTA DEI MORTI di A. Hyatt Verrill, LA PORTA SENZA CHIAVE di Seabury Quinn, IL CANTORE DELLE NEBBIE di Robert E. Howard, MUSICA MORTALE di A. W. Calder, LA MORTE DEL MAGO di Richard F. Seabright, IL DOTTOR BROCK di A. W. Derleth e M. Schorer, UN SOGNO DI BUBASTIS di Harvey W. Flink e IL REGALO DI JESSE BRENNAN di Stephen Grendon.

La notte del drivein

Dove sono le stelle? Perché chi si avvicina ai confini del drive-in muore orribilmente? E chi può avere interesse a tenere in ostaggio una folla istupidita, imbarbarita, inferocita, costretta oltretutto a vedere ininterrottamente “La notte dei morti viventi”? E la paura dilaga, anche al di qua degli schermi giganti su cui scorrono le immagini. Mentre in un primo momento a coloro che tentavano la fuga dal drive-in era riservata una fine orrenda, ora le cose sembrano andare diversamente: pare ci sia qualche temerario che possa varcare la soglia impenetrabile oltre la quale si vede solo il buio assoluto…

La marcia degli zombie

Altre sei storie tratte dal più famoso Magazine di tutti i tempi, e raccolte da Gianni Pilo: LA MARCIA DEGLI ZOMBIE di Thorp McClusky, LA MORTE DELL’ARTISTA di Felix Kowalewski, I DEMONI GRIGI di Bassett Morgan, L’OMBRA DI MELAS di Roger S. Vreeland, RICORDI di H.P. Lovecraft e AZEV AVEC di Austin Hall.