1441–1456 di 81282 risultati

La via dello zucchero

È l'ultimo romanzo della "Trilogia del Cairo", opera principale di Nagib Mahfuz, lo scrittore egiziano premio Nobel nel 1988. Si conclude con questo volume un affascinante trittico che è possibile comprendere e ammirare nelle sue parti singole ma che, nella complessiva grandiosità, esprime ancor meglio l'ispirazione e il talento dello scrittore egiziano. Il tema del romanzo è la città del Cairo: attraverso le sue strade più antiche e le sue nuove lusinghe da metropoli s'intrecciano sogni e nostalgie, fedi religiose e utopie politiche di vecchi e di giovani in un movimento di vita incessante che rende denso e struggente lo scorrere del tempo.

È l'ultimo romanzo della "Trilogia del Cairo", opera principale di Nagib Mahfuz, lo scrittore egiziano premio Nobel nel 1988. Si conclude con questo volume un affascinante trittico che è possibile comprendere e ammirare nelle sue parti singole ma che, nella complessiva grandiosità, esprime ancor meglio l'ispirazione e il talento dello scrittore egiziano. Il tema del romanzo è la città del Cairo: attraverso le sue strade più antiche e le sue nuove lusinghe da metropoli s'intrecciano sogni e nostalgie, fedi religiose e utopie politiche di vecchi e di giovani in un movimento di vita incessante che rende denso e struggente lo scorrere del tempo.

Only registered users can download this free product.

La Trilogia del Cairo Vol. 1. Tra i due palazzi

Originariamente pubblicata in arabo tra il 1956 e il 1957, la Trilogia narra la storia dell'Egitto attraverso gli occhi di una famiglia, dai primi anni del '900 al golpe militare che nel 1952 rovesciò il governo di Re Faruk e portò al potere Gamal Abd el Nasser. In questo primo romanzo, Mahfuz intreccia magistralmente la società cairota della fine del secolo con personaggi che sono allo stesso tempo obbedienti e meravigliosamente sensuali, le loro vite austere e affascinanti. Qui i rigorosi principi delle donne "rispettabili" e dei loro uomini sono osservati scrupolosamente, in contraddizione alla cultura notturna delle danzatrici del ventre e delle bevande alcoliche, tra la presenza delle forze inglesi e australiane al Cairo.

Originariamente pubblicata in arabo tra il 1956 e il 1957, la Trilogia narra la storia dell'Egitto attraverso gli occhi di una famiglia, dai primi anni del '900 al golpe militare che nel 1952 rovesciò il governo di Re Faruk e portò al potere Gamal Abd el Nasser. In questo primo romanzo, Mahfuz intreccia magistralmente la società cairota della fine del secolo con personaggi che sono allo stesso tempo obbedienti e meravigliosamente sensuali, le loro vite austere e affascinanti. Qui i rigorosi principi delle donne "rispettabili" e dei loro uomini sono osservati scrupolosamente, in contraddizione alla cultura notturna delle danzatrici del ventre e delle bevande alcoliche, tra la presenza delle forze inglesi e australiane al Cairo.

Only registered users can download this free product.

La Storia Segreta Del KGB

Dalla Rivoluzione d’Ottobre a Gorbaciov: la storia di una nazione, di un movimento e di un’idea che cercarono di vincere la loro battaglia anche con il contributo del più potente servizio segreto del XX secolo. La storia del KGB viene qui dettagliatamente ricostruita da due autori d’eccezione: Christopher Andrew, tra i più autorevoli esperti di intelligence mondiale, e Oleg Gordievskij, ex agente del KGB e poi collaboratore del MI6 britannico, offrono una prospettiva unica sulle vicende e i protagonisti dei servizi di spionaggio russi a partire dalle origini zariste, poi sotto Lenin e Stalin, durante la Seconda guerra mondiale e la Guerra fredda, fino agli anni della distensione e al crollo del blocco sovietico a partire dal 1989. Una ricerca approfondita e documentata, che illumina le strategie di intelligence dell’URSS e gli incarichi degli agenti del KGB in patria e in Occidente. Un’intrigante ricostruzione, ricca di rivelazioni su episodi e personaggi spesso sconosciuti ma che giocarono un ruolo cruciale negli eventi del Novecento.

Dalla Rivoluzione d’Ottobre a Gorbaciov: la storia di una nazione, di un movimento e di un’idea che cercarono di vincere la loro battaglia anche con il contributo del più potente servizio segreto del XX secolo. La storia del KGB viene qui dettagliatamente ricostruita da due autori d’eccezione: Christopher Andrew, tra i più autorevoli esperti di intelligence mondiale, e Oleg Gordievskij, ex agente del KGB e poi collaboratore del MI6 britannico, offrono una prospettiva unica sulle vicende e i protagonisti dei servizi di spionaggio russi a partire dalle origini zariste, poi sotto Lenin e Stalin, durante la Seconda guerra mondiale e la Guerra fredda, fino agli anni della distensione e al crollo del blocco sovietico a partire dal 1989. Una ricerca approfondita e documentata, che illumina le strategie di intelligence dell’URSS e gli incarichi degli agenti del KGB in patria e in Occidente. Un’intrigante ricostruzione, ricca di rivelazioni su episodi e personaggi spesso sconosciuti ma che giocarono un ruolo cruciale negli eventi del Novecento.

Only registered users can download this free product.

La sindrome di Atlantide

Tutte le ipotesi e le teorie che si sono accumulate fin dai tempi di Platone, e che tracciano un quadro chiaro e completo di ciò che Atlantide ormai rappresenta
Il nome e l’idea stessa di una terra chiamata Atlantide compaiono per la prima volta nei Dialoghi di Platone. Gli autori successivi che hanno parlato di questo ipotetico continente sommerso hanno sempre, nella sostanza, ripreso e commentato ciò che il filosofo greco aveva scritto prima di loro.
Sin dai tempi antichi molti cercarono di individuare dove si trovasse Atlantide e, dopo la scoperta dell’America, fiorirono le teorie di chi volle associare l’Atlantide di Platone con il nuovo continente, individuando in essa la fonte scomparsa delle civiltà americane. In un’epoca più vicina a noi, nel XIX secolo, lo scrittore francese Jules Verne descrive Atlantide come una sorta di città classica, molto simile all’Atene di Platone, non troppo lontana dalle Colonne d’Ercole, denominazione usata nel mondo greco-romano per lo Stretto di Gibilterra. Benché Platone attribuisse a un terremoto la scomparsa di Atlantide, molti pensarono invece a un vulcano come causa naturale della sua scomparsa. Nel tempo sono state poi formulate le più fantasiose teorie, nelle quali le meteore possono prendere il posto dei vulcani, o le isole caraibiche trovare la loro originaria ubicazione vicino all’Africa.
Questo libro esamina tutte le ipotesi che si sono accumulate fin dai tempi di Platone. Si occupa cioè della “Sindrome di Atlantide”, di quello strano fenomeno per il quale tutti sono affascinati dalla leggenda del continente perduto.
Paul Jordan
insegna Archeologia a Cambridge e, per molti anni, ha scritto e prodotto programmi televisivi su argomenti scientifici, storici e archeologici. Tra i suoi libri ricordiamo Early Man, The Face of the Past, Egypt the Black Land. Con la Newton Compton ha pubblicato Gli enigmi della Sfinge, Neandertal. L’origine dell’uomo e La sindrome di Atlantide.

Tutte le ipotesi e le teorie che si sono accumulate fin dai tempi di Platone, e che tracciano un quadro chiaro e completo di ciò che Atlantide ormai rappresenta
Il nome e l’idea stessa di una terra chiamata Atlantide compaiono per la prima volta nei Dialoghi di Platone. Gli autori successivi che hanno parlato di questo ipotetico continente sommerso hanno sempre, nella sostanza, ripreso e commentato ciò che il filosofo greco aveva scritto prima di loro.
Sin dai tempi antichi molti cercarono di individuare dove si trovasse Atlantide e, dopo la scoperta dell’America, fiorirono le teorie di chi volle associare l’Atlantide di Platone con il nuovo continente, individuando in essa la fonte scomparsa delle civiltà americane. In un’epoca più vicina a noi, nel XIX secolo, lo scrittore francese Jules Verne descrive Atlantide come una sorta di città classica, molto simile all’Atene di Platone, non troppo lontana dalle Colonne d’Ercole, denominazione usata nel mondo greco-romano per lo Stretto di Gibilterra. Benché Platone attribuisse a un terremoto la scomparsa di Atlantide, molti pensarono invece a un vulcano come causa naturale della sua scomparsa. Nel tempo sono state poi formulate le più fantasiose teorie, nelle quali le meteore possono prendere il posto dei vulcani, o le isole caraibiche trovare la loro originaria ubicazione vicino all’Africa.
Questo libro esamina tutte le ipotesi che si sono accumulate fin dai tempi di Platone. Si occupa cioè della “Sindrome di Atlantide”, di quello strano fenomeno per il quale tutti sono affascinati dalla leggenda del continente perduto.
Paul Jordan
insegna Archeologia a Cambridge e, per molti anni, ha scritto e prodotto programmi televisivi su argomenti scientifici, storici e archeologici. Tra i suoi libri ricordiamo Early Man, The Face of the Past, Egypt the Black Land. Con la Newton Compton ha pubblicato Gli enigmi della Sfinge, Neandertal. L’origine dell’uomo e La sindrome di Atlantide.

Only registered users can download this free product.

La scoperta del giardino della mente. Cosa ho imparato dal mio ictus cerebrale

«Ero in un mondo tra i mondi. Non riuscivo più a mettermi in rapporto con nessuno. eppure continuavo a vivere. Ero una stranezza, e non soltanto per chi mi circondava ma, dentro di me,
per me stessa.»
Jill Bolte Taylor ha trentasette anni, una laurea ad Harvard e un lavoro come neuroscienziata e ricercatrice universitaria quando, una mattina, un capillare esplode improvvisamente nell’emisfero sinistro del suo cervello provocandole un danno cerebrale esteso e devastante. Il suo percorso verso la completa guarigione è durato otto lunghissimi anni, nel corso dei quali ha potuto sperimentare la duplice veste di medico e paziente. E da questo insolito doppio ruolo ha ricavato spunti, consigli e suggerimenti terapeutici utili a chiunque sia rimasto vittima di un ictus o di un trauma cerebrale e a coloro che li curano e li circondano. Ma “La scoperta del giardino della mente” non è soltanto la cronaca dettagliata e diretta di una straordinaria ripresa fisica, è soprattutto la testimonianza di un’esperienza umana unica. Jill, infatti, non è più stata la stessa di prima: l’ictus, mettendo temporaneamente fuori gioco il preponderante e razionale emisfero sinistro, ha dato spazio alla creatività e alle sensazioni, emozioni e intuizioni proprie dell’emisfero destro; e oggi, pur continuando a occuparsi di ricerca, la neuroscienziata scrive, canta e realizza sculture in vetro colorato, felice di vivere e forte di una nuova pace inferiore.

«Ero in un mondo tra i mondi. Non riuscivo più a mettermi in rapporto con nessuno. eppure continuavo a vivere. Ero una stranezza, e non soltanto per chi mi circondava ma, dentro di me,
per me stessa.»
Jill Bolte Taylor ha trentasette anni, una laurea ad Harvard e un lavoro come neuroscienziata e ricercatrice universitaria quando, una mattina, un capillare esplode improvvisamente nell’emisfero sinistro del suo cervello provocandole un danno cerebrale esteso e devastante. Il suo percorso verso la completa guarigione è durato otto lunghissimi anni, nel corso dei quali ha potuto sperimentare la duplice veste di medico e paziente. E da questo insolito doppio ruolo ha ricavato spunti, consigli e suggerimenti terapeutici utili a chiunque sia rimasto vittima di un ictus o di un trauma cerebrale e a coloro che li curano e li circondano. Ma “La scoperta del giardino della mente” non è soltanto la cronaca dettagliata e diretta di una straordinaria ripresa fisica, è soprattutto la testimonianza di un’esperienza umana unica. Jill, infatti, non è più stata la stessa di prima: l’ictus, mettendo temporaneamente fuori gioco il preponderante e razionale emisfero sinistro, ha dato spazio alla creatività e alle sensazioni, emozioni e intuizioni proprie dell’emisfero destro; e oggi, pur continuando a occuparsi di ricerca, la neuroscienziata scrive, canta e realizza sculture in vetro colorato, felice di vivere e forte di una nuova pace inferiore.

Only registered users can download this free product.

La Ragazza Drago – 5. L’ultima battaglia

Nidhoggr, la malvagia viverna che un tempo cercò di distruggere l’equilibrio della natura, è tornato. Il sigillo che lo teneva imprigionato è stato infranto e il suo potere ha soggiogato la Terra intera, trasformando tutti gli uomini in mostri disposti a qualunque sacrificio per sconfiggere Sofia e gli altri Draconiani. La loro missione è trovare il frutto di Thuban, l’ultimo e il più importante dei cinque globi magici che faranno risplendere di nuova vita l’Albero del Mondo e riporteranno sulla Terra il regno di Draconia. Ma Ofnir, il nuovo alleato delle viverne, ha frantumato il frutto contro il sigillo per liberare il suo padrone, e i frammenti sono nascosti in tre luoghi misteriosi sparsi per l’Italia. Nell’ultima, fatale battaglia che Sofia dovrà combattere, ostacoli imprevisti si opporranno alla vittoria: i draghi che hanno sempre vissuto nel cuore dei suoi compagni rischieranno di svanire per sempre, e con loro il regno di Draconia.

Nidhoggr, la malvagia viverna che un tempo cercò di distruggere l’equilibrio della natura, è tornato. Il sigillo che lo teneva imprigionato è stato infranto e il suo potere ha soggiogato la Terra intera, trasformando tutti gli uomini in mostri disposti a qualunque sacrificio per sconfiggere Sofia e gli altri Draconiani. La loro missione è trovare il frutto di Thuban, l’ultimo e il più importante dei cinque globi magici che faranno risplendere di nuova vita l’Albero del Mondo e riporteranno sulla Terra il regno di Draconia. Ma Ofnir, il nuovo alleato delle viverne, ha frantumato il frutto contro il sigillo per liberare il suo padrone, e i frammenti sono nascosti in tre luoghi misteriosi sparsi per l’Italia. Nell’ultima, fatale battaglia che Sofia dovrà combattere, ostacoli imprevisti si opporranno alla vittoria: i draghi che hanno sempre vissuto nel cuore dei suoi compagni rischieranno di svanire per sempre, e con loro il regno di Draconia.

Only registered users can download this free product.

La prigioniera: dal palazzo reale alle carceri marocchine

Il destino di Malika Oufkir è la reclusione. Strappata alla famiglia a cinque anni, viene adottata dal re come compagna di giochi della principessa, nella gabbia dorata dell’harem di corte. Un giorno Malika lascia il palazzo e conosce, anche se solo per un attimo, l’ebbrezza della felicità. Ma nel 1972, un tentativo di colpo di stato in cui è coinvolto suo padre la porta ad essere rinchiusa in una sordida cella marocchina, dove resterà per vent’anni. Poi la liberazione e un ritorno alla vita, difficile come niente altro.

Il destino di Malika Oufkir è la reclusione. Strappata alla famiglia a cinque anni, viene adottata dal re come compagna di giochi della principessa, nella gabbia dorata dell’harem di corte. Un giorno Malika lascia il palazzo e conosce, anche se solo per un attimo, l’ebbrezza della felicità. Ma nel 1972, un tentativo di colpo di stato in cui è coinvolto suo padre la porta ad essere rinchiusa in una sordida cella marocchina, dove resterà per vent’anni. Poi la liberazione e un ritorno alla vita, difficile come niente altro.

Only registered users can download this free product.

La piramide di fuoco

“Le possibili definizioni di Machen sono assai meno importanti di certe singolarità che credo di percepire nella sua opera. Una è l’esistenza del Male, non come mera assenza del Bene, alla maniera di tante teodicee, ma come un’entità o una coalizione di entità che lotta incessantemente contro il suo opposto, e che ha la possibilità di vincere.”Jorge Luis Borges

“Le possibili definizioni di Machen sono assai meno importanti di certe singolarità che credo di percepire nella sua opera. Una è l’esistenza del Male, non come mera assenza del Bene, alla maniera di tante teodicee, ma come un’entità o una coalizione di entità che lotta incessantemente contro il suo opposto, e che ha la possibilità di vincere.”Jorge Luis Borges

Only registered users can download this free product.

La mossa del gatto

Segura non lo sa, ma è un uomo morto. Ha cercato di fregare Farrugia, e a Parigi tutti sanno che con il vecchio non si scherza. La valigetta con i diamanti, frutto del colpo a place Vendöme, ce l’ha lui. Ma prima che Farrugia riesca a vendicarsi, arriva qualcun altro a sbarazzarsi di Segura. E la valigetta sparisce.
Ingrid è l’ultima donna ad aver visto Segura. Ha quattro conti in quattro banche diverse, troppi per una semplice prostituta: tutti pensano che abbia lei la valigetta.
Diogene ha gli occhi chiari, ed è un killer. Non ha mai fatto nient’altro da quando aveva vent’anni. Diogene non è il suo vero nome, lo chiamano così perché è sempre alla ricerca di un uomo. Questa volta sta cercando una donna: Ingrid.
A Parigi i rapporti di forze nel mondo del crimine stanno cambiando, e lo scontro semina morti per la città. Per fermare tutto l’ispettore Lantier deve mettere le mani sulla valigetta e sulla ragazza prima degli altri, ma ignora che le due non viaggiano insieme.
Alla polizia c’è solo una persona che ne è al corrente, qualcuno che resta nell’ombra. È l’ispettore Katz, l’aria sorniona e lo scatto implacabile del felino di cui porta il nome. Katz è un uomo che ha fatto una scelta sbagliata, ma ha ancora una coerenza, e questo a molti dà fastidio. Soprattutto tra i colleghi. Per lui ora è il momento di regolare i conti. Lento e implacabile, sta tendendo i fili della sua trappola…
Pagan torna al noir con uno dei suoi capolavori. Un thriller complesso e stringente, preciso come un meccanismo a orologeria, dove la vera protagonista è ancora la Notte: quel sottile crepuscolo morale dove Bene e Male si confondono, quella lenta caduta dell’uomo nel baratro inevitabile della sconfitta.

Segura non lo sa, ma è un uomo morto. Ha cercato di fregare Farrugia, e a Parigi tutti sanno che con il vecchio non si scherza. La valigetta con i diamanti, frutto del colpo a place Vendöme, ce l’ha lui. Ma prima che Farrugia riesca a vendicarsi, arriva qualcun altro a sbarazzarsi di Segura. E la valigetta sparisce.
Ingrid è l’ultima donna ad aver visto Segura. Ha quattro conti in quattro banche diverse, troppi per una semplice prostituta: tutti pensano che abbia lei la valigetta.
Diogene ha gli occhi chiari, ed è un killer. Non ha mai fatto nient’altro da quando aveva vent’anni. Diogene non è il suo vero nome, lo chiamano così perché è sempre alla ricerca di un uomo. Questa volta sta cercando una donna: Ingrid.
A Parigi i rapporti di forze nel mondo del crimine stanno cambiando, e lo scontro semina morti per la città. Per fermare tutto l’ispettore Lantier deve mettere le mani sulla valigetta e sulla ragazza prima degli altri, ma ignora che le due non viaggiano insieme.
Alla polizia c’è solo una persona che ne è al corrente, qualcuno che resta nell’ombra. È l’ispettore Katz, l’aria sorniona e lo scatto implacabile del felino di cui porta il nome. Katz è un uomo che ha fatto una scelta sbagliata, ma ha ancora una coerenza, e questo a molti dà fastidio. Soprattutto tra i colleghi. Per lui ora è il momento di regolare i conti. Lento e implacabile, sta tendendo i fili della sua trappola…
Pagan torna al noir con uno dei suoi capolavori. Un thriller complesso e stringente, preciso come un meccanismo a orologeria, dove la vera protagonista è ancora la Notte: quel sottile crepuscolo morale dove Bene e Male si confondono, quella lenta caduta dell’uomo nel baratro inevitabile della sconfitta.

Only registered users can download this free product.

La medicina antica

La storia della medicina greca e romana è, insieme, una storia delle idee di salute e malattia, una storia delle pratiche di cura, una storia della religione, una storia archeologica dei luoghi e degli strumenti utilizzati per ottenere guarigione. Lo studio dei testi medici antichi offre, dunque, una prospettiva di indagine ampia e articolata sulle civiltà greca e romana, che permette, oltre la riflessione tecnica specialistica, di comprendere in che modo culture diverse ma profondamente integrate tra loro si siano relazionate con i temi della sofferenza del corpo, della malattia, della morte, della nascita, dell’imperfezione, della cura. In costante dialogo con il mito, la letteratura, la storiografia e la filosofia, la medicina antica è molto più di una tecnica di guarigione: è, essa stessa, tentativo di costruire un’immagine armonica del mondo, al di là delle epidemie, delle carestie, delle malattie inguaribili che costituiscono lo sfondo tormentato di una storia secolare.

La storia della medicina greca e romana è, insieme, una storia delle idee di salute e malattia, una storia delle pratiche di cura, una storia della religione, una storia archeologica dei luoghi e degli strumenti utilizzati per ottenere guarigione. Lo studio dei testi medici antichi offre, dunque, una prospettiva di indagine ampia e articolata sulle civiltà greca e romana, che permette, oltre la riflessione tecnica specialistica, di comprendere in che modo culture diverse ma profondamente integrate tra loro si siano relazionate con i temi della sofferenza del corpo, della malattia, della morte, della nascita, dell’imperfezione, della cura. In costante dialogo con il mito, la letteratura, la storiografia e la filosofia, la medicina antica è molto più di una tecnica di guarigione: è, essa stessa, tentativo di costruire un’immagine armonica del mondo, al di là delle epidemie, delle carestie, delle malattie inguaribili che costituiscono lo sfondo tormentato di una storia secolare.

Only registered users can download this free product.

La lega dei mondi ribelli

L’impero della Terra si estende attraverso una miriade di mondi, mondi antichi ma anche giovani e freschi e ribelli, disseminati nella sconfinata immensità degli spazi galattici. Un impero richiede forza e controllo: un impero diffuso attraverso gli anni luce è un impero destinato a sfaldarsi sotto la spinta di innumerevoli forze disgregatrici. Le colonie stellari più remote sono ansiose di affrancarsi dal gioco pesante del pianeta madre… che ha creato un’avida compagnia interstellare, la Multiplanetaria del Sole, per privare di ogni ricchezza i mondi dei pionieri. Ma la Lega delle Grandi Stelle decide di opporsi a queste spinte contraddittorie… e il nodo cruciale della situazione diventa una titanica stazione siderale situata nel sistema nel Sole di Pell, una colossale base cosmica nota nella Galassia umana come “la Porta dell’Infinito”. E in questa complessa partita a scacchi tra la Terra e la Confederazione dei Grandi Abissi, s’inserisce il fattore vitale della Lega dei Mondi Ribelli…

L’impero della Terra si estende attraverso una miriade di mondi, mondi antichi ma anche giovani e freschi e ribelli, disseminati nella sconfinata immensità degli spazi galattici. Un impero richiede forza e controllo: un impero diffuso attraverso gli anni luce è un impero destinato a sfaldarsi sotto la spinta di innumerevoli forze disgregatrici. Le colonie stellari più remote sono ansiose di affrancarsi dal gioco pesante del pianeta madre… che ha creato un’avida compagnia interstellare, la Multiplanetaria del Sole, per privare di ogni ricchezza i mondi dei pionieri. Ma la Lega delle Grandi Stelle decide di opporsi a queste spinte contraddittorie… e il nodo cruciale della situazione diventa una titanica stazione siderale situata nel sistema nel Sole di Pell, una colossale base cosmica nota nella Galassia umana come “la Porta dell’Infinito”. E in questa complessa partita a scacchi tra la Terra e la Confederazione dei Grandi Abissi, s’inserisce il fattore vitale della Lega dei Mondi Ribelli…

Only registered users can download this free product.

La guerra dei giganti

Thomas Covenant ha lasciato, suo malgrado, la Landa per fare ritorno alla sua “realtà” e alla sua condizione di lebbroso. La solitudine che lo opprime viene però scossa da una telefonata di sua moglie, che lo prova emotivamente al punto da renderlo nuovamente evocabile dai Signori della Rocca. Nella Landa sono trascorsi quarant’anni dalla sua precedente visita, e Covenant ritrova solo alcune delle persone che vi aveva conosciuto. Alla guida del Consiglio dei Signori c’è ora Elena, che Covenant scoprirà essere sua figlia, frutto della violenza su Lena. Ma la giovane non prova rancore verso di lui, e lo ha evocato perché salvi ancora una volta la Landa. La guerra contro Lord Inganno è infatti alle porte, e tutti sperano nell’aiuto dell’Oro Bianco per poter contrastare il potere della Pietra Portapena.

Thomas Covenant ha lasciato, suo malgrado, la Landa per fare ritorno alla sua “realtà” e alla sua condizione di lebbroso. La solitudine che lo opprime viene però scossa da una telefonata di sua moglie, che lo prova emotivamente al punto da renderlo nuovamente evocabile dai Signori della Rocca. Nella Landa sono trascorsi quarant’anni dalla sua precedente visita, e Covenant ritrova solo alcune delle persone che vi aveva conosciuto. Alla guida del Consiglio dei Signori c’è ora Elena, che Covenant scoprirà essere sua figlia, frutto della violenza su Lena. Ma la giovane non prova rancore verso di lui, e lo ha evocato perché salvi ancora una volta la Landa. La guerra contro Lord Inganno è infatti alle porte, e tutti sperano nell’aiuto dell’Oro Bianco per poter contrastare il potere della Pietra Portapena.

Only registered users can download this free product.

La freccia azzurra

Torna, con le illustrazioni di Nicoletta Costa, uno dei primi capolavori di Rodari. La Freccia Azzurra, bellissimo trenino esposto nella vetrina della Befana, cattura lo sguardo del piccolo Francesco, che vende caramelle in un cinema e non avrà mai i soldi per comprarlo. Anche i giocattoli, però, hanno un cuore, e la notte del 6 gennaio salgono sul trenino; iniziano cosi un avventuroso viaggio per raggiungere i bambini che li desiderano davvero. Rodari parlava di temi importanti con leggerezza, e il suo fantastico treno transita sui binari della solidarietà, tocca le stazioni dell’amicizia, corre verso un sorridente futuro.
Età di lettura: da 6 anni.

Torna, con le illustrazioni di Nicoletta Costa, uno dei primi capolavori di Rodari. La Freccia Azzurra, bellissimo trenino esposto nella vetrina della Befana, cattura lo sguardo del piccolo Francesco, che vende caramelle in un cinema e non avrà mai i soldi per comprarlo. Anche i giocattoli, però, hanno un cuore, e la notte del 6 gennaio salgono sul trenino; iniziano cosi un avventuroso viaggio per raggiungere i bambini che li desiderano davvero. Rodari parlava di temi importanti con leggerezza, e il suo fantastico treno transita sui binari della solidarietà, tocca le stazioni dell’amicizia, corre verso un sorridente futuro.
Età di lettura: da 6 anni.

Only registered users can download this free product.

La fiera delle vanità

La trama è incentrata sulla vita di due ragazze: l’una, Becky Sharp, disposta a tutto pur di farsi avanti nella vita; l’altra, Amelia Sedley, dolce e remissiva. Becky tenta dapprima di irretire il fratello di Amelia, poi, ostacolata nei suoi propositi, suscita la senile passione di un ricco signore che la vuole in moglie, ignorando che la ragazza è già segretamente sposata con uno dei suoi figli. La caratteristica che rende questo uno dei romanzi più importanti nella storia della letteratura inglese del XIX secolo è la presenza di una protagonista non più tutta virtù o vizio, ma una nuda realtà quotidiana in cui vale più il buon senso che un deviante sentimentalismo. **

La trama è incentrata sulla vita di due ragazze: l’una, Becky Sharp, disposta a tutto pur di farsi avanti nella vita; l’altra, Amelia Sedley, dolce e remissiva. Becky tenta dapprima di irretire il fratello di Amelia, poi, ostacolata nei suoi propositi, suscita la senile passione di un ricco signore che la vuole in moglie, ignorando che la ragazza è già segretamente sposata con uno dei suoi figli. La caratteristica che rende questo uno dei romanzi più importanti nella storia della letteratura inglese del XIX secolo è la presenza di una protagonista non più tutta virtù o vizio, ma una nuda realtà quotidiana in cui vale più il buon senso che un deviante sentimentalismo. **

Only registered users can download this free product.

La Doppia Elica

Il 25 aprile 1953 una breve paginetta sulla prestigiosa rivista «Nature» firmata da **James Watson** e **Francis Crick** chiariva definitivamente la **struttura a doppia elica del DNA** , la sostanza chimica che funge da messaggero della trasmissione genetica. Un passo decisivo per comprendere il funzionamento della molecola che racchiude il segreto della vita; una scoperta che ha posto le basi di nuove discipline come la genetica e la biologia molecolare, divenute oggi i settori più innovativi della ricerca scientifica. Quindici anni dopo, nel 1968, uno dei due autori di quell’articolo, insigniti nel 1962 del Nobel per la medicina, scandalizzò la comunità scientifica narrando in modo vivace e provocatorio i retroscena dell’avventura intellettuale che aveva portato alla clamorosa scoperta. Per la prima volta il mondo della ricerca scientifica appariva nella sua cruda realtà: pieno di luci e ombre, di simpatie e odi profondi, di rivalità e inganni. Questa edizione della ***Doppia elica*** ripropone lo «scandaloso» testo originale con una rassegna delle più interessanti reazioni che suscitò nel mondo scientifico.

Il 25 aprile 1953 una breve paginetta sulla prestigiosa rivista «Nature» firmata da **James Watson** e **Francis Crick** chiariva definitivamente la **struttura a doppia elica del DNA** , la sostanza chimica che funge da messaggero della trasmissione genetica. Un passo decisivo per comprendere il funzionamento della molecola che racchiude il segreto della vita; una scoperta che ha posto le basi di nuove discipline come la genetica e la biologia molecolare, divenute oggi i settori più innovativi della ricerca scientifica. Quindici anni dopo, nel 1968, uno dei due autori di quell’articolo, insigniti nel 1962 del Nobel per la medicina, scandalizzò la comunità scientifica narrando in modo vivace e provocatorio i retroscena dell’avventura intellettuale che aveva portato alla clamorosa scoperta. Per la prima volta il mondo della ricerca scientifica appariva nella sua cruda realtà: pieno di luci e ombre, di simpatie e odi profondi, di rivalità e inganni. Questa edizione della ***Doppia elica*** ripropone lo «scandaloso» testo originale con una rassegna delle più interessanti reazioni che suscitò nel mondo scientifico.

Only registered users can download this free product.