13937–13952 di 72802 risultati

Dylan Dog n. 298: Nella testa del killer

Buster, un pericoloso assassino seriale, ha rapito la famiglia di Lenny, minacciando di ucciderla se il mite uomo si dovesse rivolgere alla polizia. L’unica speranza di salvarla è chiedere l’aiuto di Dylan Dog che, in una disperata corsa contro il tempo, si getta sulle tracce del killer, noto come “il cacciatore di teste”. C’è un solo piccolo problema: Buster non è altri che la doppia personalità di Lenny!

Dylan Dog Color Fest n. 19: Favole nere

Favole nere
La ragazza che moriva ogni notte
Soggetto e sceneggiatura: Mauro Uzzeo
Disegni e colori: Alberto Pagliaro
Dylan Dog è chiamato a far luce su uno dei casi più enigmatici che gli siano capitati: scoprire come sia possibile che la notte Kora muoia, per ritrovarsi perfettamente viva e vegeta il mattino dopo.
Regina di polvere e stracci
Soggetto e sceneggiatura: Federico Rossi Edrighi
Disegni: Isabella Mazzanti
Colori: Annalisa Leoni
Nel cuore di Londra c’è luogo magico, dove vive una Corte che ricorda i colori dimenticati dalla città. E la Regina di questa Corte, la piccola Maeve, ingaggia Dylan perché difenda il suo Regno dai mostri che lo assediano.
Il messaggio della luna
Soggetto, sceneggiatura, disegni, colori: Nicolò Pellizzon
Cosa collega una serie di suicidi avvenuti in un collegio femminile, sul quale grava un’opprimente cappa di angoscia? Spetta all’Indagatore dell’Incubo il compito di sciogliere il mistero.

DIABOLIK (6): L’assassino fantasma

Pinon, un falsario, esce di prigione dopo aver scontato una condanna, e l’unica cosa a cui pensa è rivedere Nanà, la sua donna. Non riesce a trovarla, ed è pieno di inquietudine e gelosia quando rientra nella sua baracca. Qui gli capita una cosa sconvolgente: percepisce la presenza di qualcuno¿ non fa neppure in tempo ad articolare un pensiero, che vede un pugnale saettare davanti ai suoi occhi, sente il gelo della lama che si appoggia sulla sua gola. Una voce dal buio della notte gli dice che Diabolik ha bisogno di lui.

DIABOLIK (43): La cella della morte

Trucchi, strani e complicati marchingegni: la fantasia e l’astuzia di Diabolik per portare a termine un colpo sono eccezionali. Sembra che per il re del terrore davvero non ci siano limiti. Ma a volte il suo acerrimo nemico, l’ispettore Ginko, riesce a averla vinta e arrestare il grande criminale. Ecco allora, in questa avventura, Diabolik rinchiuso nella cella della morte in cima a un torrione irragiungibile. Eva Kant è stravolta dall’angoscia e vorrebbe morire con lui, ma all’improvviso ricorda le parole del suo compagno: “la mia complice non può perdere la testa”.

DIABOLIK (10): L’impiccato

Tanti uomini corrono ad applaudire la bellissima ballerina Sonia Vaneska, tanti si innamorano di lei. Ma Sonia sembra aver dato il suo cuore al giovane conte Maurizio Duvall. La ricchissima famiglia dei Duvall accusa Sonia di volersi sposare con Maurizio solo per mettere le mani sul suo denaro. Avviene un omicidio, poi un secondo¿ ed è l’ispettore Ginko ad occuparsi del caso. E a scoprire che il “grande tessitore” di tutto l’intrigo è lui, Diabolik. Ma sotto quali spoglie si nasconde questa volta il grande criminale?

Coach Wooden and me. 50 anni di amicizia dentro e fuori dal campo

All’età di 18 anni Lew Alcindor da New York approda a Los Angeles, a Ucla, alla corte di John Wooden, allenatore del Midwest con la fama di essere un vincente. Tra i due nasce un rapporto di stima che, nel corso degli anni, diventerà un’amicizia tra le più durature della storia dello sport. La forza di questo legame è conservata in due foto scattate nello stesso luogo a 41 anni di distanza una dall’altra. Nella prima, un allenatore bianco indica a un ragazzo nero di due metri e venti come si sta in campo. Nella seconda, lo stesso allenatore, quasi centenario, si appoggia a quel ragazzo, ormai uomo e noto con il nome di Kareem Adbul-Jabbar, per uscire dal campo. Ricco di aneddoti, di affetto e di basket, il libro ripercorre le tappe di una storia eccezionale. Le pagine ci portano nel mondo dell’Ncaa e negli anni dei Lakers, passando dalle rivolte giovanili degli anni sessanta alla conversione di Jabbar, dal rapporto con Muhammad Ali e Bruce Lee a quello con i compagni di squadra, dalla lotta alla discriminazione, all’America dei nostri giorni.
**

Break Blade 1

Esiste un mondo in cui la gente nasce naturalmente dotata di magia. Intrisa di magia. Nel continente di Cruzon questo è la normalità. Perciò è anormale chiunque non sia dotato di alcun potere magico, e dunque additato dagli altri come ‘diverso’. Lygatto è una di queste persone, e il suo destino sta per compiersi sullo sfondo della guerra tra il Regno di Krishna e le forze invasive di Athens: solo un essere privo di qualsiasi connessione al flusso magico e ai cristalli del potere ha il permesso di attivare un enorme robot di antichissima origine, e pilotarlo per porre fine al conflitto prima che tutto sia perduto!

Black Jack 24

Con Black Jack [Burakku Jakku], 1973, Tezuka ritorna alla giovanile passione per la medicina: il protagonista è un misterioso e abilissimo medico chirurgo senza licenza. Scrive Tezuka: «Il nome Black Jack indica un bicchiere di metallo (una volta di legno), ma ha anche il significato di bandiera pirata, contrassegnata con uno scheletro. Ho scelto questo paragone con i pirati perché il protagonista dell’opera arraffa soldi e taglia a pezzi brutalmente con il bisturi. Non ha attinenza con l’omonimo gioco di carte.» Black Jack si presenta come un cinico e approfittatore, un genio della chirurgia che opera solo per denaro, ma poi è sempre pronto a proteggere e aiutare i deboli e i bisognosi, mettendosi contro i potenti e i meschini. Questa edizione italiana riprende la versione integrale in 25 volumi apparsa in Giappone presso Akita Shoten a partire dal maggio 1974, la quale, essendo la più rispettosa dell’ordine cronologico di pubblicazione degli episodi su rivista, permette di seguire al meglio l’evoluzione del personaggio.

Berserk

Berserk è la storia di Gatsu, un trovatello che viene allevato da un condottiero di ventura. iniziato alle arti militari già a 6 anni diviene ben presto un guerriero molto forte che, nonostante proposte di carriera molto “allettanti” che lo porterebbero a non vivere più il terrore della morte, sogno di ogni poveretto che disgraziatamente si guadagna da vivere come mercenario, decide di vagare di battaglia in battaglia. si unisce ad un gruppo mercenario capitanato da un ragazzo non di nobili origini, Grifis, che lo sconfigge in duello conquistando così la sua vita (“tu mi appartieni, deciderò io quando morirai”)…

Ayako 2

Realizzato nel 1972, Ayako è forse la più importante opera storico-sociale di Osamu Tezuka. Ambientato nell’immediato dopoguerra, il racconto è imperniato sul tragico destino della piccola Ayako, vittima del clima che regna in seno alla famiglia Tenge – una casata di latifondisti che detta legge nello Yodoyama, remota regione a nord di Tokyo – alle prese con la riforma agraria imposta dalla potenza statunitense. Sullo sfondo, le vaste lotte sociali che attraversano in quegli anni il Paese, in particolare le forti sommosse, di cui Tezuka ricostruisce molto attentamente la dinamica, seguite all’ondata di licenziamenti abbattutasi sui lavoratori delle ferrovie nipponiche. Un’opera drammatica, permeata dalla profonda e diretta conoscenza storica dell’epoca che ritrae, in cui si esprimono al meglio le straordinarie doti di sceneggiatore e la particolare sensibilità sociale del suo autore.

L’assassino fantasma

Quando Pinon, un falsario, esce di prigione dopo aver scontato una condanna, rientra nella sua baracca, sente il gelo di una lama sulla sua gola. Una voce dal buio gli dice che Diabolik ha bisogno di lui.

Arms 11

La strada per ritrovare l’umanità perduta è lunga per Ryo Takatsuki, Hayato Shingu e Takeshi Tomoe. Molti sono i misteri che si celano dietro i progetti dell’Egrigori, molte le domande a cui i tre Arms non hanno risposto. Dopo essersi salvato da Gallows Bell, il gruppo capitanato da Kei Kuruma si muove alla ricerca della giovane Katsumi, la “gemella” di Kei. Di Kyoichi Nanatsuki e Ryoji Minagawa.

Almanacco della Paura 1996 – Dylan Dog: Il mondo perduto

Dylan Dog in una storia inedita di 94 pagine: “Il mondo perduto”. Annata horror: tutto su film, libri, video e dischi. Mario Bava: lo stregone del cinema italiano. I libri al sangue di Clive Barker. Gli incubi magici di Dino Battaglia. 176 pagine di Spettri e Terrore!
Walter Watson conduce un’esistenza soffocata dalla normalità. Dentro la sua mente, sta nascendo una rivolta silenziosa, si accumulano le energie della follia, pronte a esplodere in una carneficina. Loro sono dappertutto, lo assediano con i loro tentacoli viscidi, sono mostri e cadaveri che bisogna combattere con ogni mezzo… Walter deve fuggire verso un altro mondo e soltanto Dylan Dog può mostrargli la strada!