13617–13632 di 75864 risultati

Come capita la vita

**DUE GIOVANI DONNE, DUE DESTINI CHE S’INTRECCIANO, E UN’AMICIZIA CHE AIUTA A COSTRUIRE UNA NUOVA VITA, DI CUI ANDARE FIERE.**
Cecilia è una giovane donna che ha rinunciato a sognare. Amava l’arte, desiderava dipingere, esporre le sue opere, sperava di lasciare un segno. Ma ben presto le velleità artistiche hanno fatto posto a desideri più concreti, come trovare un lavoro con cui mantenersi senza pesare sulle spalle di sua madre. E spesso le scelte di necessità costringono ad abbandonare la strada del cuore. Vera è una ragazza minuta, con occhi innocenti e mani da bambina. Dietro a quell’aspetto apparentemente fragile nasconde un coraggio da combattente, quello con cui ha sconfitto il cancro e con cui è capace di affrontare un’intera platea di ascoltatori, scuotendo con la sua testimonianza le loro certezze sull’esistenza. Le sue parole, una sera, sono come uno schiaffo per Cecilia, che da anni vive una vita in cui non si riconosce più, prigioniera anche di un matrimonio che la lascia costantemente in ombra e che l’ha allontanata ancora di più dai suoi sogni. Quando sente per caso quella sconosciuta parlare della sfida di reinventarsi tutti i giorni, per ricostruire una vita di cui essere orgogliosa, Cecilia prova una scossa, che la risveglia finalmente dal suo torpore. L’incontro casuale tra Vera e Cecilia è l’inizio di un’amicizia speciale. Due anime affini che si riconoscono, la resilienza e la leggerezza che si completano. Da quel momento saranno inseparabili, l’una pronta a sostenere l’altra, di fronte alle scelte più difficili, ai cambi di rotta del destino, alle salite, alle discese e alle pazzie. Perché «ci sono amici che diventano famiglia ed è uno dei doni più belli che la vita possa farci». **
### Sinossi
**DUE GIOVANI DONNE, DUE DESTINI CHE S’INTRECCIANO, E UN’AMICIZIA CHE AIUTA A COSTRUIRE UNA NUOVA VITA, DI CUI ANDARE FIERE.**
Cecilia è una giovane donna che ha rinunciato a sognare. Amava l’arte, desiderava dipingere, esporre le sue opere, sperava di lasciare un segno. Ma ben presto le velleità artistiche hanno fatto posto a desideri più concreti, come trovare un lavoro con cui mantenersi senza pesare sulle spalle di sua madre. E spesso le scelte di necessità costringono ad abbandonare la strada del cuore. Vera è una ragazza minuta, con occhi innocenti e mani da bambina. Dietro a quell’aspetto apparentemente fragile nasconde un coraggio da combattente, quello con cui ha sconfitto il cancro e con cui è capace di affrontare un’intera platea di ascoltatori, scuotendo con la sua testimonianza le loro certezze sull’esistenza. Le sue parole, una sera, sono come uno schiaffo per Cecilia, che da anni vive una vita in cui non si riconosce più, prigioniera anche di un matrimonio che la lascia costantemente in ombra e che l’ha allontanata ancora di più dai suoi sogni. Quando sente per caso quella sconosciuta parlare della sfida di reinventarsi tutti i giorni, per ricostruire una vita di cui essere orgogliosa, Cecilia prova una scossa, che la risveglia finalmente dal suo torpore. L’incontro casuale tra Vera e Cecilia è l’inizio di un’amicizia speciale. Due anime affini che si riconoscono, la resilienza e la leggerezza che si completano. Da quel momento saranno inseparabili, l’una pronta a sostenere l’altra, di fronte alle scelte più difficili, ai cambi di rotta del destino, alle salite, alle discese e alle pazzie. Perché «ci sono amici che diventano famiglia ed è uno dei doni più belli che la vita possa farci».
### Dalla seconda/terza di copertina
Elisabetta Cirillo, nata a Brescia nel 1986, si è laureata in Lingue presso l’Università Cattolica della sua città. Sin dall’adolescenza ha viaggiato molto, grazie al suo percorso di studi e alle attività famigliari, vivendo alcuni mesi in Nuova Zelanda e in Sudafrica, e a lungo a Mosca e New York – città, quest’ultima, che è la sua seconda casa e dove ha scoperto la passione per lo yoga. Nel 2014

Le colpe della notte

La sera in cui i suoi genitori sono morti, Cristian è uscito di casa sbattendo la porta, arrabbiato con il mondo. Non avrebbe mai immaginato cosa lo aspettava al suo ritorno: un lago di sangue sul pavimento della cucina e la pistola d’ordinanza stretta tra le dita di suo padre. Un omicidio suicidio, gli hanno detto. E poi lo hanno spedito al sud, a Castellaccio, nella casa famiglia di Flavio, che continua a salvare ragazzini dal buio in cui a volte vengono risucchiati.Davvero il padre di Cristian ha ucciso la madre e poi si è tolto la vita? Qualcosa di oscuro sembra nascondersi dietro quello che apparentemente è un inspiegabile delitto e Damiano, lo Sciacallo, inizia la sua indagine personale, trovandosi come sempre a scavare fino alle radici del male.Mentre prova a rimettere insieme i pezzi della sua vita, Cristian conoscerà il dolore, l’amicizia, la paura, e comprenderà che alcune ferite non si rimarginano mai. Come quelle di Girolamo, un maresciallo dei carabinieri in pensione, ossessionato dall’Uomo del Salice e dalla scomparsa di una bambina avvenuta negli anni ottanta.Il nuovo thriller mozzafiato dell’autore acclamato anche dal Sunday Times, come una delle rivelazioni degli ultimi anni a livello internazionale. **
### Sinossi
La sera in cui i suoi genitori sono morti, Cristian è uscito di casa sbattendo la porta, arrabbiato con il mondo. Non avrebbe mai immaginato cosa lo aspettava al suo ritorno: un lago di sangue sul pavimento della cucina e la pistola d’ordinanza stretta tra le dita di suo padre. Un omicidio suicidio, gli hanno detto. E poi lo hanno spedito al sud, a Castellaccio, nella casa famiglia di Flavio, che continua a salvare ragazzini dal buio in cui a volte vengono risucchiati.Davvero il padre di Cristian ha ucciso la madre e poi si è tolto la vita? Qualcosa di oscuro sembra nascondersi dietro quello che apparentemente è un inspiegabile delitto e Damiano, lo Sciacallo, inizia la sua indagine personale, trovandosi come sempre a scavare fino alle radici del male.Mentre prova a rimettere insieme i pezzi della sua vita, Cristian conoscerà il dolore, l’amicizia, la paura, e comprenderà che alcune ferite non si rimarginano mai. Come quelle di Girolamo, un maresciallo dei carabinieri in pensione, ossessionato dall’Uomo del Salice e dalla scomparsa di una bambina avvenuta negli anni ottanta.Il nuovo thriller mozzafiato dell’autore acclamato anche dal Sunday Times, come una delle rivelazioni degli ultimi anni a livello internazionale.

Il Collegio

Il detective Stephen Moran lavora ai Casi Freddi con un unico obiettivo, entrare a far parte della Omicidi della polizia di Dublino. Quello che gli serve è soltanto un’occasione e quando Holly Mackey si presenta nel suo ufficio, sembra che quel momento sia arrivato. Holly ha nuove informazioni sul caso di un ragazzo trovato ucciso l’anno prima nel collegio piú prestigioso d’Irlanda. L’indagine, subito riaperta, viene affidata a Moran e Conway, una collega tutt’altro che facile da gestire. Gli indizi portano alla scuola di Holly, alla vita segreta delle ragazze. Ben presto, Moran si troverà invischiato in una rete di gelosie, violenze e misteri. «Intelligente, crudo, volgare e perverso un attimo prima, e profondamente, sinceramente drammatico subito dopo».
**The New York Times Book Review**

Codice penale 2019

Con le più recenti pronunce della Corte Costituzionale e i principali nuovi provvedimenti di cui si è tenuto conto Misure per il contrasto dei reati contro la pubblica ammini- strazione, nonché in materia di prescrizione del reato e in materia di trasparenza dei partiti politici (Legge approvata il 18 dic. 2018, in attesa di pubblicazione) L. 1° dic. 2018, n. 132: Conversione del D.L. 4 ott. 2018, n. 113, recante disposizioni in materia di protezione interna- zionale, immigrazione, sicurezza pubblica e destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità D.lgs. 2 ott. 2018, n. 124: Riforma dell’ordinamento peni- tenziario in materia di vita detentiva e lavoro penitenziario D.lgs. 2 ott. 2018, n. 123: Riforma dell’ordinamento peni- tenziario in attuazione della delega di cui alla L. 103/2017 D.lgs. 10 ago. 2018, n. 107: Norme di adeguamento alle disposizioni del regolamento UE n. 596/2014, relativo agli abusi di mercato D.lgs. 10 ago. 2018, n. 104: Attuazione della direttiva UE 2017/853 relativa al controllo dell’acquisizione e della detenzione di armi D.lgs. 10 ago. 2018 n. 101: Protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali

Codice DNA

Abbazia di Fossanova, XIII secolo. Nel 1274, mentre si stava recando al concilio di Lione su incarico di papa Gregorio X, Tommaso d’Aquino morì nell’abbazia cistercense di Fossanova. Circolarono voci, non confermate da prove, che fosse stato avvelenato dai sicari di Carlo I d’Angiò.
E se la verita’ fosse un’altra? Tra le pagine di questo racconto, l’autrice ha dato libero sfogo alla sua fantasia…

Ciò che possiamo fare

Una donna. Che nasce ebrea e muore in quanto ebrea e sarà santificata dalla Chiesa cattolica. Che diventa l’allieva prediletta di uno dei più grandi filosofi del Novecento e a cui verrà negata la carriera accademica. Che si impegna per i diritti delle donne e si farà suora di clausura.
Una vita sempre in prima linea: dalle aule universitarie agli ospedali da campo della Prima guerra mondiale, dalla scelta appassionata della conversione all’orrore di Auschwitz. Edith Stein è un luminosissimo enigma, una storia di una chiarezza cristallina che getta ombre in ogni direzione, mutevoli. Che in qualche modo riassume il Novecento e parla di noi, al punto da essere divenuta patrona di tutta l’Europa come santa Teresa Benedetta dalla Croce.
Lella Costa si confronta con Edith in un libro che ne ripercorre la parabola umana e si misura con il suo pensiero, un ideale dialogo a distanza tra due donne di buona volontà: diversissime, ma alleate per tutto ciò che conta. Per il pensiero, nell’era dell’ignoranza. Per le donne, nel tempo delle discriminazioni. Per le appartenenze che fondano e nutrono l’Europa, nella tempesta del populismo.
La voce di Edith Stein oggi ci parla ancora: dell’Olocausto ancora possibile, della pace conquistata a caro prezzo, dell’accoglienza e del coraggio più che mai necessari. **
### Sinossi
Una donna. Che nasce ebrea e muore in quanto ebrea e sarà santificata dalla Chiesa cattolica. Che diventa l’allieva prediletta di uno dei più grandi filosofi del Novecento e a cui verrà negata la carriera accademica. Che si impegna per i diritti delle donne e si farà suora di clausura.
Una vita sempre in prima linea: dalle aule universitarie agli ospedali da campo della Prima guerra mondiale, dalla scelta appassionata della conversione all’orrore di Auschwitz. Edith Stein è un luminosissimo enigma, una storia di una chiarezza cristallina che getta ombre in ogni direzione, mutevoli. Che in qualche modo riassume il Novecento e parla di noi, al punto da essere divenuta patrona di tutta l’Europa come santa Teresa Benedetta dalla Croce.
Lella Costa si confronta con Edith in un libro che ne ripercorre la parabola umana e si misura con il suo pensiero, un ideale dialogo a distanza tra due donne di buona volontà: diversissime, ma alleate per tutto ciò che conta. Per il pensiero, nell’era dell’ignoranza. Per le donne, nel tempo delle discriminazioni. Per le appartenenze che fondano e nutrono l’Europa, nella tempesta del populismo.
La voce di Edith Stein oggi ci parla ancora: dell’Olocausto ancora possibile, della pace conquistata a caro prezzo, dell’accoglienza e del coraggio più che mai necessari.

La chimica del cancro: Perché gli umani non dovrebbero mangiare carne

Qui consideriamo come il cancro ha origine da un punto di vista organico. Il che significa che questa è un’affettazione che creiamo da soli, dal momento in cui cominciamo a consumare carni di qualsiasi tipo. A causa delle cellule di origine animale si genera l’acido urico consumato, che acidifica il nostro sangue, mentre le proteine della carne ingerita producono un effetto metilazione, che lascia un eccesso di omocisteina nelle nostre cellule sane, costringendole a mutare. **

Chicago – Edizione Italiana

**Il primo romanzo da oltre vent’anni del «migliore scrittore americano della sua generazione» ( *Sunday Mail* ).** **Chicago** a cavallo fra gli **anni Venti e Trenta** : una città divisa fra il **North Side** controllato dagli irlandesi e il **South Side** di **Al Capone** ; sullo sfondo, i vizi e le perversioni dell’alta società, la corruzione dei politici. **Mike Hodge** , veterano della Prima guerra mondiale e giornalista di cronaca al Tribune, e i suoi colleghi fanno un quotidiano sfoggio di cinismo e si mantengono fedeli al voto fatto alla Verità, per quanto essa sia quasi sempre impubblicabile; e si danno, come tutti, a colossali bevute di alcol di contrabbando. Ma quando Mike si troverà coinvolto nell’assassinio della donna che ama, la sua vita e il fragile equilibrio su cui si reggeva verranno travolti… **David Mamet** ci catapulta nell’America di cento anni fa con una naturalezza stupefacente. Raffiche di dialoghi spumeggianti, un’incredibile galleria di personaggi memorabili, invenzioni narrative brillanti, una cura dei dettagli che sfida l’attenzione del lettore.  *Chicago*  è un romanzo da divorare, un giallo, un noir, ma anche molto di più: una giostra di passioni che possono sconvolgere la vita di un uomo, amore e desolazione, colpa e vendetta, perdizione e riscatto. Mamet si conferma un autentico Maestro della parola: è impossibile non farsi trascinare, impossibile resistere al vortice frenetico di  *Chicago*.

Un cavaliere tutto suo

Nel tentativo disperato di evitare un matrimonio imposto con il Barone di Warbrooke, il cavaliere più temuto d’Inghilterra, Lady Linnet di Ardenwood assolda il pericoloso mercenario William de Ros perché l’aiuti a fuggire in convento.
A sua insaputa, de Ros in realtà è proprio il nuovo Barone di Warbrooke e d’accordo con il protettivo nonno di Linnet ha solo una settimana per farle la corte e conquistarla. Se solo sapesse come fare a corteggiare una dama…
Dall’autrice Jill Barnett, più volte in vetta alle classifiche del New York Times e già pubblicata in precedenza da Mondadori, ecco un racconto incantevole ancora inedito in Italia.

Il cammino del Giappone. Shikoku e gli 88 templi

«Il miglior modo per continuare a sognare è camminare.» La scoperta del Paese del Sol Levante e del Cammino del Giappone, un percorso circolare di 1200 chilometri nell’isola di Shikoku. Lungo questo itinerario, che si snoda tra città e zone rurali, tra risaie e foreste di cedri secolari, si incontrano gli 88 templi del Buddhismo della «Parola Vera», il Buddhismo Shingon. Questo diario ripercorre tutta l’avventura, il viaggio dentro il viaggio, di un pellegrino, un Ohenro, sulle tracce di K?b? Daishi, il monaco asceta che divulgò la nuova religione segnando radicalmente storia e cultura dell’intero Paese. Pagine che raccontano usi e abitudini di un popolo antico e rispettoso, ricche di preziosi consigli su come affrontare questo nuovo itinerario. Buon cammino verso il tempio 88. **

Caleidoscopio: Tra le braccia di Oliver

La venticinquenne Angie è tornata nel piccolo paese di Hawes, nello Yorkshire, per affrontare uno dei periodi più difficili della sua vita. Proprio nel momento più buio incontra l’affascinante Oliver che la aiuterà a vedere le cose da una prospettiva diversa e la farà sentire la donna più desiderata del mondo. Tra i due l’intesa mentale e sessuale sarà massima.
Racconto colmo di romanticismo e poesia ma allo stesso tempo dell’erotismo più sfrenato che riscalderà la vostra notte! Attenzione, contiene scene di sesso esplicito
Estratto:
“Ma c’è qualcosa in lui, semplice ed elegante come la bellezza dei cervi, sincera come la bramosia dei lupi, che fa sì che mi fidi. Lo bacio. Lui non si aspetta evidentemente un primo passo da parte mia e rimane un attimo sorpreso. Lo guardo. Poi chiude gli occhi e appoggia nuovamente le sue labbra carnose sulle mie. Assaporo il gusto di quelle labbra vermiglie che mi ricordano tanto le ciliegie che abbiamo colto ieri notte…” **
### Sinossi
La venticinquenne Angie è tornata nel piccolo paese di Hawes, nello Yorkshire, per affrontare uno dei periodi più difficili della sua vita. Proprio nel momento più buio incontra l’affascinante Oliver che la aiuterà a vedere le cose da una prospettiva diversa e la farà sentire la donna più desiderata del mondo. Tra i due l’intesa mentale e sessuale sarà massima.
Racconto colmo di romanticismo e poesia ma allo stesso tempo dell’erotismo più sfrenato che riscalderà la vostra notte! Attenzione, contiene scene di sesso esplicito
Estratto:
“Ma c’è qualcosa in lui, semplice ed elegante come la bellezza dei cervi, sincera come la bramosia dei lupi, che fa sì che mi fidi. Lo bacio. Lui non si aspetta evidentemente un primo passo da parte mia e rimane un attimo sorpreso. Lo guardo. Poi chiude gli occhi e appoggia nuovamente le sue labbra carnose sulle mie. Assaporo il gusto di quelle labbra vermiglie che mi ricordano tanto le ciliegie che abbiamo colto ieri notte…”

Bugie sepolte

« *Kristina Ohlsson è l’astro nascente del crime scandinavo* »
**Sunday Times** « *Tra i migliori autori svedesi* »
**Los Angeles Times Magazine** « *Kristina Ohlsson affiancherà Jo Nesbø nella lista degli autori imperdibili* »
**Booklist** « *Uno dei migliori crime dell’anno* »
**Dagens Nyheter** « *Un thriller che arriva nei più oscuri meandri della società* »
**The Telegraph** A **Martin Benner** non manca nulla. È un **avvocato in carriera** , le donne fanno la fila per lui, la sua vita è una scalata verso il successo. Ma più in cima si sale, più vertiginosa è la caduta e Benner fa il primo passo nel precipizio quando Bobby T varca la soglia del suo ufficio. Quell’uomo dall’aspetto inquietante vuole ingaggiare Martin per scagionare sua sorella Sara: un’assassina che ha confessato cinque efferati omicidi.
**Ma come si fa a riabilitare un serial killer?** Soprattutto quando l’assassina in questione, Sara, si è uccisa buttandosi da un ponte? Benner ha un debole per le sfide e accetta di lavorare sul caso, che da Stoccolma lo porta fino all’arido Texas. L’indagine condurrà Martin in un gioco malvagio dove nessuno sembra volere – o potere – dire la verità, un gioco da cui non può più ritirarsi perché la posta è la sua stessa vita.
**Kristina Ohlsson** scava nel mondo patinato e venefico dei soldi e del potere con un protagonista insolito, cinico e irriverente. ***Bugie sepolte* è il primo volume di un dittico thriller che ha conquistato il Nord Europa ed è in corso di traduzione in sedici Paesi.**

Bugiardo

Coinvolto in un’indagine su persone scomparse in alcuni ambienti gay-leather, Nicholas conosce Jamie, un ragazzo di 25 anni che lavora come commesso in un sexyshop.
Inizialmente interessato a lui come semplice informatore, Nicholas ne rimarrà presto coinvolto, ben oltre le sue aspettative, scoprendo un lato del suo essere che non conosceva.
Ma qualcuno li sta controllando ed è pronto ad agire… **
### Sinossi
Coinvolto in un’indagine su persone scomparse in alcuni ambienti gay-leather, Nicholas conosce Jamie, un ragazzo di 25 anni che lavora come commesso in un sexyshop.
Inizialmente interessato a lui come semplice informatore, Nicholas ne rimarrà presto coinvolto, ben oltre le sue aspettative, scoprendo un lato del suo essere che non conosceva.
Ma qualcuno li sta controllando ed è pronto ad agire…

Brivido Sotto Pelle

Nicola Conte, detto Ice, è scontroso, irascibile e dal carattere molto difficile. Tuttavia non ha bisogno di essere diverso perché è un bodyguard. Il suo compito è evitare che i propri clienti vengano ammazzati non fare loro da baby-sitter.
Questo finché non incontra la giovane Elizabeth Giordano, sexy e conturbante quanto ingenua e timida. Ice ne è incredibilmente attratto, ma è anche consapevole che lei è diversa dalle numerose donne con cui si intrattiene… Troppo diversa. Lei è una di quelle ragazze che cercano il “per sempre”, mentre Ice non crede nemmeno nell’amore.
Elizabeth è scioccata quando, dopo aver ricevuto delle minacce, si ritrova come guardia del corpo lo stesso uomo che l’ha quasi spogliata durante una serata di gala; ma è ancora più turbata quando si accorge che lui ha eretto una barriera di ghiaccio tra loro. Accusandola di essere solo una mocciosa, non fa che ferirla e mortificarla.
Ma cosa può il ghiaccio contro il divampare di un incendio? Cosa può la ragione contro il desiderio che si accende quando i loro corpi si sfiorano?
Eppure cedere è un pericolo per entrambi soprattutto nel momento in cui le minacce a Elizabeth diventano qualcosa di ben più grave.
ATTENZIONE: PRESENZA DI SCENE DI SESSO ESPLICITE
**
### Sinossi
Nicola Conte, detto Ice, è scontroso, irascibile e dal carattere molto difficile. Tuttavia non ha bisogno di essere diverso perché è un bodyguard. Il suo compito è evitare che i propri clienti vengano ammazzati non fare loro da baby-sitter.
Questo finché non incontra la giovane Elizabeth Giordano, sexy e conturbante quanto ingenua e timida. Ice ne è incredibilmente attratto, ma è anche consapevole che lei è diversa dalle numerose donne con cui si intrattiene… Troppo diversa. Lei è una di quelle ragazze che cercano il “per sempre”, mentre Ice non crede nemmeno nell’amore.
Elizabeth è scioccata quando, dopo aver ricevuto delle minacce, si ritrova come guardia del corpo lo stesso uomo che l’ha quasi spogliata durante una serata di gala; ma è ancora più turbata quando si accorge che lui ha eretto una barriera di ghiaccio tra loro. Accusandola di essere solo una mocciosa, non fa che ferirla e mortificarla.
Ma cosa può il ghiaccio contro il divampare di un incendio? Cosa può la ragione contro il desiderio che si accende quando i loro corpi si sfiorano?
Eppure cedere è un pericolo per entrambi soprattutto nel momento in cui le minacce a Elizabeth diventano qualcosa di ben più grave.
ATTENZIONE: PRESENZA DI SCENE DI SESSO ESPLICITE

La biblioteca del diavolo

**Vincitore del premio Ilmioesordio
La battaglia che lo aspetta è più dura di qualsiasi guerra abbia mai combattuto**
La nave mercantile Esperia solca a fatica il mare in tempesta. Sottocoperta cela un misterioso ospite, un uomo inquieto e taciturno, che indossa un’armatura malridotta e ha una grande croce rossa sul tessuto logoro che gli copre il petto. È il conte Filippo, un guerriero dalla forza straordinaria, che torna sconfitto e abbattuto dopo anni di lotte in Terrasanta. La guerra ha messo a dura prova le sue certezze, facendole vacillare. Per questo è ansioso di toccare terra e di raggiungere l’unica persona di cui si fida ciecamente: il vescovo Bernardo, suo mentore, che lo ha educato alla fede e alle armi dopo la morte dei suoi genitori. Ma il vescovo è impegnato a sua volta in una vera e propria guerra, che si svolge lontano dagli eserciti e dalla Terrasanta. Si tratta della caccia a un nemico insidioso e nascosto, le streghe. E intende addestrare Filippo a riconoscerle e punirle, rinsaldando così la sua fede. L’incontro con Eleonora, però, una semplice contadina, è destinato a cambiare per sempre il destino del conte guerriero. E questa volta la battaglia che lo aspetta è diversa da qualunque sfida abbia mai affrontato…
**Dopo aver combattuto in Terrasanta, un nobiluomo fa ritorno a casa, dove è in corso una feroce caccia alle streghe**
«Un libro affascinante, ben scritto, che coinvolge il lettore. Si rimane colpiti dalle emozioni che l’autore fa emergere già dalle prime pagine: fatica e coraggio, umanità e quel mistero che incuriosisce.»
«Romanzo avventuroso e avvincente. Scritto in modo coinvolgente ed emozionante. Lo consiglio a tutti coloro che amano storie di avventura e di passione.»
**Alessandro Troisi**
è nato a Roma nel 1996. Frequenta il DAMS presso l’Università di Roma3. Legge moltissimo fin da bambino e ama soprattutto gli autori del Novecento. È appassionato di cinema e ama viaggiare. *La biblioteca del diavolo* , vincitore del concorso Ilmioesordio, è il suo primo romanzo.

Il bel niente

“Radicale è la poesia di Piero Salabè, i cui versi al calor bianco bruciano tutte le scorie. Il suo poema, frantumato in tante singole gemme, è unitario nell’essenziale musica del linguaggio e del sentire; è di una ferma classicità e insieme di un’inedita, temeraria liricità, che ingloba con assoluta coerenza frammenti di altri linguaggi (soprattutto spagnolo e inglese) come perle pescate in un pozzo. Un poli-linguismo musicale, non intellettualistico. Una lirica che si inserisce nella grande tradizione della poesia metaforica e della poesia in guerra con le parole; poesia che come un fiume scorre verso il silenzio. Ammutolire, ignorare, felicità di non sapere. Canzoniere d’amore, totalizzante eppure lieve come l’ala di un gabbiano o la cresta di un’onda. Amore come presenza che tutto pervade, folata di vento che può afflosciarsi e svanire. Canzoniere d’amore con tutto il suo protendersi nell’infinto e tutta la maniacale, grottesca e struggente precisione dell’amore, attento a ogni minima sfumatura dell’oggetto amato, come le ore dei baci annotate con cronometrica esattezza. Versi taglienti, che tagliano anche il cuore. Poesia verticale, avrebbe detto Umberto Saba, maestro dell’epicità orizzontale della calda vita; la grande presenza che aleggia nell’opera di Salabè, anche esplicitamente nominata, è Eugenio Montale. Immagini sorprendenti, metafore di una originalità sorgiva e di consumata familiarità con la più alta e ardua tradizione lirica, assorbita nel proprio sentire”. (Claudio Magris)