Visualizzazione di 87565-87576 di 90860 risultati

Raccontare: Strategie e tecniche di storytelling

Non possiamo vivere senza racconti. Ma in un mondo in cui le narrazioni sono diventate sempre più pervasive e sofisticate, è necessario imparare a orientarsi. Questo libro è una mappa preziosa per muoverci tra i tanti campi di impiego dello storytelling.
La parola ‘storytelling’ è ormai diventata di moda e rischia di perdere i contorni del suo significato. Eppure, lo storytelling e la narrazione in generale si stanno rivelando, al di là delle mode, strumenti comunicativi di eccezionale potenza, tanto da far temere che il loro utilizzo possa trasformarsi in una sorta di manipolazione di massa. Questo libro offre al lettore una visione il più possibile obiettiva del fenomeno storytelling, che mostri quanti e quali possano essere i suoi campi di impiego: dalla pratica quotidiana dei comunicatori professionali – pubblicitari, pianificatori territoriali, addetti stampa, blogger, social media manager, operatori del sociale, insegnanti –, alle necessità informative dei semplici cittadini, costantemente immersi in un flusso di storie. Spaziando dall’antropologia alla semiotica, dalla sociologia alle neuroscienze, il libro mostra come l’attività narrativa sia connaturata all’essere umano e come la nostra organizzazione sociale si fondi anche sul racconto. Partendo da questo presupposto, Raccontare propone una panoramica sulle tecniche di narrazione della realtà e sui loro ambiti di applicazione: dalle organizzazioni ai media, dal teatro al racconto dei territori.

Qui e ora

**Come imparare a cogliere libertà, amore e gioia nel momento presente**
Tutti possono trarre giovamento dalla meditazione: è questo che Jack Kornfield ci vuole insegnare nel suo libro di meditazione buddhista. E la meditazione è la via maestra alla consapevolezza e alla libertà. Ogni capitolo presenta un sentiero che conduce a un diverso tipo di libertà: libertà dalla paura, libertà di cambiare e ricominciare, di amare, di essere se stessi, libertà di essere felici. E, in ogni capitolo, Jack Kornfield guida il lettore attraverso un processo attivo che coinvolge mente, cuore e spirito e che conduce alla gioia. Prendendo spunto dalla sua esperienza di figlio, fratello, padre e compagno e da quarant’anni di insegnamento, Kornfield parla all’animo di tutti noi e mostra la forza del momento presente, intanto che attraversiamo ogni stadio della nostra vita.

Quasi due

Per fabbricare una molotov può risultare fondamentale una manciata di sapone, proprio quello che le mamme usano per il bucato. Darioush l’ha imparato durante i giorni concitati della Rivoluzione, e ora vuole confezionarne una con le sue mani per punire in maniera spettacolare il figlio del pollivendolo che ha ucciso uno dei suoi adorati colombi.
Per Darioush il «gioco dei colombi», il piú popolare sui tetti di Teheran, è una gioia complessa, che ha a che fare con la guerra e con la fantasia: gli permette di volare in cielo secondo le regole della terra, di combattere, fremere, tubare, catturare prede nemiche.
Ma la verità è che Darioush non fa che combinare guai, nel tentativo maldestro d’imitare i suoi film preferiti, quelli che ormai circolano quasi clandestinamente.
Compagno inseparabile, Zal, che sarebbe disposto a seguire Darioush in qualsiasi impresa, persino sulla prima linea del fronte. È cosí che si ritrovano in mezzo alle bombe vere, quelle irachene, dopo aver tanto giocato alla guerra. Ed è cosí che nella loro testa i martiri bambini di cui parla l’Ayatollah possono prendere il posto degli eroi del cinema. Ma il nemico, alla fine, ha tutta l’aria di uno come loro due, che parla una lingua diversa eppure ha negli occhi la stessa irriducibile vitalità.
Con la sua scrittura rapida, vivida, tutta scene, capace di seguire un’esistenza nei suoi ritmi, Hamid Ziarati torna a raccontare l’energia dei ragazzini, restituendone la spensieratezza, l’incoscienza, ma anche lo smarrimento di fronte alla cieca perentorietà dell’integralismo religioso. Aiutandoci a capire con la pura forza della narrazione quanto possa essere superficiale il nostro sguardo sui mondi che non conosciamo. **

Quando la luce tornerà

UNIVERSO INCOSTANTE, il romanzo di Vernor Vinge vincitore del Premio Hugo 1993, ha elevato l’autore nell’elite dei grandi scrittori dela fantascienza. Ora Vinge ritorna a quel mondo di infinita varietà con un affascinante racconto ricco di suspense e originalità; un’epica immaginifica ebbra della complessità e dell’ampio respiro di quell’universo, di gioia e di umano dolore.
Trentamila anni prima degli eventi di “Universo Incostante”, Pham Nuwen opera anonimamente nell’ambito della flotta interstellare commerciale Qeng Ho che in orbita sopra il pianeta Arachna attende il risveglio della sua popolazione dormiente, i Ragni, che si sono rintanati in profondità nel pianeta, in attesa che la sua stella intermittente torni a illuminare le orbite del pianeta. Perché quando la luce ritornerà, Arachna entrerà finalmente nella sua Età dell’Oro, immergendosi in un vertiginoso sviluppo tecnologico e commerciale.
Ma la vulnerabilità dei Ragni ha attirato un’altra presenza nascosta; gli Emergenti, una banda di trafficanti i cui piani per Arachna sono più sinistri di qualunque cosa i Qeng Ho arrivino ad immaginare.
Riluttanti a dividere il bottino con i Qeng Ho, gli Emergenti scatenano un attacco mai visto nella millenaria storia delle esplorazioni, riducendo la flotta nemica in schiavitù… e poi a qualcosa di molto peggiore.
Pham raduna i “sopravvissuti” per effettuare un ultimo tentativo di guadagnarsi un posto d’onore nell’antica storia dei Qeng Ho. Ma il tempo scarseggia, perché ben presto l’assalto degli Emergenti spoglerà del tutto il pianeta.
Mentre la cellula di resistenza segreta di Pham lotta contro i suoi aguzzini dello spazio, sul pianeta sottostante un gruppo di Ragni sorprendentemente dotati combatte un’altra battaglia: portare la propria tecnologia a uno stadio sufficientemente avanzato da sconfiggere i propri nemici.

Prova D’Innocenza

La vita di **Ned Kelly** sembra andare a gonfie vele. Il suo lavoro lo fa sentire sempre in vacanza – si prende cura dei bagnanti in un lussuoso resort a Palm Beach – e ha conosciuto da poco l’australiana **Tess** , seducente, ricchissima e disponibile. Ma soprattutto gli si è appena presentata l’occasione di sistemarsi per sempre. Un milione di dollari lo aspetta se riuscirà a distrarre la polizia durante una rapina nella villa di un collezionista d’arte. Ma qui cominciano i guai. Anzitutto non c’è nulla da rubare, dato che i dipinti sono misteriosamente spariti. Poi i suoi quattro complici vengono assassinati, a uno a uno. Infine Tess è ritrovata senza vita nella suite del suo hotel. Accusato di omicidio, Ned è ricercato dall’Fbi e deve fuggire da tutti e da tutto. Il suo unico obiettivo è provare la sua innocenza. Il suo unico aiuto è **Ellie** , una poliziotta determinata e pronta a infrangere le regole. Ma chi sta tramando contro di lui?

Promesse

Sei anni sono passati dal loro primo incontro. E ora la pia e devota lady Meriel de Vere, perdutasi nella foresta durante una battuta di caccia, riesce a ingannare Adrian de Lancey, conte di Shropshire, facendogli credere di essere una semplice paesana gallese. Quello che Meriel non immagina è di aver fatto breccia nel cuore del giovane nobile, determinato a rubarle almeno un bacio. Ma quando Adrian le propone di diventare la sua amante, Meriel si sente nuovamente perduta.

Profondo nero

Eccolo il mistero italiano. Il giornalista De Mauro e lo scrittore Pasolini avevano in mano le informazioni giuste per raccontare la verità sul volto oscuro del potere in Italia, con nomi e cognomi.
Erano gli anni Settanta.
Il primo stava preparando la sceneggiatura del film di Francesco Rosi sulla morte di Enrico Mattei, il presidente dell’Eni che osò sfidare le compagnie petrolifere internazionali. Il secondo stava scrivendo il romanzo Petrolio, una denuncia contro la destra economica e la strategia della tensione, di cui il poeta parlò anche in un famoso articolo sul “Corriere della Sera”.
De Mauro e Pasolini furono entrambi ammazzati. Entrambi avrebbero denunciato una verità che nessuno voleva venisse a galla: e cioè che con l’uccisione di Mattei prende il via un’altra storia d’Italia, un intreccio perverso e di fatto eversivo che si trascina fino ai nostri giorni. Sullo sfondo si staglia il ruolo di Eugenio Cefis, ex partigiano legato a Fanfani, ritenuto dai servizi segreti il vero fondatore della P2.
Il “sistema Cefis” (controllo dell’informazione, corruzione dei partiti, rapporti con i servizi segreti, primato del potere economico su quello politico) mette a nudo la continuità eversiva di una classe dirigente profondamente antidemocratica, così come aveva capito e cercato di raccontare Pasolini in Petrolio, romanzo politico che invece fu letto solo in chiave letteraria.
Le carte dell’inchiesta del pm Vincenzo Calia, gli atti del processo De Mauro in corso a Palermo, nuove testimonianze (tra cui l’intervista inedita a Pino Pelosi, che per la prima volta fa i nomi dei suoi complici) e un’approfondita ricerca documentale hanno permesso agli autori di mettere insieme i tasselli di questo puzzle occulto che attraversa la storia italiana fino alla Seconda Repubblica.
Rimane una domanda: dov’è finito l’Appunto 21 di Petrolio misteriosamente scomparso?

Private Gold

**Bookshots: una serie innovativa di romanzi originali ideata e realizzata dall’autore di thriller più venduto nel mondo**
**Veloci. Avvincenti. Nuovi. Da leggere tutti d’un fiato.**
Joey era sul punto di ripetere il suo rifiuto, ma esitò. C’era qualcosa nella voce di quella donna che la metteva a disagio.
Dopo il misterioso suicidio del suo socio, Joey Montague ha deciso di chiudere per un po’ la sede di Johannesburg della Private Investigations. Ma, proprio all’ultimo momento, riceve una telefonata: un’americana appena atterrata in città ha bisogno del suo aiuto.Quello che sembrava un banale lavoro di protezione si rivelerà ben presto una questione di vita o di morte, e non solo per la cliente…

Prima dell’estetica: poetica e filosofia nell’antichità

Cosa c’era prima dell’estetica? In questo libro, le trasformazioni del pensiero che hanno posto fine alla concezione antica dell’arte poetica come forma diretta di sapienza e favorito il sorgere e l’affermarsi dell’estetica come riflessione filosofica tipicamente moderna sull’arte, il bello e la sensibilità.