11601–11616 di 74503 risultati

Wilderness

NEW YORK TIMES BESTSELLERWith this darkly intriguing original e-short story, Dean Koontz sets the stage for his masterly new novel of mystery, suspense, and strange wonder—Innocence.   “The world is a machine that produces endless surprises and mysteries layered on mysteries.”   Addison Goodheart is a mystery even to himself. He was born in an isolated home surrounded by a deep forest, never known to his father, kept secret from everyone but his mother, who barely accepts him. She is haunted by private demons and keeps many secrets—none of which she dreads more than the young son who adores her.   Only in the woods, among the wildlife, is Addison truly welcome. Only there can he be at peace. Until the day he first knows terror, the day when his life changes radically and forever . . .   Acclaim for Dean Koontz   “A rarity among bestselling writers, Koontz continues to pursue new ways of telling stories, never content with repeating himself.”—Chicago Sun-Times   “Tumbling, hallucinogenic prose. ‘Serious’ writers . . . might do well to examine his technique.”—The New York Times Book Review   “[Koontz] has always had near-Dickensian powers of description, and an ability to yank us from one page to the next that few novelists can match.”—Los Angeles Times   “Koontz is a superb plotter and wordsmith. He chronicles the hopes and fears of our time in broad strokes and fine detail, using popular fiction to explore the human condition.”—USA Today   “Characters and the search for meaning, exquisitely crafted, are the soul of [Koontz’s] work. . . . One of the master storytellers of this or any age.”—The Tampa Tribune   “A literary juggler.”—The Times (London)

Who Walks in Flame

An air-pistol-wielding priestess battles a sorcerous witch-king and a giant, flaming monster in this this sword & sorcery short story of truly epic proportions.
Millennia have passed since the witch-king Khuar-na last threatened the world of men. Now returned, he and his fiery behemoth have scorched the fertile fields of the West to desert waste. Only the Kings of the East can stand against him, and only if Bregissa the Skald can successfully lead them with her secret, stolen power.

What Do You Do With a Chocolate Jesus?: An Irreverent History of Christianity

“What Do You Do with a Chocolate Jesus?” is the funny and skeptical, yet genuine exploration of the Christian history they don’t teach in Sunday school. It finds humor, irony, and occasional insight amid the inconsistencies, absurdities, hypocrisies, and flat out weirdness that too often passes for eternal truth. Like a history of religion as done by The Daily Show, it humorously explores the facts, the history, and the big ideas in an engaging and entertaining story. Pitting actual Scripture against pious propaganda, Thomas Quinn treks through chapter and verse of the New Testament, explores the sordid saga of medieval beliefs (including End-of-the-World panics and fights about what kind of stuff Jesus was made of), and reveals some of the shocking attitudes of America’s founders toward religion. It isn’t always pretty, but it’s usually good for a laugh. If war is too important to leave to the generals, religion is too important to leave to the preachers. Skeptics need evangelists, too.

Warlock and Son

**WHEN YOUR FATHER’S A HIGH-TECH WARLOCK, THERE’S ONLY ONE WAY TO GROW UP – THE HARD WAY.** Even the son of a warlock gets restless sometimes. And when Magnus sets off to see the world, his father, Rod Gallowglass, and the robot horse, Fess, can’t resist trailing behind. Someone’s got to protect young Magnus from spellbinding witches, enchanted maidens, and jealous husbands. But despite his dad’s best intentions, when Magnus is faced with the worst dangers and responsibilities of growing up, he’s on his own.

Warleggan

Cornovaglia, 1792. Mentre l’Europa viene spazzata dai nuovi venti di guerra prodotti dalla Rivoluzione francese, sulle coste dell’Inghilterra Ross e Demelza Poldark, dopo un lungo periodo di difficoltà e amarezze, sembrano poter finalmente voltare pagina: lei si prende cura del piccolo Jeremy, e intanto il marito si butta anima e corpo in una nuova avventura mineraria con il cugino Francis. L’impresa, però, non è senza rischi e – soprattutto in quell’attività estrattiva che affonda nelle viscere della terra – il successo economico o il collasso finanziario dipendono da una varietà di circostanze, non sempre prevedibili. Così, quando il destino colpisce i Poldark con un’inattesa tragedia, la prospettiva della bancarotta si fa più concreta che mai. È in queste drammatiche circostanze che l’antica passione di Ross per Elizabeth torna a divampare, trascinandolo oltre i limiti della ragione, mentre Demelza, umiliata e in preda a sentimenti di vendetta, comincia a cedere all’insistente corteggiamento di un fascinoso ufficiale scozzese. Ogni cosa, nelle loro vite, sembra allora poter rovinare da un momento all’altro. Tanto più che l’ombra cupa del potente nemico, George Warleggan, questa volta si allunga fino a lambire le zone più intime e segrete del cuore di Ross. Tinte fosche, tormenti d’amore, imperituri valori di un eroe d’altri tempi: con il quarto episodio della saga di Poldark prosegue il grande romanzo storico di Winston Graham.

Volevamo essere Jo

Genova, Natale 1976. Mentre la neve, come un dono inaspettato, si posa leggera sul mare, quattro amiche – Giovanna, Lara, Silvia e Carla – ricevono dalle mamme il regalo più bello: il romanzo *Piccole donne*. Subito il loro gioco preferito diventa mettere in scena la storia intramontabile delle sorelle March. Nell’intimo ognuna di loro si riconosce un’affinità con una tra le sorelle, ma tutte, davanti al magico baule dei travestimenti, vogliono trasformarsi in Jo: Jo la generosa, Jo la ribelle, Jo che sfida le regole per rincorrere i suoi sogni. Perché anche le quattro amiche, in quegli anni incandescenti in cui il mondo sta cambiando volto, vogliono tutto: l’amore, una famiglia, e un lavoro in cui esprimere le proprie passioni. Anni più tardi, Giovanna e Lara, le più legate nel gruppo anche se poi separate dalla vita, si ritrovano a un convegno dedicato alle grandi protagoniste della letteratura. Entrambe hanno custodito nel cuore Jo March e il ricordo degli anni luminosi e appassionati dell’infanzia. È l’occasione per riunirsi tutte e quattro: le Piccole donne di un tempo decidono di trascorrere un weekend in campagna, nella casa-famiglia creata da Carla, e davanti al caminetto acceso si raccontano, ritrovano l’antica confidenza, discutono e giocano a rievocare quel passato in cui tutto sembrava possibile… Fino a quando la fuga di un ragazzino dalla casa-famiglia le costringerà a fare davvero i conti con se stesse, a chiedersi cosa ne è stato dei loro sogni. E mentre una terribile alluvione colpisce la città, le bambine diventate donne, ancora una volta incantate dalla magia sprigionata dal loro libro prediletto, trovano il coraggio di ricominciare. Emilia Marasco, con una scrittura lieve e calda come una carezza, capace di soffermarsi sui passaggi in cui le certezze che ci sostengono si incrinano e la vita prende direzioni impensate, ci consegna l’indimenticabile storia di quattro donne che volevano essere Jo March e che, nel desiderio inesausto di cercare se stesse, sono anche il nostro specchio. Emilia Marasco è nata a Genova, dove vive e lavora. È docente di Storia dell’arte e di Scrittura creativa all’Accademia Ligustica di Belle Arti. Oltre a scrivere per il teatro, ha fondato e dirige la scuola di scrittura creativa Officina Letteraria. Ha pubblicato i romanzi *La memoria impossibile* , *La distanza necessaria* e *Verso Sud*. Per Mondadori, nel 2011, è uscito *Famiglia: femminile plurale*.

Voima

VOIMA: Magic, strength, the force of life and renewal. Earth and sky are ruled by the Wanderers, the lords of voima. But an upheaval is coming, a time when even the powers of the immortals are fated to end. The Wanderers enlist the help of three young mortals..Together and separately, the three are swept into the conflict between the Wanderers and those who would overthrow them, not even always sure if they are on the right side. The conflict also becomes a struggle between kingdoms, between the generations, between the sexes, and between the demands of love and honor.

Voglio Il Tuo Bambino

***Non poteva essere serio. Come poteva chiedermi di fare un figlio?* **
Non è che non voglia bambini in assoluto, è che probabilmente non ho incontrato l’uomo giusto.
Ultimamente ogni donna che mi circonda sembra incinta, ma cos’hanno di sbagliato?
Beh, immagino sia questo che succede quando sei vicina ai trenta.
Insomma, non era che non lo avessimo già fatto.
Però era stata solo una notte, anni fa.
*La miglior notte della mia vita.*
**Era uno che contava, ricco e sexy come il peccato**.
Avrei dovuto dimenticarmi di lui e non guardarmi indietro.
Mi buttai a capofitto nel lavoro.
*Ma ci sono cose che non si dimenticano.*
**Ora è tornato nella mia vita nel modo più inaspettato.**
**E non so quanto a lungo gli resisterò…**
\—
*ATTENZIONE: Questo eBook contiene tematiche e linguaggio adatti a un pubblico di soli maggiorenni.*

Vita, Storie e Pensieri Di una ALIENA

Ciao, mi chiamo Silvia, ho quasi venticinque anni e sto per sposarmi. Non storcete il naso, insomma! Già so cosa state pensando…ecco la solita storiella della ragazzina tutta cuori e fiori che ci racconta del suo grande amore: è qui che vi sbagliate!
Nella mia vita c’è stato tanto amore, diciamo tanta “idea dell’amore”. Mi spiego meglio. Avete presente Bridget Jones? Ecco, io sono la sua brutta versione: talmente sfigata sentimentalmente da far impallidire anche lei e il suo diario.
Questa è la mia storia, quella di una ragazza qualsiasi che si affaccia all’amore e riceve un bel po’ di fregature.
Alzi la mano chi non si è mai innamorato di quella o quello che non ti si “fila” per niente? Ecco, diciamo che sono un pochino cocciuta. Ci sono cascata più volte e, visto che sto per convolare a nozze, volevo rendervi partecipi del viaggio sentimentale che mi ha portato fino a qui, nella mia cameretta con la carta da parati a cuoricini di tutti i colori, a chiudere scatoloni con tutta la mia vita dentro e a iniziare una nuova pagina del mio diario. Qui troverete la storia, la vita e i pensieri di un’aliena, ossia io.

Veleno d’amore

Amiamo amare o stiamo semplicemente seguendo un ineluttabile istinto che ci farà soffrire?
Eric-Emmanuel Schmitt “gioca” con Shakespeare. Un romanzo molto contemporaneo.
Quattro liceali amiche per la pelle. Ognuna tiene un diario, e proprio le pagine dei loro diari sono la forma narrativa scelta da Schmitt per raccontarci gli eccessi a cui può far giungere l’amore. Le protagoniste hanno diciassette anni, sono compagne di scuola e vivono quel difficile periodo in cui da ragazze si diventa donne, pensano con ansia e frenesia all’amore fisico, al sesso, si chiedono come sarà la “prima volta” con il desiderio impaurito di farlo il prima possibile. Quello che raccontano alle amiche non è quello che raccontano a se stesse. I fatti avvengono, hanno un loro svolgimento oggettivo, ma la visione che ognuna ha degli stessi fatti è ben diversa, come vediamo dalle pagine dei loro diari. Il grande evento dell’anno scolastico è la recita del *Romeo e Giulietta* a cui tutte e quattro collaborano, due di loro addirittura nei ruoli principali di Giulietta e di Romeo. Si allestisce lo spettacolo, si fanno le prove, ma con il passare dei giorni le storie private delle quattro ragazze si intrecciano sempre più con le vicende del dramma di Shakespeare, fino ad arrivare a un sorprendente finale in comune che squarcerà il velo sulle tante illusioni che tutti ci facciamo sull’argomento “amore”. È un romanzo avvincente, che decolla subito sulle ali leggere dell’ironia per poi, inaspettatamente, scendere in picchiata nei foschi meandri della tragedia e del dubbio. Rimane la domanda: amiamo amare o stiamo semplicemente seguendo un ineluttabile istinto che ci farà soffrire?

Vapore

Maria Salviati ha settantadue anni, un figlio, e un marito sparito nel nulla da piú di trent’anni. «La professoressa», cosí ancora la salutano i ragazzi che la incontrano per strada. Ma oggi Maria è una donna anziana, sola, e ossessionata dalla paura di dimenticare. E allora non le resta che ripetere la sua vita a voce alta con le parole che resistono, come «una piccola poesia imparata a memoria », anche se ogni giorno se ne va una strofa, una rima.
Finché una mattina qualcuno bussa inaspettatamente alla sua porta. Gabriele è un agente immobiliare, con un sorriso timido e un ciuffo ribelle sulla fronte. Spunta dal nulla, per comunicarle che la vecchia casa in campagna a un’ora scarsa da Roma ha trovato dei potenziali acquirenti. Senza pensarci troppo Maria prende la sua borsetta e lo segue. Ma le visite sono poche, e mai quelle giuste. Maria e Gabriele trascorrono intere giornate in attesa, su una panchina, e insieme ripercorrono la storia di quella vecchia casa in mattoni, perché «ogni casa è un labirinto e bisogna trovare la porta per uscire e rientrare». E cosí Maria, finalmente, può smettere di parlare da sola e recitare a qualcuno la piccola poesia della sua breve esistenza, dall’infanzia fino agli anni piú intensi di vita, quelli trascorsi con il marito Augusto, il giocoso e inconcludente mago Vapore, e l’amato figlio Pietro, sognatore e comunista. Maria avrebbe voluto proteggerli dalle loro piccole e grandi bugie, tenerli stretti dentro la lucidità del suo sguardo. Ma neanche l’amore può tanto.
Dopo *Sorella* e *Italia* , Marco Lodoli ci regala un’altra figura femminile memorabile, e l’affresco commovente di una famiglia non convenzionale, vaporosa e dura, che nasconde un drammatico segreto.

Usa il tuo nemico

Tutti lo abbiamo sperimentato: per raggiungere i nostri obiettivi ci dobbiamo spesso confrontare con persone che consideriamo “nemiche”. E, in molte situazioni, l’unico modo per arrivare a un risultato è mettere insieme individui con idee e visioni diverse, spesso tra loro contrastanti. Che fare allora? Adam Kahane – esperto di gestione dei conflitti che lavora da decenni con aziende, enti e governi in tutto il mondo – ha dovuto affrontare la sfida molte volte, e in questo libro ci offre le esperienze e le soluzioni raccolte nella sua lunga carriera. Passando in rassegna esempi, storie reali e casi di successo vissuti in prima persona, Kahane spiega perché collaborare è necessario, mostra che l’idea “classica” di collaborazione fondata su una totale armonia tra i membri del gruppo è fuorviante e spesso controproducente, e illustra come dare vita a una collaborazione “elastica”, capace di gestire la discordia e il confronto in modo da giungere a una soluzione efficace per noi e gli altri. Un approccio pratico e innovativo alla collaborazione, una guida indispensabile per raggiungere i nostri obiettivi con l’aiuto del “nemico”.

Urlare non serve a nulla

Non è mai stato facile farsi ascoltare dai figli, e lo stress e la mancanza di tempo delle nostre vite acuiscono il problema. Molti genitori si trovano quindi ad alzare sovente la voce, non solo perché troppo aggressivi e impositivi, ma molto spesso per la ragione contraria: il tentativo impossibile di mettersi sullo stesso piano dei figli, tentativo che mostra sempre la propria inefficacia e di conseguenza genera altro stress, frustrazione e, infine, urla. Daniele Novara, uno dei maggiori pedagogisti italiani e massimo esperto di conflitti interpersonali, raccoglie in questo libro riflessioni e indicazioni pratiche per spiegare come imparare a controllare le proprie reazioni emotive e riuscire, con la giusta organizzazione, a farsi ascoltare efficacemente e gestire nel modo migliore i conflitti che quotidianamente si generano con i figli. Partendo dal racconto di storie vere raccolte nel suo lavoro di sostegno ai genitori – dai capricci dei piccoli ai dubbi sull’uso delle punizioni, dalla divisione dei ruoli tra madre e padre alle tipiche discussioni della prima adolescenza -, l’autore mostra la strada per un’educazione basata su regole chiare, organizzazione e una buona comunicazione, che mette i genitori in grado di aiutare i figli a crescere, sviluppando tutte le loro risorse.

Union Atlantic

Proprio nel momento in cui l’esistenza dorata del giovane e spregiudicato banchiere Doug Fanning, raggiunge l’apice, tutto nella sua vita comincia a scricchiolare. La sfarzosa residenza che Doug si è fatto costruire in realtà pare sorga abusivamente su un terreno demaniale donato da un’antica famiglia del Massachussetts alla città, e la vecchia Charlotte Graves, insegnante di storia in pensione e vicina di casa di Doug, è decisa a trascinarlo in tribunale. Anche la Union Atlantic, la banca d’affari per la quale Doug lavora è sotto pressione, ora che la Federal Reserve ne sta monitorando l’operato. Ne esce il racconto di un’epoca, il primo decennio del nuovo secolo, in bilico tra gli antichi valori americani dell’onestà e del duro lavoro, e quello dei nuovi ricchi e il loro dubbio senso morale.
«Un romanzo – come ha scritto Jonathan Franzen – verissimo, che si nutre dell’urgenza del momento, di eccezionale maturità, completezza e compassione».

Under My Skin

From one of the world’s leading fantasists comes an exhilarating new series that will thrill teen and adult readers alike.   For the past six months, something has been happening to young people in Santa Feliz. Week after week, there’s news of another teen changing shape, transforming from human to wild animal and back again. The federal government has stepped in, running public service announcements calling for affected youth to turn themselves in for “orientation and training.”   Josh Saunders has seen the news reports, but he is still unprepared when it happens to him. One minute he’s arguing with his mother’s boyfriend and the next, he is looming over the man, blood dripping from his claws—he has transformed into a mountain lion. When he switches back to his human body, he knows his life has changed forever. He has become a Wildling.   Trusting only his best friends Des and Marina with his secret, Josh tries to return to regular living. But an encounter with Elzie, another Wildling, brings him unwanted attention from the authorities. And when an accidental betrayal reveals Josh’s secret, his carefully constructed cover is ripped apart, forcing his friends to intervene. They must grudgingly put their trust in others, including other Wildlings—and, most challenging, in each other— if they ever hope to save him.   Under My Skin is an action and emotion filled page-turner. I thoroughly enjoyed it!             — Melissa Marr   Charles de Lint is the modern master of urban fantasy. Folktale, myth, fairy tale, dreams, urban legend—all of it adds up to pure magic in de Lint’s vivid, original world. No one does it better. — Alice Hoffman   Charles de Lint writes like a magician.  He draws out the strange inside our own world, weaving stories that feel more real than we are when we read them.  He is, simply put, the best. — Holly Black   To read de Lint is to fall under the spell of a master storyteller, to be reminded of the greatness of life, of the beauty and majesty lurking in shadows and empty doorways. – Quill and Quire   De Lint is probably the finest contemporary author of fantasy – Booklist, American Library Association   Unlike most fantasy writers who deal with battles between ultimate good and evil, de Lint concentrates on smaller, very personal conflicts.  Perhaps this is what makes him accessible to the non-fantasy audience as well as the hard-core fans.  Perhaps it’s just damned fine writing. – Quill & Quire   Easily Canada’s top fantasy scribe…a major international force in the genre.  Here is a biped who has steadfastly avoided stereotyping in his work from the beginning…de Lint has developed a considerable talent for injecting magic into everyday contemporary life. – The Edmonton Journal   De Lint’s evocative images, both ordinary and fantastic, jolt the imagination. – Publishers Weekly   It is hard to imagine urban fantasy done with greater skill – Booklist, American Library Association   De Lint is as engaging a stylist as Stephen King, but considerably more inventive and ambitious – The Globe and Mail   Charles de Lint’s greatest strength…is his obvious love for his characters, and empathy for people generally.  …he is showing us people living up to their potential, rather than down to it. And that is what makes de Lint’s books rewarding. – Locus Magazine   De Lint is a modern bard who knows how to use the poetry of the written word to entrance his reader.  In all of his work, there is a constant interplay between love and lament… A superb storyteller, de Lint can be a writer of great imaginative flights… – The Vancouver Sun

Una Scoperta Indecente

Napoli 1842.
Elisa Greco è una giovane donna dell’alta borghesia. Solare, spontanea e devota.
Francesco e Federico De Rosa sono i rampolli più desiderati della città. Belli, educati, sempre in prima linea per aiutare il prossimo. Perfetti agli occhi di tutti.
Ma è davvero oro tutto ciò che luccica?
Tre giovani cuori che incroceranno le loro strade.
Due mondi diversi che entreranno in collisione provocando una travolgente storia ricca di piacere, lussuria, eccessi.
Una scelta da fare. Una promessa da mantenere. Un segreto che non deve essere rivelato.
Sarà capace la nostra Elisa di trovare la giusta strada da percorrere? Il suo cuore saprà consigliarla nel modo giusto o si lascerà travolgere dagli eventi?
A volte da un male si può ottenere un bene, e ben presto, la nostra Elisa dovrà farne i conti.