1057–1072 di 65579 risultati

Una nuova speranza

Dove diavolo mi trovo?
Si scervellò sull’ultima cosa che riusciva a ricordare; …sicuro, doveva essere ancora lì. Si trovava nell’infermeria, rabbrividì al pensiero – le mani si serrarono sul ventre.
Allora, i soldati avevano fatto irruzione nella stanza – le avevano sparato? Si ricordava vagamente dei forti rumori – come colpi di pistola, ma non era stata ferita, forse uno di quei maledetti laser.
\–
Stella è sola, alla deriva nello spazio. Ferita. Nel corpo e nei sentimenti…
**
### Sinossi
Dove diavolo mi trovo?
Si scervellò sull’ultima cosa che riusciva a ricordare; …sicuro, doveva essere ancora lì. Si trovava nell’infermeria, rabbrividì al pensiero – le mani si serrarono sul ventre.
Allora, i soldati avevano fatto irruzione nella stanza – le avevano sparato? Si ricordava vagamente dei forti rumori – come colpi di pistola, ma non era stata ferita, forse uno di quei maledetti laser.
\–
Stella è sola, alla deriva nello spazio. Ferita. Nel corpo e nei sentimenti…

Una famiglia quasi normale

Eccola Stella Sandell, diciannove anni, disamorata di Lund e della Svezia, impegnata a progettare un lungo viaggio in Asia, abituata per noia a sedurre, capace di sarcasmo immediato verso un modello di carriera e di vita borghese che suo padre, pastore della Chiesa di Svezia, e sua madre, esperto avvocato, sognerebbero per lei. Poi una sera nel solito locale, con davanti la solita pinta di birra, un uomo entra dalla porta d’ingresso. La prima a vederlo è Amina. Ma non si pensi a una storia di gelosia e manipolazione; a un thriller, piuttosto, che incide la nostra sensibilità. Un thriller senza effetti speciali, forte di un’assonanza – per la situazione che descrive – a Pastorale americana di Philip Roth, anche questo con una famiglia al suo centro: un padre, una madre, la loro figlia Stella, avvinghiati in una storia gialla imprevedibile e conturbante. Strato dopo strato i personaggi del libro vengono impregnati di un’inquietudine aliena: un padre la cui vocazione religiosa manca di un mattone, una madre che orienta la realtà con geniale disinvoltura, un uomo d’affari imperscrutabile, la sua ex amante bruciata da un’ossessione, e poi Stella e Amina, inseparabili, rivelazioni di questo romanzo e di quello che la vita ci può riservare, a volte, nella sua brutalità. **
### Sinossi
Eccola Stella Sandell, diciannove anni, disamorata di Lund e della Svezia, impegnata a progettare un lungo viaggio in Asia, abituata per noia a sedurre, capace di sarcasmo immediato verso un modello di carriera e di vita borghese che suo padre, pastore della Chiesa di Svezia, e sua madre, esperto avvocato, sognerebbero per lei. Poi una sera nel solito locale, con davanti la solita pinta di birra, un uomo entra dalla porta d’ingresso. La prima a vederlo è Amina. Ma non si pensi a una storia di gelosia e manipolazione; a un thriller, piuttosto, che incide la nostra sensibilità. Un thriller senza effetti speciali, forte di un’assonanza – per la situazione che descrive – a Pastorale americana di Philip Roth, anche questo con una famiglia al suo centro: un padre, una madre, la loro figlia Stella, avvinghiati in una storia gialla imprevedibile e conturbante. Strato dopo strato i personaggi del libro vengono impregnati di un’inquietudine aliena: un padre la cui vocazione religiosa manca di un mattone, una madre che orienta la realtà con geniale disinvoltura, un uomo d’affari imperscrutabile, la sua ex amante bruciata da un’ossessione, e poi Stella e Amina, inseparabili, rivelazioni di questo romanzo e di quello che la vita ci può riservare, a volte, nella sua brutalità.

Un’estate in Provenza

La vita di Saskia Wagner rischia di andare a pezzi. Ha perso il lavoro di giornalista e ha deciso di rompere con il fidanzato, insensibile ed egoista. Quando scopre che in una tenuta vinicola in Provenza cercano un’aiutante per l’estate, senza pensarci due volte risponde all’annuncio, convinta che la sua vita abbia bisogno di una svolta radicale. Un paio di settimane dopo, lasciata la Svizzera, è alla stazione ferroviaria del piccolo e incantevole villaggio provenzale di Beaumes-de-Venise, in attesa del nuovo datore di lavoro. A Saskia bastano pochi giorni per farsi ammaliare da quel mondo magico, tra filari di vite e campi di lavanda a perdita d’occhio, ancora meno per lasciarsi irrimediabilmente travolgere dal fascino cupo e tormentato del suo nuovo capo, Jean-Luc Rougeon, che risveglia in lei emozioni mai provate prima e forse la aiuterà a sconfiggere una volta per tutte le sue più intime paure. **

Un’avventura Ai Tropici

2 ROMANZI IN 1 – RITORNO AI CARAIBI di Anne Mather. Sono passati molti anni da quando Megan ha lasciato le cristalline acque dei Caraibi, e adesso che è tornata si rende conto che tutto è cambiato. Anche Remy, che è diventato più sicuro di sé, affascinante e misterioso. Megan sa che non dovrebbe incoraggiarlo, ma non riesce a resistergli. UN FLIRT ALLE BAHAMAS di Anne Mather. Lui è seducente, misterioso e gentile. Perché non concedersi un’avventura subito prima di partire per una vacanza da sogno alle Bahamas? Complice qualche drink di troppo, Ally trascorre una notte di fuoco con Raul. Il giorno dopo, arrivata sull’isola, Ally scopre che lui è già fidanzato. Con la figlia dell’amica che la ospita.

UN’ALTRA POSSIBILITÀ

Lisa non crede più nell’amore, nell’esistenza dell’anima gemella, nel lieto fine.
Ha una carriera avviata, due figlie e una moltitudine di parenti e amici che le ravvivano la giornata.
Non le serve altro.
E tutto fila liscio come l’olio, fino a quando incappa in Federico, il suo vicino gay, in preda a una crisi esistenziale per una relazione finita male.
L’ingresso di questo nuovo ragazzo all’interno della sua cerchia di amicizie, scatena una reazione a catena, che la porta a conoscere Edoardo, un uomo affascinante e carismatico, che ha un effetto destabilizzante su di lei, sui suoi nervi, sulle sue convinzioni e le sue certezze.
E una nuova Lisa riemerge da un cumulo di tristi ricordi, paure e batticuori, e matura in lei un intenso slancio passionale tutto da scoprire.

Un terribile amore per la guerra

In un momento chiave del celebre film sul generale Patton, un memorabile George C. Scott passeggia per il campo di battaglia a combattimento finito: terra sventrata, carri armati bruciati, cadaveri. Volgendo lo sguardo a quello scempio, esclama: «Come amo tutto questo. Che Dio mi aiuti, lo amo più della mia vita». È eloquente che James Hillman abbia scelto proprio questa scena, tanto spiazzante quanto rivelatrice, per introdurre il provocatorio tema del suo nuovo libro: la guerra come pulsione primaria e ambivalente della nostra specie – come pulsione, cioè, dotata di una carica libidica non inferiore a quella di altre pulsioni che la contrastano e insieme la rafforzano, quali l’amore e la solidarietà. Il presupposto è che se di quella pulsione non si ha una visione lucida ogni opposizione alla guerra sarà vana. Frantumando la retorica degli adagi progressisti – basati su una lettura caricaturale della «pace perpetua» teorizzata da Kant –, Hillman risale così, in perfetta consonanza con la sua visione della psicologia, al carattere mitologico e arcaico di tale ambivalenza, riassunto nell’inseparabilità di Ares e Afrodite. In questa prospettiva tutte le guerre del passato e del presente appariranno quindi semplici variazioni della guerra più emblematica dell’Occidente classico, quella cantata nell’ *Iliade*. Ma soprattutto, ricorrendo a dettagliati rapporti dal fronte, a lettere di combattenti, ad analisi di esperti in strategia – oltre che a tutti gli scrittori e tutti i filosofi che alla guerra hanno tributato meditazioni decisive, da Twain a Tolstoj, da Foucault a Hannah Arendt –, Hillman ci guida a una scandalosa verità: più che un’incarnazione del Male, la guerra è in ogni epoca – lo dimostra la contiguità tra le descrizioni omeriche e i reportage dal Vietnam – una costante della dimensione umana. O meglio, *troppo* umana.

Un ricordo ti parlerà di noi

**UN’AUTRICE DI SUCCESSO.
E UNA STORIA CHE ARRIVA DRITTA AL CUORE,
CON AUTENTICITÀ E FRANCHEZZA.
DA LEGGERE E DA CONSIGLIARE.**
« **Nessuno sa regalare emozioni come Colleen Hoover.** »
*ANNA TODD* , autrice bestseller
La storia tra Quinn e Graham è stata una vertigine di emozioni fin dal loro primo rocambolesco incontro. Si sono conosciuti nel giorno peggiore della loro vita, e da allora non si sono più lasciati. Oggi, però, quell’amore perfetto è minacciato dalle mille imperfezioni del loro matrimonio. Gli errori, i segreti e gli inevitabili contraccolpi della vita, accumulatisi nel corso degli anni, li stanno distruggendo. E allontanando. Non è facile individuare chi abbia più colpe. Ed entrambi sono bravi nel fingere che nulla sia cambiato. D’altronde, è duro ammettere che si è arrivati al capolinea quando l’amore c’è ancora. Si tende a credere che un matrimonio finisca solo quando la rabbia e il disprezzo prendono il posto della felicità. Ma Quinn e Graham non sono arrabbiati l’uno con l’altra. Semplicemente non sono più gli stessi di un tempo, stentano a riconoscere nell’altro la persona di cui si sono innamorati e il loro rapporto è pericolosamente vicino a un punto di non ritorno. A un passo dal vuoto, tuttavia, il ricordo di chi erano e una promessa racchiusa in una scatola di lettere custodita da tempo potrebbe salvare il loro amore, e loro stessi. Perché, a volte, l’amore ha soltanto bisogno di ritrovare la strada di casa. Già autrice bestseller del New York Times, Colleen Hoover torna in libreria con un romanzo emozionante e viscerale che arriva dritto al cuore. Ai vertici delle classifiche americane, Un ricordo ti parlerà di noi ci rammenta tutte le difficoltà che amare comporta, e gli sforzi necessari per tenere in vita un amore, giorno dopo giorno, e impedire che la vita intorno a noi prenda il sopravvento.

Un mattino a Irgalem

“Uomo sbagliato, posto sbagliato, tempo sbagliato. È questo lo stato d’animo di Pietro, giovane avvocato di Torino, appena promosso tenente nel Regio Esercito Italiano. Regio di nome, fasullo, fascista di nerbo, fin troppo reale. Difatti: l’anno di disgrazia è il 1937, il luogo della tragedia è l’Etiopia, dove è appena “tornato l’impero dei colli fatali”, eia-eia-alalà e tutto il resto della farsa macabra. Il potere militare in orbace, o qualsivoglia imitazione del medesimo, affida a Pietro il classico caso che nessun avvocato vorrebbe nemmeno da morto. Ritrovarsi scaraventato ab imperio a migliaia di chilometri da casa, a difendere l’indifendibile. Sul sergente Prochet, duro e puro comandante dei gruppi esploratori etiopi, grava infatti l’accusa di omicidio. Un momento, un momento: omicidio nel mezzo di una brutale guerra coloniale? Omicidio in un contesto che fa dell’omicidio stesso la propria divinità? A quanto pare però, il sergente Prochet è andato un minimo sopra il rigo. Un’incursione in un remoto villaggio nel deserto si è risolta in un bagno di sangue talmente efferato da fare impallidire perfino il Teatro del Grand Guignol. Pietro deve quindi difendere l’imputato che non solo non parla ma che tutti quanti – dai vertici del fascio ai disperati sopravvissuti etiopi – vogliono morto.
Eppure, là tra le sabbie torride e le celle oscurate dell’ultimo confine del mondo, nulla è come appare. Per Pietro questa missione impossibile, o forse insensata, si tramuta in una vera e propria discesa agli inferi sul confine estremo della ferocia e della colpa, del furore e dell’inganno.
Con questo suo *Un mattino a Irgalem* Davide Longo, tra ‘i più unici’ narratori italiani contemporanei, ci offre uno spaccato disperato e disperante di un’epoca maledetta, dove la linea di divisione tra delitto e castigo, tra stato di necessità e incudine del rimorso, diventa sempre più evanescente. E sempre più letale.” (Alan D. Altieri)
Numero di caratteri: 214.093

Un Letto Per Due

Dopo il naufragio della sua storia d’amore, Tiffy Moore ha assolutamente bisogno di trovare una nuova sistemazione. E alla svelta. Peccato che il suo stipendio da junior editor sia poco compatibile con gli affitti stellari di Londra. Ma Tiffy non si dà per vinta e, spulciando le inserzioni, decide di rispondere a un annuncio singolare: dividere appartamento, camera, e soprattutto l’unico letto della casa, con Leon, un infermiere che fa i turni di notte. Una convivenza ideale: Leon occupa la casa di giorno, mentre Tiffy rientra la sera ed esce prima che lui torni. Unico scambio: un via vai di messaggi sul frigo. All’inizio formali, poi ironici, infine affettuosi… Due perfetti sconosciuti e una amicizia affidata a bigliettini di carta. Ma quanto passerà prima che a Tiffy e Leon non venga la curiosità di vedersi? *Un letto per due* è la commedia dell’anno. Brillante e divertente, con un tocco magico di romanticismo e tenerezza. **
### Sinossi
Dopo il naufragio della sua storia d’amore, Tiffy Moore ha assolutamente bisogno di trovare una nuova sistemazione. E alla svelta. Peccato che il suo stipendio da junior editor sia poco compatibile con gli affitti stellari di Londra. Ma Tiffy non si dà per vinta e, spulciando le inserzioni, decide di rispondere a un annuncio singolare: dividere appartamento, camera, e soprattutto l’unico letto della casa, con Leon, un infermiere che fa i turni di notte. Una convivenza ideale: Leon occupa la casa di giorno, mentre Tiffy rientra la sera ed esce prima che lui torni. Unico scambio: un via vai di messaggi sul frigo. All’inizio formali, poi ironici, infine affettuosi… Due perfetti sconosciuti e una amicizia affidata a bigliettini di carta. Ma quanto passerà prima che a Tiffy e Leon non venga la curiosità di vedersi? *Un letto per due* è la commedia dell’anno. Brillante e divertente, con un tocco magico di romanticismo e tenerezza.

Un invito a cena di troppo

Argirocastro, settembre 1943. La città, reduce dall’occupazione italiana, assiste col fiato sospeso all’arrivo dei blindati tedeschi: per ritorsione a un’imboscata contro la propria avanguardia, il colonnello nazista Fritz von Schwabe ha infatti ordinato un rastrellamento di decine di ostaggi da fucilare. Ma a quel punto il colonnello riceve un invito a cena da parte del dottor Gurameto, notabile della città e suo vecchio compagno di università in Germania, e gli eventi prendono una svolta imprevista. Scandita dalle note del grammofono, quella cena aleggerà a lungo nei racconti degli abitanti della città, come in una danza circonfusa da un alone di mistero: cos’avrà convinto il colonnello a rilasciare tutti gli ostaggi, compreso il farmacista ebreo? Dieci anni dopo, anche il morente Stalin vuole vederci chiaro su quel patto inconfessato, che nella sua mente annebbiata potrebbe aver generato il germe di un complotto ebraico contro il blocco comunista. L’istruttoria che ne segue, condotta da due giudici zelanti e ambiziosi, si perderà nel gioco di specchi di una verità impossibile, scavando nel ventre di una città sospesa nel tempo, assopita nel grigiore del nuovo ordine eppure vibrante di umori antichi, ingenuamente pensosa, eppure intrisa di ferocia. Un romanzo denso e corale in cui la voce di Ismail Kadaré si libra nel vuoto poetico di un mondo totalitario come una denuncia inesorabile e al tempo stesso come un nostalgico canto d’amore.

Un Gioco Di Fantasmi

Mentre era sulle tracce di un pericoloso gangster del Rhode Island, il detective privato Jaycob Eklund sembra essere scomparso nel nulla. Edgar Ross, agente speciale dell’FBI, affida a Charlie ‘Bird’ Parker il difficile incarico di rintracciarlo. Ross ha le sue ragioni per voler trovare Eklund: quest’ultimo, infatti, stava indagando in modo quasi ossessivo su una serie di misteriosi omicidi e sparizioni, riconducibili a un gruppo noto come la Confraternita. La particolarità delle indagini di Eklund è che ciascuno dei casi seguiti sembrerebbe collegato a storie di fantasmi. Nel corso delle sue ricerche Parker si ritrova risucchiato nel pericoloso mondo della malavita, un mondo in cui la vecchia e spietata Madre governa un impero criminale in cui innocenti e colpevoli sono pedine in un terrificante gioco di fantasmi. In una frenetica corsa contro il tempo, spetta a Charlie Parker scoprire cosa si nasconda dietro quelle misteriose e inquietanti uccisioni.
L’ennesima indagine al cardiopalma per l’agente speciale Charlie Parker. Una storia torva e indecifrabile, in cui ogni certezza sembra vacillare. **
### Sinossi
Mentre era sulle tracce di un pericoloso gangster del Rhode Island, il detective privato Jaycob Eklund sembra essere scomparso nel nulla. Edgar Ross, agente speciale dell’FBI, affida a Charlie ‘Bird’ Parker il difficile incarico di rintracciarlo. Ross ha le sue ragioni per voler trovare Eklund: quest’ultimo, infatti, stava indagando in modo quasi ossessivo su una serie di misteriosi omicidi e sparizioni, riconducibili a un gruppo noto come la Confraternita. La particolarità delle indagini di Eklund è che ciascuno dei casi seguiti sembrerebbe collegato a storie di fantasmi. Nel corso delle sue ricerche Parker si ritrova risucchiato nel pericoloso mondo della malavita, un mondo in cui la vecchia e spietata Madre governa un impero criminale in cui innocenti e colpevoli sono pedine in un terrificante gioco di fantasmi. In una frenetica corsa contro il tempo, spetta a Charlie Parker scoprire cosa si nasconda dietro quelle misteriose e inquietanti uccisioni.
L’ennesima indagine al cardiopalma per l’agente speciale Charlie Parker. Una storia torva e indecifrabile, in cui ogni certezza sembra vacillare.

Un Duca Nel Suo Destino

Discendente dalle streghe bruciate sul rogo, Lady Emilia Noble sa benissimo come la società perseguita i diversi. Non si fida di nessuno tranne che dei suoi fratelli e non osa rivelare mai a nessuno, al di fuori della famiglia, che lei, come la nonna prima di lei, può leggere le emozioni delle persone attraverso il cambiamento dei colori della loro aura. Quando il fratello si vanta in modo sconsiderato che riesce a prevedere il futuro e rimane invischiato con lo spregiudicato Lord Abernathy, Emilia si trova di fronte a una nuova minaccia: la rovina della situazione finanziaria della famiglia e lo smascheramento del loro passato segreto.
Fino a quando Emilia non incontra Felix Huntar, duca di Kintore. Per anni, Felix ha visto il suo licenzioso zio, Lord Abernathy, gettare vergogna sulla loro famiglia attraverso le sue disoneste macchinazioni. Determinato a fare in modo che Abernathy non faccia del male a nessun altro, giura di aiutare Emilia a onorare i debiti della sua famiglia. Si sente attratto da lei fin dal loro primo incontro e, lentamente, anche lei comincia a fidarsi di lui. Ma quando Abernathy minaccia di svelare i doni soprannaturali della famiglia Noble, l’incubo peggiore di Emilia diventa una realtà molto concreta.
Può l’amore di Felix ed Emilia trionfare sulle forze del male, o sono destinati a rimanere soli in eterno?
Quando l’amore si mescola con la magia, tutto può succedere.
**
### Sinossi
Discendente dalle streghe bruciate sul rogo, Lady Emilia Noble sa benissimo come la società perseguita i diversi. Non si fida di nessuno tranne che dei suoi fratelli e non osa rivelare mai a nessuno, al di fuori della famiglia, che lei, come la nonna prima di lei, può leggere le emozioni delle persone attraverso il cambiamento dei colori della loro aura. Quando il fratello si vanta in modo sconsiderato che riesce a prevedere il futuro e rimane invischiato con lo spregiudicato Lord Abernathy, Emilia si trova di fronte a una nuova minaccia: la rovina della situazione finanziaria della famiglia e lo smascheramento del loro passato segreto.
Fino a quando Emilia non incontra Felix Huntar, duca di Kintore. Per anni, Felix ha visto il suo licenzioso zio, Lord Abernathy, gettare vergogna sulla loro famiglia attraverso le sue disoneste macchinazioni. Determinato a fare in modo che Abernathy non faccia del male a nessun altro, giura di aiutare Emilia a onorare i debiti della sua famiglia. Si sente attratto da lei fin dal loro primo incontro e, lentamente, anche lei comincia a fidarsi di lui. Ma quando Abernathy minaccia di svelare i doni soprannaturali della famiglia Noble, l’incubo peggiore di Emilia diventa una realtà molto concreta.
Può l’amore di Felix ed Emilia trionfare sulle forze del male, o sono destinati a rimanere soli in eterno?
Quando l’amore si mescola con la magia, tutto può succedere.

Un Dolce Malinteso

* *«I libri di Lidia Ottelli sono una garanzia di stile, divertimento e talento.»
Dall’autrice del bestseller * Odio l’amore, ma forse no ** *
La notte di Capodanno è da sempre considerata magica e sono molte le persone che aspettano il nuovo anno per rivoluzionare la propria vita. Scoprire di essere incinta non era esattamente nei piani di Clarissa, ma quando nove mesi dopo nasce una bambina la sua vita ordinaria viene completamente messa sottosopra. E così, per mantenersi, comincia a lavorare nella pasticceria della madre, che sembra avere l’unico desiderio di vederla sposata con qualcuno dei suoi clienti. Ma Clarissa è di tutt’altra idea. Per lei, ora, la priorità è prendersi cura di sua figlia, e di sicuro non ha tempo per gli uomini! Si è rassegnata all’idea di una vita senza amore e vuole proteggersi dalle delusioni. Il destino, però, sembra pensarla diversamente. È solo questione di tempo, infatti, prima che dalla porta della pasticceria si faccia avanti la persona giusta. E se invece fossero due? Proprio quando Clarissa aveva deciso di arrendersi a una vita di solitudine, Luca e Federico si contenderanno il suo cuore…
* *Un pizzico di ironia, tanta passione e colpi di scena a non finire
Hanno scritto dei suoi romanzi:**
«Finalmente una storia d’amore che mi ha fatto divertire come non mai!»
«Un romanzo che si deve gustare attimo per attimo fino all’ultima pagina, fino all’ultima riga, lasciandosi inondare dalle emozioni contrastanti che solo Lidia Ottelli è in grado di suscitare.»
«Una lettura pungente, frizzante e romantica.»
**Lidia Ottelli**
è nata nel 1976 in provincia di Brescia. Ha pubblicato alcuni racconti in antologie di piccole case editrici, è ideatrice del blog e della pagina Facebook Il Rumore Dei Libri e organizzatrice del Festival Romance Italiano. La Newton Compton ha pubblicato *Odio l’amore, ma forse no* , *Fino all’ultimo battito* e *Emma in love*. **
### Sinossi
* *«I libri di Lidia Ottelli sono una garanzia di stile, divertimento e talento.»
Dall’autrice del bestseller * Odio l’amore, ma forse no ** *
La notte di Capodanno è da sempre considerata magica e sono molte le persone che aspettano il nuovo anno per rivoluzionare la propria vita. Scoprire di essere incinta non era esattamente nei piani di Clarissa, ma quando nove mesi dopo nasce una bambina la sua vita ordinaria viene completamente messa sottosopra. E così, per mantenersi, comincia a lavorare nella pasticceria della madre, che sembra avere l’unico desiderio di vederla sposata con qualcuno dei suoi clienti. Ma Clarissa è di tutt’altra idea. Per lei, ora, la priorità è prendersi cura di sua figlia, e di sicuro non ha tempo per gli uomini! Si è rassegnata all’idea di una vita senza amore e vuole proteggersi dalle delusioni. Il destino, però, sembra pensarla diversamente. È solo questione di tempo, infatti, prima che dalla porta della pasticceria si faccia avanti la persona giusta. E se invece fossero due? Proprio quando Clarissa aveva deciso di arrendersi a una vita di solitudine, Luca e Federico si contenderanno il suo cuore…
* *Un pizzico di ironia, tanta passione e colpi di scena a non finire
Hanno scritto dei suoi romanzi:**
«Finalmente una storia d’amore che mi ha fatto divertire come non mai!»
«Un romanzo che si deve gustare attimo per attimo fino all’ultima pagina, fino all’ultima riga, lasciandosi inondare dalle emozioni contrastanti che solo Lidia Ottelli è in grado di suscitare.»
«Una lettura pungente, frizzante e romantica.»
**Lidia Ottelli**
è nata nel 1976 in provincia di Brescia. Ha pubblicato alcuni racconti in antologie di piccole case editrici, è ideatrice del blog e della pagina Facebook Il Rumore Dei Libri e organizzatrice del Festival Romance Italiano. La Newton Compton ha pubblicato *Odio l’amore, ma forse no* , *Fino all’ultimo battito* e *Emma in love*.

Un Appuntamento a Cui Non Posso Mancare

Kristen è una ragazza alternativa di venticinque anni, vive a Berlino e la sua vita scorre tra lavoro, amicizie e shopping. Una sera in un sito di incontri conosce Scott, tra di loro si instaura un bel rapporto ma lui è restio a mostrarsi. Cosa si cela dietro questa sua resistenza? **
### Sinossi
Kristen è una ragazza alternativa di venticinque anni, vive a Berlino e la sua vita scorre tra lavoro, amicizie e shopping. Una sera in un sito di incontri conosce Scott, tra di loro si instaura un bel rapporto ma lui è restio a mostrarsi. Cosa si cela dietro questa sua resistenza?

Ultime Notizie Dall’America – Ora Zero

In occasione del Natale offriamo ai nostri lettori questo numero doppio dedicato a J. G. Ballard, l’autore che da sei anni non pubblicava romanzi, occupato com’era a riordinare e aggiornare la sua prodigiosa produzione di racconti. Poi, due anni fa, è arrivata la voce che stava lavorando ad altro, ed ecco ora questo Ultime notizie, un romanzo d’eccezione, uno scoppio di straordinaria potenza fantastica e narrativa.
Da oltre un secolo non si avevano più notizie dagli USA. Il grosso della popolazione americana s’è ormai ritrasferito da tempo nei continenti d’origine – Europa, Asia, Africa – e questi continenti sono stati troppo presi dai problemi della loro stessa sopravvivenza per occuparsi d’altro. Ora finalmente una spedizione europea che rinnova curiosamente quella di Cristoforo Colombo, viene spedita laggiù.
I racconti di Ballard sono sempre sconvolgenti e traumatizzanti, ma quello che dà il titolo alla raccolta qui inclusa potrà avere effetti ancora più drastici. Si consiglia quindi vivamente di leggerlo per ultimo onde non rischiare, dopo averlo letto, di non essere più materialmente in grado di leggere gli altri.
INDICE

ULTIME NOTIZIE DALL’AMERICA
Hallo America (1981) |
ORA ZERO
Now: Zero (1962) |
I SACCHEGGIATORI DI TOMBE
The Time-Tombs (1963) |
AMPLIFICAZIONE
Track 12 (1963) |
PASSAPORTO PER L’ETERNITA’
Passport to Eternity (1963) |
IL TEMPO SI GUASTA
Escapement (1956) |
CONTROTEMPO
Controtempo (1960) |
UFO DA VENERE
The Venus Hunters (1964) |
MATTATOIO
The Recognition (1967) |
UN POMERIGGIO A UTAH BEACH
One Afternoon at Utah Beach (1978) |
ZOOM DI 60 MINUTI
The 60 Minute Zoom (1976) |