Visualizzazione di 78493-78504 di 90860 risultati

OPERAZIONE ANTIMOSTRO 1975

L’immenso bestione che con cieca furia abbatte mugghiando i grattacieli è ormai confinato nel recinto della fantascienza filmata; in quella scritta, il “mostro” è diventato personaggio spesso rispettabile, cha ha i suoi problemi anche lui. In questo romanzo, da una situazione alquanto elementare – la caccia al solito “killer” venuto dallo spazio – si sviluppa, con una serie di capovolgimenti e colpi di scena, una vicenda assai più complessa e imprevedibile di quanto si possa sospettare da principio, una “operazione” tra le più originali che si siano viste nella già lunga storia delle relazioni fra gli uomini e gli extraterrestri. 

Onorate Società

Una storia sinottica di mafia, camorra e ‘ndrangheta dall’Unità alla metà del Novecento. Le origini, le fasi di crisi e di ripresa, gli intrecci tra malavita e vita istituzionale raccontati e documentati con dovizia di particolari. Una controstoria d’Italia, basata sulla presenza di una macroscopica malavita organizzata come elemento caratterizzante nella storia del Paese. Il risultato è notevole. Giuseppe Galasso, “Corriere della Sera” La storia delle mafie italiane è un giallo in cui bisogna cercare il colpevole, cercare chi sapeva e scoprire perché chi sapeva non fece nulla. “Sette – Corriere della Sera” I miti di fondazione, i primi delitti eccellenti, le guerre intestine, le inchieste giudiziarie e giornalistiche, i pentiti di più di cento anni fa e gli errori di sottovalutazione, le strategie di repressione sbagliate, le collusioni con la politica che fin dalle origini hanno permesso alle ‘onorate società’ di arricchirsi e prosperare. “National Geographic Italia”

Octopussy (Racconti)

Octopussy, l’ultima collezione di avventure di James Bond, presenta tre storie di intrighi che spingono 007 oltre il limite. In “Octopussy”, un ex agente della seconda guerra mondiale deve affrontare le conseguenze dei peccati del passato, quando James Bond bussa alla porta della sua fortezza nei Caraibi…; in “Di proprietà di una signora” una doppiogiochista, 007 e un pezzo unico della celebre collezione Fabergé sono i protagonisti del racconto; in “Il Lume dell’intelletto” Bond è inviato a Berlino per proteggere un agente britannico prima che un assassino colpisca. Pubblicato postumo, Octopussy segna il contributo finale di Ian Fleming all’eredità della sua creazione iconica, 007 James Bond.

Notizie da un’isoletta

**«Bryson è sicuramente un buon compagno di viaggio e un buon osservatore, con uno sguardo divertito per tutto ciò che appare eccentrico.»**
*Mordecai Richler* , autore di *La versione di Barney* Dopo aver vissuto per quasi vent’anni in Gran Bretagna, Bill Bryson sente che è tempo di fare le valigie e tornare negli Stati Uniti, il suo paese natale. Ma prima di lasciare l’amatissima casa nel nord dello Yorkshire, decide di dare un’ultima occhiata all’isoletta verdeggiante e gentile che per tanto tempo è stata la sua seconda patria. In sette settimane, zaino in spalla e fida cartina topografica in mano, risale da Dover a John O’Groats, in treno, in autobus e spesso (faticosamente) a piedi, riscoprendo i vizi privati, le pubbliche virtù e la sorprendente varietà naturalistica e architettonica di un paese intimo e accogliente, ricco di storia, gloria e bizzarrie. Ogni cosa, grande o piccola, buona o cattiva, cattura lo sguardo, il cuore e la mente di questo viaggiatore d’eccezione: il tempo, i paesaggi, i nomi, gli accenti, i politici, i tassisti, i giornali della sera e il palinsesto della BBC, le brutture di Oxford e le bellezze di Glasgow, la decadenza del porto di Liv¬erpool e le stranezze della cartina della metropolitana di Londra… Notizie da un’isoletta è il racconto di questo viaggio di commiato, una corposa e inedita istantanea della Gran Bretagna, che Bryson compone, come sempre, con irresistibile humour, insaziabile curiosità e rara sensibilità.

Noir désir: né vincitori né vinti

Il 26 luglio 2003, in un albergo di Vilnius, Bertrand Cantat, leader dei Noir Désir, schiaffeggia a più riprese la sua compagna, Marie Trintignant. La notizia fa il giro del mondo. Marie entra in coma, morirà qualche giorno dopo. Bertrand tenta inutilmente il suicidio. Il tribunale lituano lo condanna a otto anni di carcere per omicidio colposo. Dopo avere scontato metà della pena, Cantat ottiene la semilibertà, ritorna insieme alla moglie Kristina, madre dei suoi due figli, che non lo aveva abbandonato durante il processo e la detenzione. Quando si parla con insistenza di un nuovo disco in uscita, l’11 gennaio 2010 Kristina si suicida mentre Cantat dorme nella stanza accanto. Sembra un sipario che cala una volta per tutte. **

Mogli e concubine

In una Cina ancora immersa nel medioevo della decomposizione sociale prerivoluzionaria, la giovane Songlian accetta di diventare quarta sposa e concubina del ricco Chen Zuoqian per uscire dalla povertà. Deve adeguarsi alle regole che la “casa” impone alle mogli. Il marito ha, tra l’altro, diritto di scegliere ogni sera la donna con cui passerà la notte facendo accendere davanti alla residenza della prescelta delle lanterne rosse. La vita delle mogli si consuma nell’attesa di quel momento. Solo la giovane Songlian ha il coraggio per smantellare la vuota logica di quel privilegio. La sua reazione si scontra col muro dell’indifferenza e di una messa al bando che la porta alla follia. **

Missione Goldfinger

Auric Goldfinger è l’uomo più ricco d’Inghilterra, anche se la sua ricchezza non può essere custodita nelle banche. L’accaparramento di vaste scorte di oro ha attirato il sospetto dell’MI6. Inviato a indagare, James Bond scopre un ingegnoso schema di contrabbando dell’oro, oltre ad un progetto ancora più temerario di Goldfinger: l’Operazione Grande Slam, un furto di oro così audace che potrebbe far crollare l’economia mondiale e mettere il destino dell’Occidente nelle mani della SMERSH. Per ostacolare Goldfinger, James Bond dovrà sopravvivere ad una resa dei conti con il sinistro scagnozzo del milionario, Oddjob, un maestro di arti marziali in grado di uccidere con il lancio ben assestato della sua bombetta rasoio.

Milarepa

Simon è assillato da un sogno che lo proietta in un paesaggio pietroso disseminato di carogne e nel quale si aggira colmo di odio e di un inspiegabile desiderio di vendetta “come un latte nero ribollente” fino al giorno in cui in un caffè di Montmartre una donna misteriosa avvolta nel fumo delle sigarette lo apostrofa: “Tu sei Svastika lo zio. Sei l’uomo attraverso il quale è accaduto tutto…da secoli percorri le montagne dei tuoi sogni per purgare la tua anima…Potrai farlo soltanto raccontando la storia della persona con cui hai combattuto Milarepa il più grande degli eremiti. Dovrai raccontarla per centomila volte per scioglierti dal samsara il cerchio infinito delle morti e delle vite ”. Schmitt affronta in questo libro una delle figure più dense e carismatiche della grande tradizione spirituale buddista: Milarepa il grande mago poeta e santo che colora di elementi di stregoneria sciamanica l’antica religione Bön per confluire nell’evangelo del buddismo tibetano. Ma la vita tormentata dell’eremita sciamano nel Tibet dell’undicesimo secolo fornisce al poliedrico Schmitt lo spunto per una originalissima rielaborazione narrativa in forma di affascinante enigma. Offre così al lettore una nuova prova della sua inesauribile verve inventiva intorno ai grandi interrogativi morali di ogni tempo fino alla nostra più stretta e angosciosa attualità: il bene e il male la legittimità della vendetta la forza del perdono e la ricerca di una vita spirituale disposta a liberarsi dei limiti angusti dell’ individualità e ad affrontare attraverso la rinuncia e il sacrificio la strada della saggezza e della perfezione. La vita di Milarepa nato da una famiglia facoltosa di contadini che alla morte prematura del padre viene gettata nella miseria e in una lunga agonia di stenti da un avido parente – lo zio di Milarepa – accolto insieme alla sua famiglia dopo aver subito a sua volta la perdita dei suoi beni – diventa nell’ideazione di Schmitt una enigmatica parabola. Un racconto morale e metaforico collegato all’attualità attraverso la figura del protagonista- narratore Simon nella doppia veste di Milarepa e dello zio di questi (dall’eloquente nome Svastika). Attraverso la cifra del sogno-ricordo- racconto di vite precedenti al nostro presente il passato si aggancia al presente. Simon narra per la centomillesima volta in bilico tra sogno e ricordo e lo fa con questo significativo avvertimento: “Io non penso. Racconto.” in uno sdoppiamento che si risolve alla fine nella fusione dei due avversari in una sola identità. Milarepa e Svastika alternano le proprie voci nel narratore confondendo i caratteri individuali cancellando gli spazi dell’innocenza e della colpa del pentimento e della vendetta sciogliendo l’io dai limiti angusti di un destino personale per attingere a un livello della coscienza capace di accogliere il tutto rinunciando alla propria individualità fino ad affrancarsi dalla specie per accedere a una cognizione più alta dell’essere attraverso il tempo e nel mondo capace di redimere la vita e annullare la morte Le tappe della storia ripercorrono fedelmente le vicende del santo eremita il ritiro dopo che lo zio l’ha cacciato di casa la perdita di sé nel gorgo dell’alcol e del vagabondaggio la vendetta attraverso le facoltà di magia nera acquisite durante l’eremitaggio e che si consuma con l’annientamento della famiglia dello zio malvagio il pentimento e la ricerca della perfezione attraverso le durissime prove cui lo sottopone il grande maestro Marpa il Traduttore poi l’ascesi fino ai sommi gradi della conoscenza suprema che gli dà accesso ai miracolosi poteri dell’illuminato. Ma la forza interlocutoria il fascino e la incisività fantastica del Milarepa di Schmitt è tutta in questa irruzione del presente più normale e quotidiano nella prosaicità scettica ironica inquieta e dubbiosa del protagonista narratore Simon che tira i fili del sogno e del ricordo del presente e del trapassato più remoto in un gioco di specchi o di scatole cinesi che come nel testo classico della Vita di Milarepa non viene messo alla prova dei lettori ma finisce con metterli alla prova.

Milano esoterica

**Se non conosci il suo lato oscuro, non conosci Milano
Dove la verità occulta conserva il proprio mistero**
Milano conserva il più grande mistero esoterico del nostro tempo, occultato ma sussurrato per più di duemila anni, sul quale questo libro cerca di gettare una nuova luce. Esplorerete le strade, gli edifici e i cimiteri della metropoli in espansione, per cogliere i molteplici aspetti del suo volto nascosto. Nei secoli e nei millenni, si sono sovrapposte architetture e simboli incisi nella pietra, fusi nel bronzo, dipinti all’interno delle case o affrescati nelle chiese. Apparentemente tutto scorrerebbe nel modo più normale, eppure, sotto i vostri occhi ignari, c’è la chiara testimonianza di correnti religiose, sette, congreghe, la maggior parte delle quali dichiarate eretiche e perseguitate. Libro alla mano, potrete passeggiare per Milano, individuare le tracce di un passato nascosto, dalla chiesa con i tre volti di San Cristoforo sul Naviglio, al Duomo con l’“Homo Salvadego”, per poi giungere dove è conservato il più grande mistero esoterico europeo. Lo si scoprirà ancora una volta nei pressi di una chiesa, nei cui edifici l’Inquisizione aveva una delle sue sedi…
**Dalle passeggiate esoteriche al culto delle acque
Milano è un mistero tutto da scoprire**
• Una chiesa dai tre volti
• Architettura esoterica
• La Fonte della Vergine
• Chiese e fonti sacre
• Mithrei e misteri
• Il cuore profano e sacro della metropoli
• Tra corporazioni e paganesimo
• Tradizioni ebraiche e cristiane
• Letteratura e realtà
• Eresie milanesi
• La dissidenza non solo dei più poveri
• Sette e religioni
• Aree cimiteriali, antichi ossari, varchi per l’oltretomba
• La Milano dell’oltretomba
• Spoglie dei morti per evocare gli spiriti
• Tra macabro e paranormale passando per l’occulto
• Fantasmi del passato
**e tanti altri argomenti…**  
**Gianluca Padovan**
Nato nel 1959, veronese, da più di trent’anni si occupa di speleologia. Ha pubblicato saggi a carattere storico e speleologico per la Newton Compton e per altre importanti case editrici.
**Ippolito Edmondo Ferrario**
Nato nel 1976, vive e lavora a Milano dove si occupa dell’organizzazione di eventi e di comunicazione. È stato giornalista e ha collaborato a quotidiani, mensili e settimanali.
Insieme hanno scritto *Milano sotterranea* e *Milano esoterica* , pubblicati dalla Newton Compton. **
### Sinossi
**Se non conosci il suo lato oscuro, non conosci Milano
Dove la verità occulta conserva il proprio mistero**
Milano conserva il più grande mistero esoterico del nostro tempo, occultato ma sussurrato per più di duemila anni, sul quale questo libro cerca di gettare una nuova luce. Esplorerete le strade, gli edifici e i cimiteri della metropoli in espansione, per cogliere i molteplici aspetti del suo volto nascosto. Nei secoli e nei millenni, si sono sovrapposte architetture e simboli incisi nella pietra, fusi nel bronzo, dipinti all’interno delle case o affrescati nelle chiese. Apparentemente tutto scorrerebbe nel modo più normale, eppure, sotto i vostri occhi ignari, c’è la chiara testimonianza di correnti religiose, sette, congreghe, la maggior parte delle quali dichiarate eretiche e perseguitate. Libro alla mano, potrete passeggiare per Milano, individuare le tracce di un passato nascosto, dalla chiesa con i tre volti di San Cristoforo sul Naviglio, al Duomo con l’“Homo Salvadego”, per poi giungere dove è conservato il più grande mistero esoterico europeo. Lo si scoprirà ancora una volta nei pressi di una chiesa, nei cui edifici l’Inquisizione aveva una delle sue sedi…
**Dalle passeggiate esoteriche al culto delle acque
Milano è un mistero tutto da scoprire**
• Una chiesa dai tre volti
• Architettura esoterica
• La Fonte della Vergine
• Chiese e fonti sacre
• Mithrei e misteri
• Il cuore profano e sacro della metropoli
• Tra corporazioni e paganesimo
• Tradizioni ebraiche e cristiane
• Letteratura e realtà
• Eresie milanesi
• La dissidenza non solo dei più poveri
• Sette e religioni
• Aree cimiteriali, antichi ossari, varchi per l’oltretomba
• La Milano dell’oltretomba
• Spoglie dei morti per evocare gli spiriti
• Tra macabro e paranormale passando per l’occulto
• Fantasmi del passato
**e tanti altri argomenti…**  
**Gianluca Padovan**
Nato nel 1959, veronese, da più di trent’anni si occupa di speleologia. Ha pubblicato saggi a carattere storico e speleologico per la Newton Compton e per altre importanti case editrici.
**Ippolito Edmondo Ferrario**
Nato nel 1976, vive e lavora a Milano dove si occupa dell’organizzazione di eventi e di comunicazione. È stato giornalista e ha collaborato a quotidiani, mensili e settimanali.
Insieme hanno scritto *Milano sotterranea* e *Milano esoterica* , pubblicati dalla Newton Compton.

Metropolis

In una gigantesca città del futuro, uno scienziato folle crea una donna-robot che, sotto le sembianze di una giovane amata dal figlio del Signore di metropolis, incita i cittadini alla rivolta e alla distruzione delle macchine che sovrintendono al sistema sociale imperante. In un crescendo di tensione e di suspense, mentre da un canto la donna-robot riesce a far scoppiare la rivolta, dall’altro il Signore di Metropolis, suo figlio, e la giovane che ama, presa coscienza di se stessi e dei loro sentimenti, si apprestano a riedificare ciò che è andato distrutto su una nuova base di convivenza.

Memorie di un cuoco d’astronave

l romanzo narra dell’esperienza di un giovane cuoco terrestre imbarcato su un’astronave come vice Chef che diventa subito Chef per indisposizione del capo.
Le vicende sono suddivise in racconti autonomi sulle varie vicende capitategli durante i tre anni di crociera. Le storie dimostrano l’importanza del cibo nelle relazioni e grazie al protagonista viene salvata la galassia dalla distruzione. Le vicende del protagonista, Rudy “Basilico” Turturro, pare siano in parte autobiografiche; nella postfazione l’autore infatti racconta di aver avuto l’ispirazione durante una sua esperienza reale di cucina, su una barca, come del resto la lezione di Filosofia del Cibo, ricorda molto una lezione di filosofia del diritto (l’autore è laureato in giurisprudenza). Nota: gli e-book editi da E-text in collaborazione con Liber Liber sono tutti privi di DRM; si possono quindi leggere su qualsiasi lettore di e-book, si possono copiare su più dispositivi e, volendo, si possono anche modificare. Questo e-book aiuta il sito di Liber Liber, una mediateca che rende disponibili gratuitamente migliaia di capolavori della letteratura e della musica.