Visualizzazione di 76525-76536 di 90860 risultati

Fuoco Ed Estasi

Strappata da casa e obbligata a seguire un uomo travolgente e dominante. Sara viene spinta dagli eventi in una spirale vorticante, tra passione e violenza, si ritroverà avvolta strettamente dal manto del ricatto e troverà rifugio solo in lui… il suo rapitore.
Una storia sensuale ed erotica dove, tra coercizioni e inganni, non mancheranno momenti di suspense e giochi di Dominazione e sottomissione.
Ricattata e terrorizzata da un’organizzazione malavitosa non potrà fare altro che lasciarsi guidare da uomini più capaci di lei. Uomini come Dominic, un dominatore, un soldato che pretende ubbidienza che pretende sottomissione che pretende il suo cuore.
Questo romanzo raccoglie Obbligami, Prendimi e Guardami con alcune scene inedite e alcune parti riscritte.
I romanzi di questa serie contengono scene di sesso esplicite. Se ne consiglia la lettura a un pubblico adulto e consapevole

Fuoco E Oblio

Sesso, amore, pericolo e trasgressione… Questi sono gli ingredienti che troverete in queste pagine. Pagine non adatte a tutti ma solo a un pubblico adulto e consapevole e con un cuore forte!
Cassandra, Steven e Jason, sono tre persone unite dal fuoco della passione, legate dall’oblio dei sensi. Questa è la loro storia, la storia di due uomini e una donna, due maschi dominanti e una femmina che ama sperimentare l’amore in ogni sua forma.
“L’uomo dietro di me sta percorrendo il mio collo con baci umidi e carnali, scatenando brividi in tutto il mio corpo, mentre quello di fronte mi sta baciando o meglio mi sta divorando la bocca, non riesco a respirare, non riesco a pensare, sono persa… Persa in un mondo fatto solo di sensazioni e calore, tanto calore”
Questo romanzo raccoglie Incendio, Abisso e Intreccio con alcune scene inedite e alcune parti riscritte.

Fuga senza fine. Una storia vera

Franz Tunda, un giovane ufficiale asburgico, finì prigioniero di guerra dei russi nell'agosto del 1916. Si liberò con l'aiuto di un polacco. Questa fu la prima delle avventure che lo portarono dalla fuga nella steppa siberiana alle lotte rivoluzionarie nelle file dell'Armata rossa, da Vienna a Berlino, a Parigi. La fuga di Tunda che porta in sé l'implacabile destino del disperso, non è la storia di un'inquietudine, anzi, è la storia del conseguimento di una quiete assoluta. A poco a poco il protagonista si ritroverà "senza nome, senza credito, senza rango, senza titolo e senza professione". Considerato il romanzo più autobiografico di Roth, "Fuga senza fine" contiene una rappresentazione esemplare della disgregazione storica, politica e morale della civiltà austrungarica che è il tema centrale di tutta la sua opera.

Frittelle al Miele e altre Dolcezze (DriEditore Historical Romance Vol. 11)

“Dove trovate queste piccole delizie?”.
“Le faccio io” rispose Lisette tranquilla, contenta di prenderlo per la gola e continuò sorridendo
“lo so, dovrei cantare, saper suonare uno strumento, cucire, ricamare ma nulla. Non so fare niente di tutte queste cose. Però mi piace cucinare dolci e sono molto golosa”.
**Londra. 1818.**
Ben educata, composta, ricca, di nobili natali e bellissima. E che stia al posto suo. Questo cerca in una donna l’integerrimo Magnus Ashley duca di Camden quando emerge dai suoi doveri politici e lavorativi per partecipare alla Stagione mondana londinese e cercare moglie. L’accusa di tradimento mossa a uno dei membri più onesti del ton, lord Starrington, lo distoglie però dal suo intento costringendolo ad avvicinarsi a Lisette, la figlia del traditore. Apparentemente bruttina, cicciottella, povera, sempre provvista di dolciumi e di un sorriso disarmante, Lisette non accetta slealtà. Da nessuno. Neanche da suo padre, neanche da un duca… eppure un vassoio di frittelle al miele può risolvere molte cose.
**Pitti Duchamp, dopo essersi cimentata con notevole successo in vari storici propriamente detti, pubblica per la prima volta con noi qualcosa di diverso. Sempre uno storico classico ma con una connotazione decisamente più rosa. Che poi classico è di sicuro un azzardo, poiché la protagonista non è di certo la classica lady filiforme, bellissima ed austera. Tutto l’opposto. Ma di una simpatia, coerenza morale e bravura culinaria che vi conquisterà di sicuro. E vi divertirete! Insomma… brava Pitti!
***** ROMANZO AUTOCONCLUSIVO *******

Fregatene!: Piccole decisioni che danno qualità alla vita (e liberano dai rompiscatole)

Ci sono momenti nella vita in cui ci rendiamo conto che qualcosa deve cambiare. Per Alexandra Reinwarth uno di questi momenti è stato quando con un sincero “vaffa!” ha finalmente mandato al diavolo quella snervante della sua amica Kathrin. Senza di lei la vita è diventata più bella… e chissà quanto potrebbe esserlo la nostra se in generale smettessimo di fare cose che non vogliamo, con persone che non ci vanno a genio, inseguendo ciò di cui possiamo fare a meno. Lasciatevi ispirare da Alexandra Reinwarth su come liberarvi da persone, cose e situazioni “succhiatempo” e per giunta irritanti, senza per questo diventare a vostra volta insopportabilmente stronzi. Imparate come le piccole decisioni possono avere un grande effetto sulla qualità della vita.

FOTOGRAFIE LETALI: Le Indagini Del Maresciallo Valverde

Tutto incomincia con un atto di vandalismo rurale, che rade al suolo un pescheto, seguito dopo qualche giorno dalla distruzione di un uliveto, mediante un incendio doloso.
Come se ciò non bastasse, viene ucciso di notte un agricoltore, che ha un pescheto confinante con quello distrutto qualche giorno prima. Sembra di essere ritornati agli anni cinquanta, quando era fiorente la mafia rurale.
Il maresciallo Valverde indaga e tutto sembra condurre ad episodi di vendetta tra agricoltori della zona. Ma un attentato all’auto del direttore della Banca Celtica e, dopo qualche giorno, il suo assassinio e il suicidio del suo amante, insieme alla scoperta di alcune foto, spostano l’attenzione del maresciallo al nord. Seguono altri attentati e omicidi, vengono fuori altre foto, ed appare evidente che dietro ci sia una mente criminale propensa ad estendere il suo dominio in tutta l’Italia, da nord a sud. La tenacia del maresciallo, che si serve anche della collaborazione dell’amico Beppe, alla fine ha la meglio e riesce ad incastrare i malviventi, che tentano di aprirsi una via di fuga anche con le armi, ma inutilmente. Il maresciallo li affronta e dimostra di essere imbattibile anche in questa occasione. **
### Sinossi
Tutto incomincia con un atto di vandalismo rurale, che rade al suolo un pescheto, seguito dopo qualche giorno dalla distruzione di un uliveto, mediante un incendio doloso.
Come se ciò non bastasse, viene ucciso di notte un agricoltore, che ha un pescheto confinante con quello distrutto qualche giorno prima. Sembra di essere ritornati agli anni cinquanta, quando era fiorente la mafia rurale.
Il maresciallo Valverde indaga e tutto sembra condurre ad episodi di vendetta tra agricoltori della zona. Ma un attentato all’auto del direttore della Banca Celtica e, dopo qualche giorno, il suo assassinio e il suicidio del suo amante, insieme alla scoperta di alcune foto, spostano l’attenzione del maresciallo al nord. Seguono altri attentati e omicidi, vengono fuori altre foto, ed appare evidente che dietro ci sia una mente criminale propensa ad estendere il suo dominio in tutta l’Italia, da nord a sud. La tenacia del maresciallo, che si serve anche della collaborazione dell’amico Beppe, alla fine ha la meglio e riesce ad incastrare i malviventi, che tentano di aprirsi una via di fuga anche con le armi, ma inutilmente. Il maresciallo li affronta e dimostra di essere imbattibile anche in questa occasione.

Forme Di Lontananza

Alicia, una giovane donna spagnola appena trasferitasi negli Stati Uniti, conosce Matty; i due si innamorano, iniziano a vivere insieme, si costruiscono una vita che molti considererebbero perfetta: una casa, una buona professione, una bella auto. Lei si è lasciata alle spalle i Paesi Baschi, la famiglia e gli amici per immergersi in un’intensa carriera universitaria, lui sembra trovare la felicità nei piccoli interessi quotidiani e nel confort di un’esistenza regolata dalle abitudini. Tuttavia, qualcosa non funziona e a poco a poco emergono sospetti, bugie, contraddizioni. Alicia cerca di adattarsi e trovare il suo posto nel mondo, però il prezzo da pagare è troppo alto. Nella distanza sempre maggiore tra realtà e desideri si insediano nuove forme di abuso, non sempre fisiche, che finiscono per prendere possesso della sua vita, disgregandola poco per volta. Arriva però il giorno in cui Alicia non si riconosce più in questa realtà e trova il coraggio di cambiarla. Edurne Portela racconta, in una storia intensa e coinvolgente, un mondo di solitudini condivise in cui la violenza assume la forma del silenzio.

Foglie nel vento

Maestro nell’arte della seduzione, Rafe Whitbourne, duca di Candover, si è guadagnato la reputazione di libertino nei boudoir di tutta l’aristocrazia inglese, senza mai concedere la sua mano o il suo cuore.
Poi un’importante missione politica lo porta a Parigi a lavorare con la contessa Madga Janos, la più bella spia d’Europa. Sarà il patriottismo ad unire i due protagonisti in un vortice di passione ed in una ragnatela di intrighi…

Fire

Dante Stark ha un dono e una maledizione al tempo stesso: in seguito a un’esperienza traumatica vissuta da bambino, ha acquisito un potere speciale che gli permette di salvare gli altri dal pericolo, ma a caro prezzo: la sua solitudine. Infatti, a causa della sua missione, Dante non può legarsi a nessuna donna, non può amare né essere amato. Tristemente rassegnato al suo destino, Dante una sera salva da uno stupro Selina. L’incontro con la ragazza lo costringe a confrontarsi con le sue paure più remote, i suoi desideri più ardenti, la sua capacità di amare… Ma può esserci un futuro per due anime tormentate?

Filosofia Per I Prossimi Umani

Se vi chiedessero all’improvviso: pensate a un’immagine che possa rappresentare la nostra realtà occidentale contemporanea, cosa vi verrebbe in mente? Forse una risposta azzeccata potrebbe essere quella di una comunità nevrotica, instancabile, ebbra di miliardi di connessioni, relazioni, produzioni, che corre disperatamente, ma priva di meta e senza avere uno specifico obiettivo.Ciò che manca in questa immagine è un orientamento, una consapevolezza, un senso; in una parola, filosofia.È il paradosso che serpeggia nelle nostre società: scarseggia non la materia di Socrate e Kant, considerata oggi disciplina antica, lenta, apparentemente incompatibile con i social, la genetica, le neuroscienze, i viaggi spaziali; ma ciò che da essa scaturisce: la capacità di critica, di riflessione e comprensione delle dinamiche sociali e della relazione tra l’essere umano e il contesto in cui trascorre la propria esistenza. Siamo alla vigilia di una nuova rivoluzione tecnologica e la necessità di “avvolgere” tutti i cambiamenti in un reticolo di nuovo umanesimo, si fa ancora più urgente.Potremmo dire che abbiamo individuato il paradosso dopo aver terminato il precedente volume Prossimi umani, una fotografia del mondo come sarà dal punto di vista scientifico-tecnologico. Un’incoerenza che questo nuovo libro tenta di risolvere con un approccio umanistico, nella convinzione che non solo scienziati ma filosofi, sociologi, giornalisti e letterati siano chiamati a rispondere a domande sul ruolo degli esseri umani in un mondo di macchine e robot, all’organizzazione da dare a comunità composte da uomini frutto di modifiche genetiche o neuronali, alle cautele da adottare per difendersi da un pianeta controllato da quattro o cinque technocorporations.

Fatti Non Foste a Viver Come Robot

*Intelligenza artificiale e big data, realtà aumentata e Internet delle Cose, blockchain e criptovalute, biotecnologie e nanomateriali… Un viaggio tra le innovazioni nell’economia globale e nel mondo del lavoro, alla ricerca di una strada di crescita sostenibile: migliorare la vita dell’uomo nonostante i robot. E grazie a loro.* Nell’estate 2019 Amazon ha presentato una flotta di droni autopilotati per consegnare gli ordini in mezz’ora. Nei due anni precedenti, il robot cinese *Xiaoyi* superava l’esame di abilitazione alla professione medica e l’androide *Sophia* otteneva la cittadinanza saudita dopo difficili test linguistici. Le professioni intellettuali sono a rischio quanto il lavoro di operai e impiegati: sofisticati algoritmi eseguono transazioni finanziarie senza *trader* , scrivono articoli al posto dei giornalisti, analizzano contratti più rapidamente dei legali, formulano diagnosi più accurate dei medici. Come sempre nella storia, le macchine sostituiscono l’uomo e le innovazioni aumentano la produttività. Ma stavolta, in un mondo globalizzato e iperconnesso, c’è il timore di una crescita senza lavoro e non rispettosa dei vincoli ambientali, sociali, demografici, alimentari, energetici. *Fatti non foste a viver come robot* è una profonda riflessione sul concetto di sostenibilità. L’economista Marco Magnani ritiene possibile una crescita più bilanciata e disinnesca l’allarmismo apocalittico sul destino del lavoro: identifica le mansioni a rischio ma anche i nuovi mestieri; analizza i modelli di crescita alternativi – economia circolare e civile, *sharing economy* , decrescita felice – e mette a confronto diverse strategie socioeconomiche, dalla riduzione dell’orario di lavoro alla *robot tax* , dal lavoro di cittadinanza al reddito universale; formula le innovative proposte di capitale di dotazione e dividendo sociale, che faranno molto discutere. Per evitare la crescita insostenibile e il lacerante conflitto uomo-macchina bisogna utilizzare le innovazioni per migliorare la vita dell’uomo, investire senza paura in scuola e formazione, riscoprire la valenza identitaria e sociale del lavoro, soddisfare i bisogni delle generazioni presenti senza gravare su quelle future, preservare la salute del pianeta, far sì che in molti possano beneficiare della ricchezza prodotta. Redistribuendola, ma ancor più creando meccanismi di pre-distribuzione dei mezzi che la generano. L’obiettivo è governare il cambiamento epocale instaurando una convivenza intelligente con le macchine. Fra i “nuovi mestieri” potrebbe essercene soprattutto uno, antichissimo: l’uomo-pastore. Dei robot.