10113–10128 di 72802 risultati

Non abbandonarmi mai

Fin da quando è un’adolescente Stella non fa che ripetersi: “Resisti!”. La piccola realtà in cui vive è fatta di persone mediocri, immorali e interessate solo alle apparenze. È un incubo che con i suoi artigli invisibili la soffoca giorno dopo giorno, anno dopo anno. E l’unica soluzione è scappare. 
Così, senza un soldo e a un passo dalla laurea, la ragazza decide di abbandonare la sua famiglia e di partire per la Città eterna. Pur di non rinunciare ai suoi progetti di vita, è disposta a vendersi l’unica cosa che le è rimasta: la dignità. Di giorno è Stella, una brillante studentessa determinata a completare il percorso universitario nei tempi previsti; di notte è Nuit, una bellissima e sensuale spogliarellista acclamata dal pubblico maschile: sguardi lascivi, perversi e profanatori la bramano, la divorano, la intrappolano in un gioco spietato di potere e malavita. Finché lei non si scontrerà con due occhi tenebrosi che in un istante le trafiggono il cuore. Sarà mai in grado di scappare anche da loro?  **Ellis V. Crystal** è la mamma di un piccolo “terremoto” di sei anni che, a quanto pare, è allergico al silenzio o allo stare fermo. Titolare d’azienda sette giorni su sette è anche una lettrice accanita dall’età di tredici anni, una sognatrice che vede ogni obiettivo come una sfida e soprattutto una donna che non rinuncia mai al caffè del mattino da quando dorme cinque ore a notte perché ha scoperto di potersi immergere, attraverso la scrittura, in altri mondi.

New York 1941. Forse

“ *New York 1941. Forse* non è un libro. È un viaggio attraverso lo specchio che inganna il lettore, conducendolo lungo una spirale fatta di suspense e continui colpi di scena, fino a una verità sconcertante. 
In apparenza, Frank Logan è un giornalista di denuncia che sta conducendo la sua indagine più complessa e pericolosa, all’indirizzo dell’uomo più potente di New York, sindaco e probabile futuro presidente degli Stati Uniti. Lo fa con l’aiuto della sua compagna Dorothy e del detective Jim Ross, il suo migliore amico. Un romanzo *noir* , sapientemente *hard boiled* , parrebbe al lettore. Ma qualcosa non va, qualcosa di oscuro, inquietante, terribile. Tutto parte dagli interrogativi. Perché il passato dei protagonisti sembra essere legato da un comune tratto di avvenimenti tragici? Come mai i ricordi di ognuno dei personaggi mostrano delle inspiegabili lacune? Dove sono finiti i momenti più rilevanti del passato di Frank, Dorothy, Jim, come a dire che in questo romanzo *nulla è mai come sembra*?
Il lettore si troverà a seguire la vicenda improvvisamente in più direzioni, fino al momento in cui non sarà più in grado di orientarsi, né di staccare lo sguardo dalla storia, fino all’ultima, attesissima pagina.
*Come si chiamava tua madre, Frank?* ”

New Found Land

Traveling through time was just the beginning—now Simon and Brad have to survive a reimagined early America in the second book of the alternative history Fireball trilogy, from critically acclaimed Tripods author John Christopher. When Simon and Brad were caught in the mysterious fireball and transported to the strange alternate world on the other side, they knew their lives would never be the same again. They definitely couldn’t have imagined the dangers ahead, especially when they set sail for Brad’s homeland: the still undiscovered America. The Algonquian territory is hardly the paradise Brad had been promised—or remembered from history class. Winter is brutal, the locals are hostile, and Simon and Brad know they have to escape. But can they? The adventures in store—from Vikings to a completely unexpected civilization—put their will to survive to the ultimate test.

Nessuno ritorna a Baghdad

**Miraggi e incontri, scorci di storia e storie minime si compongono in un grande affresco che attraversa un secolo e oltre: un romanzo intriso di nostalgia e umorismo, delusioni e speranze per una famiglia di ebrei di Baghdad che affronta a testa alta un destino collettivo di viaggio, sradicamento e – forse – riconciliazione.**
La memoria è fatta di dettagli, parole, piccoli cortocircuiti. Il ricordo più bizzarro e remoto riaffiora in un certo cibo, in un taglio di luce londinese che pure nulla ha a che vedere con il bagliore abbacinante del deserto, oppure mentre si risponde al telefono, che anche senza più fili continua a unire chi ha scelto di andare lontano e chi si è fatto portare lontano da qualcun altro. Tutto è cominciato lì, a Baghdad, all’inizio del Novecento, o forse qualche millennio prima; a Baghdad, dove Flora, Ameer e Violette sono rimasti giovanissimi e soli quando Norma, madre inquieta destinata a mutarsi in matriarca senza età, è partita, prima di tutti gli altri, per inventarsi un’altra vita oltreoceano. New York, Milano, Gerusalemme, Londra, Haifa, Teheran, Madrid: il mondo è piccolo per chi ha la diaspora nel sangue e sa già, sa da sempre che ci sono viaggi senza ritorno.

Nessuna è più bella di te

Alexia è una studentessa di Lettere moderne all’università di Roma e vive con Paola, la sua migliore amica. Lei non si sente come le altre, si tiene lontano da ogni coinvolgimento emotivo, da tutto ciò che può renderle la vita complicata o almeno più complicata di quanto già è: ha un segreto e lo custodisce con cura, non per sé, ma per proteggere chi ama. Un giorno però i suoi occhi incontrano quelli di un musicista tatuato, dal sorriso sexy, pericoloso e con un’incredibile voce in grado di distrarla da tutto il resto. Lui è il candidato ideale per cacciarsi nei guai e per rischiare di distruggere il muro che con fatica ha innalzato intorno a sé. Alexia sa che innamorarsi, per una come lei, è un rischio troppo grande… **Adelia Marino** è italo-canadese e vive in Germania. Ama leggere, aggiornare il suo blog e scrivere. Adora parlare con chi condivide la sua stessa passione ed è una divoratrice di serie TV. Deve alla nonna il suo amore per i libri. La Newton Compton ha pubblicato *Ogni giorno per sempre* , *Il mio segreto più dolce* , *E poi ho trovato te* , *Mai come te* e *Un altro battito del tuo cuore.​*

Nemesi

En el calorós estiu del 44, Newark pateix una epidèmia terrorífica que amenaça els nens amb la mutilació, la paràlisi, la incapacitat de per vida o fins i tot la mort. Bucky Cantor, un jove llançador de javelina i aixecador de pesos frustrat perquè la seva mala vista l’ha exclòs de lluitar a la guerra s’ha de conformar a fer de monitor en un esplai. Cantor, que es desviu pels seus xavals, és testimoni de com la pòlio comença a fer estralls entre ells. Entre els carrers pestil·lents d’una Newark assetjada i Indian Hill, un immaculat campament als Poconos, Roth descriu un home enèrgic i decent que, amb les millors intencions, lluita en una guerra privada contra la malaltia. Roth és exacte en el relat del desastre personal de Cantor i ens apropa a tots els racons de les emocions que pot arribar a despertar una desgràcia com aquesta: la por, el pànic, la ràbia, el patiment, el desconcert, el dolor… Una idea recorre tota la novel·la, la pregunta que ens persegueix des de les últimes quatre novel·les de Roth: Elegia, Indignació, La humiliació i, ara, Nèmesi: ¿Quina mena de decisions donen forma a la nostra vida? ¿Quin és el nostre poder contra la força de les circumstàncies? Philip Roth (1933) El 1997 va guanyar el Premi Pulitzer per Pastoral americana; el 1998 va rebre la National Medal of Arts a la Casa Blanca, i el 2002,  la Gold Medal in Fiction de l’American Academy of Arts and Letters. Ha obtingut dues vegades el National Book Award i el National Book Critics Circle Award, i tres vegades el PEN/Faulkner Award, el PEN/Nabokov i el PEN/Bellow. Roth és l’únic escriptor nord-americà viu amb obra publicada en una edició definitiva a la Library of America.

Napoli nera: Cane rabbioso-Nazi paradise

Per tutti è un eroe, un bravo poliziotto e uno scrittore di successo. Ma è un cane rabbioso. Un poliziotto assassino e corrotto. Qualcuno sta cercando di incastrarlo, e lui ha solo ventiquattro ore per evitare il carcere. Tutta colpa di una partita di droga.
*Cane rabbioso* è uno sparo nel buio, L’esordio crudo, frenetico, sconvolgente di Petrella è il suo gioiello, una pietra nera in ogni luce, ogni consolazione si è spenta. Un paio di giorni e di notti nella mente folle di un cattivo totale, scossa dalla coca e dagli psicofarmaci, rosa fino alle ossa dalla rabbia verso tutti, e dall’angoscia.
In *Nazi Paradise* , con la svastica tatuata sul braccio e la testa rasata, il protagonista si guadagna da vivere craccando i siti delle banche, per poi dividersi tra la curva e le chat erotiche. Ma poi qualcosa va storto, si ritrova piantato in asso dagli amici, gli sbirri addosso e lo spettro di Poggioreale davanti. Non è la sua testa che vogliono, ma quella di uno più in alto di lui. Marcire o tradire?
Sbirri, ultras, hacker, tossici e neonazisti percorrono senza legge le vene aperte di Napoli, nel sottobosco degradato che nessuno racconta, perché non arriva nemmeno a diventare crimine organizzato.
Petrella scarnifica il linguaggio e ne fa quello che vuole. Le parole sono uno schiocco di frusta che ti afferra per lo stomaco, il suo *noir* è un colore estremo, è la negazione di qualsiasi altro colore.

Myth Conceptions

**Robert Asprin’s classic fantasy series, now available in eBook! With cover and interior illustrations by Phil Foglio!** **A Myth-Adventure in Combat …**          Having defeated the mad wizard, Isstvan, Skeeve and Aahz have taken over the remote inn that was the enemy’s hideout.  They’re generally safe from visitors, and if not, Skeeve’s growing magical abilities allow him to disguise himself and his friends as such repulsive serving staff that potential guests flee, screaming.          Skeeve has grown bored of studying magic at the isolated inn, however, and one visitor who does not flee offers him an invitation for employment as court magician in the kingdom of Possiltum. Seeing a chance for easy profit and a little on the job training for his apprentice, Aahz agrees,          Skeeve defeats the other applicants in a trial of magic to win the position, and that’s when the fun really starts — the pair find out they’ve actually been hired in lieu of a professional national army or mercenaries to defeat a huge military invasion! They’ve also been used as pawns in a game of influence between the king’s advisors … and General Badaxe is particularly unhappy that he got a magician for the kingdom’s money instead of a few thousand soldiers.          Even if they win, they’ll most likely be killed by one court faction or another.           What can a poor apprentice wizard and his demon teacher do?          # 1 – Call on some good friends.          # 2 – Cheat the odds.          # 3 – Do whatever it takes to WIN!   **Weapons of Myth-Destruction …**          “Now that we’ve got a minute,” Skeeve said, “would you mind telling me what your plan is?          “Well,” Aahz explained, “the way I figure it, we aren’t going to overpower them. There are only seven of us and thousands of them. So the name of the game is Delay and Demoralize … Right off the bat we’ve got two big weapons going for us.          “The gargoyle and the dragon?” Skeeve put in helpfully.          “Fear and Bureaucracy,” Aahz said.          “What’s Bureaucracy?” Skeeve asked.          “The organization to get things done that keeps things from getting done,” Aahz continued. “In this case, it’s called the chain-of-command. An army the size of the one we’re facing has to function like a well-oiled machine or it starts tripping over its own feet. I’m betting that if we toss a couple of handfuls of sand into the gears, they’ll spend more time fighting each other than us.”          For once, Skeeve wished he hadn’t asked Aahz for an explanation.

Morningstar

‘THE HARD-BITTEN CHAMPION OF BRITISH HEROIC FANTASY’ – Joe Abercrombie ‘HEROISM AND HEARTBREAK . . . GEMMELL IS ADRENALINE WITH SOUL’ – Brent Weeks A country in desperate need of heroes . . .Angostin invaders surge through the Highlands, laying waste to everything in their path. Darkness follows in their wake as a mad necromancer resurrects the eons-dead Vampyre Kings.Only the bandit Jarek Mace, and the magicker and bard Owen Odell, have the courage to fight the Angostins and the undead. Whispers soon spread that Mace is the legendary Morningstar, a saviour who will protect his country in its hour of need. Yet Mace seems nothing more than a thief and a liar.As the final battle approaches, Odell wonders which of the two Maces will triumph: the self-serving rogue or the saviour of his people, the Morningstar.Novels by David GemmellThe Drenai seriesLegend The King Beyond the GateWaylanderQuest For Lost Heroes Waylander II: In the Realm of the WolfThe First Chronicles of Druss the LegendJon Shannow seriesWolf in ShadowThe Last GuardianBloodstone Stones of Power Ghost KingLast Sword of Power Hawk Queen seriesIronhand’s DaughterThe Hawk Eternal Ancient Greece novelsLion of MacedonDark Prince Other novelsKnights of Dark RenownMorningstar

Mordimi!

Abby vuole a tutti i costi diventare una vampira. Il suo fidanzato Foo intanto cerca un siero per trasformare nuovamente i “nosferatu” in mortali facendo assurdi esperimenti su cavie. Nel frattempo Chet, un enorme gatto draculino, sta trasformando tutti i felini della città in succhiasangue a quattro zampe, e i due vampiri innamorati Jody e Tommy devono cavarsela contro un esercito di animali dai canini troppo sviluppati. Inoltre si impone per tutti la scelta: restare “signori delle tenebre” o tornare umani? Sullo sfondo si affacciano vecchie e nuove conoscenze come l’Imperatore di San Francisco, il samurai di Jackson Street, tre vampiri e un mozzo rastafariano a bordo della nave supertecnologica Raven e gli ispettori Rivera e Cavuto. Tornano le rocambolesche avventure dei beniamini di *La vampira della porta accanto* e *Suck!* , nell’ultimo capitolo della saga di Christopher Moore dedicata ai vampiri di San Francisco.

Monsters of the Earth

Governor Saxa, of the great city of Carce, a fantasy analog of ancient Rome, is rusticating at his villa. When Saxa’s son Varus accompanies Corylus on a visit to the household of his father, Crispus, a retired military commander, Saxa graciously joins the party with his young wife Hedia, daughter Alphena, and a large entourage of his servants, making it a major social triumph for Crispus. But on the way to the event, something goes amiss. Varus, who has been the conduit for supernatural visions before, experiences another: giant crystalline worms devouring the entire world.Soon the major characters are each involved in supernatural events caused by a struggle between two powerful magicians, both mentored by the deceased poet and mage Vergil, one of whom wants to destroy the world and the other who wishes to stop him. But which is which? There is a complex web of human and supernatural deceit to be unraveled.Monsters of the Earth, the new novel in David Drake’s ongoing chronicles of Carce, The Books of the Elements, is a gripping and intricate work of fantasy.At the Publisher’s request, this title is being sold without Digital Rights Management Software (DRM) applied.

Mia!

Un incidente cambierà la vita di Sara. Il suo presente, stravolto da un inganno, la condurrà in ospedale dove incontrerà, apparentemente per caso, due uomini attratti da lei. I due, legati dai segreti di un drammatico passato, la trascineranno nelle loro difficili esistenze. Coinvolta dal rischio, dall’attrazione, dal pericolo e dalla passione non avrà il tempo di fuggire. Sara dovrà fare delle scelte. Dovrà difendere la sua vita e salvare il suo cuore, combattuto tra il tenero complicato ragazzo drogato e l’uomo scontroso e seducente che pretende che lei sia sua.

Mezzanotte e cinque a Bhopal

Alla fine degli anni ’50, mentre migliaia di contadini indiani vengono cacciati dalle loro terre da nugoli di insetti assassini, tre entomologi newyorkesi inventano un insetticida miracoloso. La Union Carbide, la multinazionale che lo produce, decide di impiantare una grande fabbrica nel cuore dell’India, nella splendida Bhopal. I lavori hanno inizio negli anni ’60 e terminano nel 1980, quando la fabbrica gioiello viene finalmente inaugurata. Ma il sogno ha vita breve: il 2 dicembre 1984 la fabbrica esplode causando la morte di migliaia di persone e compromettendo gravemente la salute di molte altre, a causa delle emissioni di gas nocivi.

Memorie di una cagna

Una nave è in vista delle coste greche. A bordo, una donna cerca di distinguere il profilo del Peloponneso nella luce incerta del crepuscolo. È Elena di Troia, ricondotta in patria dal marito Menelao dopo la distruzione dell’orgogliosa città. Al vento e alle onde, lei affida la propria storia. E la sua voce racconta una verità diversa da quella che tutti conoscono: malinconica e vibrante, parla di una creatura assetata d’amore, piena di passione e sensualità, ma costretta a obbedire alla legge del padre-re e a sposare un uomo che non aveva scelto, né desiderava. Una decisione fatale, da cui nasceranno lutti e tragedie, perché Elena cercherà tra le braccia di altri quel che le è stato negato. Perdendo tutto, e finendo marchiata come «cagna», sciagurata e traditrice. Sullo sfondo del mito e dei poemi omerici, Francesca Petrizzo spoglia la sua protagonista dell’alone leggendario, le dà carne e anima, creando una modernissima figura femminile che irrompe sulla pagina con la forza, la rabbia e la dolcezza di un personaggio autentico, archetipo di tutte le donne che nel tempo hanno opposto le ragioni del cuore a quelle del potere. Sorretto da una scrittura lirica, musicale, a tratti ipnotica, il sorprendente romanzo d’esordio di una giovanissima scrittrice di talento.

Matematici nel sole

Una grande storia d’amore raccontata dai confini della morte. Lui, Hus, si ammala gravemente, affronta stoico il dolore, le terapie, e prepara con lei, Wif, i dettagli di una laica e insolita cerimonia funebre. Accadesse il peggio, non intende lasciare nulla al caso. S’innesta così nel viaggio verso la drammatica incognita, la storia dei momenti fondamentali di una vicenda amorosa nata sotto la stella di una passione irresistibile. Lei più grande di lui, non senza complessi che provocano schermaglie, una vita celebrata come un’intensa cerimonia, in ogni singolo attimo, anche il più semplice e quotidiano. Una famiglia con due figli oramai adulti. Nulla sfugge a questo senso avvolgente del rito: gioie, lutti, sesso, piccole cattiverie che sono anch’esse il segno di un affetto sterminato. Il pensiero della morte accentua il senso della vita e illumina ogni sua minima manifestazione di cui Stelzer – con stile scintillante ma diretto – sa sempre compulsarne il mistero, nella sua doppia essenza: fisica e spirituale. Un romanzo senza reticenze sulla crudeltà e lo splendore dell’esistenza umana.