10017–10032 di 68366 risultati

Scalare Il Mondo

Inseguendo i propri sogni di bambino, Walter Bonatti è diventato un
personaggio leggendario, il simbolo stesso dell’avventura. Perché nelle sue
sfide si è spinto sempre un po’ più in là, ed è andato tanto avanti da
riuscire ancora oggi a dirci qualcosa di nuovo. Erano i sogni a guidarlo, e
lui ha passato la vita a realizzarli.
Non solo i suoi: quelli di tutti. Scalare montagne, calarsi nei vulcani,
costruire una zattera, spiare le tigri da una capanna sugli alberi, rincorrere
lucertoloni preistorici, viaggiare in canoa sulle tracce dei cercatori d’oro,
tirare frecce con gli indigeni, cercare rocce magiche in Amazzonia, piantare
una tenda al Polo Sud o su un’isola deserta, tuffarsi da una cascata, guardare
negli occhi orsi e leoni. Chi non ha mai fantasticato una di queste avventure?
Ecco: lui le ha vissute tutte, e altre ancora, con meraviglia e coraggio.
Coerente e solitario, Walter ha imparato presto a contare su se stesso, ha
testardamente coltivato il corpo e la mente, combattendo contro i pericoli ma
anche contro bugie e incomprensioni. Ha vissuto l’impossibile e ce lo ha
raccontato, insegnandoci ad affrontare la paura e a non perdere la fantasia.
Le sue parole, e quelle di chi lo ha conosciuto, rivelano in queste pagine
l’incredibile viaggio di un ragazzo che diventa uomo, ma anche i segreti del
suo successo e della sua scrittura. Una vita intera raccontata attraverso le
storie più avvincenti, le emozioni e le delusioni più intense. E le più belle
(e inedite) lettere d’amore.

Sabbie mobili. Esiste un banchiere perbene?

«Con questo libro ho voluto aprire uno squarcio di verità sulle banche: come vengono prese le decisioni, come vengono scelti e pagati i banchieri, com’è possibile anche fare truffe di dimensioni gigantesche. Ho fatto nomi e cognomi, ho raccontato il dietro le quinte della cronaca di questi anni sapendo quanto sia delicato parlare di persone vere, alcune delle quali non ameranno comparire in un libro. Ma non è un libro polemico; non ha come obiettivo difendere o attaccare le banche. È un libro che spiega come spesso elementi legati alla debolezza umana o addirittura al caso sono stati il motore di avvenimenti ¬nanziariamente importanti. Ma esiste anche un secondo motivo che mi ha portato a scrivere: quando mi sono trovato dentro le sabbie mobili di una vicenda giudiziaria paradossale, ho iniziato a scrivere delle memorie destinate a restare private, per me e la mia famiglia. Alcuni mi hanno raccomandato di non pubblicarle mai; altri mi hanno detto che sarebbe un peccato non raccontare che uscire dalle sabbie mobili è possibile. Mi hanno convinto».[BIO]Fabio Innocenzi è un noto banchiere italiano. Ha ricoperto incarichi dirigenziali per UniCredit, Banco Popolare e Intesa Sanpaolo. Nato a Verona, si è laureato alla Bocconi di Milano e in seguito ha vissuto in Irlanda (a Dublino) e negli Stati Uniti (a Boston) dove era amministratore delegato di Pioneer Investments. Tornato a Verona nel 2001, ha guidato prima il Banco Popolare e poi la Cassa di Risparmio del Veneto. Ha presieduto la delegazione dell’ABI durante la negoziazione del contratto nazionale dei bancari firmato nel 2007. Dal 2011 è amministratore delegato di UBS Italia.È sposato con Elena e ha due figli, Dario e Pietro. **

Running: Attività fisica e benessere alla portata di tutti

Il volume ha un approccio molto pratico e visuale, con numerosi immagini, tabelle e fotografie che illustrano gli esercizi fondamentali per la tecnica e la preparazione fisica e mentale che ogni runner dovrebbe intraprendere. Al suo interno sono riportati programmi completi di allenamento per passare dall’inattività assoluta fino al raggiungimento di obiettivi come correre una mezza maratona senza rischi. Nella seconda parte sono presenti utili consigli sulla nutrizione e salute e la prevenzione, con una descrizione delle patologie per le quale la corsa ha un approccio terapeutico. La prefazione al testo è stata scritta da Pietro Trabucchi, psicologo che si occupa da sempre di prestazione sportiva, in particolare di discipline di resistenza.

Il romanzo di Eleonora d’Aquitania. La regina ribelle

Colta e bellissima, ambiziosa e spregiudicata, **Eleonora d’Aquitania** vive
in un’epoca, il XII secolo, in cui le donne sono ridotte al silenzio e
all’obbedienza. Ma lei è determinata a ribellarsi a ogni costrizione:
partecipa alla seconda Crociata; divorzia dal primo marito – Luigi VII, re di
Francia – e, nello sconcerto generale, sposa Enrico II d’Inghilterra, di
undici anni più giovane; diventa la musa dei trovatori nella sua «Corte
d’amore» a Poitiers, dove si cantano la passione e la sensualità; tratta come
pedine di un gioco politico i due figli più amati, Riccardo Cuor di Leone e
Giovanni. Il mondo la odia e la teme, ma non riesce a fermarla: sulla sua
strada, Eleonora lascerà vittime innocenti e cuori straziati, in un turbine
che finirà per travolgere lei stessa.
Dalle nebbiose città inglesi all’Oriente delle Crociate, dalla Terrasanta al
lusso della corte bizantina, Elizabeth Chadwick dipinge il ritratto di una
donna straordinaria per la sua modernità, che ha amato, tradito, sofferto e
lottato contro rivalità, odi e pregiudizi, proprio come una donna di oggi.

La rivoluzione dei gelsomini: Il risveglio della dignità araba

Il centro del mondo si è spostato in Nord Africa. Dopo la Tunisia, l’Egitto, e poi chissà quali altri paesi ancora. Il popolo invade le strade e riempie le piazze. La polizia in parte solidarizza in parte reprime. Frange di fondamentalismo si mischiano alla maggioranza che chiede diritti e libertà, stemperando il proprio potenziale violento. Il mondo sta a guardare e fatica a prendere posizione. La voce di Tahar Ben Jelloun si leva con lucidità per spiegare in modo semplice cosa è accaduto, cosa sta accadendo e cosa accadrà. “Cadono dei muri di Berlino”, dice l’autore, e niente dopo questi fatti sarà più come prima nel mondo arabo. Questi paesi stanno scoprendo, hanno scoperto e rivendicheranno d’ora in poi, il valore e l’autonomia dell’individuo in quanto cittadino.
Dopo i best seller dedicati al razzismo e all’Islam, l’autore marocchino di nazionalità francese torna a prendere di petto l’attualità più bruciante con tesi che faranno molto discutere, per nulla tenere con l’Occidente. Quali sono le colpe dell’Europa e degli Usa? Davvero l’Europa e gli Usa vogliono l’autodeterminazione dei popoli arabi? Oppure fanno più comodo pseudo-dittatori che flirtano con la finanza mondiale e i governi occidentali? Il petrolio c’entra e in che misura? Molte domande, alcune risposte per cosa sta accadendo sull’altra sponda del Mediterraneo. **
### Sinossi
Il centro del mondo si è spostato in Nord Africa. Dopo la Tunisia, l’Egitto, e poi chissà quali altri paesi ancora. Il popolo invade le strade e riempie le piazze. La polizia in parte solidarizza in parte reprime. Frange di fondamentalismo si mischiano alla maggioranza che chiede diritti e libertà, stemperando il proprio potenziale violento. Il mondo sta a guardare e fatica a prendere posizione. La voce di Tahar Ben Jelloun si leva con lucidità per spiegare in modo semplice cosa è accaduto, cosa sta accadendo e cosa accadrà. “Cadono dei muri di Berlino”, dice l’autore, e niente dopo questi fatti sarà più come prima nel mondo arabo. Questi paesi stanno scoprendo, hanno scoperto e rivendicheranno d’ora in poi, il valore e l’autonomia dell’individuo in quanto cittadino.
Dopo i best seller dedicati al razzismo e all’Islam, l’autore marocchino di nazionalità francese torna a prendere di petto l’attualità più bruciante con tesi che faranno molto discutere, per nulla tenere con l’Occidente. Quali sono le colpe dell’Europa e degli Usa? Davvero l’Europa e gli Usa vogliono l’autodeterminazione dei popoli arabi? Oppure fanno più comodo pseudo-dittatori che flirtano con la finanza mondiale e i governi occidentali? Il petrolio c’entra e in che misura? Molte domande, alcune risposte per cosa sta accadendo sull’altra sponda del Mediterraneo.

Riunione di famiglia

In occasione del ventennale degli ex alunni è stata organizzata una riunione, per incontrarsi di nuovo tutti insieme dopo tanto tempo. Le sorelle Plunkett, però, hanno le loro ragioni per non voler partecipare… Caroline è una stilista di successo. Con i suoi lavori a maglia è riuscita a costruirsi la carriera che desiderava e divide il suo tempo tra l’Inghilterra e l’Italia, dove vive il suo compagno. Per quel che la riguarda, preferisce seppellire i ricordi dei giorni della scuola e quel che le è successo il giorno in cui l’ha lasciata. Eleanor, d’altra parte, è diventata irriconoscibile. Non è più la ragazza spigliata e divertente di un tempo. Ha un figlio che a malapena le rivolge la parola e il suo matrimonio è in crisi. Rivangare i bei tempi andati è proprio l’ultima cosa di cui ha voglia. Ma quando Caroline riceve una lettera inaspettata nelle settimane che precedono l’incontro, i ricordi cominciano a riaffiorare. Le due sorelle riusciranno a trovare il coraggio di tornare nella cittadina in cui sono cresciute e affrontare il passato?

Ritorno Ad Ambra (Cronache Di Ambra #6)

Merle Corey è un giovane e brillante designer di computer, ma è anche Merlin, figlio dell’ex principe di Ambra, Corwin, di cui ha ereditato i meravigliosi poteri. Nel tentativo di comprendere meglio suo padre, Merlin ha trascorso gli ultimi anni sulla Terra, a San Francisco, studiando informatica e progettando uno straordinario computer mai visto prima. Adesso è deciso a tornare ad Ambra, ma prima di farlo intende scoprire chi sta cercando di ucciderlo e perché. A tale scopo inizierà una disperata corsa attraverso le ombre, non solo per sfuggire alla misteriosa forza che minaccia la sua vita, ma per proteggere il segreto mortale che potrebbe distruggere entrambi i suoi mondi… Il sesto capitolo delle Cronache di Ambra, un classico imperdibile della letteratura fan¬tasy di tutti i tempi.

Ricordati di me

**Non aver paura di inseguire i tuoi sogni**
Mi chiamo Lael Ramsey e credo di essere nei guai. Ho una cotta sin da quando ero una ragazzina. Il fatto che lui neanche mi guardasse non ha mai avuto importanza. Brad Snyder, chitarrista e cantante di una delle band più famose al mondo, era tutta la mia vita. Ho sempre trovato ingiusto che mio padre, il discografico che aveva scoperto il suo talento, avesse un così grande ascendente su di lui… L’opposto di quello che accadeva a me. E così ho cercato la mia opportunità per dimostrare chi fossi. Oggi è il giorno della mia audizione: devono rimpiazzare il bassista della band. Se avrò il lavoro, partirò per il tour e lavorerò accanto a Brad ogni giorno. C’è solo un problema: gli è stato espressamente vietato di avvicinarsi troppo alla figlia del capo. Forse, adesso che si è accorto della mia presenza, questo potrebbe rappresentare un problema…
**Se riesci a seguire i tuoi sogni, non c’è niente di cui tu possa aver paura**
«Uno dei libri che ho atteso di più e che non ha affatto deluso le mie aspettative.»
«La perfetta fuga dal quotidiano. Divertente, sexy ed emozionante! Spero che questi due autori ci regalino presto altre storie.»
«Adoro questi due autori insieme, davvero un libro fantastico!»
**Karina Halle**
è cresciuta a Vancouver, in Canada. Ha una laurea in sceneggiatura e una in giornalismo. È autrice di numerosi libri di successo. *Dream. Patto d’amore* è stato in classifica per settimane sul «New York Times», il «Wall Street Journal» e «USA Today».
**Scott Mackenzie**
è nato a Montreal ed è cresciuto nelle campagne dell’Ontario. Dopo aver vissuto una vita piuttosto avventurosa, cambiando diversi mestieri, si è finalmente stabilito in un’isola del Canada insieme a sua moglie, Karina Halle, e il loro cane. Quando non scrive fa il marinaio sulla sua barca, suona o si perde a fantasticare sulle prossime storie. **
### Sinossi
**Non aver paura di inseguire i tuoi sogni**
Mi chiamo Lael Ramsey e credo di essere nei guai. Ho una cotta sin da quando ero una ragazzina. Il fatto che lui neanche mi guardasse non ha mai avuto importanza. Brad Snyder, chitarrista e cantante di una delle band più famose al mondo, era tutta la mia vita. Ho sempre trovato ingiusto che mio padre, il discografico che aveva scoperto il suo talento, avesse un così grande ascendente su di lui… L’opposto di quello che accadeva a me. E così ho cercato la mia opportunità per dimostrare chi fossi. Oggi è il giorno della mia audizione: devono rimpiazzare il bassista della band. Se avrò il lavoro, partirò per il tour e lavorerò accanto a Brad ogni giorno. C’è solo un problema: gli è stato espressamente vietato di avvicinarsi troppo alla figlia del capo. Forse, adesso che si è accorto della mia presenza, questo potrebbe rappresentare un problema…
**Se riesci a seguire i tuoi sogni, non c’è niente di cui tu possa aver paura**
«Uno dei libri che ho atteso di più e che non ha affatto deluso le mie aspettative.»
«La perfetta fuga dal quotidiano. Divertente, sexy ed emozionante! Spero che questi due autori ci regalino presto altre storie.»
«Adoro questi due autori insieme, davvero un libro fantastico!»
**Karina Halle**
è cresciuta a Vancouver, in Canada. Ha una laurea in sceneggiatura e una in giornalismo. È autrice di numerosi libri di successo. *Dream. Patto d’amore* è stato in classifica per settimane sul «New York Times», il «Wall Street Journal» e «USA Today».
**Scott Mackenzie**
è nato a Montreal ed è cresciuto nelle campagne dell’Ontario. Dopo aver vissuto una vita piuttosto avventurosa, cambiando diversi mestieri, si è finalmente stabilito in un’isola del Canada insieme a sua moglie, Karina Halle, e il loro cane. Quando non scrive fa il marinaio sulla sua barca, suona o si perde a fantasticare sulle prossime storie.

Le ricette della signora Toku

La modesta bottega di dolciumi di Sentarō comincia a prosperare con l’arrivo
dell’anziana signora Tokue. Il pasticciere si convince ad assumerla dopo aver
assaggiato il suo delizioso e inimitabile _an_ , la confettura di fagioli
rossi usata per farcire i _dorayaki_. Ma Tokue nasconde un segreto ben piú
inconfessabile della ricetta di una confettura.
Sentarō è un uomo di mezza età, ombroso e solitario. Pasticciere senza
vocazione, è costretto a lavorare da _Doraharu_ , una piccola bottega di
dolciumi nei sobborghi di Tōkyō, per ripagare un debito contratto anni prima
con il proprietario. Da mattina a sera Sentarō confeziona _dorayaki_ \- dolci
tipici giapponesi a base di pandispagna e _an_ , una confettura di fagioli
_azuki_ \- e li serve a una clientela modesta ma fedele, composta
principalmente da studentesse chiassose che si ritrovano lí dopo la scuola. Da
loro si discosta Wakana, un’adolescente introversa, vittima di un contesto
familiare complicato. Il pasticciere infelice lavora solo il minimo
indispensabile: appena può abbassa la saracinesca e affoga i suoi dispiaceri
nel sakè, contando i giorni che lo separano dal momento in cui salderà il suo
debito e riacquisterà la libertà. Finché all’improvviso tutto cambia: sotto il
ciliegio in fiore davanti a _Doraharu_ compare un’anziana signora dai capelli
bianchi e dalle mani nodose e deformi. La settantaseienne Tokue si offre come
aiuto pasticciera a fronte di una paga ridicola. Inizialmente riluttante,
Sentarō si convince ad assumerla dopo aver assaggiato la sua confettura _an_.
Sublime. Niente a che vedere con il preparato industriale che ha sempre
utilizzato. Nel giro di poco tempo, le vendite raddoppiano e _Doraharu_ vive
la stagione piú gloriosa che Sentarō ricordi. Ma qual è la ricetta segreta
della signora Tokue? Con amorevole perseveranza, l’anziana signora insegna a
Sentarō i lenti e minuziosi passaggi grazie ai quali si compie la magia: «Si
tratta di osservare bene l’aspetto degli _azuki_. Di aprirsi a ciò che hanno
da dirci. Significa, per esempio, immaginare i giorni di pioggia e i giorni di
sole che hanno vissuto. Ascoltare la storia del loro viaggio, dei venti che li
hanno portati fino a noi». Come _madeleine_ proustiane, i dolcetti giapponesi
diventano un pretesto per i viaggi interiori di Sentarō e Tokue, fra i quali
si instaura un legame profondo che lascia emergere segreti ben piú nascosti e
ferite insanabili. Con l’autunno, però, un’ombra cala sulla piccola bottega
sotto al ciliegio: quando il segreto di Tokue viene alla luce, la clientela
del negozio si dirada e la donna, costretta a misurarsi di nuovo con il
pregiudizio e l’ostracismo sociale che l’ha perseguitata per tutta la vita,
impartirà a Sentarō e Wakana la lezione piú preziosa di tutte. _Le ricette
della signora Tokue_ è una favola moderna sull’amicizia, la libertà e la
resilienza. Un’ode alla vita di palpabile sensualità che ci insegna a trovare
la grazia nell’inaspettato e la felicità nelle piccole cose.

Ricerca di una terra felice

L’avvenimento di questi ultimi tempi è stato, nell’Unione Sovietica, la pubblicazione postuma, su una rivista edita a Alma-Ata, del romanzo di Andrej Platonov Džan, in cui un critico ha ravvisato l’impianto di un «mistero» medievale. L’interesse vivo per un’opera così imprevista, per tanti anni rimasta sconosciuta, si giustifica anche perché Džan contribuisce a mettere in luce un altro rilevante scrittore troppo a lungo rimasto nell’ombra. Tuttavia, anche se solo in parte conosciuto, Platonov riscosse ammirazione in lettori come Hemingway, Lukàcs e Gor'kij. Džan è la storia di una disperata marcia attraverso il deserto asiatico: il piccolo popolo džan viene condotto a salvezza, strappato al malefizio della sua vegetale e semispenta esistenza. Čagataev, il salvatore, prima ancora di procacciare ristoro e riparo a quel pugno di dannati del mondo, compie il vero miracolo d’infondere nell’anima loro la volontà di vivere. Perché Džan è un popolo che vuole perire, avendo esaurito ogni potenza vitale. Dopo tutte le prove cui sottostà, dopo la costante esperienza della morte, dopo la lotta con le forze opache e aride del deserto, Čagataev, mitico e umanissimo eroe, ha la certezza della vittoria quando gli uomini del piccolo popolo si sottraggono alla sua tutela: essi non vogliono vivere nella comunità organizzata da Čagataev e se ne vanno per il vasto mondo, a cercare, oltre l’orizzonte, la felicità. La parabola conchiude qui la sua biblica spaziosità di simbolo, su questa prospettiva di libertà e di avvenire.
L’immensità dello spazio e l’infinità del tempo, la resistenza della natura e l’azione dell’uomo, l’imperio della coscienza e l’indipendenza del cuore, l’angoscia dell’anima e l’impulso a superare le distanze tra gli esseri, il senso di necessità dell’amore e quello di ineluttabilità della morte, sono, in Platonov, i raggi di un pensiero poetico che ha il suo centro di luce in un’affermazione intensa e fervente di infinito sviluppo vitale.

Il Regno Immortale

**La morte incombe sulle terre di Mytica. I Catalizzatori sono ormai pronti a
dare vita al loro regno immortale…**
Mytica è sull’orlo dell’abisso. Un rituale oscuro ha liberato i Catalizzatori,
antichi dei che adesso si aggirano per il mondo seminando morte e distruzione.
Ed è tutta colpa di Lucia. Tuttavia la principessa non ha nessuna intenzione
di arrendersi, anzi ha già un piano per annientare quella minaccia una volta
per tutte. Ma ben presto si rende conto con orrore che la sua magia si sta
indebolendo, al punto da trasformare il suo progetto in una missione suicida.
A Lucia non rimane che una scelta: sacrificare la propria vita per la salvezza
del mondo, o implorare il perdono del dio del fuoco e diventare schiava del
suo regno immortale…
Il principe Magnus è stato torturato e sepolto vivo. E ormai è troppo tardi.
Ora, nel cuore di Cleo c’è spazio solo per la vendetta. Per uccidere chi le ha
portato via il suo grande amore, la Principessa Dorata è disposta a mentire ai
suoi alleati, a stringere un patto col Re del Sangue e perfino a sfruttare il
Catalizzatore dell’acqua, un potere dirompente e pericoloso, che diventa ogni
volta più difficile da controllare. Ciò che Cleo non sa, però, è che più farà
ricorso a quella magia, più grande sarà il rischio di trasformarsi in un
automa, completamente soggiogata al volere del Catalizzatore…

La realtà ultima. Oltre ciò che sembra

Paolo Marrone, l’autore de “Il monaco che non aveva un passato”, torna con un nuovo libro in cui ci aiuta a mettere in campo un vero e proprio piano di fuga. Fuga da cosa? Dalla gabbia mentale nella quale tutti noi, nessuno escluso, è rinchiuso. Le sbarre di quella gabbia sono fatte di false credenze e supposizioni su come è fatto il mondo. Un libro che cambierà per sempre l’idea che hai del mondo e di te stesso. Attraverso una spiegazione chiara e semplificata delle leggi della fisica quantistica, questo libro ci fornisce le 12 chiavi per uscire da quella gabbia e accedere così a un diverso livello di consapevolezza. L’autore ci conduce lungo un percorso di riscoperta della nostra vera natura, grazie al quale potremo lasciarci alle spalle vecchie credenze su come funziona il mondo, ed entrare in un luogo di consapevolezza dove avremo superato i vecchi limiti mentali. Grazie a questo libro potrai: acquisire le 12 chiavi per liberarti dalle catene mentali; comprendere l’immenso potere della tua mente; comprendere i veri meccanismi di creazione della realtà; imparare le tecniche per creare nuove abitudini mentali; arrivare a toccare con mano chi sei veramente.

Real Love (Versione Italiana)

Oakley Ford è famoso, attraente, con una reputazione da bad boy e una vita
sopra le righe. La sua fama di bello e dannato, però, sta pericolosamente
vanificando i successi raggiunti. E se non vuole essere una meteora, Oakley
deve cambiare registro. Adesso. Dire addio a feste, ragazze e amicizie
sbagliate una volta per tutte e mettere la testa a posto, trovandosi una
relazione – _normale_ \- con una ragazza _normale_ , anche a costo di pagarla
una cifra da capogiro.
Dopo un’attenta analisi, la scelta ricade su Vaughn Bennett, la quintessenza
della brava ragazza: bellezza acqua e sapone, un diploma conquistato in
anticipo e un lavoro part-time come cameriera per aiutare economicamente la
famiglia.
Per Vaughn la proposta è semplicemente folle: una montagna di soldi per
fingersi la fidanzata di qualcuno? Ma un’occasione come questa non capita
tutti i giorni e lei non può negare che quei soldi le farebbero davvero
comodo. Le permetterebbero di pagare il college ai fratelli, estinguere i
mutui e, sì, semplificarsi la vita. Così finisce per accettare.
In un mondo pieno di filtri e finzione, per nessuno dei due sarà facile
distinguere ciò che è vero, reale, da ciò che non lo è, ma i brividi di un
bacio non mentono mai.
Dopo il successo internazionale di _**Paper Princess**_ e della serie _**The
Royals**_ , bestseller n.1 del _New York Times_ e nella Top 20 di narrativa
straniera in Italia, una nuova storia d’amore, romantica e sexy, firmata da
**Erin Watt**.

Il re, il cuoco e il buffone

L’Europa si è lasciata andare al sonno della ragione. Imperversano ovunque caos e dissoluzione. L’invenzione della stampa ha sconvolto le menti e il continente. Il veleno della propaganda alimenta il fanatismo religioso. Nato in un piccolo villaggio nella Germania del Seicento, il piccolo Tyll scappa, con la fedele amica Nele, dopo che suo padre, appassionato di astri ed erbe, viene mandato al rogo con l’accusa di stregoneria. Malgrado la Guerra dei trent’anni, la fame e il cattivo tempo, prima come saltimbanco che balla in bilico sulla fune e incanta e irride gli astanti, poi come buffone alla corte del tragicomico Re d’inverno, Tyll non muore, anzi. Tra boschi stregati, pentacoli e quadrati magici, incontra molte celebrità della sua epoca, come il gesuita egittologo Athanasius Kircher, alla ricerca di un drago con il cui sangue vuole creare una medicina contro la peste, o il re di Svezia Gustavo Adolfo Vasa, circondato dai suoi rudi soldati sul campo di battaglia. Tyll sopravvive alla Storia e ai potenti, e diventa testimone eccellente di un passato europeo denso di parallelismi con i nostri tempi, mostrandoci con la comicità disperata della rassegnazione l’immenso orrore e la grande bellezza di cui siamo capaci.
**