Visualizzazione di 74593-74604 di 90860 risultati

Ecciù! La biblioteca ha il raffreddore

Un giorno, uno starnuto libera nell’aria un gruppo di goccioline, costrette fino ad allora a vivere rinchiuse nel naso di un bambino. Lievi e felici, le goccioline partono per la loro prima avventura nel mondo e approdano alla Popinco Pau, una biblioteca di quartiere. La gocciolina Matilde, che sa leggere, guida le compagne alla scoperta di quel posto meraviglioso tra scaffali e vecchi volumi, mentre Plin, inizialmente titubante, vorrebbe fare amicizia con i libri e sentire quello che hanno da raccontare. Presto, però, Plin scopre che in quella biblioteca i volumi non fanno che litigare tra loro e per di più sono molto dispettosi con i piccoli lettori, che considerano dei mocciosi rompiscatole. Quando però le goccioline, senza volerlo, contageranno la biblioteca con un potente raffreddore, i libri saranno costretti a cambiare idea…

È Più Facile Scrivere Bene Che Scrivere Male

Scrivere bene è meno difficile di quanto siamo abituati a pensare. Dire che è più facile che scrivere male può sembrare un’esagerazione. Ma pensate a tutte le energie che sprechiamo per complicarci l’esistenza e infilarci nei labirinti di una lingua involuta e oscura. Pensate a certi comunicati stampa, ai verbali delle riunioni di condominio, alla lingua che ci sentiamo costretti a usare nelle relazioni scritte in ufficio o a scuola. Davvero è meno faticoso scrivere bene. A patto di sapere come si fa. E qui entra in gioco questo libro, la nuova edizione aggiornata di un corso di sopravvivenza uscito per la prima volta nel 2002 e intitolato Italiano: lo stile. Si rivolge a tutti coloro che (per lavoro, per esigenze scolastiche, per le necessità della vita sociale o per il puro gusto di farlo) hanno bisogno di scrivere in italiano, e vogliono farlo con disinvoltura e soddisfazione personale. Gli otto capitoli di cui si compone sono dedicati ciascuno a un principio chiave: semplicità, chiarezza, precisione, leggerezza, ironia, eleganza, espressività, consapevolezza. Non sono gli unici possibili, ma di sicuro vi aiuteranno a ricavare il meglio da tutte le ore che passate ogni giorno davanti a una tastiera. **
### Sinossi
Scrivere bene è meno difficile di quanto siamo abituati a pensare. Dire che è più facile che scrivere male può sembrare un’esagerazione. Ma pensate a tutte le energie che sprechiamo per complicarci l’esistenza e infilarci nei labirinti di una lingua involuta e oscura. Pensate a certi comunicati stampa, ai verbali delle riunioni di condominio, alla lingua che ci sentiamo costretti a usare nelle relazioni scritte in ufficio o a scuola. Davvero è meno faticoso scrivere bene. A patto di sapere come si fa. E qui entra in gioco questo libro, la nuova edizione aggiornata di un corso di sopravvivenza uscito per la prima volta nel 2002 e intitolato Italiano: lo stile. Si rivolge a tutti coloro che (per lavoro, per esigenze scolastiche, per le necessità della vita sociale o per il puro gusto di farlo) hanno bisogno di scrivere in italiano, e vogliono farlo con disinvoltura e soddisfazione personale. Gli otto capitoli di cui si compone sono dedicati ciascuno a un principio chiave: semplicità, chiarezza, precisione, leggerezza, ironia, eleganza, espressività, consapevolezza. Non sono gli unici possibili, ma di sicuro vi aiuteranno a ricavare il meglio da tutte le ore che passate ogni giorno davanti a una tastiera.

È arrivato Lemmy Caution

Dio, che caldo! All’inferno non ci sono mai stato, ma non credo che possa essere più caldo di questo deserto californiano in luglio. Ho già oltrepassato Indio e credo che fra poco comincerò a vedere le luci di Palm Springs. E vado a tutta velocità… Il tachimetro dice ottanta miglia. Se non facesse tanto caldo, sarebbe una serata incantevole, ma non soffia nemmeno un po’ di brezza, e per giunta ho la gola piena di sabbia. Arrivo su un rettifilo ed ecco le luci di Palm Springs in lontananza. Quelle luci mi dicono che Palm Springs, come città del deserto, non è poi tanto piccola. Infatti ci si trova di tutto… collane di diamanti, profumi da cinquanta dollari la bottiglia, whisky di tutte le marche…
Entro in città e sono stanco morto…
È arrivato Lemmy Caution, con il suo umorismo un po’ nero, le sue avventure galanti e spregiudicate insieme e i suoi metodi tutt’altro che ortodossi. È arrivato Lemmy Caution. Si salvi chi può.

Dracula

I GRANDI CLASSICI PER RAGAZZI. Quando un giovane avvocato inglese raggiunge l’algido castello abitato da un pallido conte, quello che doveva essere un viaggio d’affari diventa la più inquietante della avventure. La storia dalla quale sono nati tutti i racconti di vampiri inizia nella fredda primavera della Transilvania e si sposta nella calda estate britannica. Un classico della letteratura gotica, che resta il capolavoro di Stoker e un pilastro dell’immaginario collettivo.

Dopo Il Divorzio

GRAZIA DELEDDA
DOPO IL DIVORZIO
DAL LIBRO: 1904. In casa Porru, nella camera dei forestieri, c’era una donna che piangeva. Seduta per terra, vicino al letto, colle braccia sulle ginocchia rialzate e la fronte sulle braccia, ella piangeva singultando, scuotendo la testa come per significare che non ci era, non c’era più alcuna speranza. Le sue spalle rotonde, il suo dorso ben fatto, coperto dal panno giallo d’un corsetto stretto, s’alzavano e si abbassavano come un’onda.
Intorno era quasi buio: la camera non aveva finestra; la porta spalancata sopra una loggia di mattoni s’apriva su uno sfondo di cielo cenerognolo che andava sempre più oscurandosi. Su quello sfondo brillava una piccola stella gialla lontana, lontana; e nel cortile s’udiva un grillo zirlare e la zampa d’un cavallo, di tanto in tanto, sbattersi sulla pietra.
Una donna bassa e grossa, in costume nuorese, con un gran volto di vecchio grasso, apparve sulla [8]porta, con in mano una candela di ferro a quattro becchi, in uno dei quali ardeva un lucignolo nuotante nell’olio.
― Giovanna Era, ― disse con voce grossa e rude, ― che fai lì al buio? Sei lì? Che fai? Mi pare che tu pianga! Tu sei matta, in verità mia, tu sei matta!
L’altra cominciò a singhiozzare convulsivamente.
― Ah! Ah! Ah! ― disse la donna grossa, avanzandosi, come meravigliata e scandolezzata. ― Lo avevo detto io che piangevi! Perchè piangi? Tua madre è giù che ti aspetta, e tu piangi lì come una matta che sei.
L’altra continuò a piangere più forte. La donna grossa appese il lume ad un lungo chiodo sul muro, si guardò attorno e cominciò a girare attorno alla piangente, cercando invano parole per confortarla. Non riusciva a dirle altro che:
― Ma sei matta, Giovanna, sei matta!

Doggerland

Ottomila anni fa, una grande isola si trovava nel mezzo del Mare del Nord, la Doggerland. Margaret è una rinomata archeologa preistorica che ne ha fatto oggetto di studio e per essa ha sacrificato ogni cosa, anche l’amore per Marc Berthelot. Marc, sismologo, avrebbe potuto seguirla su questa strada, ma ha scelto il petrolio e ha lasciato il dipartimento di geologia di St Andrews per vivere una vita avventurosa sulle piattaforme offshore. A vent’anni dalla fine della loro relazione, Marc e Margaret vengono invitati a una conferenza a Esbjerg, in Danimarca. È un’occasione per incontrarsi di nuovo. Ma la sera prima, il 5 dicembre 2013, la Gran Bretagna è messa in allarme rosso. L’uragano Xaver sta per abbattersi sul Nord Europa, acquistando sempre più potenza, risvegliando i fantasmi di Doggerland e riportando a galla ricordi sepolti da vent’anni… Si dice che la storia non si ripeta. Ma i geologi sanno che, per periodi molto lunghi, alcune forze continuano ad agire a distanza e sono in grado di risvegliare antichi vulcani, riaprire vecchie fratture e richiuderle.

Dizionario mafioso-italiano, italiano-mafioso: tra “chiesa” e “famiglia,” “mandamenti” e “pizzini,” un viaggio nella lingua e nella mente dell’organizzazione criminale più potente e pericolosa d’Italia

Cosa pensa un mafioso? Quali espressioni usa quando prega, quando ama, quando uccide? È a queste domande che Vincenzo Ceruso tenta di rispondere, lasciando la parola ai soldati e ai generali di Cosa Nostra, per condurci in una realtà in cui il peso di ciò che si dice raramente è inferiore a quello delle azioni commesse. Scopriamo allora cos’è la “messa a posto” per gli imprenditori, cosa si intende per “chiesa”, chi sono gli “scappati”, quanti “papelli” hanno scambiato con i rappresentanti dello Stato, quali regole sanciscono chi può essere “combinato” nel sodalizio e chi va “posato”, quali dinamiche intercorrono tra famiglia di sangue e “famiglia” come ordinamento giuridico… Perché la mafia non è solo silenzio e omertà, ma un mondo in cui si muore per una parola non detta o per un’altra pronunciata nel modo e nel momento sbagliato. E poi ci sono le espressioni che usiamo noi per riferirci alla mafia, per destreggiarci nel complesso universo dell’associazione criminale: “terzo livello” e “borghesia mafiosa”, “entità esterna” e “mafia imprenditrice”, “pista interna” e “professionisti dell’antimafia”. Analizzando in modo sistematico e rigoroso il linguaggio della mafia e attorno alla mafia, il Dizionario mafioso-italiano italiano-mafioso guida il lettore nel sottomondo dell’organizzazione criminale più pericolosa del nostro Paese e aiuta a orientarsi in un dibattito che, per sua natura, non può essere appannaggio esclusivo degli addetti ai lavori.

Divisi in una notte

Gerta ha dodici anni quando suo padre e suo fratello minore partono per Berlino Ovest, da Berlino Est. E il 12 agosto 1961 e la mattina seguente, al confine, viene eretta la barriera che si trasformerà in muro. La famiglia di Gerta è divisa e senza possibilità di comunicazione. Quando il fratello maggiore di Gerta le confida che un suo amico sta organizzando la fuga, niente sarà come prima: l’amico resterà ucciso, il fratello sarà trattenuto dalla Stasi e il sospetto farà perdere a Gerta la sua migliore amica. Cercare di vivere “normalmente” è divenuto impossibile. Poi un giorno, Gerta vede il padre su una torretta di Berlino Ovest: fa gli stessi gesti di una filastrocca che le cantava e mimava da piccola su un contadino che scava la terra e Gerta capisce che le sta chiedendo di scavare un tunnel. Lo scavo sarà durissimo fino a quando si udiranno altri colpi di pala: sono il padre e il fratello, da Berlino Ovest! Un’avventura ricca di suspense, tratta da un fatto realmente accaduto, che tocca temi importanti e di grande attualità come la libertà, la forza dei legami familiari, l’amicizia, la fiducia, ma anche argomenti storici come la nascita del Muro di Berlino e i meccanismi di controllo e repressione dei regimi autoritari.

Dio Nella Città

“Dio vive già nella nostra città e ci spinge a uscire incontro a lui per scoprirlo, per costruire relazioni di prossimità, per accompagnarlo nella sua crescita e per incarnare il fermento della sua Parola in opere concrete”. Con uno sguardo lucido e colmo di misericordia, Papa Francesco si sofferma sul tema della città, del vivere comune tra le persone. In una società segnata da ingiustizie e squilibri, i cristiani sono chiamati allo stesso sguardo di Dio, testimoniato innanzitutto in Gesù. Uno sguardo che porta ad atteggiamenti di misericordia. “La misericordia – continua il Papa – crea la vicinanza più grande, che è quella dei volti”. Perché “la fede vuol vedere per servire e amare, non per constatare o dominare”.In queste pagine, nelle quali si respira lo spirito di semplicità e di tenerezza che ha conquistato il mondo intero, Jorge Mario Bergoglio offre ai lettori credenti e non credenti la sua visione dei rapporti umani.

Dinastia

Fondata da Sir Jonathan, il geniale e ambizioso figlio illegittimo di una cinese e di un avventuriero irlandese, la dinastia dei Sekloong nell’arco di tre generazioni riesce a costruire un impero economico e a far sentire la propria influenza da Hong. Kong al Pentagono, dalla Cina nazionalista a quella comunista. Alla densa, ricca, complessa e appassionante saga della potente famiglia euroasiatica, unita da un forte senso del clan e divisa da adulteri e morti, sete di potere e conflitti ideologici, fa via via da sfondo la storia della Cina da1 1900 alla rivoluzione culturale.

Dimagrire con l’intestino: Perdi peso e torna in forma con la corretta flora intestinale

Perché c’è chi può permettersi di mangiare di tutto in quantità senza aumentare di un solo grammo, mentre a te basta lanciare un’occhiata a quella invitante tavoletta di cioccolato per ritrovarti addosso un chilo in più?
A stabilire se sarai snello o se dovrai costantemente lottare contro i chili in eccesso sono i tuoi batteri intestinali. E qui sta il problema, perché se la tua flora batterica è squilibrata ingrasserai irrimediabilmente, a prescindere da quanto sia sano il cibo che consumi e da quanti sforzi tu faccia per perdere peso.
Dimagrire con l’intestino ti spiega tutti i meccanismi che concorrono a formare una sana flora batterica intestinale, ti fa “fare amicizia” con i batteri buoni e ti insegna tutti i trucchi per conservare attivi e vitali questi preziosi alleati. A intervenire per modificare la qualità dei batteri che vivono nel tuo colon e indica come correggere la flora batterica affinché il tuo interruttore sia sempre sulla funzione “magro e in forma”!
Un numero sempre maggiore di studi scientifici dimostra l’importanza dell’intestino per la buona salute e il giusto peso corporeo. Il nostro ecosistema intestinale è infatti diventato un argomento “scottante” cui molti medici e terapeuti fanno riferimento per aiutare i loro pazienti a ritrovare il peso forma. **
### Sinossi
Perché c’è chi può permettersi di mangiare di tutto in quantità senza aumentare di un solo grammo, mentre a te basta lanciare un’occhiata a quella invitante tavoletta di cioccolato per ritrovarti addosso un chilo in più?
A stabilire se sarai snello o se dovrai costantemente lottare contro i chili in eccesso sono i tuoi batteri intestinali. E qui sta il problema, perché se la tua flora batterica è squilibrata ingrasserai irrimediabilmente, a prescindere da quanto sia sano il cibo che consumi e da quanti sforzi tu faccia per perdere peso.
Dimagrire con l’intestino ti spiega tutti i meccanismi che concorrono a formare una sana flora batterica intestinale, ti fa “fare amicizia” con i batteri buoni e ti insegna tutti i trucchi per conservare attivi e vitali questi preziosi alleati. A intervenire per modificare la qualità dei batteri che vivono nel tuo colon e indica come correggere la flora batterica affinché il tuo interruttore sia sempre sulla funzione “magro e in forma”!
Un numero sempre maggiore di studi scientifici dimostra l’importanza dell’intestino per la buona salute e il giusto peso corporeo. Il nostro ecosistema intestinale è infatti diventato un argomento “scottante” cui molti medici e terapeuti fanno riferimento per aiutare i loro pazienti a ritrovare il peso forma.