Visualizzazione di 74341-74352 di 90860 risultati

La conversazione necessaria

Viviamo in un mondo che sempre più sacrifica i piaceri e i benefici della conversazione sull’altare delle tecnologie digitali. Parliamo con un amico, ma nel frattempo diamo più di un’occhiata allo smartphone, e spesso i nostri figli si lagnano se non hanno tra le mani un dispositivo elettronico. Viviamo costantemente in un altrove digitale. Ma per capire chi siamo, per comprendere appieno il mondo che ci circonda, per crescere, per amare ed essere amati, dobbiamo saper conversare. La perdita della capacità di parlare «faccia a faccia» con gli altri – con empatia, imparando nel contempo a sopportare solitudine e inquietudini – rischia di ridurre le nostre capacità di riflessione e concentrazione, portandoci, nei casi estremi, a stati di dissociazione psichica e cognitiva. In questo libro, frutto di anni di interviste e di indagini sul campo, Sherry Turkle, «l’antropologa del cyber-spazio», sottolinea le insidie e gli effetti delle appendici tecnologiche che ci circondano nella società e nella nostra vita quotidiana, per far sí che ognuno ridiventi padrone di se stesso, senza farsene acriticamente dominare.

La congiura

Kai Thundercloud è un assassino addestrato dall’esercito americano. Attualmente il suo incarico è di lavorare sotto copertura per la polizia di Los Angeles e si trova a dover affrontare una delle situazioni più difficili della sua vita: deve fari i conti con il terrore… deve uccidere l’uomo di cui una volta era innamorato.
Bob Crowley è il capo della Gang Unit all’interno della polizia di Los Angeles. È specializzato nel linguaggio di strada e nei comportamenti abituali delle gang più feroci e per questo motivo si è guadagnato parecchi nemici. È un uomo tranquillo e dedito al lavoro. Ha molti amici, ma nessuno di loro sa del suo amore perduto, in quanto il distretto non è proprio il posto migliore per dichiarare la propria omosessualità.
Quando improvvisamente Bob viene accusato di tentato omicidio, il suo amico e detective Cassidy Ryan si convince della sua innocenza. Ma il destino si mette di mezzo e Bob e il suo ex amante si ritrovano faccia a faccia, in circostanze altamente pericolose, e Cassidy rimane scioccato di vedere Thundercloud, un altro suo amico poliziotto, esporsi per ciò che è veramente.
Omicidi, intrighi, dipendenze e tradimenti abbondano nell’ultimo romanzo della serie “Gli assassini”. Crowley riuscirà a sopravvivere all’ultimo incarico del suo ex amante o finirà vittima di una congiura?

La città delle stelle. Stravaganza

Nella vetrina di un antiquario Georgia scopre, in mezzo a tanti oggetti impolverati, la statuina di un cavallo alato. Se ne innamora e quando finalmente riesce a risparmiare abbastanza per comprarla, sa che dovrà tenerla lontana dalle grinfie di Russell, l’odioso fratellastro sempre pronto a tormentarla. Ciò che Georgia non sa, invece, è che quel cavallino le permetterà di viaggiare in un altro mondo e in un’altra epoca: nel sedicesimo secolo, a Remora, una città molto simile alla nostra Siena, in cui si corre ogni anno la Stellata, una gara di cavalli attesa con febbrile entusiasmo da tutti gli abitanti. Età di lettura: da 13 anni. **

La caduta dei giganti. The century trilogy : 1

Il libro è la versione tascabile, edizione Flipback: si legge in verticale e si sfoglia con una sola mano, dal basso verso l’alto. Occupa solo 1/6 dello spazio di un’edizione tradizionale. Ha lo stesso contenuto dell’edizione tradizionale, in versione integrale. **

La buona novella. Perché non dobbiamo avere paura

“Negli ultimi mesi si sta diffondendo un po’ ovunque una grande paura, per questa crisi inarrestabile, per l’incalzante mancanza di lavoro, e quindi per il futuro dei nostri giovani. Eppure non dobbiamo farci prendere dal panico: la strada verso la soluzione c’è, ed è alla portata di tutti, anche se difficile da praticare. Usciamo dalla “società delle spettanze”, per la quale ogni cosa è dovuta, sempre!” Don Gallo, spinto dall’urgenza di questo momento storico, prende la parola e annuncia la buona novella: non ascoltiamo i profeti di sventura. La crisi che stiamo attraversando può essere un momento di crescita, di ricostruzione del tessuto sociale, che in questi anni è stato drammaticamente disintegrato. Per farlo bisogna rimboccarsi le maniche e partire dal piccolo: attraverso una solidarietà liberatrice che non sia semplice assistenzialismo, attraverso l’incontro e l’accoglienza, l’ascolto dei movimenti e delle richieste dei giovani, e soprattutto attraverso la giustizia sociale e l’equità. L’amatissimo “prete del marciapiede” ci prende per mano e ci mostra la strada, ci incoraggia, ci esorta a non arrenderci: è proprio questo aspetto concreto, pratico, tenace a far sì che il don non sia un semplice maestro, ma un vero testimone. Perché “alla fine, Dio non ci chiederà se siamo stati credenti, ma se siamo stati credibili”. **

La battaglia di Qadesh

Forte e armoniosa, la nuova capitale Pi-Ramses rispecchia il carattere del faraone. E una città dalla bellezza miracolosa e il suo compimento sembra aprire a un’era di ricchezza e di pace. Ma Nefertari, la bella tra le belle, scruta il cielo: gli uccelli sono nervosi, si prepara una tempesta che scuoterà la famiglia reale, e vedrà il nemico varcare il sacro suolo d’Egitto. Ramses, il Figlio della Luce, dovrà affrontarlo in una prova decisiva, che le generazioni a venire non dimenticheranno.

La balia

Kostas Charìtos, commissario dal volto umano e appassionato lettore di vocabolari, cambia i suoi consueti itinerari. In questa sua nuova avventura approda a Istanbul per una vacanza. Almeno nelle intenzioni, visto che il demone dell'indagine torna a visitarlo nella persona di un greco, uno dei pochi rimasti nell'antica Costantinopoli. Maria, una anziana conoscente dell'uomo, la sua balia, è scomparsa, e lui non sa come districarsi nella ricerca. Così Charìtos, solo apparentemente spaesato nei babelici scenari turchi, saprà ricostruire con arguzia, talento investigativo e grande ironia una fitta e complessa rete di vendette personali, soprusi, ingiustizie che faranno luce su quella misteriosa scomparsa. Ancora una volta Petros Markaris tesse una trama condotta con la precisione di un orologiaio, un affresco a tinte forti delle contraddizioni, dei colori, degli odori della società mediterranea.

L’arte di trattare le donne

Fin dai tempi antichi, come insegna il caso di Socrate e Santippe, il rapporto tra il filosofo e le donne è stato conflittuale. E, se ripercorriamo la lunga storia di questo conflitto, ne ricaviamo l’impressione che la filosofia sia una faccenda prettamente maschile. La necessità di estirpare siffatto pregiudizio si impone con le grandi figure femminili dell’Illuminismo e del Romanticismo, quando prende avvio quella che sarà l’emancipazione della donna. Scottato dall’esperienza patita in casa con la madre, gran dama salottiera, Schopenhauer avverte con lungimirante intuito l’incombente pericolo, e oppone resistenza. Leva quindi la sua voce irriverente per mettere in guardia il sesso maschile dalle suadenti insidie, dai fatali pericoli e dagli snervanti contrasti che inevitabilmente riserva il rapporto con le donne. Le sue riflessioni su questo tema si configurano come un’«Arte di trattare adeguatamente il gentil sesso»: un’arte che, se negli intenti di Schopenhauer mirava soprattutto a tenerne a bada le intemperanze, offre a noi, uomini e donne di oggi, una lettura ricca di inconfutabili intuizioni e di tenaci, e spesso esilaranti, capricci maschili. **
### Sinossi
Fin dai tempi antichi, come insegna il caso di Socrate e Santippe, il rapporto tra il filosofo e le donne è stato conflittuale. E, se ripercorriamo la lunga storia di questo conflitto, ne ricaviamo l’impressione che la filosofia sia una faccenda prettamente maschile. La necessità di estirpare siffatto pregiudizio si impone con le grandi figure femminili dell’Illuminismo e del Romanticismo, quando prende avvio quella che sarà l’emancipazione della donna. Scottato dall’esperienza patita in casa con la madre, gran dama salottiera, Schopenhauer avverte con lungimirante intuito l’incombente pericolo, e oppone resistenza. Leva quindi la sua voce irriverente per mettere in guardia il sesso maschile dalle suadenti insidie, dai fatali pericoli e dagli snervanti contrasti che inevitabilmente riserva il rapporto con le donne. Le sue riflessioni su questo tema si configurano come un’«Arte di trattare adeguatamente il gentil sesso»: un’arte che, se negli intenti di Schopenhauer mirava soprattutto a tenerne a bada le intemperanze, offre a noi, uomini e donne di oggi, una lettura ricca di inconfutabili intuizioni e di tenaci, e spesso esilaranti, capricci maschili.

L’uomo delle ombre

**Un omicidio insensato.
Una leggenda terrificante.
Un segreto sepolto nel passato.**
*Era solo una favoletta per bambini.
Finché non divenne un incubo…* ** *Era l’anno 2000.*
Ha solo pochi giorni la piccola Amber quando una notte sua madre Sadie si alza dal letto, si dirige verso la porta e abbandona lei e il marito Miles. Una scomparsa volontaria e proprio per questo ancor più inspiegabile. Eppure Sadie non è impazzita. Non è depressa. Non è spaventata dalla responsabilità. Sadie ha paura. La stessa paura che aveva da ragazzina. **
### Sinossi
**Un omicidio insensato.
Una leggenda terrificante.
Un segreto sepolto nel passato.**
*Era solo una favoletta per bambini.
Finché non divenne un incubo…* ** *Era l’anno 2000.*
Ha solo pochi giorni la piccola Amber quando una notte sua madre Sadie si alza dal letto, si dirige verso la porta e abbandona lei e il marito Miles. Una scomparsa volontaria e proprio per questo ancor più inspiegabile. Eppure Sadie non è impazzita. Non è depressa. Non è spaventata dalla responsabilità. Sadie ha paura. La stessa paura che aveva da ragazzina.

L’umanità in Pericolo

Per anni, le élite politiche e finanziarie hanno nascosto la verità. Senza una drastica riduzione delle emissioni di CO2, entro il 2100 fino al 75% degli abitanti del pianeta potrebbe essere annientata da ondate di calore. Cambiare non è solo auspicabile, spiega Fred Vargas, ma necessario. Dobbiamo modificare la nostra dieta per incidere sempre meno sul cambiamento climatico; ridurre drasticamente la produzione di rifiuti e passare all’energia pulita. Lavorando insieme, riflettendo e immaginando soluzioni, l’umanità può ancora cambiare rotta e salvare sé stessa e il pianeta.