Visualizzazione di 74065-74076 di 90860 risultati

Sui Gatti

Charles Bukowski ha amato molto: le donne, l’alcol, i libri e la scrittura, il gioco d’azzardo… In queste pagine scopriamo un’altra passione del cantore del lato oscuro dell’America: i gatti. Maestose e bellissime, le «piccole tigri» hanno sempre affascinato Bukowski, che con i gatti ha scelto di condividere l’esistenza, lasciando che camminassero sui tasti della macchina da scrivere e che fossero testimoni compiaciuti delle sue sbronze e delle sue scorribande – letterarie e non. Lo scrittore descrive i felini come fieri combattenti, cacciatori spietati, maestri nell’arte della sopravvivenza, animali che sanno come dare e pretendere rispetto, senza mai tradire la loro vera natura, indipendente, ribelle e un po’ cinica, proprio come quella di Bukowski. Questo libro, che attinge direttamente alla fonte dei manoscritti originali dell’autore, è il racconto autentico e intimo della vita selvatica e indomabile di uno scrittore di culto. **
### Sinossi
Charles Bukowski ha amato molto: le donne, l’alcol, i libri e la scrittura, il gioco d’azzardo… In queste pagine scopriamo un’altra passione del cantore del lato oscuro dell’America: i gatti. Maestose e bellissime, le «piccole tigri» hanno sempre affascinato Bukowski, che con i gatti ha scelto di condividere l’esistenza, lasciando che camminassero sui tasti della macchina da scrivere e che fossero testimoni compiaciuti delle sue sbronze e delle sue scorribande – letterarie e non. Lo scrittore descrive i felini come fieri combattenti, cacciatori spietati, maestri nell’arte della sopravvivenza, animali che sanno come dare e pretendere rispetto, senza mai tradire la loro vera natura, indipendente, ribelle e un po’ cinica, proprio come quella di Bukowski. Questo libro, che attinge direttamente alla fonte dei manoscritti originali dell’autore, è il racconto autentico e intimo della vita selvatica e indomabile di uno scrittore di culto.

Su altri piani

Sita Dulip ha messo a punto un metodo infallibile per sfuggire alle lunghe ed estenuanti file al check-in o al bagno, ai pranzi disgustosi serviti negli squallidi bar del terminal, e alle scomodissime sedie di plastica blu irrimediabilmente fissate al pavimento. In quei momenti, Sita si lascia prendere da una specie di vertigine e non parte per Denver o Chicago, ma uno strano Paese costellato di vulcani e geyser, oppure giunge dagli Asonu, che vivono in un mondo in cui le persone, loquacissime in tenera età, diventano poi sempre più silenziose. O ancora fa visita ai Veksi, una popolazione costantemente in preda all’ira… Queste mete alternative – su altri piani sono una scoperta continua per Sita.

Strudel e torte fatte in casa: Buoni sapori di montagna

Oltre 60 ricette di strudel e torte di eccezionale bontà: di ricotta, di carota, di mele, di fragole o lamponi, farcite o ricoperte di cioccolata. E ancora, frittelle e biscotti, gnocchetti dolci e profezeni dolci… Sono dolci rustici, tanto buoni quanto semplici da preparare: ci ricordano il calore e l’allegria della famiglia, il sapore autentico di una tradizione antica che si rinnova in queste pagine e nelle vostre case. **
### Sinossi
Oltre 60 ricette di strudel e torte di eccezionale bontà: di ricotta, di carota, di mele, di fragole o lamponi, farcite o ricoperte di cioccolata. E ancora, frittelle e biscotti, gnocchetti dolci e profezeni dolci… Sono dolci rustici, tanto buoni quanto semplici da preparare: ci ricordano il calore e l’allegria della famiglia, il sapore autentico di una tradizione antica che si rinnova in queste pagine e nelle vostre case.

Stregone suo malgrado

Il pianeta perduto denominato Gramarye più che un avamposto della moderna tecnologia galattica era un’accozzaglia di bizzarri gruppi etnici e culturali, un balordo santuario delle antiche tradizioni terrestri, dei riti e delle contraddizioni dell’Europa medievale e rinascimentale creato da un gruppo di romantici esuli che avevano tentato di stabilirvi un’Utopia di tipo feudale. Ma il pianeta era anche uno scenario di maligni intrighi medievali, di complesse trame cortigiane con un pizzico di sapore aggiunto da uno strano gruppo di streghe, di stregoni, elfi e nani pronti a intervenire a favore delle varie fazioni in lotta per il potere. Un mondo strano e affascinante ma pericoloso, pericoloso soprattutto per chi, come l’agente terrestre Rod Gallowgiass, viene a trovarcisi proprio nel bel mezzo, ignaro e animato dal pio istinto di portare la libertà ai popoli di tutta la Galassia. Il compito di Rod non è affatto dei più facili, soprattutto se a complicare le cose ci si mettono una regina giovanissima e capricciosa, una bella streghetta innamorata del nostro agente galattico e un cavallo-robot con un cervello computerizzato che fa le bizze e si mette a tartagliare quando meno te lo aspetti!

Storia segreta del rock. Le misteriose origini della musica moderna

Sesso. Droga. Musica ad alto volume. Vestiti sgargianti. Abbaglianti giochi di luce. Tutto questo si può ritrovare in un grande concerto rock o in un bollente ciance club, ma era anche parte dell’antico fenomeno culturale conosciuto come “Religioni Misteriche”. In questo libro, Christopher Knowles dimostra come le religioni misteriche si siano reincarnate in una nuova forma musicale definita rock’n’roll e spiega come i rituali arcaici dei Misteri abbiano trovato nuova vita nelle sottoculture del Nuovo Mondo come la Santeria, la Massoneria e il Mardi Gras. Il libro traccia inoltre lo sviluppo dei generi più popolari del rock, come il punk e il metal, e svela come gli artisti moderni più iconici ricoprano lo stesso ruolo archetipico delle antiche divinità. Scopriamo, così, quanto ricche e ancestrali siano le affinità tra i riti pagani e i costumi musicali della nostra società postmoderna. Qui s’incontrano le prime dive del pop, gli headbanger e i guitar heroes, e si legge la storia inedita della Woodstock puritana. Una folle corsa che dall’Età della Pietra all’Età dello Spazio. **

Stephen Hawking. Una vita alla ricerca della teoria del tutto

Questa è l’incredibile storia vera di un uomo che ha dedicato la sua vita a scrivere il libretto di istruzioni per l’universo. Dalla nascita sotto le bombe all’infanzia nella grande casa che risuonava di musica e di bizzarro lessico familiare. Dai giorni di scuola, leader naturale tra i compagni che lo soprannominarono “Einstein” nonostante i voti scarsi, alla terribile scoperta dei primi sintomi di una malattia degenerativa incurabile, la sclerosi laterale amiotrofica. È il 1963 e Stephen Hawking ha ventun anni. Secondo i dottori gliene restano da vivere al massimo altri due. Con la minaccia di una morte prematura che incombe sulla sua testa, questo svogliato studente di fisica di Oxford si lancia nel campo delle ricerche cosmologiche, rendendosi conto che c’è “una quantità di cose importanti che avrei potuto fare se la mia condanna fosse stata sospesa”. Oggi, sta per festeggiare il settantesimo compleanno, è un genio riconosciuto del nostro tempo, e la radiazione che porta il suo nome potrebbe trovare una conferma definitiva. Questa è anche la storia di una grande avventura del pensiero. Kitty Ferguson, che da oltre vent’anni collabora con Hawking, intreccia con sapienza al racconto della sua vita quello della sua ricerca: la conciliazione fra la relatività generale e la meccanica quantistica, la Teoria M e la prospettiva di una “Teoria del Tutto”, il paradosso dell’informazione, l’espansione dell’universo e la possibile esistenza di un multiverso iperdimensionale.

Stelle lontane

Oltre il nostro pianeta, nelle profondità dello spazio e nei reami al di là dello specchio, le storie di uno degli scrittori più raffinati della fantascienza. Samuel Delany – poeta, esponente della New Wave degli anni Sessanta — ha raccolto in “Stelle lontane” alcuni dei racconti che lo hanno reso famoso: dal romanzo breve che rappresenta il punto di svolta nella sua carriera, “Stella imperiale” (una storia deliziosamente “multiplex”, come si capirà leggendola) a “Il tempo considerato come una spirale di pietre semipreziose”, vincitore dei due maggiori premi della fantascienza, l’Hugo e il Nebula; dall’esplorazione delle facoltà telepatiche di “Corona” ai toni di favola di “Prismatica” e “Rovine”, alla crudele fantasia futuristica di “Omegahelm”.
E, per completare il quadro di sé, lo scrittore espone al lettore le sue considerazioni sulla scrittura, i suoi “dubbi”, nella lunga e rivelatrice introduzione critica intitolata “Di dubbi e di sogni”.

Stato Di Salute

Per impedire al presidente degli Stati Uniti di presentare un progetto di legge che legalizza gli stupefacenti, il crimine organizzato elabora un terribile piano: rapire la figlia del suo medico personale, costringendolo a sottoporre il presidente ad una dannosissima terapia, che lo elimini dalla scena politica. Solo contro tutti, il dottor VanDuyne deve giocare una partita molto rischiosa. Ma sulla sua strada trova un’imprevista alleata: Poppy, la ragazza che il cartello della droga ha destinato alla sorveglianza della bambina.

Stato Contro Nolan

Ogni testo teatrale di Stefano Massini cambia modelli e schemi, e nessuno è mai una copia del precedente. Quasi sempre le fonti di ispirazione stanno fuori dalla storia del teatro e guardano ad altre forme espressive letterarie o cinematografiche. Anche per *Stato contro Nolan* , piú che a precedenti teatrali, viene da pensare a uno specifico genere cinematografico, quello del film processuale, praticato anche da grandissimi maestri come Hitchcock e Wilder (e forse non è un caso che del nuovo lavoro di Massini siano già stati venduti i diritti cinematografici a un’importante casa di produzione internazionale). Ogni testo è diverso, ma tutti sono attraversati da una fortissima vena etico-politica. E certamente il processo a Herbert Nolan, direttore del giornale di una piccola città di provincia nell’America degli anni Sessanta, è qualcosa che ci tocca direttamente, piú attuale che mai. Nolan è accusato di aver manipolato l’informazione per scopi privati: l’uccisione di un vagabondo scambiato per un rapinatore o stupratore era stata montata in modo da creare una paura diffusa in tutta la contea, cosí che gli abitanti si armassero per difendere le loro case. La locale azienda di armi aveva moltiplicato i profitti, e Nolan, che ne era un importante azionista, si era arricchito. Ma al di là del conflitto di interessi, alla base di tutto il testo stanno i meccanismi della costruzione di un clima di paura nella collettività. Il dibattimento diventa un processo alle parole, al loro valore e al loro potere, alla generazione di *fake news* , che non è molto diversa dalla costruzione dei miti.